Sei sulla pagina 1di 17

ELEZIONI

AMMINISTRATIVE
Programma
6 - 7 giugno 2009 elettorale
ROSSIGLIONE - GE del candidato Sindaco

Cristino MARTINI
della lista n.2
MARTINI CRISTINO
Anni 62 - Docente Scuola Media in pensione
Candidato Sindaco
CANDIDATI DELLA LISTA N. 2
1. BARISIONE Agostino
Anni 41 - Architetto
2. BOCCONE Ambrogio
Anni 58 - Pensionato Ansaldo
3. FOLLI Alfonso
Anni 51- Geometra, funzionario - Vicesindaco uscente
4. GAMBARINI Giuseppe
Anni 32 - Impiegato
5. GIANNINI Marco
Anni 45 - Avvocato - Assessore uscente
6. OLIVERI Luca
Anni 35 - Impiegato
7. PARODI Franco
Anni 57 - Dipendente Poste Italiane
8. PASTORINO Marina
Anni 53 - Impiegata
9. PICCARDO Katia
Anni 25 - Bancaria, laureanda in Giurisprudenza
10. SCIUTTO Renzo
Anni 46 - Artigiano - Assessore uscente
11. SOBRERO Milva
Anni 47 - Insegnante elementare
12. SUGO Renzo
Anni 61 - Pensionato Autorità Portuale di Genova
13. TIMOSSI Davide
Anni 27 - Imprenditore agricolo
14. TORTOROLO Anna Maria
Anni 60 - Architetto
15. ZANINETTA Giovanni
Anni 41 - Medico
16. ZUNINO Elio
Anni 49 - Operaio Elsag
Gentile rossiglionese,
in una economia e in una società in profonda trasformazione come quella in
cui stiamo vivendo, la risposta che un territorio come quello della Valle Stura,
e di Rossiglione in particolare, deve dare ai cambiamenti in atto non può
limitarsi alla difesa dell’esistente, ma attivarsi per affrontare insieme la sfida di
uno sviluppo sostenibile e di valorizzazione del territorio.
Una competizione che deve essere praticata valorizzando la propria storia
sociale ed economica, ma anche nel saper cogliere quelle opportunità che il
presente può offrirci.
La tradizione economica che ha caratterizzato Rossiglione è stata la presenza
di opifici, prima setifici e poi cotonifici, con un rilevante numero di lavoratori
dipendenti, fino alla loro scomparsa definitiva avvenuta nella seconda metà
del ’900.
Le condizioni economiche attuali rendono impraticabili quelle esperienze e
l’iniziativa privata stenta a decollare. L’obiettivo dei prossimi cinque anni sarà
ancora quello di una onesta e puntuale collaborazione con gli imprenditori
interessati, di valorizzare e creare le opportune condizioni, a cominciare da
quelle infrastrutturali come si è fatto in questi anni nelle aree dell’ex Cotonificio
Ligure e Giro dell’Orso, per una auspicabile apertura di nuove attività di piccola
o media impresa produttiva, compatibili con il nostro territorio.
Così come un nostro obiettivo sarà ancora la disponibilità alla collaborazione
con gli imprenditori agricoli e turistici, nella consapevolezza che il nostro territorio
offra le opportunità per uno sviluppo in armonia con l’ambiente, mettendo in
atto anche una adeguata capacità di innovazione e comunicazione.
Una particolare attenzione sarà rivolta alla politica ambientale, anche per
confermare la certificazione ISO 14001, ottenuta nel 2007, alle iniziative
di risparmio energetico e di produzione di energia da fonti rinnovabili,
all’incremento della raccolta differenziata dei rifiuti e alle iniziative di decoro e
arredo urbano.
Cooperazione istituzionale con gli altri Comuni nella nuova Comunità Montana
per migliorare e sviluppare i servizi associati, un ruolo da protagonista attivo
per il Volontariato e per l’associazionismo in generale, i valori della solidarietà e
dell’impegno civile, il rispetto e la sicurezza per tutti i cittadini, sono gli elementi
essenziali del nostro progetto di coesione sociale, nella coerenza di un necessario
e continuo dialogo con le istituzioni di Provincia di Genova e Regione Liguria,
ma anche con un rapporto privilegiato, noi terra di confine, con istituzioni ed
associazioni del Basso Piemonte.
Il candidato Sindaco
Cristino Martini
Progetti per il futuro
di Rossiglione

