Sei sulla pagina 1di 41

VeSCA

Programma di ausilio alla verifica sismica


di edifici esistenti in CA
Paolo Franchin
Dipartimento di Ingegneria Strutturale e Geotecnica

Gruppo di lavoro
Paolo Emilio Pinto Paolo Franchin Fabrizio Noto
RICERCA E INNOVAZIONE PER LA SICUREZZA SISMICA DELLESISTENTE
Convegno 17 Dicembre 2008 Sapienza Universit di Roma - Aula Magna
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
2
VeSCA: verifica sismica cemento armato
Presentazione del programma
Cos VeSCA
Com organizzato VeSCA
Passi di una verifica sismica mediante VeSCA
Ipotesi alla base del programma

Uno sguardo a un semplice esempio

Edifici analizzati finora con lausilio di VeSCA

Prospettive di sviluppo
Contenuto
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
3
Presentazione del programma
VeSCA un programma in Visual Basic
concepito per facilitare l'esecuzione della
verifiche sismiche di edifici esistenti in CA.

Utilizza Excel come interfaccia, e si usa
congiuntamente al programma di calcolo
Sap2000 (v. 11 e successive).

Il programma facilita la verifica in due modi:
esegue le verifiche per i diversi stati limite richiesti
dalla OPCM (DL, DS, CO), mediante analisi
dinamica lineare o statica non lineare.
Le verifiche puntuali riguardano travi, pilastri, setti e
nodi.
agevola l'esecuzione delle analisi strutturali non
lineari, in quanto permette di integrare un modello
lineare assegnando automaticamente agli
elementi le informazioni aggiuntive necessarie,
quali la rigidezza fessurata, le cerniere plastiche e
il legame costitutivo per le tamponature, a partire
dalle stesse informazioni fornite per la verifica.
Cosa VeSCA?
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
4
VeSCA
VeSCA si presenta come una cartella di
Excel con una serie di fogli dedicati:

Allinserimento dei dati di ingresso
Foglio [Abaco]

Alla memorizzazione dei dati di uscita del
programma di calcolo elaborati dal programma
Foglio [Domanda]

Alla visualizzazione delle uscite di dettaglio e
dinsieme
Fogli [Modi], [Verifiche], [Riepilogo], [Dettaglio pilastro]

Altri fogli
Fogli [Batch] [Tamp]
Organizzazione dellinterfaccia del programma
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
5
Presentazione del programma
Se lanalisi LINEARE:
UTENTE
Geometria: Carpenterie e armature
Materiali: da documenti di progetto, letteratura e prove in situ
Formule di capacit
Azione sismica
PROGRAMMA DI CALCOLO
Domanda (spostamenti, forze interne)
PROGRAMMA DI VERIFICA
Domanda (rotazioni rispetto alla corda, N,V, tensioni nei nodi)
Combinazioni (direzionali e modali)

Se lanalisi NON LINEARE (informazioni
supplementari):
UTENTE
Modellazione non lineare (ad es: cerniere plastiche), scelta
dei legami costitutivi, etc
Dati necessari alla verifica
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
6
I passi della verifica
Schema a blocchi della generica verifica con VeSCA
Costruzione modello 0
geometria
carichi verticali (masse)
relabeling elementi
Esportazione modello
base dati Access
SAP 1
Importazione modello
Analisi modale e
verticali
Esportazione risultati
base dati Access
SAP 4
Inizializzazione
Importazione modello
Nomi e lunghezza elementi
Compilazione abachi
Travi
Pilastri
Setti
Pannelli tamponatura
EXCEL 2
Calcolo capacit
resistenza e deformabilit
Integrazione modello
Scrittura nella base-dati di:
rigidezze secanti
cerniere plastiche
legame cost. tamponature
EXCEL 3
Analisi statica NL con
distribuzioni di forze
modali
Esportazione risultati
base dati Access
SAP 6
Scelta modi significativi
EXCEL 5
Importazione risultati
Verifica
Meccanismi duttili
Meccanismi fragili
EXCEL 7
Analisi lineare?
Si
No
Ipotesi alla base del programma
Analisi lineare
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
8
Materiali
Valori dei parametri meccanici
Parametri meccanici:
Verifiche: corretti del fattore di confidenza





Analisi (modello): valori medi

Attenzione alle formule che utilizzano
valori caratteristici per fornire valori medi




