Sei sulla pagina 1di 68

L

Il saluto del Sindaco di Emiliano Beozzo

RIONE

Attualit

NOTIZIARIO DEL COMUNE DI ALDENO


Anno 17 - N. 31 - Giugno 2013

Nuovo corso per le politiche sociali di Mattia Frizzera Una cittadella dello sport di Mattia Frizzera Muoviti! ... salute di Riccardo Giuliani

5 7 9

Autorizzazione n. 959 del 21/05/ 1997 del Tribunale di Trento Presidente: Alida Cramerotti (Assessore alla Cultura) Direttore responsabile: Mattia Frizzera Comitato di Redazione: Angela Baldo Lucio Bernardi Maurizio Cadonna Cristina Cont Samuele Cont Anna Forti Mattia Maistri Danilo Micheletti Direzione - Redazione Amministrazione: presso Comune di Aldeno Piazza Cesare Battisti, 5 www.comune.aldeno.tn.it Lettere e comunicazioni a: LARIONE presso Biblioteca comunale Via Giacometti, 6 38060 Aldeno Tel. 0461/842816 aldeno@biblio.infotn.it Grafica e impaginazione: LORIZZONTE - Ag. di pubblicit Stampa: GRAFICHE DALPIAZ srl Foto: Remo Mosna

Acquerelli Economia Scuola

Zinque e do pezzi, a ogni bar i suoi giochi di Giovanni Mosna

11

Al luned il mercato anche contadino di Lucio Bernardi

14

In classe parliamo inglese e tedesco di Maurizio Cadonna Sceglilibro

16 18

Societ

Solidariet alimentare di Gruppo Caritas Costruire comunit di don Daniele Morandini Arcimaga, il Piano giovani 2013 di Paolo Bisesti Un laboratorio per la collettivit di Anna Forti

20 21 22 24

Personaggi Sport

Generazione di talento di Mattia Maistri

26

Giovani e passione sportiva di S.S. Aldeno Sotto le ali degli angeli... ed altro Lisa Paternuosto Remo Mosna in rosa di Mattia Frizzera

33 37 39

Associazioni

Nuovi accompagnatori di alpinismo di Giovani SAT Al Club per ritrovare la propria dignit di Carlo Nicola Dallago nuovo presidente dei pescatori di M. Mazzurana Festa di compleanno per Aldeno e Volano di Gloria Bernardi Daniele Vettori nuovo presidente AVIS di Daniele Vettori Sette bielorussi nella nostra comunit di Aiutiamoli a vivere 50 anni per la Primo Daldoss di Mauro Dallago

40 41 42 43 46 47 48

Giunta e consiglio
Aldeno Insieme Aldeno per il Futuro Lega Nord

50 52 54

Dal Municipio

Le scelte dellAmministrazione

56

Foto copertina: Gli orti urbani di Aldeno.

Indice

Il saluto del

Sindaco

Care concittadine e concittadini, come sempre, nel primo numero dellanno sul nostro giornale vi voglio parlare della nostra situazione e delle prospettive del nostro comune cos come si possono dedurre dal bilancio 2013. Innanzitutto voglio rivolgere un plauso ai cittadini per la grande maturit dimostrata e per la capacit nel leggere la situazione di pesante difficolt nella quale versano tutte le amministrazioni locali: tutti hanno mostrato grande consapevolezza e quindi agito, anzi reagito, di conseguenza. Finora nessun servizio venuto meno, siamo stati essenziali, abbiamo rinunciato ai fronzoli e al superfluo. Consideriamo anche realisticamente che in provincia di Trento siamo al vertice di tutte le classifiche che misurano la qualit della vita, dellambiente, dei comportamenti: dalle piccole cose come il rispetto dei luoghi pubblici fino a quelli pi rilevanti come la cultura della legalit e la pratica della solidariet. Ma il momento difficile davvero; la crisi si fa sentire anche da noi, generando incertezza in molte famiglie che avvertono un senso di precariet e difficolt. Purtroppo, pur avendo la volont, non abbiamo capacit e mezzi per poter intervenire direttamente ma lEnte che ci governa, la Provincia autonoma, ha comunque attivato strumenti in grado quantomeno di limitare disagi e situazioni critiche. A salvarci anche la

nostra mentalit, noi ricordiamo di essere stati poveri fino a pochi decenni fa quindi non abbiamo perso valori importanti come quello della solidariet, della coesione sociale e delle straordinarie risorse cooperative ed associative. I servizi nel nostro Comune sono ancora, e faremo di tutto perch lo rimangano, di prima qualit. Basti pensare allattenzione alle giovani generazioni, a quei servizi che accompagnano la crescita dei nostri figli, dal nido, alla scuola materna dalla scuola primaria fino alle medie, cos come ai servizi sanitari ed allassistenza degli anziani; pensiamo anche a tutto il mondo del volontariato ed al comparto della cooperazione che ha un peso economico e sociale determinante. Il miglioramento della qualit della vita del paese il progetto sotteso a queste realt, realizzato con una pratica amministrativa sensibile ed attenta ai mutamenti del tempo. Un miglioramento che naturalmente non pu essere soltanto materiale: se alla crescita economica non si accompagna una crescita culturale, un radicamento profondo dei valori che stanno alla base della vita comunitaria, allora tutti i nostri progetti, tutti i nostri sforzi avranno inevitabilmente vita breve. Oltre ai servizi primari, abbiamo cercato di salvaguardare la linfa vitale della nostra comunit, garantendo tutela e respiro al patrimonio collettivo del volontariato. Siamo convinti che non si

