Sei sulla pagina 1di 1

sabato 21 gennaio 2006 SPORT 17

TRA FUTURO E AMARCORD | Il capitano della Nazionale, Fabio Cannavaro, manda un messaggio alla squadra di Reja

«Sogno Juve-Napoli tra due anni»


ARMANDO TRILLINI APPROVATO IL NUOVO DOCUMENTO
TORINO. Evidentemente la famiglia Cannavaro ha
un feeling speciale con la Scala del calcio ita-
liano, cioé lo stadio Meazza di Milano. La scor-
Iscrizioni e ripescaggi, la Figc
sa settimana “baby” Paolo ha infilato i rossone-
ri dopo un macroscopico errore di Dida: undici
anni fa anche Fabio, allora con la maglia del Na-
stabilisce regole e penalizzazioni
poli, battè Sebastiano Rossi sfruttando una “to- MILANO. Il Consiglio Federale, che si è zero, essendo i criteri predefiniti nei
pica” del portierone rossonero. «Il gol di mio fra- riunito ieri a Milano, ha approvato un do- dettagli». A ogni parametro corrisponde
tello contro il Palermo? Bello - dice Fabio - ma cumento che regola i termini e le mo- infatti un punteggio da assegnare in ba-
io ne ho fatto uno più bello, contro il Milan a San dalità di ammissione ai campionati se appunto al risultato, alla storia spor-
Siro». Ed in ricordi in maglia azzurra fanno ine- 2006-7, confermando la previsione di tiva e alla capacità economica. «Ai bi-
vitabilmente i conti con il presente. Il Napoli è sanzioni amministrative e di punti di pe- glietti venduti negli ultimi 5 anni, cioè
in serie C, ed il pensiero del capitano della na- nalizzazione in classifica a carico delle con un dato certificato», ha spiegato
zionale non può non andare alla “sua” squadra. società ritardatarie rispetto ai termini Carraro come si intende misurare il ba-
«Sto seguendo il Napoli, e nonostante le ultime fissati. cino di utenza di ogni società. Infine è
difficoltà credo che riuscirà ad andare in serie Il Consiglio inoltre ha consegnato al- stato approvato il nuovo regolamento
B senza problemi. Il mio sogno? Giocare Juve- le singole componenti del Consiglio dell’associazione italiana arbitri (Aia) e,
Napoli tra due anni. Sempre che io sia ancora stesso una proposta che individua i cri- «visto il parere favorevole della Corte
in grado di giocare». Fabio scherza, ma uno co- teri dei ripescaggi. Tale proposta pren- Federale che ha esaminato la relativa
me lui tra due anni sarà ancora sulla breccia. de in considerazione tre parametri: il ri- documentazione, il Consiglio ha accolto
Tornando alle cose di casa-Juve, Cannavaro ana- sultato sportivo, la tradizione della so- l’istanza di grazia presentata dall’alle-
lizza il momento della capolista dopo il pareg- cietà e il bacino di utenza relativo agli natore Fabrizio Castori». In apertura il
gio di Verona. «Appena perdi due punti, sei in cri- ultimi 5 anni. Su questo punto il presi- presidente Carraro aveva illustrato gli
si, ma se rivinci sei il più forte di tutti»: Fabio Primo in classifica. Fabio Cannavaro durante Chievo-Juventus di mercoledì sera dente della Figc Franco Carraro ha di- obiettivi e le finalità del Convegno che
Cannavaro risponde così, a chi ha parlato di una chiarato: «Ci si basa su un dato oggetti- la Figc terrà a Roma dal 30 gennaio al 1
Juventus in fase calante dopo il pareggio di Ve- lan o la stessa Fiorentina lo sono allo stesso mo- LOTTA AL DOPING vo, ovvero sulla vendita dei biglietti. Il febbraio prossimi. «Sarà - ha detto - l’oc-
rona con il Chievo. Il difensore respinge al mit- do e tutto può ancora succedere». Cannavaro ag- termine perentorio - ha spiegato il pre- casione per un largo confronto, aperto
tente tutte le insinuazioni in questa direzione:
«Mi fanno ridere certe considerazioni. Dobbia-
giunge un elemento per comprovare la solidità
della squadra: «In questa stagione ci sono stati
Da oggi ripartono sidente Carraro nella conferenza stam-
