Sei sulla pagina 1di 3

DALLA RISURREZIONE ALLANIMAZIONE

Tutto era svanito! Immaginiamoci la scena Ed ecco in quello stesso giorno ( il giorno in cui il Signore risorge) due di loro erano in cammino per un villaggio distante circa sette miglia da Gerusalemme, di nome Emmaus e conversavano di tutto quello che era accaduto. Sono i nostalgici della situazione: due giovani che se ne vanno non solo da Gerusalemme, ma abbandonano la comunit dei discepoli del Signore.Quali sono le esperienza che mi hanno toccato particolarmente? Durante la settimana Pasquale Ges viene arrestato, condannato e poi crocifisso in mezzo a due malfattori. La croce diventa la suprema solidariet di Ges con i peccatori: Ges aveva cominciato la vita pubblica mettendosi in fila con i peccatori per entrare nel fiume ed essere battezzato e termina la sua vita in mezzo a due peccatori. Quella morte era una morte vergognosa, infame, perch non solo la morte di un profeta scomodo, ma di un uomo nocivo alla comunit. E uno scandalo per i seguaci che scapparono via, Pietro rinnega, Ges subisce nellestrema solitudine la morte con delle donne che stanno a distanza. Gli undici si chiudono in quella casa a Gerusalemme, usata per la Pasqua. Nellora della difficolt la comunit rischia di sfaldarsi. Il vangelo non ci dice dove stanno andando questi due uomini, stanno lasciando la comunit, la lasciano nella non Fede, nellangoscia, nelloscurit. Ges viene seppellito in fretta perch il giorno dopo Pasqua e sarebbe stato rovinare la festa lasciarli l sulla croce: non doveva restare sulla croce uno che n il cielo n la terra volevanoma il terzo giorno Ges risorge e le donne che stavano a distanza vogliono andare ad ungere il corpo di Ges, vogliono andare a visitarlo, ma quando giungono la tomba vuota e dalla tomba la voce forte che chiede loro perch cercate tra i morti colui che vivente? Lannuncio viene dato alle donne che sono sbalordite: la morte non stata lultima realt di Gesvanno a dirlo di corsa agli Undici. Ma agli Undici le parole delle donne paiono un vaneggiamento, era inaudito che Ges fosse vivo, poi erano donne. Tuttavia Pietro corre a vedere ma trovando il sepolcro vuoto dice non ho trovato nulla nellincredulit. Ora c linnesto del nostro racconto: questi due si allontanano, se ne vanno delusi: avevano posto una grande speranza in Ges, hanno perso il loro maestro e profeta, la loro speranza era unillusione. E segnata la separazione: lasciano Gerusalemme, la comunit, sono separati anche dal loro passato, smentiscono quello che hanno vissuto. Erano stati tre anni con Ges, ma ora se ne vanno tristi, continuano a parlare di quello che accaduto. Luca vuol dire stanno parlando di quello che accaduto, ma non ricordano le parole di Ges: Ges aveva fatto per ben tre volte lannuncio della passione, ma loro non lavevano ascoltato n lavevano capito. Discorrono insieme, ma ecco che un passante si incammina con loro, ma i loro occhi erano incapaci di riconoscerlo.Mentre discorrevano e discutevano insieme Ges in persona si accost e camminava con loro. Luca usa un termine: discorrevano, il verbo greco DISCORREVANO e CONTESTAVANO tra di loro, sono anche separati tra loro, non ricordano pi la parola di Ges , si trovano in disarmonia e sono tristi. Il giovane ricco se ne and triste, il figlio che si allontana incontra la tristezza. Il Signore si fa vicino e cammina con loro, si fa presente, cammina step by step. Ma i loro occhi erano incapaci di riconoscerlo. Talmente sfiduciati da essere incapaci di riconoscerlo.Quando non riusciamo a riconoscere il Signore? Nel quotidiano! Il Signore non lo riconoscono perch trasfigurato, come nell incontro con la Maddalena risorto! Ed egli disse loro: Che sono questi discorsi che state facendo fra voi durante il cammino? Quali sono i discorsi che facciamo pi volentieri fra noi? Si fermarono con il volto triste, uno di loro di nome Cleopa gli disse: Tu solo sei cos forestiero in Gerusalemme da non sapere ci che vi accaduto in questi giorni?. Domand: Che cosa? Gli risposero: tutto ci che riguarda Ges Nazareno, che fu profeta potente in opere e in parole, davanti a Dio e a tutto il popolo. Quello che Ges faceva era attestato da tutto il popolo. Era un fiol! il racconto una cronaca di un giornalista, mostra questi uomini senza fede. Ges aveva preannunciato loro pi volte la passione e la resurrezione, ma loro non ci avevano creduto.