ARIONE

possa prescindere dal nostro tessuto sociale e dal coinvolgimento attivo del volontariato a tutti i livelli, anche se ridetermineremo insieme con i protagonisti fabbisogni, necessit, economie e capacit operative, ma chiederemo anche responsabilit ed efficienza nella determinazione dei bisogni reali ed essenziali. A tale fine la Giunta comunale intende confermare l intervento speciale mirato a garantire efficienza e vitalit allassociazionismo.

Non vogliamo nasconderci e nascondere nulla, siamo consapevoli delle difficolt, della necessit di operare scelte che sicuramente non incontreranno lapprovazione di tutti, ma siamo anche coscienti delle nostre capacit, della nostra efficienza, della nostra volont di operare con trasparenza e attenzione ai principi etici e sappiamo che soprattutto su questo che si gioca la nostra credibilit ed su questo, non sulla facile demagogia, che cerchiamo consenso.

ARIONE

le politiche sociali
di Mattia Frizzera
Aldeno, Cimone e Garniga dal primo gennaio 2013 sono allinterno del polo sociale delle circoscrizioni trentine di San Giuseppe-Santa Chiara, Ravina e Romagnano. Un passaggio allinterno della riforma istituzionale che d ad Aldeno il vantaggio di sfruttare un percorso gi sviluppato nel capoluogo.

Nuovo corso per

A Trento nel 2001 il territorio


cittadino stato suddiviso in 5 poli sociali. Per i quali lavorano delle equipe di professionisti: assistenti sociali, educatori professionali, personale amministrativo e di segreteria. Lobiettivo quello di attivare le reti presenti nelle comunit e risolvere in questo modo i problemi che emergono nella societ. Con le caratteristiche diverse che ci sono in ogni quartiere. Aldeno, Cimone e Garniga hanno la fortuna di poter approfittare di dieci anni di sperimentazione cittadina grazie alla convenzione per la gestione associata con Trento di alcuni servizi nellambito delle politiche sociali. Aldeno, Cimone e Garniga sono entrati a far parte del polo sociale numero 3, quello che ha sede in via Perini e comprende le circoscrizioni San Giuseppe-Santa Chiara, Ravina e Romagnano. Le politiche sociali oggi non sono pi un bancomat di servizi, non hanno solo scopo assistenziale, non c pi la divisione tra politiche dellagio e politiche del disagio.

Alessandro Dellai, educatore professionale dei poli sociali, spiega in maniera molto chiara il cambiamento nella filosofia delle politiche sociali, dai Comprensori alle Comunit di valle o al Territorio Valle dellAdige allinterno del quale compreso Aldeno. Il Comprensorio erogava servizi, adesso c anche lanalisi e lindividuazione della missione del servizio. Il mandato istituzionale per i poli sociali prevede lerogazione di servizi socio-assistenziali, lanalisi dei bisogni, lattivazione di reti e

collaborazioni, la progettazione di interventi territoriali, informazione ed orientamento. Dal primo gennaio 2013 un metodo di lavoro basato sul confronto e lanalisi dei bisogni stato portato anche ad Aldeno. Con una filosofia cooperativa tra coordinatori del polo sociale, commissione comunale politiche giovanili e commissione politiche sociali. Associandosi quindi allesperienza della citt, Aldeno ha potuto passare oltre alla complessa fase di avviamento dei servizi nelle

La sede del Polo Sociale in via Perini a Trento.

ARIONE

Attualit

Comunit di valle. Abbiamo restituito alla commissione politiche sociali spiega Dellai unanalisi dei bisogni, nella quale si nota da un lato una comunit storica tipica del paese, dallaltro unevoluzione demografica che ha portato molte nuove famiglie. Le azioni ad Aldeno quindi saranno indirizzate verso due categorie: gli anziani che vivono in solitudine e le nuove famiglie che non hanno una rete famigliare-amicale vicine. La dimensione paesana di Aldeno prosegue Dellai fa s che parecchi anziani abbiano una rete famigliare vicina a loro, mentre le giovani famiglie arrivano in paese senza una rete di amici e parenti. Nonostante le reti sedimentate per cresce il numero degli anziani che vivono in solitudine. Per questo il lavoro del polo sociale stato quello di promuovere un momento di animazione. In canonica ogni gioved pomeriggio quattro volontari gestiscono alcune ore dedicate agli anzia-

