Sei sulla pagina 1di 17

Economia del Lavoro 2010

Capitolo 2 - 1 Applicazioni dellofferta di lavoro

Introduzione -Lofferta di lavoro nel ciclo vitale


-

Applicazioni dellofferta di lavoro Introduzione


I modelli statici dofferta di lavoro spiegano: 1.come gli individui distribuiscano il tempo tra mkt del lavoro e L in un dato momento 2. come V e w, influenzano le decisioni di lavorare e

quanto

Il modello statico dellofferta non spiega per come allochiamo il tempo nel ciclo vitale. E nel ciclo economico

Estendiamo il modello alle decisioni di offerta dei membri di una famiglia: mariti e mogli saranno influenzati dalle opportunit economiche del coniuge.

Applicazioni dellofferta di lavoro Lofferta di lavoro nel ciclo vitale


Lanalisi dellofferta di lavoro nel ciclo vitale ci spiega: perch i % di partecipazione dei lavoratori giovani e anziani sono cos differenti? Perch le donne con figli lavorano di meno delle donne senza figli? Come w che varia influenza le decisioni di natalit della famiglia ?

Poich le decisioni su C e L sono prese durante tutta la vita lavorativa, i lavoratori possono scambiare L oggi per avere C domani: sostituzione intertemporale

Applicazioni dellofferta di lavoro Lofferta di lavoro nel ciclo vitale


Dati: il profilo et-guadagni di un lavoratore, ha un percorso prevedibile: w bassi da giovane, pi alti in et matura, raggiungono un picco a 50 anni e si mantengono stabili o leggermente dopo i 50 anni. Prezzo di L relativamente basso per i lavoratori pi giovani e per quelli pi anziani ed pi elevato per i

lavoratori nella classe centrale degli anni lavorativi.

La variazione di w nel profilo et-guadagni di un lavoratore chiamato variazione salariale evolutiva (che si modifica nel tempo)

Il profilo et-guadagni ha veramente una forma a campana?

(Checchi, 1999)

Applicazioni dellofferta di lavoro Lofferta di lavoro nel ciclo vitale


Il lavoratore si aspetta la variazione evolutiva di w => modifica il prezzo di L nelle varie et della vita ma non il valore delle opportunit che ha disponibili nel suo ciclo vitale. Se w tra i 37 e i 38 anni o tra i 57 e i 58, non aumenta n diminuisce la nostra ricchezza nel corso della vita: le variazioni salariali evolutive, attese, sono gi state incorporate nel calcolo della ricchezza della vita.

In generale: sar ottimale concentrarsi sul lavoro negli anni in cui w elevato e godersi L quando w basso da giovani o in pensione (sostituzione intertemporale).

Figura 2-1 Il percorso di salari e ore nel ciclo vitale di un tipico lavoratore.

(a) Il profilo et-guadagni di un lavoratore aumenta rapidamente quando


giovane, raggiunge un picco a 50 anni, i salari o smettono di aumentare oppure si riducono leggermente. (b) La variazione del prezzo del tempo libero nel ciclo vitale implica che il lavoratore dedicher relativamente pi ore 7 al mercato del lavoro quando il salario elevato e meno quando basso.

Applicazioni dellofferta di lavoro Lofferta di lavoro nel ciclo vitale


Il modello del ciclo vitale ha implicazione modello statico di un solo periodo dove un w genera sia effetti di sostituzione che di reddito e ci pu essere una relazione negativa tra w e h se dominano gli effetti reddito. I due modelli dicono cose molto se si verifica w nel modello statico: set delle opportunit del lavoratore => effetto reddito che L nel modello del ciclo vitale: una variazione di w evolutiva attesa per quando si invecchia non varia il reddito totale disponibile nella vita di un particolare lavoratore e lascia intatto il suo set delle opportunit nella vita. C solo un effetto di sostituzione intertemporale ( L quando w alto)
8

Applicazioni dellofferta di lavoro Lofferta di lavoro nel ciclo vitale

Ma se confrontiamo individui diversi?

Confrontiamo Davide e Paolo, con diversi profili etguadagni: w di Davide > w di Paolo in ogni et. Entrambi lavorano pi h quando i w sono alti. Non sappiamo per quale dei due vende pi h sul mkt del lavoro: la differenza nei due profili di w genera un effetto

reddito: Davide ha w > e L costoso; ma anche un reddito pi alto nel corso della vita, vorr consumare pi L.
Se domina effetto reddito => profilo Davide < Paolo

Se domina sostituzione => Davide lavorer pi h di Paolo in ogni et.