NB: VeSCA permette anche di applicare FC alle formule di
capacit, invece che alle propriet dei materiali



FC
f
f
cm
cm
=
*
c
cm
cd
f
f

*
=
FC
f
f
ym
ym
=
*
a
ym
yd
f
f

*
=
83 . 0
8
5700
83 . 0
8
5700
83 . 0
5700
*
MPa f MPa f f
E
cm cm ck
cm

=

= =
valori impiegati nella pressoflessione
e nelle formule di capacit
rotazionale
valori impiegati nelle formule di
capacit a taglio
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
9
Materiali
Legami costitutivi
calcestruzzo: legame di Mander










In alternativa legame parabola-rettangolo
acciaio: elasto-plastico incrudente
c cu cu
c c c
c cm c
f f
,
, 1 1
, 1
7 . 0 c c
c c
=
=
=
( )
( )
( )
r
c
c
c
r
r
f
1
1
1
1 c c
c c
c o
+
=
( ) ( )
( )
su
c cm
ym
c cu
cm c cm
c c
f
f
f f
c c

c
,
*
2 1 ,
*
,
, 1
6 . 0 004 . 0
1 5 1 002 . 0
+ + =
=
+ =
c c
c cm
c
c
f
E
E
r
, 1
,
c

=
254 . 1 2 94 . 7 1 254 . 2
*
12
*
12
+ =
cm cm
f f
o o

( ) ( )
|
|
.
|

\
|

|
|
.
|

\
|

=
c H c B 2 2
1
1
2 2
1
1 o
*
2 1 12 ym
f o o =
p B
A
st

=
1 ,
1

p H
A
st

=
2 ,
2

VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin


10
Verifiche
Quantit di domanda e capacit
Le quantit di verifica per i vari elementi strutturali sono:

Travi, pilastri e setti
Meccanismo duttile (deformazione): rotazione rispetto alla corda u
Meccanismo fragile (taglio): forza di taglio V
Nodi
Meccanismo fragile: tensioni principali di trazione e compressione

Queste quantit (a parte il taglio V) non sono fornite
direttamente dal programma di calcolo

Inoltre abbiamo il problema della verifica per presso-
flessione deviata
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
11
Verifiche: formato
Travi, pilastri e setti
Per ogni elemento, per ciascuna estremit (e
per i pilastri per ciascun piano di flessione):
Domanda, 2 grandezze: u, V

Capacit, 4 grandezze: u
DL
, u
DS
, u
CO
, V
U
/
Vu
Verifica, 4 indici:
DL
,
DS
,
CO
,
V






Pilastri: per ogni SL gli indici relativi ai due
piani vengono combinati


Tutti gli elementi:
viene riportato lindice pi gravoso tra i e j
u
V u
V
CO
CO
DS
DS
DL
DL
V
V

u
u

u
u

u
u
= = = = , , ,
2
3
2
2
2
3
2
2

J J J I I I
+ = + =
( )
J I
; max =
B
3
2
Asup
Ainf
A
l
a
t
H
D
2
D
3
<1

C
3
C
2
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
12
Verifiche: formato
Per ogni nodo, per ogni piano verticale (XZ e YZ
globali):
Domanda, 2 grandezze: o
c
, o
t
Capacit, 2 grandezze: o
c,max
, o
t,max


I valori dei rapporti D/C di verifica nei due piani
ortogonali vengono poi combinati con la regola
ellittica

VeSCA determina anche automaticamente dalla
connettivit se il nodo confinato

La verifica dei nodi una delle pi problematiche (sia in
termini operativi di svolgimento della stessa, che in termini
di risultati)


Nodi
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
13
Verifiche: capacit, meccanismo duttile
*
*
2 1
8
1 ) sgn(
3
cm
ym b
y
V
y
V
y y
f
f d
L
H
k k
L
| | | u +
|
|
.
|

\
|
+ + =
|
|
.
|

\
|
+ =
V
pl
pl y u y u
L
L
L
2
1 ) ( | | u u
Travi, pilastri e setti legami M-| e MN, rotazioni limite u
DL
, u
DS
, u
CO
Analisi della sezione discretizzata a fibre per i due piani
di flessione e per diversi livelli di N
Snervamento
Rottura

Rotazioni limite: Panagiotakos e Fardis (EC8-3,OPCM)
Lung. fittizia della cerniera pl.

