Sei sulla pagina 1di 1

12 COSTUME E SOCIETÀ domenica 22 gennaio 2006

ANCHE DARIO BALLANTINI DI “STRISCIA LA NOTIZIA” TRA GLI OSPITI DEL PARTY ORGANIZZATO AL “SOTTOSUONO”

I primi cinquant’anni di Luigi Silvestri remo, come inviato di “Domenica In” e l’im-
LAURA CAICO
minente uscita di un calendario, Zequila si al-
l ventre di Napoli. L’insolita e suggestiva lontana per cenare in un angolo riservato,

I “location” prescelta dallo stilista Luigi Sil-


vestri direttore commerciale del marchio
“Original Marines” per celebrare in modo in-
mentre l’attenzione generale viene catturata
dall’apparizione folgorante del sagace Dario
Ballantini di “Striscia la notizia”, trasformato
cisivo il “passaggio di boa” dei 50 anni, è ef- (con una seduta-trucco di due ore) in Luca
fettivamente scavata in profondità nelle vi- Cordero di Montezemolo: gag e scenette si sus-
scere della città, nel cuore dei Quartieri Spa- seguono, con sorprese anche per Antonello Di
gnoli. Il “Sottosuono” in via Santa Maria Ap- Vincenzo “trascinato” sul palco per dar vita a
parente 5, appena inaugurato, è situato sui un duetto inaspettato, che fa sbellicare dalle
gradoni che guardano le spalle di via Vetriera risate il gruppo “Original Marines”.
e snoda il suo percorso ben al di sotto del man- Ma il poliedrico Ballantini (che non esclu-
to stradale. Qui sono confluite oltre 400 per- de di presentare proprio a Napoli una nuova
sone e un manipolo di personaggi dello spet- mostra dei suoi accreditati dipinti) conferma
tacolo, sia di consolidata fama che di improv- il suo multiforme talento, riapparendo nel clou
visa notorietà. Fra i primi ad arrivare i com- “Sottosuono”. Da sinistra il festeggiato Luigi Silvestri con Dario Ballantini nei panni di Valentino. A destra ancora Ballantini con l’attore Fabio Brescia della serata sotto le vesti di Valentino: diver-
ponenti del “clan Silvestri” - capeggiato dal timento assicurato e applausi a non finire per
protagonista Luigi - con Luisa, Pasquale, Ma- ginal Marines” Angelo Pera con Amalia, My- tremare Massimiliano Pepe con Carmen Cer- tv rivisitate e corrette. Fra un intervallo mu- il bravo imitatore che, sotto le mentite spoglie
rio, Oronzo, Fabio, Salvatore, Gennaro, Im- riam, Marco, Lorenzo, Francesco, Maria Lu- chia, il barone Vincenzo Salvi con Carla, Mar- sicale e l’altro salgono sul palco, fra i flash inin- del celebre couturier dà libero sfogo alla sua
macolata, Roberta, Chiara, Francesco, ac- cia, Carmen, Antonietta e Pasquale, Genna- gherita e Gabriella, Elena Pempinello, Anna- terrotti dei fotografi, il cabarettista Angelo Di intelligente ironia, in un memorabile “incon-
compagnati da Concetta Rispo, Giovanna Ma- ro Montuori, Roberto Miranda, il gruppo dei maria Pagliaro, Peppe Giorgio, Anna Esposi- Gennaro con l’insostituibile partner Davide tro” con Deborah Caccavale, impersonata dal
rone, Claudio Manente, Diana Di Giovanni, Liuzza con Salvatore, Gianluca, Gisella, Giu- to. Un ricco e invitante buffet attende i gradi- Marotta, la bella e amabile Yuliya Mayarchuck vitalissimo Fabio Brescia “en travesti”. Dopo