ni. Cerchiamo di coinvolgere realt associative come Avulss, le associazioni parrocchiali e lUniversit della terza et e del tempo disponibile. Per le famiglie la modalit utilizzata per capire meglio le esigenze quella del focus group, un dialogo con un campione rappresentativo di famiglie. Il 14 maggio c stato un incontro di 2 ore con 13 persone. Ci che emerso sono le difficolt nei tempi di conciliazione, perch ci sono famiglie monogenitoriali e famiglie sandwich: necessit di cura non solo verso i propri figli, ma anche nei confronti dei propri genitori. Inoltre emersa un po di preoccupazione aggiunge - per la fascia preadolescenziale e adolescenziale per le insufficienti possibilit di incontro in modo informale. In un ottica di collaborazione tra i vari attori del territorio questo presuppone che vengano sentiti direttamente anche i ragazzi, per capire realmente cosa vogliono. Rimanendo nellambito giovanile il polo sociale collabora da vicino anche col Piano giovani Arcimaga. A Cimone e Garniga spiega Dellai abbiamo coinvolto 23 ragazzi in un progetto (interviste sulla fienagione) che mette assieme le competenze sulle nuove tecnologie ed il racconto delle tradizioni del passato. Il video verr utilizzato anche dallApt Trento-Monte BondoneValle dei Laghi. Tornando al focus group con

le giovani famiglie, c la disponibilit di 9 genitori a dare del proprio tempo libero per uno spazio da gestire al sabato mattina. Seguendo un po lesempio dellassociazione Mamme insieme, che presidia anticipo e posticipo alla scuola elementare. Il momento di difficolt sul piano economico e sociale si fa sentire in maniera particolare ad Aldeno? Non possiamo dire che ci siano segnali particolari. Aldeno soggetto alla normale crisi di sistema, con il vantaggio della solidariet di paese. Si notano dei segnali di cedimento delle relazioni, comuni nella nostra societ, che portano ad un numero significativo di famiglie monogenitoriali. La visione quindi quella delle soluzioni sostenibili, che non vengono a pesare sulle casse pubbliche. Ad esempio i dati dicono che ad Aldeno per chi ha pi di 75 anni sono 111 su 383 le famiglie unipersonali. Nelle circoscrizioni di Oltrefersina e Meano attivo un telefono dargento, un numero gratuito che rimanda a volontari sul territorio, complessivamente 45 anni. Persone che possono aiutare per una commissione, fare due chiacchiere in compagnia, far sentire meno soli. Anche la coresidenza Itea nellex area della Cantina di Aldeno conclude Dellai porter ad un potenziamento della rete di solidariet. Politiche sociali pi partecipate anche grazie ai 116 questionari compilati dalle famiglie diAldeno.

Attualit

ARIONE

Una cittadella
di Mattia Frizzera

dello sport

Aldeno avr un centro sportivo federale per la formazione e la promozione del calcio in Trentino. La Lega Nazionale Dilettanti finanzier con 500mila euro un nuovo campo in erba sintetica e lilluminazione dei due terreni di gioco.

Suona un po strano sentirsi


dire da Ettore Pellizzari, presidente del Comitato provinciale autonomo di Trento della Figc, che Aldeno ospiter un centro per la promozione del calcio. Chi pratica e segue altri sport sa di essere, per lo meno in Italia, sempre nellombra del pallone sia sul piano dei finanziamenti che della copertura e dellinteresse mediatico. La promozione dello sport che di pi popolari non ce n avr comunque un effetto positivo: dare ad Aldeno ed al Trentino un centro sportivo rinnovato, sommando anche gli sforzi locali per rispondere alle maggiori esigenze di sport con una nuova palestra. L1% degli introiti dai diritti televisivi per le societ professionistiche va in regime di mutualit a finanziare limpiantistica nella Lega Nazionale Dilettanti. Mezzo milione di euro per ogni comitato Figc. Aldeno stato scelto per le potenzialit del centro sportivo e per la facilit di essere raggiunto da ogni localit della provincia. Un po quindi per le stesse motivazioni che hanno portato il centro federale dellAlto Adige a Egna.

Le strutture del centro spiega Pellizzari vengono affidate in comodato duso gratuito per 20 anni per lattivita del Comitato provinciale. Quindi aggiornamenti, allenamenti e partite delle rappresentative, attivit di scuola di calcio. Anche la Societ sportiva Aldeno potr beneficiare di strutture rinnovate: dalla palestra adatta per il calcio a 5 a due terreni di gioco con lilluminazione. Lo storico terreno in erba naturale pi un nuovo vicino campo sintetico omologato per le partite ufficiali fino alla Prima categoria.

