Sei sulla pagina 1di 64

Elle Emme Trading Studio

Manuale utente - Ver. 1.8

Pagina 1 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Indice generale
Presentazione di Trading Studio...........................................................................................................4 Caratteristiche di Trading Studio.....................................................................................................4 Integrazione di Trading Studio con gli altri programmi..................................................................4 Funzioni di Trading Studio..............................................................................................................5 Gestione automatica degli ordini................................................................................................5 Stop and Reverse.........................................................................................................................5 Disaccoppiamento tra sistemi e con l'operativit manuale.........................................................5 Scelta tra operativit tick-by-tick e timeframe............................................................................5 Estendere Trading Studio............................................................................................................6 Installazione e requisiti di sistema........................................................................................................7 Requisiti di sistema..........................................................................................................................7 Installazione e disinstallazione del software....................................................................................7 Aggiornamento del software............................................................................................................7 Autenticazione.................................................................................................................................7 Nozioni fondamentali sull'utilizzo del programma..............................................................................8 Logica di interazione e famiglie di componenti..............................................................................8 Famiglie di componenti..............................................................................................................8 Logica di base.............................................................................................................................9 Generatore di segnale.......................................................................................................................9 Ordine di esecuzione dei generatori dei segnale.......................................................................11 Accesso alle serie dei prezzi e degli indicatori..............................................................................13 Esempio di sistema di trading...................................................................................................14 Gestione degli errori......................................................................................................................15 Debugging di un progetto: Il Visual Debugger..............................................................................17 Interfaccia utente e funzioni di base...................................................................................................19 Interfaccia utente............................................................................................................................19 Samples Browser.......................................................................................................................21 Accesso rapido componenti......................................................................................................22 Selettore di pagina.....................................................................................................................23 Finestra delle propriet..............................................................................................................24 Impostazioni di progetto...........................................................................................................25 Libreria e Snippets....................................................................................................................27 Impostazione della cartella di destinazione degli experts.........................................................28 Gestione dei componenti e delle connessioni................................................................................29 Aggiunta di un nuovo componente al foglio di lavoro.............................................................29 Spostamento componenti..........................................................................................................30 Blocco dei componenti..............................................................................................................30 Disposizione automatica dei componenti sul foglio di lavoro..................................................30 Collegamento di componenti....................................................................................................31 Selezione di un componente.....................................................................................................32 Selezione di un connettore........................................................................................................32 Eliminazione di un componente o di un connettore..................................................................32 Componenti visuali in Trading Studio................................................................................................33 Pagina 2 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8
Funzioni.........................................................................................................................................33 Funzioni base............................................................................................................................33 Funzioni ad ingressi aperti........................................................................................................34 Funzioni comuni............................................................................................................................35 Immissione manuale valori.......................................................................................................35 Prezzi.........................................................................................................................................36 Indicatori tecnici.......................................................................................................................37 Operatori........................................................................................................................................40 Operatore aritmetico.................................................................................................................40 Operatore di confronto..............................................................................................................41 Operatore logico........................................................................................................................41 Operatore incrocio indicatori....................................................................................................42 Operatore varco soglia..............................................................................................................42 Operatore di incrocio prezzo/indicatore....................................................................................43 Tabelle............................................................................................................................................44 Assegnazione di nomi simbolici tramite l'editor di tabelle.......................................................45 Variabili interne..............................................................................................................................47 Impostazione condizionale di variabili.....................................................................................48 Funzioni ed operatori avanzati.......................................................................................................49 Funzioni di controllo account...................................................................................................49 Operatori avanzati.....................................................................................................................50 Orari..........................................................................................................................................51 Analisi tecnica...........................................................................................................................53 Gestione ordini..........................................................................................................................54 Matematica................................................................................................................................56 Test del progetto all'interno della piattaforma di trading....................................................................57 Impostazioni preliminari................................................................................................................57 Collaudo.........................................................................................................................................58 Estendere Trading Studio...................................................................................................................59 Architettura dei plug-in..................................................................................................................59 Linee guida per l'importazione delle funzioni...............................................................................62 Sintassi di importazione.................................................................................................................62 Esempi di estensioni......................................................................................................................63 Funzione base con valori di default..........................................................................................63 Funzione ad ingressi aperti.......................................................................................................64 Map Pack.......................................................................................................................................65

Pagina 3 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Presentazione di Trading Studio


Caratteristiche di Trading Studio
Trading Studio vi consente di realizzare sistemi di trading automatico sui prodotti finanziari senza conoscere un linguaggio di programmazione e con estrema facilit. Grazie all'intuitiva interfaccia utente ed all'utilizzo di funzioni studiate appositamente per lo svolgimento delle operazioni pi comuni, la realizzazione di un sistema trading automatico ora possibile anche per i non addetti ai lavori. Con Trading Studio potrete concentrarvi unicamente sulle vostre strategie e realizzarle in pochi minuti e grazie all'integrazione con il software di Metaquotes, MetaTrader Terminal, potrete perfino effettuare dei back-test per valutarne i rendimenti.

Integrazione di Trading Studio con gli altri programmi


Essendo Trading Studio un programma per la creazione di sistemi automatici di trading, deve necessariamente funzionare insieme a delle piattaforme per il trading on-line. Trading Studio, nella sua versione attuale, crea dei sistemi automatici per la piattaforma MetaTrader 4 di Metaquotes. In linea di principio, un sistema automatico funziona perfettamente su qualsiasi prodotto finanziario, tuttavia con la piattaforma Metaquotes potrete lavorare solo sui seguenti mercati: Forex Commodities Derivati

Pagina 4 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Funzioni di Trading Studio


Lo scopo di Trading Studio la creazione di strategie automatiche di trading; al fine di facilitare lo svolgimento delle operazioni ed aiutarvi nello sviluppo Trading Studio gestisce automaticamente alcune situazioni di mercato e posizioni attive.

Gestione automatica degli ordini


Trading Studio gestisce automaticamente l'esposizione finanziaria nel senso che mantiene aperta un'unica posizione alla volta e provvede a non incrementarla ulteriormente nel caso di segnale nella medesima direzione. Ad esempio se create un sistema che deve comprare ad ogni incrocio di due indicatori tecnici, Trading Studio effettuer un'unica operazione. In questo modo si evitano situazioni di sovraesposizione finanziaria che porterebbero inevitabilmente a gravi conseguenze sul saldo. Molto spesso una condizione di acquisto potrebbe verificarsi anche diverse volte nell'arco di un solo minuto.

Stop and Reverse


Trading Studio lavora tramite la tecnica dello Stop And Reverse. Nel caso, ad esempio, vogliate effettuare una vendita mentre avete una posizione in essere di acquisto, Trading Studio provveder prima a chiuderla automaticamente ed ad effettuare successivamente l'operazione di vendita vera e propria. E' possibile modificare questo comportamento predefinito agendo sulle impostazioni di progetto.