BILANCIO E PERSONALE
I bilanci degli Enti locali hanno pesantemente risentito delle
notevoli riduzioni dei trasferimenti statali avvenuti nel corso di
diverse legislature, creando un serio rischio di ridimensiona-
mento dei servizi erogati. La recente abolizione dell’ICI sulla
prima casa e il mancato trasferimento dell’intera somma prima
introitata dai Comuni ha accentuato queste difficoltà. L’annunciato federalismo
fiscale, invece di migliorare le condizioni finanziarie dei Comuni, potrebbe far
aumentare le voci di spesa, forse compensate con la previsione di nuove forme di
tassazione lasciate comunque alla responsabilità degli amministratori locali.
È auspicabile tuttavia che il federalismo porti una maggiore sensibilità da parte
governativa verso gli Enti locali, con una maggiore ed effettiva autonomia decisionale
sulle politiche fiscali da attivare o trasferimenti compensativi adeguati ai servizi
erogati e per consentire una programmazione compatibile con le esigenze locali, che
possa contribuire allo sviluppo delle nostre comunità.

Azioni
• Attenta valutazione di eventuali interventi su tasse e tariffe, per un fisco equo per
tutti
• Continuazione dei controlli per la lotta all’evasione fiscale
• Erogazione di servizi al minor costo possibile
• Associare servizi a livello di Comunità Montana per contenere i costi del
personale (attualmente passati da 20 a 19 di cui 6 a tempo parziale)

-3-
URBANISTICA
Una corretta ed equilibrata pianificazione urbanistica è
indispensabile non solo per programmare ed assecondare
l’intervento privato, ma pure per stimolare un miglioramento
del tessuto edilizio e, più in generale, cogliere le occasioni di
sviluppo economico e sociale.
La definitiva adozione del nuovo strumento urbanistico generale (PUC) che - dopo la
lunga analisi e l’altrettanto impegnativa rivisitazione e verifica complessiva richiesta
in particolare dalle corpose e vincolanti osservazioni degli Enti locali sovraordinati
(Regione e Provincia) - vedrà ragionevolmente concludersi il suo iter entro l’anno
in corso, consentirà all’Amministrazione di sviluppare le altre e conseguenti azioni
mirate ad orientare e facilitare gli interventi di recupero e valorizzazione del
patrimonio edilizio esistente ed a promuovere un corretto e sostenibile sviluppo
delle nuove edificazioni.

Azioni
• Approvazione del progetto definitivo del PUC (entro il 2009)
• Revisione del Regolamento Edilizio, che comprenderà una guida con repertorio
dei materiali e con particolare attenzione ad una normativa ambientalmente
compatibile
• Interventi diretti dell’Amministrazione Comunale (anche in collaborazione con i
privati) per il recupero e la rivitalizzazione dei nuclei storici
• Intervento, recentemente approvato in modo definitivo dalla Regione Liguria, sul
patrimonio edilizio esistente del Centro Storico del Superiore
• Impegno a garantire un ulteriore snellimento delle procedure autorizzative, al
fine di promuovere ed agevolare l’attività di edilizia privata
• Proseguire nella sistemazione e riqualificazione degli spazi pubblici per un rias-
setto complessivo del tessuto urbano, ricercando nuove soluzioni alla carenza di
parcheggi pubblici
• In accordo con le Parrocchie e la Soprintendenza ai Beni Architettonici, valutare la
praticabilità al restauro di antichi edifici religiosi, in particolare l’Oratorio di
N.S.Assunta, la chiesetta di S.Antonio e quella campestre di Gamondino.
• Predisposizione della “gamma dei colori”, per orientare e semplificare gli interventi
sulle facciate degli edifici

Risultati attesi
Valorizzazione dei Centri Storici e del patrimonio edilizio esistente
Promozione di un corretto e sostenibile sviluppo di nuove edificazioni
Miglioramento complessivo dell’assetto urbano del nostro Paese

