Sei sulla pagina 1di 1

10 NAPOLI lunedì 23 gennaio 2006

PARLA MARINO | Il dg applaude un Napoli diverso da quello di Massa ma già pensa alla Torres: «Mi accontenterei anche di un pari»

«Ho visto una squadra in crescita»


SALVATORE CAIAZZA MERCATO/ IL GIOCATORE È DEL MARTINA
NAPOLI. Come è lontana la Massese. La scon-
fitta di otto giorni fa, seppur immeritata (vi-
sta come era arrivata), aveva lasciato il segno
Centrocampo, Colombaretti
nell’ambiente partenopeo. Pierpaolo Marino,
nella sala stampa dello stadio Degli Oliveti,
non aveva lesinato critiche nei confronti di una
resta l’obiettivo di Marino
squadra azzurra che aveva mostrato ampi li- NAPOLI. «Aprite le orecchie nelle ultime
miti caratteriali ma soprattutto fisici. Ieri po- ore di mercato». Pierpaolo Marino, ri-
meriggio contro la Lucchese si è visto un Na- spondendo alle domande dei giornalisti,
poli sulla via del recupero e non è un caso che ha fatto capire chiaramente che se avrà
alla fine è arrivata una vittoria che ha per- la possibilità di rinforzare ancora di più
messo a Reja di allontanare ancora una volta il Napoli, lo farà volentieri nelle ultime
l’inseguitrice Frosinone. Oltre al prezioso suc- ore della campagna acquisti di gennaio.
cesso, la squadra sembra aver ritrovato la for- A patto, però, che si presenti qualche ot-
za che aveva prima della pausa di Natale. E tima occasione (così come è capitato per
non è un caso che ha limitato abbondante- il bomber Giglio che è stato ceduto in
mente i toscani che hanno tirato una sola vol- prestito al San Marino). Ciò che inte-
ta in porta. Così come accadeva qualche tem- ressa di più al dirigente partenopeo è un
po fa. «Nel secondo tempo - inizia Marino - il centrocampista visto che Fabio Gatti
Napoli mi ha anche convinto dal punto di vi- non è stato rimpiazzato da nessuno. Nel
sta del gioco, ho visto una squadra diversa. La mirino del direttore generale del Napo-
settimana scorsa avevo criticato la gamba del li c’è sempre Colombaretti del Martina.
gruppo, adesso, invece, siamo sulla strada del Il centrocampista in forza alla forma-
recupero. Nella ripresa c’è stata un’intensità zione pugliese piace molto a Reja che lo
maggiore, la Lucchese non ha mai tirato in por- La grinta azzurra. Il carattere del Napoli è piaciuto molto al direttore generale Pierpaolo Marino vorrebbe nella sua rosa per il prosieguo
ta. Si è vista una squadra in cre- del campionato. Pierpaolo Marino. Il dg ancora sul mercato
scita». Nella ripresa c’è stata un’intensità messo in mostra il vero repertorio di un terzi- Marino, però, sta valutando bene l’af-
La prova di Lacrimini ha dimo- no». fare per evitare di prendere un calcia- Montesanto che non è stato molto for-
strato che Marino ha fatto bene il diversa, la Lucchese non ha mai tirato in Il vantaggio dal Frosinone è aumentato di tore che, poi, non troverà spazio così co- tunato nelle ultime partite. Il giocatore
suo lavoro in questo mercato di porta. Sono contento dei cinque punti di due punti. I ciociari sono stati fortunati a non me faceva Gatti. Sì perché nella zona ne- calabrese, comunque, continua ad alle-
