Sei sulla pagina 1di 15

OSSIGENO PURO NEGLI IMPIANTI DI DEPURAZIONE lupgrading della sezione di ossidazione di due piccoli impianti

Aquaria Verona 26 Ottobre 2011 SIAD SpA Riccardo Calvi; Pier Luigi Radavelli

Siad e la depurazione nella bergamasca: dal gasdotto O2 al brevetto MIXFLO, alla SCWO

Le ns. tecnologie per lambiente


Sistemi ad O2 : UNOX e MIXFLO
Ugelli supersonici di De Laval ad O2 Ozono: il reattore MIXFLO MIXFLO3 e lozonolisi l ozonolisi Digestione aerobica fanghi di supero ad O2 ATAD il processo termofilo autotermico Controllo pH con CO2 Biogas: O2/O3 per H2S, N2 => sicurezza MBBR: processi a biofilm adeso in letto mobile MBR: il bioreattore a membrane ad O2 SCWO: lOssidazione ad acqua supercritica Aquafreed : la bonifica con CO2 dei pozzi Bonifiche suoli contaminati Incenerimento e gassificazione ad O2 Lab. biologia e chimica ambientale (piloti)

MIXFLO

Il laboratorio

Sistema pompa - eiettore a O2 : il MIXFLO

Sistema pompa - eiettore a O2 : il MIXFLO

Componenti principali: pompa centrifuga di pressurizzazione e ricircolo del refluo; ossigenatore tubolare per la dissoluzione dellossigeno gassoso; eiettori liquido-liquido per la miscelazione in vasca di un fluido monofasico; sistema di C.C. delliniezione di O2 in linea

Eiettore liquido - liquido: una componente decisiva


Leiettore liq/liq deve essere ben dimensionato ed accoppiato alla pompa: si avranno massimi rendimenti di mass transfer e mixing

Sistema pompa - eiettore a O2 : il MIXFLO

Tipo

Dissolutore tubolare; monofase Dimensionamento ad hoc: Pompa centrifuga ossigenatore tubolare Eiettore liquido/liquido 2.5 - 4 kg O2/kWh @ 90-95% OTE Basso costo capitale manutenzione scarsa Praticamente nessuno 1980 > 500

Elettromeccanico

Performance Vantaggi Limiti Prima unit N di Unit

Sistemi ad iniezione diretta di O2 in linea e con ugelli supersonici

Sistemi di arricchimento ad O2

Caratteristiche dellossigeno
La sua formula chimica O2: il peso molecolare 32; Laria ne costituita per il 21%; Allo stato gassoso non ha odore n colore; Alla pressione atmosferica liquido per T < -183 C; E pi pesante dellaria (1,311 kg/Sm3 P=735,5 mmHg T=15C) 1 litro di O2 liquido sviluppa 0,872 m3 di O2 gassoso; E il comburente per eccellenza. Viene stoccato in serbatoi criogenici in forma liquida, quindi evaporato.

Sistemi di aerazione/ossigenazione a confronto Efficienze tipiche di aerazione


Efficien nza di ossigenazione e
kg/kWh

Sistemi ad aria
4.0

Sistemi ad ossigeno

lbs/HP-hr 8.0

6.0 3.0 4.0 2.0 10 1.0 2.0

Micro bolle

Bolle medie

Turbine

Jet

Aria+ O2

Pompa eiettore

Mixflo

LOssigeno puro mostra maggiore mass transfer driving forcee sostanzialmente maggiori efficienze di ossigenazione

Sistemi ad aria e ad O2 puro a confronto


O2 trasf = kLA x (Cs-C*) C* C mg/l EE Cs = H x P x %vol (kWh/kgO2 ttrasff) O2 puro Cs ~ 45 mg/l 0,3 0,31 0,32 , 0,32 0,33

Aria Cs ~ 9 mg/l 0,85 0,99 1,19 , 1,49 1,98

2 3 4 5 6

Incremento dei consumi elettrici specifici al variare della concentrazione C* di ossigeno disciolto in acqua

Concentrazioni di ossigeno disciolto Valori tipici di concentrazione operativa (C*) di ossigeno disciolto nelle vasche di ossidazione biologica
Impianti

ad aria:

1,5 2,5 mg/l

Impianti p

ad ossigeno g puro: p

3 6 mg/l g

Fenomeni diffusivi allinterno del fiocco di fango


Maggiore la concentrazione di Ossigeno Disciolto nel mixed liquor, maggiore il grado di penetrazione dellossigeno allinterno del fiocco di fango

strato limite conc. O2

conc. So

Maggior numero di cellule vitali nel fiocco di fango


fiocco biologico

Migliore sedimentabilit del fiocco di fango


B C
bulk liquido

Profili di concentrazione di substrato e ossigeno in un fiocco di fango, adattato da Abbassi et al., 1999

Correlazione tra ossigeno disciolto e sedimentabilit del fiocco di fango

Sedimentabilit del fango in impianti aria/O2 puro


F/M KgCOD/KgTSS x d Imp. PILOTA Imp. REALE 0,19 0,15 Rt ore 18,1 17,7 DO preox mgO2/l 2,4 0,49 DO ox1 mgO2/l 7,9 3,52 DO ox2 mgO2/l 13,8 1,65 TSS g/l 2,51 4,69 VSS g/l 1,97 3,75 VSS/TSS % 79 80

dimensioni fiocchi um Imp. PILOTA Imp. REALE 200 - 400 100 - 200

struttura

ink test

FI

Filamentosi

compatta aperta

+/+/-

3/4 4/5

0675 - 0041 GALO

PILOTA AD OSSIGENO

REALE AD ARIA

Miglioramento generale dei fiocchi e foaming

Scum Index % Inizio sperimentazione Fine sperimentazione 21,9 1

Foaming Potential ml 258 170

Intersezioni N/gTSS 4 x 106 1,3 x 105

Resa COD % 89 91

Resa N % 76 77

Principali caratteristiche degli impianti a O2 puro


Possibilit di operare ad alte concentrazioni di ossigeno disciolto (3 6 mgO2/l e pi ove necessario) con consumi energetici limitati Grande driving force per il trasferimento dell dellossigeno ossigeno nelle parti pi interne del fiocco di fango Un maggior quantitativo di biomassa si trova in condizioni aerobiche: ne consegue una maggior vitalit del fango attivo rispetto ad impianti operanti a basso D.O. A p pari condizioni di carico g giornaliero di BOD influente e concentrazione di MLSS, il Cf reale minore operando a D.O. elevato: il comportamento del processo biologico pi simile a quello di impianti che operano a basso carico del fango E possibile operare con elevata concentrazione di MLSS (anche 6 8 kg m-3)

Principali caratteristiche degli impianti a O2 puro

Incremento dellefficienza di rimozione degli inquinanti Riduzione della produzione specifica di fango di supero (20 30% in meno e oltre) Miglioramento delle caratteristiche di sedimentabilit del fango Miglioramento delle caratteristiche di disidratabilit del fango di supero Capacit del processo biologico di adattarsi a repentine variazioni di carico inquinante influente: lossigeno disciolto non mai il fattore limitante le reazioni depurative Eliminazione di odori e aerosol

Impianti ad O2 puro: applicazioni tipiche


- Upgrading di impianti esistenti operanti ad aria - Impianti stagionali frutta e verdura cantine soft drinks zuccherifici localit turistiche industria chimica/petrolchimica industria farmaceutica industria alimentare p trattamento percolato trattamento reflui extrafognari acque da produzione biodiesel industria casearia-macelli roughing/post nitrificazione

- Alti carichi organici (di picco) -- Scarichi termici (25-35C)

- Bioreattori a membrane (MBR) - Impianti SBR - Impianti MBBR (Kaldnes)

10

Impianti ad O2 puro: applicazioni tipiche


- Impianti di lagunaggio - Riduzione aerosol ed emissioni maleodoranti - Ossidazione chimica: solfuri e solfiti, nitriti, Fe++ e Mn,

- Digestione aerobica del fango di supero (ATAD) - Produzione di ozono: decolorazione rimozione tensioattivi incremento rapporto BOD/COD rimozione COD refrattario disinfezione / riutilizzo acqua minimizzazione fanghi di supero (O3 lisi)

- Ossidazione ad umido e Supercritica (Aqua Critox)

Lossigeno puro una delle soluzioni per alcuni problemi gestionali?