-4-
LAVORI PUBBLICI
Con il recente completamento del nuovo polo scolastico, il
recupero e la trasformazione dell’ex Scuola Elementare (il
cui primo lotto è in corso di ultimazione) ed il programmato
riutilizzo dell’ex asilo infantile, unitamente a tutte le altre
strutture già attive ed esistenti, siamo in presenza di una offerta
di spazi per servizi pubblici più che sufficiente.
Per quanto riguarda la viabilità, ultimati recentemente gli interventi riguardanti il ponte
di Via Caduti della Libertà, la passerella di Piazza Viotti e quella nuova di Via Mazzini,
la sistemazione di diverse strade dei due nuclei storici (alcuni ancora in corso o in
fase di assegnazione: Via E. Pizzorni, Piazza Mons. Ferrando, Via Garibaldi), si tratta di
proseguire gli interventi di miglioramento e di pavimentazione su tutte le altre strade
comunali, realizzando, ove materialmente possibile, nuovi spazi verdi e di sosta.
Tra gli aspetti da considerare con più attenzione è sicuramente presente il Cimitero
Comunale: da un lato va con urgenza studiata e valutata (in relazione all’andamento
demografico e alla scadenza delle concessioni cimiteriali) l’ipotesi dell’ampliamento
sul lato nord o le possibili alternative alla richiesta di loculi e campi di inumazione,
mentre appare sempre più necessario un radicale intervento di manutenzione degli
spazi, che solo in parte si era ottenuto con la definitiva sistemazione del lato sud.

Azioni
• Completamento sistemazione asse viario di Rossiglione Inferiore
(Piazza 2-3 Gennaio, Piazza Viotti, Via G.B. Olivieri)
• Interventi di riqualificazione dell’asse urbano principale (Via Garibaldi, Via
Roma, Via Airenta), mediante il completamento degli impianti di illuminazione
pubblica, della sistemazione dei marciapiedi e dell’arredo urbano. In particolare
nell’asse stradale di Via Roma si studieranno nuove opportunità per parcheggi,
alberature e percorsi pedonali, per collegare visivamente e fisicamente i due
borghi del Paese e rendere il principale asse viario un vero attraversamento urbano
• Graduale ma completo intervento di sistemazione della pavimentazione con
materiale lapideo delle strade dei due nuclei storici. Considerato il rilevante
impatto economico, compensato da una maggiore durata nel tempo e dalla
migliore qualità estetica, alcuni urgenti interventi di pavimentazione in vie
particolarmente danneggiate (ad esempio Via G.B.Olivieri, Via Gramsci) saranno
limitati ad una provvisoria bitumazione
• Sistemazione aree retrostanti il Poliambulatorio, il Palazzo Comunale e l’ex Scuola
Elementare
• Ampliamento e rettifica di Via Giovanni XXIII
• Sistemazione complessiva ed arredo urbano in Via Don Minetti e Valle Berlino,
con nuovi punti luce alimentati da pannelli fotovoltaici

-5-
• Interventi nell’area ex Ferriera, con spostamento della struttura in acciaio del piaz-
zale e sistemazione di nuovo arredo, manutenzione straordinaria spogliatoi a servizio
del vecchio campo di calcio, sistemazione aree verdi adiacenti al parco giochi
• Completamento della ristrutturazione dell’ex Scuola Elementare
• Interventi di restauro del Ponte Vecchio di Rossiglione Inferiore e dell’edicola
sovrastante
• Riqualificazione Viale Caduti della Libertà e realizzazione nuovi posteggi presso
la Stazione FF.SS
• Completamento degli interventi di restauro e recupero funzionale del complesso
del Palazzo Comunale
• Interventi di riordino in Piazza C. Battisti
• Sistemazione di una tettoia davanti all’ingresso della sede scolastica
• Interventi ed allacci a completamento della rete acquedottistica e fognaria in
accordo con l’ente gestore AM.TER
• Valutazione possibile acquisizione ex Mobilificio Ravera da adibire a magazzino
comunale
Risultati attesi
Migliore utilizzo di edifici e strutture pubbliche
Adeguamento e riqualificazione aree pubbliche
Miglioramento della viabilità e della sicurezza

