Sei sulla pagina 1di 62

1

ARGOMENTI SVILUPPATI

Introduzione Il mattino di Pasqua di P. D. Turoldo

1 I nostri lavori su AIART

2 Emozioni e sentimenti su un canto di Piera Cori

3 Rielaborazione personale di due poesie di M. Quoist altro e lamore si fa

4 Entriamo nel mondo della poesia

IL MATTINO DI PASQUA
(di Padre David Turoldo)

Io vorrei donare una cosa al Signore, ma non so che cosa. Andr in giro per le strade zufolando, cos, fino a che gli altri dicano: pazzo! E mi fermer soprattutto coi bambini a giocare in periferia, e poi lascer un fiore ad ogni finestra dei poveri e saluter chiunque incontrer per via inchinandomi fino a terra. E poi suoner con le mie mani le campane sulla torre
3

a pi riprese finch non sar esausto. E a chiunque venga anche al ricco dir: siedi pure alla mia mensa, (anche il ricco un povero uomo). E dir a tutti: avete visto il Signore? Ma lo dir in silenzio e solo con un sorriso. Io vorrei donare una cosa al Signore, ma non so che cosa. Tutto suo dono eccetto il nostro peccato. Ecco, gli dar un'icona dove lui bambino guarda agli occhi di sua madre: cos dimenticher ogni cosa. Gli raccoglier dal prato una goccia di rugiada gi primavera ancora primavera una cosa insperata non meritata una cosa che non ha parole; e poi gli dir d'indovinare se sia una lacrima o una perla di sole o una goccia di rugiada. E dir alla gente: avete visto il Signore? Ma lo dir in silenzio
4

e solo con un sorriso. Io vorrei donare una cosa al Signore, ma non so che cosa. Non credo pi neppure alle mie lacrime, e queste gioie sono tutte povere: metter un garofano rosso sul balcone canter una canzone tutta per lui solo. Andr nel bosco questa notte e abbraccer gli alberi e star in ascolto dell'usignolo, quell'usignolo che canta sempre solo da mezzanotte all'alba. E poi andr a lavarmi nel fiume e all'alba passer sulle porte di tutti i miei fratelli e dir a ogni casa: pace! e poi cosparger la terra d'acqua benedetta in direzione dei quattro punti dell'universo, poi non lascer mai morire la lampada dell'altare e ogni domenica mi vestir di bianco.

Esponi quali sono i vantaggi ed i rischi di internet e dei videogiochi, che in queste fasi di cambiamento hanno la precedenza sulla TV e sui tradizionali spazi di aggregazione e di confronto
6

In questo tema vorrei esporre le mie opinioni, vantaggi e rischi di Internet, in questi tempi. Secondo me non dovremo mai stare tanto tempo davanti al computer e invece cercare di uscire allaria aperta molto pi spesso con gli amici. In questo strano periodo molti ragazzi usano i videogiochi, navigano molto su Internet e non pensano che stare molto tempo al computer , senza pensare che un tale atteggiamento fa male alla salute. Tuttavia, Internet anche molto utile; si pu usare per fare una ricerca per la scuola, pu aiutarci a scoprire delle immagini su come fatta una persona famosa, ci fa parlare con amici e amiche che non vediamo da molto tempo o che vivono in unaltra citt Come ho gi detto, Internet ha molti vantaggi, ma ha anche molti rischi che possono non essere piacevoli; ad esempio, se hai un profilo su Facebook, tante persone possono vedere come ti chiami e come sei fatta; in questo modo persone che non conosci possono chiederti di vederti, invece una trappola di una persona che vuole farti del male. Un altro rischio che ci sono siti molto brutti, che non sono adatti per noi. Oggi anche i cellulari hanno Internet incorporato dove si possono fare le stesse cose, come sul computer. Da quando tutte le persone hanno cominciato a usare Internet e navigarci, non fanno le stesse cose di prima, cio non escono con gli amici a fare una passeggiata e non guardano pi molto spesso la TV. Per, non solo Internet un pericolo, ma anche i videogiochi, perch tutti i bambini pensano a giocare sul computer e non sanno che pu nuocere alla loro salute; essi non solo possono far male allla salute, ma spesso impediscono al bambino di fare i compiti e di studiare. Secondo me, adesso Internet e i videogiochi hanno la precedenza sulla TV e sugli spazi di aggregazione, cio ci impediscono di stare insieme tra amici ed amiche. Per questo penso che dovremo moderare i nostri momenti al computer e fare una passeggiata allaperto con gli amici o parenti come dovrebbero fare le persone normali. Grazie a questo tema sono riuscita ad esprimere le mie opinioni su Internet, i suoi vantaggi e rischi. Quindi penso che le persone dovrebbero parlare faccia a faccia, comunicare, invece che relazionarsi con il computer. Caterina Boccanegra - classe II A
7

Tutti hanno notato quanto oggi sia diverso da ieri, per la tecnologia, il Pianeta e le tradizioni. Secondo me i vantaggi dello sviluppo sulla tecnologia sono: Si pu comunicare con le persone lontane gratuitamente attraverso Social Network come Twitter, Facebook e Messenger. Si possono creare gruppi fra compagni di classe per chiedere informazioni scolastiche. Mentre gli svantaggi sono: Con i Social network tutte le persone possono guardare il tuo profilo, quindi la privacy non esiste. Si creano litigi perch non si parla faccia a faccia. Crea indipendenza. Io, personalmente sono iscritta a Facebook ed ho messo la privacy sulle foto e sui link che pubblico e non accetto richieste di amicizia, se non conosco. I Social Network non sono uno scherzo e bisogna saperli usare ed essere furbi. Se non si accettano amicizie sconosciute, non si fanno vedere post o foto e non si scrivono cose personali, i problemi non ci sono, ma molte volte, alcune persone allinsaputa dei pericoli di Internet, non inseriscono la privacy nelle impostazioni. Quindi, ognuno di noi ha capito che il mondo di ieri era pi bello, perch pi semplice e meno complicato. Quello che oggi usiamo per comunicare solo un Mondo Virtuale senza senso, che crea litigi, discussioni e fraintendimenti. Io credo che la vita non deve essere sprecata in questo modo, bisogna parlarsi in faccia, risolvere le questioni di persona e avere il coraggio di comunicare direttamente con linteressato. Infine, penso che i metodi di comunicazione di una volta erano pi efficaci di questi, oltre al fatto che quel mondo virtuale non esisteva, per incontrarsi, usavano modi pi belli, come, ad esempio, il pomeriggio a casa di uno degli amici e si parlava, scherzava e divertiva con i giochi da tavola o con le carte; anche se tra persone lontane non ci si poteva sentire n vedere spesso, sempre un vantaggio, perch quando poi ci si rincontrava con quelle persone si provava una grande felicit che ora, con queste nuove tecniche, non si prova pi. Una cosa vedersi di persona, unaltra comunicare attraverso telefono o computer, non si sa chi hai dallaltra parte, nessuno ti
8

assicura che sia la persona con la quale tu credi di parlare, proprio per questo, sarebbe meglio comunicare direttamente con linteressato. capitato molte volte che ragazze o ragazzi, hanno accettato unamicizia sconosciuta e hanno cominciato a comunicarci, dando dati personali, e lo sconosciuto falsificando la sua identit, cio et, nome e indirizzo, riesce a far cadere nella trappola con tranelli o segni di fiducia laltra persona, cos ci si incontra e possono succedere, nella maggior parte dei casi, episodi molto brutti. Perci sempre meglio comunicare di persona. Irene Baldassari - classe II A

Oggi internet usato a scopi quotidiani, sempre pi comune nella nostra vita e questo pu diventare uno svantaggio: non infatti salutare come una passeggiata in un parco, rimanere ore ed ore davanti ad uno schermo, soprattutto nellet della crescita. Un mio amico, un anno fa, passava molto tempo a giocare ai videogiochi non riuscendo mai ad allontanarsi ed era diventato brusco con chiunque perch pensava di essere continuamente nel gioco e rimaneva solo: la sua era diventata una dipendenza. Un tempo, invece, non esisteva tutto questo: i ragazzi avevano passatempi diversi che li aiutavano a crescere, stavano in compagnia, si divertivano, giocavano e non capitava mai di annoiarsi; ma ora, anche nei grandi si diffusa questa fase di isolamento, io e il cellulare. Nellet della crescita dovremmo imparare a condividere le cose, stando insieme, annoiandoci di meno e divertendoci di pi perch quando esco da una festa bello dire: Mi sono divertita tanto, stata una festa bellissima, perch una sensazione unica e credo che nessuno al mondo smetterebbe di divertirsi. Noi dovremmo sfruttare questa rara possibilit perch, per esempio, nelle zone dellAfrica, ci sono bambini che non hanno situazioni facili per la loro infanzia e per la crescita: non vanno a scuola per istruirsi, vivono con la paura e la speranza nel cuore, mentre invece dovrebbero assaporare lamore e la felicit. Ognuno dovrebbe pensare alla propria fortuna e non rovinare la propria infanzia con delle macchine tecnologiche: non questo che Dio ci ha donato. Egli ha creato la natura, le sensazioni, la mente e ognuno di noi pu dire nel suo cuore e nella sua testa che meglio una giornata immersi a riscoprire la natura che una giornata chiusi in
9

casa con un cellulare in mano. I giochi che ci presentano non sono tra laltro costruttivi ed intelligenti ma sono senza uno scopo e irragionevoli. Tuttavia se usato bene internet non un pericolo, anzi pu essere anche utile per cercare e trovare informazioni su materiale scolastico, ricerche approfondite, prenotazioni e altre cose importanti, eseguite con una certa rapidit. Le tecnologie avanzate vengono anche utilizzate nelle fabbriche per velocizzare i processi e produrre di pi anche se molte di esse hanno preso il posto delle persone, ormai rimaste senza lavoro. Anche negli uffici vengono utilizzati i computer per facilitare le mansioni impegnative e per stampare documenti. Nel lavoro, infatti si presentano lavori multimediali a fini e scopi intelligenti, come quello di comunicare, creare contatti anchesso diventato molto frequente. Ho studiato a scuola che nei bambini, soprattutto, rimane molto impresso, ad esempio, la canzone della pubblicit che sento a volte cantare da mia sorella pi piccola o le immagini di un giocattolo che si desidera o perfino i colori intensi che si presentano. La nostra mente assorbendo tutto questo si autoconvince di volere quel gioco o quel pupazzo e i bambini incominciano a dire ai loro genitori di volerlo e a chiederlo in continuazione. I MASS MEDIA devono rimanere sempre e comunque strumenti che noi utilizziamo e non macchine che ci sostituiscono. Sofia Sprovieri - classe II A

