Sei sulla pagina 1di 1

20 SERIE D lunedì 23 gennaio 2006

GIRONE H | La Sangiuseppese passa in vantaggio con Giordano nel primo tempo,ma la capolista rimonta con Romano: poi Majella firma il sorpasso

La Paganese si piega ma non si spezza


PAGANESE 2 area per Giordano, staffilata in diagonale che «CONTINUIAMO A CREDERE NEI PLAY OFF»
SANGIUSEPPESE 1 supera Melillo, Pannozzo mette in angolo. 17’

PAGANESE (4-4-2): Melillo 7, Tomacelli 6,5,


la Sangiuseppese usufruisce di un calcio di pu-
nizione dai venti metri, Giordano fa partire una
staffilata che s’infila nel sette e porta in van-
Pietropinto: «Nessun demerito:
Ventre 6 (8’st Genova 6) De Sanzo 4,5 Perrelli
6,5, Pannozzo 6,5 Pellegrino 6 Dima Ruggiano
6,5 Majella 6,5 (34’st Rizzo sv) Zotti 7 Romano
taggio i vesuviani. La Paganese non accusa il
colpo e ricomincia a macinare gioco, al 25’ Ro-
mano lanciato in area viene messo giù da Ciar-
la gara è stata molto equilibrata»
6,5 (26’st Esposito 6). A disp.:Ferrante, Ciara- diello, ma l’arbitro lascia proseguire. Al 28’ Ro- PAGANI. Pietropinto sereno, disponibile risentirne, se poi gode anche di qualche
mitaro, Martinelli, Montano. All.: Giacomarro mano salta difensori come birilli nell’area gial- e loquace spiega la gara dei suoi. «Ha aiutino come oggi…». Giacomarro elo-
6,5 loblù poi Filosa lo stende ed il signor Nasca in- vinto chi è riuscito a segnare di più, è il gia i suoi e soprattutto la prova di Zot-
SANGIUSEPPESE (4-4-2): Rastiello 7, Man- dica il dischetto. Lo stesso Romano calcia esal- gioco del calcio, ma non credo che la ti. «La squadra mi è piaciuta per in-
zo 6 (24’st Adamo 6) Izzo 6,5 Ciardiello 6,5 Fi- tando i riflessi di Rastiello. 31’ Zotti su puni- mia squadra abbia demeritato più di tensità e perché ha lottato con il cuo-
losa 6,5 Martone 5, D’Auria 6,5, Bucciarelli 6,5 zione dal limite sfiora la traversa. Dopo poco tanto. Siamo passati in vantaggio quan- re, ma ha anche ragionato rimanendo
Giordano 7, Suarino 7 (5’st Franceschelli 5,5) per doppia ammonizione va fuori Martone. San- do non ce lo aspettavamo, ma dopo ab- tranquilla in un momento difficile co-
Silva 5,5 (7’st Fioraso 6). A disp.: Giugliano, giuseppese in 10. Al 40’ Zotti servito da Roma- biamo giocato con calma. Abbiamo sof- me quello dello svantaggio». Un super
Leone, Novello, Tortora. All.: Pietropinto 6 no entra in area sulla sinistra e coglie il palo ferto l’inizio veemente della Paganese Zotti. «Zotti è un calciatore di qualità
ARBITRO: Nasca di Bari 5 pieno. Applausi per il rientro negli spogliatoi e sia nel primo tempo che nella ripresa, che sta ritrovando la forma e lo smalto
RETI: 18’pt Giordano, 14’st Romano, 18’st Sergio Giordano. È lui l’autore del momentaneo vantaggio Paganese ancora più determinata nella ripre- ma dopo la gara è stata equilibrata» migliori, ci darà una mano importante
Majella sa. Al 10’ Romano si libera bene in area e pro- Avete da recriminare sulle decisioni ar- sino al termine del torneo. Capisco i
NOTE: terreno di gioco in pessi-
me condizioni, spettatori 2.000 cir-