pa al termine dei lavori di oggi in un al-
anche al contributo di esperti esterni al
mondo del calcio, sui temi di maggiore
mo essere bravi a infischiarcene. In questo no-
stro mondo spesso non c’è equilibrio. È assolu-
episodi arbitrali strani e sempre contro, ma da
qualche parte ci devono pur sempre attaccare, i controlli ematici bergo di Milano - è solo l’ultimo, cioé il
27 giugno 2006; le altre scadenze, se non
attualità e importanza». Ed è prevedi-
bile che si torni a parlare di diritti tv e
tamente naturale che le inseguitrici ci credano, perchè se vinci diventi antipatico. Non ho rim- ROMA. Da oggi, con i turni di serie A e rispettate faranno scattare ammende o di riforma dei campionati visto che in
ci mancherebbe e noi siamo ben consci che le pianti per non avere giocato prima in una gran- B, riprenderanno i controlli ematici punti di penalizzazione, un punto in me- tanti ritengono che siano troppo 20
insidie e le difficoltà saranno tante, ma se guar- dissima squadra: è vero che vincere qui è più fa- antidoping. Lo ha deciso la Figc nel no in classifica per ogni adempimento squadre in serie A. «Non si andrà al
diamo la nostra prestazione di Verona, siamo cile, ma le pressioni sono enormi e poi l’espe- corso del Consiglio federale tenutosi non concluso nei tempi. Non per essere workshop con una soluzione precosti-
tranquilli: abbiamo lottato su ogni pallone, at- rienza umana di Parma è stata notevolissima. ieri a Milano, nel tentativo di dare un cattivi, ma per incentivare la puntualitè tuita - ha spiegato da parte sua il vice-
taccato per quasi tutta la partita, il Chievo, che Quanto a pressioni, siamo noi giocatori a dover segnale forte alla piaga del doping, cosicchè Covisoc e Caoavisoc possano presidente federale Giancarlo Abete -,
è un’ottima squadra, ha fatto gol nell’unica azio- imparare a gestire certe situazioni psicologiche: sempre troppo diffusa nello sport. La svolgere il loro lavoro di verifica e con- ma con delle riflessioni e col contribu-
ne d’attacco, ma non siamo mai andati in soffe- per esempio, la critica vede un pareggio come Federcalcio aveva varato un progetto trollo con l’indispensabile tempo per to di tutte e sei le componenti e di mol-
renza e abbiamo tenuto i novanta minuti. Cer- una sconfitta, mentre noi, nello spogliatoio, no, di valutazione dei controlli incrociati non commettere errori». L’argomento ti altri esterni che hanno professionalità
to, otto punti di vantaggio si possono perdere, ma soprattutto dopo una gara come quella di Vero- sangue-urine iniziato già nella stagione verrà portato all’attenzione del Consi- e capacità, ci confronteremo anche con
dipende molto da noi, dal non sottovalutare nes- na in cui la prestazione è stata eccellente». Due 2003/2004, con l’obiettivo è quello di glio federale nella prossima seduta già le altre realtà di Inghilterra, Germania,
sun avversario. Un altro elemento di poco equi- pillole sugli allenatori: Capello e Vialli. «È diffi- ricercare l’eventuale uso di Epo. La fissata per il primo febbraio per l’ap- Spagna e Francia. Certo, questo è un mo-
librio è quello di definire avversaria più perico- cile dire quanto incida l’allenatore in una squa- Figc, in un comunicato, ricorda che ha provazione del documento finale. «In mento dell’anno nel quale si avverte il
losa quella che di volta in volta ti è più vicina, dra. È certo che gestire una grande come la Ju- reso da tempo obbligatori i prelievi del questo modo - fa notare Carraro - la di- peso di un campionato lungo, anche per
come adesso l’Inter, ma noi sappiamo che il Mi- ventus è difficile e Capello èun super in questo». sangue per i giocatori. screzionalità del Consiglio Federale è le condizioni climatiche».