Internet molto utile e fa parte della nostra attualit. Esso per come tutte le cose ha i suoi vantaggi e i suoi rischi. Ci pu aiutare nelle ricerche, nelle quali, senza fare fatica e in pochissimo tempo, troviamo anche pi di quello che ci serve. Possiamo, inoltre, trovare immagini e video attinenti al nostro lavoro. Altri vantaggi possono essere il poter comunicare velocemente con altre persone, accertarsi sui compiti o come ha sperimentato mio nonno (su Skype) poter rivedere amici lontani... Questi mezzi, per, con la loro facilit, velocit e utilit nascondono dei pericoli, come una rosa copre con la sua bellezza le spine, essi cos ci possono ingannare. I contro di Internet possono essere tanti: spesso i ragazzi facendo ricerche, appena trovano largomento, forse leggendo solo il titolo del
10

sito, lo stampano e lo portano a scuola, senza averlo letto neanche una volta. Poi come tutti sanno ci sono siti (come Facebook) dove persone malvagie e furbe cercano di imbrogliarci, molti ragazzi infatti hanno centinaia di contatti di cui non conoscono neanche lutente. I videogiochi sono unaltra cosa, sono secondo me pi divertenti, facili e forse li conosco meglio. Essi sono ottimi passatempo, ci fanno divertire con i loro colori e le sfide che ci propongono, intrattenendoci per ore. Sono proprio questi sfavillanti divertimenti che ci fanno perdere tempo, distraendoci dalla scuola, dalla famiglia e dai nostri doveri. Maggior tempo perdiamo, giocando, pi diventiamo irascibili, nervosi e stanchi; inoltre ci rovinano la vista. Io sono figlia unica e non avendo compagni della mia et con cui passare i momenti di noia, giocavo ore e ore con il nintendo e la wii. Ecco perch alla Scuola Primaria non ero la pi brava della classe e odiavo leggere. Poi arriv Genna la mia cagnolina e da l cambiato tutto, adesso sono bravissima nello studio, amo leggere e passo pochissimo tempo sui computer e sui videogiochi. Camilla Maria Ludovica Panzera - classe II A

Andando avanti con la storia, la tecnologia cresce sempre di pi. La giornata di un bambino o di un ragazzo si alterna tra televisione, computer, cellulare e videogiochi. Io penso che la televisione serva a trasmettere notizie importanti, mentre i videogiochi danneggiano la mente dei bimbi. La cosa migliore sarebbe giocare allaria aperta, con divertimenti pi belli da fare singolarmente o in compagnia, per esempio campana, nascondino, acchiapparella... Oppure anche bello stendersi per terra in campagna o in un prato e cominciare a pensare. Il computer ci danneggia il cervello, specialmente se si sta su centri come messanger e facebook, che sono siti pericolosi dove le foto di un profilo possono essere tranquillamente salvate da chiunque. Qualsiasi persona potrebbe creare un profilo falso spacciandosi per qualcun altro.

11

Internet davvero pieno di pericoli, specialmente per i ragazzi , per esempio esistono pedofili che possono contattare delle ragazzine e coinvolgerle in loschi affari. I genitori si lamentano perch ai propri figli diminuisce la vista e si devono mettere gli occhiali, passando met della giornata davanti a uno schermo ovvio che la vista cali. Ormai, possiamo notare che alcune persone si scrivono per ore in chat, ma quando si vedono non si scambiano una parola; ormai le cose non si dicono pi in faccia, molto spesso si litiga per messaggi... e poi se ci pensiamo bene, il cellulare stato inventato per chiamare e mandare messaggi importanti, come quelli di lavoro, questo apparecchio invece, viene comprato dai giovani quasi solo per giocare, ascoltare musica ed andare su internet. La televisione trasmette notizie importanti, ma se vediamo i canali a pagamento per ragazzi, non sono altro che telenovele americane o spagnole che non acculturano i ragazzi, ma che li stupidiscono. Se possiamo invece vedere documentari, possiamo notare che la mente del bambino o del ragazzo comincia impegnarsi per capire qualunque meccanismo, che ci sta attorno. Leducazione di un bambino si acquisisce anche da ci che gli sta attorno, per esempio, quando sente dire le parolacce, le impara pure lui, ma se ci chiediamo da dove le ha sentite, possiamo scoprire che la maggior parte delle volte da internet, oppure da youtube, dove si presentano molti video sciocchi e diseducativi. I nostri nonni hanno saputo vivere anche senza tutte le tecnologie che hanno i ragazzi, che ormai stanno diventando dipendenti. Dio ha creato il mondo, senza tutte queste tecnologie e luomo ha saputo vivere tranquillamente, non c bisogno di tutte queste cose, basta solo essere tutti uniti e aiutarci a vicenda e nel mondo non ci sarebbe bisogno di altro. Eleonora Pia Fattobene - classe II A

Io credo che ogni cosa vada sfruttata per cause giuste e per comodit e non per sostituire un genitore, un compagno. Oggi sono i mass media a sostituire in maniera errata quella che la guida di un ragazzo, sono messaggi violenti e scandalosi ad entrare per primi nella mente di un fanciullo, perch apparentemente pi
12

comodi e divertenti da seguire. La maggior parte dei giochi che sono in commercio sono violenti e diseducativi. Noi ragazzi dobbiamo capire che internet un mezzo che a nostra disposizione per ricerche, esercizi, informazioni a fine scolastico e personale, facebook, twitter e altri social network che non sto a nominare hanno causato negli ultimi anni decessi, violenze e danni psicologici, specialmente ad adolescenti e preadolescenti che cadono nelle mani di adulti che hanno raggiunto un livello di maliziosit troppo alto per la mentalit di quello che, alla fine, sempre un bambino. A mio parere non credo che ci sia molta differenza tra internet e la televisione, tutte e due sono mezzi che vanno usati con criterio, senza abuso. Un esempio molto facile? Se mangiassimo tante ciliegie e ne facessimo un abuso, avremo di sicuro mal di pancia. Io mi chiedo: come faremo ad insegnare ai nostri figli ci che giusto e ci che sbagliato, se molti di noi hanno avuto genitori che li hanno lasciati allo sbaraglio? Allinizio questi due strumenti erano stati inventati per riuscire a compiere calcoli con i quali luomo avrebbe fatto meno fatica ed ecco ci che accaduto, qualche anno dopo, persone che quasi perdono la testa per seguire l ultimo modello di computer uscito da poco. Sotto certi aspetti, credo che tornare almeno a quaranta anni fa non farebbe poi cos male, l i ragazzi giocavano ancora a settimana, non avrebbero mai pensato che oggi il computer avrebbe fatto parte della loro vita. In conclusione, per andare avanti e risolvere questa specie di disagio la soluzione una: collaborare per dire no a persone che per pubblicizzare prodotti girano nudi, dicono parole poco educative, incitano adulti e bambini a fare come loro. Non il mondo che non va, sono le persone che ci vivono, che sono ospiti di uno spettacolo meraviglioso, ma lo sciupano con il loro atteggiamento e comportamento. Ci siamo mai chiesti quanti danni provocano le centrali nucleari? No! perch ci fanno comodo. Non rendersi conto che stiamo distruggendo tutto e tutti, fa comodo: il mondo ormai gira tutto sul dio denaro. Dobbiamo essere noi, nuova generazione, a cambiare il mondo. Marilisa Gagliardi - classe II A

13

Per me Internet stato sicuramente una svolta ed un vantaggio per chi ne pu usufruire; questo servizio molto versatile; pu essere utilizzato da professionisti e ragazzi. Con il Web si possono fare ricerche, si pu comunicare, si pu studiare e si pu condividere. Ci sono vari siti, in quantit innumerevole, utili ed inutili, brutti e belli, ma anche cattivi. Per me unarma impropria, dipende tutto dallutilizzo che sene fa; sicuramente giusto la facilit e la sicurezza. Il discorso dei Social Network che va bene utilizzarli per lavoro o per tenersi in contatto con gli amici o parenti; per questi non vanno utilizzati come diari o quaderni personali dove si scrivono certe cose perch viene tutto schedato e pubblicato (visto da tutti), perci bisogna fare attenzione a qualsiasi messaggio, anche se viene bloccato o messo in privato. I videogiochi si sono sviluppati molto ultimamente, anche come grafica e riproduzione virtuale del mondo. Ora come essere l dentro e comandare il personaggio protagonista, che pu fare tutte le azioni possibili ed immaginabili, anche quelle non fattibili nella realt. Questo crea assuefazione, anche se non si mai soddisfatti di quello che si fa nel gioco. Purtroppo questi diversivi non sono affatto educativi e ci inducono a commettere azioni violente. Io, non faccio nomi, ma sono reduce da alcune esperienze non molto belle. Per esempio cera, in uno dei famosi Social Network, una persona che scriveva cose per me, senza senso, e poi le condivideva e ci metteva sopra, in allegato, il mio nome, come se quelle cose le avessi scritte io. Quello che mi dispiace che quelle espressioni sono ancora l, ormai schedate e registrate su Internet. In relazione ai videogiochi, mi accorgo che qualche volta, ultimamente, sono un po pi agitato del mio solito ed ogni tanto mi cala la concentrazione. La televisione un po meglio sotto questi aspetti, per anche la TV pu creare dipendenza. Io sono molto felice di fare parte del gruppo giovanile post-Cresima della mia Parrocchia dove siamo tutti amici e amiche. Ci riuniamo la Domenica e stiamo insieme: l si gioca, si chiacchiera e si riflette positivamente e costruttivamente.
14

E bellissimo stare in quel posto, l si respira unaria pulita e liber a e qualche volta si cena insieme. Io, di tutto questo discorso penso che non sia sbagliato usare i Social Network, per si vive benissimo anche senza di essi. Bisogna essere sempre coscienti di quello che si fa ed ogni tanto bisogna stare con gli amici cari. Questo tema mi ha fatto veramente riflettere. Matteo Lorenzo Bramucci - classe II A

15

Me t t it i d i f r on t e a q ue st e f r asi t r at t e d a un can t o d i Pie r a Cor i e r if le t t i se r iam e n t e ce r can d o d i scr iv e r e e sot t olin e ar e q uan t o t i sug g e r iscon o le e sp r e ssion i r ip or t at e p e r la t ua v it a d i og g i, m a sop r at t ut t o p e r un t uo d om an i v issut o allin se g n a d e i v alor i e d i ci ch e con t a p e r f ar e d i t e un a p e r son a r e sp on sab ile , m at ur a e d e g n a d i r isp e t t o

16

1. Non fare a nessuno ci che non piace a te, / offri il tuo pane a chi in povert/ dona i tuoi beni a chi non ne ha / e questo amore la tua vita costruir (Tb.4) 2. Ama la tua gente, ama i fratelli tuoi/ e nel tuo cuore non alberghi rancore/ semina giustizia/ coglierai bont/ e la bont la vita costruir (Os. 10) 3. E non ti affannare per il tuo domani (Mt. 6)/ il tuo nome ho scritto nelle mie mani (Is. 49)/ tu provvedi agli altri io provvedo a te/ ovunque andrai io sar con te (Giosu 1) 4. Tu sei la mia mano, tu il mio cuore/ tu il mio sorriso, tu il mio amore/ A questo ti chiamo con la vita che hai/ Benedizione tu diventerai

