Sei sulla pagina 1di 5

60 62

ast June, the coolest place in Georgia was the Congress Center in Atlanta (GWCC), despite the 40 degree temperatures outside the building. The exhibition centre was at the time hosting a convention organised by the international Wind Energy Association. Many of the exhibitors had wind turbines and fans to simulate winds, and this helped cool the environment. However one of the worlds leading manufacturers of wind turbines, Danish company Vestas, chose to focus on large box of Lego, with the bricks used to construct a wind power system. The partnership between Lego and Vestas was not just a one-off for the trade show, but rather dates back several years. Indeed for two years, starting in 2007, Vestas and Lego set up an itinerant show called Wind is Free at various airports in the United States, Canada, Europe and Asia, to entertain travellers. At the Los Angeles airport, for example, the display included Lego brick mod-

From attractions to energy saving, wind is considered an essential resource for theme parks. Without neglecting more creative opportunities

Gone with the Wind


by Domenico Matarazzo
GAMES & PARKS INDUSTRY 10 - 2012

Photo cou

rtesy of Ves

tas

63
Da ispiratore di attrazioni a fonte dl risparmio energetico, il vento si propone come una risorsa essenziale per i parchi a tema. E non mancano opportunit anche pi creative Via col vento di Domenico Matarazzo Lo scorso giugno il luogo pi fresco della Georgia era il Congress Center di Atlanta (GWCC), nonostante i 40 gradi fuori dalledificio. Allinterno del centro espositivo infatti si teneva la convention della Wind Energy Association, lassociazione internazionale che riunisce gli operatori del settore eolico. Molti degli espositori avevano turbine eoliche e ventilatori che simulavano folate di vento e ci contribuiva a rinfrescare lambiente. Uno dei maggiori produttori mondiali di turbine eoliche, la danese Vestas, aveva invece come punto di attrazione una grande scatola di Lego i cui mattoncini servivano proprio alla costruzione di un impianto eolico. La partnership tra Lego e Vestas non era specifica per questa fiera ma risaliva a diversi anni prima. Gi nel 2007, infatti, per due anni Vestas e Lego avevano sviluppato unesposizione itinerante dal titolo Wind is Free allestita in vari aeroporti degli Stati Uniti, Canada, Europa e Asia per intrattenere e divertire i viaggatori. Presso laeroporto di Los Angeles ad esempio lesposizione comprendeva i modelli in mattoncini Lego della Statua della Libert, con, accanto, delle turbine eoliche con scenografie differenti. Lesibizione presentava anche una serie di filmati relativi al vento come fonte di energia. Il punto comune degli allestimenti era la possibilit per il pubblico di interagire con il materiale esposto. Per esempio, soffiando in un sensore si attivava una turbina per produrre elettricit. Terminata la partnership con Vestas, Lego ha continuato il suo coinvolgimento con lenergia eolica attraverso una partnership con Dong Energy, la compagnia elettrica danese. Presso il Legoland Billund infatti nel 2008, Dong Energy e Lego hanno inaugurato Energien i Danmark (Energia in Danimarca), una versione in miniatura, costruita interamente con i Lego su 350mq, della Anholt Offshore Wind Farm, il parco eoGrazie a una partnership con Dong Energy, la compagnia elettrica danese, dal 2008 Legoland Billund informa ed educa i suoi ospiti sulle fonti energetiche pi verdi. Ospita tra laltro anche una riproduzione in scala 1:20 del parco eolico offshore Anholt Offshore Wind Farm in via di costruzione in Danimarca che sar il pi grande della nazione.
GAMES & PARKS INDUSTRY 11 - 2012

Lego and Vestas, one of the world leaders in the field of wind turbines, from 2007 to 2009 set up a joint itinerant exhibition on wind power, called Wind is Free, which travelled to many of the worlds airports.
Lego e Vestas, uno dei leader mondiali nel campo delle turbine eoliche, dal 2007 al 2009 hanno sviluppato assieme una mostra itinerante sulleolico dal titolo Wind is Free che ha girato in tanti aeroporti del mondo.

els of the Statue of Liberty, alongside wind turbines in different settings. The display also featured a series of films on wind energy. The common thread of the shows was the possibility for the public to interact with the material on display. For example, blowing into a sensor activated a turbine to generate electricity. When this partnership with Vestas concluded, Lego continued its work with wind energy through a partner-

ship with Dong Energy, a Danish energy utility. At Legoland Billund, in 2008 Dong Energy and Lego inaugurated Energien in Danmark (Energy in Denmark), a miniature version made entirely from Lego, covering an area of 350sq.m of the Anholt Offshore Wind Farm, which with 111 turbines to be installed by 2013 on an area of over 140 sq.km, will be the biggest offshore wind farm in Denmark (capacity: 400 MW, providing power to 400,000 DanBased on a partnership with Dong Energy, the Danish power company, since 2008 Legoland Billund has been educating its guests on the greenest energy sources. Among other things it hosts a 1:20 scale reproduction of the Anholt Offshore Wind Farm, currently under construction in Denmark, which when completed will be the countrys biggest.