LE INSEGUITRICI | Il tecnico dell’Inter: «La rimonta alla Juve è impossibile». L’ex Napoli Jankulovski: «Approfittare dei loro cali» ARBITRI DI SERIE A

Pieri fischierà
Il Milan ci crede, Mancini fa marcia indietro Inter-Palermo
APPIANO GENTILE. «Una grande presta- composto, come a Treviso, da Adriano CARNAGO. La caviglia sta meglio e lui che posso dare a questa squadra - pro- MILANO. Sarà Tiziano Pieri di Lucca ad
DIRITTI TV
zione e una grande Inter». Ecco che e Cruz, le uniche due punte rimaste a vuole fare vedere quelle qualità che segue il ceco -. Non posso essere sod- arbitrare Inter-Palermo in program-
cosa chiede Roberto Mancini ai suoi
uomini prima della gara di questa se-
disposizione. Peccato che il brasilia-
no, però, non sia al meglio: «Adriano
hanno spinto il Milan ad acquistarlo.
La partita contro l’Ascoli ha rappre-
disfatto perchè so quello che posso da-
re, molto di più di quanto fatto finora.
Carraro: «Aspettiamo ma stasera a S.Siro. Siena-Milan è af-
fidata a Morganti, Udinese-Roma d
ra a San Siro contro il Palermo. «Per-
chè l’Inter vista a Treviso altrimenti
non sta bene. Probabilmente - ha spie-
gato Mancini -, dopo l’infortunio nel-
sentato una nuova partenza per il ce-
co. Che adesso sogna un seconda par-
Certo al Milan ci sono tantissimi gran-
di campioni e non è facile imporsi co-
risposte dalla Lega Ayroldi.
LAZIO - CAGLIARI (OGGI ORE 18)
non basta’’, aggiunge il tecnico. Man- la gara contro l’Empoli ha perso quel- te di stagione decisamente diversa. me in altre squadre. Qui sono già in MILANO. «La Federcalcio si aspetta Mazzoleni M. Di Bergamo
cini non risparmia elogi al Palermo e la condizione che aveva trovato alle- «Sono contento perchè ho giocato do- tanti a prendersi delle responsabilità. che la Lega trovi una risposta, INTER - PALERMO (OGGI 20.30)
al suo allenatore: «Le squadre di Del nandosi seriamente e duramente. po tanto tempo, fisicamente mi sono Questa seconda parte sarà una sorta pronta ad assecondare in tutti i Pieri di Lucca
Neri giocano sempre per vincere, Ora deve giocare per forza: speriamo sentito bene e alla fine è arrivata pu- di sfida per dimostrare a me di esse- modi il dialogo fra le società». Lo ASCOLI - SIENA
creano sempre molte azioni offensive. che il fatto di giocare con continuità re la vittoria. Abbiamo fatto bene, non re da Milan e al Milan che ha fatto una ha detto il presidente della Fe- Messina di Bergamo
Per questo credo che, per batterle, ci possa riportarlo un po’ in condizione». abbiamo mai rischiato anche se, scelta giusta. Voglio fare vedere quel- dercalcio, Franco Carraro, al ter- JUVENTUS - EMPOLI
