Sei sulla pagina 1di 1

GdN martedì 24 gennaio 2006 CRONACA DI NAPOLI I5

VIA EMANUELE GIANTURCO. NICOLA NATULLO, 38ENNE, È STATO PORTATO AL LORETO MARE. GUARIRÀ IN 15 GIORNI

Reagisce ai rapinatori e viene gambizzato


Reagisce ad una rapina, ma viene ferito a pistolettate. Il in pugno, i malintenzionati chiedevano a Natullo di Gianturco. Attualmente ricoverato, Natullo ne avrà per
fatto è accaduto nei pressi della stazione della consegnare soldi e cellulare. Senza pensarci troppo 15 giorni. Sul posto degli spari i poliziotti hanno
Metropolitana di via Emanuele Gianturco. È in questa sopra, il malcapitato reagiva. La controreazione da eseguito un accurato sopralluogo, ma non sarebbero
zona che Nicola Natullo, di 38 anni, sarebbe stato parte di uno dei malviventi era quella di premere il stati trovati indizi particolari per accelerare le indagini.
affrontato da una coppia di malviventi che avevano grilletto, più volte, puntando la canna della pistola Ai poliziotti, comunque, non si è avvicinato nessuno
intenzione di portargli via soldi e telefonino. In casi del verso il basso. Due i proiettili che raggiungevano Nicola che potesse essere in grado di fornire utili indicazioni
genere, quando mancano ulteriori testimonianze e nel Natullo, ad entrambe le gambe. su quanto avvenuto.
caso in cui la mancata vittima è una persona nota alle L’emergenza scattava non appena il ferito, soccorso da Né tanto meno il ferito è stato in grado di potere fare un
forze dell’ordine, è d’obbligo il ricorso al condizionale. un automobilista di passaggio, varcava la soglia del identikit dei due rapinatori. Sul fatto la polizia
Questa la ricostruzione del ferimento, avvenuto intorno pronto soccorso dell’ospedale Loreto Mare. Era a quel prosegue l’attività investigativa per individuare i
alle 18,30. Nicola Natullo camminava lungo via punto che dalla sala operativa della Questura, responsabili del ferimento ed accertare le cause che
Granturco quando dal buio si materializzavano le informata dagli agenti del drappello ospedaliero, non escluderebbero, al momento, che sia si trattasse di
figure di due banditi. Quali fossero le loro intenzioni partiva una segnalazione di persona ferita, appunto nei un colpo mancato, sfociato nel sangue.
OSPEDALE LORETO MARE. QUI È RICOVERATO IL FERITO ________ era ben presto evidente. Con tono minaccioso ed armi pressi della stazione della Metropolitana di via RENATO ROCCO

OPERAZIONE DELLA FINANZA AD AFRAGOLA. IN MANETTE SONO FINITI IL MACELLAIO FERDINANDO SEPE E IL CARROZZIERE ANTONIO ZANFARDINO

Usura, incastrati due commercianti


Applicavano tassi tra il 60 e il 100 per cento. tolare dell’inchiesta, la dottores-
sa Alessia Natale, che ha coordi-
tercettazioni ambientali e telefo-
niche, attraverso microapparec-
Gli investigatori hanno trovato assegni e cambiali nato le indagini degli “007” del- chiature che hanno consentito di
per diverse centinaia di migliaia di euro. Poi le vitti- la Finanza. Un contributo im- riprendere i presunti usurai men-
portante per gli inquirenti è arri- tre erano impegnati nella con-
me, messe di fronte all’evidenza, hanno denunciato. vato dalla documentazione ban- cessione e riscossione dei presti-
caria acquisita, relativa ai due ti. Le vittime, tra le quali alcuni
chi da un po’ di tempo i due “cra- “cravattari” che ha evidenziato la imprenditori, erano tutte in un
GIOVANNI COSMO vattari” e nel corso delle indagi- negoziazione di assegni e cam- evidente stato di necessità eco-
AFRAGOLA. Contattavano impren- ni hanno raccolto tutte le prove biali grazie ai quali è stato possi- nomica. Il volume d’affari dei
ditori dell’area afragolese con necessarie ad incastrarli, grazie bile individuare senza ombra di due usurai e valutato in diverse
problemi di liquidità, ma anche anche alla fattiva collaborazione dubbio il sistema consolidato di centinaia di migliaia di euro al-
cittadini in difficoltà economica. delle vittime che hanno fatto ca- usura. Tutti quelli che avevano l’anno. Proventi che puntual-
L’approccio, come sempre avvie- dere il velo di omertà. versato titoli a favore di Sepe e mente, secondo gli inquirenti,
ne in casi del genere, era ami- Così in manette sono finiti un Zanfardino, infatti, sono stati venivano reinvestiti in altri pre-
chevole: i due usurai quasi ap- noto commerciante di carni, Fer- subito contattati dalla Guardia di stiti usurari ma anche in acquisti
parivano degli amici disposti a dinando Sepe (titolare di una Finanza e successivamente ascol- di immobili e beni di lusso. E
dare una mano. Una volta cadu- grossa attività di vendita all’in- tate dalla dottoressa Natale, che proprio sugli affari di Sepe e Zan-
ti nella trappola, però, scattava il grosso e al dettaglio), e un car- è riuscita, con l’aiuto degli “007”, fardino gli “007” stanno svol-
“trucco”, con l’applicazione di rozziere, Antonio Zanfardino, a ricostruire, nei minimi dettagli, gendo ulteriori indagini per ri-
tassi che andavano dal 60 al 100 accusati di concorso in usura. Ie- tutti i singoli casi, uno dei quali costruire l’effettivo patrimonio
per cento annui. Ma gli investi- ri i finanzieri hanno eseguito due accompagnate anche da una vera mobiliare ed immobiliare che i
gatori della Guardia di Finanza ordinanze di custodia cautelare e propria estorsione. due “cravattari” arrestati avreb- procuratore aggiunto Paolo Man- stesse vittime, liberatesi nell’oc-
della compagnia di Afragola, in carcere emessa dal gip del tri- Nel corso delle indagini della bero nel tempo accumulato con i cuso si evidenzia “per la buona casione da ogni forma di omertà
guidati dal capitano Maurizio bunale di Napoli, dottor Gaetano Guardia di Finanza sono state an- proventi dei reati. riuscita dell’inchiesta lo spirito che spesso caratterizza le vittime
Mallozzi, stavano tenendo d’oc- Di Giuro, su richiesta del pm ti- che utilizzate riprese video ed in- Nella nota stampa, a firma del di collaborazione mostrato dalle di usura, verso gli inquirenti”.