L’incontro tra la prima della classe e va ad indovinare l’angolo più lontano, Rastiel-
lo sventa. 14’ Zotti raccoglie un difficile pallo-
bitrali «Non voglio commentare la con-
duzione dell’arbitro, ma dico che se
tifosi che esprimono qualche volta giu-
dizi poco piacevoli nei suoi confronti
ca di cui 15 provenienti da Sangiu- i vesuviani è spettacolare e ricco di emo- ne sulla sinistra e dal fondo pennella un cross questo campionato è mediocre lo si de- perché vorrebbero tutti pronti e pim-
seppe Vesuviano. Ammoniti: Mar- al bacio che Romano di testa insacca 1 a 1. Pa- ve anche ai direttori di gara». panti, ma bisogna saper attendere». De
tone, Bucciarelli, De Sanzo, Marto-
zioni: gli ospiti, ben messi in campo, ganese che sulle ali dell’entusiasmo si porta an- Continuate a credere nei play off. Sanzo si è lasciato un po’ andare rime-
ne, De Sanzo. Espulsi: Martone, De pagano un lieve calo fisico nella ripresa che in vantaggio.18’ Pellegrino lavora un otti- «Con il presidente Massa abbiamo al- diando due ammonizioni. «È un atteg-
Sanzo. Angoli: 8 a 3 . Recupero: pt mo pallone in area avversaria, appoggia in mez- lestito una compagine dove oltre ad al- giamento di cui terremo conto vista l’e-
2’; st 4’. mediatamente successivo al proprio vantaggio zo per l’accorrente Majella che tocca in rete 2 cuni uomini di esperienza, sono i gio- sperienza del giocatore. Viviamo un mo-
e nel finale di gara ha mostrato di poter im- a 1. La Paganese tenta di chiudere la gara al 22’ vani a farla da padrone. Siamo una pa- mento delicato e decisivo per la stagio-
PAGANI. Una Paganese brillante piega di forza la pensierire gli avversari, per il resto ha subito su angolo di Zotti svetta Genova, ma Rastiello lestra di crescita per molti di loro che ne ed abbiamo bisogno di tutti fino al
Sangiuseppese e prosegue la sua corsa verso la il maggior tasso tecnico della Paganese. Az- mette in angolo. Ultimi minuti di marca gial- serviranno per il nostro futuro sia se sa- termine». Gaetano Romano è sorri-
C In una giornata che non sembrava fortuna- zurrostellati subito pericolosi in avvio di parti- loblù. Dopo l’espulsione di De Sanzo e la ritro- ranno chiamati a giocare in categorie dente e promette «Ho fallito il terzo ri-
ta gli azzurrostellati hanno dimostrato appie- ta: 2’ cross di Pellegrino dalla destra, Majella vata parità numerica la Sangiuseppese tenta di superiori, sia se resteranno con noi. Per gore ed ho promesso che fino al termi-
no di meritare non solo il primato, ma anche di gira di testa di poco sulla traversa. 5’ Romano ritrovare la parità. Al 45’ Ciardiello apre bene il resto se riusciremo ad entrare nei play ne del campionato non ne tirerò più,
essere squadra solida, compatta e soprattutto in area appoggia di testa per Zotti che sempre per D’Auria posizionato sul vertice sinistro del- off ci giocheremo la chance che ci vie- per fortuna c’è la testa che mi aiuta e
matura. Anche dopo l’iniziale svantaggio Ro- di testa costringe al colpo di reni Rastiello che l’area paganese, il suo tiro costringe Melillo al- ne offerta». Dopo questa gara cosa pen- che oggi mi ha regalato la gioia del gol
mano e compagni non hanno perso la testa e mette in angolo. Dalla bandierina palla in area, la parata spettacolare. Sul conseguente ango- sa di questo campionato. «È un torneo del vantaggio. Ora più che mai dobbia-
con il gioco e la determinazione hanno messo batti e ribatti e palla che varca nettamente la lo Filosa di testa sfiora il pareggio con la sfera che solo la Paganese può perdere, è net- mo guardare a noi stessi e dobbiamo fa-
nel carniere altri tre punti meritatissimi. linea di porta, per arbitro e guardalinee tutto che lambisce il palo e si perde sul fondo. Pa- tamente più forte sul piano tecnico ri- re punti ogni domenica per lasciarci le
La Sangiuseppese ha fatto quel che ha potu- regolare. ganese con tre punti in più in cascina. spetto alla Scafatese o la Sibilla, po- altre alle spalle».
to contro la capolista, ma solo nel periodo im- Ribaltamento di fronte Ciardiello apre in CARLO AVALLONE trebbe perdere tre gare di seguito e non [CARAVA]

