Sei sulla pagina 1di 1

GdN venerdì 20 gennaio 2005 L A P O S TA I 15

Ditelo
…per posta
Via Chiatamone, 7
80121 - Napoli
…al telefono
0812458111 a noi… …con un fax
0812458209
…via e-mail
diteloanoi@ilroma.net

Appello dal “Maresca”


Risponde Francesco Landolfo al manager “Asl Na5” La foto storica
E
gregio direttore, la prego di
farmi approfittare del suo

Napoli, iniziare dalle fogne


spazio per lanciare un appel-
lo, l'ultimo, al neo-manager dell'A-
sl Napoli 5 dottore Gennaro D'Au-
ria. Sono un infermiere professio-

N
apoli, la Campania, il mondo cristiano intero, puliscano sul serio le strade, automezzi che non fac- nale della Utic di Torre del Greco,
caro Landolfo, hanno festeggiato la Natività, ciano la loro comparsa in pieno giorno bloccando tut- ospedale “A. Maresca”.
l’alba di un nuovo anno di questo terzo mil- to e tutti, contenitori degni di tal nome, che vengano Nel summenzionato reparto si la-
lennio, ed ora, mi consenta, prepariamoci all’appun- lavati ad ogni prelievo, raccolta differenziata. Acqua: vora sempre con barelle. Forse per-
tamento elettorale di primavera. Eh, è stato una brut- erogazione uguale e continua per tutti, interruzioni ché i posti non sempre vengono oc-
ta fine d’anno con altri Comuni sciolti per odore... cat- preavvertite e che durino il minimo indispensabile, cupati da chi ne avrebbe realmen-
tivo. Ma parliamo di Napoli. Di questo capoluogo re- una rete che non perda l’acqua che paghiamo cara e te bisogno? Noi infermieri abban-
gionale il cui testimone fu dato dall’attuale governa- amara, che sia veramente potabile e non come quello doniamo spesso l'Utic per recarci
tore Bassolino al sindaco Rosa Russo Iervolino. L’al- che ora sa di petrolio. Luce: le strade sono per lo più ad espletare E.C.G. in ogni altro re-
tra notte ho fatto un sogno. Al di là di tutti i ripensa- mal illuminate, favoriscono cadute ed altri incidenti parto, persino nelle camere opera-
menti, probabilmente, Rosetta folgorata dalla sottile di percorrenza, di notte anche la luce diventa crimi- torie. Ma nel 2006 bisogna ancora
ironia di Ciriaco De Mita, alla fine, molla la presa. E, nale, meno ce n’è meglio è per chi delinque. Strade: che una cardiolina serva tutto un
cullando questo sogno ecco cosa penso. Il sindaco se troppe sono al limite della percorribilità, molte pie- ospedale? Dottore Gennaro D'Au-
ne va. Non si ricandida. Se pensava che qualcuno pian- ne di buche, affossamenti vari che le pozzanghere na- ria, lei intende cosa le sto dicendo?
gesse s’è sbagliata. E se ci sono state lacrime, erano o scondono alla meglio ma che diventano trappole per Pronto ad essere denunciato.
di coccodrillo o di gioia. Tant’è che il dibattito è du- tutti: pedoni e automobilisti; i marciapiedi se ci sono Giuseppe Piscitelli NAPOLI 1880. OSTRICARO
rato lo spazio di una edizione di giornali. È già finito versano in cattive condizioni, se non ci sono bisogna inf. reparto Utic osp. “A. Maresca”
perché i partiti stanno tirando fuori i candidati al ruo- lottare per conquistare spazi alle automobili e moto- Torre del Greco Volti bruciati dal sole e frutti di mare in bella mostra per la deli-
lo di guida della città. L’ hanno già sostituito, i parti- rette. Semafori: vigili, quelli che funzionano non so- zia del gusto dei passanti.Frutti di mare non inquinati e che non
ti. E, grazie al “Roma”, ho letto già tanti nomi che ve- no presidiati e quelli che non funzionano andrebbe- Eccovi accontentato.Ora deve at- mettevano a rischio la salute. Bei tempi di una volta.
ramente non saprei chi scegliere anche se so che que- ro presidiati sempre, via Duomo coi suoi ingorghi pro- tendere la risposta di D’Auria.
sti primi fatti sono di fatto già bruciati. Quello vero, venienti da via Foria insegna (solo per fare un esem-
il candidato importante, com’è in uso nella politica
nostrana, verrà fuori al momento giusto. Dovessi de-
pio; ma non è là che abita il sindaco o mi sbaglio?).
Verde pubblico: giardinieri, il verde è bistrattato, ab-
Da Giugliano auspicato “Arancia meccanica” Il divieto di fumare?
cidere io lo vorrei napoletano, magari anche grasso,
che spesso è sintomo di bontà ma anche di voracità,
bandonato, violentato. Metrò: sporche le vetture, in-
sicure le carrozze, allo sbando i viaggiatori, di notte,
il riscatto dei deboli anche in Campania Ora è un optional