Pellizzari prende il cellulare e lintervista continua al telefono con Carlo Tavecchio, presidente della Lnd. Siamo pronti con il finanziamento, poi il Comune porter avanti lappalto. Tavecchio esprime grande soddisfazione per il livello del nostro calcio dilettantistico. Parla da Abano Terme, alla presentazione della Regions Cup, manifestazione Uefa che coinvolge 38 paesi. Attraverso i centri federali lobiettivo sempre pi quello di attrarre anche manifestazioni di livello internazionale. Per la scuola calcistica italia-

Carlo Tavecchio (terzo da sx), durante un sopralluogo al centro sportivo.

ARIONE

Attualit

Panoramica del centro sportivo di Aldeno.

na lobiettivo quello di seguire altre esperienze europee come Spagna, Olanda o Germania? Siamo collegati allinterno dellUefa (lassociazione delle federazioni europee) la risposta secca di Tavecchio. E Pellizzari sulla stessa linea. Forse la tendenza, emotiva, sarebbe quella di seguire le espe-

rienze che sul momento risultano vincenti. Seguire la moda per dirlo pi semplicemente. In pochi anni si passa dalla ragnatela di passaggi e dal gioco di squadra imparato negli anni della cantera in Spagna alla fisicit e apparente semplicit del calcio giocato in Germania. Abbandoniamo la voglia di

vincere ad ogni costo e lagonismo concorrenziale per andare sullaspetto pi importante: lattivit di formazione tecnica e umana. Il centro sportivo di Aldeno sar simile a quello di Terlago? Il centro di Terlago risponde Pellizzari pi legato al Settore giovanile, ad Aldeno si cercher di rivolgersi generalmente alle societ, seguendo progetti, selezioni e valorizzando le rappresentative. Nella nuova cittadella dello sport si punta anche al consolidamento del movimento del calcio a 5. Quale pu essere una linea di sviluppo particolare? Certamente il calcio a 5 femminile conclude Pellizzari crescer molto in futuro, attualmente ci sono 9 squadre ma sono destinate a salire di numero.

Attualit

I rendering della futura palestra (sopra) e la notizia del finanziamento dellopera pubblicata da www.ladige.it (a destra).

Via libera al finanziamento di 1,3 milioni di euro dalla Provincia al Comune di Aldeno per sostenere la realizzazione di una palestra e servizi dell'importo complessivo di 4,287 milioni di euro. Della restante quota da coprire, pari a circa 3 milioni di euro, una parte pari a 2,556 milioni di euro gi stata coperta dalla giunta provinciale con la propria delibera 551 del 2008. La nuova parte di finanziamenti, pari appunto a 1,3 milioni di euro, sono messi sul bilancio provinciale del 2015 per 185.000 euro e su quello del 2016 per il restante milione e 188.000 euro.

ARIONE

... salute
di Riccardo Giuliani

Muoviti!

Un nuovo progetto provinciale di educazione al movimento promosso dallUniversit della terza et.

LUniversit della Terza Et


e del Tempo Disponibile promuove ed attua programmi formativi di ottimo livello sui pi disparati temi culturali suggeriti e scelti dalla sensibilit dei frequentanti le 81 sedi periferiche sparse su tutto il territorio provinciale. Le diverse migliaia di iscritti allUtetd rappresentano dunque una importante fetta della popolazione adulta/anziana del Trentino. Anche in considerazione che gli iscritti superano, spesso di molto, i 40 anni, da sempre accanto ai temi culturali e formativi pi vari, esiste una spiccata attenzione ai problemi della salute in generale e a quelli dellet adulta con i suoi stili di vita; cos accanto a tali proposte figura anche un progetto di educazione motoria articolato su ben 19 attivit sportive, modulate e sviluppate per livelli adatti proprio alle persone adulte. Questo rappresenta certamente un vero fiore allocchiello sia per la variet delle attivit sportive che per la preparazione e professionalit degli istruttori e soprattutto per la progressivit degli obiettivi previsti. La particolare attenzione allattivit motoria rivolta agli adulti,

le competenze raggiunte operativamente in questo settore, il riconoscimento dellefficacia didattica e la capacit di coinvolgere i frequentanti non sono sfuggite alle autorit sanitarie della Provincia. LUnit operativa di Reumatologia dellOspedale Santa Chiara di Trento, lAtmar (Associazione Trentina Malati Reumatici), e lUtetd, assieme allAssessorato alla Salute della Provincia, hanno cos pensato e voluto un progetto di vasto respiro che tenti di coinvolgere un numero molto importante di persone adulte con una proposta/percorso di educazione al movimento. E un progetto rivolto a pazienti

con patologie reumatiche infiammatorie e non, ma in particolar modo a chi si muove poco, a chi ha bisogno di tornare a utilizzare al meglio la propria mobilit articolare e per evitare proprio fenomeni artrosici. Un progetto che metta al centro la persona adulta, spesso sofferente e limitata in certi movimenti fisici. Attraverso lattivit motoria controllata e progressiva o, dove necessario, con percorsi di ginnastica antalgica, si vuol dare risposte a esigenze forti di benessere fisico e psicologico. Quindi attivit fisica specifica, aerobica, come medicina efficace nel trattamento delle patologie reumatiche,

LUniversit della Terza et in palestra.

