Sei sulla pagina 1di 25

Letteratura Spagnola

Siglos de oro: 1550-1650 Intorno al 1550 comincia epoca per letteratura e arti spagnola di massimo splendore. Non c' mai stato momento cos importante per la cultura nella Spagna di oggi. 1492: data fondamentale per la Spagna perch guida la spedizione. All'epoca era confederazione di regno di Castilla e Aragn. Si sono appena uniti con matrimonio di Isabel Castilla e Fernando Aragon. Tre avvenimenti importanti: - Espulsione dei mori e degli ebrei - Pubblicazione della prima grammatica di una lingua moderna (castillano) : Gramtica Castellana, di Antonio de Nebrija - Nuevo Mundo (scoperta dell'America) Spagna delle tre culture

1: convivevano in modo abbastanza pacifico prima, Spagna delle tre culture. Poi si interrompe lunga convivenza (durava da 8 secoli, arabi erano arrivati in Spagna nel 711), presenza di arabi ed ebrei ha influito moltissimo sulla cultura spagnola. 2: la grammatica del castellano, non dello spagnolo (non esiste, non esiste la Spagna) la lingua che si parlava nella zona della Spagna. E Spagna si lancia nel nuovo mondo con questa lingua. Parliamo questo spagnolo perch c' stata questa grammatica. 3: mentre Spagna deve riorganizzarsi dall'interno trova un nuovo mondo pieno di ricchezze da gestire, non riesce quindi ad organizzarsi n all'esterno n all'interno. Operazione molto difficile da gestire. Il nuovo mondo abitato! Ci sono costruzioni (acquedotti sulle Ande) e c' civilt,

cultura lontana e diversa. Quando arabi arrivano in Spagna trovano una situazione molto arretrata (su Spagna prima romani e visigoti), sono le popolazioni (/) che chiedono aiuto agli arabi (che poi li cacceranno). Dal 711 al 1200 la situazione stabile: intorno al 1200 comincia a rafforzarsi il processo di RECONQUISTA che indica impegno delle popolazioni cristiane per riconquistare territori occupati da arabi. Processo nasce a nord, Pais Vasco (paesi baschi) che ha una lingua co-ufficiale (ovvero riconosciuta da Spagna). Il basco l'unica lingua pre-indoeuropea (quando sono arrivati i romani esisteva gi). sempre stato territorio difficilissimo da conquistare (non ci sono riusciti i romani) ed da l che comincia reconquista che da nord va verso sud. Intanto dall'africa arrivano i mori (infatti Andalusia deriva da nome dato da arabi, terra dei ???)

Si vanno creando frontiere mobili: quando i cristiani scendono e occupano territorio esso non ha frontiera invalicabile, confine che spesso deve rientrare sui suoi stessi territori (occupano-rinconquistanorioccupano ecc.) I coloni non rinunciavano a propria terra: nasce quindi convivenza tra diversi gruppi. I MOZARBES (cristiani in territori arabi) e i MUDJARD (arabi in territori cristiani) e sono anche due stili di architettura. Ognuno professa la sua religione (intanto ebrei sono dappertutto). Per questo questa convivenza cos importante, Spagna molto pi capace di aprirsi e comprendere. Quando nel 1492 questi gruppi vengono espulsi, legalmente dovevano andarsene ma molti restano convertendosi alla religione cattolica in modo pi o meno sincero. Tornando ai tre momenti, Spagna assume qualit: spirito religioso. Perch a unire le popolazioni che respingono musulmani verso africa c' in comune SOLO religione, nemmeno

lingua (castellano-paesi baschi) in pi Isabella e Ferdinando sono los reyes catlicos, i re cattolici. Unit della pensiola si realizza quindi su unico dato in comune ovvero religione. Quindi in spagna c' capacit di accogliere discutere e rispettare MA anche forte senso cattolico per scacciare gli altri. I cristiani hanno come ricchezza la terra, gli ebrei e i mori il commercio e l'economia, i mori anche la tecnologia. Mori vogliono portare la tecnologia. Non era conosciuta nella penisola iberica. Citt spagnole di oggi si fondando su progetto arabo. Quasi il 10% del vocabolario spagnolo sono derivati da arabo e si riferiscono a architettura, igiene, agricoltura, ecc. ~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~ ~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~ 10.10.12 El burlador de sevilla ambientato nella

prima met del secolo, '300. Spagna giovane, non solida, non ha basi profonde. Alla fine del 1400 ci sono due grandi potenze, Castilla e Aragona (mappa reconquista) si riferisce al 1200 quando si iniziano a delineare meglio i due regni. Quando Castilla avr nuove opportunit si espander oltreoceano (e Aragona?) C' un certo squilibrio: Aragona pi piccola, Castilla piu grande. Cast. pi grande ma ha ricchezza basata su agricoltura, pastorizia, ecc. mentre Aragona sul mare e ha commercio con mediterraneo. Ha commercio pi sviluppato ma allo stesso tempo apparato burocratico pi sviluppato. 1469: matrimonio, si rafforza presenza re. FUERO: privilegio che hanno alcuni nobili nei confronti del re, anche immunit.