ATTIVITÀ ECONOMICHE
E PRODUTTIVE
Lo sviluppo di attività imprenditoriali diffuse nel territorio ha
bisogno di un adeguato sistema di infrastrutture,quali strade ed aree
attrezzate, ma anche servizi quali lo snellimento della burocrazia
e la collaborazione attiva dell’Ente locale. Per i servizi alle imprese commerciali,
artigianali e turistiche continueremo a porre attenzione, in stretto accordo con le
associazioni di categoria, alle questioni riguardanti le possibili fonti di finanziamento
regionale ed europeo, alle questioni riguardanti il miglioramento qualitativo delle
piccole imprese e l’utilizzo ottimale dei nuovi strumenti di comunicazione. Resta
fondamentale il sostegno al tessuto commerciale tradizionale, che svolge un ruolo
economico e sociale importante nella vita della nostra comunità. Anche per questo
continueremo ad avvalerci dell’azione del Consorzio Valle Stura Expo e delle sue nuove
possibilità di animazione economica.
Le attività agricole e zootecniche locali vanno sempre più valorizzate per il
significativo ruolo nell’economia locale e in un’ottica di presidio e salvaguardia del
territorio.Valorizzare la qualità e la tipicità dei prodotti con la creazione di un mercato

-6-
per le produzioni locali, avvicinando il produttore al consumatore, con particolare
attenzione all’agricoltura biologica e alla nuova imprenditorialità femminile.
Azioni
• Riproposizione dell’apertura - presso la Comunità Montana - dello sportello
unico per le imprese
• In collaborazione con le Associazioni di categoria e la Regione Liguria, attività di
informazione su opportunità di finanziamenti pubblici
• Collaborazione con la nuova, e unica, società proprietaria dell’ex Cotonificio
Ligure, perché si mettano in cantiere i progetti di ristrutturazione dell’edificio
industriale, già approvati dai competenti organi comunali e sanitari, e per
individuare imprese disponibili ad insediarsi nei nuovi spazi
• Predisposizione di un nuovo Piano per insediamenti produttivi artigianali nella
nuova area del Giro dell’Orso; verifica della praticabilità di un insediamento di un
distributore di carburanti a basso impatto ambientale
• Predisposizione del Piano Commerciale, in relazione alla nuova legge regionale
sul commercio
• Armonizzazione orari di apertura degli esercizi di somministrazione alimenti e
bevande
• Proposte alla categoria per aperture prolungate a turnazione per favorire l’accesso di
lavoratori pendolari alla rete commerciale locale
• Valorizzazione dei prodotti agricoli locali e promozione della cosiddetta “filiera
corta”, con una efficace collaborazione con le cooperative di agricoltori, allevatori
e caseificatori
• Disponibilità alla collaborazione con le imprese agrituristiche e di Bed & Breakfast
per la promozione di un turismo ecocompatibile, l’organizzazione di eventi,
segnaletica dei sentieri per attività di escursionismo e mountain bike, con punto di
informazione presso il Consorzio Expo
• Predisposizione di un progetto di “ospitalità diffusa”, per mettere in rete le
strutture ricettive del territorio, secondo le indicazioni della relativa legge
regionale, in accordo con i Comuni della nuova Comunità Montana
• Confronto con la Provincia di Genova e le associazioni di cacciatori per rimuovere
la problematiche sorte in campagna per la presenza di un eccessivo numero di
ungulati (cinghiali e caprioli)
• Verifica della praticabilità di un servizio bar e giornali per i pendolari

Risultati attesi
Sviluppo di attività produttive e creazione di nuovi posti di lavoro
Valorizzazione delle imprese commerciali, artigianali, agricole e turistiche
locali
Miglioramento dei servizi commerciali ai residenti

-7-
AMBIENTE
Una seria ed efficace politica ambientale sarà uno dei princi-
pali aspetti del nostro operare, per coniugare una buona
amministrazione con i progetti di sviluppo sostenibile e di
valorizzazione del territorio e dell’intera comunità locale.
Riteniamo che questa sia la via per uno sviluppo durevole
e auspicabile, una strategia per le generazioni future, per un mondo che possa
confrontarsi con le problematiche della globalizzazione. Scopo della nostra azione
sarà la realizzazione di una piena cittadinanza ambientale, capace di coinvolgere la
compartecipazione dei cittadini al governo dell’ambiente.

