Sei sulla pagina 1di 17

Ing.

Silvano DOnofrio

Sommario
I preparativi ....................................................................................................................................................... 3 La propulsione ............................................................................................................................................... 5 Il progetto .......................................................................................................................................................... 7 LA FINE ............................................................................................................................................................. 13

I preparativi
Facciamo un po di sana fantascienza. Immaginiamo il giorno in cui gli scienziati dicono: Ci siamo. Il sole sta perdendo carburante. Il sole si sta spegnendo.

Immediatamente verr avvisato il capo del governo mondiale. La decisione da prendere non facile. Consulter i massimi esperti e poi decide: Tenere segreta la notizia, non il caso di allarmare la popolazione mondiale di una catastrofe che avverr fra centinaia di migliaia di anni o forse tra milioni di anni visto che gli scienziati sono dei catastrofisti per natura. E cos il tempo passa. Passeranno millenni, forse centinaia di millenni. Poi gli scienziati registrano una costante ed esponenziale diminuzione dellirraggiamento solare. Linformazione arriva fino ai media che ne danno la notizia. Non potendo pi tenere nascosta la cosa, la notizia viene resa ufficiale e viene dato lordine agli scienziati e agli ingegneri di studiare un piano. Il piano prevede la evacuazione dal pianeta Terra al pi presto. A quellepoca non esisteranno nazioni. Esiste una sola nazione guidata da un presidente universale e da una assemblea di eletti su scala mondiale. Al mondo si parla una sola lingua, non esistono pi differenze di razze n di religione. Le popolazioni si sono mescolate a tal punto da dare origine ad una sola razza con gli occhi a mandorla, la carnagione scura. Forse anche laspetto cambiato a causa della vita sedentaria. Le citt si sono trasformate in super ammassi di metropoli, viene abitato anche il sottosuolo per lasciare abbastanza terra per le coltivazioni e gli allevamenti per la nutrizione mondiale in continua espansione.

Ma non c pi tempo. La parola degli scienziati di fare presto. Vengono istituiti centri di studi su tutto il pianeta atti a risolvere tutti i problemi inerenti ad un lungo viaggio nello spazio e alla conservazione della specie. I primi a darsi da fare sono gli ingegneri per costruire una astronave abbastanza grande. Ma quanto grande? Abbastanza quanto? Per quante persone? Gli esperti di demografia e biologi dicono che ci sar un grande tasso di mortalit durante il viaggio per adattamento allassenza di gravit, allevolversi delle malattie che riscontreranno sempre una minore resistenza degli anticorpi per indebolimento del sistema immunitario e infine alla inefficacia dei farmaci per la mancanza di risposte del nostro corpo. Un milione, decide il presidente. E gli altri 20 miliardi? Li lasceremo morire? I consiglieri dicono che una notizia del genere destabilizzer il mondo. Provocher rabbia, odio. Verranno uccise tutte le persone sospettate di essere gli eletti, scienziati, ingegneri, medici. Tutti o nessuno, questo sar lo slogan ed allora inizieranno cruenti spargimenti di sangue. Legoismo personale prevarr sul sentimento della collettivit. Ci sar ovunque la rincorsa all'accaparramento di beni per soddisfare il proprio egoismo. Ben presto il mondo invaso da guerre locali, dal disordine. Ci saranno repressioni per riportare lordine. La Terra piomber nel caos, nella anarchia. Una prospettiva terribile da accettare. Ed allora?