La monarchia opera in modo polisinodale con giunte (concejos) specializzati, ognuno si occupa di un diverso ambito. Ma molte delle riforme amministrative che operano i re cattolici rimangono fino al 1700. Poi: cambio dinastico, prima Asburgo e poi Borboni (che sono tutt'ora). Dal matrimonio non nasce stato unitario, obiettivo costruire potere del re concentrato in lui. Si va da matrimonio verso assolutismo reale che metter fine a divisione del potere. I re lo fanno attraverso a due istituzioni che quasi si inventano: -l'esercito, permanente e solo per tutto il territorio -l'inquisizione diventer grazie a intervento re un organismo che funziona come braccio di una

chiesa sempre pi vicina alla corona. Nel giro di pochi anni inizieranno a identificare spagna con castilla. Castillano: variet della lingua romanza pi semplice nel senso che pi stabile. Sceglie e mantiene. Invasione degli arabi nel 711: Invasione prima militare (5 anni), poi culturale e tecnologica e scientifica. Altri popoli: MULADIES (cristiani diventati musulmani) TORNADIZOS (contrario) Al-Andalus la spagna araba. Gli occupanti islamici adottano politica di tolleranza, non obbligano a conversione. Permettono che reati cristiano siano giudicati da tribunali cristiani. Sono tantissime le etnie arabe presenti. Come prima cosa arabi ingrandiscono le citt subito dopo i 5 anni di

conquista militare. Questi 200 anni hanno fermato la crescita culturale. Quando arrivano arabi Toledo era capitale e aveva 5000 abitanti era un periodo di grande decadenza. Le citt si sviluppano intorno a Medina, centro fortificato.Qua ci sono prinicpali funzioni religiose e commerciali. Qua abbiamo la MEZQUITA, luogo di culto principale x i musulmani. Questo nei primi due secoli. La dominazione araba di Al Andalus dipendeva dal Califfato di Cordoba. Parte migliore della cultura araba dell'epoca. La parte cristiana rimane per i primi 200 anni tollerante nei confronti dei mori per necessit. Non si pu organizzare reconquista contro questo invasore potente. Nel 1085 per i cristiani

riescono a prendere Toledo partendo da nord e si sentono quindi a met dell'opera. Il regno di Granada ci che rimarr quando i re riusciranno a espellere gli arabi dalla penisola. Poco a poco socit cristiana si struttura su due livelli: PODEROSOS e VILLANOS (potenti e contadini). Questa divisone fa si che si sviluppi rapporto di potere tra territori e villaggi vincolati a una persona: il PODEROSO. Questo perch manca elemento di coesione, sono tutti disordinati. ~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~ ~~~~~~~~~~~~~~~~ 16.10.12 Si produce situazione ibrida tra feudalesimo (rapporti tra signore vassalli) ma allo stesso tempo si

inizia a formare senso di appartenenza a nazione che per manca di monarchia stabile che sia di riferimento per i sudditi. XIV-XV: si trasformano i legami personali di tipo feudale in rapporti territoriali. Il regno comunit territoriale e si appartiene al regno come uomini di un territorio e non dipendenti da un signore. Per questo si possono creare zone in cui i cristiani continuano a vivere nonostante siano sotto potere arabi, perch c' legame pi profondo con la terra. Signore diventa quasi un signore naturale di quel luogo. Il vincolo che lega cittadini, sudditi e gerarchia un rapporto di NATURALEZA. Non vassallaggio, si sudditi di quel signore perch si vive in quel territorio. Si crea un conflitto di

interessi tra re e nobilt. Questo rapporto esaspera ancora di pi esigenza di trovare potere perch tra re e nobilt nasce conflitto di interessi che fa si che il numero dei nobili sia sempre costante e non aumenti (circa una ventina). A partire dal XV secolo questo conflitto politico tra re e nobilt (re cerca di concentrare potere e nobili che gi ce l'hanno) ha un nuovo scenario: la citt. Citt che non sono ambiente tipico dei cristiani (legati alla terra, contadini), e quindi c' necessit di nuovi strumenti per la formazione del consenso del popolo. Uno di questi strumenti sar il teatro. I re cattolici Inizio del XV secolo: ci sono diversi regni in Spagna. Portogallo,