Azioni
• Promozione di una forma di sviluppo di attività produttive che risulti sostenibile
per il nostro territorio
• Realizzazione di mini impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili
• Miglioramento della raccolta differenziata dei rifiuti, anche per raggiungere i
limiti quantitativi prescritti dalla legge
• Conservazione della Certificazione Ambientale, elemento di valorizzazione sia
in quanto impegno ad eseguire le migliorie previste nel Sistema di Gestione
Ambientale, sia come parametro di valore aggiunto nell’attrattiva della nostra
offerta turistica
• Sensibilizzazione alle “buone pratiche” per abitare e gestire il nostro territorio
nel pieno rispetto dell’ambiente, compreso il problema deiezioni canine, con
maggiori controlli per applicare l’esistente, severo, regolamento comunale
• Interventi diffusi di arredo urbano, che, con le pavimentazioni già eseguite o
previste, valorizzino il patrimonio abitativo del nostro Paese, collocazione di
panchine e fioriere
• Azioni di difesa del suolo dal dissesto idrogeologico, in collaborazione con
la Comunità Montana
• Azioni comuni con l’ente Parco del Beigua e collaborazione con il Parco
Capanne di Marcarolo, per la manutenzione sentieri e la promozione di un
turismo interessato ai beni naturalistici, valorizzazione della Valle Gargassa
• Predisposizione del Piano Comunale di adeguamento ed organizzazione degli
impianti di telecomunicazione
• Carta d’identità dell’acqua, per valorizzare e incentivare l’uso potabile dell’acqua
oligominerale del nostro acquedotto
• Studio di fattibilità per la realizzazione di un laghetto balneabile con criteri
naturalistici nell’area Gargassino
• Riproposizione di campagne annuali per limitare la presenza di colombi nel centro
urbano

-8-
Risultati attesi
Miglioramento della qualità della vita e dell’abitare a Rossiglione
Adeguato e sostenibile sviluppo delle attività economiche locali
Contributo al risparmio energetico complessivo
Adeguamento alle normative di legge in materia di ambiente
Riduzioni di spesa per acquisto di energia e di costi di gestione di strutture
pubbliche
Incremento di presenze nelle strutture ricettive, di attività nelle pratiche sportive
e in generale nelle iniziative per il tempo libero

SERVIZI SOCIALI E SANITARI


Il primo obiettivo resta quello di poter offrire risposte, efficaci
ed in tempi congrui, ai bisogni di tutti i cittadini in difficoltà,
siano essi anziani o famiglie, minori o migranti.
Sul piano pratico va consolidata la piena operatività e la
conoscenza dei servizi già offerti dalle Amministrazioni della
Valle Stura, gestite tramite il Distretto socio-sanitario e il Consultori familiare, e
talvolta purtroppo non sufficientemente noti e pertanto non sfruttati al pieno delle
loro potenzialità:
• Assistenza domiciliare
• segretariato sociale
• affido famigliare
• affido educativo
• Centro Ragazzi
• supporto famigliare sia psicologico che legale
• aiuti economici, sia occasionali che continuativi o su progetto
• inserimenti lavorativi
In questo quadro di servizi assistenziali si ritiene necessario proporre e pianificare
servizi per la prima infanzia, valutando soluzioni articolate compatibili con l’effettivo
bisogno dell’utenza e con la sostenibilità economica sia dell’Ente pubblico che delle
famiglie.
Rilevante è la necessità di vedere ricrescere le “buone pratiche” dell’accoglienza e della
solidarietà, con l’aiuto e la partecipazione diretta di chi ricorda il nostro come un Paese
industriale aperto ai “foresti”.
La presenza di ambulatori specialistici nelle strutture sanitarie di Rossiglione e della
Valle Stura richiede una particolare attenzione per una puntuale verifica della loro
operatività e, se necessario, un immediato confronto con la ASL 3 Genovese.
Per quanto riguarda il servizio di Medicina di Base si ritiene auspicabile una più
opportuna distribuzione dell’orario settimanale del servizio associato, per assicurare

-9-
una presenza costante di un medico nell’arco della giornata, anche per eventuali piccole
emergenze, così come è necessario rendere più efficace il servizio di Guardia Medica.

Azioni
• Migliorare l’informazione sulle prestazioni dei servizi sociali
• Migliorare l’efficacia del servizio di Medicina di Base e di Guardia Medica
• Mantenere e consolidare i servizi ambulatoriali di specialistica
• Riproposizione dell’opportunità di creare una “Consulta dei migranti” per
favorire un corretto inserimento di extracomunitari, prevalentemente di origine
latino americana, nel nostro paese, per una politica di coesione sociale e di
sicurezza

Risultati attesi
Servizi sociali e sanitari più vicini alle necessità degli utenti
Evitare tensioni e costruire un modello di convivenza civile in un contesto di maggior
sicurezza