La propulsione

Non c niente da fare. Per gli altri 20 miliardi di persone il destino segnato. Non c possibilit di evacuare il mondo intero, perch non si possono costruire abbastanza astronavi. Come avviene in una nave che affonda con poche scialuppe di salvataggio e viene data la priorit alle donne e ai bambini, cos viene compilata una lista delle categorie da salvare. Per motivi di sicurezza viene tenuta segreta assieme al numero delle persone che saranno evacuate. Il governo centrale mondiale decide per un piano di educazione per evitare disordini e scene di panico. In tutte le scuole del mondo, in ogni paese ed angolo del mondo le persone vengono sensibilizzate su quanto sta accadendo. La gente deve capire che per il bene della umanit, della conservazione della nostra specie c un prezzo da pagare, un prezzo elevato ma necessario. Ognuno deve prendere coscienza che bisogna pensare al futuro dei loro discendenti, alla nostra razza piuttosto che agli egoismi individuali. Linsegnamento produce i suoi effetti. Dopo i primi tempi di preoccupazione generale la vita scorre regolarmente perch, alla fin fine, la fine non ancora vicina, pensa la gente. Mancano in quel momento 3 miliardi di anni alla esplosione del Sole. Tanti ancora. Nel corso degli ultimi 2,5 miliardi di anni d.c. il mondo ha subito eventi catastrofici. Una guerra nucleare nellanno 2.520 d.c. Una seconda guerra nucleare dopo altri cinquemila anni ancora pi devastante ha distrutto il mondo intero. Solo pochi si sono salvati. Una letale epidemia sconosciuta forse di origine extraterrestre importata dopo una missione spaziale telecomandata che ha riportato campioni di un esopianeta al di fuori del sistema solare ha dimezzato la popolazione mondiale nellanno 115.967 d.c. Questi eventi hanno segnato profondamente le coscienze. Da allora una legge mondiale vieta la ricerca e luso del nucleare. Vengono abbandonate tutte le missioni spaziali e le ricerche sullatomo. La nuova civilt sorta sulle ceneri e sulle esperienze delle precedenti civilt, allalba dellannuncio della imminente esplosione del Sole, evoluta. E prospera. Non ci sono pi guerre, le popolazioni vivono in pace nel pieno rispetto della natura e degli altri. Ma la scienza in ritardo. Gli ingegneri e gli scienziati si trovano ad affrontare il grande problema della propulsione dellastronave dopo lincarico di progettarla.

Essi sanno che la spinta delle propulsioni a reazione chimica non sufficiente a grandi astronavi di vincere la velocit di fuga dalla gravit terrestre e per trasportare grandi pesi. Lenergia atomica stata bandita dopo le due guerre nucleari e lenergia solare utilizzata su larga scala in ogni campo, domestico, industriale, di trasporto e locomozione terrestre e aereo risulta inadeguata ed inutile a sollevare le astronavi. Gli studi sullantigravit, sulla fisica spaziale, sui motori a curvatura, al plasma magnetico, sulliperspazio, sono stati abbandonati anchessi da millenni da quando tutti i finanziamenti sono stati destinati alluso civile per volont unanime delle popolazioni. Gli scienziati si rammaricano per essere stati costretti ad abbandonare questi studi che ha fatto sprofondare la fisica nelloscurantismo scientifico. Se ne rammarica, ora, anche la popolazione gettando le responsabilit alla poca lungimiranza delle generazioni precedenti che hanno fermato il corso della ricerca scientifica e del suo controllo. Di diverso avviso sono alcune comunit religiose che al contrario considerano la imminente fine della Terra come il giorno del giudizio divino al quale bisogna solo rassegnarsi. Viene abrogata la vecchia legge e dato lordine di iniziare le ricerche in ogni campo scientifico. Ma soprattutto di fare presto. Gli scienziati decidono di puntare sullantimateria, lunica energia capace di azionare grandi astronavi. Alcune stime indicano che sono necessari 1000 anni per fare un microgrammo di antimateria. Saranno necessari un milione di anni per produrre un grammo di antimateria che sarebbe sufficiente a generare una energia per alimentare una astronave di piccole-medie dimensioni. Lantimateria necessaria per la propulsione interstellare ce ne vuole molta di pi. Gli ingegneri calcolano che per una ricognizione su un pianeta e per la missione di atterraggio, lastronave dovr avere abbastanza carburante per decelerare fino alla destinazione. Una astronave con un carico utile di 100 tonnellate progettato per una crociera al 40 per cento della velocit della luce richiede lequivalente di 80 superpetroliere piene di carburante antimateria. Se la velocit di crociera fosse limitata al 25 per cento della velocit della luce, i requisiti di combustibile sarebbero notevolmente inferiori. Gli scienziati sanno anche che luso della antimateria estremamente pericoloso, il solo contatto con la materia ordinaria la farebbe annichilire provocando una gigantesca esplosione. Bisogna quindi progettare e costruire dei recipienti magnetici adatti sia per limmagazzinamento che per il suo utilizzo. Il presidente mondiale viene aggiornato anche sui costi. Lantimateria il prodotto pi caro che possa esistere sulla Terra: un grammo di antimateria costa circa 30 miliardi di dollari ( stato mantenuto il sistema monetario del ventunesimo secolo). E bisogna ancora costruire i generatori di antimateria. C preoccupazione, mancano (solo) due miliardi di anni. Ce la faranno?