Disaccoppiamento tra sistemi e con l'operativit manuale


Trading Studio in grado di far convivere diverse strategie contemporaneamente e di consentire al contempo l'operativit manuale sul mercato. Questo avviene marcando ogni progetto con un Identificativo di Progetto, ossia con un numero che permette a Trading Studio di imputare ogni operazione al sistema di appartenenza. Alla creazione di un nuovo progetto Trading Studio assegna autonomamente un Identificativo casuale; estremamente importante evitare di contrassegnare pi progetti con il medesimo identificativo se questi devono operare contemporaneamente e sul medesimo account.

Scelta tra operativit tick-by-tick e timeframe


Trading Studio permette di impostare un sistema su due livelli di operativit: modalit timeframe o tick-by-tick. Nel caso di operativit tick-by-tick la logica di trading viene eseguita all'arrivo di ogni quotazione, mentre in modalit timeframe le operazioni vengono eseguite solo al momento della formazione di una nuova candela. Uno stesso progetto pu portare risultati completamente differenti se si cambia la modalit corrente. Pagina 5 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8 Estendere Trading Studio
Trading Studio consente all'utente di estendere le proprie funzionalit di base grazie alle seguenti caratteristiche: Utilizzo di indicatori tecnici personalizzati sviluppati dall'utente Riutilizzo delle pagine tra pi progetti Importazione in forma visuale di funzioni scritte in linguaggio MQL

Pagina 6 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Installazione e requisiti di sistema


Requisiti di sistema
Trading Studio richiede la seguente configurazione minima: Windows XP SP2 (consigliato Windows Vista) 512 MB RAM (consigliato 1 GB) Processore 1,2 GHZ o sup. Connessione ad internet per l'autenticazione del software Una versione demo o reale della piattaforma MetaTrader Client Terminal

Installazione e disinstallazione del software


Per installare il software eseguite il programma Setup.exe Per rimuovere Trading Studio dal computer utilizzate il Panello di Controllo di Windows alla voce Disinstallazione applicazioni dopo averlo selezionato tra le applicazioni installate.

Aggiornamento del software


Trading Studio esegue all'avvio un controllo per verificare che siano presenti aggiornamenti. Se rispondete affermativamente alla richiesta di aggiornamento Trading Studio effettuer lo scaricamento dei componenti da internet ed installer l'ultima release disponibile.

Autenticazione
Trading Studio richiede l'autenticazione per effettuare la compilazione dei progetti. Se non effettuate l'autenticazione non potrete compilare i progetti. Per effettuare l'autenticazione scegliete la voce Attivazione prodotto dal menu Strumenti ed inserite il nome utente e la password che vi sono state inviate all'atto dell'acquisto. L'autenticazione richiede una connessione ad internet attiva; una volta autenticato Trading Studio funziona anche in modalit off-line.

Pagina 7 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Nozioni fondamentali sull'utilizzo del programma


Per realizzare un sistema di trading automatico con Trading Studio essenziale comprendere il processo di compilazione e le parti fondamentali che lo compongono. Le parti principali di cui composto un progetto sono costituite dai fogli di lavoro. Trading Studio svolge la logica di trading eseguendo le istruzioni contenute dal primo foglio fino all'ultimo. Le pagine speciali Inizializzatore e Deinizializzatore sono invece eseguite rispettivamente al caricamento del sistema automatico nella piattaforma di trading o alla sua terminazione per la chiusura della piattaforma o del sistema stesso.

Logica di interazione e famiglie di componenti Famiglie di componenti


E' possibile dividere i componenti di cui composto Trading Studio nelle seguenti famiglie: 1. Funzioni: Le funzioni sono componenti che restituiscono dei valori sulla base dei parametri impostati (funzioni base) o degli ingressi collegati (funzioni ad ingressi aperti). Della famiglia delle funzioni fanno parte 1. la serie di accesso ai prezzi 2. gli indicatori 3. le funzioni standard 4. le funzioni avanzate 5. le funzioni definite dall'utente 2. Operatori: Gli operatori consentono di combinare tra loro pi funzioni. Sono in totale sei: 1. Operatore logico 2. Operatore di confronto (relazionale) 3. Operatore algebrico 4. Incrocio indicatori 5. Incrocio prezzo indicatore 6. Varco soglia 3. Controlli terminali: I controlli terminali rappresentano componenti privi di punti uscita o in cui possibile non collegare il punto di uscita. Questi sono: 1. Generatore di segnale 2. Tabelle 3. Variabili di processo

Pagina 8 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8 Logica di base
Fondamentalmente la costruzione di un sistema di trading con TS avviene combinando tra loro pi funzioni tramite gli operatori per terminare poi in in un generatore di segnale. Ad esempio se volessimo acquistare quando un indicatore maggiore di un certo valore e sufficiente utilizzare solo 4 componenti come si vede dalla figura seguente.

Illustrazione 1: Costruzione sistemi di base

Generatore di segnale
Il generatore di segnale il componente principale di Trading Studio e rappresenta il punto finale del programma di trading stesso. E' possibile immettere pi di un generatore per foglio o per progetto; normalmente un progetto contiene almeno due generatore di segnali: uno per la logica di acquisto ed uno per la logica di vendita. Ogni qualvolta Trading Studio incontra un generatore di segnale e la condizione della sua attivazione si avverata, esegue il comando in esso contenuto ed interrompe l'esecuzione delle istruzioni successive. Il generatore di segnale composto da tre ingressi: 1. Attiva: Questo ingresso deve essere connesso ad un valore di tipo boolean (vero/falso). In caso di valore true il comando impostato nel generatore verr eseguito. 2. StopLoss: Tramite lo StopLoss si indica il livello al quale l'ordine verr chiuso a causa di una perdita. 3. TakeProfit: Tramite il TakeProfit viene specificato il livello al quale l'ordine verr chiuso per il raggiungimento di un profitto 4. Lotti: Dalla versione 1.8.0.10 presente anche questo ingresso. Collegandolo possibile Pagina 9 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8
effettuare chiusure parziali di una posizione o modificare una tantum la quantit predefinita di lotti per una transazione. Gli ingressi StopLoss e TakeProfit possono venire connessi o meno; quando connessi possono ricevere o una funzione Pips o una funzione Numero Decimale che specificano i livello in termini di punti decimali o di valore corrente del prodotto finanziario. I comandi possibili per un generatore di segnale sono i seguenti: Neutro: In questo caso il sistema automatico esce senza eseguire nessuna operazione Acquisto: Trading Studio esegue una operazione di acquisto per una quantit pari a quella specificata nelle impostazioni di progetto e termina l'esecuzione delle istruzioni successive Vendita: Trading Studio esegue una operazione di vendita per una quantit pari a quella specificata nelle impostazioni di progetto e termina l'esecuzione delle istruzioni successive Chiusura: La posizione attiva viene chiusa realizzando un profitto od una perdita e la prosecuzione alle istruzioni successive viene terminata