ARIONE

Attualit

nella cura e nella prevenzione dellartrosi e dellosteoporosi, dei dolori muscolari verso un miglioramento del controllo del dolore Banalmente a tutti si dice: muoviti ! salute. Questo progetto di educazione al movimento nel febbraio 2013 stato sperimentalmente proposto anche agli iscritti della sede Utetd di Aldeno, incentivato e sostenuto dallAmministrazione Comunale e in particolare dallAssessorato alla Cultura. Vi hanno aderito 45 persone (il

50% degli iscritti Utetd), divisi in due gruppi che hanno frequentato le 10 lezioni, svolte settimanalmente nella sala riunioni della scuola elementare. Sono stati incontri affrontati con impegno, costanza e piena soddisfazione, perch si trattato di una verifica di quanto sia efficace lesercizio fisico mirato a misurare e incrementare le personali capacit motorie, ottenendo anche un concreto miglioramento delle algie articolari e un benessere psicofisico. Certamente lesperienza, pro-

prio su richiesta dei partecipanti, verr ripetuta a partire dal prossimo tardo autunno e per un periodo che copra i mesi invernali. Non sar per unattivit fisica specifica riservata solo agli iscritti dellUtetd o dellAtmar; verr anche aperta a tutte le persone iscritte ai circoli anziani e che vogliono vivere positivamente la propria corporeit e contribuire a mantenere la padronanza motoria del proprio corpo. (Informazioni all Utetd di Aldeno o negli uffici comunali a partire da ottobre 2013)

Mio padre e la saga dei 40 di Aldeno nella Grande Guerra


Presentato l11 giugno il libro di don Valerio Bottura sulla Prima guerra mondiale Marted 11 giugno, in una sala del Teatro comunale di Aldeno gremita, stata presentata lultima fatica di don Valerio Bottura: Mio padre e la saga dei 40 di Aldeno nella Grande Guerra e prigionia di Russia 1914 1918. Oltre al Sindaco e al Presidente della Cassa Rurale di Aldeno e Cadine intervenuto Lorenzo Baratter, Presidente del Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina di San Michele allAdige e coordinatore delle manifestazioni per il centenario della Grande Guerra in Trentino. Nel corso serata, presentata da Chiara Schir, Giovanni Mosna ha intrattenuto una lunga conversazione con lautore che ha letto anche un breve brano dal suo libro. Altri brani sono stati letti con impeccabile professionalit da Mauro Bandera. La serata stata anche loccasione per presentare in prima assoluta la canzone La pignatela musicata da maestro Armando Franceschini, presente in sala, su versi di don Valerio. Molto bella lesecuzione del Coro Tre Cime di Cimone diretto dal maestro Gabriele Baldo che ha chiuso in bellezza con la celebre Katzenau richiesta espressamente da don Valerio. Chi desiderasse avere il libro pu rivolgersi in Municipio o alla Biblioteca comunale.

Attualit

10

ARIONE

Zinque e do pezzi,
di Giovanni Mosna

a ogni bar i suoi giochi


ma i moralisti han chiuso i bar e le morali han chiuso i vostri cuori e spento i vostri ardori (F. Guccini)

Che bello se fosse colpa di


qualcuno, se potessimo scaricare su una persona o unistituzione il risentimento per come cambiato il paese. Invece il paese cambiato perch cambiato tutto, anzi ancora un po pi complicato: anche il paese, seppure in piccolissima parte, ha dato il suo contributo al cambiamento del mondo. E cos, ripensando al passato siamo qui, quelli della mia generazione e dintorni, a pensare a quanto era bello nelle ore libere dal lavoro o dallo studio andare al bar, incontrare gente, discutere, bere e fumare E alla sera, ora che si avvicina lestate (si avvicina?), ci guardiamo intorno sulla piazza del paese, sconsolati e ci chiediamo: ma dove sono tutti? Tutti chi? La gente esce sempre meno, si incontrano quelli che portano a spasso il cane, quelli che fanno footing e passano concentrati in silenzio e pochi ragazzi che vociano intorno alloratorio o sulle panchine del parco vicino al vecchio asilo. Per il resto, deserto da aver paura, se non fosse che Aldeno un paese tranquillo. Che cosa fanno tutti alla sera? Basta alzare gli occhi dalla strada per trovare la risposta, per vedere la luce azzurrina

che filtra fra le imposte socchiuse. Colpa della televisione? Gi, sempre colpa della televisione ma forse colpa anche di chi la accende di chi non la spegne e poi colpa una parola grossa. Gi, perch ci deve sempre essere un colpevole? - Che ne pensi tu, Mario? Mario seduto allultimo tavolino in fondo al bar e legge concentrato i giornali. Ogni tanto alza la testa, sorseggia un podella sua birra con lo sguardo perso nel vuoto. Ha

un leggero trasalimento quando mi rivolgo a lui. - Come? Ah? - Chiedevo, dove sono tutti? - Boh a casa, penso, stanno tutti a casa for che mi. - Ti ricordi anni fa - No sta perseguitarme con quel te ricordet, no me ricordo p gnent. Cosa vuoi che ti dica, allora uscivano di casa, adesso no. Punto. Se vede che i g de meio da far. O de pegio. Comunque affari soi.