voglia una grande prova. Una partita INTER: Julio Cesar; Burdisso, Cor- quando non si chiudono le partite, c’è le qualità per le quali il Milan mi ha mine del Consiglio Federale svol- De Marco di Chiavari
simile a quella che abbiamo fatto con- doba, Samuel, Favalli; J. Zanetti, Ve- sempre un po’ di tensione visto che ba- scelto. Non sento più dolore alla cavi- tosi in un albergo milanese. «Ma LIVORNO - TREVISO
tro la Fiorentina. Loro sono in condi- ron, Cambiasso, Figo; Cruz, Adriano. sta una cosa qualsiasi per rovinare tut- glia infortunata e di una eventuale se il calcio non prende le decisio- Rizzoli di Bologna
zione e saranno motivatissimi, so- All: Mancini A disp. Toldo, Mihajlovic, to». Milan che torna alla vittoria, si operazione per la rimozione della ni in materia - ha aggiunto Carra- PARMA - CHIEVO
prattutto nell’affrontare una squadra Materazzi, C. Zanetti, Pizarro, Solari, riavvicina alla Juve e ritrova Janku- placca se ne parlerà comunque dopo ro - saranno altri a farlo. Noi sia- De Santis M. Di Roma
come l’Inter. Ma lo saremo anche noi». Kily Gonzalez lovski. «Fisicamente ho finalmente re- il Mondiale». A proposito di naziona- mo pronti ad aiutare, assecondare REGGINA - SAMPDORIA
Il ricordo della sconfitta subita a Pa- PALERMO: Lupatelli; Zaccardo, cuperato, spero in una seconda parte le, nei momenti più difficili a stargli vi- e suggerire, ma speriamo di non Rosetti di Torino
lermo nel girone d’andata brucia an- Terlizzi, Barzagli, Grosso; Santana, di campionato positiva dopo tanto cino è stato l’amico e rivale in cam- avere la necessità di intervenire. SIENA - MILAN
cora. Mancini cerca vendetta, anche Mutarelli, Barone, Bonanni; Di Mi- tempo fuori. Sono finalmente dispo- pionato Pavel Nedved. «Ho parlato Il calcio è troppo importante sul Morganti di Ascoli Piceno
se ammette che quella sconfitta l’In- chele, Caracciolo. All. Del Neri A di- nibile a tutti gli effetti. Ho dovuto an- con lui, mi ha sempre detto che il pri- piano sociale, oltre che economi- UDINESE - ROMA
ter se l’era meritata. sposizione: Andujar, Accardi, Ferri, che ambientarmi, non è stato facile, mo anno poteva essere difficile, che co, perchè non si intervenga se Ayroldi N. Di Molfetta
A partire da questa sera, quando il Biava, Rinaudo, Palmiteri, Godeas. spero ora in un 2006 con prestazioni avrei potuto soffrire il passaggio in una non fossimo in grado di rispettare FIORENTINA - MESSINA (20.30)
duo d’attacco sarà obbligatoriamente ARBITRO: Pieri di Lucca migliori. Non ho ancora dato quello grande squadra». i calendari». Paparesta di Bari