Illustrazione 2: Generatore di segnale Pagina 10 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8 Ordine di esecuzione dei generatori dei segnale
Ogni generatore di segnale rappresenta un punto di uscita all'interno del flusso delle istruzioni che compongono un sistema automatico. La priorit di un generatore rispetto ad un altro influisce quindi in maniera sostanziale sulla logica di trading. L'ordine con cui Trading Studio stabilisce la priorit dei generatori il seguente: Vengono eseguiti prima i generatori contenuti nelle pagine pi in alto del selettore di pagina All'interno di una stessa pagina vengono eseguiti prima i generatori posti pi in alto nel disegno Se due generatori si trovano nello stesso foglio ed alla medesima altezza viene eseguito prima quello pi a sinistra

La figura seguente mostra questo processo; Trading Studio eseguir nell'ordine: 1. Gen. di Segnale1 2. Gen. di Segnale2 3. Gen. di Segnale4 4. Gen. di Segnale6

Pagina 11 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Illustrazione 3: Ordine di compilazione di un progetto

Pagina 12 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8 Accesso alle serie dei prezzi e degli indicatori
Tutti gli indicatori di prezzo e gli indicatori tecnici dispongono di un parametro (chiamato rispettivamente Candela e Shift). Tramite questo parametro si accede alla serie storica corrispondente; la serie parte da 0 per indicare la candela corrente ed aumenta di uno per ogni candela precedente. La figura seguente mostra come avviene questo accesso.

1 3 2 0

1 2 0 3 Indicatore

Disegno 1: Matrice dei prezzi e degli indicatori

Pagina 13 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Esempio di sistema di trading


Nell'esempio seguente, se dovesse verificarsi la situazione di mercato descritta, verr effettuato un ordine di acquisto.

Illustrazione 4: Esempio sistema di trading

Illustrazione 5: Situazione ipotetica di mercato

Pagina 14 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8 Gestione degli errori
Un progetto pu essere compilato solo se tutti i componenti utilizzati vengono connessi tra loro in maniera corretta. Per aiutare l'utente nella ricerca di eventuali errori, Trading Studio fornisce uno strumento per verificare la presenza di errori nel progetto: la finestra di controllo errori. Questa finestra mostra gli eventuali controlli non connessi indicando per ognuno: il nome visualizzato; il foglio di lavoro su cui si trova; le coordinate del controllo.

Illustrazione 6: Finestra di controllo errori

Pagina 15 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Se il progetto non contiene errori la finestra di controllo mostra il seguente messaggio.

Illustrazione 7: Correzione degli errori effettuata

Pagina 16 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Debugging di un progetto: Il Visual Debugger


Oltre che errori formali (relativi alla non connessione di alcuni componenti) inevitabile incappare in errori logici, relativi ad una non corretta applicazione della logica di trading. In questo caso risulta estremamente utile potere disporre della possibilit di potere visualizzare a runtime i valori di uno o pi componenti all'interno del progetto. Questa la funzione svolta dal componente Visual Debugger. Il componente disponibile sia dall'accesso rapido che dal tab Segnale e Debug nella sezione degli strumenti. Esso pu prendere come parametro di ingresso un tipo boolean, intero o decimale, ovvero qualsiasi valore fornito da un componente di Trading Studio.

Illustrazione 8: Utilizzo del Visual Debugger

Pagina 17 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8
Quando si utilizza il Visual Debugger all'interno del terminale di trading verranno visualizzati in tempo reale i valori del componente a cui stato collegato. Gli identificativi dei componenti prendono il nome del foglio su cui risiedono seguito da un punto e dall'intestazione del componente stesso. I valori booleani vengono rappresentati con il numero 0 per indicare false ovvero con il numero 1 per indicare true.

Illustrazione 9: Comportamento del debugger all'interno del terminale di trading Il Visual Debugger non agisce in alcun modo sulla logica di trading ma serve unicamente come ausilio nella comprensione di eventuali errori. E' quindi opportuno rimuovere tutti i Visual Debugger una volta che il progetto funziona correttamente dato che questo potrebbe, a seconda del componente a cui connesso, impattare sulla velocit di esecuzione del sistema di trading.

Pagina 18 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Interfaccia utente e funzioni di base


Interfaccia utente

Illustrazione 10: Finestra principale Trading Studio si presenta come da illustrazione sopra. Le componenti principali sono le seguenti. 1. Menu 2. Toolbar: Permettere di accedere facilmente alle funzioni pi utilizzate senza accedere al menu 3. Property Editor / Accesso rapido componenti: Tramite questa sezione si accede a tutti i componenti disponibili ed agli indicatori tecnici. Quando si seleziona una funzione base possibile modificarne i parametri. 4. Foglio attivo: Il foglio di lavoro la sezione principale del programma tramite il quale vengono effettivamente realizzati i progetti e nel quale viene svolta la gran parte del lavoro 5. Barra laterale destra: La barra laterale destra contiene diverse sotto sezioni tra cui: - Selettore di pagina e Finestra delle propriet - Impostazioni di progetto - Accesso alla libreria predefinita ed alla libreria utente 6. Barra di stato: La barra di stato fornisce indicazioni sul processo di compilazione e sugli Pagina 19 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8
errori che possono verificarsi 7. Indicatore del foglio corrente: Indica il nome del foglio di lavoro attivo 8. Barra dello zoom: Imposta il livello di zoom all'interno del foglio attivo

Samples Browser

Illustrazione 11: Samples Browser Trading Studio viene fornito con diversi progetti di esempio. Per accedere facilmente a questi possibile utilizzare la finestra Samples Browser che selezionando un progetto dal riquadro di sinistra visualizza un'anteprima del primo foglio di lavoro ed i commenti di progetto. Per aprire il progetto effettuare un doppio click sul riquadro di sinistra.

Pagina 20 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Accesso rapido componenti


La finestra di accesso rapido viene visualizzata nella parte inferiore destra dell'applicazione e fornisce un modo veloce per l'inserimento dei componenti pi utilizzati in Trading Studio.

Illustrazione 12: Toolbox di accesso rapido ai componenti comuni Una caratteristica della toolbox di accesso rapido componenti relativa alla possibilit di accedere ai vari indicatori per categoria anzich in ordine alfabetico.

Pagina 21 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Selettore di pagina

Illustrazione 13: Selettore di pagina Un progetto di Trading Studio pu essere composto da pi fogli di lavoro. Per visualizzare una pagina nella finestra principale del programma effettuate un doppio click su una pagina. Il selettore permette la creazione, l'eliminazione o la modifica del nome di un foglio premendo i relativi pulsanti. Le frecce poste in alto a destra spostano il foglio verso l'alto o verso il basso. Modificare l'ordine di un foglio influisce sul processo di compilazione per via del fatto che Trading Studio svolge la sua logica di trading a partire dal primo foglio nella lista fino ai seguenti. Tramite il selettore di pagina si accede inoltre ai fogli speciali Inizializzatore e Deinizializzatore; queste pagine speciali vengono eseguite rispettivamente al caricamento del sistema di trading e nel momento in cui questo viene terminato a causa ad esempio della chiusura del terminale di trading.