Castiglia, Navarra, Aragona. Il matrimonio del 1474 e solo quattro anni dopo il papa Sisto VI permette al potere reale di nominare gli inquisitori. Questo fatto ci fa vedere che c'era legame molto forte tra corona e chiesa. Infatti l'inquisitore pi famoso Torquemada, confessore di Isabella. La politica dei re ha obiettivo molto chiaro: unit del regno. In realt unione pi teorica che pratica, perch si mantengono frontiere tra Castiglia e Aragona (?). Ma ci sono naturali oppositori a questa unit: i nobili. I nobili si vedono danneggiati, e anche le citt autonome che avevano uno statuto loro e potevano godere di privilegi, cos come i comuni. I re introducono nuove figure: - il corregidor, un amministratore della

citt - la Santa Hermandad, una specie di polizia che mantiene l'ordine pubblico (1476) - corpo diplomatico stabile, viene da Aragona, serve sempre per controllare il territorio - un sistema fiscale che serve per avere regolarit nei finanziamenti dello stato - un sistema burocraticoamministrativo, per controllare e compattare il territorio - un esercito permanente, non esisteva, novit introdotta dai re che comporta una conseguenza importante: svuotamento di significato della figura del cavaliere (Don Quijote). Sul piano ideologico la figura centrale il re: interpreta sentimento della comunit nazionale, rappresenta i suoi sudditi di

fronte agli altri stati, garante di pace, giustizia e ordine. Le ultime fasi prima del 1492 vedono susseguirsi vittorie dell'esercito castellano durante reconquista. Ci sono quindi cambiamenti importanti nella cultura ispanica: - progressiva militarizzazione, ovvero paese costantemente in guerra, reconquista non lascia spazio a altra attivit - provvidenzialismo, ovvero eserciti cristiani pensano che vincono perch Dio con noi, siamo il popolo eletto. Questa struttura militare viene applicata anche al pensiero. Stato continuamente armato che ha come obiettivo quello di evangelizzare territori che va via via occupando. Cristoforo Colombo

Aveva gi presentato questo progetto sia a Inghilterra che a Portogallo. Ma i portoghesi essendo i navigatori pi esperti capiscono che il suo progetto non funziona, ha lacune, quindi lo rifiutano. Anche Fernando lo rifiuta: anche lui (avendo gi occupato il Mediterraneo) essendo esperto navigatore capisce che non pu funzionare. Isabella invece non lo rifiuta: infatti Colombo promette di tornare dalle Indie con un bottino di pietre e metalli preziosi, di sete preziose e soprattutto di spezie che nel momento di crisi erano fondamentali per conservare la carne (in Spagna c'era appena stato grande periodo di siccit e carestia). Isabella decide quindi di finanziare Colombo, solo che poi lui

torner con praticamente nulla, arriva infatti nelle Antille (Cuba, Santo Domingo, Puertorico) e porta solo qualche uomo, cerca di giustificare la sua spedizione e quindi per giustificarla modifica anche il modo di raccontare e porsi al Mondo Nuovo. Infatti racconta spesso della meraviglia che prova nello scoprire il Mondo Nuovo: giustifica cos il suo viaggio. C' natura rigogliosa, animali sconosciuti ecc. Tutto degno di stupore. Ma Colombo commette errore: vuole ricondurre tutto a ci che gi conosce e avendo gi navigato lungo le coste dell'Africa riconduce tutto a quello (ad es. dice che gli indios sono "pi chiari" di quelli che aveva conosciuto in Africa). L'incontro di Colombo con queste terre genera conflitto

con Portogallo che dovrebbe essere risolto nel 1494 dal papa Alessandro VI con il Trattato di Tordesillas: papa stabilisce limite tra porzione del mondo che tocca alla corona spagnola e parte che tocca a corona portoghese (mappa su bb). In cambio di questo gli spagnoli si impegnano a evangelizzare persone presenti in quei territori. L'evangelizzazione quindi una delle spinte maggiori (insieme a quella economica, necessit di avere spezie e metalli) della scoperta. Non si immaginavano quindi che i territori fossero abitati da secoli e secoli (ad es. i Maya) e nasce quindi una operazione militare molto difficile. Prima civilt: Azteca (con Cortez), poi scendendo i Maya (avanzati,