S E R I E B - 2 5 ° G I O R N ATA O R E 1 6 CLASSIFICA SERIE B | Gli irpini ritrovano il Brescia dopo l’umiliante 2-5 del match di andata
ALBINOLEFFE-TORINO

AREZZO-CATANIA (LUNEDÌ, ORE


Bertini di Arezzo
20.45)
Mantova
Catania
Atalanta
48
46
45
Avellino nella tana della leonessa
Rodomonti di Roma ha ricordato Fedele), l’Avellino è totalmente cam- giocato tre partite con delle infiltrazioni, strin-
Torino 41 CARLO TECCE
BARI-CROTONE biato nei nomi e nello spirito. Dell’undici dello gendo i denti, e sta recuperando dall’infortunio.
Cesena 40 AVELLINO. Se le rondinelle pubblicitarie richia- squallido 2-5, dopo vari travagli, sono approdati Tutto qui». In sostanza, vedute contrapposte a
Racalbuto di Gallarate mano la primavera, le rondinelle del Brescia ri- in altri lidi i vari Allegretti, Docente, Russo e parte, l’allenatore di Grosseto conferma in bloc-
Brescia 39
BRESCIA-AVELLINO mandano ad una figuraccia. Una delle più ampie Leon, assenti Criaco e Tagliatatela. Il portiere Ta- co la formazione del vitale 2-0 al Catanzaro: Ci-
Arezzo 38 e laceranti ignominie nella storia dell’Avellino, glialatela è saldamente in panchina, nella spia- nelli preferito a Boudianski, Vicari e Terni in pan-
Brighi di Cesena
Rimini 34 difficile da rintracciare negli almanacchi. Anti- cevole circostanza sostituiva lo squalificato Ce- china. Sull’altra metà campo del “Rigamonti”, ci
CATANZARO-RIMINI cipo in notturna, venerdì 9 settembre 2005: il Bre- cere, mentre Criaco non è stato convocato, dopo sarà un Brescia tonico e aggressivo che, dopo aver
Pescara 34
Herberg di Messina scia svolazzò sull’Avellino con un paffuto 2-5, pas- aver manifestato il suo dissenso per il mancato brillato in trasferta, ha barricato le vittorie nel
Modena 33 sivo contenuto dal buonsenso dei calciatori bre- impiego con il Catanzaro. Ad obliterare la pre- suo stadio cittadino. Scontato il turno di squali-
CESENA-MANTOVA (LUNEDÌ, ORE 20.45)
Crotone 33 sciani e dalla rete di Panarelli al 90esimo. A più senza in entrambe le sfide, invece, ci saranno Pa- fica, Maran ritrova e schiera gli esperti Possan-
Tombolini di Ancona
Triestina 33 di quattro mesi dal lancinante evento, nella par- narelli, Masiello, Fusco, Riccio e Millesi. Com- zini e Di Biagio, parallelamente, Strada e Del Ne-
MODENA-BOLOGNA tita di ritorno al “Rigamonti”, l’Avellino è un’al- piendo un salto nel presente, dopo la non lieta av- ro sono guariti dall’influenza. Con Stankevicius
Verona 32
S.Farina di Novi Ligure tra squadra e, soprattutto, ha un altro allenato- ventura nel recente passato, appurate le defe- (connazionale e compagno di stanza con la Li-
Bologna 31 re. Da Francesco Oddo a Franco Colomba, il Bre- zioni di Altobelli e Ametrano, si cozza con la con- tuania di Danilevicius) e Possanzini al servizio di
PESCARA-TERNANA Piacenza 30 scia è uno degli ultimi cordoni ombelicali da tran- troversa situazione di Moretti. Il terzino di Ca- Bruno: sarà tridente.
Cassarà di Palermo Vicenza 27 ciare: «Reputo il Brescia la squadra più forte del serta, assopitisi i dolori muscolari, non è stato in- LE PROBABILI FORMAZIONI:
PIACENZA-VICENZA campionato, – non è affatto ottimista Colomba – serito nella lista ufficiale di Colomba e il suo im- BRESCIA (4-3-3): Arcari; Martinez, Di Bia-
Bari 26 ciò nonostante dobbiamo vincere per tre motivi: mediato futuro, come per Criaco e Altobelli, ha gio, Zoboli, Dallamano; Piangerelli, Milanetto,
Pantana di Macerata Ternana 23 rafforzare la continuità dei nostri risultati, can- dei colori diversi dal bianco e dal verde, forse vi- Mannini; Stankevicius, Bruno, Possanzini. Alle-
TRIESTINA-ATALANTA Avellino 21 cellare l’onta oramai pregressa e avvicinarci ul- cini al rosso e blu del Genoa. Ma la requisitoria natore: Maran
Girardi di S.Donà di Piave AlbinoLeffe 19 teriormente alla Ternana». Dalla randellata del- difensiva per Moretti, pur non negando la possi- AVELLINO (4-4-2): Cecere; Panarelli, D’An-
l’andata, il primo incontro dei biancoverdi visio- bile partenza, è firmata dal suo procuratore, Mo- drea, Masiello, Abruzzese; Fusco, Cinelli, Riccio,
VERONA-CREMONESE Cremonese 14 nato da Enrico Fedele durante i corteggiamenti reno Roggi: «Moretti ha molte offerte, ma nes- Millesi; Danilevicius, Biancolino. Allenatore: Co-
Preschern di Mestre Catanzaro 12 dei Pugliese («Una bruttissima gara per l’Avelli- suna di queste è stata presa al vaglio seriamen- lomba.
no, quasi mi dissuase dall’accettare l’incarico», te, né dal calciatore e né dalla società irpina. Ha ARBITRO: Brighi di Cesena