riparazione. Acquistato per sosti- perdere la partita in casa del Grosseto altri- vralgica del campo, oltre ai titolari Mon- narsi con tranquillità e vuole farsi tro-
tuire l’infortunato Savini, il terzi- vantaggio, ma serve qualcosa in più menti il gap era di sei lunghezze. A conti fat- tervino e Fontana, ci sono Amodio e vare pronto alla prima occasione che
no arrivato dalla Sangiovannese ti, però, la differenza è minima poiché bisogna Montesanto che vogliono, comunque, Reja gli concederà. Si parla insistente-
ha giocato alla grande conquistandosi la fidu- L’attacco non riesce a sbloccarsi. Calaiò e ancora lavorare tanto prima di sentirsi già in conquistarsi un po’ di spazio. Il tecnico mente della partenza di De Palma ma
cia del tecnico ma soprattutto dei tifosi che Sosa giocano senza pesi mentali eppure non serie B. Un bel passo avanti ci sarebbe se il Na- azzurro, però, sa come vanno le cose nel Marino ha fatto sapere che non si fa-
quando è uscito lo hanno applaudito. «Sicu- vanno in rete con assiduità. Il bomber sicilia- poli riuscisse a conquistare qualche successo calcio e per questo motivo vuole più di ranno delle cessioni poiché la rosa non
ramente - ammette il dg - il ragazzo non doveva no per esempio non segna da due mesi e an- anche in trasferta. «Mi fa piacere di stare a cin- un’alternativa per ogni ruolo. Mancano è molto ampia. L’ex esterno del Bene-
fare mica un esame. Mi fa piacere che il pub- che ieri ha mostrato moltissimi limiti in fase que punti dalla seconda in classifica - conclu- ancora quattordici partite alla fine del- vento è molto richiesto dalla Juve Sta-
blico lo abbia accolto bene. Qualche nome offensiva. Ma Marino sa il perché... «I nostri de il direttore generale azzurro - ma è un van- la stagione e tra infortuni e squalifiche bia. La formazione gialloblu vorrebbe of-
nuovo? Non lo so. Bisogna tenere le orecchie attaccanti - spiega - arrivano da una condi- taggio che non si può amministrare. Questo è potrebbe rischiare di trovarsi senza gio- frire in cambio il proprio centrocampi-
aperte negli ultimi giorni di mercato. Difficil- zione fisica precaria. Calaiò non ha ancora re- un campionato dove è palese il fattore campo. catori. Gli stop di Giubilato e Savini ne sta Fabio Andreulli. Marino sta valu-
mente ci sarà qualche altro nostro giocatore cuperato del tutto mentre Sosa ha accusato Si vince in casa e si perdono punti fuori. Per sono la chiara prova. tando l’offerta ma rimanda tutto alla fi-
in uscita. Abbiamo una rosa di 22 23 persone, qualche fastidio in settimana. Se avessimo avu- poter pensare in grande abbiamo bisogno di un Sempre per il centrocampo, resta ne del mese quando si chiuderà defini-
esclusi i due infortunati. Giubilato è sulla via to un po’ più di concretezza, sicuramente colpo in trasferta. A partire da Sassari? Que- aperta la pista che porta a Cinelli del- tivamente la campagna acquisti di ripa-
del recupero mentre Savini dovrà ancora avremmo potuto fare qualche gol in più. Gra- sta è la partita più difficile del campionato, mi l’Avellino. In cambio, naturalmente, co- razione.
aspettare un poco». va il migliore in campo? Ha fatto di tutto. Ha accontenterei anche di un pareggio». me da programma, ci andrebbe Cataldo [CASA]

