Sei sulla pagina 1di 1

*

ANNO XXII N. 23 NON VENDIBILE SEPARATO DAL ROMA MARTEDÌ 24 GENNAIO 2006

INTERVISTA CON CIRO SARNO DAL CARCERE DI SPOLETO IL “DE PROFUNDIS” DEL PRESUNTO RE DI PONTICELLI

«COSÌ SONO DIVENTATO “SINDACO”»


LEANDRO DEL GAUDIO Dopo 22 anni di cella, il pregiudicato di rione De Gasperi sferza la
Potrebbe lasciare la cella di qui a poco, ma
anche rimanere in carcere per i prossimi 22
camorra di oggi, i pentiti e i politici. «In cella ho vissuto la mia rina-
anni: destino incerto per Ciro Sarno, in
questi giorni impegnato nell’ultima batta-
glia in aula, all’insegna del “dentro o fuo-
scita, con il volontariato e l’università. Il primo reato? Rubai la spesa
ri”. Ed è dalla cella del carcere di Spoleto
che lui, il “sindaco” di Ponticelli, diven- ad una donna e la portai a mia madre: mi sentii un uomo vero».
tato detenuto modello al punto tale da iscri-
versi all’Università, che accetta di rispon- Come sarebbe avvenuto il salto di qualità guarda da quale pulpito viene la predica. Il
dere alle domande del cronista, raggiunto da piccolo rapinatore a presunto “sin- consiglio che vorrei dare a chi ci governa è
tramite il suo difensore, il penalista Anto- daco” di Ponticelli? molto semplice e si sintetizza in queste pa-
nio Abet. «Siete voi della carta stampata che create i role: fate in modo che mai più si verifichi-
personaggi. Dovreste fare più attenzione a no situazioni in cui un ragazzino deve ru-
Quando ha commesso il primo reato? queste cose, altrimenti ci credono davvero, bare per sostenere una famiglia in difficoltà.
«Non ricordo quando ho commesso il pri- e la frittata è fatta». Anche una personalità autorevole come il
mo reato, ma un episodio in particolare ha ministro degli Interni ha denunciato che le
segnato la mia vita: non avevo nemmeno A Ponticelli e in altri quartieri della pe- difficoltà economiche causano scelte sba-
quattordici anni quando, qualche giorno pri- riferia orientale la camorra ha trovato gliate».
ma di Natale, ho rubato l’auto ad una signora spazio nelle palazzine popolari: come lo
che conteneva ogni ben di Dio (panettone, spiega questo fenomeno? Ponticelli resta un serbatoio di voti per i
capitone, frutta secca, pasta olio...). Quan- «Ma in che mondo vivete! Questo fenome- partiti che governano Napoli da dieci an-
do mi sono presentato a casa con la refurti- no è sempre esistito. A Napoli ci sono mi- ni: cosa direbbe ad un politico che viene
va le urla della buon’anima di mia madre so- gliaia di persone in cerca di una casa, ed ec- a fare campagna elettorale nel suo quar- CIRO SARNO. HA TRASCORSO 22 ANNI IN CELLA, ORA IL “SINDACO” DI PONTICELLI SI CONFESSA _________________________________
no arrivate alle stelle, ma è bastato guardarsi co che alla prima occasione se ne impos- tiere?
intorno per convincersi (marito disoccupa- sessano senza pensarci su due volte. A Pon- «Di non deludere le aspettative di coloro che Oggi le inchieste napoletane si basano do il quinto esame, poiché sono iscritto al-
to e altri dieci figli da sfamare) che tutto il ticelli le case popolari sono state occupate lo scelgono per rappresentarli. Le false pro- quasi tutte sulla collaborazione dei co- la facoltà di Scienze dei Beni Storico artistici
contenuto di quell’auto ce l’aveva mandato da persone provenienti da tutta Napoli e messe generano malcontento che può sfo- siddetti pentiti ed anche lei è stato accu- all’Università di Perugia. Ho superato l’e-
il Signore. I motivi di sopravvivenza pre- provincia e qualcuno ha pensato di inven- ciare in disordine sociale». sato da un collaboratore di giustizia co- same di Peleografia Latina, con trenta; ho
valsero sui princìpi d’onestà, ma non per tarsi l’assurda storia che ero io ad assegnar- me presunto re dello smercio della dro- preso trenta e lode in Antropologia Cultu-
questo si è disonesti, tant’è vero che sono gliele, senza nemmeno andare a verificare Cosa direbbe al sindaco di Napoli? ga nella periferia orientale: come giudi- rale; ventotto in Storia Medievale e ventot-
più che convinto che mia madre mi assista che due mie sorelle abitavano in quelli che «Di non aumentarsi lo stipendio: la gente ca il pentitismo? to in Geografia urbana. Ho ricevuto anche
dal paradiso». noi chiamiamo “scantinati”». non capirebbe». «Ciro Sarno non è un santo, ma, contem- molti attestati di merito e tuttora sono im-
poraneamente il mio accusatore ha stravol- pegnato, con altri amici, in progetti molto in-
Cosa ricorda di quel momento? Ha mai Come è cambiata la malavita nel corso Se potesse tornare oggi a Ponticelli, nel- to la verità per sfuggire a condanne per omi- teressanti approvati dalla direzione del car-
provato rimorso quando ha violato la pri- degli ultimi trent’anni? C’è una differen- le palazzine del rione De Gasperi, e se cidi in Corte di Assise, 416 bis e droga in Tri- cere e coordinati da insegnanti dell’Istituto