- Potenziamento di impianti sottodimensionati - Sovraccarichi stagionali - Variabilit del carico in ingresso (stagionalit) - Problemi di nitrificazione - Eliminazione di odori ed aerosol - Controllo dei batteri filamentosi - Potenziamento della stabilizzazione aerobica del fango di supero - Affidabilit processi di ozonizzazione, con recupero ossigeno residuo - Minimizzazione produzione fanghi di supero con ozonolisi e digestione termofila autotermica

11

Impianto A) gestione sovraccarichi stagionali

Impianto A) gestione sovraccarichi stagionali

DESCRIZIONE IMPIANTO (SITUAZIONE INIZIALE)


- Impianto in localit balneare nel levante ligure

- Abitanti Equivalenti : Inverno 3000 Estate 15000 - Vasca di ossidazione biologica da 350 m3 - 2 aeratori sommersi da 10 kW cad. - Sedimentatore 290 m3, superficie 100 m2 PROBLEMI - D.O. < 0,5 mg/l nei momenti di punta - SVI elevato e perdita di solidi nelleffluente - impossibile operare con MLSS > 2 kg m-3 - difficile rispetto limiti allo scarico (COD, TSS)

12

Impianto A) gestione sovraccarichi stagionali


ATTIVITA DI UPGRADING - Inserimento I i t di un i impianto i t ad d Ossigeno O i Puro P d 50 k da kgO O2/h - Potenza installata 17 kW - Disattivazione degli aeratori sommersi - Adeguamento del carroponte e del circuito di ricircolo del fango BENEFICI OTTENUTI
- MLSS > 5 kg m-3

- D.O. > 1,5 mg/l anche nei momenti di punta - Migliorata sedimentabilit del fango - Possibilit di gestire velocit di 1 m/h nel sedimentatore - Rispetto dei limiti allo scarico

Impianto A) gestione sovraccarichi stagionali


PARAMETRO U.M m3d-1 mg/l g mg/l mg/l cc/l mg/l mg/l mg/l mg/l mg/l mg/l mg/l min media max

Parametri opera ativi a valle dellupgra ading

Portata CODin BOD5in MLTSS SVI TKNin DO CODout N-NH4out N-NO3out N-NO2out TSSout

400 230 110 3800 62 35 1,5 31 0,33 8 0,1 11

700 540 225 4500 85 43 2,2 78 7,2 28 0,3 32

2100 700 285 5500 110 80 7,8 107 14 75 0,4 120

13

Impianto B) upgrading per rimozione N Impianto di trattamento acque reflue di macello bovini
DESCRIZIONE IMPIANTO (CONDIZIONI INIZIALI) Portata CODin BOD5 in TKNin Vden Vox MLVSS Cf Sistema di aerazione Potenza installata aeratori D.O. :160 m3 d-1 :3.500 g m-3 :2.800 g m-3 :185 g m-3 : 100 m3 : 300 m3 : 3,5 kg m-3 1d-1 1 : 0,4 0 4 kgCODkgMLVSS-1 : n2 aeratori sommersi : 2 x 14 kW : 1 mg l-1

- IMPOSSIBILIT DI OTTENERE LA RIMOZIONE DELLAZOTO - PROBLEMI DI SEDIMENTABILIT DEL FANGO

Impianto B) upgrading per rimozione N


FUNZIONAMENTO AD O2 PURO Vden Vox MLVSS Cf D.O. : 100 m3 : 300 m3 : 5 kg m-3 : 0,3 kgCODkgMLVSS-1d-1 : 2 3 mg l-1

Potenza installata : 17 kW T CODout BOD5 out N-NH4 out N-NO3 out : 25 35 C : 80 g m-3 3 : 20 g m-3 : 10 g m-3 : 10 g m-3

Vantaggi aggiuntivi : RIDUZIONE DEL FANGO DI SUPERO (-35% CIRCA) RIDUZIONE DEI CONSUMI ELETTRICI (- 40% CIRCA)

14

Grazie

15