Come i sommi sacerdoti e i nostri capi lo hanno consegnato per farlo condannare a morte e poi lhanno crocifisso. Noi speravamo che fosse lui a liberare Israele. Gli avevamo dato fiducia speravamo: la nostra pretesa di incasellare Cristo nel mio modo di pensare Noi speravamo in un profeta politicoi nostri sogni sono finiti, son passati tre giorninon c pi niente da fare!. con tutto ci son passati tre giorni da quando queste cose sono accaduteinsomma gi tre giorni: la prova inconfutabile che morto proprio. Ges si mostra paziente, non li rimprovera. Ges un pellegrino che sta aspettando da loro quelle parole di speranza che lui aveva inculcatoma questi non credono nella risurrezione, vogliono dei riscontri visibili, concreti. Ma alcune donne, delle nostre, ci hanno sconvolti, recatesi al mattino al sepolcro. Ci caduto il palco! E non avendo trovato il suo corpo, son venute a dirci di aver avuto una visione di angeli, i quali affermano che egli vivo. Alcuni dei nostri sono andati al sepolcro e hanno trovato come avevan detto le donne, ma lui non lhanno visto. Stiamo tutti leggendo il brano aspettando lapparizione di Ges, ma qui non c nessuna apparizione: Beati quelli che han creduto senza aver visto. Ed egli disse loro: sciocchi e tardi di cuore nel credere alla parola dei profeti! Qui Ges gli dice : sclerocardici!il cuore porta in s non solo la capacit di amare, ma anche di conoscere e di accogliere. Nel credere, significa nelladerire. I profeti: ci sono persone e fatti profetici! Questi due potrebbero arrivare a credere se lo vedessero vivo, ma per Ges una Fede che si basa sulla constatazione non autentica. In Lc 16 il ricco che agli inferi si rivolge ad Abramo e gli dice di avvertire i fratelli, ma Abramo dice hanno Mos e lAntico Testamento, questo deve bastare per crederema il ricco insiste di mandar qualcuno dai morti per farli convertire. Ma Abramo rispondese non ascoltano Mos e i profeti neanche se vedranno un morto risorto si convertiranno.. Di fronte alla tomba vuota le donne sono giunte alla Fedeecco perch importante la parola, cos importante che langelo dir loro e non vi ricordate quello che vi aveva detto quandera vivo?. Per credere occorre ricordare Antico e Nuovo Testamento. Non bisognava che il Cristo sopportasse queste sofferenze per entrare nella sua gloria? E cominciando da Mos e da tutti i profeti spieg loro in tutte le Scritture ci che si riferiva a lui. Quando furon vicini al villaggio dove erano diretti, egli fece come se dovesse andare pi lontano. Non ti invade la vita togliendoti la libert! Erano giunti al villaggio e Ges finge di dover andare pi avantiquesti due per stando con Ges avevano capito che lamore va praticato, questo viandante aveva solo camminato con loro, avrebbero potuto lasciarlo andare, ma Ges aveva insegnato loro di accogliere i viandanti:.Ma essi insistettero: Resta con noi perch si fa sera e il giorno gi volge al declino E pericoloso uscire di notte, alla fine fanno un atto, un gesto di carit! Queste parole che il popolo di Dio canta e prega da Duemila anni hanno una portata straordinaria e sono dette ad un forestiero Ges prima di morire aveva detto che nel giorno del giudizio saremo giudicati nellamorela Fede ti costringe allamore. Questi uomini non hanno Fede in Ges, ma lo avevano visto tante volte accogliere i