rotazione di snerv. media

rotazione ultima media

( ) ( )
a ym a c c g y y
E f N N M
*
1
*
, min e , , = = = = c | c c | | c |
( ) ( )
su a cu c g u u
N N M c c | c c | | c | = = = = , min e , ,
*
2
H
L
V

=
*
*
11 . 0 2 . 0
30
cm
ym b
V
pl
f
f d
H
L
L + + =
|
|
.
|

\
|
=
|
|
.
|

\
|
=
|
|
.
|

\
|
=
y
CO
u
CO y
DS
u
DS DL y
DL
y
DL
u u y
u

u
u u

u
u u

u
u
u u u
; max ; max ; min
max, ,
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
14
Verifiche: capacit, meccanismi fragili
Travi, pilastri e setti taglio limite in ogni piano di flessione
Resistenza a taglio: formule di Priestley
contributo del calcestruzzo
contributo dello sforzo normale
contributo delle armature
capacit a taglio
In alternativa formule DM96, EC8/3 (Biskinis e Fardis)
( )
cd c
f HB c kc V 8 . 0
2 1
=
( ) ( )
0
2 8 . 0
>
=
N V n
L H N V
( )
0 1
73 . 1
9 . 0
>
=
N yd st s
p
d
f A V
s n c u
V V V V + + =
Vu u CO DS
V V V = =
Resistenza nodi non armati
Trazione
Compressione
Nodi tensioni principali limite in ogni piano di flessione
c c
f 5 . 0 = o
c t
f 3 . 0 = o
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
15
Verifiche: domanda, meccanismo duttile
Calcolo delle rotazioni dagli spostamenti nodali
Travi, pilastri e setti calcolo delle rotazioni rispetto alla corda

(

=
3
3
2
2
1
1
; ;
C
C
C
C
C
C
C
(
(
(
(
(
(
(

=
0 0 1 0 0 0 0 0 1 0 0 0
0 0 0 0 0 1 0 0 0 0 0 1
0 1 0 1 0 0 0 0 0 1 0 0
0 0 0 1 0 0 0 1 0 1 0 0
1 0 0 0 1 0 0 0 0 0 1 0
0 0 0 0 1 0 1 0 0 0 1 0
L L
L L
L L
L L
G
( )
( )
( )
2 1 3
1 1 1 1 , 2
1 1 1 1 , 2
1
1 , ,
, , 1
, ,
C C C
C C C C C
C C C C C
Z Y X C
Z X Z Y TRV
Z X Y X PIL
=
=
=
A A A =
( )
|
|
.
|

\
|
(
(
(
(

=
|
|
|
|
|
.
|

\
|
J
I
J
I
J
I
U
U
D
D
D
D
G
0 0 0
0 0 0
0 0 0
0 0 0
,. 4 : 1
2
2
3
3
u
u
u
u
RC D =
(
(
(

=
o o
o o
cos sin 0
sin cos 0
0 0 1
R
1,red
2, white
3, blue
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
16
Verifiche: domanda, meccanismi fragili
Valori di domanda combinati
Si calcolano i tagli da carichi distribuiti sulla
condizione dei verticali (travi)



Si interpola la capacit in funzione di:
Sforzo normale N per i pilastri
segno delle rotazioni per le travi


Si controlla che la domanda di taglio non ecceda il
valore limite imposto dallequilibrio delle cerniere
(pi il taglio dei carichi distribuiti)

Travi, pilastri e setti taglio limite in ogni piano di flessione
verticali
j i
g
L
M M
V V
|
|
.
|

\
|

=
( )
g m verif
V V V V + = ; min
( )
j nodo
i nodo
3 2 3 2 3 2
, , , , , , M M V V N u u
u
V u m CO DS DL
V V u u u , , , ,
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
17
Verifiche: domanda, meccanismi fragili
Nodi tensioni principali in ogni piano di flessione
Dalle forze di estremit di elemento nel riferimento globale si
ricavano i contributi parallelamente agli assi del nodo 1(=X) e 2 (=Y)



I tagli di nodo e lo sforzo normale sono calcolati per tutte le
condizioni elementari. I valori di verifica (N e tagli nei piani XZ e YZ)
nel foglio [Nodi] sono ottenuti combinando quelli delle condizioni
indicate nel foglio [Verifica] secondo la regola combinazione
selezionata
V
p
N
p
C
dx
T
dx
C
dx
T
dx
V
p
N
p
C
dx
T
dx
V
j
( )
DX SX p j
p j
C T V V
N N
+ =
=