Il progetto
Il sole si sta spegnendo pi rapidamente del previsto. E la produzione di antimateria va a rilento per la difficolt a reperire sufficienti risorse per la sua produzione. C preoccupazione tra gli scienziati che non si possa arrivare in tempo. Viene dato lordine di studiare un piano alternativo. Levacuazione del pianeta Terra avverr a tappe, dicono gli scienziati. Dapprima si colonizzer la Luna, quindi Marte, il quale verr reso abitabile realizzando un vecchio progetto: la terraformazione.

IL PROGETTO

La Luna accoglier le migliaia di navicelle provenienti dalla Terra che trasporteranno i futuri coloni da ogni parte del globo per addestrarli sulla conduzione della astronave e simulando le condizioni che troveranno nello spazio. Sar la base per i coloni da trasportare sul pianeta Marte. La gigantesca astronave per il viaggio senza ritorno nella immensit dello spazio verr costruita su Marte. La scelta stata determinata dal fatto che sarebbe molto costoso inviare migliaia e migliaia di razzi vettori nellatmosfera terrestre per portare materiali e uomini per costruire lastronave. Su Marte la ridotta distanza e lassenza di gravit render pi facile la costruzione dellastronave con gli stessi minerali ricavati sul posto. Materiali che verranno poi portati ad una catapulta funzionante ad impulso elettromagnetico, lunga qualche chilometro, che provveder a lanciare il

materiale nella orbita marziana, dove verr raccolto in prossimit del punto prestabilito. Inoltre su Marte si eviterebbero eventuali attacchi di sabotaggio. E non per ultimo la metter al riparo da un ritardo della progettazione al momento della esplosione del Sole che distruggerebbe ogni cosa sulla Terra compresa lastronave. La nuova legge che ripristina la ricerca sullatomo permette agli ingegneri di costruire astronavi a propulsione nucleare di pi facile progettazione e con minori rischi dei motori ad antimateria.

LA LUNA

Inizia cos il trasporto dei primi coloni sulla Luna con tutto il necessario per costruire una base fissa. Vengono installati impianti ad energia solare, fondamentale per la vita della Colonia, oltre che fornire energia illimitata per tutti i bisogni, permetter di riciclare i materiali usati e le scorie biologiche, in modo da ricostruire le scorte di materie prime, di colture vegetali, onde fornire calorie e proteine in forme non diverse da quelle a cui gli uomini sono abituati sulla terra. I minerali lunari, inoltre, sono discretamente ricchi di titanio, alluminio e altri materiali ed inoltre il metodo di estrazione di questi metalli dagli ossidi in cui sono contenuti, permetter di avere anche notevoli quantitativi di ossigeno, che, unito a piccole quantit di idrogeno liquido portato dalla Terra, consentir di formare la preziosa acqua che serve. Lo stesso suolo lunare, arricchito di nitrati e altri elementi, fornir il terreno coltivabile; si riuscir cos a creare un terreno ottimale sotto tutti i punti di vista, quale ben difficilmente quello terrestre. Lambiente sulla Luna, cos trasformato, confortevole in cupole, serre e alloggi nel sottosuolo al riparo delle radiazioni che simulano la vita sulla Terra.

MARTE

La costruzione delle basi lunari andata avanti spedita, cos come su Marte che stata resa abitabile con la terraformazione. In poco pi di 100.000 anni Marte diventato il quartiere generale del progetto spaziale. Da qui vengono estratti i minerali per la costruzione della astronave. E la residenza degli ingegneri, fisici, operai e personale di supporto.

LE OPERAZIONI

Da luoghi segreti vengono inviate sulla Luna migliaia di persone selezionate nelle migliori universit del mondo in numero uguale tra maschi e femmine. Le persone vengono addestrate a specifici ruoli necessari alla conduzione, alla manutenzione, al mantenimento della vita sulla astronave durante il suo viaggio. Nel corso del tempo una generazione succeder allaltra trasmettendo le loro conoscenze e cos di seguito.