Figura 2-2 Ore di lavoro nel ciclo vitale per due lavoratori con differenti percorsi di salario

Il salario di Davide > Paolo in ogni et: entrambi lavorano pi ore quando w alto. Non sappiamo quale dei due vende pi h sul mkt del lavoro: la differenza nei due profili di w genera un effetto reddito: Davide ha w > L costoso; ma reddito nel corso della vita pi alto, vorr consumare pi L. Davide lavora pi ore di Paolo solo se domina sostituzione. Se domina leffetto reddito, Davide lavorerebbe meno ore di Paolo. 10

Applicazioni dellofferta di lavoro Lofferta di lavoro nel ciclo vitale

Relazione w, wr e % di partecipazione alla FL

In ogni anno del ciclo vitale, il lavoratore confronter w di riserva con w di mkt. Se w di riserva costante nel tempo => pi probabile

che lindividuo entri nel mkt del lavoro quando w elevato: % partecipazione bassi per i giovani, alti nei

primi anni lavorativi, e ancora bassi per gli anziani. MA la decisione di partecipazione dipende anche da come i w di riserva variano durante il ciclo vitale: presenza di figli piccoli lo per le donne => alcune donne sposate partecipano al mkt in modo intermittente.
11

Applicazioni dellofferta di lavoro Lofferta di lavoro nel ciclo vitale


Conclusioni: Si lavorer poche h a w basso e molte h quando w alto. w basso per i giovani, aumenta quando si invecchia si accumulano competenze e si riduce per i pi anziani. Profilo h nel ciclo vitale avr esattamente la stessa forma del profilo et-guadagni: aumentano con w

gli individui allocano il tempo nel ciclo vitale per trarre vantaggio dalla variazione del prezzo di L = ipotesi di sostituzione intertemporale.

12

Applicazioni dellofferta di lavoro Lofferta di lavoro nel ciclo vitale

Evidenza empirica:

% partecipazione rispondono a w nel ciclo vitale: Italia: % partecipazione maschile ha un picco tra i 30 e i 44 anni e dopo i 55. (Fig. 2.3) % partecipazione femminile, a causa della crescita dei figli, ha un picco a 30 - 34 anni, poi scende. (Fig. 2.3)
Coerenza con previsioni del modello anche se la rapida

partecipazione maschi dopo i 55 non spiegabile solo con w: effetti salute, disincentivo dei programmi pensionamento, assicurazione invalidit.
13

Lofferta di lavoro nel ciclo vitale


Tassi di partecipazione per classi di et
100 90 80 70 60 50 40 30 20 10 0

Uomini Donne

Fig. 2-3 I tassi di partecipazione secondo la teoria dovrebbero essere maggiori quando il salario elevato a 30-40 anni. La riduzione dopo i 55 anni, molto pi ripida per gli uomini e non si pu spiegare solo con la riduzione del salario, si vicini alla pensione. Questa diminuzione nelle et maggiori potrebbe essere dovuta alla salute e a effetti di 14 disincentivo al lavoro del pensionamento e delle assicurazione di invalidit.

15 -1 9 20 -2 4 25 -2 9 30 -3 4 35 -3 9 40 -4 4 45 -4 9 50 -5 4 55 -5 9 60 -6 4 65 -6 9 70 -7 ol 4 tre 75

Applicazioni dellofferta di lavoro Lofferta di lavoro nel ciclo vitale


solo la partecipazione, ma anche le h rispondono a w nel ciclo vitale:
Non

La relazione h et in Italia crescente per i maschi fino a 35-45 anni, poi decrescente Le donne non aumentano le ore fino a oltre i 55 anni, forse le pi giovani lavorano part-time o hanno figli. (Fig. 2.4) Quindi lavorano di meno proprio quando potrebbero guadagnare di pi!

15

Lofferta di lavoro nel ciclo vitale


44 42 40 38 36 34 32 30 15-24 25-34 35-44 45-54 55-64 65 e oltre Uomini Donne

Fig. 2.4 Le ore di lavoro tra i lavoratori maschi aumentano rapidamente fino a 30 anni, raggiungono il livello massimo tra i 35 e i 45 anni e iniziano a diminuire a 50 anni. Durante i primi anni, gli uomini lavorano circa 2.200 ore allanno, le donne non aumentano ore fino ad oltre i 55 anni, perch alcune giovani fanno part-time mentre i figli sono piccoli. 16

Applicazioni dellofferta di lavoro Lofferta di lavoro nel ciclo vitale


Molti studi hanno stimato la risposta di h a w evolutive nel ciclo vitale (analisi longitudinali). Hip. sostituzione intertemporale => correlazione h-w positiva: quando lavoratore invecchia, w h. Invece, dai dati h tendono ad essere rigide verso il basso (Fig. 2.4) e per le donne diminuiscono con let dai 25 ai 55 anni Si conclude che la risposta di h a w evolutive ridotta: w=10% => h=1% offerta di lavoro nel ciclo vitale, non molto sensibile alle variazioni del salario. 17