BLITZ DEI CARABINIERI. SMANTELLATE LE BANCARELLE DEL MERCATINO CAMORRA. IL BOSS MICHELE DETENUTO A VELLETRI PIAZZA DANTE

Cd e dvd falsi da Napoli a Caserta, Ordini a “mezzo posta”: Cocaina in casa,


pusher arrestato
presi venti venditori partenopei il ras Mazzarella dal Gip e scarcerato
C’è un irreperibile. corso dei controlli fatti a sor- Interrogatorio oggi. Arrestato e scarcerato nell’arco
presa. Venti le persone arresta- di 24 ore. Per Pasquale
I “pezzi” masterizzati te in flagranza di reato ed asso- Organizzava le attività il- Gaudiero, 42enne, originario del
arrivavano dalle centrali ciate alla casa circondariale di lecite del suo clan con le famigerato parco Verde di
Santa Maria Capua Vetere. Una Caivano ma trasferitosi da
della zona del Mercato. ventunesima risulta irreperibi- missive ai “guaglioni”. tempo in salita Tarsia a Napoli,
le. In manette sono finiti i na- nel quartiere Montecalvario, è
CASAGIOVE. Nuovo maxi-blitz poletani Massimo Lamari, Er- Si terrà oggi l’interrogatorio di stata una brutta avventura
dei carabinieri della compa- nesto Cimino, Gaetano Salier- Michele Mazzarella, presunto quella vissuta nello scorso fine-
gnia di Caserta, comandati dal no, Paolo Giambitto, Vincenzo boss dei rioni Mercato e Forcel- settimana. I poliziotti della
capitano Nicolino Toscani e Palumbo, Vincenzo Pasqua- la, figlio del padrino Vincenzo Squadra Mobile della Questura
coordinati dal tenente Vincen- riello, Luigi Barile, Pasquale “’o pazzo” (nella foto), recente- l’avevano bloccato nei pressi di
zo Giglio, presso il mercatino Salvati, Ciro Giambitto e Vin- mente raggiunto da un mandato piazza Dante e, avendo dei
delle pulci a Casagiove. La re- cenzo Parisi. Arrestati anche di cattura per 416 bis. Dal car- sospetti nei suoi confronti,
tata è scattata nella prima mat- Raffaele Barone, residente a cere di Velletri, dove è recluso avevano perquisito l’abitazione
tinata di ieri dopo che erano Cicciano; Michele Iovane, resi- come detenuto comune, Miche- trovando circa 10 “bombette” di
state individuate le bancarelle dente a Frattamaggiore; Giu- le Mazzarella dovrà difendersi mo - secondo l’ultimo atto d’ac- cocaina. Troppo poco per
con la merce contraffatta e do- seppe Di Giovannantonio, resi- dall’accusa di essere il reggente cusa - viene accusato di aver im- mantenere la custodia cautelare,
po che l’intera zona era stata dente a Sant’Antimo; Vincenzo di una fetta di potere criminale posto ordini dalla cella, a mez- trattandosi oltretutto di un
bloccata dai militari dell’Arma Cortese, residente a Frattamag- dotti, all’interno del mercatino radicato nel cuore del centro zo lettere: con una serie di mis- incensurato, e così il gip l’ha
anche in borghese. In manette giore; Eugenio Martucci, resi- settimanale di Casagiove. La storico napoletano. sive scritte di suo pugno avreb- rimesso in libertà. Pur restando
sono finiti venti indagati, qua- dente ad Orta di Atella; Miche- merce posta sotto sequestro è Accuse che derivano dagli be organizzato attività illecite, indagato a piede libero, è
si tutti dell’hinterland napole- le Pirozzi, residente a Casoria; stata messa a disposizione del- sviluppi delle indagini che il come la droga e il contrabbando, probabile che verrà prosciolto o
tano, qualcuno dell’agro aver- Mauro Pirozzi, residente a Ca- la magistratura per essere poi pm Raffaele Marino sta condu- e avrebbe svolto un ruolo deci- assolto grazie alla modica
sano. soria, e Massimo Angelo Moz- distrutta. Nell’arco di pochi cendo da almeno due anni su sivo per ricompattare gli equili- quantità sequestrata.
Ventitremila tra cd e dvd ri- zillo, residente ad Orta di Atel- mesi quello di ieri è stato il se- una fetta di territorio che cade- bri criminali in quel di Forcel- I poliziotti della Mobile hanno
producenti film, videogiochi, la. condo massiccio intervento va sotto l’egemonia camorristi- la. Accuse che ovviamente van- anche arrestato Antonio Papa,
software, opere musicali, stam- Gli operatori delle forze del- dell’Arma presso il cosiddetto ca del clan Giuliano e che ora no dimostrate e che vedono ora 29enne nato a Napoli, in
panti, computer ed altro sono l’ordine hanno bloccato i pre- mercatino delle pulci. Infatti convergono sul sistema rappre- impegnata la difesa rappresen- esecuzione di un provvedimento
stati sequestrati dai carabinie- detti tutti intenti a vendere cd alcuni mesi addietro fu messa sentato da Vincenzo Mazzarella tata dai penalisti Giancarlo Lu- restrittivo emesso dalla procura
ri di Caserta ieri mattina nel e dvd vari illecitamente ripro- in atto la stessa operazione. e dal figlio Michele. Quest’ulti- brano e Antonio Morra. generale presso il Tribunale di
Napoli.