GIRONE I | Basta una rete di Allocca nel primo quarto d’ora per stendere i siciliani e far esplodere il “Comunale”. I play off non sono più un sogno
La Viribus beffa il Siracusa e agguanta il quinto posto
VIRIBUS UNITIS 1 mancina, con il pallone che sbatte a terra proprio «NON ERA SEMPLICE BATTERE QUESTA SQUADRA»
SIRACUSA 0 davanti a Tarantino proteso in tuffo e va ad insac-

VIRIBUS UNIITIS (4-4-2): Mennella 6; Val. Ma-


carsi sotto l’incrocio sinistro della porta siciliana.
Gli ospiti sono alle corde e subiscono ancora
l’impeto dei ragazzi terribili di mister Mandrago-
Mandragora abbraccia i tifosi:
rino 6, D’Apice 7, G. Allocca 7, Speranza 6,5; Car-
done 6, Guarini 7, Burgos 6,5, F.Allocca 7 (40’st Di
Maio sv); Pagliuca 6 (47’st Galliano sv), Russo 6
ra. Al 14’ è ancora Fabio Allocca a colpire a rete,
dopo un’azione simile a quella del gol, ma stavol-
ta Tarantino è bravo a salvare sul suo palo. La ri-
«Sono di nuovo orgogliosi di noi»
(26’st Piccolo sv). A disp.: Amoroso, Itri, V. Mari- sposta siciliana è tutta in una conclusione al volo SOMMA VESUVIANA. Nonostante un ta- chiudere sul tre a zero. Nella ripre-
no, Sgambati. All. Mandragora 7 di Di Mauro, dal limite dell’area, che sfiora l’in- gliente vento gelido, circa quattro- sa abbiamo sofferto un po’ la pres-
SIRACUSA (4-4-2): Tarantino 5,5; Imbriaco 5,5, crocio alla sinistra di Mennella. Al 22’ uno scate- cento tifosi sommesi hanno colora- sione degli avversari, ma siamo riu-
Mancini 6, Pisano 5 (26’st Oliva sv), Daniele 5,5 nato Allocca fa nuovamente urlare al gol il pub- to gli spalti del Nappi durante l’at- sciti a chiudere ogni varco per una
(26’st Riccardo sv); Ferraro 6, Rufini 6, Di Mauro blico vesuviano. Pagliuca ruba palla sulla fascia e teso match della Viribus contro il Si- loro eventuale conclusione: Men-
6 (37’st Intagliata sv), Chietti 5,5; Cirillo 5,5, Di Sa- mette al centro per l’esterno sinistro rossoblu che racusa. Alla fine sono stati ripagati nella, tra l’altro, non ha fatto una so-
bato 5. A disp.: Ferla, Di Dio, Ferdico, Bernardi. All. conclude a botta sicura, sempre di mancino, e tro- dalla loro squadra con una vittoria la parata». La difesa della Viribus è
Bellinvia 5,5 va il salvataggio fortuito sulla linea di porta da par- tanto bella quanto meritata, frutto di la meno battuta del girone. Mandra-
ARBITRO: Di Bianca di Aprilia 5. Sul rettangolo di gioco scendono due schiera- te di Pisano, colpito in pieno volto. una prestazione di gran carattere. gora ci svela i segreti dell’insupera-
RETE: 12’pt F. Allocca. menti speculari. Il consueto 4-4-2 della Viribus, Nell’ultimo quarto d’ora del primo tempo il Si- Gli applausi di fine gara hanno lu- bilità della sua retroguardia: «Oltre
NOTE: Presenti circa 400 spettatori, con una però, è rimaneggiato a causa dell’indisponibilità racusa sembra crescere. Al 32’ Chietti cerca il gol singato il tecnico rossoblu Mandra- ad un buon livello tecnico dei singo-
sparuta rappresentanza ospite. Forte vento. Am- di Condò, squalificato, e dell’under Martino. Man- su punizione dal limite, ma il suo sinistro termina gora, che commenta soddisfatto: «Il li, lavoriamo sodo durante la setti-