Immacolata Errichiello, Wanda Reale, Patri- seppe e Giuliana, quello dei Reale con Dora, ti ospiti, in un profluvio di ostriche e cocktails (vista al Trianon con i fratelli Massimilano e il taglio della gigantesca torta, i brindisi au-
zia Manzo, Salvatore Scotellaro responsabile Irene, Fabio, Vittorio, Wanda, Annamaria, Ita- champagne, primi piatti ai frutti di mare, ri- Giampiero Gallo in “Miseria e nobiltà”), il gurali al simpatico e munifico Luigi Silvestri
selezione capi “Original Marines”, Antonello lia, Massimo, Susy, Sergio, Luca, Susanna, Ro- sotti profumati agli ortaggi, specialità norcine “naufrago” più chiacchierato del momento An- e l’arrivo dei molteplici dessert, si balla ovun-
Di Vincenzo. Il locale si riempie rapidamen- sario, Patrizia, Michele e Katia, la famiglia e casearie del territorio, secondi e contorni: un tonio Zequila, abbracciato alla fidanzata Nor- que, incalzati dal ritmo caliente della musica
te, grazie a una provvidenziale navetta che fa Esposito con Maria Assunta, Bruno, Bianca, andirivieni di camerieri garantisce i riforni- ma, bruna mozzafiato che lo guarda con occhi di Gigi Soriani e dall’esibizione di Sao Brasil,
la spola col punto prestabilito in centro, per Antonio, Salvatore, gli Scotellaro con Arian- menti a tutti gli ospiti di riguardo accomoda- innamorati: scherzando sulle illazioni relati- trio di ballerine brasiliane che scatenano
accompagnare gli invitati sani e salvi a desti- na, Antonio, Annamaria, Milena, Raffaele, Si- ti ai tavoli sparsi ai piani superiori, malgrado ve alla sua immagine di maschio diffuse da l’euforia generale. Visti anche Luigi e Rosan-
nazione: molti controlli all’ingresso, una mona, Mario, Rosanna, Vincenzo e Alessan- la ressa e i continui arrivi dei ritardatari. L’an- molti media e spargendo velate allusioni alle na Aceto, il maresciallo Rocchi, Susy e Salvio
schiera di body guard e la supervisione vip di dro, i Di Vincenzo con Vittorio, Maria Rosaria, fitrione accoglie tutti con gioia, circondato dal- partner più famose della sua carriera amato- Cervone, i La Marca con Lucia, Pietro, Enrico
“Free Models Agency” e di Fabio Brescia, art Gaetana, Giorgio e Antonello, Rita e Vittorio la famiglia e dal team dirigenziale “Original ria, il biondo salernitano non esita a posare, e Gianna, Susy, Alfredo e Sabrina Fino, Patri-
director e vero “deus ex machina” della sera- De Stasio, i Limongello con Eduardo, Rita, Ma- Marines” nel locale fitto di citazioni orienta- sventolando dei boxer Primal (“azzurri come zio, Tina e Giovanni Infante, Giovanni e Lucia
ta, di cui terrà il filo conduttore saldamente ria Rosaria, Carmelina, Gennaro, Maurizia, li, tende rosse, tappeti persiani, statue lignee i miei occhi e come il mare di Napoli….”), tan- Brescia, Ugo, Marco e Giuliana Capitelli, Vin-
in mano sino alla fine. Giungono molti altri Mario,Vincenza, Gaetano, Marianna, Andrè e e candele, mentre i Chiattoni Animati tengo- to per non smentire il suo soprannome televi- cenzo, Antonio e Michela Morgese, Mary Cio-
amici, fra cui si individuano il presidente “Ori- Sara, il manager “Weldo” della Mostra d’Ol- no alte le pulsazioni della serata con le sigle sivo... Data per certa la partecipazione a San- tola, Luca, Giacomo e Flora Volpicelli.