Pagina 22 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Finestra delle propriet

Illustrazione 14: Finestra delle propriet Quando si seleziona dal foglio di lavoro una funzione od un connettore sotto il selettore di pagina compare la finestra delle propriet. Nel caso si selezioni una funzione questa mostra una descrizione della funzione ed interattivamente carica i parametri relativi alla funzione stessa. Selezionando un parametro viene visualizzato un aiuto sul suo utilizzo. In base al tipo di parametro Trading Studio utilizzer un editor appropriato. Nel caso venga selezionato un connettore possibile modificare il colore della linea. La finestra delle propriet scompare automaticamente se non stato nessun componente o se il componente selezionato non una funzione od un connettore.

Pagina 23 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Impostazioni di progetto

Tramite le impostazioni vengono configurati i parametri fondamentali di funzionamento del sistema di trading e le note di sviluppo: Lotti: definiscono la quantit di denaro scambiata per ogni operazione sulla base del contratto relativo ad un singolo prodotto Modalit Timeframe: se selezionato commuta fra modalit timeframe o tick-by-tick Modalit Autoreverse: se deselezionato Trading Studio non chiude automaticamente le posizioni quando si trova in presenza di un segnale in direzione opposta. Modalit Trailing Stop: se selezionato quando si imposta un valore di Stop Loss, lo stesso segue i massimi delle quotazioni adattandosi automaticamente. Una linea rossa appare sul grafico per rappresentarne il valore. Identificativo Progetto: definisce un identificativo numerico basilare per il funzionamento interno di Trading Studio tramite il quale possibile far convivere su un medesimo account diversi sistemi di trading e l'operativit manuale Pagina 24 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8
Controlla Time frame / Valore Time Frame: Se impostati questi due valori inibiscono l'operativit in caso il sistema venga trascinato su un grafico non compatibile con i dati ivi immessi Controlla Prodotto / Valore Prodotto: Se impostati questi due valori inibiscono l'operativit in caso il sistema venga trascinato su un grafico non compatibile con i dati ivi immessi Commento/Note: questo un campo sul quale annotare varie considerazioni sul progetto o come memo per ricordarsi i progressi di sviluppo o quant'altro possa servire per la terminazione dello stesso

Pagina 25 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Libreria e Snippets

Illustrazione 15: Libreria visuale (Snipper Explorer) La libreria consente di salvare singole pagine di un progetto per riutilizzarle successivamente in altri progetti. Questi fogli vengono chiamati Snippets. La Libreria Predefinita contiene fogli di lavoro forniti insieme all'applicazione, mentre la Libreria Utente permette la creazione di nuovi fogli e la cancellazione di quelli esistenti. Non possibile eliminare i fogli relativi alla Libreria Predefinita.. Premendo il pulsante Crea dal foglio corrente viene inserito come Snippet il foglio di lavoro attivo. Per inserire uno Snippet nel progetto premere il relativo pulsante o effettuare un doppio click su di esso. Lo Snippet viene inserito automaticamente nell'ultima posizione del selettore; possibile modificarne la posizione successivamente. Pagina 26 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8 Impostazione della cartella di destinazione degli experts
La cartella degli experts deve essere definita per indicare a Trading Studio dove copiare i progetti compilati affinch siano inseriti ed utilizzabili dalla piattaforma di trading. Se non viene specificato alcun percorso alla prima compilazione verr richiesto di definirlo. E' possibile modificare in ogni momento il percorso alla cartella experts dalla voce Strumenti -> Impostazioni o dalla toolbar.

Illustrazione 16: Impostare la cartella degli expert advisor fondamentale per il corretto utilizzo di Trading Studio

Pagina 27 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Gestione dei componenti e delle connessioni Aggiunta di un nuovo componente al foglio di lavoro
Esistono due modi per aggiungere un componente al foglio di lavoro attivo: 1. Trascinare il mouse (drag and drop) dalla barra dei componenti e rilasciarlo sul foglio 2. Trascinare il mouse (drag and drop) dalla barra degli strumenti pi utilizzati e rilasciarlo sul foglio

Illustrazione 17: Trascinamento componenti

Pagina 28 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Spostamento componenti
Per spostare un componente spostare il mouse nella parte sua centrale, il componente assume la forma di una freccia. Tenendo premuto il pulsante sinistro spostatelo nella nuova posizione come mostrato nella figura seguente.

Illustrazione 18: Spostamento componenti

Blocco dei componenti


Se Trading Studio si trova in modalit di blocco dei componenti non sar possibile spostare i componenti sul disegno. Per bloccare o sbloccare i componenti agire sull'icona a forma di ancora posta nella barra degli strumenti.

Disposizione automatica dei componenti sul foglio di lavoro


Trading Studio consente di disporre automaticamente i componenti sul foglio di lavoro. Per disporre i componenti premete il pulsante a forma di link sulla barra degli strumenti o scegliete la voce Aggancia controlli alla griglia dal menu Strumenti

Pagina 29 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Collegamento di componenti
Per collegare tra loro tenere premuto il tasto sinistro del mouse su un uscita e spostarsi su un punto di ingresso di un altro componente. Apparir una linea tratteggiata. Rilasciare il mouse sull'ingresso del componente; se i tipi di dato tra uscita ed ingresso sono compatibili i due componenti verranno connessi come mostrato nella figura seguente.

Illustrazione 19: Collegamento componenti Prestate attenzione al fatto che possibile collegare tra loro solo punti di connessione del medesimo tipo; normalmente questo avviene tra punti dallo stesso colore tranne che per degli operatori speciali: Operatore ad incrocio indicatori Operatore di varco soglia Operatore di incrocio prezzo/indicatore

Pagina 30 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Selezione di un componente

Illustrazione 20: Selezione componenti Per selezionare un componente effettuare un doppio click sulla barra del titolo in alto come mostrato nella figura seguente. Il componente diviene semitrasparente per indicare lo stato di selezione. E' possibile selezionare un componente aprendo il menu contestuale con il tasto destro del mouse.

Selezione di un connettore

Illustrazione 21: Selezione connettori Per selezionare un connettore effettuare un doppio click su di esso. La linea del connettore diverr tratteggiata per indicare il suo stato di selezione.

Eliminazione di un componente o di un connettore


Per eliminare un componente od un connettore premete il tasto Canc dopo averlo selezionato. Apparir un messaggio di conferma eliminazione. Eliminando un componente verranno automaticamente tutti i suoi connettori. E' possibile eliminare un componente utilizzando il menu contestuale.

