Sei sulla pagina 1di 21

%%

La generazione di Serie di Potenze Reali dalle


Funzioni di Bernoulli e di Euler
Revisione
dic. 2011
Claudio Magno
CM_PhysMath.org
CM_Portable MATH Notebook Series

La generazione di Serie di Potenze Reali dalle Funzioni di Bernoulli e di Euler





Leonhard Leonhard Leonhard Leonhard

La generazione di Serie di Potenze Reali dalle Funzioni di Bernoulli e di Euler
Jakob Bernoulli Jakob Bernoulli Jakob Bernoulli Jakob Bernoulli (1655-1705)
Leonhard Leonhard Leonhard Leonhard Euler Euler Euler Euler (1707-1783)
La generazione di Serie di Potenze Reali dalle Funzioni di Bernoulli e di Euler 1

La generazione di Serie di Potenze Reali dalle Funzioni di Bernoulli e di Euler 2
Operazioni formali con le serie di potenze
Sia z 0 un punto ordinario per la funzione : ( ) f f z z , con z C CC C . Generalmente, nel caso
di unespansione in serie di potenze intorno a z z =
0
, i calcoli si semplificano se si esegue la
traslazione : z w z = +
0
. Il centro di espansione diventa, allora, il punto ordinario w = 0 per la
funzione trasformata : ( ) f f w w

. Infine, il risultato del problema originario si ottiene con la
traslazione inversa : w z z =
0
.
1. Lalgoritmo formale , prodotto (-la Cauchy) di due serie di potenze
Il prodotto -la Cauchy di due serie di potenze, distinte da indici indipendenti k e m
variabili in
+
0
Z ZZ Z , convergenti, almeno una anche assolutamente (Teorema di Mertens), in uno
stesso cerchio centrato in z = 0,

( )( )
k m
k m
k m
a z b z
+ +
= =

0 0
, (1)
corrisponde a una serie doppia generata moltiplicando ciascun termine di una delle due serie-
fattore per ciascun termine dellaltra. In tal senso, il prodotto (1) commutativo. Esso pu essere
riordinato in una serie semplice legando tra loro gli indici muti n e k opportunamente, in pratica,
mantenendo sempre k n . Il prodotto (1) risulta, allora, rappresentato nella forma seguente pi
maneggevole, dovuta a Cauchy:

( )( )
:
:
.
k m n
k m n
k m n
n n
n k n k n m m
k m
a z b z c z
c a b a b

+ + +
= = =

= =



0 0 0
0 0

(2)
2. Lalgoritmo formale , divisione di due serie di potenze
Lespansione in serie di potenze del rapporto

k
k
k n
n
n m
m
m
a z
c z
b z
+
+
=
+
=
=

0
0
0
, (3)
rimanda allalgoritmo . Infatti, dalla forma equivalente

( )( ) ( )
k
k
k m n k
k m n m k m
k m n k m
a
a z b z c z b c z
+ + + +

= = = = =
=

0 0 0 0 0

, (3.1)
si ottengono le uguaglianze termine-a-termine, con la condizione b
0
0,
a b c =
0 0 0
, i.e.,
a
c
b
=
0
0
0
,
a b c b c = +
1 0 1 1 0
, i.e., ( ) c a b c
b
=
1 1 1 0
0
1
,
a b c b c b c = + +
2 0 2 1 1 2 0
, i.e.,
( )
( ) c a b c b c
b
= +
2 2 2 0 1 1
0
1
,
La generazione di Serie di Potenze Reali dalle Funzioni di Bernoulli e di Euler 3
a b c b c b c b c = + + +
3 0 3 1 2 2 1 3 0
, i.e.,
( )
( ) c a b c b c b c
b
=
3 3 3 0 2 1 1 2
0
1
,
a b c b c b c b c b c = + + + +
4 0 4 1 3 2 2 3 1 4 0
, i.e.,
( )
( ) c a b c b c b c b c
b
= + + +
4 4 4 0 3 1 2 2 1 3
0
1
, etc. .
Pertanto, vale lalgoritmo formale generale

( )
:
:
,
k
k
k n
n
n m
m
m
n
n n m n m
m
a z
c z
b z
a
c c a b c
b b

+
+
=
+
=
=

= =

0
0
0
0
0
1
0 0
1

(4)
per il quale, il calcolo dei coefficienti
n
c risulta auto-generativo cumulativamente (auto-iterativo).
3. Lalgoritmo formale P , potenza intera positiva di una serie di potenze
In linea di principio, noti i coefficienti
k
a , il calcolo dei coefficienti
n
c per luguaglianza

( )
p
k n
k n
k n
a z c z
+ +
= =
=

0 0
, (5)
p
+
Z ZZ Z , corrisponde a p applicazioni sequenziali dellalgoritmo . Lestensione al caso

( )
( )
p
m n
m n p
m n
m
m
m
b z c z
b z

+ +
= =
+
=
=

0 0
0
1
(5.1)
fa seguire, alla - p iterazione di , lapplicazione dellalgoritmo , con ,
k
k
k
a z
+
=

0
1 i.e.,
con
k
a a k =
0
1 0 1.
Lonerosit evidente di questo procedimento elementare superabile mediante la Formula di (J. C.
P.) Miller [
1
]. Una sua giustificazione rigorosa si fonda sulla teoria delle serie formali di potenze
definite su un campo (e.g., su C CC C ) e sulle operazioni di composizione di gruppo pertinenti.
Probabilmente, la formula era gi nota a Euler, in una qualche versione primitiva!
Lalgoritmo auto-generativo formale P di Miller definito, con la condizione a
0
0,

( )
( )
:
:
( ) .
p
k n
k n
k n
n
p
n k n k
k
a z c z
c a c p k n a c
na
+ +
= =

= = +

0 0
0 0
1
0
1
1
P

(6)
Non c bisogno di ricordare che, nelle applicazioni analitiche, la legittimit dei risultati dipendenti
dagli algoritmi , e P va verificata accuratamente circa le condizioni di convergenza delle
serie formali di potenze risultanti.