E L O
e Napoli ha bisogno di uno che voglia tutto per i na- ma che dico, a tutte le ore: altro che Bronx. La fati- gregio direttore, spero che il a violenza che ha dovuto ra che i giornali hanno ini-
poletani, perché non hanno più nulla. Quelli magri so- scenza della maggior parte dell’edilizia abitativa: 2006 possa concretizzare il ri- subire quella coppia di Li- ziato a fare le inchieste sui
no compressi, introversi, cupi, ambiziosi ma nullafa- estendere i benefici del progetto Sirena (per il ripri- scatto della povera gente e de- cola da parte di una banda divieti non rispettano per il
centi e magari anche un po’ cattivelli e vigliacchi. No, stino degli edifici cittadini) a tutti e non solo ai rac- gli emarginati, dei pensionati e dei di- di criminali extracomunitari ha fumo nei locali, riesplode la vecchia
lo vorrei intelligente, attivo, osservatore e ascoltatore comandati (figli di, parenti di, ecc.). Con questi pri- soccupati, degli inoccupati e dei la- portato anche da noi l’allarme ca- polemica sulla vigilanza. Si è sco-
attento alle cose che servono per far funzionare una mi passi il popolo accetterà il sindaco meglio di un voratori, degli sfruttati, delle casa- se o villette isolate. Sembrava di perto, così, che a Napoli e dintorni
città. E allegro, perché la napoletanità è allegria. Ma re. E lui sarà come un re se farà queste prime cose. Poi linghe e dei nullatenenti, degli asse- rileggere qualche analoga rapina i verbali elevati risalgono ai primi
anche furibondo e vendicativo se le cose non funzio- c’è il resto, ma a quello dovrà pensarci anche un po’ tati di giustizia legale e sociale, del- fatta in Brianza o in Emilia Ro- mesi dell’anno scorso. E, dopo? Chi
nano. E in questa città di cose che non funzionano ce la sua giunta. Ottimista? No, napoletano le vittime degli abusi e della violen- magna dagli albanesi. Marito e doveva vigilare, evidentemente,
ne sono in quantità industriale. Sarà bene che ne elen- Paolo Necci za in genere contro la società dei cor- moglie pestati a sangue per un pu- sarà stato distolto da altri compiti.
chi almeno qualcuna altrimenti lei potrebbe pensare Napoli sari dell'economia e della finanza, de- gno di euro. E, meno male che Anche perché , diciamocelo one-
che ho parlato a vanvera o per acredine verso chi per gli arrampicatori sociali privi di ogni non ci sia scappato il morto. Mi ha stamente, non possiamo pretende-
me non dovrebbe risedersi sulla poltrona di Palazzo Tra i tanti guasti ha dimenticato, egregio signore, i pro- scrupolo e di ogni morale, degli squa- colpito la dignitosa risposta del re un tutore dell’ordine impegnato
san Giacomo. Dunque: la circolazione degli autovei- blemi della Napoli afflitta dalla pioggia. E, in questi ul- li, sciacalli e avvoltoi della passata e “padrone ci casa” al cronista che 24 ore al giorno su più fronti. È au-
coli per le strade di Napoli. Che sta per: vigili, sosta, timi tempi di difficoltà ce ne sono state a iosa. Strade della presente repubblica che, uniti gli chiedeva se ora andava via da spicabile che riprendano i blitz nei
parcheggi, prezzo dei parcheggi. La circolazione de- interrotte per voragini, fiumi di fango su Pianura, al- tra loro, hanno ad oggi impunemen- Licola: “Non sto qui da tanti an- locali per aiutare i non fumatori.
gli autobus, filobus e tram che sta per: vigili, strade a lagamento della stazione ferroviaria di piazza Gari- te dissanguato i sacrifici degli italia- ni e ci resto”. Amalia D’Aponte
loro riservate, poliziotti, sicurezza dei viaggiatori e per- baldi... e, ora, fermiamoci. La pioggia, purtroppo non ni e, in genere, l'economia naziona- Luigi Cirillo Napoli
sonale viaggiante, biglietti con prezzi adeguati alle ta- riesce ad essere smaltita dalle condotte fognarie, inta- le. È un momento che attendiamo da Varcaturo
sche di tutti, fermate di sosta con praline elettroniche sate oltre il dovuto e con una manutenzione che non tempo. Il proibizionismo aguzza l’inge-
veritiere. I rifiuti: vigili, orari controllati, spazzini che soddisfa. Eh, sì per rigenerare. cav. Giuseppe Vittorio Agliata Questi delinquenti bisognerebbe gno. Ma se esiste una legge va ri-
Giugliano giudicarli con le leggi islamiche. spettata.

