Sei sulla pagina 1di 12

CGIL

Quotidiano www.ecostampa.it

Pag. 7

075687

CGIL
Quotidiano www.ecostampa.it

Pag. 11

075687

Quotidiano

Economia/Lavoro

Pag. 26

075687

www.ecostampa.it

LANCI AGENZIE STAMPA Gioved, 1 agosto 2013 Omniroma-PAESE SERA, FLAI CGIL ROMA-LAZIO: CONFRONTO REALE PER SALVARE POSTI LAVORO (OMNIROMA) Roma, 01 AGO - Ci auguriamo che la pioggia di solidariet arrivata in queste ore alla redazione di Paese Sera si traduca in un confronto reale per salvare i posti di lavoro dei giornalisti. Cos, in una nota, la Flai Cgil di Roma e del Lazio. Paese Sera una testata storica, che i lettori sono tornati ad apprezzare solo perch in questi due anni la squadra di giornalisti, che da oggi senza contratto, ha saputo raccontare la citt di Roma con un occhio attento e libero conclude la nota intercettando le storie e le criticit che spesso non trovano spazio nel mondo delleditoria. red Omniroma-FIUMCINO, GIORDANO-MONTICELLI: ISTITUZIONI LAVORI PER AEROPORTO (OMNIROMA) Roma, 01 AGO - "Abbiamo appreso da organi di stampa dellavvenuta approvazione di una delibera presso il Consiglio Comunale di Fiumicino che riguarda il sistema aeroportuale e quello locale della mobilit. La delibera prevede tutta una serie di interventi da realizzarsi al fine di agevolare gli spostamenti allinterno del territorio comunale e migliorare le condizioni di trasporto di quei cittadini che per lavoro, studio o quantaltro, sono costretti a recarsi nella Capitale e la negazione della possibilit di ampliamento dellaeroporto Leonardo Da Vinci". E' quanto dichiarano in una nota Roberto Giordano, segretario Cgil di Roma e del Lazio e Stefano Monticelli, segretario FILT Cgil di Roma e del Lazio. "Ne seguita una polemica tra il sindaco di Fiumicino e lAD di ADR, - prosegue la nota - con accuse reciproche di negare lo sviluppo dellaeroporto e, di conseguenza, delloccupazione". "Da parte nostra - continuano Giordano e Monticelli - diciamo che sviluppo dellaeroporto significa, innanzitutto, adeguare ai livelli europei le infrastrutture, i servizi, la qualit, la sicurezza, e questo miglioramento non un evento raggiunto una volta e per tutte, ma, al contrario, una azione continua nel tempo. per questo che Fiumicino ha ottenuto ladeguamento delle tariffe aeroportuali che equivale a circa 10 euro a passeggero per 38 mln di passeggeri lanno. Non proprio una cifra trascurabile. Ma sviluppo significa soprattutto creare le condizioni perch laeroporto di Fiumicino, che un agglomerato di servizi offerti allutenza da quasi 30.000 lavoratori di diversi settori, sia un sistema integrato che risponda a delle regole condivise e a condivise prospettive. Questo in termini di pianificazione, sicurezza, spazi, stabilit e qualit dei servizi offerti, qualit e stabilit di occupazione. E questo stato delle cose ben lungi da essere raggiunto".
1