La generazione di Serie di Potenze Reali dalle Funzioni di Bernoulli e di Euler 4
I Polinomi di Bernoulli
Si consideri la famiglia di Funzioni Generatrici di Bernoulli
: ( ; ) G
x
B x
xe
x x
e

=
1
, (7)
parametrica vs. R RR R . Entrambe le quantit che, rispettivamente, ne costituiscono il numeratore
e il denominatore, sono - M espandibili. Inoltre, bench ( ; ) G
B
x possegga una discontinuit
eliminabile in x = 0 a ogni ordine di derivazione, sempre possibile assegnare, n
+

0
Z ZZ Z , il
valore
( ) ( )
( ; ) ( ; ) G lim G
n n
B B
x
x

0
0 .
Dunque, lespansione di ( ; ) G
B
x in ( )

0 U in serie di potenze lecita, unica ( per il Teorema di


Unicit) ed determinabile dallapplicazione dellalgoritmo di divisione tra le - M espansioni
delle funzioni
x
x xe

e
x
x e 1 . Tale procedimento si rivela operativamente pi efficiente
del calcolo derivazionale diretto degli M-coefficienti
( )
( ; ) G
n
B
0 dellespansione cercata.
Con lalgoritmo , che si presta bene alla programmazione simbolica, si scrive
( )
( ) / ! ( / !)
( )
/ ! /( )!
n n n
x
n n n
n x
n n
n
n n
x x n n x
xe
c x
e
x n n x

+ +
+
= =
+ +
=
= =
=

+



0 0
0
0 0
1
1 1 1
.
Con le Eq. (4), si determina la forma dei coefficienti parametrici ( )
n
c :
( ) , ( ) / ! ( )/( )!, .
n
n
n n k
k
c c n c k n
+

=
+
0
1
1 1 Z ZZ Z
Il calcolo auto-iterativo dei coefficienti iniziali d
( )
( ) :
!
c

= =
0
0
1
0
B
,
( )
( ) :
! ! ! !
c
c


| |
= = =
|
\
1
0 1
1
1 1 1
1 2 2 1 2 1
B
,
( )
( ) :
! ! ! ! !
c c
c


| |
| |
= + = + =
| |
\
\
2
1 0 2 2
2
1 1
2 2 3 2 6 2
B
,
( )
( ) :
! ! ! ! ! !
c c c
c


| |
| |
= + + = + =
| |
\
\
3
2 1 0 3 3 2
3
1 3 1
3 2 3 4 3 2 2 3
B
,
( )
( ) :
! ! ! ! ! ! !
c c c c
c


| |
| |
= + + + = + =
| |
\
\
4
3 2 1 0 4 4 3 2
4
1 1
2
4 2 3 4 5 4 30 4
B
,
( )
( ) :
! ! ! ! ! ! ! !
c c c c c
c


| |
| |
= + + + + = + =
| |
\
\
5
4 3 2 1 0 5 5 4 3
5
1 5 5 1
5 2 3 4 5 6 5 2 3 6 5
B
,
( )
( ) :
! ! ! ! ! ! ! ! !
c c c c c c
c


| |
| |
= + + + + + = + + =
| |
\
\
6
5 4 3 2 1 0 6 6 5 4 2
6
1 5 1 1
3
6 2 3 4 5 6 7 6 2 2 42 6
B
, etc. .
I polinomi ( )
n
B , ciascuno normalizzato rispetto al valore fattoriale del proprio ordine, ! n , sono
noti come i Polinomi di Bernoulli [
2, 3
]. Quindi, in ( )

0 U , la loro funzione generatrice si scrive


La generazione di Serie di Potenze Reali dalle Funzioni di Bernoulli e di Euler 5

( )
( ; )
!
G
x
n n
B x
n
xe
x x
e n

+
=
=


0
1
B
. (8)

I Numeri di Bernoulli
Lassegnazione 0 nellEq. (8) seleziona la funzione particolare
( ) ( ; ) : ( ) /( ) ( / ) ( / ) ( / !) G g coth
x n
B B n
n
x x x x e u u n x
+
=
= =

0
0 1 2 2 1 , (9)
detta la funzione generatrice dei Numeri di Bernoulli. Pertanto, questi sono definiti da
: ( )
n n
= 0 B . (10)
Probabilmente, il metodo pi agevole per determinare le costanti
n
quello eseguito sulla forma
equivalente dellespansione (9),
! ( )! !
x
n n n n n
n n n
e
x x x
x n n n

+ + +
= = =

=
+

0 0 0
1 1
1
1
,
mediante lalgoritmo formale di prodotto -la Cauchy di due serie di potenze, Eq. (2), e il
Principio di Identit delle serie. Le prime due applicazioni di danno

! !


0
1
1
1 0
, =
0
1;

! ! ! !

+
1 0
1 1
0
1 1 2 0
, =
1
1
2
.
Poi, ancora dallEq. (9), il fatto che la funzione
( ) ( / !) g
n
B n
n
x x x n x
+
=

0 1
2

( ) ( / ) ( / ) / ( / ) ( / ) coth coth x x x x x + = 2 2 1 1 2 2 2 1
pari implica la nullit dei Numeri Bernoulli di indice dispari > 1, i.e.,
n

+

2 1
0 , n
+
Z ZZ Z ,
cos da avere, necessariamente,

( / ) ( / ) ( /( )!) coth
n
n
n
x x n x
+
=
= +

2
2
1
2 2 1 2 . (11)
Per n
+
Z ZZ Z , i coefficienti
n

2
si ottengono cumulativamente rispetto ai coefficienti gi calcolati,
mediante applicazioni ripetute di . facile verificare che i risultati

! ! ! ! ! !

+ +
2 1 0
1 1 1
0
1 2 2 1 3 0
, =
2
1
6
,

! ! ! ! ! ! ! !

+ + +
4 2 1 0
1 1 1 1
0
1 4 3 2 4 1 5 0
, =
4
1
30
,

! ! ! ! ! ! ! ! ! !

+ + + +
6 4 2 1 0
1 1 1 1 1
0
1 6 3 4 5 2 6 1 7 0
, =
6
1
42
,

! ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! !

