Sei sulla pagina 1di 2

Per una squadra consapevole e costruttiva: lapproccio sistemico e specifico della

Metodologia Operativa.
Adattamenti al contesto situazionale attraverso EMERGENTI auto-organizzazioni

Raffaele Di Pasquale Allenatore Uefa Pro

18' possesso palla con sponde e jolly In un campo di m 50x30 si affrontano due squadre di sei giocatori ciascuna + due jolly. Allesterno del lato lungo del campo sono posizionate quattro sponde neutre che giocano, a due tocchi, con i possessori. Lo scopo della squadra in possesso di palla quello di giocare verso una sponda, ricevere il passaggio di ritorno (obbligatoriamente corto e indirizzato nella met campo prossima alla sponda) e dopo uno scambio ravvicinato tra due giocatori, da effettuarsi sempre allinterno della met campo, andare a innescare la sponda opposta che a sua volta deve trovare pronto a ricevere un giocatore dattacco, con lesercizio che continua senza interruzione.

12' Possesso palla con le porticine In un campo di metri 50x30 con allinterno quattro porticine larghe m 1,20, due squadre di otto giocatori ciascuna + 2 jolly giocano per ottenere il punto, attraverso: a) il passaggio per un compagno che riceve al di l della porticina b) leffettuazione di dieci passaggi consecutivi tra i vari componenti della squadra.

30' (due tempi da 15') 8vs8 + 2 jolly su campo ridotto In un campo di metri 60x40 con porte regolari difese dai portieri si affrontano due squadre composte da otto elementi. Il gioco effettuato a tocco libero; il goal valido se tutta la squadra oltre la metacampo, i jolly invece stazionano nel cerchio di centrocampo per far partire le transizioni positive. Non c calcio dangolo e la ripresa del gioco viene effettuata da parte del portiere della squadra in attacco. Il goal, se fatto nei primi e negli ultimi tre minuti di ogni tempo, vale doppio. Ci per focalizzare lattenzione e tenere alta l attenzione dei giocatori ad inizio e fine partita.