= = + = =
travi
p YZ j
travi
p XZ j
h
M
F F V
h
M
F F V
9 . 0

9 . 0
1
2 2 ,
2
1 1 ,
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
18
Domanda: combinazione direzionali e modali
( )
gy y gx x
u u

Mt Mt Ku u M + = +
( )
gy y gx x
T
n
T
n
T
n
u u

Mt Mt q K q M + = +
( )
gy ny gx nx n n n
u u q q

I + I = +e
Analisi dinamica lineare (modale)
( )
max ,
2 2
max , n n n ny nx n d n
q T S q u = I + I =
Equazioni del moto lineari per due componenti orizzontali delleccitazione
sismica:
Equazioni modali corrispondenti:
Risposta massima nel modo n-esimo (SRSS direzionale):
Risposta massima dovuta al sisma, combinazione delle risposte massime
modali:
- Lineare

- SRSS

- CQC
Domanda: Verticali + cSisma
( )
( ) ( )
( ) ( ) ( )

I I =
I =
I =
m n
n n d n m m d m mn E
n
n n d n E
n
n n d n E
T S T S u
T S u
T S u
| |
|
|
2
Ipotesi alla base del programma
Analisi non lineare
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
20
Integrazione del modello lineare
Valutazione delle caratteristiche non lineari: rigidezza fessurata
Opzioni disponibili:
50% rigidezza non fessurata
coerenza curvatura di snervamento
coerenza rotazione di snervamento
|
|
.
|

\
|
= =
=
=
3

3
2 . 1
5 . 0
V y
y
y
V y
e
y y e
o e
L

L M
EJ
M EJ
EJ EJ
|
u
|
M
u
Legame M-u
M
y
estrapolazione
della resistenza
oltre la rottura
EJ
e
u
u
u
y
M
u
curva reale
Legame nel
modello
u
y,modello
NB: nel SAP la parte di deformazione elastica demandata al frame
(EJ
e
), e la parte plastica (M-M
y
, u-u
y
) alla cerniere (flessibilit in serie con
cerniere rigido-plastiche)
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
21
Integrazione del modello lineare
Valutazione delle caratteristiche non lineari: cerniere plastiche
Alle travi vengono assegnate cerniere del tipo non interacting M3

u
M

p
u
+
u
M
+
p
u
+ +
y u
M M

y u
M M
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
22
Integrazione del modello lineare
Valutazione delle caratteristiche non lineari: cerniere plastiche
Ai pilastri/setti
vengono assegnate
cerniere del tipo
interagente
P-M2-M3 con:
Legame Moment-
rotation (non
Moment-
curvature)
User rotation
scale factor
unitario
Doppia simmetria
M2 e M3
Estrapolazione
della curva dopo
il punto E
Legame assiale
elasto-plastico
Resistenza:
dominio NM per
0, 45 e 90
Deformabilit:
legame M-q per
0 e 90
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
23
Integrazione del modello lineare
Valutazione delle caratteristiche non lineari: cerniere plastiche
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
24
Integrazione del modello lineare
Valutazione delle caratteristiche non lineari: tamponature
Grandezze geometriche



Meccanismi di rottura




Capacit
2 2
B H d + =
|
.
|

\
|
=
B
H
arctan u
4
4
) 2 sin(
H J E
t E
p c
t
u
=
k
N
u
u
y
=
2
1
K
H
K
d
w
+ =

| |
( ) ( )
|
|
|
|
.
|

\
|
+ +
+ +
+
=

H K K H K H K d w d w
m m
m g
m m
u

u o

u u o
o t u u
o t
o
2 1
88 . 0
2
12 . 0
1
) tan( 16 . 1 ) cos( ) sin( 12 . 1
3 . 0 ) cos( 45 . 0 ) sin( 2 . 1
3 . 0 6 . 0
diagonale
ne compressio angoli ne compressio giunti dei o scorriment
diagonale
trazione
min
2 k k
el
=
RF
d
tw E
k
t
=
ud y ud
u y u
u u
u u