+ + + + +
8 6 4 2 1 0
1 1 1 1 1 1
0
1 8 3 6 5 4 7 2 8 1 9 0
, =
8
1
30
, etc.,
La generazione di Serie di Potenze Reali dalle Funzioni di Bernoulli e di Euler 6
sono deducibili dalla formula auto-iterativa, dimostrabile per induzione,
: ( )!
( )!( )!
n
k
n
k
n
n k k


=
=
+

1
2
2
0
1
2
2 2 2 1 2
. (12)
LEq. (11) un punto di partenza per la determinazione in R RR R di alcune espansioni importanti in
serie di potenze, o della forma di Maclaurin o di quella di Laurent (i.e., contenente anche potenze
negative di x ). La dilatazione x x 2 nellEq. (11) d la rappresentazione di Laurent (in R RR R )

( )!
coth
n
n n
n
x x
x n

=
= +

2
2 2 1
1
2
1
2
. (13)
La trasformazione euleriana successiva x ix nellEq. (13) genera lespansione goniometrica
circolare corrispondente. Infatti, poich
( )
( )!
cot coth
n
n n
n
x i ix i ix
ix n

=
| |
= +
|
|
\

2
2 2 1
1
2
1
2
,
tenendo conto che ( )
n n
i
2
1 , risulta

( )
( )!
cot
n n
n n
n
x x
x n

= +

2
2 2 1
1
1 2
1
2
. (14)
La legittimit delle espansioni (13) e (14) dipende dalleventualit che il valore del raggio di
convergenza della loro parte di Maclaurin, evidentemente identico per entrambe, cada o meno in
( , ) 0 . A tale scopo, si consideri la - F espansione in serie della restrizione - 2 periodica della
funzione cos u u nellintervallo [ , ] , parametrica in \ R Z R Z R Z R Z ,

( ) sin
cos cos
n
n
u nu
n



+
=
| |
= +
|

2 2
1
1 1
2 . (15)
Assegnando u = nellEq. (15), si ottiene luguaglianza
cot
n
n


+
=
| |
=
|

2 2
1
1 1 1
2 ,
che, con la compressione : / x = ( x n ), diventa

/( )
( / ) ( /( ))
cot
n n
x x n
x
x n x x x n


+ +
= =
=


2
2 2 2 2
1 1
1 2 1 1
2
1
. (16)
Per la forma equivalente dellEq. (16)
( /( ))
( /( ))
cot
n
x n
x x
x n

+
=
=

2
2
1
1 2
1
,
sotto la condizione | | x < , vale, n , la rappresentazione in serie doppia
cot
k
n k
x
x x
n
+ +
= =
| |
=
|
\

2
1 1
1 2 , (17)
dedotta dal risultato classico per la somma della Serie Geometrica generale,
La generazione di Serie di Potenze Reali dalle Funzioni di Bernoulli e di Euler 7
/( )
k
k
k k
q q q
+
=
=

0
0
1 ,
NellEq. (17), le corrispondenze sono ( /( )) | | k q x n n <
2
0
1 1 .
Poich la serie doppia nellEq. (17) a termini di segno uniforme (positivo), le sue somme parziali
possono essere scambiate, conservando il carattere e la somma della serie doppia. Inoltre, anche gli
indici (muti) k e n possono essere scambiati indifferentemente tra loro poich variano su insiemi
numerabili identici [
4
]. Pertanto, una rappresentazione equivalente dellEq. (17)
( )
cot
n
n
n n
n k n k
x
x x x
k k
+ + + +
= = = =
| | | |
= +
|
|
\ \

2
2
2 2
1 1 1 1
1 2
1 2 1

( ) ( )
n
n
n
n
x

+
=

2
2
1
2 2
1 , (18)
in termini della Funzione di Riemann di ordine positivo pari.
Confrontando lEq. (18) divisa per x 0 con lEq. (14), il Principio di Identit delle serie lascia
emergere la relazione tra i Numeri di Bernoulli e la Funzione di Riemann ( ) n
+
Z ZZ Z :

( ) ( )!
( )
( )
n
n n
n
n

1
2 2
1 2 2
2
2
, (19)
utilizzabile, con lidentit auto-generatrice (12), per determinare rapidamente le forme chiuse delle
somme delle Serie di Riemann di ordine pari.
LEq. (19) consente di stimare asintoticamente (vs. n ) il rapporto
( )
/ | |
n n

+ 2 2 1
, necessario per il
calcolo del raggio di convergenza, nella variabile : x =
2
(si noti:
n n
x x
+

2 1
), di qualsiasi
espansione in serie di potenze nei cui coefficienti compaiano i Numeri di Bernoulli come fattori.
Poich ( )/ ( ( )) lim
n
n n
+
+
+ = 2 2 1 1 , si trova che

( )
~ ~
( ) ( )
n
n
n n n

+
+ +
2 2
2
2
2 1
2
1 2 1
. (20)
Allora, immediato verificare che le espansioni (13) e (14) risultano correttamente convergenti
per ( , ) | | x 0 mentre lespansione (9) di ( ) g
B
x converge per
/
[ , ) | | | | x
1 2
0 2 .

ESERCIZIO 1
Si dimostri per induzione vs. n
+
Z ZZ Z che vale la formula auto-iterativa generale (cfr/c Eq. (12))
: ( !)
!( )!
n
k
n
k
n
k n k


=
=
+

1
0
1
.


La generazione di Serie di Potenze Reali dalle Funzioni di Bernoulli e di Euler 8
Applicazioni ulteriori
1. Dallidentit tan cot cot x x x 2 2 e dallEq. (14), si calcola, per ( , / ) | | x 0 2 ,

( ) ( )
( )! ( )!
tan
n n n n
n n n n
n n
x x x
x n x n

+ +

= =
| | | |
= + +
| |
| |
\ \

2 4 1
2 2 2 1 2 1
1 1
1 2 1 2
1 1
2
2 2 2
, i.e.,

( ) ( )
( )!
tan
n n n
n n
n
x x
n

=

=

1 2 2
2 2 1
1
1 2 2 1
2
. (21)
Se si combina lEq. (21) con lidentit euleriana tanh tan x i ix , si scrive formalmente

( ) ( )
( )
( )!
tanh
n n n
n n
n
x i ix
n

=

=

1 2 2 1
2 2 1
1
1 2 2 1
2
e, dunque, poich ( )
n n
i
2
1 , risulta

( )
( )!
tanh
n n
n n
n
x x
n

=

2 2
2 2 1
1
2 2 1
2
. (22)
La validit delle Eq. (21) e (22) prolungabile allintervallo ( / , / ) 2 2 .
2. Dallidentit ( / ) csc cot cot x x x 2 e dallEq. (14), si calcola, per ( , ) | | x 0 ,

( ) ( )
( )! ( )!
csc
n n n
n n n n
n n
x x x
x n x n

+ +

= =
| | | |
= + +
| |
| |
\ \

2
2 2 2 1 2 1
1 1
1 2 1 2
2 1
2 2
, da cui, si trova

( ) ( )
( )!
csc
n n
n n
n
x x
x n

=

= +

1 2 1
2 2 1
1
1 2 2 1
1
2
. (23)
Quindi, la combinazione dellidentit euleriana csch csc x i ix con lEq. (23), data da

