Sei sulla pagina 1di 12

ECHO

Manuale d’uso

ECHO Manuale d’uso Il software ECHO offre la possibilità di verificare i requisiti acustici passivi degli

Il software ECHO offre la possibilità di verificare i requisiti acustici passivi degli edifici:

R’ w = indice del potere fonoisolante in opera di partizioni fra ambienti

L’ nw = indice del livello di rumore da calpestio di solai in opera normalizzato

D 2m,n,Tw = indice dell’isolamento acustico standardizzato di facciata normalizzato secondo il tempo di riverberazione

indicati nel D.P.C.M. 5/12/1997

Le procedure utilizzate per i calcoli sono tratte direttamente dal rapporto tecnico, in elaborazione da parte

dell’UNI, sviluppato per applicare alla tipologia costruttiva nazionale le norme serie EN 12354:

EN 12354 – 1 : relativa all’isolamento dal rumore per via aerea tra ambienti

EN 12354 – 2 : relativa all’isolamento acustico da calpestio tra ambienti

EN 12354 – 3 : relativa all’isolamento acustico contro il rumore proveniente dall’esterno per via aerea.

Inoltre il software consente di analizzare il tempo di riverberazione presente nel locale e di confrontarlo con quello ottimale e, con riferimento all'edilizia scolastica, di verificare se soddisfa i limiti prescritti dalla Circolare del Ministero dei Lavori Pubblici n° 3150 del 22 maggio 1967

Di seguito viene indicato il procedimento per l’inserimento dei dati

Selezionare il tipo di edificio ed il calcolo da eseguire

2

Selezionare il tipo di edificio ed il calcolo da eseguire 2 1 3 1. Inserire i

1Selezionare il tipo di edificio ed il calcolo da eseguire 2 3 1. Inserire i dati

3Selezionare il tipo di edificio ed il calcolo da eseguire 2 1 1. Inserire i dati

1. Inserire i dati identificativi dell’edificio

2. Selezionare la classificazione degli ambienti desiderata Tale operazione consente al software di individuare i valori limite prescritti dalla legge in base alla tipologia di edificio considerata

3. Cliccare avanti

Calcolo da eseguire

1
1

2

1. selezionare il tipo di calcolo che si intende effettuare

2. cliccare avanti

Potere fonoisolante del divisorio tra appartamenti – Inserimento dati

1, 2

3, 4

6

7

8

9 5 2
9
5
2

Dati generali

1. Inserire la descrizione della partizione

2. Selezionare se si tratta di elemento orizzontale o verticale

3. Inserire l’area del divisorio oggetto di indagine

4. Inserire la lunghezza dei lati del divisorio (una linea rossa sul disegno evidenzierà il lato considerato)

Dati relativi agli elementi componenti la stanza Inserire le caratteristiche di tutti gli elementi componenti la stanza con le seguenti operazioni

5. Selezionare se si intende analizzare una “Struttura predefinita”, presente all’interno della banca dati, oppure una “Struttura da definire”.

a. Nel caso di “Struttura predefinita”

i

ii

definire”. a. Nel caso di “Struttura predefinita” i ii i. Selezionare il tipo di struttura iv

i. Selezionare il tipo di struttura

iv

ii. Selezionare la struttura nella banca dati (NB: per evidenziare completamente la descrizione della struttura allargare la riga considerata)

iii. Cliccare sulla tabella a sinistra per individuare la localizzazione dell’elemento in questione (nel disegno in alto tale posizione verrà evidenziata in rosso)

iv. Cliccare su Inserisci nella tabella

b. Nel caso di “Struttura da definire”

i

b. Nel caso di “Struttura da definire” i ii v vii i. Inserire la massa frontale

ii

vb. Nel caso di “Struttura da definire” i ii vii i. Inserire la massa frontale dell’elemento

b. Nel caso di “Struttura da definire” i ii v vii i. Inserire la massa frontale

vii

b. Nel caso di “Struttura da definire” i ii v vii i. Inserire la massa frontale

i. Inserire la massa frontale dell’elemento (densità x spessore)