=
=
RF tw N
u u
= o
040 . 0 178 . 0
470 . 0 300 . 1
85 . 7 13 . 3
2
1
=
=
> s
K
K
H H
N
u
Legame costitutivo biella
(elemento NLLink)
u
u
y
u
ud
u
N
u
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
25
Domanda: combinazione direzionali e modali
n
T
n
y
T
n
ny
n
T
n
x
T
n
nx n
M
Mt
M
Mt
M = I = I , ,
Analisi statica non lineare (modal push-over analysis)
( ) ( ) ( ) ( ) ( )
g ny n ny g nx n nx g ny g nx g n
a u a u a u a u a u
* * 2 2
| | I + I = + =
Analisi modale per determinare i modi significativi, le corrispondenti
distribuzioni di forze modali e grado di libert di controllo:
Per ogni modo significativo: Spinta e determinazione della curva V
b
- u
control
,
trasformazione in a*-u* per ogni componente del sisma, bilinearizzazione e
determinazione delle risposte massime per sisma X e sisma Y
Risposta massima nel modo n-esimo (SRSS direzionale):
Risposta massima dovuta al sisma, combinazione delle risposte massime
modali depurate dei verticali:
- Lineare

- SRSS

- CQC
Domanda: Verticali + Sisma
( ) | |
( ) | |
( ) ( ) ( ) ( ) ( )

=
=
=
m n
vert g n vert g m mn E
n
vert g n E
n
vert g n E
u a u u a u u
u a u u
u a u u

2
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
26
Domanda
Analisi statica non lineare: procedura per ogni modo significativo
Spettro per a
g
Spettro per a
g,rif
Periodo equivalente
Curva di capacit
equivalente (sdof)
Bilinearizzazione
( ) 1 =
i
T
i
M
( )
* *
max
,
y
a u
( ) ( )
2
, ,
*
y x n
b
y x n n
b
V
M
V
a
I

I
=
* *
2
y y eq
a u T t =
( )
* *
max
*
max
2
y d y
a E u u =
( ) ( )
( )
ctrl
n y x n
ctrl
y x
u u |
,
*
,
I =
Trasformazione
Relazione tra accelerazione al suolo a
g
e risposta massima u*
n
( )
* *
,
y y
a u
( ) 5 . 2 / 1
4
1
) (
e
4
5 . 2
1

*
max
2
*
max
*
max
2
*
max
q
t
t
q
S
T
T
a
T T
u a
a
T S
q T T
T T
u
S
a T T
I
C
eq
C eq
g
eq a
C eq
eq C I
g C eq
(
(

|
|
.
|

\
|
+ =
|
|
.
|

\
|
> = s
= >
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
27
Domanda
Parentesi: spettri di risposta, dalla OPCM al D2008
( )
2
2
|
.
|

\
|
=
t
T
T S S
e De
C
T
B
T
D
T
e
S
1 2 R R
T T >
1 R
T
n
d
1
,
R
T De
S
2
,
R
T e
S
1
,
R
T e
S
1
,
R
T g
a
2
,
R
T g
a
*
n
T
2
,
R
T De
S
1 2 R R
T T >
1 R
T
( )
2
2
|
.
|

\
|
=
t
T
T S S
e De
C
T
B
T
D
T
e
S
1 2 R R
T T >
1 R
T
n
d
1
,
R
T De
S
2
,
R
T e
S
1
,
R
T e
S
1
,
R
T g
a
2
,
R
T g
a
*
n
T
2
,
R
T De
S
1 2 R R
T T >
1 R
T
( )
1 1
1
,
*
,
R R
R
T De n T g
T
gn
S u a a =
( )
2 2
2
,
*
,
R R
R
T De n T g
T
gn
S u a a =
1 2
, ,
R R
T g T g a
a a = |
1 2
, ,
R R
T e T e S
S S = |
S
a
n T e
n
T g
n T e
n
T g
T
gn
T
gn
T S
d
a
T S
d
a
a
a
R
R
R
R
R
R
|
| t t
=
|
|
.
|