( ) ( )
( )
( )!
csch
n n
n n
n
x i ix
ix n

=
| |
= +
|
|
\

1 2 1
2 2 1
1
1 2 2 1
1
2
, si semplifica fornendo lespansione

( )
( )!
csch
n
n n
n
x x
x n

2 1
2 2 1
1
2 2 1
1
2
, (24)
anche questa valida per ( , ) | | x 0 .
3. I Numeri di Bernoulli compaiono nelle espansioni in serie di potenze, uniformemente
convergenti su intervalli compatti appropriati, di varie funzioni composte trascendenti.
3.1 Poich / | | ln cos tan d x dx x = , allora, per [ , / ) | | x 0 2 , dallEq. (21), si scrive
lncos ln sec x x

( ) ( )
( )!
tan
n n n
x x
n n
n
udu u du
n

=

= =


2 2
2 2 1
0 0
1
1 2 2 1
2
, concludendo che

( ) ( )
( )!
lncos
n n n
n n
n
x x
n n

+
=

=

2 1 2
2 2
1
1 2 2 1
2
. (25)
3.2 Analogamente, se si parte dalla derivata / | | ln sin cot d x dx x = e si tiene conto dellEq.
(14), allora, per ( , ) | | x 0 , si ottiene lidentit
La generazione di Serie di Potenze Reali dalle Funzioni di Bernoulli e di Euler 9
( / ) | | | | | | ln sin ln sin ln sin x x 2
/ /
cot cot
x x
udu udu

=

2 2


( ) ( )
| |
/
/ ( ) /( )!
x
n n n
n
n
u n u du


+

=
= +

2 2 1
2
1
2
1 1 2 2

( )
( ( / ) )
( )!
| | ln ln
n n
n n n
n
x x
n n

+
=

= +

2 1
2 2 2
1
1 2
2
2 2


( ) ( )
( )! ( )!
| | ln ln
n n n n
n n n
n n
x x
n n n n

+ +
= =

+

2 1 2
2 2 2
1 1
1 2 1
2 2 2 2
. ()
Poich luguaglianza () non unequazione bens unidentit, come tale, essa deve
valere ( , ) ( , ) x 0 0 . Ora, dato che il membro sinistro non contiene costanti
additive, lidentit sussiste se e solo se risulta
( )
( / )
( )!
ln
n n
n
n
n n

+
=

2
2
1
1
2 0
2 2
.
Quindi, insieme con la rappresentazione cercata,

( )
( )!
| | | | ln sin ln
n n
n n
n
x x x
n n

+
=

2 1
2 2
1
1 2
2
, (26)
valida per ( , ) | | x 0 , si determina la somma interessante, per / x = 2,

( )
( / )
( )!
ln
n n
n
n
n n


+
=

=

1 2
2
1
1
2
2 2
, (27)
Da questa, segue che, essendo
n
<
2
0 per n pari, allora, ( )
n
n
n
+
<
2
1 0 Z ZZ Z .
3.3 Combinando le Eq. (26) e (25), si scrive prontamente, [ , / ) | | x 0 2 ,
| | | | | | | | ln tan ln cot ln sin ln cos x x x x =

( ) ( ) ( )
( )! ( )!
| | ln
n n n n n
n n n n
n n
x x x
n n n n


+ +
= =

= +

2 1 2 1 2
2 2 2 2
1 1
1 2 1 2 2 1
2 2
.
Dalla semplificazione conclusiva, risulta, in termini dei Numeri di Bernoulli,

( ) ( )
( )!
| | | | ln tan ln
n n n
n n
n
x x x
n n

+
+
=

= +

1 2 2 1
2 2
1
1 2 2 1
2
. (28)
3.4 Le Eq. (26) e (28) possono essere lette, alternativamente, come le espansioni correlate,
per [ , ) x 0 e [ , / ) x 0 2 , delle due applicazioni rispettive seguenti:

( )
( )!
sin
ln
n n
n n
n
x
x
x n n

+
=

=

2 1
2 2
1
1 2
2
, (29)

( ) ( )
( )!
tan
ln
n n n
n n
n
x
x
x n n

+
+
=

=

1 2 2 1
2 2
1
1 2 2 1
2
. (30)
A questo punto, applicando le identit euleriane pertinenti alle Eq. (25), (26), (28), (29) e (30),
elementare scrivere le espansioni in serie di potenze, definitivamente in un intorno di x = 0 , delle
funzioni composte
La generazione di Serie di Potenze Reali dalle Funzioni di Bernoulli e di Euler 10
( ) ( ) ( ) ln cosh ln cos ln sech x x ix x , (31)
| | | | | | ln sinh ln sin ln csch x x i ix x , (30)
( ) ( ) ( )/ ( )/ ( )/ | | ln sinh ln sin ln csch x x x i ix x x x , (32)
| | | | | | ln tanh ln tan ln coth x x i ix x , (33)
( ) ( ) ( )/ ( )/ ( )/ | | ln tanh ln tan ln coth x x x i ix x x x . (35)
ricordando ancora, alloccorrenza, che ( ) ( )
n n n
ix x
2 2
1 .
Inoltre, tutte le espansioni relative alle funzioni specificate dalle Eq. (13), (14), (21), , (35) sono
rappresentabili, in modo equivalente, mediante la Funzione di Riemann di argomento positivo
pari, dallidentit (19).
Ad esempio, per ( , ) x 0 , si trova, con lEq. (26), che

( ) ( ) | | ln csch ln sin ln sin x i ix ix
x x x

=

( )
( )
( )! ( )!
| |
ln
ln
n n n
n n n n
n n
x
ix ix x
x n n x n n


+ +

= =
| |
= + =
|
|
\

2 1 2 1
2 2 2 2 1
1 1
1 2 2
1
2 2


ln
n
x
x


2 1
2
( )! n n 2
( ) ( )!
n
n

1
1 2 2
( )
( )
n
n
n
n x

2 1
2
1
2
2


( )
( )
ln
n
n
n
n
x
n x
x n

= +

2 1
2
1
1
2 ; (36)
come pure, la somma (27), ha la rappresentazione alternativa

( )
( / ) ln
n
n
n
n

+
=
=

2
1
2
2
2
. (37)

La generazione di Serie di Potenze Reali dalle Funzioni di Bernoulli e di Euler 11
I Polinomi di Euler
Analoga a ( ; ) G
B
x x , Eq, (7), si consideri la famiglia di Funzioni Generatrici di Euler
: ( ; ) G
x
E x
e
x x
e