Dalla piazzola di sosta a Lagrange Point 2 (LP2), (uno dei punti di equilibrio dove i campi gravitazionali di Terra e Luna si cancellano lun laltro garantendo un punto di approdo stabile nello spazio profondo) partono le sonde per portare gli ingegneri, i tecnici e tutto il personale necessario nella costruzione della astronave su Marte, cos come la pericolosissima antimateria. Nuovo personale viene continuamente addestrato allo scopo sostituisce nel corso dei millenni le precedenti generazione.

SULLA TERRA

Sulla Terra le popolazioni vivono con la rassegnata consapevolezza del pericolo. Sembra quasi che labbiano dimenticato. Biologi e botanici studiano e modificano il dna del corpo umano e delle piante per renderli pi resistenti ed adattabili alla vita nello spazio. Gli zoologi, non potendo trasportare animali sulla astronave, raccolgono i codici genetici di ogni specie per poterli reimpiantare sul pianeta extra solare scelto. Gli studiosi sono allopera per la conservazione di ogni conoscenza scientifica. Si fanno copie su cristalli al quarzo di ogni sorta di libro esistente sulla terra da tramandare alle generazioni future sulla astronave durante il grande viaggio. Non viene trascurata ogni conoscenza delle professioni. Gli psicologi lavorano sul nuovo modo di comportamento da adoperare vivendo nello spazio. Esperti studiano nuove leggi sociali. Gli scienziati continuano a ritmo incessante a produrre antimateria.

LASTRONAVE

C stata molta indecisione nella progettazione della astronave che rispondesse alle esigenze di una permanenza nello spazio per migliaia di anni luce e forse di pi. Sono stati proposti molti modelli. Ma nessuno che rispondesse al principio fondamentale di riprodurre la gravit terrestre, lambiente naturale sulla quale la vita sulla terra nata. Un ambiente dove si possa poggiare i piedi per terra per camminare e non galleggiare. Dove tutte le manovre fossero facili da svolgere, dove la vita quotidiana fosse esattamente pi simile a quella sulla Terra. Dove si possa respirare liberamente e vivere senza le tute. Il problema apparentemente insormontabile dal momento che ci vorrebbe una forza equivalente a quella esercitata dalla massa terrestre che agisca sotto i piedi degli astronauti. Impossibile da realizzare. Alla fine stato approvato il progetto di un ingegnere, Onavlis Oirfonod. Una rielaborazione della vecchia e semplice idea gi studiata nel lontanissimo anno preistorico 1974 d.c. dallingegnere G. K. ONeill della scuola che veniva chiamata universit di Princeton. La forza di attrazione della terra verr sostituita con una forza centrifuga di uguale intensit. Lastronave assomiglier ad una serie di gigantesche ruote di bicicletta affiancate o di automobile se preferite. Il progetto prevede una stazione a moduli orbitante di dieci chilometri di lunghezza per cinquecento metri di raggio, ruotante su se stessa.

La vita si svolge sulla sua periferia. Allinterno della camera daria della bicicletta per intenderci (cilindri). Ogni cilindro sar chiuso alle due estremit (naturalmente) e suddiviso in diverse sezioni, di cui alcune adibite a cielo. Saranno disposte in maniera alternata, in modo che ogni spicchio di terra vedr sopra di s lo spazio, le stelle; ogni spicchio vuoto sar inoltre fornito di una finestra esterna movibile. Ogni sezione verr illuminata e riscaldata in modo che, regolandola opportunamente, sar possibile regolare la durata del giorno e riprodurre artificialmente landamento stagionale come sulla Terra.

La rotazione per imprimere fa forza centrifuga verr esercitata dal motore al mozzo centrale collegato tramite raggi (esattamente come una bicicletta). Qui sar applicato anche il motore ad antimateria che dar la propulsione allastronave. A causa del vuoto nello spazio gli astronauti non avvertiranno tale forza che li spinger verso lesterno. Non si avvertir n lalto n il basso. Ogni cilindro ruoter su stesso. Si deciso per la gravit 1 nel cilindro abitato, mentre si potr usare una gravit ridotta 0,1 nella serie di piccoli cilindri situati ad unestremit del cilindro principale, che verranno utilizzati per il lavoro (si sfrutteranno in pieno le caratteristiche della gravit ridotta per spostare pesi etc).