peccatori. Non sanno se questo forestiero Giudeo o no, poteva addirittura essere un samaritano. E un forestiero e lo accolgono come amico, arriva la notte ed necessario offrire ospitalit: lhan pregato di restare. Egli entr per rimanere con loro. Quando fu a tavola, prese il pane, disse la benedizione, lo spezz e lo diede loro . Allora si aprirono loro gli occhi e lo riconobbero. Quando sono a tavola Ges fa il gesto che aveva lasciato loro in testamento, che voleva esprimere la FEDELTA e lAMORE. Prese il pane, lo spezz, lo diede loro la prima eucarestia celebrata dopo la resurrezione di Ges. E importante capire il centro a cui tutto il racconto tende. Ges aveva consegnato loro la sua parola, Ges poi aveva fatto quei gesti per far capire ai suoi discepoli che andava alla passione liberamente, senza alcun destino avverso, per essere solidale con i peccatori, per amore nostro. Perch proprio allo spezzare del pane? Quel pane diventa il suo corpo.E il momento in cui loro rivivono quel momento speciale di comunit e di condivisione vissuto con Ges. Ma lui spar alla loro vista.Ormai non serviva pi! non avevano pi bisogno di una sua presenza fisica, lo devono riconoscere nella scrittura e nello spezzare il pane, nel forestiero. Ed essi si dissero lun laltro:Non ci ardeva forse il cuore nel petto mentre conversava con noi lungo il cammino, quando ci spiegava la scrittura? lesperienza tipica del cristiano quando sentendo le scritture sente il cuore che gli ardeuno che ha il cuore indurito non sente la

Parola di Dio, non gli ferisce il cuore. Cominciano e fanno memoria, cavoli era proprio forte E partirono senzindugio qui scatta lanimazione e fecero ritorno a Gerusalemme, proprio da dove stavano scappando! Era notte!le notti della nostra vita sono tante Era gi buio, gli avevan detto fermatie ora tornano di corsa, non aspettano lalba. Dove trovarono riuniti gli Undici erano quelli pi vicini al Signore. Il Signore ha consegnato la sua vita a due uomini in carne ed ossa perch poi dessero testimonianza e gli altri che erano con loro, i quali dicevano: Davvero il Signore risorto ed apparso a Simone. Essi poi riferirono ci che era accaduto lungo la via e come lavevano riconosciuto nello spezzare il pane. Ecco che lEucarestia diventa cos importante, diventa un incontro specialissimo con il Signore. Ogni domenica non dimenticate quando andate anche allumile liturgia con poca gente, senza cantise celebrata con seriet, pur nella povert, trovate Ges che spiega le scritture, che dona il suo corpo, trovate la Chiesa. Noi abbiamo fatto grandi esperienze e vorremmo raccontarlo a tutti, ma allora cosa aspettiamo, abbiamo il coraggio di comprometterci, di tornare indietro ? Nellincontro con gli Undici c il momento speciale dellincontro della comunit, unita dallo stesso desiderio, con le stesse paure e le stesse incertezze. Lanimazione vera nasce proprio da una consapevolezza vera, presente e diventa un annuncio che fa urlare la vitauna sola cosa ti manca vendi tutto quello che hai e seguimi FIDATI!, ma egli se ne and via triste. 1.quali esperienze mi hanno toccato particolarmente questanno? 2. quali sono i discorsi che facciamo pi volentieri tra noi? 3. chi Cristo per me? 4. quali sono le persone e i fatti profetici? 5. quali sono le notti legate al peccato che toccano la nostra esistenza?