La canzone molto originale, in essa ci sono frasi prese dalla Bibbia. molto significativa e sottolinea le importanti espressioni che dovremmo mettere in pratica. Penso che le rime pi belle siano: Benedizione tu diventerai e Ovunque andrai io sar con te. Dio, infatti, rester sempre con noi ed importante ricordarlo perch anche nei momenti di difficolt ci possiamo rivolgere a lui. La prima frase altrettanto significativa perch ci fa capire che anche il pi piccolo di noi benedetto da Dio. Piera Cori, lautrice, ci da dei consigli per la vita futura che credo debbano rimanere nel nostro cuore e nella nostra mente. I versetti biblici sono significativi e reali e sono stati presi da importanti testi profetici. Solo lultima espressione stata ideata dallautrice. Ci insegna poi ad amare gli altri, soprattutto i nemici. Sono insegnamenti molto forti e intelligenti e noi dovremmo prendere esempio da essi per imparare a seguire la retta via, quella che ci porta al Signore. Mi ha fatto pensare molto ai miei errori e anche ai messaggi ed agli insegnamenti di Ges, come la parabola del figlio al prodigo e ho messo tutto a confronto. Penso che dovremmo comportarci diversamente, pronti per imparare dagli altri perch ognuno di noi rispecchia il Signore, quindi trattare male le persone come non volere Cristo dentro di noi. Non dovremmo mai esagerare e dovremmo cercare di migliorarci a vicenda. Per far s che questo accada molto importante che sia presente lamore, laffetto e lamicizia. Io cercher sicuramente, dopo aver letto questo messaggio di vita di migliorare e di amare il prossimo. Il testo mi ha colpito tanto perch la cantautrice in una semplice canzone
17

riuscita a citare le frasi pi importanti attraverso cui Ges ci vuole insegnare a realizzarci come persone vere nellimmenso contesto dellamore. Sofia Sprovieri - classe II A

Nella vita, un domani, non so se applicher tutti questi insegnamenti. Queste frasi sono belle e significative, perch spiegano che non devi fare un dispetto o qualcosaltro, quello che non vorresti tu stesso, non bisogna farlo neppure agli altri. Offrire il pane a chi non ne ha e a chi povero, questo il nostro impegno. Donare i beni a chi non li pu avere, sarebbe un gesto molto bello. Con questo amore e questa gioia si costruir la tua vita. Bisogna amare la gente e i tuoi fratelli, si intende di qualunque razza. Nel tuo cuor non deve esserci rancore. Seminare intorno a te sempre la giustizia e le cose che vanno bene, come la bont, se vuoi che la tua vita sia bella davanti a Dio. Ovunque andrai Dio sar con te, non ti abbandoner mai anche se sbaglierai, Lui ti consiglier di fare la scelta pi giusta per te. Signore, Tu sei tutto per me, la mano con cui scrivo appartiene a te. Il tuo sorriso illumina il mio cammino. Il fulgore della tua luce mi separa dalle tenebre. Come bello quando mi ripeti: luce diverrai, luce sarai e luce rimarrai. Barbara Benedetti - classe II A

Gi nella prima frase si trovano molti messaggi, presi dalla Bibbia, in particolare nei libri profetici. Il primo , secondo la mia interpretazione, molto importante, mi insegna che non giusto fare agli altri ci che non piace a me. Il secondo e il terzo sono molto simili infatti entrambi dicono di aiutare i pi bisognosi. Le ultime parole sono evidenziate perch, secondo me, racchiudono tutti i messaggi precedenti, per poi indicarci la retta via, infatti esse spiegano che se inizi a fare del bene, esso ti circonder per sempre. La seconda frase tratta dal libro del profeta Osea. Essa piena di messaggi di amore. Una persona infatti che ha il cuore pieno di questo bellissimo e profondo sentimento non ha
18

posto per la gelosia, il rancore e lodio. Se segui la giustizia e la pratichi non dovresti mai farti corrompere e non dovresti fare mai cose che ti arricchiscono a scapito degli altri, di conseguenza ti troverai sempre amato. Le parole finali hanno un significato molto simile a quello gi indicato precedentemente, ma invece di coinvolgere solo la tua vita coinvolge anche tutte quelle che hai aiutato. Infatti amando ed essendo giusto, la bont costruir tutta la tua vita e quella di chi ti sta vicino. Nella terza frase sono invece riportati vari pensieri. Le loro parole sono riferite a Dio. Mi istruiscono sullamore che Dio ha nei miei e nei nostri confronti, Lui non ci abbandoner mai e ci star sempre vicino, sopratutto quando siamo in difficolt. Per Lui noi siamo tutti uguali e importanti, di fronte alla santit ognuno di noi qualcuno: anche i bambini orfani, le vedove, i poveri e i malati, in Africa e in India, ovunque si trovino. La Quarta frase credo che voglia educarci ad essere buoni e gentili, con la promessa della gioia eterna. Camilla Maria Ludovica Panzera - classe II A

Le espressioni del canto mi suggeriscono tante cose, ma sopratutto mi fanno riflettere e mi insegnano a spendere bene la mia vita. Mi sono piaciute tanto ed hanno suscitato in me sentimenti di bont, di amore e di altruismo. Ho provato una grande emozione scoprendo che il Signore sempre con noi. Mi ha anche fatto capire che tutto ci che il Signore ci dona sincerit e tenerezza per ognuno di noi. La canzone mi piaciuta molto, in essa cerano frasi molto belle e ricche di insegnamenti. Luca Salvatore Prota - classe II A

Queste parole mi fanno pensare a tutte le cose che ho fatto agli altri che non avrei voluto fare. Quando, per esempio, prendo in giro una persona con tutti i miei compagni, non immagino come possono sentirsi gli altri e quali sentimenti possano provare: tutto questo dovrebbe aiutarmi a cambiare.
19

Ci sono molte persone in questo momento difficile di crisi economica veramente povere, penso alla loro sofferenza, ai loro disagi. Vorrei incoraggiarli a non fare i barboni, ma a lottare per riconquistare la loro dignit. Sono daccordo di donare i miei beni, come vestiti, scarpe alle persone pi povere perch per loro sono doni preziosi. Amare i miei familiari, per me fondamentale perch la mia famiglia la cosa pi importante e significativa che possiedo. La frase presa dal libro di Giosu Ovunque andrai, io sar con te mi riporta in mente la discussione fatta a catechismo quando gli Ebrei scapparono dallEgitto e seguirono quel che diceva Dio in tutto il cammino nel deserto, loro credevano in Dio perch era il loro salvatore, ma quando Mos sal sul monte Sinai, loro abbandonarono il Signore e si costruirono una falsa divinit. Mos preso dalla rabbia ruppe il vitello doro che avevano fuso precedentemente. Secondo me questa vera fede, perch lui crede nel Signore anche nei momenti di debolezza. Questi punti mi hanno fatto riflettere molto, perch sono veramente profondi e pieni di significato Pietro Farinelli - classe II A

Lautrice, Piera Cori, ha riportato queste frasi, prendendole dalla Bibbia e ce ne sono alcune che mi sono piaciute particolarmente e sono quelle che ho sottolineato nella scheda che ci ha dato la nostra prof. Queste frasi mi hanno commosso tanto perch hanno un significato molto bello. La prima che ho sottolineato una frase che viene molte volte ripetuta dai genitori o adulti in generale, cio non fare a nessuno ci che non piace a te, questa frase molto importante perch aiuta, infatti, a ricordare a tutti che non bisogna fare cose che a te non piacciono. Laltra frase che ho sottolineato ama la tua gente, ama i fratelli tuoi che ricorda molto unaltra frase detta da Gesama il prossimo come te stesso. La terza frase, che ho evidenziato, mi ricorda Dio che sta sempre con noi, ovunque andiamo e siamo. Diana Tabossi - classe II A

20

Questa canzone bellissima, anche se ora non ho modo di ascoltarla, per la immagino come un armonia dolce e saggia. Ha molti insegnamenti. Penso che sia parecchio difficile comporre un testo, prendendo intere frasi dalla Bibbia; questo dimostra la pazienza e la bravura della suora paolina, autrice della composizione. Leggerla mi suscita delle belle, profonde, gioiose e allegre sensazioni. Traggo degli insegnamenti sul comportamento e la vita dai libri di Tobia, Osea, Matteo, Isaia e Giosu. Penso che sar molto difficile, ma io voglio provare ad usare queste quattro strofe come progetto di vita, come mio disegno, come percorso... Vorrei cercare di migliorare ed essere strumento di Dio, trasmettere Pace, Concordia, Felicit e Amore, se Lui vorr e mi riterr pronto. Avr Fede, seguir... Almeno spero!!... La frase, che mi piaciuta di pi, stata: il tuo nome ho scritto nelle mie mani, perch bellissima, magnifica e trionfale. Dio sempre con noi per sorreggerci. La frase: tu provvedi agli altri e io provvedo a te dal libro di Giosu un messaggio per noi attualissimo e molto utile per creare una comunit pi stretta e autosufficiente, senza bisogno di aiuti. Sarebbe come un circolo, bello e indipendente, con la forza e laiuto reciproci per superare meglio ogni genere di problemi. Le piccole cose rendono il mondo migliore... pi adatto e comodo per noi. A chi d e fa del bene, verr sempre ricompensato... Anche con un semplice, ma significativo sorriso! Matteo Lorenzo Bramucci - classe II A

Le frasi che ho appena letto sono molto belle e profonde. Nel momento stesso che le stavo leggendo, qualcosa di magico entrato in me, una sensazione molto bella che mi ha fatto riflettere sui momenti che non dimenticher mai.
21

Queste frasi hanno suscitato in me tristezza, ma allo stesso tempo un senso di gioia ed armonia. Mi hanno fatto capire che non devo fare a nessuno ci che non piace a me e cercare di donare il pane a quei bambini poveri che non ne hanno e offrire loro i miei beni; devo sempre amare i miei amici, fratelli e in questo modo raccoglier bont. Poi devo cercar di provvedere agli altri, cos loro provvederanno a me e ovunque io cercher di andare il Signore mi raggiunger. C una frase molto bella che mi ha veramente colpito: Tu sei la mia mano, tu il mio cuore; Tu il mio sorriso, tu il mio amore., vuol dire che il Signore nella mia mano e nel mio cuore; che presente anche nel mio sorriso, ma sopratutto nel profondo del mio cuore. Unaltra delle bellissime frasi quando spiega che io diventer Benedizione, in senso che ricever la Benedizione da Cristo e cos ne far parte agli altri. Questa canzone mi ha insegnato molte cose che faranno del bene al prossimo e che mi faranno raggiungere, forse, altri scopi nella vita futura. Le parole scritte nel brano esprimono molte emozioni gioiose che mi stanno aiutando a cambiare. Come ho gi detto, queste frasi, per io non le attualizzo sempre, cio non compio le azioni suggerite dalla canzone. Finalmente, grazie a questa riflessione, sono riuscita ad esprimere ci che sentivo dentro di me e ho capito che potr diventare una persona matura e responsabile per affrontare la vita senza nessun ostacolo. Spero di seguire queste parole e cercar di non dimenticarle. Quando sar adulta, mi ricorder di questo giorno e della canzone che mi avr fatto cambiare opinione. Inoltre penso che dobbiamo smetterla di pensare a noi stessi ed aiutare il pi possibile le altre persone che hanno bisogno di sostegno, soccorrere e consolare i bambini che hanno qualche problema (di salute, familiare ecc.) e farli sorridere come se fossero i pi felici del mondo, perch quel sorriso pu cambiare tutto. Ho deciso di donare le cose, che ormai non mi servono, ai bambini poveri, cos potr farli felici, perch lunica cosa che conta. Caterina Boccanegra - classe II A