Pagina 31 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Componenti visuali in Trading Studio


Funzioni
Le funzioni sono disponibili in due diverse modalit: Funzioni base Funzioni ad ingressi aperti

Funzioni base
Le funzioni sono componenti dotati di un'unica uscita e privi di ingresso. Ogni funzione pu possedere zero o pi parametri. Per impostare i parametri necessario selezionare una funzione e modificarli dalla finestra delle propriet. All'interno del corpo di una funzione viene mostrato direttamente il valore del suo parametro principale (ad esempio il parametro Shift di un indicatore) per favorire una pi facile lettura. Soffermandosi con il mouse su una funzione vengono comunque mostrati tutti i suoi parametri ed i relativi valori tramite una finestra a scomparsa (tooltip).

Illustrazione 22: Gli indicatori sono un esempio di funzione base in cui i parametri vengono inseriti tramite l'editor di propriet

Pagina 32 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8 Funzioni ad ingressi aperti
Le funzioni ad ingressi aperti sono del tutto simili alle funzioni base. La differenza risiede nella caratteristica delle prime di disporre di ingressi connettivi. Le funzioni ad ingressi aperti possono quindi ricevere in input l'uscita di un altro componente e formare cos catene logiche pi complesse.

Illustrazione 23: RoundPrecision2 un esempio di funzione ad ingressi aperti. I parametri vengono inseriti collegando ai suoi ingressi le uscite di altri componenti.

Pagina 33 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8 Funzioni comuni Immissione manuale valori
Le funzioni base consentono l'immissione manuale di valori. Nome Valore vero/falso Num. decimale Num. Intero Pips Descrizione Tipo del dato in uscita Numero di parametri 1 1 1 1

Valore vero/falso Booleano immesso manualmente Numero immesso manualmente Numero immesso manualmente Consente operazioni con i pips Decimale Intero Decimale

Pagina 34 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Prezzi
Le funzioni standard sono quelle pi utilizzate e consentono l'accesso ai dati fondamentali quali lo storico dei prezzi o simili. Nome Ask Bid Prezzo apertura Prezzo chiusura Volume Descrizione Tipo del dato in uscita Numero di parametri 0 0 1 1 1

Ritorna l'ultimo prezzo Decimale Ask Ritorna l'ultimo prezzo Decimale Bid Prezzo di apertura di una candela Prezzo di chiusura di una candela Ritorna il volume scambiato in un periodo Decimale Decimale Decimale

Prezzo massimo Prezzo minimo MaxMin

Prezzo massimo di una Decimale candela Prezzo minimo di una candela Restituisce il valore massimo o minimo di una serie di prezzi Decimale Decimale

1 1 4

Pagina 35 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Indicatori tecnici
Queste funzioni consentono l'accesso agli indicatori tecnici. Sono qui contenuti sia gli indicatori veri e propri che gli oscillatori. Nome AC AD Descrizione Acceleratore di Bill Williams Calcola l'accumulazione / distribuzione Indice di movimento direzionale Indicatore Alligator di Bill Williams Oscillatore di Bill Williams Indicatore Average True Range Calcola le bande di Bollinger Indice Bears Power Indice Bulls Power Indice Market Facilitation di Bill Williams Calcola il Commodity Channel Index Indicatore DeMarker Calcola l'Envelopes Calcola l'indice di Forza Tipo del dato in uscita Numero di parametri Decimale Decimale 3 3

ADX Alligator AO ATR Bollinger Bears Power Bulls Power Market Facilitation

Decimale Decimale Decimale Decimale Decimale Decimale Decimale Decimale

6 12 3 4 8 5 5 3

CCI DeMarker Envelopes Force Index

Decimale Decimale Decimale Decimale

5 4 9 6

Pagina 36 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8
Nome Fractals Gator Descrizione Calcola l'indicatore Fractals Tipo del dato in uscita Numero di parametri Decimale 4 12

Calcolo dell'oscillatore Decimale Gator. L'oscillatore mostra la differenza tra la linea rossa e la linea blu di un Alligator (parte superiore) e la differenza tra la linea rossa e la linea verde (parte inferiore) Indicatore Ichimoku Kinko Hyo Calcola una media mobile Convergenza / divergenza tra due medie mobili Decimale Decimale Decimale

Ichimoku Media Mobile MACD

7 7 8

MFI Momentum OBV Oscill. Media RSI RVI SAR

Indicatore Money Flow Decimale Index Indicatore di Momentum Decimale

4 5 4 7 5 5 5

Calcola l'indicatore On Decimale Balance Volume Calcola l'oscillatore tra Decimale due medie mobili Calcola l'indice di forza Decimale relativa Calcola il Relative Vigor Index Calcola il Parabolic Stop Reverse Decimale Decimale

Pagina 37 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8
Nome StdDev Stochastic WPR Descrizione Calcola la deviazione standard Oscillatore stocastico Indicatore di gamma percentuale di Larry Williams Tipo del dato in uscita Numero di parametri Decimale Decimale Decimale 7 9 4

Pagina 38 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Operatori
Gli operatori sono i componenti tramite i quali vengono connessi tra loro le funzioni, i generatori di segnale e le tabelle. Lo scopo degli operatori di unire tra loro due funzioni e restituire un valore in base all'operazione impostata. Ogni operatore sempre composto da due operandi (a sinistra) e da una uscita (a destra). Il colore dei punti di connessione di un operatore indica i tipi di dato con esso compatibili. Per compilare un progetto necessario che tutti i punti di connessione vengano effettivamente connessi. L'unica eccezione si ha con l'operatore logico se l'operazione e impostata su NOT, in questo caso va connesso solo il primo operando.

Operatore aritmetico
L'operatore aritmetico consente di effettuare le operazioni algebriche elementari quali la somma o la sottrazione di numeri. Tipo di dato del primo operando: intero o decimale Tipo di dato del secondo operando: intero o decimale Valore di ritorno: intero o decimale Descrizione Effettua la somma fra due numeri Effettua la sottrazione fra due numeri Effettua la divisione fra due numeri Ritorna il resto di una divisione Esempio Op.1 3 4 5 10 7 Op.2 4 3 2 5 2 Uscita 7 1 10 2 1

Operazioni ammesse Somma Sottrazione Divisione Modulo

Moltiplicazione Effettua la moltiplicazione fra due numeri

Pagina 39 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Operatore di confronto
L'operatore di confronto esegue un confronto fra due numeri. Tipo di dato del primo operando: intero o decimale Tipo di dato del secondo operando: intero o decimale Valore di ritorno: booleano Descrizione Confronta due valori Confronta due valori Confronta due valori Confronta due valori Confronta due valori Confronta due valori Esempio Op.1 3 3 4 6 0 4 Op.2 4 4 4 6 1 4 Uscita true false true true false false