ma volta la legge? za tra la realtà criminale degli anni Set- avesse modo di parlare con un ragazzi- bunale. Basti pensare che sono state scritte d’Arte: abbiamo vinto due primi premi per
«Se la domanda è riferita all’episodio appe- tanta-ottanta e quella di oggi? no del posto, cosa gli direbbe? due motivazioni diverse sullo stesso colla- un progetto sulle fontane di Spoleto (uno dei
na raccontato, in quel momento mi son sen- «Nella malavita di una volta c’era un certo «Anche se potessi non credo che ritornerei boratore: assoluzione in Corte di Assise con due è stato a Perugia - permesso concesso
tito un vero uomo. I rimorsi si provano in tut- fascino. Non ci crederete, ma c’erano dei va- a Ponticelli, ma se capiterà di dare un con- conseguente inattendibilità del pentito; dal Magistrato di Sorveglianza personal-
to ciò che si fa di male, ma le responsabilità lori inviolabili. Il vecchio guappo non era so- siglio ad un ragazzino del mio quartiere gli condanna in Tribunale ed attendibilità del mente da me ed altri studenti che hanno par-
andrebbero suddivise con tutti coloro che lo un personaggio da rappresentare al cine- dirò di dare ai propri genitori le stesse sod- collaboratore. Giudico pertanto il pentitismo tecipato al progetto), adesso siamo impe-
provocano certe situazioni». ma. La sua sensibilità nell’aiutare le perso- disfazioni che i miei figli hanno dato a me puro opportunismo. Dico questo perché so- gnati per la realizzazione del progetto «pi-
ne in difficoltà era reale; la figura del con- e a mia moglie, ovvero, restare lontano da no più che convinto che la malavita farà di sta ciclabile Assisi-Spoleto. Per portare
La Procura la indica come uno dei mas- trabbandiere di sigarette era ben vista, an- certe tentazioni. A tutti i ragazzi di Napoli tutto affinché questa legge rimanga in vigo- avanti questo tipo di attività all’interno di
simi vertici della camorra della periferia che perché, diciamoci la verità, quell’attività dico di non trascurare la scuola, anche per- re il più a lungo possibile, anzi mi piace- un istituto di pena, si deve avere la fortuna
orientale e dello scacchiere criminale cit- era paragonabile alla Fiat del Sud; il mala- ché a me sta dando grandi soddisfazioni». rebbe sapere quante volte sono state inter- di incontrare persone sensibili e disponibi-
tadino: cosa risponde a queste accuse? vitoso di rango aveva rispetto per la vita e cettate, ascoltate e registrate conversazioni li nei confronti di chi ha voglia di riscatto e
«Che il giudice dovrebbe essere come il me- nei principi dell’amicizia. Si viveva nell’il- In che modo può essere arginata la de- di collaboratori di giustizia intenti a com- avere fiducia nelle proprie capacità e voglia
dico, dovrebbe operare con coscienza: se un legalità, ma in confronto ad oggi tutto ciò era linquenza? In che modo si può combatte- mettere gravi delitti». di un impegno nuovo».
malato ha la bronchite non gli si può dia- impostato su buoni sentimenti». re la malavita organizzata che continua
gnosticare un tumore». a condizionare lo sviluppo economico e È possibile una strada alternativa al pen- Come immagina la vita oltre le sbarre?
Secondo lei, dove ha fallito lo Stato, la Po- sociale del capoluogo partenopeo? titismo? Come vorrebbe vivere il giorno della sua
A Ponticelli lei viene chiamato il “sin- litica? «In un modo molto semplice: creare posti di la- «Il pentitismo, lo ripeto, è sinonimo di op- scarcerazione?
daco”: per quale motivo viene definito in «Chiedere un parere di questo tipo a chi nel- voro. La persona che non ha lavoro e accetta di portunità per i furbi. Ma Dio santo, quante «Il mio fine pena, al momento, scade nel
questo modo? la vita ha sempre sbagliato, sembra eccessi- nascondermi la pistola per guadagnare due- volte avete scritto di persone che hanno 2019, ma se mi sarà resa giustizia tornerò li-
«La prima volta che l’ho letto sul giornale, vo. So che il mio pensiero potrebbe essere cento euro alla settimana non lo fa perché è di- commesso gravi crimini e il giorno dopo bero molto prima. La vita oltre le sbarre, in
nel 1990, ridevo da solo». strumentalizzato, qualcuno potrebbe dire: sonesta, ma solo per riempire il suo piatto». hanno deciso di collaborare? Credo che se generale, ritengo sia piena di ostacoli, so-
non fosse stata concessa loro la licenza di uc- prattutto per noi meridionali. Le carceri di
cidere, molti delitti sarebbero stati evitati». massima sicurezza, in Italia, sono occupate
L’INCIDENTE DI ESECUZIONE E LA CARRIERA ALLE “BELLE ARTI” per la stragrande maggioranza da persone
È possibile cambiare realmente, girare le del Sud. A questo punto credo che sia giu-
spalle alla malavita organizzata? sto chiedersi se siamo geneticamente portati