64
lico che, con 111 turbine installate entro il 2013 su unarea di oltre 140kmq, sar il pi vasto parco eolico offshore della Danimarca (capacit: 400MW, tale da coprire il fabbisogno annuo di 400 mila famiglie) e anche uno dei pi grandi al mondo. La scala del modello di 1:20 e le fasi di costruzione sono le stesse adottate per la realizzazione delle vere turbine, per cui sar lautunno prossimo che larea sar del tutto completa anche nel parco di divertimenti con le sue sette pale. Energien in Danmark prevede anche attivit hands-on per scoprire le diverse fonti energetiche (gas, energia geotermica, elettrica eccetera) e il percorso che lenergia fa per arrivare fino agli interruttori delle nostre case, pi un punto informativo in cui si possono ampliare le proprie conoscenze sul parco eolico offshore di Anholt potendo da qui anche inviare cartoline a tema. Non la prima volta che il vento funge da ispirazione per un parco di divertimenti. Tra i capostipiti vi Carowinds, aperto nel 1973 in North Carolina a cavallo tra le citt di Charlotte e Fort Mill. Lo stesso nome infatti un incrocio tra Carolinas (il North Carolina e il South Carolina, nel sud-est degli Usa) e wind (vento). Il nome indicava la mission del parco che consisteva nel proporre le tradizioni e la cultura della regione mentre il vento rappresentava le correnti che tradizionalmente soffiano tra i due stati. Una serie di passaggi di propriet culminati con lacquisto nel 2006 da parte del gruppo attuale proprietario, Cedar Fair, ha mantenuto il nome ma ha trasformato il parco in una destinazione con attrazioni pi popolari ispirate a film e personaggi come Snoopy. Oltre a mantenere il nome orginario, Cedar Fair non ha rinunciato al vento neanche come attrazione. Molti dei suoi parchi infatti, compreso Carowinds, hanno WindSeeker, la popolare attrazione creata da Mondial e il cui nome significa proprio cercatore di vento. Chi punta per sul vento come risorsa per migliorare i profitti non attraverso nuove attrazioni, ma attraverso una riduzione dei costi il Tivoli Copenaghen. Come G&PI ha gi avuto modo di documentare in passato, questo parco, non nuovo a primati verdi (nel 1999 fu il primo parco al mondo a guadagnare una certificazione ambientale), dal 2010 ha impostato un programma di abbassamento dei propri consumi energetici illuminazione efficiente, veicoli elettrici e installazioni solari per ricaricarli, riciclo dellacqua del lago eccetera e sempre da quellanno alimentato completamente da energia eolica. Di fatto il Tivoli ha una propria turbina nel parco eolico Avedre Holme, sviluppato anchesso

Above: for 2 years now the whole Tivoli Copenhagen park has been wind powered. The energy is provided by one of the 3 wind turbines at the Avedre Holme power station by Dong Energy.
Sopra: da 2 anni il Tivoli Copenhagen completamente alimentato a energia eolica che proviene da una delle 3 turbine del parco eolico di Avedre Holme di propriet di Dong Energy.

ish families) and also one of the largest in the world. The model is in 1:20 scale and the stages in its construction reflect those adopted for the construction of the actual turbines, and therefore next autumn the area will be complete at the amusement park, with its 7 turbines. Energien in Danmark also includes hands-on activities to let visitors discover different energy sources (gas, geothermal, electricity etc.) and the path that energy travels before getting to our home light switches, plus an

information point providing additional knowledge on the Anholt offshore wind farm, including themed postcards. This is not the first time that wind has been the inspiration for an amusement park. One of the pioneers in this sense was Carowinds, opened in 1973 in North Carolina, between the cities of Charlotte and Fort Mill. The name itself is in fact a cross between Carolinas (North Carolina and South Carolina, in the south-eastern USA) and wind. The name indicated the parks mission, involving proposing the regions traditions and culture, with wind representing the air streams that traditionally blow between the two states. A series of changes in ownership, ending in 2006 with the acquisition by the current owners, Cedar Fair, has seen the name retained, while the park has become a destination with popular attractions inspired by films and characters such as Snoopy. As well as keeping the original name, Cedar Fair also uses wind as an
Wind inspired the name of US theme park Carowinds, as well as one of its latest attractions, Windseeker by Mondial.
Il vento ha ispirato il nome del parco statunitense Carowinds e anche una delle sue ultime attrazioni, Windseeker di Mondial.