22

In cerca di te, Signore! di Piera Cori, mi ha veramente coinvolto. Questa idea di mettere la Bibbia in musica molto simpatica perch sembra di pregare, canticchiando e divertendoti senza renderti conto che una preghiera, apparentemente una canzone come le altre, forse un po diversa, ma neanche tanto. Questa autrice, prima che la mia prof.ssa me la facesse conoscere, era a me sconosciuta, non avevo neanche mai sentito canzoni create con frasi della bibbia e queste frasi, per giunta, si adattano bene per fare una canzone. Credo che questo brano labbia scritto in un momento bello per lei, quando pensava a lui, il Signore, perch ha inserito frasi felici che ti mettono nel cuore speranza e ti prospettano il tuo domani, dicendoti che devi sempre tirare avanti senza mollare. La prima strofa, di preciso la prima frase Non fare a nessuno ci che non piace a te mi piace molto, perch c stato un periodo nel quale litigavo con gli amici. Dopo aver letto questa frase ho capito che non giusto ed ho smesso di ribattere gli insulti, magicamente hanno smesso anche loro. Questa canzone molto bella e mi piace molto per la sua freschezza e il suo contenuto spirituale. Ettore Polito - classe II A

Con questa canzone ho colto il significato della vera vita, tutte queste belle parole simboleggiano il vero significato di vivere. Ho capito come ci si dovrebbe comportare, queste frasi sono veramente bellissime, mi donano un senso di libert ed amore. Le parti evidenziate nel testo sono quelle pi belle, perch parlano con quali elementi costruire la vita, come lamore e la bont. Io credo che ognuno dovrebbe prendere le cose brutte della vita e trasformarle in qualcosa di bello, tutto serve per crescere, sia le cose belle che quelle brutte... ogni piccolo dettaglio importante. Ognuno di noi, ogni et, ha i suoi problemi, ma si superano, guardando avanti e camminando a testa alta, non bisogna abbattersi alla prima difficolt, la vita piena di ostacoli, ma con il coraggio e la forza di volont si superano. Tutti, nel profondo del cuore siamo buoni, ognuno di noi ha una parte pi vulnerabile e tutti abbiamo nel cuore tante persone a noi care; c chi non cristiano, ma non vuol dire che non abbia fede,
23

pu rendere in qualcosaltro o vivere in un altro modo, ma comunque ognuno di noi speciale a modo suo e deve essere accettato per ci che . Ci stata donata lopportunit di una vita, dobbiamo accoglierla come ci viene data e non buttarla via, tutte le opportunit della nostra vita vanno sfruttate e affrontate. Io amo Dio e lo prego, perci sono convinta del fatto che Lui abbia tutti noi nelle sue mani, che non sottovaluti nessuno e che voglia bene ad ognuno di noi allo stesso modo , che non reputi nessuno migliore di nessuno e che ci ami nella stessa maniera. Nel nostro mondo, non ci dovrebbero essere distinzioni per il colore della pelle, per la religione o per letnia, gli uomini sono tutti uguali e hanno tutti il bisogno di sentirsi una grande famiglia. Tutti dovremmo essere uniti, come una sola persona, ognuno una piccola cosa e insieme creiamo una sola persona, in comunione con Dio. Siamo come delle matite che vengono guidate dalla mano di Dio. Ho anche riflettuto molto sulla frase offri il tuo pane a chi in povert... Molte volte le persone ricche, tengono tutto per s, non dando importanza alle povere famiglie senza casa, senza cibo e senza istruzione. Chi ricco dovrebbe dare ai poveri, cos non ci sarebbero tutte queste differenze, saremmo tutti uguali in tutti i sensi; purtroppo per, molte volte nessuno ci pensa, legoismo ormai una moda, quando invece la moda dovrebbe essere la generosit. Siamo ormai in un paese dove tutto scontato, a nessuno importa pi di nessuno, sono rimaste davvero in poche le persone che pensano anche agli altri, che aiutano, che donano il sangue, che regalano soldi e soprattutto vita a chi non ne ha. Irene Baldassari - classe II A

Queste frasi, prese da dei versetti della Bibbia hanno davvero un grande significato, una tra le prime che mi ha colpito maggiormente stata Non fare a nessuno ci che non piace a te, questa frase mi ha fatto riflettere tanto, visto che quando noi maltrattiamo qualcuno, non ci mettiamo nei panni di quella persona e continuiamo a comportarci male. Nelle frasi che si susseguono si notano tanti concetti forti e che fanno riflettere; una delle altre frasi che mi piaciuta tanto Semina giustizia, coglierai bont, perch
24

ho capito che tutto il bene che noi diamo, lo diamo a Ges e ne riceveremo tantaltro. Con grande curiosit, inoltre, ho letto la frase, riportata nella terza strofa, mi ha rallegrato lanimo, leggendola ho capito che Dio sempre e ovunque con noi, perch la Sua bont non ha limiti ed importante conversare con lui attraverso varie preghiere. Questo canto mi ha fatto apprendere nuovi concetti davvero interessanti e personalmente penso che se ne dovrebbero leggere molti di pi, perch le persone odierne si dedicano molto di meno alla preghiera, per pensare ad altre cose: pi riflettiamo su questi concetti davvero belli, pi la nostra anima diventa pi pulita e leggera e va verso il Signore. Mikhail Mirashnichenka - classe II A

L Autrice Piera Cori ha scritto delle frasi molto profonde, prendendole dalla Bibbia. Queste dovrebbero essere le qualit e le prerogative di ogni persona, ma purtroppo solo Dio, Ges e la Vergine sono dotati di una grande forza spirituale, noi, creature umane, siamo molto povere. La prima frase, secondo me, molto bella, perch nel mondo dobbiamo ricordarci che siamo tutti fratelli, mi piace anche la quarta ed ultima strofa, dove ci sono dei paragoni fantastici. Lultima frase dice: Benedizione tu diventerai molto significativa, perch fa capire che il Signore ci guider nel percorso della vita e continuer a farlo finch non saliremo al Cielo e far di ognuno di noi una benedizione per gli altri. Penso che senza la fede noi saremmo uomini sperduti, senza un vero obiettivo. Specialmente la frase Non fare agli altri ci che non vorresti fosse fatto a te, mi ha fatto riflettere molto, perch se ognuno di noi si mettesse nei panni degli altri e fosse generoso, sarebbe un passo pi avanti nella bellezza della vita. Una delle altre frasi fantastiche Il tuo nome ho scritto nelle mie mani. Che commozione profonda!. Il Signore ha detto e promesso che ci segue e ci seguir sempre nel nostro cammino, tra due strade, la Fede ci indicher quella giusta, anche se la scelta sta a noi, ma se vogliamo prendere quella esatta, basta sentire il cuore che ti pulsa e ti parla e non c modo di sbagliare.

25

Il Signore non ci segue a tratti, ma in qualunque momento della vita, giorno e notte e Lui ci protegger fino a che non lo raggiungeremo e questo ce lo spiega anche la frase: Dovunque andrai, io sar con te. L ultima frase che mi ha colpita particolarmente stata: Ama la tua gente, ama i fratelli tuoi essa mi fa ricordare che siamo tutti fratelli e dobbiamo essere uniti e comportarci come tali. E importante fra di noi il rispetto, perch ognuno importante, anche perch insieme noi possiamo rendere il mondo migliore, come giusto che sia; quando cadi ci deve essere sempre qualcuno pronto a rialzarti; una cosa fatta insieme perfetta, anche perch noi tutti formiamo accordi infiniti. Questa canzone stata bellissima e molto significativa. Eleonora Pia Fattobene - classe II A

La prima frase mi ricorda un insegnamento dei miei genitori, che mi dicono sempre: prima di fare una cosa, pensa se qualcuno avrebbe fatto la stessa cosa a te... come ti saresti sentito. Questa frase provoca molti sentimenti tristi in me, perch, a volte, essi non sono molto buoni con gli altri. Questa una canzone bella, in cui sono state usate frasi sacre, come se si volesse giocare con Dio. Le frasi sono molto forti: sono degli esempi divini da seguire. Le persone di oggi non le seguono e per questo c povert e guerra in tutto il mondo, anche se noi non ce ne rendiamo conto. Se queste frasi venissero realizzate, nel mondo ci sarebbe qualche speranza di vita migliore. Sono molto contento di aver letto questa canzone e non sapevo neanche che potessero esistere canzoni con le frasi prese dalla Bibbia. Mi ha fatto riflettere su quello che succede nel mondo e penso che se luomo si aprisse ai consigli di Dio, avrebbe qualche speranza di essere migliore. Grazie a canzoni cos, le persone possono cambiare e io personalmente devo un favore a questi artisti straordinari. Filip Adam Niweckhi - classe II A

26

Questa canzone fa capire quanto l autrice ami Dio e quanto voglia esternarlo agli occhi di tutti, senza paura. Il testo ci fa capire che con la preghiera e con l amore vero di Dio si possa rimediare a sbagli, rancori vissuti in passato. E normale che l uomo non sia perfetto, ma prima di compiere azioni che potrebbero ferire l animo degli altri, dovremmo pensare a ci che la nostra bocca e il nostro cervello stanno per dire, qui l autrice crea come un percorso da percorrere per arrivare ad essere la benedizione del Signore. Questo tragitto non semplice da seguire perch durante la strada incontreremo tante avversit e tentazioni, le quali potrebbero farci cambiare idea. Feriamo, amiamo, scoraggiamo ed incoraggiamo al tempo stesso senza neanche accorgercene, siamo esseri capaci di tutto, ma non riusciamo a controllare questa possibilit, siamo macchine perfette alle quali a volte si guasta qualche ingranaggio. Siamo persone avare che vogliono ricevere, ma non vogliono donare, siamo ostili e non crediamo in chi ci sta al fianco, condanniamo tutto ci che per noi fuori dal comune, che non simile al nostro modo di fare, solo perch temiamo il cambiamento e perch vogliamo tenere al guinzaglio quelle che sono le nostre emozioni, abbiamo fiducia solo in noi stessi. Ci crediamo perfetti ed importanti, oppure al contrario siamo paurosi e non vogliamo mostrare il nostro modo di pensare agli altri. Questo un mondo che non ha vie di mezzo, tutto deve essere o bianco o nero, siamo in una realt, in cui si guarda solo chi ricco o chi povero, nessuno si cura di chi ha un ceto medio. E ora di cambiare, anche se siamo ancora piccoli e non abbiamo voce in capitolo, dobbiamo svegliare i nostri genitori che stanno vivendo in mezzo a persone che vogliono portarli ai loro piedi, per condurli a fare i comodi di chi pi grande di loro, solo perch, ha solamente pi denaro. Marilisa Gagliardi - classe II A