Tresette al bar degli Alpini.

ARIONE 11

Acquerelli

Al bar per un bicchiere in compagnia.

- Eh s, sar la crisi andare al bar costa anni magri - Se l per quelo, la crisi arrivata nei bar almeno dieci anni fa. Cerano sette bar e riuscivano a lavorare tutti, adesso ce ne sono quattro pi un circolo e fan tutti fatica. - Sette? - S, sette. Il bar degli Alpini, il Miki, le Acli, la Pasticceria di via Florida, lErmam, lAnnetta, lAgnello. Quando tornavo da Trento alla sera dopo lavoro, se volevo passare da tutti arrivavo a casa a mezzanotte. Ma tanto, allora come adesso non mi aspettava nessuno. - E cosa faceva tutta sta gente al bar? Silenzio. So che vorrebbe mandarmi a quel paese per essere coerente con la sua affermazione di un minuto fa ma allo stesso tempo ha voglia di parlare, di raccontare. - Ceri anche tu, o no, a bater el cul al fante. No te sei mai sta en campiom, ma te zugavi e anca al biliardo me par. Al bar si facevano un sacco di cose, si parlava, si litigava,

si faceva amicizia, si beveva, si fumava, si giocava. Erano i punti dincontro della comunit. Per un ragazzo, cominciare ad andare al bar significava in qualche modo entrare nella vita pubblica. Anche se sembra paradossale, visti i tempi, erano anche il luogo dincontro delle generazioni. Quando ti accettavano al tavolino per una Scopa o un Tresette, voleva dire che no te eri p en pissot, cominciavi a essere qualcuno. Naturalmente prima bisognava imparare a giocare e si imparava guardando, guardare, star zitti e imparare. Stessa cosa per il biliardo. Quando avevi imparato le geometrie, i trucchi, il gergo potevi proporti come giocatore, ma dovevi sapere cosera una sponda fina, o na reversa, o il gioco di tre sponde o il traversim. Il tuo compagno di coppia ti dava due bilie e ti faceva giocare per primo: vaghe arent!. E non era facile perch cera sempre pubblico che parteggiava, che consigliava, che incitava. E cerano i campioni che si sfidavano in partite in-

terminabili che duravano tutto il sabato fino a notte fonda e la domenica dal pomeriggio in avanti fino alle soglie del luned. Qualche volta ti prendevano come mezet come vagador (quel che ghe va). Ti mettevano una mano sulla spalla e ti dicevano :zuga cort e vaghe arent, oppure en mez al pr o ancora fghelo bel (el traversim). Qualche volta, con i pi umani si discutevano insieme le strategie ma generalmente, quando la tensione per la partita saliva, non vedevi lora di giocare le tue bilie e poi lasciare il campo al campione. Cera un modo di dire, imparato da un vecchio giocatore, che rendeva lidea dello stato danimo del mezet che aveva gi giocato la seconda bilia: il nostro comitato labbiamo nominato e adesso faccino loro! Proprio cos, congiuntivo compreso, na liberaziom! - In un certo senso, Mario, quel che succedeva intorno al biliardo era una scuola di vita.. - Non esagerare come sempre, non costruire teorie, che bisogno c? Una scuola di vita, che parole grosse. Se tu la smettessi di teorizzare avrei tante cose da raccontarti, potresti scriverci un libro ma dovrei essere sicuro che non ci fai la morale, che non vuoi ricavare teorie sociologiche, dimostrare assunti ideologici. - Parli difficile - Cosa credi, ho letto anchio qualche libro e in questi ultimi anni e soprattutto ho scoperto che nei bar vuoti e silenziosi si pensa bene me dispiass per i baristi