COMPRAVANO DROGA A SECONDIGLIANO E SCAMPIA OPERAZIONE A “LARGO RAGGIO” DELLA POLIZIA IN TUTTA LA CITTÀ

Catturati quattro narcos molisani In manette nove personaggi ricercati


BOJANO. Quattro arresti e 14 denunce a piede beneficio degli arresti domiciliari, dovranno Vasta operazione della polizia a ca- ziotti del commissariato Montecal- ne per furto aggravato. Ciro D’Ago-
libero, questo il bilancio dell’operazione an- rispondere tutti di detenzione e spaccio di so- rico di personaggi inseguiti da prov- vario hanno arrestato Pasquale Ma- stino, 35enne, invece, è stato cattu-
tidroga condotta dai carabinieri della com- stanze stupefacenti. Per il loro arresto sono vedimenti restrittivi emessi dalla siello, 48enne, colpito da ordine di rato dai poliziotti del commissaria-
pagnia di Bojano (Campobasso). Le indagini, stati impiegati 50 militari della compagnia di magistratura. In manette Alberto esecuzione dalla Procura Generale to di Scampia, colpito da ordine di
portate avanti dal Nucleo operativo della Bojano più unità cinofile dell’Arma prove- Muoio 37enne, colpito da ordine di della Repubblica dovendo espiare la carcerazione emesso dalla Procura
compagnia dal marzo scorso, hanno consen- nienti da Chieti. esecuzione dalla Procura della Re- pena di 7 mesi di reclusione per fur- della Repubblica presso il locale
tito di far scattare le manette ai polsi di quat- Le indagini hanno consentito ai carabinie- pubblica dovendo espiare la pena di to aggravato. Tribunale dovendo espiare la pena
tro giovani: C. V., 24enne, di Vinchiaturo ri del Nor di accertare che C. V., che gestisce 4 mesi e 20 giorni di reclusione per Gli agenti del commissariato San di 3 mesi di reclusione per ricetta-
(Campobasso), D. V. V., 22enne, di Cervino con il padre un distributore di benzina nella evasione. Gli agenti dell’Upg hanno Carlo Arena hanno preso Tullio zione. Infine, i poliziotti del com-
(Caserta), F. G, 23enne, di Campobasso e P. E., zona, si riforniva di droga dal 22enne caser- catturato Giovanni Mustacciuolo, Manfredini, 32enne, e Gennaro Lu- partimento Polfer di Napoli hanno
25enne di Bojano, che compravano la droga tano per poi rivenderla ai tossicodipendenti 23enne, per evasione; Lorenzo Baz- cente, 29enne, colpiti da ordine di assicurato alla giustizia il senegale-
nei narcobazar di Scampia e di Secondiglia- di Vinchiaturo. Gli altri due arrestati, F. G. e zini, 26enne di Montevarchi, Alfon- carcerazione emessi dalla Procura se 31enne Abdoul Barry, accusato
no. P. E., invece, acquistavano la droga a Napoli so Resciniti, 28enne di Polla, per de- Repubblica, dovendo espiare la pe- del reato di contraffazione di mate-
I giovani trafficanti, cui è stato concesso il per rivenderla a Campobasso e Bojano. tenzione ai fini di spaccio. I poli- na di 5 mesi e 29 giorni di reclusio- riale audiovisivo.