IL SOLE

Mentre ovunque fervono i preparativi, il sole lentamente continua a spegnersi. Il litio un elemento abbondantemente presente nelle stelle allorigine del big bang. E una sostanza che scompare rapidamente e determina la giovinezza delle stelle. Il Sole sta perdendo litio dalle analisi spettroscopiche degli scienziati che lo tengono costantemente sotto osservazione e sempre pi frequentemente emette grandi esplosioni di gas che mandano fuori uso le strumentazioni per le comunicazioni satellitari con la Luna e Marte. Il Sole sta entrando nella fase di gigante rossa. Il tempo sta finendo. il seguito alla prossima puntata ( la fine?)

LA FINE
Oramai tutti sanno bene cosa succeder a breve. Il Sole che per miliardi di anni ha riscaldato e dato vita al nostro pianeta Terra agonizzante. La fine vicina. Potrebbe succedere in qualsiasi momento. Il Sole dopo che ha sfolgorato per miliardi di anni nello spazio, irradiando costantemente il suo fluido vitale su tutti i pianeti che le orbitavano attorno, la luminosit dellastro prende improvvisamente a vacillare. Lequilibrio che aveva sostenuto finora la stella viene a mancare ed essa subisce una serie di violenti cambiamenti. Nel momento in cui le reazioni nucleari rallenteranno il sole si contrarr collassando su se stesso sotto la spinta della propria forza gravitazionale. Gli strati gassosi cedono allora bruscamente e la stella si comprime. Il repentino innalzamento della temperatura interna che ne consegue, talmente elevato da portare il livello termico del nucleo delio intorno ai 100 milioni di gradi. Di conseguenza aumenta anche la temperatura dellinvolucro di idrogeno che riprende a bruciare furiosamente. Ne deriva una violenta produzione di energia radiativa che fa rigonfiare enormemente gli strati gassosi esterni, con la conseguente espansione dellatmosfera dellastro che si dilata fino a riempire un volume migliaia di volte maggiore di quello primitivo ad una temperatura di 4.000 gradi centigradi. Nel contempo, alla rarefazione gassosa si accompagna un inevitabile abbassamento termico ed uno spostamento del colore della radiazione verso lestremit rossa dello spettro elettromagnetico. La stella agonizzante diviene pertanto una gigante rossa La nube gassosa subitaneamente raggiunger la Terra, evaporandola.

Il precipitare della attivit solare fa accelerare le operazioni di completamento della missione. Vengono inviati altri coloni su Marte a completamento dellastronave e a trasportare dalla Luna tutto il materiale accumulato per il lungo viaggio. I notiziari aggiornano la situazione e col passare del tempo la popolazione diventa sempre pi insofferente. Si accende e si diffonde un sentimento mistico che si riteneva sepolto. Un numero sempre maggiore di persone si riuniscono in sedute di preghiera e di contemplazione. In alcune comunit estreme si predica il suicidio di massa al momento dellevento. Vengono riprese vecchie barbare pratiche come i sacrifici propiziatori. Altre comunit dicono che la fine della vita sulla Terra solo una invenzione degli scienziati. Le notizie che sono stati accelerati i trasposti dei coloni sulla Luna fa nascere un sentimento di rancore ed invidia. Il governo centrale costretto a radunare le persone prescelte in luoghi che ben presto non sono pi segreti. Latteggiamento civile di questi ultimi millenni scompare di colpo. Ci sono tentativi di forzare le aree protette. Nascono disordini che in breve diventano vere guerriglie. Vengono prese di assalto le universit, i centri di ricerca che immediatamente vengono chiusi. Il laboratorio sotterrano di produzione dellantimateria viene svelato da scienziati esclusi dal progetto e si temono sabotaggi. Lalto rischio consiglia di trasportare al pi presto i recipienti di antimateria sulla Luna e poi su Marte. In breve tempo il laboratorio viene chiuso. Tutto quello che resta viene distrutto.

