Sei sulla pagina 1di 2

I MINERALI I Minerali: sono corpi naturali, inorganici caratterizzati da propriet chimiche e fisiche costanti e da una composizione chimica definita.

Essi possono essere costituiti da: elementi: ( S, Au, Ag, ecc); composti contengono due o pi elementi in proporzioni sempre uguali (quarzo SiO2, calcite CaCO3, ecc). Dal punto di vista fisico i minerali possono avere una struttura, che dipende dalla disposizione degli atomi che costituiscono il minerale: cristallina: sono solidi cristallini i cui atomi si dispongono in maniera ordinata; amorfa o vetrosa: sono caratterizzati dalla disposizione disordinata degli atomi. Famiglie di minerali Lelemento pi abbondante lOssigeno, che interagendo con gli atomi di altri elementi danno origine ai diversi minerali. Vengono divisi in base alla loro composizione. Quella pi importante quella dei Silicati formati da Silicio e Ossigeno e ( ad esclusione della silice SiO2) uno o pi elementi metallici come Al, Fe, Mg, K, Na, Ca, ecc Essi costituiscono il 90 % dei minerali della crosta terrestre; la loro struttura fondamentale costituita dal gruppo (SiO4)4- nel quale 1 atomo di Silicio si lega con 4 atomi di Ossigeno disposti nei vertici di un tetraedro ad es. il Quarzo..

I silicati si differenziano in: 1. Silicati sialici : che contengono un alta percentuale di tetraedri (SiO4)4- unito spesso con Alluminio e sono chiari e poco densi : Feldspato: (Plagioclasio sodico Na Si O); (Ortoclasio potassico K Si O); Quarzo : Si O2 2. Silicati femici : che contengono un bassa percentuale di tetraedri (SiO4)4- con Ferro e magnesio e sono scuri e densi. Mica: muscovite chiara e contiene Al; biotite scura contiene Fe e Mg al posto dellAl; Caolino: Al Si O (nei minerali argillosi) Talco: Mg Si O I minerali hanno in genere struttura cristallina. Un cristallo un solido delimitato da facce. Due facce contigue formano particolari angoli. Labito cristallino, cio la forma esterna del minerale, in relazione con quella interna e deriva dalla disposizione ordinata dei suoi atomi. Allinterno di ogni cristallo si individua una cella elementare che rappresenta il pi piccolo insieme di atomi , ioni o gruppi molecolari, che si ripete costantemente nel cristallo.

PROPRIETA FISICHE densit: rapporto massa\volume; durezza: resistenza a lasciarsi scalfire da un altro corpo appuntito. 1. 2. 1. 2. 3. 1. 2. 3. 4. 5. Per misurarla vi la scala di Mohs : sfaldatura: la propriet di certi minerali di rompersi pi facilmente secondo certi piani; elasticit: la propriet di flettersi, deformarsi, ma poi di ritornare allo stato iniziale; plasticit: la propriet di deformarsi, e non ritornare allo stato iniziale; malleabilit: la propriet di lasciarsi ridurre in lamine es. LAu; duttilit: la propriet di lasciarsi ridurre in fili es. Pt, Cu, Ag. talco Teneri : si rigano con gesso lunghia calcite fluorite Semiduri : si rigano con apatite una punta di acciaio ortoclasio quarzo topazio Duri: non si rigano con corindone lacciaio diamante

PROPRIET OTTICHE Sono propriet ottiche: colore; lucentezza; trasparenza. PROPRIET ORGANOLETTICHE Sono propriet organolettiche quelle derivate dai nostri sensi : untuosit: al tatto es. il talco; allappamento: avvicinando le labbra per es. allargilla o al caolino; sapore salato: come il salgemma; sapore amaro: come lepsomite o sale inglese.