IL PROTAGONISTA | Al suo esordio da titolare, il terzino ha giocato bene ed è stato applaudito dai tifosi L’AZZURRO HA RITROVATO IL SUO AMICO

E con Mannucci divideva


Lacrimini: «Una domenica da sogno»
GIOVANNI SCOTTO
Lacrimini esprime la sua soddisfa- credibile. Altro che favola, per me og-
la stanza fino a dicembre
NAPOLI. Niente musi lunghi nella file della Lucchese al termine del-
zione: «Siamo tornati alla vittoria, ed gi è come se ci fossero state 200mila la partita. A mitigare ogni delusione sono stati la sconfitta onore-
NAPOLI. In poche settimane il sogno si era la cosa più importante: ci siamo persone». vole contro la prima in classifica e soprattutto il sollievo di esse-
è avverato. Dai “campetti” di serie C riusciti. Era la sola cosa che contava. Infine, Lacrimini dedica un pen- re finalmente usciti dal tour de force che ha costretto i toscani a
al palcoscenico del “San Paolo”, che La squadra ha dimostrato di esserci, siero alla sua ex squadra, la Sangio- giocare 3 gare in 9 giorni. «Abbiamo dimostrato solidità, perciò sia-
seppur senza il pubblico delle occa- sia dal punto di vista fisico che men- vannese, che anche ieri ha centrato mo soddisfatti», commenta il portiere Alex Brunner, uno dei vete-
sioni importanti è tutt’altra cosa ri- tale. Per quanto riguarda la mia pre- i tre punti: «Spero che possano arri- rani del gruppo. Aver conservato comunque una buona posizione
spetto agli stadi di questa categoria. stazione personale, sono contento di vare ai play off, del resto se sono qui di classifica per effetto degli ultimi risultati, a ridosso della zona-
Ma non solo: per Luca Lacrimini la aver esordito dal primo minuto: la po- lo devo a loro». L’asse Bogliacino-La- playoff, è motivo di ottimismo per l’estremo difensore ex-salerni-
prima partita da titolare allo stadio sta in palio era alta e io ero costret- crimini ha funzionato: da quella par- tano, il quale dice che «va bene così, il campionato per noi non è
di Fuorigrotta ha coinciso con una to a non sbagliare. Sono molto con- te la Lucchese ha patito le pene del- affatto chiuso, anche perché le nostre avversarie non “corrono”».
prestazione più che positiva e gli ap- tento perché ho dimostrato caratte- l’inferno. «Sapevo che con Bogliaci- Sulla prestazione del Napoli, Brunner dichiara laconicamente:«Gli
plausi dei tifosi, nonché i compli- re. Ringrazio i compagni, il mister, il no l’intesa c’era, ed abbiamo avuto la azzurri erano troppo forti, noi abbiamo retto soltanto i primi 20 mi-
menti di Reja, di Marino e dei com- direttore Reja e tutta la gente di Na- conferma definitiva. Mi trovo a me- nuti, perché le troppe partite dell’ultimo periodo hanno pesato sul-
pagni di squadra. Nel raviglia con lui, è un giocatore molto la nostra gara odierna».
giro di poche settima- bravo, mi ha aiutato a giocare con più Nessuna recriminazione anche da parte di Osvaldo Mannucci, ar-
ne Lacrimini è diven-
Non ho chiuso occhio prima di libertà. Le sue caratteristiche vanno rivato da 3 giorni a Lucca ed ex “gemello” di Lacrimini alla San-
tato da un semplice questa gara, e non solo per la parti- “a pennello” con le mie e penso che giovannese, dove col neo-azzurro divideva l’onere di coprire le due
terzino di serie C a un si sia visto anche dagli spalti. Bo- fasce esterne. «Avevamo iniziato bene, poi onestamente li abbia-
giocatore che Napoli e
ta ma perché non mi sembrava vero gliacino non gioca solo sulla fascia, si mo subiti per gran parte dell’incontro – afferma l’esordiente in ma-
il Napoli stima e ri- giocare col Napoli in questo stadio Luca Lacrimini accentra con facilità, e non solo ti da glia rossonera – la sconfitta sapevamo fin dalla vigilia che ci po-
spetta: «In effetti que- spazio ma ti ridà il pallone con una teva stare. Del Napoli – conclude Mannucci – mi ha colpito parti-
sto sogno si è realizzato – afferma poli, perché mi hanno messo a mio Paolo è ormai una favola che appar- facilità mostruosa: così è semplice colarmente il sistematico raddoppio che faceva sulle fasce, che ci
con un po’ di imbarazzo – confesso agio sin dal giorno in cui sono arri- tiene al passato… cosa ne pensa La- creare occasioni da rete». Nel giorno ha messo molto in difficoltà».
che la notte prima della partita non vato». crimini? «Chi non ha provato questa del ritorno al successo, si registra il Impressionato invece dal centrocampo azzurro è Francesco Bel-
ho dormito molto e anche a gara fi- Se il primo sogno si è avverato, qual emozione non può capire. Io non sa- pareggio del Frosinone, acciuffato lucci, esperto difensore centrale con trascorsi a Cagliari e Bari in
nita sentivo ancora la tensione nelle è il prossimo? «Sicuramente il ritor- pevo se stavamo giocando in serie C soltanto nel finale: «A noi non inte- serie A: «A metà campo il Napoli è davvero forte, con Fontana che
gambe. E non solo perché tenevo al- no in serie B del Napoli. E mi auguro o in serie A. Per un giocatore come ressa cosa fa il Frosinone. Guardiamo fa girare la squadra come vuole». Meno favorevole tuttavia il suo
la partita, ma perché non mi sem- il più presto possibile, con l’aiuto di me, abituato ai campi di questa ca- soltanto a noi stessi, e basta. La pro- giudizio sulla retroguardia partenopea, «reparto che oggi ha ri-
brava vero di giocare in questo stadio tutti ce la faremo». tegoria, è facile uscire dal terreno di mozione dipende unicamente da noi, schiato qualcosa».
da titolare». E andando alla partita Qualcuno dice che quella del San gioco frastornati da tanto tifo: è in- e lo sappiamo bene». GIANMARIA ROBERTI