"Per queste ragioni - dichiarano ancora i sindacalisti - necessario che le Istituzioni (Comune di Fiumicino e Gestore Aeroportuale tra le altre), da questo sindacato pi volte richiamate - non da ultimo in un convegno promosso a dicembre del 2010, quindi ben prima della polemica di oggi facciano la loro parte e non utilizzino loccupazione o lassenza di essa nella battaglia di posizioni. Laeroporto di Fiumicino conta oggi oltre 4.000 cassaintegrati e decine di crisi aziendali, che senso ha proclamare risultati positivi per percentuali da vecchi prefissi telefonici? Noi chiediamo senso di responsabilit e quindi coinvolgimento su tutti i temi". "Il sindacato - concludono Giordano e Monticelli - si assunto in questi mesi responsabilit grandissime nella gestione delle tante crisi di Fiumicino e sar chiamato anche in futuro a queste responsabilit. Non si parli quindi di ricadute sul lavoro da questa o quella parte, senza che chi quel lavoro rappresenta abbia la facolt di dire la propria, perch se questo accade, allora le preoccupazioni ovvero le prospettive sul lavoro espresse, non sono che una vuota forma di retorica, quando non addirittura stucchevole demagogia". red (LZ) SANITA''. SINDACATI: PROROGA 2 MESI PROPOSTE ATTO AZIENDALE VIA LIBERA DOPO INCONTRO IN REGIONE, CGIL-CISL-UIL: ''NECESSARIA''. (DIRE) Roma, 1 ago. - "Nel corso della riunione tenutasi questa mattina presso la Regione, Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl, che con forza avevano a piu'' riprese richiesto la proroga dei termini di presentazione delle proposte di atto aziendale da parte delle aziende sanitarie regionali, hanno ottenuto l''emanazione di un apposito decreto commissariale di proroga". Lo dicono, in una nota congiuta, Natale Di Cola, segretario generale Fp Cgil Lazio, Roberto Chierchia, segretario generale Cisl Fp Lazio, Sandro Biserna, segretario responsabile Uil Fpl Lazio. "La proroga era necessaria- spiegano- visto il gravissimo stato di tensione che sta montando in tutti i posti di lavoro, stante il mancato coinvolgimento fattivo delle organizzazioni sindacali, su un atto fondamentale per il futuro delle politiche sanitarie da ridisegnare sul territorio. Si dovra'' obbligatoriamente tener conto dei bisogni di salute ed assistenza della popolazione non disgiunti dalla tenuta che il nuovo modello organizzativo dovra'' avere su tutto il personale che resta attore protagonista della sanita'' laziale". "La proroga di due mesi- aggiungono- dovra'' servire inoltre al tavolo regionale di contrattazione con Cgil Cisl e Uil, per rivisitare le linee guida emanate con il dca 206 frutto della precedente amministrazione. Si dovra'' trovare una condivisione sugli obiettivi da raggiungere che sia in linea con i piani operativi 2013-2015 e che tenga conto del nuovo progetto della intera nuova rete dell''assistenza che l''amministrazione regionale proporra''. In tale contesto sara'' determinante il coinvolgimento del management del livello aziendale, che pero'' dovra'' evitare fughe in avanti praticate purtroppo da molti direttori generali che non seguono gli indirizzi regionali". "Ribadiamo ancora una volta che e'' prioritario che il commissario Zingaretti ottenga dal governo lo sblocco del turnover e la stabilizzazione dei 3.000 precari per garantire i Lea e senza i quali la necessaria riforma della sanita del Lazio
2

non potra'' avere successo. Il confronto attivato in Regione- concludono- deve continuare nei prossimi giorni sui fondi contrattuali, e dovra'' essere positivamente ripreso anche nelle aziende per una costruzione partecipata degli atti aziendali". Omniroma-ACEA, DI BERARDINO (CGIL): "AZIENDA SEMBRA ESSERE SENZA PIANO INDUSTRIALE" (OMNIROMA) Roma, 01 AGO - "Aumentano le preoccupazioni della Cgil di Roma e del Lazio sulla situazione di Acea Spa, dopo la presentazione della relazione semestrale presentata ieri dall'amministratore delegato Paolo Gallo e dal presidente Giancarlo Cremonesi al consiglio di amministrazione dell'azienda". E' quanto dichiara, in una nota, Claudio Di Berardino, segretario generale della Cgil di Roma e del Lazio. "Acea Spa, appare essere priva di un chiaro indirizzo industriale e una societ che eroga i servizi essenziali (acqua, luce, depurazione) alla citt di Roma, non pu permetterselo- Non ammissibile che ogni giorno davanti alla sede di piazzale Ostiense, ci siano migliaia di clienti inferociti per le 'bollette pazze'. Peggio ancora non aver ricevuto ad oggi, una risposta chiara su quando verr finalmente risolto questo annoso problema". "Il management di una societ di propriet comunale deve governare lazienda pensando alle esigenze della citt di Roma cercando di far emergere merito e competenza, il primo cittadino della capitale riteniamo debba preoccuparsi in primis delle funzioni sociale e industriale, che una societ come ACEA deve avere. I numeri di bilancio debbono necessariamente coniugarsi con una gestione sana e votata al servizio e alle necessit dei cittadini di Roma, cos come richiesto pi volte dai sindacati di categoria". red

Quotidiano

Trasporti

Pag. 48

075687

www.ecostampa.it

CGIL
Quotidiano www.ecostampa.it

Pag. 21

075687

Quotidiano

Sanit

Pag. 32

075687

www.ecostampa.it

CGIL
www.ecostampa.it

Pag. 4

075687

Quotidiano

Economia/Lavoro

Pag. 22

075687

www.ecostampa.it

Quotidiano

Economia/Lavoro

Pag. 29

075687

www.ecostampa.it