PUBBLICA ISTRUZIONE
E CULTURA
Nel corso degli ultimi due quinquenni amministrativi, con
un impegno finanziario e amministrativo di grande rilievo, il
Comune si è dotato di un nuovo edificio scolastico, ritenuto
esemplare dalla Comunità Europea per le sue pratiche di
bioarchitettura, per il riscaldamento a biomasse forestali, per il risparmio energetico.
Ciò dimostra ancora una volta l’attenzione rivolta al mondo della scuola, alle famiglie
e all’educazione dei giovani. Di fronte alle restrizioni finanziarie già attuate da questo
governo, che incideranno seriamente sulla qualità e sul costo dei servizi, e gli effetti
della mini riforma del ministro Gelmini, che creeranno difficoltà organizzative alla
scuola pubblica, ci impegneremo per affrontare queste situazioni con particolare
cura e disponibilità alla collaborazione con l’Istituto Comprensivo della Valle Stura,
per sostenere progetti didattici e arricchire le dotazioni strumentali a servizio dei
docenti, per contribuire a una buona formazione e all’arricchimento educativo dei
nostri ragazzi.
L’iniziativa culturale sarà ancora un elemento importante della pratica amministrativa,
per favorire la socializzazione e qualificare il nostro modello di vita comunitaria,
per praticare e dotare di nuove tecnologie spazi pubblici di cultura, ma anche per
promuovere iniziative che possano costituire occasioni di rilancio economico delle
nostre realtà locali.

- 10 -
Azioni
• Convenzionamento con il Museo Passatempo per l’allestimento di una
esposizione permanente di oggetti di modernariato e del design del Novecento
nell’edificio dell’ex Scuola Elementare e per la programmazione di mostre
temporanee a tema.
Questo progetto potrà essere finanziato con fondi regionali per far parte della “rete
museale” della Provincia di Genova e costituire un importante volano anche per
l’economia locale dei servizi di ristorazione e di accoglienza turistica
• Sistemazione dei locali e dell’arredo per la creazione di un centro di aggregazione
sociale e culturale per giovani e anziani nei locali del primo piano dell’ex Scuola
Elementare
• Promozione di studi e di iniziative di valorizzazione della storia e della cultura
locale, dei beni artistici, delle feste tradizionali
• Nell’ambito dell’auspicabile acquisizione da parte del Comune dell’ex mobilificio
Ravera, creazione di uno spazio di aggregazione giovanile per gruppi musicali,
adeguato alla normativa vigente
• Collaborazione con comitati, associazioni e gruppi corali per l’organizzazione e
l’arricchimento di eventi e manifestazioni culturali
• Proposizione di un progetto di iniziativa culturale rivolto in particolare alla
popolazione meno giovane, quale è l’Università della terza età, nella disponibilità
degli spazi della Biblioteca Comunale, del Cinema Municipale e dell’ex Scuola
Elementare, in accordo con i Comuni delle Valli Stura e Orba e dell’Ovadese
• Dotazione di sistema di proiezione digitale nella Sala Polivalente Municipale
• Nuove proposte di animazione culturale in Biblioteca
• Sistemazione di alcuni punti di disagio nell’edificio scolastico
• Spazio didattico esterno per la Scuola Materna

Risultati attesi
Miglioramento della qualità della vita e dell’utilizzo del tempo libero per giovani e
anziani
Servizi scolastici funzionali ed efficaci per una buona crescita culturale dei nostri
giovani
Miglior utilizzo di strutture edilizie comunali
Valorizzazione dell’associazionismo e del volontariato

- 11 -
VIABILITÀ
E TRASPORTI PUBBLICI
Nonostante la presenza di importanti vie di comunicazione
che attraversano la Valle Stura, sono state ancora frequenti
le situazioni di disagio che hanno interessato tutti noi nei
collegamenti ferroviari e stradali verso il Genovesato e l’Ovadese,
in ultimo le prolungate interruzioni per frane della Provinciale 456 verso Ovada.
La necessità di spostamenti verso i luoghi di lavoro e di studio con tempi e mezzi più
sicuri richiede un costante impegno verso Enti e Istituzioni superiori per assicurare
percorrenze dignitose.