IL COMPLEANNO DI MARIA LERRO CONVEGNO DI LEHNER, DE SIMONE E NARDIELLO OSPITE MANUELA ARCURI

Festa speciale per Maruzzella Comunismo, da Napoli l’operazione verità: “Tuttosposi”, oggi
con un maxitorneo di burraco «Esiste ancora e dev’essere combattuto» l’ultima passerella
rande festa a istoria ma- cato di raccontare i

G casa Lerro per


Maria (nella
foto in basso), detta
“H gistra vi-
tae”, la sto-
ria maestra di vita,
fatti. Basandoci su
documenti inconfu-
tabili abbiamo tenta-
Maruzzella, che ha scriveva più di duemi- to di descrivere i cri-
spento un’altra can- la anni fa Cicerone mini efferati compiu-
delina che si va ad ag- convinto che lo studio ti a scapito di persone
giungere alle altre... e la ricerca del passa- illuse dalla chimera
“anta” e qualcosa. Ma to fosse il metodo mi- sovietica, crimini per-
non li dimostra affatto gliore per la compren- petrati da quelli che
l’eclettica Maruzzel- sione del presente. Piero Fassino ha
la, sempre disponibi- Però la storia è scritta chiamato i “padri del-
le, sempre pronta a dagli uomini, le ricer- la repubblica” (da To-
mescolare sapiente- che sono fatte da per- Vincenzo Nardiello tra Armando De Simone e Giancarlo Lehner (FOTO AGN) gliatti a Umberto Co-
mente gli amici. Dire sone che come tutti stantini). Inoltre il
Maruzzella è dire burraco, bridge, da se, nata quattro anni dopo il fratello sono influenzati dalla “contingenza”, ovvero dal perio- nostro scopo è quello di riportare all’attenzione uno
una parte, ma anche una felice car- Federico. Un parto facile quello di Lui- do in cui scrivono e soprattutto dalla realtà in cui vi- spettro a detta di tutti completamente svanito. Il co-
riera d’insegnante di Lettere, utiliz- sa, sua figlia, che continua, con suc- vono. Per questo la storia ci è stata spesso raccontata munismo. Esso è ancora vivo e vegeto ed applica scien- l look dei matrimoni gay? A pensarci per
zata, negli ultimi anni, pure per por-
tare avanti logiche di volontariato. In-
fatti, la professoressa Lerro, è da tem-
cesso la sua carriera di mamma e di av-
vocato. Un altro motivo per festeggia-
re, quindi, dopo la serata trascorsa a
in maniera faziosa e quindi non corrispondente alla tificamente la sua oppressione in molte regioni del mon-
realtà. La storia quindi espressione soggettiva di un do. Da Cuba alla Cina i comunisti applicano in manie-
punto di vista? Non è sempre così. Nelle università ci ra sempre più sistematica il loro sistema oppressivo».
I primo non poteva essere che lo stilista
simbolo delle provocazioni, Gianni
Molaro. Interrogato a più riprese da
po tiene un corso di “accostamento al casa sua al Vomero, dove, dopo una ce- insegnano che per descrivere un evento storico l’uni- L’analisi dei due apprezzati giornalisti evidenzia quan- possibili clienti a “Tuttosposi”, il creativo
bridge” al- na dal sapore irpino (la terra d’origi- ca maniera per rimanere oggettivi è quella di basarsi te e come dolorose sono state le connivenze del parti- di San Giuseppe Vesuviano ha stabilito
l’Hummani- ne della padrona di casa), si è inizia- su documenti probanti. to comunista italiano con gli orrori e le devastazioni infatti quali sono le linee guida nella scelta
ter di piazza to un divertente torneo di burraco, vin- Ed è proprio quello che hanno tentato e tentano di perpetrate in Urss. «Ricordiamo - dichiara Vincenzo dell’abito per chi decida di contrarre
Vanvitelli. to dalla coppia Mena Volpe e Peppe La fare, squarciando un velo di ostracismo in cui la sto- Nardiello - che Palmiro Togliatti è stato il numero due matrimonio con un lui o una lei dello stesso
Venerdì scor- Marca, secondi Luigia Klain e Sergio riografia italiana era finita, Giancarlo Lehner, Vincen- del comintern ed era a conoscenza diretta dei nume- sesso e ier sera nel corso della sfilata con
so, Maruzzel- Ippolito. Ai tavoli c’erano: Lella e Gian- zo Nardiello e Armando De Simone. Il primo, autore di rosi delitti di cui si sono macchiati i sovietici. Le bugie Lory Del Santo (nella foto con Lello Fusco),
la è anche di- domenco De Marco, Rosanna e Mario apprezzatissimi volumi di storia dell’unione sovietica che ci hanno raccontato sono molteplici: anche la co- ha portato in passerella le sue prime due
ventata, per Casaretta, Valeria e Sergio Ippolito, Mi- e del comunismo italiano in cui attraverso un attenta siddetta svolta di Salerno, tanto magnificata dagli sto- creazioni. Lo sposo omosessuale, quindi, si
la seconda rella Ferrigno, Anna e Gigi D’Angelo, analisi dei documenti ricavati dagli archivi dell’ex Urss rici di sinistra ,è stata certificata come una menzogna. libera di vecchie ingessature, di un’eleganza
volta, nonna, Giustina Klain, Gianna e Letizio Lupo, ha svelato retroscena e azioni prima del tutto scono- Togliatti non era d’accordo e le direttive sono arrivate troppo castigata. Stasera il gran finale di
con suo ma- Silvana e Bruno Mosca, Maria e Nan- sciute. Nardiello e De Simone, invece, autori del suc- da Stalin stesso in base agli accordi stipulati a Yalta per “Tuttosposi” con un’altra beniamina del
rito Bene- do Imparato, Cristina De Franchis, Li- cesso editoriale “Appunti per un libro nero del comu- dividersi l’Europa in sfere di influenza. Non dimenti- pubblico italiano: Manuela Arcuri. In
detto Lerro: na e Lucio Mosca, Luisa e Peppe La nismo”, volume in cui vengono descritti i crimini del co- chiamoci quindi di cos’è stato il comunismo. E soprat- passerella gli abiti degli stilisti Vincenzo
una bellissi- Marca, Margherita e Vito Lupo, Luigia munismo dall’ex Urss fino ai giorni nostri. «Il successo tutto non scordiamoci che esso esiste ancora oggi e co- Casapulla (alle ore 18.30) e di Bruno
ma bimba, e Giulio Klain - afferma Armando De Simone - del nostro libro è do- me prima più di prima deve essere affrontato». Caruso (ore 21.30). L’apertura dei cancelli è
Carmen Aie- LUIGIA GIULIARINI vuto all’accuratezza con cui io e Nardiello abbiamo cer- VINCENZO DRAGO prevista per le ore 10.30.