Molto giusta per me questa frase Non fare a nessuno, ci che non piace a te, perch se a me non piace qualcosa, non dovrei farla ad altri, specialmente ai miei amici.
27

A me piacerebbe dare il mio cibo a persone povere; soprattutto perch nel mondo ci sono addirittura bambini che non hanno vestiti o giochi. Regalare bello, ricevere regali pure, ma per un bambino povero la fine del mondo, il massimo della felicit! Essere amati stupendo, ma amare lo ancora di pi, perci io voglio amare i miei cari, i miei amici e la mia famiglia come me stessa, ovvero tantissimo! Non devo trattare male i miei amici, i miei fratelli, perch siamo tutti figli di Dio. Io devo essere giusta, poi lo diventeranno le persone che mi stanno accanto; infine tutte le persone del mondo, se lo vorranno, diventeranno giuste e oneste. Se io tratter bene un mio amico, lui far altrettanto con me, cos che voglio portare il bene e l amore, incominciando dalle piccole cose! Io non mi devo preoccupare o spaventare della morte, perch se avr vissuto bene, avr la vita eterna e star a fianco di Dio, per sempre! Non devo preoccuparmi perch la mia vita sorretta da Dio, ovvero Lui mi sta sempre vicino. Io sono la mano di Dio nel senso che sono sulla terra con i miei fratelli (perch siamo tutti suoi figli) e li devo rispettare, comportandomi bene con loro, perci sono come la mano di Dio. Il mio cuore deve battere nel nome del Signore, perch mi ha creato. Io sono lamore e il sorriso di Cristo verso gli altri e verso il mondo. Perci la vita che ho, unica e irripetibile, la devo vivere bene e serena. Sono felice di essere sotto la benedizione del Signore, mio padre. Valeria Panichi - classe II A

28

29

CHI L'ALTRO?
L'altro, colui che tu incontri sul tuo cammino, colui che cresce accanto a te, lavora, gioisce o piange accanto a te, colui che ama o che odia accanto a te, colui del quale dici ne ho fin sopra i capelli oppure non posso soffrirlo, colui del quale non dici nulla, non pensi nulla, perch tu passi senza guardare e non lo vedi. L'altro, colui al quale devi unirti per la tua riuscita ed insieme salvarti, con tutta l'Umanit. colui col quale collabori ogni giorno per completare la creazione del Mondo. il tuo prossimo, colui che devi amare con tutto ti cuore, con tutte le forze, con tutta l'anima. L'altro si chiama Giovanni, Pietro, Antonietta, signor Rossi, signora Bianchi, abita nel tuo stesso stabile, lavora nel tuo stesso ufficio, prende lo stesso autobus, siede accanto a te al cinema. L'altro si chiama Ges Cristo, Ges Cristo abita nella tua stessa casa, lavora nel tuo stesso ufficio, prende il tuo stesso autobus, siede accanto a te al cinema... L'altro!...

"L'AMORE NON E' GI FATTO SI FA"


L'amore non gi fatto. Si fa. Non un vestito gi confezionato, ma stoffa da tagliare, cucire. Non un appartamento 'chiavi in mano', ma una casa da concepire, costruire, conservare e spesso riparare. Non vetta conquistata, ma partenza dalla valle, scalate appassionanti, cadute dolorose nel freddo della notte o nel calore del sole che scoppia. Non e' solido ancoraggio nel porto della felicit
30

ma e' un levar l'ancora, un viaggio in pieno Mare, sotto la brezza o la tempesta. Non e' un 'si' trionfale, enorme punto fermo che si segna fra le musiche, i sorrisi e gli applausi, ma e' una moltitudine di 'si' che punteggiano la Vita, fra una moltitudine di 'no' che si cancellano strada facendo. Non e' l'apparizione improvvisa di una nuova Vita, perfetta fin dalla nascita, ma sgorgare di sorgente e lungo tragitto di fiume dai molteplici meandri, qualche volta in secca, altre volte traboccante, ma sempre in cammino verso il Mare infinito. Michel Quoist

Leggere attentamente queste due poesie di Michel Quoist, rielaborarle personalmente dando un titolo al proprio lavoro

Com lamico perfetto?


Un amico perfetto rarissimo da trovare, anzi raro come un tesoro! Gli amici migliori esistono e ce li hai perch ci stai bene, ma gli amici perfetti esistono? Beh diciamo che una domanda molto difficile, perch ci sono delle qualit che devono per forza appartenere loro, come la sincerit, la fedelt e il senso di giustizia. Lamico deve essere sincero con te in tutti i casi. Egli deve volerti bene, starti sempre vicino, dovrebbe un po assomigliare al cane che fedele verso il suo padrone; il senso di giustizia pu sembrare banale, ma non cos, perch lamico deve essere giusto nei tuoi confronti. Queste qualit, lavorandoci un po sopra e concentrandosi, possono conquistare un po tutti, ma solo gli amici perfetti riusciranno a
31

differenziarsi. Con riusciranno a differenziarsi intendo dire che saranno migliori su tutto. Andando nel profondo, cio rispondendo alla domanda principale, lamico perfetto : una persona su cui puoi sempre contare, egli c sempre, ti rispetta, non ti fa domande troppo imbarazzanti, accetta le tue idee e ti fa piangere sulla sua spalla, non spiffera i segreti che gli confidi, non tradisce la tua amicizia, ti protegge Queste qualit sono bellissime e perfette, proprio come dovrebbe essere il tuo amico perfetto Per me, pi o meno, tutte le persone dovrebbero essere cos, giuste. Nella vita spero di trovare persone perfette perch mi piacerebbe sentirmi a mio agio con loro e nello stesso tempo un po importante. Valeria Panichi - classe II A

Amare il prossimo significa essere felici.


Amare il prossimo amare Ges ed molto importante per me perch mi aiuta a capire tante cose meravigliose della vita, essere gentili, rispettarsi a vicenda, il fidarsi dei compagni, anche nel gioire o nel piangere insieme. Penso che se ognuno di noi si unisse allaltro con amore sarebbe come collaborare ogni giorno per completare la creazione universale e salvarci con tutta lumanit. Molte volte penso allamore che Dio ha per lumanit da sacrificare per esso il suo unico Figlio e penso anche allamore che ha mio padre e mia mamma per me, quando mi abbracciano e mi accarezzano con quelle mani docili e io sento proprio queste tenerezze ed emozioni nel mio cuore, come l amore di Dio che sta nei nostri cuori.Lamore come dice la poesia di Quoist, non precostituito, non un vestito gi confezionato, ma bisogna costruirlo partendo sempre dalla valle fino a scalare e conquistare la vetta. quello che non ti fa sentire mai arrivato, ma sempre in viaggio, come la sorgente dell amore di Dio che diventa un fiume, che scorre ininterrottamente verso il mare. Ecco che allora bisogna essere allegri, essere simpatici , camminare sereni e fare un sorriso al proprio simile perch laltro quello attraverso il quale Dio si esprime, ci invita ad arricchirci e misura il nostro cuore. Nella vita non si pu rimanere soli, tristi, bisogna volersi bene, amarsi e lamore non un optional, nelle cose che compiamo, le scelte che prendiamo, i momenti che viviamo tutti i
32

giorni, gli insegnamenti che ci provengono dal maestro Ges che ci sostiene e ci abbraccia come la mamma nei momenti in cui abbiamo bisogno. Luca Salvatore Prota - classe II A

Tutto si pu ottenere, ci stato donato.


La vita di un uomo un lungo cammino, una lunga strada da percorrere che a volte ci pu sembrare tortuosa ed alla minima difficolt smettiamo di andare avanti. Certe volte non ci rendiamo neanche conto che l'aiuto qui accanto a noi. Nella nostra vita da cristiani, ogni giorno possiamo avere molti messaggi dai quali ricavare insegnamenti e riflessioni. L'unico problema che ci ostacola che la maggior parte delle persone rimane scettica davanti a qualsiasi cosa e cerca di pensare solamente a se stessa. Io credo che Ges sia sempre accanto a noi, lo dico perch ci sono tantissime persone che credono che sia Ges ad abbandonarli nei momenti pi difficili, io invece penso che siamo noi ad allontanarci da Dio. Noi uomini potremmo avere tutto, il Signore ci ha donato cose fantastiche che noi non riusciamo a sfruttare, ad esempio, l'amore gi alla nostra portata, sotto il nostro naso, ma una cosa che si deve conquistare, "Non gi un vestito confezionato, ma stoffa da tagliare, cucire". Ges si fatto uccidere per noi, il suo amore infinito, che non ha limiti, ci ha permesso di andare con lui in paradiso. Mikhail Mirashnichenka - classe II A

Linguaggi Universali
Nel nostro mondo, per noi, la comunicazione indispensabile. Luomo non riuscirebbe a sopravvivere senza esprimersi o relazionarsi. Ci sono diversi modi di mandare un nostro personale messaggio al prossimo e ognuno sceglie il suo. Comunicare ci d la bellissima sensazione di esserci liberati da un peso, qualcosa che avevamo dentro.
33

Bisogna imparare a costruire rapporti, essere uniti, avere interessi in comune, parlare, acculturarsi insieme Perch quello che noi sappiamo, conosciamo e riusciamo a fare ci rende liberi, esseri unici al mondo. La comunicazione al giorno doggi si divide in sette grandi famiglie: - elettronica (SMS, mail, foto) - vocale (parlare) - scritta (lettere, testi) - segnaletica (segnali stradali e immagini varie) - gestuale (espressioni del viso, gesti delle mani e del corpo) - artistica (sculture, dipinti, affreschi e architettura) - musicale (concerti, strumenti, sinfonie, canzoni, brani, opere) Sar perch io sono un fanatico, ma larte e la musica, dal punto di vista della comunicazione, possono renderci pi espressivi e ricchi di emozioni. Infatti, come noi oggi sappiamo, le pi grandi forme di espressione arrivate fino a noi sono larte e la musica Per esempio, quante cose ci voleva dire o sottolineare Caravaggio con La Vocazione di San Matteo oppure Beethoven con la Quinta Sinfonia!? Purtroppo oggi, in tutto il mondo, la mia generazione sta perdendo questi principi, per me sacri. Ora vanno di moda tutti questi messaggini, mail, post, tweet o commenti virtuali Potr sembrare un alieno; ma io queste cose le odio! Cerco di usarle il meno possibile, non perch me lo hanno detto i miei genitori ma, semplicemente, io preferisco di gran lunga una bella Sonata di Mozart a tutte le stupidaggini che si usano adesso per comunicare. Io ora non riesco ad esprimermi bene, per quello che voglio dire : non bisogna essere antiquati o arretrati ma usare sempre meglio forme di comunicazioni classiche essenziali, che abbiano un senso. Pensandoci bene, togliendo il virtuale ed il visivo, il suono il nostro unico modo di comunicare. Credo che parlare o addirittura solo ascoltare il prossimo sia comunicare. E bellissimo avere il proprio modo di comunicare. A volte basta poco per far stare meglio una persona, anche quello esprimersi, interagire. Tutto quello che noi diamo ci verr restituito anche un sorriso! Matteo Lorenzo Bramucci - classe IIA