Azioni
• Impegno comune, con la Regione Liguria e le associazioni degli utenti, per assicurare
un livello decoroso nel trasporto ferroviario
• Sollecitare la Provincia di Genova a completare l’allargamento della sede stradale nel
tratto Rossiglione - Campo Ligure della Provinciale 456
• Insistere nella richiesta alla Provincia di Alessandria ad intervenire per
l’eliminazione delle strozzature (Rocca d’arme e Gnocchetto) nel tratto Rossiglione -
Ovada e attenuare elementi di pericolosità
• Completamento della bitumazione di tutte le strade comunali nel corso dei 5
anni di mandato, con barriere di sicurezza nuove o ripristino di quelle esistenti
• Chiedere un rinnovato impegno alla Provincia di Alessandria e alle FF.SS. per
l’eliminazione dei tre passaggi a livello tra Rossiglione e Ovada
• Fare controlli più frequenti e più severi, creare le condizioni per eliminare il
pericolo costituito dai motociclisti che percorrono a velocità elevata le nostre
strade Provinciale 456 (ex statale) e 41 (per Tiglieto)
• Sistemazione di segnalatori di velocità o controlli semaforici nel tratto urbano
della strada provinciale, per garantire con maggior efficacia il controllo dei limiti di
velocità

Risultati attesi
Più sicurezza nelle strade
Miglioramento del servizio nel trasporto ferroviario

- 12 -
INNOVAZIONE
E COMUNICAZIONE
Lo sviluppo tecnologico impone di praticare nuove soluzioni
per la gestione di servizi comunali e di creare nuovi canali di
comunicazione e di informazione. Per sviluppare un’azione
amministrativa trasparente e attenta alle opinioni dei cittadini
riteniamo dunque sia importante migliorare la comunicazione. La tecnologia rende
possibile un contatto costante con il cittadino attraverso le rete Internet. Con
l’implementazione di strumenti comunicativi, quali forum di discussione e bollettini
informatici, sarà possibile recepire proposte e valutazioni, nonché far conoscere lo
stato dei lavori e le iniziative in corso. Per coloro che non hanno accesso ad internet
si potranno organizzare incontri a cadenza periodica, per permettere che lo scambio
di informazioni tra amministratori e cittadini avvenga in modo costante.

Azioni
• Rinnovare, aggiornare e implementare il sito Internet del Comune
• Riproporre la stampa e la diffusione di un bollettino cartaceo, quale è stato il
“Gazzettino di Rossiglione”
• Organizzare incontri periodici di informazione e dibattito
• Promuovere il territorio, i suoi beni naturalistici e le sue produzioni di qualità, le
attività didattiche e l’accoglienza turistica

Risultati attesi
Miglioramento della diffusione di corrette informazioni sull’attività ammi-
nistrativa
Recepimento di idee, opinioni, critiche da parte di cittadini sull’operato
dell’Amministrazione
Azione amministrativa sempre più mirata sui bisogni dei cittadini

ASSOCIAZIONISMO E SPORT
Nella vita della nostra comunità è importante il ruolo svolto
dal volontariato e dall’associazionismo in genere. Decisivo per
conservare tradizioni e valori, sia nella cultura cattolica che
laica, è fondamentale nei settori più delicati dello stato sociale,
nella pratica e nell’educazione sportiva dei nostri giovani, così
come nelle proposte di cultura e di svago. Ma un ruolo particolarmente significativo
è svolto dal volontariato nell’ambito dell’emergenza sanitaria, con un Comitato
Locale CRI dove convivono buone competenze ed esperienza e che ha saputo

- 13 -
dotarsi, con l’aiuto di tutta la popolazione, di una sede funzionale ed un eccellente
parco mezzi.
Sarà prioritario confrontarsi e collaborare con particolare rispetto con i volontari
e le associazioni, trovare modalità e forme per rendere questi soggetti protagonisti
attivi delle scelte future della programmazione comunale. La creazione di una
Consulta Giovanile ha rappresentato un’ulteriore occasione di partecipazione alle
scelte e alla vita comunitaria.