Operazioni ammesse Minore Maggiore Uguale Min. uguale Mag. uguale Diverso

Operatore logico
L'operatore logico consente l'esecuzione di operazioni secondo l'algebra di Bool Tipo di dato del primo operando: booleano Tipo di dato del secondo operando: booleano Valore di ritorno: booleano Descrizione Effettua una moltiplicazione logica Effettua una somma logica Esempio Op.1 true false Op.2 true true Uscita true true

Operazioni ammesse AND OR

Pagina 40 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Operatore incrocio indicatori


L'operatore incrocio indicatori consente di verificare se due indicatori si sono graficamente incrociati Tipo di dato del primo operando: indicatore Tipo di dato del secondo operando: indicatore Valore di ritorno: booleano Descrizione Ritorna true se l'indicatore collegato al primo operando incrocia dal basso verso l'alto l'indicatore collegato al secondo operando Ritorna true se l'indicatore collegato al primo operando incrocia dall'alto verso il basso l'indicatore collegato al secondo operando

Operazioni ammesse Basso Vs. Alto Alto Vs. Basso

Operatore varco soglia


L'operatore varco soglia consente di verificare se un indicatore incrocia graficamente un livello predefinito Tipo di dato del primo operando: indicatore Tipo di dato del secondo operando: decimale Valore di ritorno: booleano Descrizione Ritorna true se l'indicatore collegato al primo operando incrocia dal basso verso l'alto il valore impostato al secondo operando Ritorna true se l'indicatore collegato al primo operando incrocia dall'alto verso il basso il valore impostato al secondo operando

Operazioni ammesse Basso Vs. Alto Alto Vs. Basso

Pagina 41 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Operatore di incrocio prezzo/indicatore


Questo consente di verificare se una serie di prezzi incrocia un indicatore tecnico Tipo di dato del primo operando: serie di prezzi (Chiusura, Apertura, Volume, Massimo, Minimo) Tipo di dato del secondo operando: decimale Valore di ritorno: booleano Descrizione Ritorna true se la serie dei prezzi collegata al primo operando incrocia dal basso verso l'alto l'indicatore collegato al secondo operando Ritorna true se la serie dei prezzi collegata al primo operando incrocia dall'alto verso il basso il valore impostato al secondo operando

Operazioni ammesse Basso Vs. Alto Alto Vs. Basso

Pagina 42 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Tabelle
Le tabelle sono insiemi si righe che ci consentono di leggere e scrivere valori accedendo al loro numero di riga analogamente ad un foglio di calcolo Indice Tabella Interi 0 3 1 5 2 0 3 1 4 2 5 3 6 8 7 2 8 6 9 2 Tabella Decimali 0,72 6,91 6,88 1,67 0 0 0,01 0,01 0,04 0,04 Tabella Boolean 0 1 1 0 0 1 1 1 0 1

Lo scopo delle tabelle la memorizzazione di uno stato intermedio di un'operazione per un successivo riutilizzo all'interno del progetto. Una tabella memorizza al massimo dieci valori. Quando si utilizza un componente di tipo tabella questo pu essere connesso sia all'ingresso che all'uscita, ma non contemporaneamente da entrambi i lati. Per accedere ad una determinata riga di una tabella utilizzare un componente tabella e modificare il suo indice premendo il pulsante posto sulla parte inferiore. Trading Studio mette a disposizione tre tipi di tabelle: 1. Tabella degli interi: In questa tabella possibile salvare valori di tipo intero 2. Tabella dei decimali: In questa tabella possibile salvare di tipo decimali 3. Tabella dei boolean: In questa tabella possibile salvare valori di tipo boolean Per impostazione predefinita se si accede ad una riga di una tabella che non ha un valore questa restituir il valore 0 per la Tabella degli interi e per la Tabella dei decimali, false per la Tabella dei boolean. Nell'esempio seguente Trading Studio effettuer un ordine di acquisto con uno stop loss pari a 1.2345.

Pagina 43 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Illustrazione 24: Utilizzo tabelle Per le tabelle vale la stessa priorit di compilazione stabilita per i generatori di segnale.

Assegnazione di nomi simbolici tramite l'editor di tabelle


Trading studio consente di definire dei nomi simbolici per l'accesso agli indici di una tabella. In questo modo risulta molto pi semplice ottenere i risultati di un'operazione precedente e la possibilit di commettere errori nell'accesso all'indice ridotta notevolmente. Utilizzate le tabelle quando dovete realizzare strategie complesse. L'editor dei nomi di tabella presente nel menu, nella barra delle applicazioni e nelle impostazioni di progetto. I nomi assegnati vengono salvati insieme al progetto.

Pagina 44 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Illustrazione 25: Editor dei nomi di tabella

Pagina 45 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8 Variabili interne
Le variabili interne vengono utilizzate per modificare dinamicamente l'esecuzione del sistema di trading quale viene definito nelle impostazioni di progetto. Ad esempio possibile cambiare, sulla base di determinate condizioni, la modalit Time-frame predefinita; oppure si possono cambiare i lotti scambiati nelle transazioni. Al pari delle tabelle, una variabile interna pu essere connessa sia all'ingresso che all'uscita, ma non contemporaneamente da entrambi i lati. Sono disponibili cinque variabili interne: Lotti: Ottiene o imposta i lotti da utilizzare nelle transazioni Stop Loss: Ottiene o imposta il livello di Stop Loss Take Profit: Ottiene o imposta il livello di Take Profit Autoreverse: Ottiene o imposta la modalit Autoreverse TimeFrame: Ottiene o imposta la modalit Time-frame

Quando connettiamo una variabile al suo ingresso significa che stiamo scrivendo in essa un nuovo valore. Viceversa quando quando la connettiamo alla sua uscita significa che stiamo leggendo il valore che contiene in quel momento.

Illustrazione 26: Lettrura e scrittura delle Variabili Interne Pagina 46 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8 Impostazione condizionale di variabili
Potrebbe risultare utile impostare una variabile solo sulla base di determinate condizioni. In questo caso possibile usare la funzione ImpostaNumeroDec o ImpostaNumeroInt (disponibili nel gruppo Operatori Avanzati) che ritornano un valore sulla base dell'ingresso Attiva. Nell'esempio seguente i lotti scambiati vengono impostati a 0.1 se il bilancio scende sotto il valore di 5000 ovvero vengono impostati a 0.3 in caso contrario.

