Sei sulla pagina 1di 2

Farinata di ceci

Categoria:Sapori d'Italia - Liguria

Informazioni Generali
Preparazione: 5 min Costo: Molto Basso Cottura: 45-50 min Difficolt: Media Dosi per: 6 persone

Nota Aggiuntiva: + 4-5 ore di riposo

Lafarinata di ceci una specialit tipica della Liguria, in particolar modo della citt di Genova dove stata inventata circa 2.000 anni fa. La farinata una torta salata molto bassa preparata con ingredienti molto semplici e poveri: farina di ceci ,acqua, sale ed olio. Per quanto riguarda le origini di questo surrogato del pane, dobbiamo andare molto indietro nel tempo, addirittura al periodo dei Greci e deiRomani, quando, i soldati usavano preparare un "intruglio" di farinadiceciedacquache facevano poi cuocere al sole o sul proprio scudo, per sfamarsi velocemente e con poca spesa. Il risultato era talmente nutriente, che la ricetta sopravvisse alla caduta dell'impero Romanoarrivando dritta dritta al Medioevoquando veniva mangiata accompagnata con un trito di cipollebagnate d'aceto, o con del formaggiofresco. Proprio legata a questo periodo la leggenda secondo la quale si racconta che la farinata, come la conosciamo oggi, sia nata nel 1284, per una pura casualit, quando Genova sconfissePisanella battaglia di Meloria. Al ritorno dalla battaglia, le navi genovesi si trovarono coinvolte in una tempesta ed alcuni barili d' olioefarina di ceci si rovesciarono bagnandosi d'acqua salata. A causa della scarsit di provviste, fu recuperato tutto il possibile ed ai marinai fu servito quel miscuglio di ceci ed olio che, nel tentativo di rendere meno sgradevole, fu messo ad asciugare al sole ottenendo cos una specie di frittella. Giunti a terra, i Genovesi, decisero di migliorare la ricetta di questa frittellaimprovvisata, cuocendo la purea che si otteneva in forno. Il risultato era cos buono che per scherno agli sconfitti, venne chiamato l' oro di Pisa. Nel quindicesimo secolo un decreto, emesso a Genova, ne disciplinava la produzione, allora chiamata "scripilita" . Molto particolari erano i locali, chiamati "Sciamadde", in cui si poteva gustare questa specialit insieme ad un pasto tipico ed un buon bicchiere di vino. Clienti abituali delle Sciamaddeerano in particolar modo gli artistied iletterati, tra cui ricordiamoFabrizio de Andr, il quale amava frequentare queste locande.
Ingredienti
900 ml 300 gr

per una teglia del diametro di 40 cm


una spolverata q.b.

Acqua Farina di ceci Olio di oliva

Pepe Sale

extravergine 1/2 bicchiere

Olio di oliva

extravergine 1/2 bicchiere

Preparazione

Gli ingredienti della farinata sono pochi e semplici: farina di ceci, olio, sale e acqua (1). Mettete in una terrina la farina nella classica forma a fontana e versate al centro, un p alla volta, l'acqua (2). Mescolate il tutto per bene facendo attenzione ai grumi (3), fino ad ottenere un composto liquido e omogeneo (4), che lascerete riposare, mescolando di tanto in tanto, dalle 4-5 ore, fino ad arrivare alle 10 ore, coperto con un coperchio e fuori dal frigorifero (5).

Trascorso il tempo necessario, probabile che si sar formata della schiuma in superficie: toglietela con un mestolo forato. Aggiungete al composto il sale e mezzo bicchiere di olio (6); versate il restante olio in una teglia antiaderente (la tradizione prevederebbe il rame o l'alluminio), coprendone tutto il fondo (7-8).

Versate dentro la teglia (10) il composto di ceci che farete cuocere in forno preriscaldato a 220 per circa mezz'ora fino a quando la farinata non risulti di un bel colore dorato ; dopo, spegnete il forno e accendete il grill fino a quando la superficie della farinata non risulti di un bel colore nocciola (circa 15 minuti).

Quando sar cotta, sfornate la farinata (11), cospargetela di sale e pepe macinato (12), tagliatela a quadrati e servitela ancora calda magari con un bell'accompagnamento di verdure o aromatizzata con un trito di rosmarino e olio.

Consiglio
Se volete provare un metodo dicottura alternativo vi consigliamo questo: prendete una padella antiaderente col fondo abbastanza spesso e dopo averla unta d' olioper bene, scaldatela molto sul fuoco del fornello. Versate lapastellanella padella e lasciate cuocere il tutto per 15 minutifinch la farinata si stacchi dal fondo, quindi giratela dall'altro lato e completate la cottura. Ricordate che se scegliete questo metodo di cottura dovete usare, per ungere la padella, dell' olio di semi che non troppo forte e va bene per friggere. Se volete gustare la vostra farinata come la mangiano i liguri, potete condirla con del pesto, dellostracchinoo delgorgonzola che andranno spalmati sulla farinata quando ancora bollenteper far si che si sciolgano e diventino quasi un tutt'uno.

Curiosit
Se vi recate in Liguria, vi accorgerete che sono tanti i nomi con cui viene chiamata la farinata: : in provincia di Imperia la frisciolata, aVentimiglia socca , adAlassio turta mentre aSavonatroviamo il turtellassu. Inoltre, in giro per i vari paesi della Liguria, non difficile trovare delle versioni modificate dell'originale farinata con l'aggiunta di nuovi ingredienti: verso Ponentetroviamo la farinatacon leborragini, ilrosmarinoo l'origano, tipica di Voltrila farinata coi gianchetti, ovvero i bianchetti, tipica di Albissolaquella coicarciofi, con lasalsicciao con lostracchino. Per la farinata con la zuccabisogna invece spostarsi a Sestri Ponente , per quella col prezzemolotritato adAlbengaed ad Imperiaper quella con la cipollinafresca.