Azioni
• Collaborazione attiva con tutte la associazioni locali
• Attuare una politica di attenzione verso le proposte elaborate dalla Consulta
Giovanile e motivare i giovani nella gestione della “cosa pubblica” e nella cura del
“loro” Paese
• Valutare la fattibilità di un campo da calcetto a 5/7 in erba sintetica
• Promuovere iniziative di carattere socio-culturale nel futuro centro di aggregazione
per giovani e anziani

Risultati attesi
Valorizzazione delle tradizioni, della storia e della cultura locale
Significativa e diversificata offerta di proposte per la promozione della cultura e di
intrattenimento
Adeguata risposta alle emergenze

PROTEZIONE CIVILE
L’Amministrazione, nel recente passato, si è dotata del Piano
Comunale di emergenza, strumento necessario per rispondere
in maniera corretta e tempestiva a situazioni di criticità.
Altrettanto necessaria la presenza attiva del volontariato
locale e auspicabile appare il coinvolgimento di altre realtà
associative presenti sul territorio. In sede di Comunità Montana è stato costituito il
Centro intercomunale Operativo (CIO), per la lotta agli incendi boschivi.

Azioni
• Verifica ed eventuale revisione del Piano Comunale di emergenza, per uno
strumento operativo aggiornato
• Coordinamento delle iniziative a livello di vallata
• Sollecitare la partecipazione attiva della popolazione
• Organizzare, in accordo con la locale associazione “PRO.CIV. Valle Stura”, corsi per
formare nuovi volontari

- 14 -
Risultati attesi
Miglior coordinamento tra Enti, Organi di sicurezza e volontariato in caso di
emergenze
Maggiore informazione e sensibilizzazione della popolazione

COMUNITÀ MONTANA
E SERVIZI ASSOCIATI
La nuova Comunità Montana, così come definita dalla recente
legge di riordino del sistema, si configura non più come un Ente
di rappresentanza istituzionale, ma come un Ente di gestione di
servizi e funzioni sovracomunali, dove i Sindaci dei paesi che ne fanno parte ricoprono
un nuovo e più importante ruolo nella conduzione della stessa.
Il territorio e la popolazione della Comunità, della quale ora fa parte anche il
Comune di Mele, trae da questo nuovo Ente una maggiore e più importante forma
di rappresentanza, dalla quale discende una organizzazione di servizi e funzioni
comunali, che, aggiunti a quelli già posti in essere, aumenteranno la qualità della vita
dei cittadini e con nuove possibilità di razionalizzare e riorganizzare il funzionamento
dei Comuni, realizzando economie di scala che potranno liberare risorse da destinare
al miglioramento di questi servizi.
Si tratta indubbiamente di una sfida importante ed impegnativa, che tuttavia si intende
accettare e portare avanti. Solamente avendo come riferimento tutta la popolazione,
le forze sociali e le attività economiche dei Comuni coinvolti e tutto l’ampio territorio
interessato, si potrà avere possibilità di sviluppo e di crescita.

Azioni
• Organizzare i servizi previsti in forma associata e praticare le possibili riduzioni di
spesa
• Promuovere le iniziative e le produzioni di eccellenza del territorio in forma
coordinata
• Partecipare in forma associata, in collaborazione anche con il Parco del Beigua, e
altre Comunità Montane, ai bandi per l’accesso ai fondi regionali ed europei

Risultati attesi
Possibilità di accedere con maggiori opportunità a forme di finanziamento
regionale ed europeo
Praticare una programmazione della politica comunale in accordo con i comuni
vicini

- 15 -
Ringraziamo infine tutti coloro che hanno risposto positivamente al
questionario proposto alle famiglie, fornendo idee e suggerimenti che hanno
contribuito ad arricchire il nostro programma.
Assicuriamo comunque che, nei limiti del possibile e nei tempi del mandato,
prenderemo in considerazione anche le richieste non recepite direttamente
nel programma.

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 6 - 7 giugno 2009


ROSSIGLIONE
COME SI VOTA
Il Cittadino che vota un candidato alla carica di Sindaco può esprimere la sua scelta in due
modi diversi:
• TRACCIANDO UN SEGNO SUL NOMINATIVO DEL CANDIDATO
Esempio:

Martini Cristino
candidato alla carica di Sindaco

COGNOME CONSIGLIERE
Voto di preferenza per un candidato alla carica di Consigliere Comunale

OPPURE
• TRACCIANDO UN SEGNO SUL SIMBOLO DELLA LISTA
Esempio:

Martini Cristino
candidato alla carica di Sindaco

COGNOME CONSIGLIERE
Voto di preferenza per un candidato alla carica di Consigliere Comunale

Si può esprimere un solo voto di preferenza alla carica di Consigliere


Comunale, indicando il Cognome del candidato.