ii. Cliccare calcola Rw da massa (viene aperta una ulteriore finestra che consente di valutare il Potere fonoisolante della struttura utilizzando la legge della massa)

iii

della struttura utilizzando la legge della massa) iii iv iii. Selezionare il tipo di parete e

iv

iii. Selezionare il tipo di parete e inserire gli eventuali ulteriori dati richiesti

iv. Cliccare su OK (la finestra viene chiusa e si torna alla schermata precedente)

v. Inserire una eventuale descrizione e salvare se si intende inserire la struttura nella banca dati “Pareti Utente”, per poi riutilizzarla per calcoli successivi

vi. Cliccare sulla tabella a sinistra per individuare la localizzazione dell’elemento in questione (nel disegno in alto tale posizione verrà evidenziata in rosso)

vii. Cliccare su Inserisci nella tabella

6. E’ possibile aggiungere uno strato ulteriore alle

strutture

cliccando su

Aggiungi

uno strato

addizionale dopo aver evidenziato l’elemento da considerare

a

b
b

a. Selezionare se si tratta di un elemento “Predefinito” o “Da calcolare” Per ulteriori informazioni relative agli strati “da calcolare” cliccare sulla “I” verde.

b. Cliccare su Aggiungi

Giunti Inserire i dati relativi ai 4 giunti con le seguenti operazioni

7. Selezionare il giunto da considerare (nel disegno in alto tale posizione verrà evidenziata in rosso)

8. Inserire la tipologia di giunto nel caso in esame cliccando sui disegni sottostanti

9. Al termine dell’inserimento dei dati cliccare su Avanti (in alto a destra)

NB: il pulsante Indietro permette di ritornare alla schermata “Calcolo da eseguire”

Potere fonoisolante del divisorio tra appartamenti – Risultati

fonoisolante del divisorio tra appartamenti – Risultati Nella tabella vengono visualizzati i risultati dei calcoli

Nella tabella vengono visualizzati i risultati dei calcoli relativi alle dispersioni acustiche attraverso i dodici percorsi di trasmissione laterale (3 percorsi per ogni lato delle parete). Al di sotto della stessa invece è visualizzato l’indice di potere fonoisolante apparente del divisorio in esame (R’ w ), confrontato con il valore minimo prescritto dalla legge. Cliccando su Inserisci nella relazione verrà visualizzato un file contenente i dati inseriti e i risultati dei calcoli. NB: il pulsante Indietro permette di ritornare alla schermata “Calcolo da eseguire”

Isolamento acustico di facciata

1, 2

3, 4

5

10 6
10
6

Dati generali

1. inserire la descrizione del locale del quale si intende analizzare la facciata

2. inserire il volume interno del locale del quale si intende analizzare la facciata

Elementi che compongono la parete

Inserire i dati relativi ai vari elementi componenti la facciata con le seguenti operazioni

3. Selezionare il tipo di elemento

4. Selezionare se si intende analizzare una “Struttura predefinita”, presente all’interno della banca dati, oppure una “Struttura da definire”.

a. Nel caso di “Struttura predefinita”

i. Selezionare il tipo di struttura

ii. Selezionare la struttura nella banca dati (NB: per evidenziare completamente la descrizione della struttura allargare la riga considerata)

iii. Inserire la superficie della stessa

iv. Cliccare su Inserisci nella tabella

b. Nel caso di “Struttura da definire”

i. Inserire la massa frontale dell’elemento (densità x spessore)

ii. Cliccare calcola Rw da massa (il programma calcola l’indice del potere fonoisolante utilizzando la legge della massa)

iii. Selezionare il tipo di parete e inserire gli ulteriori dati richiesti

iv. Cliccare su OK

v. Inserire la superficie dell’elemento e una eventuale descrizione

vi. Cliccare su Inserisci nella tabella

NB: le “Strutture da definire” possono essere salvate e inserite nella banca dati “Strutture predefinite” per poi essere riutilizzate per calcoli successivi

NB: E’ possibile eliminare gli elementi inseriti cliccando su Elimina elemento dopo aver selezionato l’elemento in questione

NB: per quanto riguarda l’inserimento di dati relativi ai “piccoli elementi” è necessario inserire le caratteristiche riguardanti l’isolamento acustico normalizzato degli stessi (Dnei) e NON il loro potere fonoisolante (Rwi). Nel caso si abbia a disposizione solo il potere fonoisolante (ad esempio di un cassonetto), il relativo isolamento acustico normalizzato è ricavabile mediante la formula:

Dnei = Rwi + 10log(10/Si) Dove Si è la superficie di facciata del piccolo elemento.

