Sei sulla pagina 1di 2

Universit degli Studi di Trieste Facolt di Ingegneria Laurea Triennale in Ingegneria Elettrica, Elettronica ed Informatica

PROGRAMMA del CORSO di ELETTROTECNICA (IN 033) CFU 9

Docente: Stefano Pastore


Anno accademico 2011/12
1. RELAZIONI TOPOLOGICHE Modelli dei circuiti a costanti distribuite ed a parametri concentrati. Grandezze elettriche, potenziale, tensione, corrente e relative convenzioni di segno. Grafo di un componente a due terminali e di un circuito. Matrice ridotta di incidenza e relativa formulazione delle leggi di Kirchhoff. Estensione ai componenti a tre e pi terminali, porte di un multipolo. Teorema di Tellegen e sue applicazioni. Accenno al concetto di albero. 2. RELAZIONI COSTITUTIVE E TABLEAU Rappresentazioni e classificazioni di un componente: resistivo (adinamico) e dinamico, lineare e nonlineare, tempo-invariante e tempo-variante. Classificazioni dei circuiti. Metodo tableau (totale) per lanalisi di circuiti adinamici e dinamici, tempo-invarianti e lineari. Principio di sovrapposizione degli effetti. 3. BIPOLI E TRASFORMATE Rappresentazione implicita ed esplicita dei bipoli resistivi, omogenei e non-omogenei, delle sorgenti indipendenti di tensione e corrente. Modelli di Thevenin e Norton e analisi della potenza associata. Sorgenti reali di tensione e corrente. Sinusoidi isofrequenziali, cisoidi e fasori. Combinazione lineare di fasori, derivata ed integrale di un fasore. Richiamo della trasformata di Laplace. Scrittura delle equazioni di un circuito con le trasformate. Condensatore ed induttore: rappresentazione differenziale ed integrale nel dominio del tempo e con le trasformate di Steinmetz e di Laplace (estrazione delle condizioni iniziali dagli elementi dinamici). Impedenza ed ammettenza definite con le trasformate di Steinmetz e Laplace. Collegamento in serie e parallelo di bipoli, partitori di tensione e di corrente. Teoremi di Thevenin e di Norton. I due teoremi di Millman. Potenza, lavoro elettrico ed energia. Classificazioni energetiche dei componenti. Componenti dissipativi, attivi, passivi, inerti, conservativi. Potenza istantanea e valori efficaci. Potenza complessa, attiva, reattiva ed apparente. Triangolo delle potenze e fattore di potenza. Significato della potenza reattiva e teorema di Boucherot. Problema del rifasamento.

4. DOPPI BIPOLI Rappresentazione implicita e rappresentazioni esplicite dei doppi bipoli con interpretazione dei loro parametri, sia nel dominio del tempo che in quello delle trasformate. Propriet fondamentali dei doppi bipoli: reciprocit, simmetria e unidirezionalit. Introduzione delle sorgenti controllate ideali e reali. Presentazione del trasformatore ideale e dellamplificatore operazionale ideale. Connessioni principali dei doppi bipoli, i due teoremi di Miller e le connessioni delloperazionale ideale. 5. ANALISI DI CIRCUITI TEMPO-INVARIANTI E LINEARI Metodo nodale puro e modificato. Metodo delle maglie puro e modificato. 6. SISTEMI TRIFASE IN REGIME SINUSOIDALE Definizione di una terna di grandezze trifase. Sorgenti trifase equilibrate a stella e triangolo. Terne destrorse e sinistrorse. Carichi trifase a stella e triangolo, equilibrati e non equilibrati. Trasformazioni stella-triangolo e viceversa. Linea trifase e correnti di linea. Centro stella, tensioni stellate e concatenate. Inserzione del neutro. Potenza complessa, attiva e reattiva in un sistema trifase equilibrato e non equilibrato. Rifasamento di un carico trifase. 7. TRANSITORI DI CIRCUITI TEMPO-INVARIANTI E LINEARI Concetto di variabile di stato. Circuiti del I ordine tempo-invarianti con condensatore o induttore. Applicazione dei teoremi di Thevenin o Norton al bipolo resistivo lineare e scrittura dellequazione differenziale ordinaria del I ordine. Soluzione dellequazione omogenea associata, soluzione particolare e soluzione generale. Principio di sovrapposizione delle soluzioni particolari. Esame delle principali forme donda per le sorgenti impresse e relative soluzioni particolari: costante, esponenziale, sinusoidale, polinomiale. Interruttore ideale e principio di continuit delle variabili di stato. Equazioni di stato ed equazioni di uscita per un circuito lineare tempo-invariante di ordine n-esimo. Accenno alla soluzione. Teorema di sostituzione e soluzione del circuito resistivo associato per il calcolo delle variabili di uscita del circuito. Soluzione con la trasformata di Laplace. Soluzione libera e forzata, transitoria e a regime. Concetto di stabilit di un circuito lineare in relazione alle radici del determinante della matrice [sI A]. Cenno ai circuiti degeneri, al parallelo e serie di condensatori ed induttori. Condensatori ed induttori equivalenti in connessione parallelo e serie. Partitore di condensatori. 8. MUTUE INDUTTANZE E CIRCUITI MAGNETICI Mutue induttanze nel dominio del tempo e delle trasformate. Richiamo alla legge di Ampere e allisteresi magnetica. Magnetizzazione e permeabilit. Introduzione della riluttanza e soluzione di circuiti magnetici lineari e non. 9. FUNZIONI DI RETE E CIRCUITI RISONANTI Definizione delle funzioni di rete in s e relativa espressione analitica in funzione del modello di stato. Poli, zeri e stabilit del circuito. Scomposizione delle funzioni di rete in s in fattori moltiplicativi di primo e secondo grado in relazione ai poli e agli zeri. Significato della funzione di rete calcolata in s = j: relazione con la funzione di rete ottenuta con i fasori. Descrizione di una funzione di rete in j con modulo e fase, parte reale e parte immaginaria. Comportamento all'origine ed all'infinito. Definizione delle unit logaritmiche, del decibel (dB), dellattenuazione e diagrammi di Bode. Accenno ai diagrammi polari o di Nyquist. Disegno di un diagramma asintotico di Bode a partire dai singoli fattori moltiplicativi. Risuonatori reali serie e parallelo: frequenza di risonanza, selettivit, funzione di rete, diagramma del modulo e della fase, diagramma polare.