=
+
2
1
, (38)
parametrica vs. R RR R . Entrambe le quantit che, rispettivamente, ne costituiscono il numeratore
e il denominatore, sono - M espandibili in R RR R .
Procedendo come con i Polinomi di Bernoulli, si dividono tra loro le espansioni delle funzioni
x
x e

2 e
x
x e + 1 , con lobiettivo della costruzione dellespansione formale della famiglia
( ; ) G
E
x , coincidente con lespansione effettiva di questa, per il teorema di unicit:
( / !) ( / !) ( )
( ) :
( / !) ( / !)
n n n n n
x
n
n n n n
n x
n n n
n
n
n n n
n x n x a x
e
c x
e
n x n x b x

+ + +
+
= = =
+ + +
=
= = =
= =
+
+ +


0 0 0
0
0 1 0
2 2
2
1
1 1 2 1
.
Specificati i coefficienti ( ) / !
n
n
a n 2 , n
+

0
Z ZZ Z mentre b
0
2 / !
n
b n 1 , n
+
Z ZZ Z ,
dalle Eq. (4) di definizione dellalgoritmo , si trova la forma dei coefficienti parametrici ( )
n
c :
( ) , ( ) / ! ( / ) ( )/ !, .
n
n
n n k
k
c c n c k n
+

=

0
1
1 1 2 Z ZZ Z
Per i primi pochi, con un calcolo auto-iterativo, risulta

( )
( ) :
!
c

= =
0
0
1
0
E
;

( )
( ) :
! ! ! !
c
c


| |
= = =
|
\
1
0 1
1
1 1 1 1
1 2 1 2 1 2 1
E
;
( )
( )
( ) :
! ! ! ! !
c c
c


| |
= + = =
|
\
2
1 0 2 2
2
1 1
2 2 1 2 2 2
E
;

( )
( ) :
! ! ! ! ! !
c c c
c


| |
| |
= + + = + =
| |
\
\
3
2 1 0 3 3 2
3
1 1 3 1
3 2 1 2 3 3 2 4 3
E
;
( )
( )
( ) :
! ! ! ! ! ! !
c c c c
c


| |
= + + + = + =
|
\
4
3 2 1 0 4 4 3
4
1 1
2
4 2 1 2 3 4 4 4
E
;

( )
( ) :
! ! ! ! ! ! ! !
c c c c c
c


| |
| |
= + + + + = + =
| |
\
\
4
4 3 2 1 0 5 5 4 2
5
1 1 5 5 1
5 2 1 2 3 4 5 5 2 2 2 5
E
;
( )
( )
( ) :
! ! ! ! ! ! ! ! !
c c c c c c
c


| |
= + + + + + = + =
|
\
4
5 4 3 2 1 0 6 6 5 3
6
1 1
3 5 3
6 2 1 2 3 4 5 6 6 6
E
, etc. .
I polinomi ( )
n
E , ciascuno normalizzato vs. il valore fattoriale del proprio ordine, ! n , sono noti
come i Polinomi di Euler (v. [
3
], p. 14-16). Quindi, in ( )

0 U , la loro funzione generatrice si scrive



( )
( ; )
!
G
x
n n
E x
n
e
x x
e n

+
=
=
+

0
2
1
E
. (39)

La generazione di Serie di Potenze Reali dalle Funzioni di Bernoulli e di Euler 12
I Numeri di Euler
Lassegnazione / 1 2 nellEq. (39) seleziona la funzione particolare
( ; / ) : ( ) G g
E E
x x x = 1 2 ,

/
( / )
! !
sech
x
n n n n
x n
n n
E
e x
x x
e n n
+ +
= =
=


2
0 0
1 2
2
1 2 2
E
, (40)
detta la funzione generatrice dei Numeri di Euler (cfr/c Eq. (10)), la definizione dei quali
: ( / )
n
n n
E = 2 1 2 E . (41)
Poich ( ) g
E
x x una funzione pari, questo implica necessariamente che, n
+

0
Z ZZ Z , risulta
( / )
n n
E
+ +
=
2 1 2 1
1 2 0 E . Quindi, la rappresentazione (40) si riduce a

( / )
( )
( )! ( )!
g sech
n n n n
E n
n n
E
x
x x x
n n
+ +
= =
=

2 2 2 2
2
0 0
1 2
2 2 2 2
E
, (42)
caratterizzata dai soli Numeri di Euler di indice pari, ( / )
n
n n
E
2
2 2
2 1 2 E .
Con la dilatazione x x 2 , lEq. (42) genera lespansione formale

( )!
sech
n n
n
E
x x
n
+
=
=

2 2
0
2
. (43)
Come per i Numeri di Bernoulli (v. p. 5-6), il metodo pi agevole per la determinazione delle
costanti
n
E
2
resta il ricorso alla rappresentazione equivalente dellEq. (43),
( )! ( )! ( )!
cosh
n n n n n
n n n
E E
x x x x
n n n
+ + +
= = =
=

2 2 2 2 2
0 0 0
1
1
2 2 2
,
alla quale si applica lalgoritmo del prodotto formale tra due serie di potenze, Eq. (2), rispetto
alla variabile : x =
2
, insieme con il Principio di Identit delle serie.
Il calcolo esplicito,

! !
E

0
1
1
0 0
, E =
0
1,

! ! ! !
E E
+
2 0
1 1
0
0 2 2 0
, E =
2
1,

! ! ! ! ! !
E E E
+ +
4 2 0
1 1 1
0
0 4 2 2 4 0
, E =
4
5,

! ! ! ! ! ! ! !
E E E E
+ + +
6 4 2 0
1 1 1 1
0
0 6 2 4 4 2 6 0
, E =
6
61,

! ! ! ! ! ! ! ! ! !
E E E E E
+ + + +
8 6 4 2 0
1 1 1 1 1
0
0 8 2 6 4 4 6 2 8 0
, E =
8
1385 , etc. ,
indica che i Numeri di Euler
n
E
2
, n
+
Z ZZ Z , sono alternatamente 0 per n pari\dispari e che si
auto-generano mediante la formula ( E =
0
1 )
La generazione di Serie di Potenze Reali dalle Funzioni di Bernoulli e di Euler 13

: ( )!
( )!( )!
n
k
n
k
E
E n
n k k

=
=

1
2
2
0
2
2 2 2
. (44)
Ritornando allEq. (43), la sostituzione euleriana x ix fornisce lespansione formale