34

Amore infinito
Lamore un foglio bianco da colorare che nessuno ti pu prendere. Ognuno ne ha uno da riempire, ma con calma per non rischiare che il foglio si strappi. Lamore un sentimento forte che tutti proviamo verso qualcuno o qualcosa, lamore non finisce mai perch quando si colora il nostro foglio non si pu pi cancellare, si pu danneggiare, ma rimarr sempre quello. Una volta ci si sposava non per amore, ma per il potere politico ed solo da circa un secolo o due che luomo ha scoperto il vero, puro amore e prova a rappresentarlo; a parte alcuni casi di poeti che hanno scoperto la passione dellamore nella donna-angelo. Per me un foglio bianco, ma ognuno lo vede come vuole basta che sia una cosa che porti gioia e passione. Molti pensano che alla nostra et non si possa amare una persona infatti si sente spesso dire ne conoscerai altre nella vita oppure sei ancora troppo piccolo. Bisogna credere per in quella piccola percentuale che lei o lui sia quella o quello giusta o giusto, io infatti ci credo perch solo Dio pu saperlo. Infatti, secondo me, le persone tristi o disperate che fanno uso di sostanze allucinogene sono cos, perch nella vita non hanno avuto amicizie e amori, mancavano loro i colori per dipingere la propria storia sul proprio foglio ovvero sentimenti da esprimere. Ma chi ha detto che questo sentimento lo proviamo solo noi? infatti anche gli animali possono amarsi, per esempio, i pinguini dopo che una coppia si legata non si separano mai pi nella vita, come fanno anche i cigni che rimangono fedeli al compagno fino alla morte: sono animali che hanno un gran cuore. Quindi alla fine di questo viaggio nellamore possiamo dire che lamore sia un sentimento forte, bello, universale, che provano anche gli animali, si pu anche dire che un amore infinito !! Filip Adam Niwecki - classe II A

35

LAmore e la felicit
Lamore un sentimento bellissimo che pu facilmente cambiarti la vita, perch amare qualcuno significa credere in lui, aiutarlo nei momenti tristi, essere fedele e leale. Lamore non soltanto quel sentimento tra uomo e donna, ma anche in amicizia c lo stesso sentimento, perch se ci tieni davvero a unamica hai tutto, infatti lamore non deve essere sprecato, perch se tu frequenti una persona solo perch popolare oppure perch si veste bene, vuol dire che non hai capito proprio niente. Non si fa cos con unamica, significa che non te ne importa niente di lei, sei conquistata solo dal suo aspetto esteriore. E il contrario che bisognerebbe fare perch non dovrebbe importarmi se unamica non accettata dagli altri per il suo modo di vestire o perch credono che sia brutta; io laccetto per come dentro, per la sua gentilezza, per il bene che prova per me e per la sua simpatia. Con questo volevo solo spiegare che lamore un sentimento molto profondo e che se non proverai mai questo sentimento per qualcuno vuol dire che rimarrai solo. Io fortunatamente ho delle amiche sincere a cui voglio molto bene e con loro sono sincera, come loro sono sincere con me. Nel titolo ho voluto sottolineare anche la felicit perch senza la felicit non si potrebbe vivere. La felicit un sentimento importante perch ci aiuta a credere in noi stessi e a renderci gioiosi nei momenti pi tragici. A volte quando mi sento molto triste, ci sono le mie amiche che mi rendono felice, mi basta vedere un loro sorriso e io sono felicissima. Per questo importante avere degli amici, perch vedere la loro felicit ti fa sentire unaltra persona. Che cos per me la felicit? Per me la felicit tutto quello che ci pu bastare nella vita, perch si sempre felici, anche nelle situazioni drammatiche, come ad esempio i bambini dellAfrica che non hanno niente da mangiare e che magari sono senza genitori, ma fanno vedere a tutti che anche loro hanno un sorriso. La cosa che mi irrita molto che noi a volte ci lamentiamo solo perch non abbiamo una cosa o perch volevamo un altro cellulare, ma non molto intelligente lamentarsi per queste sciocchezze, perch noi abbiamo gi tutto: la felicit, lamore e le persone che ci
36

vogliono bene; ci sono altri che invece non hanno niente di tutto questo, ma non si lamentano. Con tutte queste cose ho voluto spiegare che lamore un sentimento da capire e che la felicit una gioia che ci aiuta ad affrontare anche i momenti difficili. Caterina Boccanegra - classe II A

Insieme allamico
Tanti sono gli amici, tante sono le gioie, tanti i dolori Come superare le difficolt? Come approfittare di ogni momento gioioso? Ecco qui un elenco di regole per sopravvivere, unificare, migliorare la propria amicizia: La prima regola, sempre lamore perch proprio lui? Perch amare gli altri amare Cristo e cosa c di pi bello di avere un contatto diretto con lui? Nella seconda invece ci sono le basi, quelle che servono per costruirla e ripararla: aiutarsi a vicenda proprio la cosa pi importante per le fondamenta! La terza molto semplice: per essere amici bisogna essere se stessi. La quarta insegna a superare le delusioni: siamo proprio come una barchetta in mezzo al mare, e, quando dondoliamo, seguiamo il cuore e la ragione per tirarla su cos vale per lamicizia! Cos lamicizia?... un cammino, ed proprio il quinto punto che ci aiuta, passo dopo passo a tenerci sempre per mano. La sesta forse quella pi importante, perch la vita un puzzle e dobbiamo mettere il pezzo giusto, al posto giusto! La settima una delle pi complicate perch insegna a non abbattersi mai, anche dopo una grande delusione: proprio Dio che dice di perdonare il prossimo.
37

Lottava quella che mi piace di pi perch dice che bisogna vivere la vita al momento presente e quindi non trascurare mai il prossimo perch quella straordinaria occasione di incontro potrebbe non capitarci pi. La nona ci insegna a stare a galla anche in un grande oceano, con ogni onda, con ogni brezza. ..e poi perch non uscire con il gran finale?!? Bh, la decima sicuramente quella che deve entrare nei nostri cuori, spiega infatti che bisogna credere, credere nei propri sogni, nei propri sbagli, credere in Dio! Lui s che sar sempre lamico vero. Sofia Sprovieri - classe II A

In quel sogno ci sei tu, protagonista!


Non facile restare in piedi, dopo tutti gli sgambetti che, nel tuo cammino, le persone ti hanno fatto, ma io credo che non si deve mai smettere di essere se stessi, di regalare un sorriso a chi, durante le tue cadute ti ha aiutato a rialzarti, di perdonare, perch senza pensare a ci che stava facendo, il tuo amico ti ha fato cadere, di aiutare chi ha aiutato te, di donare, invece di mille parole, un semplice sguardo, uno vero, uno di quelli che paragonato alle solite parole in grado di regalare una serie di emozioni inspiegabili. So che tutto questo difficile, ma ricorda: smettila di chiedere scusa senza senso! Smettila di ritirare le parole dette! Smettila di giustificare ogni tuo gesto! Tutti sbagliano, perci guarda avanti alle critiche delle persone, sono solo PERSONE, vicini di casa, compagni di banco, gente che cammina al tuo fianco, accompagnatori di sogni, ma in quel sogno ci sei TU, al centro dellattenzione, il protagonista, perci non smettere mai di lottare per ci che vuoi e per essere te stesso! Se segui il tuo sogno, non potrai sbagliare! Perch penso questo?! Bhe, una semplice risposta: penso questo perch sono convinta che, potrai sbagliare anche mille volte, ma chi ti ama, resta al tuo fianco, non ti abbandona nel pi buio dei tuoi momenti, perci vivi sereno perch nel tuo cammino di amici che ti
38

terranno la mano quando caler la notte, ce ne saranno, se sai essere TE STESSA ! Ci sar sempre qualcuno pronto a rialzarti, a stringerti la mano durante la notte, ad asciugarti le lacrime versate o addirittura pronto a non farti permettere di versarle e ad abbracciarti quando ti senti solo! Luomo stato creato per stare in compagnia, diverti rsi, piangere e sopportare insieme, luomo non deve essere solo. Ognuno di noi ha bisogno di una spalla su cui piangere, una mano da stringere e un corpo da abbracciare per evitare di sentirsi triste e solo. Siamo sempre quella matita nelle mani di Dio che ci usa come vuole lui, ma solo per il nostro vero bene. E importante riflettere sui nostri errori e chiedere scusa se siamo nel torto, ma altrettanto importante perdonare chi nel torto, sopportare chi spesso ci volta le spalle, aiutare chi in difficolt e accogliere coloro che entrano a far parte della nostra vita. Irene Baldassari - classe II A

L amicizia
Noi giovani purtroppo non conosciamo la vera amicizia. Crediamo un nostro amico chi magari ci fianco solo per interesse. Amico una parola il cui significato immenso, talmente grande da non poterlo racchiudere neanche in un intero dizionario perch piena di piccole sfaccettature che si comprendono solo coltivando questo sentimento. Non capisco che senso abbiano i social network ,come si possa dire a una persona ti voglio bene oppure in altri casi ti amo se non ci si mai presi per mano, se non si mai sentito il suo profumo e se non si mai riso e pianto insieme? Ci stiamo facendo influenzare un po troppo da cose futili, dovremo riscoprire i veri valori dell amicizia, si dovrebbe tornare indietro, per scoprire come i nostri genitori e nonni interagivano con i propri compagni, di certo non passavano pomeriggi davanti ad un monitor a scrivere cose che non si avrebbe il coraggio di dire in faccia, ma forse uscivano per giocare e chiacchierare. Per me le parole chiavi di questo sentimento sono la condivisione, la collaborazione e la sincerit. Condivisione perch bisogna far partecipi luno dei sentimenti dellaltro e viceversa.