unico popolo precolombiano che conosce scrittura, ma quando arrivano spagnoli sono gi in decadenza avanzata, erano alla fine di un'era e quindi quando arrivano gli spagnoli questo influisce molto), a sud nella Cordigliera delle Ande abbiamo l'impero Inca (attuale Ecuador e Per, anche loro sono agricoltori e grandi costruttori). Come una Spagna cos debole riesce ad avere la meglio in uno spazio cos vasto e con popolazioni agguerrite? Quando Cortez arriva in Messico ha un incontro fortunato: Doa Marina o Malinche. Lei sar prima interprete della storia: era stata catturata da Inca e conosceva quindi la lingua. Cortez conosce anche Gronimo de

Aguilar che era naufragato sulle coste dello Yucatan, si era fatto una famiglia e quindi conosceva la lingua del posto. Cortez pu quindi comprendere la lingua e capire gli altri e la loro cultura. Dalla Malinche riesce a sapere che nella cultura Azteca esiste un mito: il mito del Quetzalcoatl (Serpente Piumato). Questo il Dio civilizzatore, ha insegnato a uomini allevamento, agricolutra, ecc. Ma per questo si inimicato gli dei che quindi l'hanno scacciato. Viene messo su una nave e mandato via per mare esattamente nel punto in cui arrivano gli spagnoli. Quindi Cortez fa finta di essere Quetzalcoatl. Poi comunque spagnoli portano i fucili, i cavalli, ecc. Finita la reconquista per gli spagnoli inzia la

conquista: quindi rimane stato di guerra ma aumenta la difficolt per la lontananza e per gestire un territorio sempre pi grande. Nel 1512 abbiamo quindi Leggi di Burgos, "orgoglio e vergogna della Spagna", perch solo dopo vent'anni la Spagna sta cercando di mettere Indio nelle sue leggi. Orgoglio perch gi durante conquista Spagna vuole incorporare Indio nelle sue leggi; sono la vergogna perch non le hanno mai applicate o le hanno applicate male. Ad es. nasce la figura del Encomendero (presa da organizzazione della pensiola, Spagna non inventa nulla ma esporta) questo si occupa dell'encomenda, ovvero una porzione di terra sulla

quale si suppone vivono degli uomini affidati a lui perch li formi secondo le leggi della religione cristiana cattolica. Ogni encomendero con pi di 50 Indios doveva formare un catechista indio e insegnargli a leggere e scrivere (aspetto quasi sempre tralasciato). Altro aspetto: Casa de Contratacin. Questo organismo funzioner da subito, dal 1503 al 1790. Ha sede a Sevilla ed n organismo di tipo economico che serve a regolamentare i servizi di trasporto tra Nuovo Mondo e Spagna. Tutto ci che riguarda passeggeri, merci, ecc. Sevilla avr grande spazio nel "Burlador de Sevilla" e se l c'era la Casa de Contratacin, vuol dire che Sevilla era il porto pi grande dell'epoca e si poteva

interpretare come la perdizione. Il fatto che il Don Juan viva e si muova qua ci fa capire che Don Juan quindi un libertino, vive nella citt simbolo della perdizione. I re non saranno mai nei nuovi territori, non li hanno mai visitati. Come si pu organizzare subito il nuovo territorio? Se arabi e ebrei che si occupavano degli aspetti economici sono stati cacciati? Questo possibile per spostamento verso le citt. C' anche spostamento verso la corte: i nobili devono spostarsi per forza verso la corte. Quando nel 1561 Felipe II organizza la corte a Madrid questo spostamento arriva all'apice. Fino ad allora la corte non era stabile ma era itinerante, stabiliva di volta in volta

corte in posti diversi. Altro spostamento: ordini mendicanti. Sono i francescani e hanno il compito di gestire il plus dei ceti nobili ridistribuendolo tra i poveri. E siccome si spostano gli ordini, si spostano anche i poveri, solo corte rimane fissa. Nasce nuovo soggetto sociale: pcaro. un povero disgraziato, sta un po' con la legge un po' contro, la societ non capace di assorbirlo e collocarlo. Nasce quindi la novella Picaresca nel 1554, col primo romanzo "El Lazarillo De Tormes". la prima volta che romanzo da voce a un emarginato. Il picaro ha avuto quindi impatto straordinario su societ: ha un solo obiettivo, Medrar, ovvero arrangiarsi, arrivare al giorno dopo. Il picaro potrebbe morire di fame.

Potrebbero piacerti anche