Illustrazione 27: Impostazione condizionale di una Variabili Interna

Pagina 47 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Funzioni ed operatori avanzati Funzioni di controllo account


Queste funzioni consentono l'accesso in tempo reale ai dati relativi all'account utilizzato sulla piattaforma. A differenza delle altre funzioni queste non sono specifiche di un determinato sistema di trading ma prendono in considerazione la situazione complessiva di un account e quindi si riferiscono anche a posizioni antecedenti al sistema di trading ed alla operativit manuale. Nome Posizione Descrizione Tipo del dato in uscita Numero di parametri 0

Restituisce la posizione Intero corrente come numero intero: 1 Long 2 Short 3 - Flat

Identificativo conto

Ritorna il numero che identifica il conto utilizzato Ritorna il valore del bilancio Ritorna il valore del credito Ritorna il valore del conto comprensivo delle posizioni aperte Ritorna il margine disponibile Ritorna la leva utilizzata

Intero

Bilancio Credito Equity

Decimale Decimale Decimale

0 0 0

Margine Leva Profitto

Decimale Decimale

0 0 0

Ritorna il profitto nella Decimale valuta corrente

Pagina 48 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8 Operatori avanzati
Nome ImpostaNumeroDec Descrizione Se l'ingresso Attiva vero viene restituito il Valore1 altrimenti viene restituito il Valore 2. Se l'ingresso Attiva vero viene restituito il Valore1 altrimenti viene restituito il Valore 2. Tipo del dato in uscita Numero di parametri Decimale 3

ImpostaNumeroInt

Intero

Not

Ritorna la negazione Booleano logica dell'ingresso. Ad esempio se Valore true restituisce false Fornisce vero se tutti e Booleano tre gli ingressi risultano veri Fornisce vero se uno dei tre ingressi risulta vero Booleano

AndTre

OrTre

AndQuattro

Fornisce vero se tutti e Booleano quattro gli ingressi risultano veri Fornisce vero se uno dei quattro ingressi risulta vero Booleano

OrQuattro

XOR

Or esclusivo. Fornisce Booleano vero se soltanto uno dei due ingressi risulta vero Fornisce vero se il Booleano valore ValueToCheck compreso fra Min e Max Pagina 49 di 64

NumeroCompreso

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Orari
Nome OraUguale Descrizione Fornisce vero se l'orario dell'ultima quotazione uguale all'orario specificato Tipo del dato in uscita Numero di parametri Booleano 2

OraMaggiore

Fornisce vero se Booleano l'orario dell'ultima quotazione maggiore dell'orario specificato Fornisce vero se l'orario dell'ultima quotazione minore dell'orario specificato Booleano

OraMinore

OraCompresa

Fornisce vero se Booleano l'orario dell'ultima quotazione compreso nell'orario specificato. Non specificare un range a cavallo di due giorni. Fornisce l'ora Intero dell'ultima quotazione in forma numerica. I valori vanno da 0 a 23. Fornisce i minuti Intero dell'ultima quotazione in forma numerica. I valori vanno da 0 a 59. Fornisce i secondi Intero dell'ultima quotazione in forma numerica. I valori vanno da 0 a 59. Fornisce il giorno dell'ultima quotazione in forma numerica. I Intero

Ore

Minuti

Secondi

Giorno

Pagina 50 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8
valori vanno da 1 a 31. Mese Fornisce il mese dell'ultima quotazione in forma numerica. 1 indica gennaio e 12 indica dicembre. Fornisce l'anno dell'ultima quotazione in forma numerica. Intero 0

Anno

Intero

GiornoSettimana

Fornisce il giorno della Intero settimana dell'ultima quotazione in forma numerica. 0 indica Domenica e 6 indica il Sabato. Fornisce il giorno Intero dell'anno dell'ultima quotazione in forma numerica. Vale 1 per il 1 gennaio e 365 o 366 per il 31 dicembre. Fornisce la data Intero dell'ultima quotazione, della candela corrente o del computer locale in formato Epoch (numero di secondi trascorsi dal 1 gennaio 1970).

GiornoAnno

EpochDate

Pagina 51 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Analisi tecnica
Nome RotturaSupporto Descrizione Ritorna vero quando il prezzo di chiusura scende oltre il livello specificato Tipo del dato in uscita Numero di parametri Booleano 1

RotturaResistenza

Ritorna vero quando il Booleano prezzo di chiusura sale oltre il livello specificato Indica se le chiusure specificate sono in costante rialzo Indica se le chiusure specificate sono in costante ribasso Booleano

TrendRialzo

TrendRibasso

Booleano

CalcolaGain

Calcola il guadagno del Decimale simbolo corrente dalla mezzanotte in termini percentuali Questa funzione Decimale fornisce i livelli di supporto e resistenza di un pivot Calcola il gap tra apertura corrente e chiusura precedente in numero di pips Intero

Pivot

CalcolaGap

Pagina 52 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8 Gestione ordini
Nome IsLong IsShort IsFlat Exposure Descrizione Ritorna vero se si in posizione Long Ritorna vero se si in posizione Short Tipo del dato in uscita Numero di parametri Booleano Booleano 0 0 0 0

Ritorna vero se si flat Booleano Ritorna l'esposizione corrente in forma di lotti. Numeri positivi indicano posizioni Long, numeri negativi posizioni Short. Decimale

NumeroEseguiti

Calcola il numero delle Intero operazioni chiuse dal sistema Calcola i minuti Intero complessivi trascorsi dall'ultima operazione effettuata, se l'operazione non riesce ritorna -1 Calcola il profitto degli Decimale ultimi n ordini chiusi comprensivo di swap e commissioni Calcola il profitto Decimale (comprensivi di swap e commisioni) della posizione aperta se presente. Ritorna il numero di Intero profitti consecutivi dal momento attuale. Se non riesce ritorna 0.

MinutiDaUltimaOp

CalcolaProfitto

ProfittoCorrente

NumOrdInProfit

Pagina 53 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8
NumOrdInLoss Ritorna il numero di Intero perdite consecutive dal momento attuale. Se non riesce ritorna 0. Ritorna il ticket (identficativo ordine) dell'ultimo ordine chiuso. Se non riesce ritorna -1. Ritorna il ticket (identficativo ordine) dell'ultimo ordine aperto. Se non riesce ritorna -1. Intero 0

UltimoChiusoId

UltimoApertoId

Intero

Pagina 54 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Matematica
Nome ValoreAssoluto RadiceQuadrata Ceil Descrizione Calcola il valore assoluto di un numero Calcola la radice quadrata di un numero Arrotonda al primo numero intero superiore (1.5 -> 2.0) Tipo del dato in uscita Numero di parametri Decimale Decimale Decimale 1 1 1

Floor

Arrotonda al primo Decimale numero intero inferiore (1.5 -> 1.0) Ritorna l'esponenziale di e Ritorna il logaritmo naturale in base e Calcola il massimo tra due numeri Calcola il minimo tra due numeri Eleva a potenza Decimale Decimale Decimale Decimale Decimale

Esponenziale Logaritmo Max Min Potenza Random

1 1 2 2 2 0

Ritorna un numero Intero casuale compreso tra 0 e 32767 Arrotonda un numero al valore intero pi vicino Arrotonda un numero secondo il numero di cifre decimali specificato Decimale

Round

RoundPrecision

Decimale

Pagina 55 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Test del progetto all'interno della piattaforma di trading


Impostazioni preliminari
Trading Studio copia automaticamente i sistemi che realizzate nella piattaforma di trading; pertanto necessario indicare la prima volta a Trading Studio dove si trova la cartella predefinita contente gli expert advisor. Questa cartella denominata expert e si trova normalmente in un percorso del tipo: C:\Programmi\Meta Trader 4\experts Scegliendo la voce Impostazioni dal menu Strumenti possibile sfogliare agevolmente il contenuto del PC per localizzare la cartella degli experts

Illustrazione 28: Ricerca della cartella degli expert advisor Se non effettuate preliminarmente questa operazione Trading Studio non potr compilare il progetto.