Trasmissione di fiancheggiamento Il software valuta la correzione K relativa al contributo dovuto alla trasmissione laterale

5. Selezionare il tipo di trasmissione da considerare nel calcolo

Influenza forma facciata

Il software valuta il fattore correttivo L fs in base alla forma della facciata presa in esame, considerando la presenza di eventuali barriere (parapetti di balconi ecc. ecc.)

6. Cliccare su Calcola (viene aperta una ulteriore finestra)

7

su Calcola (viene aperta una ulteriore finestra) 7 8 9 7. Selezionare il tipo di facciata

8su Calcola (viene aperta una ulteriore finestra) 7 9 7. Selezionare il tipo di facciata cliccando

9su Calcola (viene aperta una ulteriore finestra) 7 8 7. Selezionare il tipo di facciata cliccando

7. Selezionare il tipo di facciata cliccando sul disegno corrispondente

8. Inserire i dati richiesti (per eventuali informazioni sui dati da inserire cliccare sulla “I” verde)

9. Cliccare OK

Risultati dei calcoli

Viene visualizzato il risultato dei calcoli a confronto con il valore limite definito dalla legge

10. Cliccare su Calcola R’ Il software calcola l’indice del potere fonoisolante apparente della facciata

Contemporaneamente viene visualizzato il risultato dei calcoli a confronto con il valore limite definito dalla legge

Cliccando su Inserisci nella relazione verrà visualizzato un file contenente i dati inseriti e i risultati dei calcoli. NB: il pulsante Indietro permette di ritornare alla schermata “Calcolo da eseguire” NB: il pulsante Fine permette di uscire dal programma

Livello di rumore da calpestio di solai normalizzato

1

2

3

4

5
5

Dati generali

1. Inserire la descrizione del locale

Tipo di solaio

2. Selezionare se si intende analizzare un solaio definito nella norma UNI 10355, presente nella banca dati, un “Altro solaio” precedentemente definito dall’utente oppure un “Nuovo solaio” da definire.

a. Nel primo caso e nel secondo caso, selezionare il solaio da considerare (il valore di Lnw,eq relativo verrà posizionato nella colonna “Risultati”)

b. Nel terzo caso, inserire la massa superficiale, e una eventuale descrizione se si intende salvare il solaio nella propria banca dati, e poi cliccare su Calcola Lnw da massa

Dati aggiuntivi

3. Inserire densità e spessore dello strato di livellamento (automaticamente viene calcolata la massa superficiale di solaio e livellamento)

4. Selezionare la massa superficiale media degli elementi di fiancheggiamento omogenei non coperti da rivestimento isolante. Ciò significa che se uno o più elementi costruttivi laterali sono rivestiti con uno strato isolante con frequenza di risonanza minore di 125 Hz, la loro massa superficiale non viene computata nel calcolo della massa superficiale media.

5. Specificare il tipo di isolamento acustico che si intende adottare

a. Nel caso si tratti di un isolamento “predefinito” selezionare dalla banca dati la tipologia da considerare NB: per evidenziare completamente la descrizione della struttura allargare la riga considerata

b. Nel caso si tratti di isolamento “da definire” inserire i dati relativi a densità e spessore del massetto soprastante ed alla rigidità dinamica della guaina elastica presa in considerazione

Risultati dei calcoli

Nella

colonna a destra vengono visualizzati i risultati dei calcoli a confronto con il valore limite definito dalla

legge

L nweq è l’indice di valutazione del livello di pressione sonora impattivo normalizzato equivalente relativo al solaio nudo privo di rivestimento.