POSILLIPO SANITÀ di A N T O N I O D E S I M O N E

Obiettivo salute
e riabilitazione Ecco la settimana dell’influenza
S
ta iniziando il periodo annua- ta correlazione con quelli contenu- il naso o la boc-
GEPPINA LANDOLFO
le dell’influenza. Così paiono, ti nel vaccino, a suo tempo, allesti- ca, ai quali noi

C
onvegno su “Il Dipartimento di riabilitazione: ora, suggerire i più recenti da- to e distribuito per questo inverno stessi possiamo
dalla prescrizione alla consultazione del pa- ti settimanali di sorveglianza di que- 2005/2006. Quindi, se il dato ri- trasportare il vi-
ziente”. Appuntamento , giovedì due febbraio, sta malattia infettiva, pubblicati il marrà confermato nei successivi ag- rus con le mani
nella sala convegni “Geremicca “ in via Padula a Po- 12 e il 13 gennaio e riassumenti le giornamenti, si può sperare in una non ben lavate.
sillipo. Previsti gli interventi delle dottoresse A. Ma- osservazioni raccolte nei sette gior- buona efficacia protettiva della cam- Tutto ciò, ov-
ria Rotondaro Aveta, Rosanna Romano, Gabriella Fal- ni tra il 2 e l’8 gennaio scorsi. Gli ag- pagna di vaccinazione condotta ne- viamente, do-
ciatore, Pietro Cerrito, segretario regionale Cisl,dei giornamenti che vengono via via gli scorsi mesi. vrebbe essere
professori Raffaele Gimigliano e Antonio Pascotto, pubblicati dal nostro Ministero del- Tutto questo insieme di dati ben già ben noto. Si
dei dottori Vincenzo Avallone e Claudio Trombetti.Le la salute sono facilmente accessibi- testimonia l’attenzione e l’impegno è scelto, in que-
conclusioni sono affidate all’on. Ciriaco De Mita, li, in tempo reale, mediante Internet con i quali è costantemente seguita, sta occasione,
mentre i lavori saranno presieduti da Carmela De Ce- (www.ministerosalute.it) così come ogni anno, l’epidemia influenzale, di fare riferi-
sare, direttore Uoc Assistenza riabilitativa territoriale lo sono quelli generali europei in tutto il mondo. Allo stesso modo, mento agli sta-
Asl Napoli 1, e moderati dalla giornalista Alessan- (www.ecdc.eu.int). ciascuno di noi dovrebbe porre at- tunitensi Cen-
dra Origo. In termini semplici, nella prima tenzione e impegno nel limitare le ters for Disease
«Il convegno si inserisce - dichiara la dottoressa Car- settimana del 2006, il numero di ca- occasioni di contagio di questa ma- Control and Prevention per due mo- Si tratta, in definitiva, di norme igie-
mela De Cesare - tra le iniziative che la Uoc di assi- si accertati di influenza è doppio di lattia infettiva, sia per se stesso che tivi. Da un lato, giusto il 14 gennaio, niche assolutamente ben note e op-
stenza riabilitativa territoriale dell’Asl Na1 vuole quello ordinario nei Paesi Bassi e in per gli altri. essi hanno emesso un allerta che portunamente adattate alle diverse
adottare per giungere ad una gestione della riabili- aumento in Slovacchia. Vi sono, In sintesi, come è ben sottolinea- sconsiglia, in quella nazione, l’im- situazioni: malati acuti, anziani, pe-
tazione aziendale che faccia sempre più riferimen- dunque, delle prime avvisaglie nel to dagli statunitensi Centers for Di- piego di due specifici farmaci anti- diatrici, ostetrici, chirurgici e così
to alle vigenti normative, sia in ambito regionale che territorio dell’Unione europea. Ri- sease Control and Prevention, si virali nel prosieguo dell’attuale sta- via. Ricordano, ad esempio, i presi-
nazionale. Tali normative individuano, quale ne- guardo all’Italia, i dati relativi a tratta di seguire alcune semplici abi- gione influenzale. Questo avviso na- di da tenere sempre disponibili, le
cessità prioritaria, l’adozione di un percorso inte- quella settimana, che è la dodicesi- tudini che appartengono tanto all’i- sce dall’osservazione che vi è resi- loro corrette modalità di utilizzo, le
grato sociosanitario che favorendo il dialogo tra i di- ma consecutiva di sorveglianza, se- giene quanto alla buona educazione. stenza a questi due farmaci, ma non cautele per i visitatori, la diagnosi