39

Collaborazione perch per ottenere unamicizia duratura bisogna collaborare e lottare per essere degli ottimi amici. Sincerit la parola che sta alla base di tutto, senza di essa non si possono avere amici, perch a nessuno farebbe piacere essere presi in giro ed proprio per questo dettaglio che molti rapporti di amicizia si spezzano allimprovviso. La cosa pi bella che per si possa pensare e che noi abbiamo un amico anche se non lo vediamo: Ges, sar per sempre nostro compagno e con lui si pu parlare senza essere giudicati, forse molti non apprezzano questo dono; si pu essere vicini a Lui in qualsiasi momento ed proprio questo il bello perch chiudendoci in noi stessi si pu parlare con il pi caro amico che abbiamo. Siamo tutti fratelli eppure continuiamo a offendere, forse la soluzione sarebbe pensare prima di offendere che saremo potuti essere noi al posto di quella persona. In poche parole dato che siamo tutti fratelli dovremo essere tutti buoni amici con l aiuto del Nostro Amico pi caro. Marilisa Gagliardi - classe II A

Desiderio damore
Leggendo con attenzione le poesie di Miche Quoist, ho evidenziato alcuni versi che mi hanno particolarmente colpito e da essi ho dedotto che Ges per me non un estraneo, ma fa parte della mia vita, mi sempre vicino anche nei momenti pi tristi. Quando si nel peccato, lui ti perdona e ti fa riflettere, rimettendoci sulla giusta via. Con lui si collabora ogni giorno perch tutti facciamo parte della sua meravigliosa creazione. Ges mi ha insegnato, attraverso le parole del poeta, che devo amare il prossimo come un fratello e donargli tutto il mio amore, con tutta me stessa, solo cos potr avvicinarmi al suo Amore. Occorre che lamore sia costruito giorno per giorno, con tanta pazienza e fiducia, anche se spesso frutto di sacrificio. Lamore va protetto con cura, come una piantina che cresce e che ha bisogno di essere innaffiata. Non si improvvisa unatmosfera di amore, ma come il fiore che sboccia dopo un lungo cammino e dura fino alleternit. A volte possono esserci momenti bui e tristi, ma se si ha fiducia, da queste spine verr fuori una luminosa rosa.
40

Lamore come un fiume che scorre, i suoi affluenti percorrono anche tratti difficoltosi, ma poi tutti sfociano nel grande mare dellInfinito. Qui mi paragono a un piccolo corso dacqua che vuole raggiungere la pienezza del mare, cio lincontro con Dio. E questo il mio desiderio: di avere sempre il mio cuore carico damore. Barbara Benedetti - classe II A

Solitudine
Dio ci ha creati in tanti perch potessimo insieme collaborare e trasformare questo mondo, ma, a volte, stare da soli ci fa ritrovare noi stessi, la solitudine ci aiuta a capire quanto resistiamo, quanto siamo forti: qualunque cosa che non ci uccide, ci fortifica, la solitudine ci aiuta a diventare pi forti e a riuscire a superare pi facilmente gli ostacoli successivi. Arrangiarsi da soli aguzza anche l'ingegno. Affrontare, per, la vita da soli come un soffrire di pi e uno sbagliare pi facilmente (ma come si dice:"sbagliando si impara"). E' per pi difficile affrontare qualcosa, avendo accanto qualcuno che fa finta di aiutarti e che al tuo primo momento di debolezza, ti lascia. Se qualcuno deve starti vicino, lo deve fare davvero e deve essere qualcuno forte, coraggioso, altruista perch ti deve aiutare a scegliere la strada giusta e a capire gli errori. Le persone hanno caratteri e sensibilit molto diversi: c' chi tenta in tutti i modi di "salvarsi", ma al momento pi difficile crolla e c chi rimane sempre forte. Solo chi ha provato i problemi e le difficolt della vita pu davvero comprenderti, capirti ed aiutarti: raramente si trova, per, una persona cos. Vorrei riportare un esempio: una mia amica ha molti problemi, ma nessuno tenta di capirla, perch nessuno sa quello che sta passando, qualcuno fa finta di avvicinarla, essendo il suo atteggiamento sbagliato, non riesce a darle sollievo. Bisogna prima di tutto farsi vicino a chi soffre con amore ed usare tanta delicatezza e tenerezza. Se non si ha tatto potrebbe reagire in modo sbagliato Di fronte ad una reazione negativa, quelle che reputava le sue amiche migliori, cominciano a riderle in faccia e a voltarle le spalle... Nessuna prova a chiedersi perch arrivata a quel terribile estremo.

41

Le vere amicizie si trovano raramente e non tutto una favola, come si crede da bambini. La vita una cosa seria che va vissuta con amore e con i piedi per terra, guardandoti bene intorno e cercando di capire chi hai vicino. Tutti dovrebbero ricordarsi che la fiducia come una gomma... diventa pi piccola dopo ogni errore ed difficilissimo ricostruire tutti i granelli e riformarla. La cosa importante per me darsi da fare per non offendere gli altri, stare con tutti, difenderli, aiutarli nel momento difficile o del bisogno. A volte questa mia sincerit e disponibilit di fondo non trova una risposta idonea, rimango spesso buggerata e delusa. Io sono buona con tutti, ma quando chiedo dei piccoli favori ricevo solo risposte negative. A parlare sono bravi tutti, ma sono i fatti che contano. Le poesie di Quoist hanno un meraviglioso insegnamento, che dovrebbe essere inciso profondamente nel cuore di ogni creatura, perch il mondo di oggi acquisti un volto pi bello e radioso. Eleonora Pia Fatttobene - classe II A

42

43

CIELO STELLATO notte fonda! Vedo un cielo tutto stellato, vedo anche degli alberi brulli, ma luccicanti, un mare meravigliosamente brillante. notte fonda! Il luccichio delle stelle, che illuminano il cielo, mi fanno ricordare la Luce del Signore, una Luce che illumina il mondo, una Luce importante, ricca di significati, tanti asterischi illuminati nel cielo, diventato cos chiaro da trasmettere, un sorriso a tutta lumanit. Valeria Panichi - classe II A

IL SOLE Vedo un sole meraviglioso nel cielo splendente, vedo un sole alto nel cielo che ricorda la luce del Signore, il sole bello vederlo dallalto, perch felice, meraviglioso e tanto cocente, mi provoca tante emozioni, suscita meravigliosi sentimenti. Valeria Panichi - classe II A LA MUSICA La musica bella, armoniosa, ricca di significati, la musica bella anche come sottofondo, anche ricca di sentimenti. Valeria Panichi - classe II A CARA LUNA Per me sono magici i cambiamenti della luna,
44

anche se ogni notte ne vedo sempre una. La sera la vedo apparire, ma lei la mattina da me non vuole venire. Ogni giorno il sole prende il suo posto, ma lei gliela vuole far pagare ad ogni costo! Come bella quando splende nel cielo, infatti le stelle sono coperte dal suo velo. Cara luna non te ne andare, perch con te ogni notte voglio restare!! Valeria Panichi - classe II A

LA VITA, UN DONO TUTTO DA SCOPRIRE Strillano quegli uccellini, attendono la mamma, da poco sono nati e nel nido giacciono ancora, guardano la foresta e vorrebbero volare per liberi diventare e scoprire gioie e bellezze della loro vita, un gran dono ricevuto. Mikhail Mirashinchenka - classe II A

UNITI NELLA DIVERSITA Siamo tanti qui nel mondo, sette miliardi di vite vivono qui, popolazioni diverse, culture diverse, lingue e religioni diverse, ma tutti viviamo nello stesso mondo e siamo tutti degni di diritti e di parola ed in tutta la nostra diversit, siamo un solo ed unico grande spirito. Mikhail Mirashinchenka - classe II A
45

LA VITA Dio, la vita e noi non so come descrivere la vita: bella, un pozzo di sentimenti infiniti. Le nostre azioni la esprime, le persone che ci stanno accanto, la edificano le amicizie larricchiscono le passeggiate la aprono al nuovo e la rendono gioiosa e libera. Le cose antiche la rendono preziosa, le opere darte le danno una pennellata di novit. Le violenze, la cattiveria, la maleducazione la rendono triste ed angosciata, fa spegnere quei sentimenti di amore che sono lornamento pi bello. La ragione, la volont, lintelligenza sono perle preziose da non sciupare, anzi renderle ogni giorno pi lucenti per irradiare tenerezza, amore e gioia. Marilisa Gagliardi - classe II A

IL COMPONIMENTO POETICO La poesia ha molti tipi di rima, baciata, alternata e persino incrociata, ha anche vari tipi di andamento e sei tu a scegliere largomento. Se decidi di scrivere un componimento fai attenzione che non sia uno sgomento. Rileggila meticolosamente controllando gli errori, vedrai che qualcosaltro ti verr in mente. Fai attenzione alla punteggiatura che hai messo e vedrai che con calma e fantasia il tuo componimento sar un gran successo. Marilisa Gagliardi - classe IIA
46

CINCIALLEGRE SUL PESCO Due cinciallegre su un ramo solo, ramo di dolce pesco con fiori rosati. Una se ne va e laltra la segue e tornano a canticchiare, non fai in tempo ad ascoltare, che petto bianco, ali blu, la cinciallegra non c pi. Filip Adam Niwecki - classe II A

LA VITA La vita questa qua, giorno dopo giorno ti stancher in un momento la fortuna porter e nella sua bellezza e profondit anche la sfortuna verr. La vita questa qua e non ti lamentare, c gente pi triste di te! Filip Adam Niwecki - classe II A

LA PIOGGIA La pioggia cade lenta Non si ferma davanti a nessuno, e con tanta forza devasta tutto. Solo tu, o Signore la puoi fermare da noi allontanare. Filip Adam Niwecki - classe II A

47

COSA RIESCE A FARE QUEL DOLCE SUO SORRISO Il sorriso di un bambino, ci scalda il cuore, il suo cuore piccolino, ci trasmette un grande amore. Basta solo osservare i suoi occhi lucidi di verit, dovremmo esser come lui, imparare a guardare in faccia la realt. Tanta gioia nella sua espressione: quella che ogni giorno un uomo dovrebbe avere. Vorrei dedicare una canzone su ci che si dovrebbe sapere. Il suo mondo diverso, l uomo deludente e anche molto perverso, ogni bimbo un credente nella gioia di ogni giorno. Dovremmo imparare a vivere la nostra vita quotidiana, come una famiglia sana, dovremmo avere sempre un bel sorriso sempre pronto a irradiare amore. Dovremmo imparare, ad amare e a rispettare ogni bimbo. Se imitassimo il suo pianto sarebbero lacrime di fortezza, ognuno di noi sarebbe un santo, pronto a fare una carezza a tutti quelli che abbiamo intorno. Vorrei che questo mondo fosse pieno di amore, rispetto e cortesia. Il suo sorriso mi ha influenzato l universo intero ha contagiato. Eleonora Pia Fattobene - classe II A