GAMES & PARKS INDUSTRY 11 - 2012

66

The American Wind Power Center and Museum in Texas displays over 100 American style windmills and related exhibits on wind electric, as well as its own working wind turbine (built in 2005).
LAmerican Wind Power Center and Museum in Texas presenta oltre un centinaio di mulini a vento in stile americano e altri pezzi che riguardano sempre lenergia derivante dal vento, oltre a una turbina eolica funzionante, installata nel 2005, che gli fornisce la corrente.

attraction. Many of its parks in fact, including Carowinds, have a WindSeeker, the popular ride created by Mondial. One park however that is focusing on wind as a resource to improve profits not through new attractions, but rather by reducing costs, is Tivoli Copenhagen. As G&PI has already underlined in the past, this park is not new to green records (in 1999 it was the first park in the world to receive environmental certification), since 2010 has established a program for lowering its energy consumption efficient light-

ing, electric vehicles and solar systems to recharge them, recycling lake water etc. and since the same year has been completely powered by wind energy. Tivoli has its own turbine in the Avedre Holme wind farm, again installed by Dong Energy. Obviously, the energy consumed by Tivoli does not necessarily come from that specific turbine, as the energy produced is not classified based on the source. Nonetheless, regardless of the source, Tivoli receives its annual demand of 10

da Dong Energy. Ovviamente non detto che lenergia del Tivoli provenga solo da quella specifica turbina dato che lenergia prodotta non viene classificata in base alla fonte. Tuttavia, indipendentemente dalla fonte, Tivoli riceve il suo fabbisogno annuo di 10 milioni di kilowatt/ora di elettricit praticamente a costo zero. In questo modo il parco danese non solo si posto allavanguardia, ma intende anche stimolare le migliaia di famiglie che lo visitano a prendere iniziative simili per ridurre i consumi energetici. Science center e produttori di giocattoli hanno gi allestimenti e prodotti che spiegano e consentono sperimentazioni per familiarizzare con leolico. Le attrattive maggiori sembrano per giungere da altrove. Lo stato del Texas, ad esempio, fino a cento anni fa era costellato da mulini a vento che estraevano acqua per abbeverare il bestiame e irrigare le coltivazioni. Migliaia di queste installazioni esistono ancora nelle zone pi remote, ma in tempi recenti alcune di queste, soprattutto nella parte occidentale dello stato, la pi ventosa, sono stati affiancate da moderne pale eoliche. Di fatto oggi il Texas da uno dei principali produttori di petrolio si trasformato nel maggio-

Maryhill Museum: as well as donations and visitors, revenue at this modern art museum in the USA comes from wind power, with turbines (seen in the background of the photo) installed on the museums property.
Maryhill Museum: oltre a donazioni e visitatori, gli introiti di questo museo statunitense darte moderna arrivano anche grazie alle pale eoliche (sullo sfondo della foto) installate sulla propriet del museo. Photography Scott Thompson

GAMES & PARKS INDUSTRY 5 - 2010

Focus on...
re produttore statunitense di energia eolica. Questevoluzione viene illustrata presso lAmerican Wind Power Center a Lubbock, che si definisce il museo pi grande al mondo dedicato allenergia eolica. Si sviluppa su 110 mila metriquadri, parte indoor e parte outdoor, e ospita decine e decine di vecchi mulini a torre in stile americano affiancati da una moderna turbina alta 50m che fornisce elettricit anche a tutto il museo ed stata costruita, neanche a dirlo, ancora da Vestas. Molto pi creativa la soluzione del Maryhill Art Museum, un piccolo museo darte moderna aperto per iniziativa privata a Goldendale, nello stato di Washington. Per coprire parte dei costi di gestione annui pari a circa un 1,3 milioni di dollari, i proprietari del terreno su cui sorge il museo hanno offerto in leasing lo spazio per installare 15 turbine eoliche capaci di fornire circa 500MW di elettricit alla citt di Los Angeles. Il leasing per 20 anni, con la possibilit di estenderlo per altrettanti. Una ventata di sollievo per la struttura dato che questo leasing offerto a 250 mila dollari lanno: circa un quinto dei costi del museo che almeno per i prossimi 40 anni avr cos un reddito minimo assicurato. q

67 Lubbock, which calls itself the worlds biggest wind energy museum. It covers 110,000 square metres, partly indoors and partly outdoors, and hosts dozens of old American style windmills, accompanied by a modern 50m high turbine that supplies all the museums electricity and was manufactured, need we say, by Vestas. One much more creative solution can be found at the Maryhill Art Museum, a small private modern art museum in Goldendale, Washington state. To cover part of the annual running costs of around 1.3 million dollars, the owners of the land where the museum is located have leased an area to install 15 wind turbines, capable of supplying around 500MW of electricity to the city of Los Angeles. The contract is for 20 years, with the possibility to extend it a further 20. A wind of relief for the museum, given that this lease brings in 250,000 dollars a year: around a fifth of the costs of running the museum, which for the next 40 years at least will have a minimum guaranteed income.n

million kilowatt-hours of electricity at practically zero cost. In this way, not only is the Danish park at the cutting edge, but also helps stimulate the thousands of families who visit the park to take similar steps to reduce energy consumption. Science centers and toy manufacturers already have displays and products that explain and allow people to experiment and become more familiar with wind energy. The main attractions, however, have different origins. The state of Texas, for example, until a century ago had a landscape studded by windmills that pumped water for livestock and crops. Thousands of these installations still exist in more remote areas, however recently some of these, above all in the western part of the state where it is windier, these have been joined by modern wind power turbines. Today, Texas has switched from being one of the main oil producers to being the biggest wind energy supplier in the US. This evolution is illustrated at the American Wind Power Center in

2 - 2010 GAMES & PARKS INDUSTRY 1