( )
( )!
sec
n
n n
n
E
x x
n
+
=

=

2 2
0
1
2
, (45)
che, quando sia legittima, deve convergere per [ , / ) | | x 0 2 , insieme con lespansione associata
(43). Nel caso dei Numeri di Euler, il controllo delle Eq. (43) e (45) mostra che la determinazione
del raggio di convergenza (eventuale) comune dipende dallandamento asintotico del rapporto
( )
/ | |
n n
E E
+ 2 1
, analogamente alle conclusioni raggiunte per i Numeri di Bernoulli (cfr/c Eq. (20)).
Tale questione pu essere affrontata osservando che la funzione meromorfa (da C CC C in C CC C )
: f sec z z
ha poli tutti semplici in corrispondenza di ( ) / : z p

+ = 2 1 2 , con Z ZZ Z . I valori dei residui


ai poli sono dati da

( )
( )
( )
! ( ) /
lim sec lim lim
cos cos
z p z p w
z p
d w
b z p z
dz z w

| |
=
|
+ +
\
0
0
0
1
0 2 1 2

( ) lim
sin
w
w
w
+

1
0
1 ,
avendo posto : ( ) / w z z p

= + 2 1 2 e controllando la parit/disparit di .
Allora, per il Teorema di espansione di Mittag-Leffler [
5, 6
], si scrive
sec sec
n n
n n
n n n n
z b b b
z p p z p p z p p


+ + +

= = =

| | | | | |
= + + + + + +
| | |

\ \ \

1 0
1 1 1 1 1 1
0 1 .
Poi, osservato che
( ) n n
p p
+

1
, lo sviluppo esplicito prosegue con

/ /
secz
z
= + +

1 1
1
2 2 / / z
| |
+ +
|
+
\
1 1
2 2 / / z
| |
+ +
|
|

\
1 1
3 2 3 2
| | |

|
|
\ \


/ z
+
+
1 1
3 2 3 2 / / z
| |
+
|
|

\
1 1
5 2 5 2 / / z
| |
+ +
|
|
+
\
1 1
5 2 5 2
| | |
+
| |
| |
\


( / ) ( / ) ( / ) z z z


| | | |
= + + + + +
| |

\ \
2 2 2 2 2 2
3 5 4 4 4
1
2 3 2 5 2 3 5


( )
n
n
z z z n


+
=
| |
= + +
|
+
\

2 2 2 2 2 2
0
1 3 5 4 1
1 4
4 9 4 25 4 2 1


( ) ( )
( )
tan
n
n
n
n z
+

=
+
+
+

1
2 2 2
0
1 2 1 4
1 1
2 1 4


( ) ( )
( )
n
n
n
n z
+
=
+
=
+

2 2 2
0
1 2 1
2 1 4
. (46)
Ora, la restrizione { } { } \ ( ) / \ ( ) /



+ + 2 1 2 2 1 2
Z Z Z Z Z Z Z Z
C R C R C R C R del dominio di f sec fornisce
La generazione di Serie di Potenze Reali dalle Funzioni di Bernoulli e di Euler 14
lespansione ( x z Re )

( ) ( ) ( )
( )
( ) ( / )
sec
n n
n n
n
x
x n x n
n

+ +
= =
| | +
=
|
+ +
|

|
+
\

2 2 2 2
0 0
2 2
1 2 1 4 1 1
2 1 4 2 1
1
2 1 2
, (46.1)
che, sotto il vincolo sufficiente [ , / ) | | x 0 2 , rappresentabile come serie doppia,

( )
( ) ( )
( ) / ( )
sec
k
n n k
k
k k
n k n k
x
x x
n n n
+ + + + +
+ +
= = = =
| |

|
+ + +
\

2
2 1
2
2 1 2 1
0 0 0 0
4 1 1 2
2 1 2 1 2 2 1
, (46.2)
Infatti, in tale circostanza, nel termine generale della somma (46.1), riconoscibile la somma della
serie geometrica di ragione
( )
( )
( ) /
x
n

= <
+
2
2
1
2 1 2
.
Per le ragioni identiche a quelle che legittimano lEq. (17), si pu porre lespansione (46.2) nella
forma in cui gli indici (muti) del termine generale sono scambiati tra loro, i.e.,

( ) ( )
( )
( )
( )
sec
n k n
n n
D n n n
n k n
x x n x
k


+ + + + +
+ + +
= = =
| |
= +
|
+
\

2 1 2 1
2 2
2 1 2 1 2 1
0 0 0
2 1 2
2 1
2 1
, (47)
dove, ( )
D
n + 2 1 la Serie di Dirichlet di ordine positivo dispari.
Il confronto tra i termini generali delle espansioni (47) e (45), conduce allidentit analoga a quella
espressa dallEq. (19),

( )
( ) ( )!
( )
n n
n D n
n
E n

+
+

+
2 1
2 2 1
1 2 2
2 1 , (48)
utilizzabile, con lidentit auto-generatrice (44), per determinare rapidamente le forme chiuse delle
somme delle Serie di Dirichlet di ordine dispari.
Poich ( )/ ( ( ) ) lim
D D
n
n n

+
+ + + = 2 1 2 1 1 1 , la stima asintotica (vs. n )

( )
/
~ ~
( ) ( )
n
n
E
E n n n

+
+ +
2 2
2
2
2 1
16
8 1 2 1
(49)
implica la convergenza delle espansioni (43) e (45) in ogni cerchio di raggio
/
/ | | | | x <
1 2
2.
Pertanto, dallEq. (47), si deduce lespansione (prevedibile) equivalente alla (43),

( )
( )
( ) sech sec
n n
n
D n
n
x ix n x

+ +
+
=

= +

2 1
2
2 1
0
1 2
2 1 . (50)


La generazione di Serie di Potenze Reali dalle Funzioni di Bernoulli e di Euler 15
La Funzione di Hurwitz come acceleratrice di convergenza seriale
Per completezza di discussione, va ricordata una rappresentazione alternativa di
D
, riconducibile
alla cosiddetta Funzione
H
di Hurwitz (

), una generalizzazione della Funzione di Riemann.