Acquerelli

12

ARIONE

- un atteggiamento un po da misantropo - Cosa fai, lo psicologo adesso? Da bravo, varda che desmto! - No no ti prego, continua, parlami delle carte. - Che carte? - I giochi delle carte - S, dai che ho cap. Eh quella una storia lunga.. - Quasi un aspetto della cultura che si perso - Eccolo naltra volta con le teorie : la scuola di vita dela briscola ciamada. Te me fai proprio rider. Ma no se boni de tr le robe per quel che l? Ghav sempre bisogn di tacarghe sora n etichetta. Finch non le avete etichettate non siete tranquilli. Avete paura che scappino via? Che sfuggano al controllo? - Ma no, per capire meglio - Per capire, caro mio, bisogna aprire non chiudere, bisogna togliere le etichette non appiccicarle - Certo, Mario, ma non so se hai capito bene quel che volevo dire - Ho cap, non preoccuparti che ho capito. Le carte l na bela storia, anzi tante storie, ogni gioco una storia. Da noi si giocava principalmente con le carte trentine ma cera anche qualcuno che si giocava il caff a Scala Quaranta e cera anche qualche giocatore di Poker semiclandestino, piccoli gruppi appartati e silenziosi di cui i benpensanti parlavano sottovoce i zuga a soldi!. Alcuni bar, come il bar degli alpini e la Rotonda dellErmam era-

no veri e propri templi della Scopa, del Tresette e del Terziglio. Era anche questo un rito quotidiano oltre che del fine settimana. Nel tardo pomeriggio, verso le sei, i locali erano al gran completo, i tavolini tutti occupati, i ritardatari a far da spettatori. Si giocavano i giochi principali Scopa, Tresette e Terziglio appunto ma anche le varianti come il Treset Revers, chiamato anche chi fa meno e poi el Dobelom. Questo era una Scopa particolare giocata con cinquantadue carte, complessa anche nel conteggio dei punti e dotata di un suo lessico particolare i onori, i sboracini, eccetera. Un giorno te lo spiego e te lo racconto meglio. Dalla Annetta, al Bar Stella, si giocava anche a Briscola Ciamada e a Zinquiglio. - Pensa te! C ancora qualcuno che pratica questi giochi? - Che li pratica non c pi nessuno, penso. Forse qualcuno al circolo anziani. C comunque un gioco che ad Aldeno non si pratica pi, la Marianna. Lultima volta lho visto giocare dallOttavio Mosna tanti anni fa, ma io non lo conosco. - Forse, Mario, bisognerebbe chiedere a qualche anziano - S, va bem domndeghe ti per, ch mi som stuf. - Beh, ma mi hai detto che mi avresti raccontato - S, ma naltra volta. Adesso vago a casa. Non vedi che la cameriera ha gi cominciato a pulire il pavimento? un modo garbato per dire che se nem, ghe fem en piazer. Usciamo dal bar e ci troviamo

sulla piazza deserta. Non tardi, fa fresco, passa qualche automobile. Mario si guarda in giro, stringe le spalle e si accende una sigaretta. - Sono tutti a casa, ma non dormono, guardano. Sono diventati tutti spettatori. Invece di andare al bar a chiacchierare, bere, fumare e discutere, guardano alla televisione quelli che vanno al bar a bere, chiacchierare e discutere. Lo guardo perplesso. - Non capisco, Mario. - Non mi sembra che i discorsi dei talk show o dei programmi di intrattenimento siano di livello molto elevato. Quando va bene si pu dire che sono discorsi da bar. Quel che non capisco perch tutti abbiano rinunciato a provarci e si accontentino invece di guardare altri che discutono per finta. Anche per la politica cos. Un tempo cerano i comizi, gli incontri con i cittadini che incoraggiavano la partecipazione, ora ci sono gli show politici che non sono altro che una delle numerose varianti dellintrattenimento, uno spettacolo insomma; la gente li sta a guardare, vede i protagonisti azzuffarsi in modo indecente, parteggia per luno o per laltro e cos si illude di aver partecipato, di aver dato il proprio contributo al dibattito politico. Invece siamo solo spettatori (me metto dentro anca mi) e per di pi paganti. Bom, vago a casa. Comunque, te me disevi de quela canzom i moralisti han chiuso i bar Mi sa che stavolta Guccini ha cannato. un bel verso ma no l la verit. Bonanot. - Buonanotte, Mario.

ARIONE 13

Acquerelli

anche contadino
Nel dicembre del 2011 alcune aziende agricole locali aprono il mercato contadino ad Aldeno in piazza Cesare Battisti al civico 23. Da quel momento, tutti i luned mattina, Emanuela e Stefania propongono i loro prodotti e quelli di altre aziende convenzionate che svolgono la loro attivit nei paesi di Cimone, Garniga Terme ed Aldeno. Da parecchi anni e sempre pi spesso, nel linguaggio comune, si sentono usare termini quali biologico, genuino, equo-solidale, chilometri zero, rispettoso ed altri ancora. In particolare, se questi

Al luned il mercato
di Lucio Bernardi
Iniziativa che nasce con lo scopo di valorizzare e promuovere le produzioni tipiche del territorio.

termini vengono usati con riferimento a prodotti alimentari, non si fa fatica ad intendere quali siano gli alimenti ritenuti pi idonei per una alimentazione considerata sana e naturale. Il mercato contadino nasce ed finalizzato alla valorizzazione ed alla promozione delle produzioni tipiche del territorio. La produzione dei prodotti offerti responsabile e rispettosa dei cicli produttivi, nellottica della promozione di modelli di sviluppo sostenibile. Favorire occasioni di incontro fra imprenditori agricoli locali e consumatori permette di persegui-