LA SPERANZA DOPO LA PENA A 25 ANNI


L’ultima grave condanna incassata detto calcolo dei “giorni” - è il sen-
«Certo, basta rendersi conto che tutto ciò è
sbagliato».

In che modo si può realmente tagliare i


ponti con la malavita in tutte le sue for-
a delinquere, oppure se qualcosa in questa
società non funziona. La seconda ipotesi è
più attendibile: chi ha deciso che al Sud de-
ve esistere un disagio sociale di grandi pro-
porzioni (vedi la stragrande maggioranza di
da Ciro Sarno è di 25 anni, una pe- so della memoria difensiva di quasi me? disoccupati) ha deciso, automaticamente,
na scattata per reati associativi e 50 pagine -, Sarno potrebbe lasciare «Facendo capire ai giovani che hanno deci- che deve esserci la delinquenza. E se tutto
spaccio di ingenti quantitativi di la cella addirittura nei prossimi so di intraprendere una strada sbagliata, che ciò fosse una convenienza politica per ce-
droga. Sull’esecuzione di questa mesi. Ovviamente sull’incidente di saranno solo sfruttati e poi abbandonati al lare, dietro l’enorme scudo della lotta alla
condanna, è in corso una procedura esecuzione la giurisprudenza è con- loro destino, o ancora meglio, al destino che criminalità, altri gravi problemi sociali e l’in-
incidentale condotta dal penalista troversa e l’attenzione da parte dei gli creano gli altri». capacità di gestirli? Sono nonno di due bel-
Antonio Abet, dinanzi alla Corte giudici è altissima. Il prossimo ap- lissimi nipotini e ho due figli stupendi, ma
d’Appello di Napoli. Un lavoro di- puntamento è fissato al 4 maggio, In questi anni frequenta l’Università a trascorrerò quel giorno tra le braccia della
fensivo che punta a dimostrare un quando il cinquantenne pregiudica- pieni voti: ci parli delle sue esperienze e mia sposa. Le risposte che le ho dato sono
argomento su tutti: Sarno, sin da to di Ponticelli conoscerà la rispo- del modo in cui affronta la vita di dete- la conseguenza di una vita trascorsa per lo
giovanissimo ha scontato 22 anni in sta definitiva, che potrebbe far ri- nuto modello, di detenuto speciale. più in carcere. Ventiquattro anni di galera si-
cella, quindi gliene rimarrebbero tornare in libertà il “sindaco” di «La scuola ha inciso nella mia vita in mo- gnificano che oggi il “sindaco” non è più ta-
altri tre. Tenuto conto della libera- Ponticelli, per anni bersaglio del do decisivo: ho acquisito prima l’attestato di le, ma un uomo consapevole. Ciò grazie al-
zione anticipata, secondo il cosid- pentito Giuseppe Correale. terza media, mi sono poi diplomato, fre- le opportunità, paradossalmente, presenta-
quentando l’istituto d’arte di Spoleto, con il tesi nel luogo meno immaginabile: il carce-
massimo dei voti, adesso mi sto preparan- re».

IL TEMPO IN CITTÀ AMEDEO ROSA RUSSO


OGGI DOMANI
L A B O C C E T TA IERVOLINO
Il consigliere di Al- Ieri ricorreva l’anni-
Ore Temperatura Umidità Vento Ore Temperatura Umidità Vento leanza Nazionale ha versario della strage
proposto di intitolare del Quadrivio di Se-
ore 6 51% 1023 poco nuvoloso ore 6 4° 51% poco nuvoloso una strada della città condigliano, ma nes-
Vento teso Brezza leggera a Fabrizio Quattrocchi, suna celebrazione è
l’eroe italiano ucciso stata organizzata dal-
ore 12 6° 53% sereno ore 12 11° 56% nubi sparse dai guerriglieri in Iraq. l’Amministrazione co-
Vento moderato Brezza leggera La proposta è stata munale. Una grave
ore 18 4° 51% sereno
Brezza leggera
ore 18 7° 51% coperto
Vento moderato
SU bene accolta dal sin-
daco che ha annuncia-
to un provvedimento. GIÙ mancanza, soprattutto
per un quartiere con
tante difficoltà.