moniti: F.Allocca (V), Burgos (V), Mennella (V), dragora (nella foto) deve dunque sostituire l’e- di poco a lato. Al 41’ Di Sabato colpisce di testa su saluto dei tifosi dopo il fischio fina- mana e poi siamo bravi ad applicare
Russo (V). Angoli: 6-2 per il Siracusa. Recup.: 2’ pt; sperto centrocampista calabrese con Burgos e ri- un bel cross di Rufini, Mennella è ben appostato le è la maggiore conquista di questa gli schemi difensivi durante le gare.
6’ st. nunciare a Sgambati in attacco per inserire l’altro e para senza difficoltà. 1’ più tardi è Cirillo, in pie- squadra. Finalmente il pubblico co- Non dimentichiamo, inoltre, che ab-
under, Russo, al fianco di Pagliuca. Sulla fascia si- na area, a concludere a rete. Anche stavolta il ti- mincia ad esserci nuovamente vici- biamo un portiere fortissimo che do-
SOMMA VESUVIANA. Continua la favola della Viribus. nistra del centrocampo, infine, parte dal 1’ Fabio ro è centrale e telefonato per l’estremo difensore no, anche perché noi cominciamo a na tranquillità all’intero reparto, ma
La marcia dei vesuviani non si arresta nemmeno Allocca. Quest’ultima mossa si dimostrerà decisi- sommese. Nella ripresa il Siracusa fa ancora più meritarlo. Oggi abbiamo ottenuto anche all’intera squadra». Le ultime
quando al Felice Nappi giunge un avversario che va. Sin dalle prime battute si intuisce che, al Fe- fatica, rispetto ai primi 45’, a costruire pericoli per l’ennesima vittoria conquistata con battute del tecnico rossoblu sono sul
si chiama Siracusa e vanta un organico costruito lice Nappi, il Siracusa non avrà vita facile. Dopo la retroguardia di casa. Bellinvia, così, si priva di il cuore - continua Mandragora - Af- prossimo impegno: «Già dal fischio
per il salto di categoria. Così capita che la forma- 12’ l’intuizione si trasforma in convinzione. Gua- un difensore, un impacciato Pisano, e passa alla frontavamo una formazione di leva- finale di oggi abbiamo cominciato a
zione rossoblu stupisce tutti ancora una volta e va rini recupera palla a centrocampo e fa ripartire i difesa a tre inserendo un’ala, Riccardo. La mossa tura tecnica decisamente superiore, pensare alla prossima partita, in tra-
a riprendersi il quinto posto in classifica, lascian- suoi. La sfera finisce tra i piedi di Russo che dà non raccoglie frutti e Mennella, salvo qualche ri- costruita per vincere il torneo, ma sferta contro il Comiso. Andremo lì
do a bocca asciutta i siciliani di Bellinvia che, dal un’occhiata alla sua sinistra e libera in area Fabio schiosa uscita, resta inoperoso per tutti i restanti abbiamo ancora una volta prevalso per giocarci i tre punti, forti anche
loro canto, perdono ulteriore terreno nei confronti Allocca. Quest’ultimo ha tutto il tempo di coordi- minuti di gioco. grazie al gruppo. Abbiamo giocato un di una classifica tranquilla».
della capolista Sorrento. narsi e lascia partire una conclusione beffarda, ANTONIO DOMENICO CASILLO gran primo tempo che potevamo [ANDOCA]