Pagina 56 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Collaudo
Una volta compilato il progetto e se la compilazione e andata a buon fine potrete lanciare la piattaforma e visualizzare il vostro sistema automatica nel riquadro del collaudatore.

Illustrazione 29: Tester strategia all'interno della piattaforma di trading Il sistema avr lo stesso nome del progetto Trading Studio seguito da una virgola e dalla dicitura Elle Emme Trading Studio Prestate attenzione al fatto che se create un nuovo sistema dovrete riavviare la piattaforma affinch venga visualizzato in essa, mentre se volete solo modificarlo questa procedura non necessaria. E' consigliabile, in fase di collaudo, mantenere aperto sia Trading Studio che la piattaforma di trading per agevolare la fase di test. Per informazioni sulla procedura di collaudo rimandiamo al manuale di Meta Trader 4.

Pagina 57 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Estendere Trading Studio


Una delle caratteristiche pi importanti di Trading Studio risiede nella possibilit di scrivere delle funzioni personalizzate nel linguaggio MQL e di importarle automaticamente all'interno dell'ambiente visuale di progettazione.

Architettura dei plug-in


All'avvio dell'applicazione Trading Studio controlla la presenza di un file denominato UserFunc.mq4 all'interno della cartella Documenti\TradingStudio. Questo file viene creato automaticamente quando si accede per la prima volta a questa funzionalit, come si evince dalla figura seguente.

Illustrazione 30: Accesso alle estensioni di Trading Studio

Se stata impostato il percorso relativo agli expert advisor il file viene aperto per la modifica tramite l'applicazione MetaEditor, altrimenti viene aperto con il Blocco Note di Windows. Il file viene creato e riempito con alcuni esempi sull'utilizzo delle estensioni. All'interno del file devono essere scritte le funzioni per l'importazione. Le funzioni possono fare riferimento alle variabili globali ed alle funzioni interne disponibili nel linguaggio MQL. E' possibile definire una funzione come base o ad ingressi aperti. Una volta importate le funzioni sono disponibili come componenti nella sezione Expert della toolbox dei componenti alla voce Utente.

Pagina 58 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Illustrazione 31: Intestazione file di definizione delle funzioni personalizzate

Pagina 59 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Illustrazione 32: La figura mostra dove verranno importate le estensioni di Trading Studio

Pagina 60 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8 Linee guida per l'importazione delle funzioni
Affinch le funzioni vengano importate correttamente necessario che queste sottostiano ad alcune regole: 1. Devono rispettare la sintassi ed il prototipo di importazione 2. Non devono sovrascrivere le funzioni predefinite (start, init e deinit) 3. Non devono avere lo stesso nome di una funzione presente all'interno di Trading Studio 4. Le funzioni devono sempre restituire un valore. I tipi di ritorno void non sono ammessi 5. Non devono fare riferimento ad altre funzioni personalizzate presenti nel file utente 6. Se di definisce una funzione ad ingressi aperti questa non deve avere pi di quattro parametri.

Sintassi di importazione
Le funzioni devono seguire una sintassi come la seguente: //<Funzione Tipo:s oppure d> //Descrizione della funzione //Parametro[P1]: Descrizione parametro P1 //Parametro[Pn]: Descrizione parametro Pn //Valori[P1]: Valori possibili separati dal simbolo ';' //FormatString: Stringa di formato per la rappresentazione della funzione implementazione... //</Funzione> In sintesi innanzitutto necessario racchiudere la funzione tra i due tag //<Funzione Tipo:[tipo]> //</Funzione> s: per una funzione base. Ossia per una funzione i cui parametri sono inseriti tramite l'editor di propriet d: per una funzione ad ingressi aperti, in cui i parametri sono specificati dall'input di altri componenti

dove [tipo] pu assumere i valori:

La descrizione della funzione obbligatoria, mentre la descrizione dei parametri opzionale ma consigliata. Anche la stringa di formato pu essere omessa. Il carattere di pipe '|' all'interno della stringa di formato indica una nuova linea.

Pagina 61 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8
Se si specifica il campo //Valori[Parametro1]: V1; V2; V3 e la funzione di tipo base, l'editor delle propriet permetter all'utente di scegliere solo tra i valori V1, V2 o V3 in relazione al Parametro1. Se si vuole invece specificare un valore di default utilizzare la seguente sintassi: //Valori[Parametro1]: ValoreDefault

Esempi di estensioni Funzione base con valori di default


Prendete come riferimento questa funzione.
//<Funzione Tipo:s> //Ritorna la somma degli ultimi volumi scambiati //Parametro[Periodi]: Numero di periodi da considerare //Valori[Periodi]: 3 //FormatString: Periodi:|{0}

double SommaVolumiScambiati(int Periodi) { int i; double risultato; for(i=0;i>Periodi;i++) { risultato += Volume[i]; } return(risultato); }
//</Funzione>

Il risultato il seguente:

Illustrazione 33: Esempio di estensione Pagina 62 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8 Funzione ad ingressi aperti
Prendete come riferimento la funzione seguente
//<Funzione Tipo:d> //Somma tre numeri interi //Parametro[Numero1]: Primo Numero //Parametro[Numero2]: Secondo Numero //Parametro[Numero3]: Terzo Numero

int SommaTreNumeri(int Numero1, int Numero2, int Numero3) { return(Numero1 + Numero2 + Numero3); }
//</Funzione>

Questo il risultato dell'importazione

Illustrazione 34: Funzione personalizzata con ingressi aperti

Pagina 63 di 64

Elle Emme Trading Studio


Manuale utente - Ver. 1.8

Map Pack
I Map Pack sono plugin di Trading Studio che ricalcano esattamente la struttura delle estensioni. L'unica differenza rispetto ad una estensione utente risiede nel fatto che questi sono singoli file che vanno salvati nella cartella [Documenti\TradingStudio\MapPacks]. All'avvio Trading Studio importer tutte le funzioni esposte dal plugin raggruppate in un tab di strumenti che prende il nome del file stesso come evidenziato dalle figure seguenti.

Illustrazione 35: Percorso di salvataggio dei map pack

Illustrazione 36: Importazione del Map Pack all'interno dell'ambiente di lavoro Lo scopo dei Map Pack quello di favorire l'integrazione delle funzioni scritte da altri sviluppatori in maniera semplice ed organica.

Pagina 64 di 64