La Funzione
H
, implementata in quasi tutti i programmi di calcolo, utilizzabile come algoritmo
accelerativo efficace nella determinazione delle somme di certe classi di serie. Ne sono presentate,
anche, alcune propriet essenziali in R RR R , utili in varie circostanze.
La rappresentazione seriale convenzionale di
H
in R RR R
( , ):
( )
H x
k
x x q
k q

+
=
=
+

0
1
. (51)
H
definita nel dominio ( , ) + 1 , essendo q
+
R RR R un parametro. Inoltre, la rappresentazione
(51) converge uniformemente in ogni intervallo compatto di ( , ) + 1 . Quando q = 1, immediato
osservare che,
H
si riduce alla Funzione di Riemann.
PROPOSIZIONE
La Funzione
D
di Dirichlet,

( )
( ) :
( )
k
D x
k
x x
k

+
=

=
+

0
1
2 1
, (52)
definita per ( , ) x + 1 , fattorizzabile, in ogni intervallo compatto di ( , ) + 1 , nel prodotto tra
una funzione esponenziale decrescente e la differenza tra due Funzioni di Hurwitz.
La verifica semplice: separando gli addendi di indice pari da quelli di indice dispari nella serie
(52), ammissibile scrivere

( )
( )
k
x x x x x x x x x x
k
k
+
=
| | | |
= + + + + + + + + + +
| |
+ \ \

0
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
1
2 1 5 9 13 17 3 7 11 15 19


( ) ( ) ( / ) ( / )
x x
x x x x
k k k k
k k k k
+ + + +
= = = =
=
+ + + +

0 0 0 0
1 1 4 4
4 1 4 3 1 4 3 4


( )
( , / ) ( , / )
x
H H
x x


2
2 1 4 3 4 , (53)
avendo sostituito i valori / , / q = 1 4 3 4 nellEq. parametrica generale (51).
Come esempi pertinenti, dopo aver sostituito : x n = + 2 1, con n
+
Z ZZ Z , le espressioni (48) e (50)
diventano, rispettivamente,

( )
( ) ( )!
( , / ) ( , / )
n
n H H n n
n
E n n

+ +
2 2 2 1
1 2
2 1 1 4 2 1 3 4
2
, (54)

( )
( )
( , / ) ( , / ) sech sec
n
n
H H n n
n
x ix n n x

+
+
=

= + +

2
2 2 1
0
1
2 1 1 4 2 1 3 4
2
. (55)

(

) Adolf Hurwitz (1859-1919), allievo di Kummer, di Weierstrass, di Kronecker e di Klein. Professore a Knigsberg
e a Zurigo. Studioso delle Superfici di Riemann e delle Equazioni Modulari nella Teoria dei Numeri Algebrici.
La generazione di Serie di Potenze Reali dalle Funzioni di Bernoulli e di Euler 16
ESERCIZIO 2
In modo analogo allEq. (53), per la cosiddetta Funzione , si ricava la rappresentazione seriale

( )
( ) : ( , / ) ( , / )
( )
x
H H x
k
x x x x
k

+

=
= +
+

2
0
1
2 1 4 3 4
2 1
, (56.1)
uniformemente convergente in ogni intervallo compatto del dominio ( , ) + 1 .
Daltra parte, si verifichi che esiste la rappresentazione alternativa, pi semplice,
( ) ( , / )
x
H
x x x

2 1 2 . (56.2)
ESERCIZIO 3
Si verifichi che, { , } a b
+
R RR R , ammissibile esprimere le serie generali seguenti nelle forme di
Hurwitz rispettive:
( , / )
( )
x
H x
k
x a x b a
ak b

+

=

+

0
1
, (57)

( )
( )
( , / ) ( , ( )/( ))
( )
k
x x
H H x
k
x a x b a x a b a
ak b

+

=

+
+

1
0
1
2 2 , (58)
entrambe uniformemente convergenti in ogni intervallo compatto del dominio ( , ) + 1 .

RAPPRESENTAZIONI INTEGRALI IN R RR R DELLA
FUNZIONE DI HURWITZ VS. LA FUNZIONE GAMMA
Nella rappresentazione integrale convenzionale (di Legendre) della Funzione ,
( )
x t
x x t e dt
+

=

1
0
,
si esegua la sostituzione della variabile di integrazione : ( ) t k q = + , dove la nuova variabile.
Segue che : ( ) dt k q d = + e, quindi, senza alcun cambiamento del dominio di integrazione, risulta
( )
( )
( ) ( ) ( ) ( )
x
k q x x k q
x k q e k q d k q e e d


+ +

+
= + + +

1
1
0 0
.
Con le restrizioni { , } ( , ) k q x
+ +
+
0
1 Z R Z R Z R Z R , vale sempre luguaglianza
( )
( )
x k q
x
x e e d
k q


+

=
+

1
0
1
,
i cui membri, sommati da 0 a M

vs. lindice k , danno luogo alla forma equivalente
( )
( )
M M
x k q
x
k k
x e e d
k q


+

= =
=
+


1
0
0 0
1
.
Lintegrale a destra uniformemente convergente in
+
R RR R . Allora, passando al limite M +,
ammissibile (e.g., dal criterio di Weierstrass) scambiare tra loro le operazioni di integrazione e di
somma di una serie i.e., assorbire, nellintegrale precedente, la sommatoria esterna:
La generazione di Serie di Potenze Reali dalle Funzioni di Bernoulli e di Euler 17
( )
( )
( )
x k q
x k
k
x e e d
k q


+
+
+

=
=
=
+

1
0
0
0
1
.
Da questultima uguaglianza, si riconoscono, a sinistra, la rappresentazione seriale della Funzione
di Hurwitz e, a destra, nella funzione integranda, la Serie Geometrica di ragione e

( 1 ),
convergente alla somma ( ) e

1
1 . Quindi, si ottengono le rappresentazioni integrali equivalenti,
convergenti uniformemente per ( , ) x + 1 , del prodotto

( )
( ) ( , )
x q x q
H
e e
x x q d d
e e




+ +

=


( (

1 1 1
0 0
1 1
. (59)
Come si gi osservato, il caso q = 1 muta
H
in , cos che le rappresentazioni integrali (59) si
riducono a quelle corrispondenti dellintegrale bosonico ( ) x

M , (e.g., si veda lEq. (176), p. 81,


nel lavoro dellautore Propriet e applicazioni della FUNZIONE GAMMA).
DallEq. (59), immediato dedurre le rappresentazioni integrali equivalenti di
H
, pesate vs. la
Funzione ,

( )
( , )
( ) ( )
x q x q
H
e e
x q d d
x e x e





+ +

=


( (

1 1 1
0 0
1 1
1 1
. (60)


La generazione di Serie di Potenze Reali dalle Funzioni di Bernoulli e di Euler 18
Le espansioni della Funzione di Gudermann e della sua inversa
1. La Funzione di Gudermann (o gudermanniana o ampiezza iperbolica), gd (