versi operatori dalla riabilitazione, amplifichi l’in- gnalano livelli nazionali ancora Quindi, coprire tempestivamente ad altri, in un’alta percentuale dei tempestiva, l’isolamento degli in-
tervento nell’ottica di una presa in carico globale del- bassi di attività del virus influenza- naso e bocca con la mano o, ancor virus di tipo A che stanno soste- fetti e tutti gli altri aspetti della buo-
l’individuo. Per promuovere questo nuovo percorso le. La Campania, tuttavia, presenta meglio, con un fazzoletto monouso nendo, quest’anno, l’epidemia in- na organizzazione e della buona pra-
è necessario attivare sul territorio le Uvbr, Unità di valori un po’ meno favorevoli. Per la quando si tossisca o si starnutisca; fluenzale negli Stati Uniti d’Ameri- tica sanitaria. Insomma, attenzioni
valutazione del bisogno riabilitativo, che proprio del- nostra regione, infatti, è riportata lavarsi accuratamente le mani; evi- ca. Dall’altro lato, i Centers for Di- che sarebbe sorprendente vedere
le Asl provvederanno a valutare i bisogni delle per- un’incidenza di 3,86 casi ogni mil- tare di toccarsi occhi, naso o bocca; sease Control and Prevention hanno trascurate proprio lì dove ci si ado-
sone afferente all’Azienda e ad elaborare un proget- le assistiti, superiore quindi al va- stare in casa se si sia contratta l’in- in atto, da tempo, una campagna pera per combattere le malattie.
to riabilitativo che superi la logica del modello di re- lore di 1,29 della media nazionale. fluenza; prestare attenzione nei con- informativa che ricorda ai cittadini, In conclusione, non è certamen-
lazione prescrittivo. Questo progetto, frutto dell’e- Siamo, pertanto, indicati tra le zo- tatti con persone ammalate o, più mediante poster e altri sussidi, l’im- te pensabile un mondo privo di
laborazione dell’equipe riabilitativa, definirà le ne ove è maggiore l’incidenza, in- precisamente, con le loro secrezio- portanza che hanno le nostre abitu- germi infettivi. Tuttavia, non va
aree di intervento specifico, gli obiettivi, i tempi e sieme alla provincia autonoma di ni mucose, sia direttamente che tra- dini, di igiene e buona educazione, mai dimenticato che semplici e or-
le modalità di erogazioni delle prestazioni, gli ope- Bolzano e alla regione Abruzzo. Si mite oggetti. nel fermare i contagi infettivi. Ad dinarie attenzioni, purché abitua-
ratori coinvolti, la verifica degli interventi. La nascita tratta, ora, di seguire quale sarà l’e- In definitiva, si tratta di avere esempio, uno degli slogan di questa li e diffuse, riescono limitare le
delle Uvbr - conclude Carmela De Cesare - contri- voluzione di questi dati nelle pros- sempre ben presente che l’influen- campagna è “Be a germ stopper” che possibilità di contagio e manten-
buirà a rafforzare il nuovo modello organizzativo di- sime settimane. za è una malattia contagiosa che si incita a comportamenti che bloc- gono salubre l’ambiente nel quale
partimentale che, sempre più orientato verso la Me- L’aggiornamento ministeriale del propaga attraverso lo spargimento, chino la diffusione dei germi. viviamo. Ricordarsi di ciò è, oggi,
dicina riabilitativa, comporrà in una cornice unita- 13 gennaio riporta anche quella che nell’aria o sugli oggetti, delle secre- Raccomandazioni più ampie e ar- utile per l’influenza e lo sarà, in fu-
ria tutta la complessità dell’assistenza riabilitativa, potrebbe essere una buona notizia. zioni mucose, anche sotto forma di ticolate sono quelle specificamente turo, per qualsiasi altra minaccia
garantendo gli obiettivi di salute, in risposta alle rea- Infatti, i virus influenzali di tipo A minute e inavvertite goccioline. Vie redatte per coloro che amministra- infettiva.
li esigenze dell’utenza». finora identificati hanno una stret- di ingresso sono, di solito, gli occhi, no strutture sanitarie o vi lavorano. postadeilettori@antoniodesimone.it