L w

è l’indice di valutazione della riduzione dei rumori di calpestio del rivestimento

K

è la correzione da apportare per tenere conto della trasmissione laterale nelle strutture omogenee

Cliccando su Inserisci nella relazione verrà visualizzato un file contenente i dati inseriti e i risultati dei calcoli. NB: il pulsante Indietro permette di ritornare alla schermata “Calcolo da eseguire” NB: il pulsante Fine permette di uscire dal programma

Tempo di riverberazione

2 3 4, 5 7 6
2
3
4, 5
7
6

Dati generali

1. Inserire la descrizione del locale

1

8

Dati relativi alle superfici assorbenti Inserire i dati relativi ai vari elementi componenti il locale con le seguenti operazioni

2. Selezionare il tipo di superficie da considerare

3. Selezionare il materiale dalla banca dati (sulla destra il grafico ne visualizza la curva di assorbimento) NB: per evidenziare completamente la descrizione della struttura allargare la riga considerata) NB: i materiali contenuti nella banca dati possono essere ordinati in base al grado di assorbimento ad una certa frequenza cliccando sulla colonna relativa. Tale operazione può risultare utile nel caso sia necessario ricercare materiali che assorbano determinate frequenze

4. Inserire la superficie dell’elemento considerato (NB: in caso si tratti di singoli oggetti o persone inserire il numero degli stessi)

5. Cliccare Aggiungi e ripetere l’operazione per ogni elemento costituente il locale NB: il tasto Elimina permette di eliminare un elemento precedentemente inserito

Dati relativi al locale

6. Inserire il volume interno del locale

7. Selezionare la destinazione d’uso del locale

8. Sulla destra viene visualizzato un grafico che fornisce una comparazione tra il tempo di riverberazione della sala (linea nera) e il tempo di riverberazione ottimale (linea verde).

L’analisi del tempo di riverbero viene condotta utilizzando la formula di Sabine:

T

60

=

V = volume del locale [m

A = area di assorbimento equivalente del locale [m 2 ]

3 ]

0,16 V

A

Inoltre viene visualizzato il Tempo di riverberazione medio, definito come la media dei tempi di riverberazione alle frequenze di 250, 500, 1000 e 2500 Hz. Nel caso si stiano considerando Attività scolastiche il tempo medio viene confrontato con i limiti massimi di legge prescritti dalla Circolare del Ministero dei Lavori Pubblici n° 3150 del 22 maggio 1967.

Risultati dei calcoli Cliccando su Inserisci nella relazione verrà visualizzato un file contenente i dati inseriti e i risultati dei calcoli. NB: il pulsante Indietro permette di ritornare alla schermata “Calcolo da eseguire

Relazione di calcolo

Una volta cliccato il tasto Inserisci nella relazione viene visualizzata un finestra contenente i dati inseriti e i risultati dei calcoli relativi all’operazione appena compiuta. Il file, in formato *.rtf, può essere salvato, stampato oppure, utilizzando le funzioni di copia e incolla, può essere facilmente esportato, modificato e personalizzato con gli opportuni software di elaborazione testi (es:

Microsoft Word)

software di elaborazione testi (es: Microsoft Word) L’utente può decidere se: 1. Proseguire il calcolo.

L’utente può decidere se:

1. Proseguire il calcolo. Cliccando la prima icona in alto a sinistra si torna alla finestra “Calcolo da eseguire”

2. Iniziare un nuovo calcolo. Cliccando la seconda icona si ritorna alla finestra “Calcolo da eseguire” e si eliminano i dati precedentemente inseriti

3. Visualizzare la relazione completa. Cliccando la terza icona si apre una nuova finestra che visualizza tutti i dati relativi ai calcoli fino a quel momento eseguiti (potere fonoisolante dei divisori, isolamento acustico della facciata, ecc. ecc.) ed alle descrizioni inserite nelle schermate precedenti.

4. Aprire un file creato precedentemente

5. Salvare o stampare il file aperto

6. Tagliare copiare o incollare il file aperto

5

creato precedentemente 5. Salvare o stampare il file aperto 6. Tagliare copiare o incollare il file
1
1

2

3 4
3
4

6