),
: ( ) / gd tan
x
x x e

=
1
2 2 ,
- M espandibile, essendo ( )

C R RR R . Poich la sua funzione derivata 1.a data da


( ) ( ) / gd tan sech
x
x x
d d
x x e x
dx dx e e

=
+
1
2
2 2 ,
avvalendosi del Teorema Fondamentale del Calcolo Integrale e dellEq. (45), legittimo scrivere,
per [ , / ) | | x 0 2 ,
( )! ( )!
gd sech
x
x x
n n n n
n n
E E
x udu u du u du
n n
+ +
= =
=



2 2 2 2
0 0
0 0
0
2 2
.
Quindi, se si ha [ , / ) | | x 0 2 , vale lespansione in serie di potenze ovvero in termini di Somme
D
di Dirichlet di ordine positivo dispari, dallEq. (48),

( )
( )
( )
( )! ( )
gd
n n
n n n
D n
n n
E
x x n x
n n

+ + +
+ +
+
= =

= +
+ +

2 1
2 2 1 2 1
2 1
0 0
1 2
2 1
2 1 2 1
. (61)
2. Essendo la gudermanniana monotna

M in R RR R , allora, gd

1
, la sua funzione inversa,
( ) ( / , / )

2 1 2 C , anchessa

M , la quale rappresentabile come


( / / ) gd ln tan x x x

+
1
2 4 .
Con lo stesso procedimento seguito per la funzione gd , si calcola
( / / )
( / )
gd ln tan sec
sin cos
d d
x x x x
dx dx x x

+ = =
+
1
1 1
2 4
2
,
da cui, quando [ , / ) | | x 0 2 , risulta, correttamente,
( ) ( )
( )! ( )!
gd sec
x
n n
x x
n n n n
n n
E E
x udu u du u du
n n
+ +

= =

=



2 2 1 2 2
0 0
0 0
0
1 1
2 2
,
i.e., come conclusione (

),

( )
( )
( )
( )! ( )
gd
n
n
n n n
D n
n n
E
x x n x
n n

+ + +
+ +
+
= =

= +
+ +

2 1
2 1 2 1 2 1
2 1
0 0
1
2
2 1
2 1 2 1
. (62)

____________________

(

) E.g., dal parent-directory nella home-page dellautore, si veda: La Funzione di Gudermann.


(

) Una raccolta utile di formule, di tavole e di riferimenti avanzati sui Polinomi e i Numeri sia di Bernoulli che di
Euler costituisce il contenuto, in [
7
], del cap. 23, p. 803-819.
La generazione di Serie di Potenze Reali dalle Funzioni di Bernoulli e di Euler 19
Appendice
Forme numeriche chiuse delle somme delle Serie ( )
D
p di Dirichlet, p
+
Z ZZ Z , sono note solo per
lordine p dispari. Un calcolo relativo ai primi due di tali ordini, , p = 1 3 , usando la Serie di
Fourier, presentato nellUnit tematica dellautore Propriet e applicazioni della SERIE di
FOURIER, p. 20-21. Per, lalgoritmo numerico pi efficiente resta quello che associa lidentit
(48) allidentit auto-generatrice (44).
Nella breve tabella seguente, sono riportate le prime sei somme esatte ( )
D
p , di ordine p dispari.
Come riferimento di controllo, il compendio [
8
] si rivelato estremamente utile.

p ( )
D
p
1
( )
tan
k
k
k

+

= =
+

1
0
1
1
2 1 4

3
( )
( )
k
k
k

+
=

=
+

3
3
0
1
2 1 32

5
( )
( )
k
k
k

+
=

=
+

5
5
0
1 5
2 1 1536

7
( )
( )
k
k
k

+
=

=
+

7
7
0
1 61
2 1 184320

9
( )
( )
k
k
k

+
=

=
+

9
9
0
1 277
2 1 8257536

11
( )
( )
k
k
k

+
=

=
+

11
11
0
1 50521
2 1 14863564800


Vale la pena di ricordare che la somma della Serie di Dirichlet di ordine p = 2 la nota Costante
di Catalan (E. C., 1814-1894),

( )
( )
( )
.
k
D
k
k

+
=

= =
+

2
0
1
2 0 91596559417721901505
2 1
. (63)
si incontra frequentemente in questioni di Analisi Combinatoria e nel calcolo di certe classi di
serie e di integrali definiti.
Un metodo alternativo per il calcolo di , mediante la Funzione (Trigamma), presentato
nellUnit tematica dellautore: Propriet e applicazioni della FUNZIONE GAMMA, p. 39-40.


La generazione di Serie di Potenze Reali dalle Funzioni di Bernoulli e di Euler 20

Bibliografia
[
1
] Henrici, P., APPLIED AND COMPUTATIONAL COMPLEX ANALYSIS, I, p. 35-42, John Wiley & Sons
(1974).
[
2
] Whittaker, E. T., - Watson, G. N., A COURSE OF MODERN ANALYSIS, 4th ed., Cambridge Un. Press., p.
125-127 (1927; rist. 1973).
[
3
] Temme, N. M., SPECIAL FUNCTIONS: An Introduction to the Classical Functions of Mathematical Physics, p.
1-6, John Wiley & Sons, Inc. (1996).
[
4
] Titchmarsh, E. C., THE THEOY OF FUNCTIONS, 2nd ed., Oxford Un. Press, p. 27-31, (1939; rist. c/corr.,
1978).
[
5
] Mittag-Leffler, M. G., ACTA SOC. SCIENT. FENNICAE, XI (1880), p. 273-293; v. anche ACTA
MATHEMATICA, IV (1884), p. 1-79.
[
6
] Spiegel, M. R., COMPLEX VARIABLES, Schaums Outline Series, p. 175, 191-192, McGraw-Hill (1964).
[
7
] Abramowitz, M., - Stegun, I. A., eds., HANDBOOK OF MATHEMATICAL FUNCTIONS, Dover Publ., Inc.,
(1972) [riferimento: AMS-55 ( Applied Mathematics Series-55)].
[
8
] Hansen, E. R., A TABLE OF SERIES AND PRODUCTS, Prentice Hall, Inc. (1975).
Un riferimento generale completo per i fondamenti di molti dei temi trattati in questa Unit :
[
9
] Markushevich, A. I., THEORY OF FUNCTIONS OF A COMPLEX VARIABLE, 2nd ed., Chelsea Publ. Co.
(1977), three volumes in one.