ALLIEVI | Il Napoli di Grimaldi vince in scioltezza: tripletta del bomber GIOVANISSIMI | Gli azzurrini di Tammaro battono il Messina e restano primi
Ramaglia annichilisce l’Ascoli Salzillo, gol che vale il primato
NAPOLI 7 6.5. Ramaglia al 6’ e alla mezz’ora, si NAPOLI 1 Tracuzzi 6.5. di sinistro batte inesorabilmente
ASCOLI 0 RETI: 6’ pt Ramaglia, 24’ pt Pa- trova già in vantaggio per tre reti a MESSINA 0 ARBITRO: De Rogati di Fratta- l’estremo avversario, e migliore tra
lumbo C., 27’ pt e 16’ st Ramaglia, zero. Nella ripresa, facile per gli az- maggiore 5. i suoi Crisafulli. Nella ripresa, il Na-
18’ st Fontanella, 30’ st Ciano, 35’ st zurri gestire il vantaggio ed incre- RETE: 23’ pt Salzillo poli si limita a gestire con ordine il
NAPOLI: Bardet 7 (12’ st Palum- Russo. mentarlo ulteriormente. NAPOLI: Sepe 6, Guida 6 (5’ st NOTE: spettatori 400 circa. Am- vantaggio portando a casa tre pun-
bo I. 7), Perna 7 (12’ st Fiore 7), NOTE: ammoniti Borrelli e Pa- Diana 6.5), Gargiulo 6.5, Romano monito Vacca (N). ti importanti che come detto lo fan-
D’Urso 7 (15’ st Mariano 7), Marot- lumbo C. Spettatori 350 circa. I RISULTATI DELLA 15ª GIORNATA: Na- 6.5, Monda 6.5, Vislino 6, Vacca 6.5 no restare primo.
ta 7, Rizzuto 7, De Luca 7, Esposito poli-Ascoli 7-0, Juve Stabia-Bene- (23’ st Silvestro 6), Simonetti 6.5 NAPOLI. Grazie ad un gol di Salzillo
7 (12’ st Fontanella 7), Palumbo C. NAPOLI. Gli allievi del Napoli conti- vento 1-2, Frosinone-Foligno 1-2, (25’ st Castellano 6), D’Angelo 6 (5’ al 23’ del primo tempo, i Giovanis- QUESTI I RISULTATI DELLA 15ª GIOR-
7 (12’ st cenetti 7), Ramaglia 7 (21’ nuano la scia di successi sbaraz- Rieti-Lazio 2-4, Pro Vasto-Pescara st Laureto 6), Pontillo 6 (10’ st Pic- simi del Napoli riescono ad avere la NATA: Catanzaro-Palermo 1-3, Cro-
st Russo 7), Borrelli 7 (1’ st Ciano zandosi letteralmente dell’Ascoli. 2-1, Cisco Roma-Roma 2-1, Viterbo- cirillo), Salzillo 6.5 (14’ st Cantore meglio sul Messina e a tenere il pri- tone-Manfredonia 2-2, Napoli-Mes-
7), Giannone 7. All. Grimaldi 7. Al trplice fischio, il risultato punirà Ternana 0-1. 6.5). A disp.: Di Ronza. All. Tam- mato in classifica, approfittando sina 1-0, Benevento-Reggina 1-1.
ASCOLI: Canaletti 6, Conocchio- eccessivamente i bianconeri che maro 6.5. anche del riposo di Bari e Lecce che Hanno riposato: Bari, Catania e
li 6, Bizzarri 6 (15’ st Mesisca 6), malgrado il passivo rispondono be- CLASSIFICA ALLA 15ª GIORNATA: Na- MESSINA: Crisafulli 7, Croce 6, inseguono. Lecce.
Borredon 6, Balestra 6, Vitale 6, Er- ne agli azzurrini nella prima fra- poli Soccer 38, Cisco Calcio Roma D’Angelo 6, Aliquò 6 (10’ st Forti- Partono subito con le marce alte
rico 6 (15’ st Pignoloni 6), Uliano 6, zione di gara. Il risultato non lascia 32, Roma 30, Lazio 29, Foligno 26, guerri 6), Triolo 6, Cannavò 6.5 (26’ gli azzurrini di Vito Tammaro che CLASSIFICA ALLA 15ª GIORNATA: Na-
De Vecchis 6 (1’ st Vellei 6), Oretti molto ai commenti di una sfida che Frosinone 24, Pescara 22, Ternana st Parachì 6), Di Noto 6, Brigandi costringono i messinesi nella pro- poli Soccer 24, Lecce, Bari 23, Reg-
6 (1’ st Angelini sv, 18’ st Margari- sicuramente andrà negli annali: 7- 21, Benevento 20, Rieti 14, Juve 6.5, Rasà 6 (3’ st Bellinvia 6), Bion- pria metà campo. Il gol del vantag- gina, Città Di Palermo 21, Messina
ta 6), Tidei 6. All. Donatelli 6. 0, un successo per la squadra di Gri- Stabia 12, Ascoli 11, Pro Vasto 10, do 6 (17’ st Pagano 6), Rizzo 6. A di- gio arriva al 23’ grazie a Salzillo che 14, Catania, Catanzaro 11, Manfre-
ARBITRO: Maresca di Napoli maldi che sblocca il risultato con Viterbese 8. sp.: Costantino, Galletta, Cucé. All. con un elegante ed efficace girata donia, Crotone 8, Benevento 7.

Potrebbero piacerti anche