\
|
=
1
2 *
,
2
,
2 *
,
2
,
2
2
1
1
1
2
4 4
a S
| | >
1 2 R R
T
gn
T
gn
a a s
Relazione tra a
g
e risposta massima u*
n
(T>T
C
)
per due periodi medi di ritorno
Rapporto tra le a
g
e le S
De
dei due periodi medi
Relazione tra le intensit che inducono u*
n
Un semplice esempio applicativo
Edificio prototipo del progetto europeo
SPEAR
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
29
Un semplice esempio: edificio SPEAR
Ledificio e il modello
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
30
Un semplice esempio: edificio SPEAR
Analisi modale: scelta dei modi significativi
Modo 1
Flessionale X
PMR: X=78% Y=2.2%
Modo 2
Flessionale Y
PMR: X=7.3% Y=66%
Modo 3
Flesso-torsionale (Y)
PMR: X=4.4% Y=17.6%
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
31
Un semplice esempio: edificio SPEAR
Analisi statica non lineare con distribuzioni modali
Modo 1
Flessionale X
PMR: X=78% Y=2.2%
Modo 2
Flessionale Y
PMR: X=7.3% Y=66%
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
32
Un semplice esempio: edificio SPEAR
Le curve di pushover per i 3 modi considerati (nei due versi)
0.0
50.0
100.0
150.0
200.0
250.0
300.0
350.0
0.000 0.050 0.100 0.150 0.200 0.250 0.300 0.350 0.400
spostamento u (m)
t
a
g
l
i
o

a
l
l
a

b
a
s
e

V
b

(
k
N
)
m1+1
m1-1
m2+1
m2-1
m3+1
m3-1
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
33
Un semplice esempio: edificio SPEAR
La relazione intensit-risposta
Edifici analizzati finora con VeSCA
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
35
Edifici analizzati con VeSCA
Filiali, analisi lineare
Pinto, Franchin
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
36
Edifici analizzati con VeSCA
Edifici istituzionali in Roma, analisi lineare
Pinto, Franchin, DAmore
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
37
Edifici analizzati con VeSCA
Edifici a reddito in Roma, analisi lineare
Monti, Valialti, Pulciani
C2A C2B
Giunto
Gattulli, Mattei
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
38
Edifici analizzati con VeSCA
Edifici a reddito, 17 000 + 90 000 m
3
, analisi lineare
Gattulli, Conflitti, Mattei
1
A
B
Giunto
A B A
Giunto Giunto
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
39
Edifici analizzati con VeSCA
Ospedali, 10 000 + 5 300 m
3
, analisi non lineare

0.0
0.5
1.0
1.5
2.0
2.5
3.0
3.5
4.0
4.5
5.0
0.00 0.02 0.04 0.06 0.08 0.10
Spostamento nodo di controllo - m
T
a
g
l
i
o

a
l
l
a

b
a
s
e
,

V
b

-

k
N
0
1000
2000
3000
4000
5000
6000
7000
0.00 0.02 0.04 0.06 0.08 0.10 0.12 0.14 0.16
Spostamento nodo di controllo - m
T
a
g
l
i
o

a
l
l
a

b
a
s
e
,

V
b

-

k
N
Noto
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
40
Edifici analizzati con VeSCA
Ospedali, 2 600 + 3 000 m
3
, analisi non lineare

0.0
500.0
1000.0
1500.0
2000.0
2500.0
0.00 0.02 0.04 0.06 0.08 0.10 0.12
spostamento nodo di controllo, u - m
t
a
g
l
i
o

a
l
l
a

b
a
s
e
,

V
b

-

k
N
0
500
1000
1500
2000
2500
0.00 0.02 0.04 0.06 0.08 0.10 0.12 0.14 0.16
Spostamento nodo di controllo - m
T
a
g
l
i
o

a
l
l
a

b
a
s
e

V
b

-

k
N
Noto
VeSCA: procedura per la verifica sismica cemento armato - P.Franchin
41
Conclusioni e prospettive di sviluppo
E stato messo a punto un programma per lausilio alla verifica sismica degli
edifici esistenti in c.a.

Sono stati finora analizzati 15 edifici

Il programma permette di:
Eseguire le verifiche per tutti gli SL ed elementi strutturali (inclusi i nodi) richiesti dalla
OPCM utilizzando un codice commerciale di larga diffusione
Eseguire le verifiche utilizzando diverse formule di capacit per i meccanismi (analisi
di sensibilit)
Costruire in automatico, a partire da un modello lineare, un modello non lineare per
il push-over coerente con le verifiche, e che include se necessario le tamponature

E stato implementato il metodo di analisi statica non lineare modale di
Chopra et al
Cosa stato fatto
Cosa resta da fare
Generalizzazione delle sezioni
Implementazione degli spettri del DM2008
Inclusione di elementi di muratura (maschi, fasce, nodi) per analisi a telaio
equivalente (ma dovremmo cambiare il nome)