SAPRI | Il ds attende con ansia il responso sul ricorso contro il Francavilla SIBILLA CUMA | L’attaccante: «È un terreno duro,difficile giocare palla a terra»
Pesce: «Aspettiamo altri due punti» Manzo: «Dobbiamo abituarci al Chiovato»
SAPRI. Il Sapri ha espugnato il cam- Queste le parole del ds cilentano BACOLI. Un pareggio che ha ancora pionato molto difficile, dove c’è tan-
po del Ragusa nell’anticipo di saba- che non si nasconde nemmeno sui una volta il sapore amaro della bef- ta qualità a dispetto della catego-
to: una vittoria importante, che an- prossimi obiettivi di mercato: «Stia- fa ed anche quello della sfortuna. ria».
che alla luce dei risultati di ieri, mo seguendo un giovane valoroso La Sibilla, nell’anticipo di sabato Rosi non drammatizza per il
mette il Sapri di Sorbello (nella fo- per l’attacco, abbiamo deciso di se- contro il Grottaglie si è dovuta ac- quinto pari consecutivo: «Noi non
to) sui binari giusti. E proprio su guire la linea verde che finora ha da- contentare ancora una volta del pa- abbiamo mai fatto proclami di vit-
questo argomento vertono le di- to degli ottimi risultati e ci ha per- reggio. toria del campionato, abbiamo
scussioni dei tifosi all’indomani messo di mantenere sano il bilan- Oltre alla parziale delusione per sempre pensato a salvarci e credo
dell’anticipo. cio. L’attaccante non sarà Cossu del il punto, però, c’è anche un aspet- che questo obiettivo lo abbiamo
La formazione salernitana è sem- Cagliari che ha rifiutato la nostra to positivo: la Sibilla ha mostrato ormai raggiunto. Crediamo nei
pre più lanciata verso le posizioni proposta, siamo sulle tracce di un segnali di crescita, e senza dubbio, play off che resta il nostro obiet-
alte della classifica. In virtù dei ri- giovane molto promettente prove- quando riuscirà a trovare il suo tivo e non quindi non parlerei di
sultati di ieri, il direttore sportivo niente da una squadra del profes- bomber in attesa di quel Manzo ridimensionamento perché oggi
del Sapri Marcello Pesce esprime la sionismo, ma preciso fin d’ora che (nella foto) che darà ulteriore qua- non abbiamo vinto ma abbiamo
sua opinione: «È stata per noi una non compriamo tanto per compra- lità alla compagine flegrea che è messo sotto per 89’minuti una si-
giornata estremamente positiva poi- re ma per rafforzare ulteriormente mancata nella ripresa dove si è cer- questo stato è difficile, questo cam- gnora squadra come il Grotta-
ché tutte le squadre sopra di noi ci permetterebbero di guardare al- il tasso tecnico della squadra». Pa- cato troppo il lancio lungo: «È faci- po penalizza i calciatori tecnici glie».
non sono riuscite a vincere e di con- la prossima partita con più motiva- role, queste, che lasciano ben spe- le giudicare da fuori ma vi posso di- speriamo che il terreno diventi più Rosi non pensa alla classifica ca-
seguenza abbiamo recuperato ter- zioni e soprattutto ci consentireb- rare poiché da parte della dirigen- re che giocare su questo terreno di duro tipo come quello del Comuna- pocannonieri nonostante il deci-
reno sulle nostre concorrenti. Ades- bero di avvicinarci maggiormente za c’è tutta la voglia di allestire un gioco è come farlo sulla sabbia, hai le di Cuma dove noi abbiamo vinto mo sigillo stagionale: «Dobbiamo
so aspettiamo fiduciosi la sentenza alla zona play-off. Ci aspettiamo organico importante per puntare problemi nello stoppare il pallone, il campionato l’anno scorso e che ci arrivare ai play off questo è l’o-
di giorno 25, durante la quale al 90% molto da questo avvenimento, an- con decisione ai play-off, obiettivo nel ripartire. Non è facile, tutti si permetteva di giocare palla a terra, biettivo e non chi butta la sfera in
dovrebbero esserci dati i due punti che perché riteniamo che questi ampiamente alla portata del Sapri. aspettano da Manzo e dal sotto- in serie D il discorso è completa- porta».
della sfida contro il Francavilla che due punti ci spettano». RAFFAELE DE ANGELIS scritto la qualità ma con il campo in mente diverso: questo è un cam- PINO TAMMARO