COSA VORREI E tu sei l, forse non lo sai,


48

forse mai mi guarderai. Ma io vorrei, vorrei esprimere un desiderio, vorrei che cadesse una stella dal cielo, per poter aprire mente e cuore. Certe cose sono impossibili da raggiungere, mi servirebbe una stella, una stella accecante, una stella raggiante, una cometa esaltante, una pioggia di stelline, tanto piccoline, che formassero un bel cerchio, il cerchio dell amore. Ti vorrei cantare quanto sono belli i tuoi occhi da guardare, azzurri come il mare. Spero che succeda, qualcosa che da tempo desidero, e se vuoi, sto qui ad aspettare. Eleonora Pia Fattobene - classe II A LA SHOAH Molti uomini compongono poesie su questo argomento, molte persone riflettono su tutto quel passato degli ebrei, ma questo il sentimento spontaneo di una ragazzina qualcosa che non ho paura di far sentire agli altri I miracoli succedono per farci capire che siamo tutti fratelli, ricordarci che siamo tutti uguali senza distinzioni n tra bianco n tra nero n tra ebreo n tra cattolico n tra principe n tra povero Sono stati uccisi tanti piccoli bambini senza sapere che cosa hanno fatto solamente nati diversi. Tante piccole persone han sofferto ingiustizie l ingiustizia di un uomo cattivo, senza cuore n cervello provando gioia a far soffrire ogni singolo fratello. Eleonora Pia Fattobene - classe II A
49

LA NOTTE PIENA DI SORPRESE La luna sta brillando e le nuvole stanno andando, lacqua cristallina, gli alberi pieni di brina, lazzurro comanda latmosfera e tra un po arriver la primavera. Il cielo oscurato fisso, sembra di entrare nellabisso, loscurit sta andando via, ma gli alberi son pieni di foschia, il vento finalmente sta giacendo e le ombre stanno morendo... La felicit, con entusiasmo, arrivata e la paura gi passata. Questa lultima notte invernale, infatti credo che sia molto speciale, i fiori tra poco germoglieranno e le nubi, con calma, se ne andranno. Adesso la luna si poser nel cielo stellato e questo meraviglioso momento non sar dimenticato. Caterina Boccanegra - classe II A

LA LUNA Nel buio dove si trova la luna, non sai mai cosa si nasconde dietro: tantissime stelle che brillano nel cielo come gemme, cristalli e diamanti. notte! La luna piena ti illumina la finestra per farti dormir serenamente, ma la notte finisce e il giorno quasi alle porte. Gi dal letto, ci si deve preparare per andare a scuola, non si deve tardare. Barbara Benedetti - classe II A

50

IL CARNEVALE E ALLE PORTE

Il Carnevale arrivato si aprono le danze e gli scherzi. Tutti: bambini, ragazzi persino adulti mascherati. Le bombolette sprizzano di gioia e le stelle filanti colorate volano qua e l Carnevale arrivato e ogni scherzo gi programmato. Barbara Benedetti - classe II A

NOTTE DI RICORDO Notte magica, notte di ricordo di una fantasia perduta. Tu ci ricordi di quando eravamo bambini che sognavamo: fate ed elfi, dame e cavalieri. Che credevano che tutto potesse succedere. Il paesaggio che tu mi doni io lho gi visto, io gi lavevo nel cuore. Esso il mio passato e il mio presente: ogni stella che brilla nel cielo un mio ricordo, ogni nuvola un desiderio e la luna il mio sogno di bambina, sogno che mai si avverer, con il sole che sorge splendente tutto svanir, Camilla Maria Ludovica Panzera - classe II A

TRAMONTO SUL MARE Mare quanto sei bello se sei calmo, mare quanto sei maestoso
51

se sei in tempesta, culla i miei pensieri, rinfresca la mia anima, rilassa il mio sguardo. Mare di Ancona, mare nostro, mare mio. I miei occhi non hanno mai visto tale bellezza. Il sole diventa di un rosso acceso come il cuore di Ges. E tu, mare mio ti unisci al cielo in un miscuglio di colori smaglianti. Lorizzonte non si vede pi, non hai pi limiti, e i raggi del sole sono anche i tuoi. Le nuvole dipinte di rosa sembrano angeli, le sfumature di arancione: i Beati, e i raggi del sole: i Santi. Oh mare mio, oh mare di Ancona, portami con te, trasportami in questo meraviglioso paradiso, fammi volare, fammi sognare. Intanto il sole scompare dietro le tue onde, le sfumature nel cielo si dissolvono e fanno posto alle stelle. La luna sorge e tu, ti tingi di bianco. Camilla Maria Ludovica Panzera - classe II A

TEMPESTA Il cielo si ricopre di nuvole nere, laria si fa fredda, e ogni cosa sembra perdere vita e diventare triste e cupa.
52

Sta per piovere.... Mille gocce bagnano, la terra, mille sorrisi si spengono, sorrisi di bambini , che volevano giocare al sole, e che adesso guardano attoniti la finestra. Il cielo rimbomba, si fa sempre pi scuro, e inizia la tempesta.. Camilla Maria Ludovica Panzera - classe II A

IL TUO SORRISO Il tuo sorriso mi fa battere il cuore il tuo sorriso mi apre gli occhi il tuo sorriso mi spalanca il paradiso. Tutte le volte che penso al tuo sorriso e ogni minuto che non posso vedere quella bellezza nel tuo viso, spero di poterlo riammirare. Quando penso al tuo sorriso mi viene da svenire. Non riesco a non pensare a quando potr rincontrare quella bellezza rara. Diana Tabossi - classe II A

I TUOI OCCHI I tuoi occhi sono come il cielo in pieno giorno. I tuoi occhi mi spalancano il Paradiso, se te e i tuoi occhi cambiassero anchio cambierei del tutto. Non sarei pi felice come lo ero prima, quando ogni giorno rivedevo quella bellezza rara che si posa sul tuo viso. Io se non vedo te e i tuoi occhi mi sento male, perch i tuoi occhi e te mi rallegrate lanima Diana Tabossi - classe II A
53

LA MUSICA IN FIORE Sento dentro di me un fiorellino crescere; cresce...cresce... fino a sbocciare; la mia passione... Prendo lo spartito e mi metto a suonare. Una melodia... che mi porta via della musica mi son fidato... e la chitarra ho sempre amato. Il fiorellino sbocciato... e della musica mi sono innamorato. Ettore Polito - classe II A

IL CIELO TRISTE Alzo il viso, vedo le nubi, un cielo cupo e triste sopra di me. Sta piovendo, lacqua cade dal cielo, veloce. Vedo con quanta rabbia queste goccioline, sbattono su quel nero asfalto. La pioggia scorre sulle finestre. Nella mia camera assisto a questo meraviglioso spettacolo della natura. Ettore Polito - classe II A

OH, NATURA Oh, natura! Meravigliosa entit! Non ti pieghi a niente, a nessuno, impetuosa e maestosa. Sempre premi e punisci. Tu sempre sei stata la regina indiscussa del mondo. Oh, natura! Ettore Polito - classe II A
54

IL SUO SORRISO Riesce a farmi sorridere, a far scendere le lacrime sul mio viso, non so ancora quello che provo, ma so che mi solleva con la sua dolcezza, mi rende importante con i suoi occhi, mi fa sentire unica con la sua voce, con il suo sorriso mi fa vedere il mondo. Non c spettacolo migliore di osservare quelle labbra allargarsi lentamente fino a notare quella dolcezza accennata nel suo volto, quegli occhi marroni che sembrano sorridere, ma il suo accenno di felicit, quello che riesce a farmi piangere e a farmi innamorare sempre di pi.. Sono cos fiera di lui ... Irene Baldassari - classe II A

SONO DIVERSO Ci considerano diversi se diciamo qualcosa fuori posto, se difendiamo il nemico, se aiutiamo qualcuno nel momento del bisogno, se invece di asciugare le lacrime non permettiamo di farle cadere, se nascondiamo il dolore dietro un sorriso, se amiamo la persona sbagliata ... Non siamo diversi: noi abbiamo scelto di amare invece di odiare, abbiamo scelto di non soffrire, tutto questo perch abbiamo avuto un passato dove tutto era cupo, non vedevamo nemmeno il cielo, ma ora abbiamo deciso di non far
55

provare agli altri quello che noi abbiamo vissuto nel dolore. Irene Baldassari classe II A

SETTE CHIAVI... UN CUORE SOLO Oh musica tanto felice, che inebri, le mie sensazioni, prendimi e portami via. Proiettami nel tuo infinito, senza pensieri, e chi vorr, vivr... in libert! Ispirami, oh dolce armonia, limmaginazione. Con le tue sette chiavi: apri il mio cuore, riempilo di emozioni. Componi, imprimi, con le tue dodici possibili combinazioni, una legatura fra tutte le note. Fammi sorridere... Non mi lasciare mai solo. Scorri come acqua, ardi come fuoco, unisciti e collegati come un dolce, placido rio. Matteo Lorenzo Bramucci - classe II A

IL COLORE DEL MIO FUTURO Il mio futuro di colore azzurro, limpido come una cascata, mi parla con una voce profonda, blu come labisso del mare, canta, brilla, chiaro come il cielo... Questa la dolce melodia che mi trasporta. Mi dar una valigia con dentro una famiglia e un soffio di magia, non rester mai solo.
56

La mia vita sar come un ruscello che, si ricongiunge ad un lago calmo e placido, in un tranquillo paesaggio di campagna. Matteo Lorenzo Bramucci - classe II A

I CANI I cani son fedeli nel giorno e nella notte, ti amano nel bene o nel male e quando tu vai via il loro sorriso si spegne. Se li abbandoni loro ti vengono in cerca sempre perch ti amano... Pietro Farinelli - classe II A

SOGNO Splish,Splash... Sento la pioggia nella finestra, mi giro e guardo alla mia destra: sento gli uccellini mormorare ma come se non sapessero pi volare. Tutto silenzio, niente si muove Si ode solo il vento dove, nellaria, fischia violento e non si stanca, non ancora contento. Guardo le case, ascoltando speranzosa, la musica dellaula accanto, gioiosa; non smetto di sognare e allaria aperta e alle farfalle cerco di pensare, con la mia mente, oltre i confini addormentandomi al suono dei violini. Sofia Sprovieri - classe II A

57

LUCE Tu che splendi di giorno e di notte, tu che sai illuminare lanima, tu che riesci a risanare i fiori e le creature. Tu, serva degli angeli abbraccia il mio cuore, rendilo puro mettilo nel tuo palmo, elevalo e fallo splendere come il sole, aprilo a Dio, cos che esso mi possa accompagnare per sempre, per SEMPRE. Sofia Sprovieri - classe II A

58

59

60

O Mio Ges e Mio Signore, Fonte di Acqua viva e di vera Luce, in te spero, in te confido, a te mi affido. O mio Re e mio Redentore, io mi prostro dinnanzi a te. Come al cieco nato della Parabola evangelica, apri i miei occhi con la Luce del tuo Spirito. Tu conosci i turbamenti del mio cuore, consolami, guariscimi dalle tenebre del mio peccato. Rafforza in me la Speranza con il Dono della Fede, con la Grazia del tuo Misericordioso Aiuto, affinch possa comportarmi come figlio della Luce. Insegnami a comprendere i tuoi Voleri. Donami lo zelo di una vita di dono e di servizio. La mia volont desidera ardentemente la tua Presenza in me, per vivere sereno in unione con te, per camminare secondo la tua Parola damore e per essere fedele testimone del tuo Santo Vangelo. Amen

61

62