Contemporaneamente vengono completate le missioni di trasporto dei coloni sulla Luna e chiusi i centri di raccolta e di lancio. Di fatto levacuazione dalla Terra viene considerata conclusa. Da quel momento la popolazione abbandonata al proprio destino. Il presidente mondiale ha scelto di restare e con lui tutto il governo per mantenere lordine e gestire la situazione che si venuta a verificare. La vita comunque deve procedere. La popolazione ha il diritto di continuare la loro vita e forse quella ancora dei loro figli e dei loro figli ancora. C un allarme da parte degli scienziati su Marte. Il quantitativo di antimateria prodotto non sufficiente per intraprendere un viaggio interspaziale. Forse appena sufficiente per far decollare la gigantesca astronave. Si decide di continuare a produrre antimateria su Marte fino agli ultimi istanti. Dalla Terra, oramai isolata, arrivano su Marte notizie sempre pi allarmanti. Nascono disordini ovunque sul globo che le forze dellordine fanno fatica a reprimere. Alcune vaste aree non sono pi sotto controllo ed il disordine ovunque. Ovunque la gente cerca riparo dalla imminente catastrofe. Nelle citt sotterranee dove nascono cruenti atti di violenza per impossessarsi degli alloggi altrui. Ben presto vengono a mancare i servizi essenziali a causa del personale ucciso. Le gallerie di collegamento sono distrutte. Immediatamente terminano le scorte alimentari. Molti canali di areazione sono fuori uso. Si interrompe ogni altro tipo di collegamento con la superfice. Non si conosce la sorte degli abitanti. Vengono prese dassalto i terminal per le citt sommerse negli oceani. Che immediatamente vengono chiusi. E lunico ecosistema isolato che al momento in grado di sostenersi. La penuria dei beni di prima necessit per labbandono e la distruzione delle aziende di produzione getta la popolazione nel caos, alla continua ricerca di cibo. Nelle aree pi remote si ricorre allunica fonte di cibo rimasta: la carne umana. Si ritorna a vivere nelle caverne per paura. In intere regioni del pianeta viene a mancare lenergia elettrica e la erogazione dellacqua a causa dellabbandono e successiva distruzione degli impianti. I pochi ospedali ancora aperti sono ricolmi di degenti. Scarseggiano anche i medicinali. Si diffondono rapidamente ovunque vecchie malattie debellate da millenni che decimano la popolazione. La popolazione rimasta si concentra allora nelle grandi metropoli ancora organizzate che vengono protette e fortificate. Viene rafforzata la protezione armata degli allevamenti e delle coltivazioni rimaste per la nutrizione. Speriamo che finisca presto, pensano su Marte. Anche la Luna stata abbandonata. I coloni vengono fatti entrare definitivamente nellastronave pronti per il salto nello spazio alloccorrenza, con o senza sufficiente antimateria.

E la notte del 31 Dicembre dellanno 4.999.999.012 d.c., il presidente mondiale ancora sveglio con la sua famiglia che dorme. E fuori al balcone della sua residenza, sorseggia del buon whisky. Guarda le stelle. Quelle stelle che ancora continueranno a brillare e che la umanit non vedr pi. Quella sulla Terra. Pensa quanto ingiusto tutto questo. Perch si data origine alla vita per poi distruggerla. In pochi istanti gli passa davanti agli occhi lintera storia della umanit. Dalle prime forme di vita, ai dinosauri, alla loro estinzione, alla nascita delluomo, alla sua evoluzione, alla avidit, alle guerre, alla civilt conquistata con fatica, al progresso raggiunto. E tutto questo deve finire senza un vero motivo. Ma pensa che una parte di noi non morir e la specie umana potr ancora sopravvivere. Altrove.

Poi rivolge il suo sguardo verso la Luna. Quellastro che ha fatto sognare miliardi e miliardi di persone nel corso dei tempi. Improvvisamente la Luna cambia colore. E diventata di un colore rosso arancio. Il presidente Anna ha capito. Il Sole esploso, la Luna riflette il colore della gigante rossa. Laltra parte della Terra, quella esposta al Sole andata. Fra poche ore sar la fine totale. Il tempo di collegarsi e salutare il comandante della missione su Marte, Anomis, e il comandante dellastronave Onairda, con le lacrime agli occhi. Buona fortuna. Poi si corica accanto a suo marito e ai suoi figli.

E ora di partire, ordina il comandante della missione su Marte.

fine