C SPECIALE RUBRICA DI MODE, TENDENZE, GALATEO E TUTTO QUANTO PUÒ ARRICCHIRE LA TAVOLA E IL GIORNO DI FESTA BY WWW.LEARCATEGROUP.IT
u & A “Tuttosposi” ricevimenti per ogni stagione
c uttosposi ha segnato l’ennesimo successo di to oltre ad essere espressio-

i “T “Le Arcate group” con tantissime coppie di


futuri sposi che già all’indomani del loro
contatto in fiera, si recano presso le splendide strut-
ne di estrema raffinatezza e
convivialità per aperitivi e
rinfreschi. Le palme secola-
ture di cui l’azienda dispone. Ogni stagione dell’an- ri, le aiuole fiorite e la pi-
n S no diventa buona per festeggiare il proprio matri-
monio con “Le Arcate group” grazie ad uno staff qua-
scina della Villa, incantano
con la loro bellezza, anche
lificato che è in grado di preparare l’evento secondo quando nelle ore notturne
a a le diverse condizioni climatiche adeguando anche i
menù ai prodotti del periodo. Ad aiutare nell’impre-
sono illuminati a giorno.
Tre grandi saloni, con un’o-
sa ci sono splendidi luoghi che fanno dell’ospitalità spitalità limitata a 180 co-
la loro arma di seduzione vincente. A cominciare da perti, caratterizzano gli spa-
p “Le Arcate” in via Aniello Falcone che costituisce da zi interni mentre una picco-
50 anni una delle sedi più prestigiose a Napoli per fe- la terrazza costituisce il sug-
steggiare un matrimonio. La struttura ospita fino a gestivo belvedere per foto
o 250 invitati e, dalla primavera, suggestive cerimonie destinate a rimanere nel-
fino a quattrocento invitati possono essere organiz- zio all’aperto anche per il periodo invernale mentre l’album dei ricordi. Con “Arcatering” si può creare cu- tipo di pietanza diverso. Il tutto corredato da com-
zate anche sulla splendida terrazza avendo come sce- la sala interna può accogliere comodamente fino a cine e servire banchetti in qualsiasi luogo sia esso una posizioni floreali, sculture di pane e di ghiaccio e, con
r nario unico uno dei panorami più suggestivi della 160 persone sedute. La gastronomia con i suoi sapo- fabbrica dimessa, un treno, una barca… Le forme di la presenza assicurata di un personale altamente qua-
città. I menù sono sia quelli più raffinati per ricevi- ri genuini e l’ottima scelta dei vini offerti si coniuga festeggiamento possono essere quelle tradizionali del lificato. Naturalmente, oltre a proporre le proprie
i menti dal sapore antico che quelli che si rifanno a
scelte più moderne per rispondere a tutte le esigen-
perfettamente con la tipicità del luogo costituendo
una delle roccaforti della tradizione campana. “Vil-
banchetto e del rinfresco con buffet che diventano
una gioia per gli occhi ancora prima che per il pala-
idee, “Le Arcate group” con il suo staff di professio-
nisti del settore, sarà ben felice di realizzare qualsiasi
ze. Di carattere più rustico “Villa del Vecchio Pozzo”, la Maria” è una residenza patrizia situata in una to. Ma “Le Arcate group” asseconda anche ogni esi- fantasia avendo particolarmente a cuore la realizza-
un’incantevole struttura del ’600 immersa in uno straordinaria posizione che le consente di avere vi- genza di novità prevedendo un programma di feste a zione di ricevimenti di qualità che costituiscano un
splendido giardino con querce secolari e alberi da sione di tutte le bellezze del Golfo. Il giardino con- tema con l’allestimento di veri e propri villaggi ga- ricordo indelebile.
frutto. Eleganti gazebo consentono di adottare lo spa- sente di dare vita ad un intero ricevimento all’aper- stronomici fatti da vari angoli riservati, ognuno, ad un [RS]