Prodotti a Km 0 del mercato contadino del luned.

re il duplice obiettivo di una maggiore redditivit per le imprese e la trasparenza nei confronti dei consumatori rispetto a provenienza, freschezza e qualit dei prodotti. Tramite la riduzione della catena distributiva, si auspica inoltre un effetto positivo sui prezzi al consumo dei prodotti agricoli e dei loro trasformati, nonch, sullinquinamento atmosferico derivante dal trasporto delle merci. Infine possibile, attraverso attivit didattiche e dimostrative da realizzare nellambito del mercato, perseguire lobiettivo di diffondere leducazione alimentare, linformazione al consumatore, maggiori conoscenze del territorio e delleconomia locale. Il mercato contadino, pertanto, un esempio di filiera corta, cio quellinsieme di attivit che prevedono un rapporto diretto tra produttore e consumatore, che accorcia il numero degli intermediari commerciali e garantisce al consumatore lassoluta freschezza, qualit e rintracciabilit del prodotto, ad un prezzo pi conveniente rispetto a quello praticato negli esercizi commerciali. Tornando al nostro mercato

Economia

14

ARIONE

chiedo ad Emanuela, a Stefania ed a Paolo come nata lidea di aprire questo punto vendita. Allunisono rispondono che lintenzione era quella di proporre dei prodotti che rispecchiassero le caratteristiche descritte, offrire unaltra opportunit al paese, oltre al fatto che quanto proposto prodotto curato e qualitativamente valido. Commentano come lattivit di vendita abbia avuto un buon inizio e che questo riscontro sia continuato per buona parte del 2012. Con linizio dellautunno 2012, per, hanno rilevato un calo di affluenza dovuto probabilmente ad una contrazione generale degli acquisti da parte dei consumatori. Sottolineano, anche, come un calo di affluenza sia dipeso dalla chiusura di unattivit commerciale che operava nelle vicinanze. La loro affermazione mi fa venire in mente quanto, qualche anno fa, mi era stato spiegato e cio che nella giornata di mercato settimanale, i ne-

Da sinistra: Manuela Dallapiazza, Paolo Malfer e Stefania Chiappa.

gozi limitrofi al mercato stesso, non perdono clientela, ma ne guadagnano, data labitudine degli acquirenti di servirsi di entrambe le proposte commerciali. A precisa domanda rispondono che nelle loro intenzioni provare ad aprire il mercato un secondo giorno, probabilmente un pomeriggio di fine settimana. Ritengono indispensabile non lasciare niente di intentato ed fondata la speranza che offrire unulterio-

re opportunit comporti, per chi nella giornata di luned mattina non riesce ad usufruire del servizio, maggiori possibilit di coinvolgimento. Il mercato propone prodotti di varie aziende agricole ed in particolare formaggi e latticini dellazienda Dallapiazza Orlando, ortaggi di stagione dellazienda Giarolli Barbara, il miele dellazienda Lape operaia ed i vini delle aziende Maso ai Dossi, Maso San Giorgio e Rev. A conclusione della nostra chiacchierata mi invitano a fare un appello, a chi non lo avesse ancora fatto, a visitare il mercato ed assaggiare le loro proposte. Ringraziano tutti quei cittadini che hanno creduto, e tuttora credono, alliniziativa proposta ed ai principi che questa forma di commercio ha nelle proprie radici. Sono molto grati a coloro che dimostrano solidariet per questa branca del settore agricolo, in quanto attivit di primaria importanza, ma troppo spesso viene dimenticata.

ARIONE 15

Economia

In classe parliamo
inglese e tedesco
Tutto cominci il 28 gennaio 2011 ci ricorda puntuale la Maestra Mariateresa Larentis, classe 3A della scuola elementare di Aldeno. Era un venerd, ed alla porta della classe si era presentata Teacher Rosy, la maestra Rosy Leopardi, alla quale era stato affidato il compito di incominciare, con la classe, un percorso di CLIL (Content and Language Integrated Learning apprendimento linguistico integrato), linsegnamento di alcune materie in lingua inglese. Era un venerd, e Teacher Rosy, con laiuto di un borsone stile Mary Poppins, inizi ad affascinare i bambini della prima elementare con le prime parole di indi Maurizio Cadonna
La Scuola elementare di Aldeno lunica scuola in Provincia che propone due lingue straniere fin dalla prima classe.

glese, sotto forma di gioco e di scoperta, unora alla settimana, stimolando in loro la curiosit verso una lingua finora mai affrontata. Tutto questo era frutto di una programmazione avvenuta mesi prima, da quando la scuola elementare di Aldeno aveva deciso, anche su invito di un gruppo di genitori, di approfondire la cosiddetta veicolarit, cio linsegnamento delle diverse discipline in una lingua straniera. Il coraggio e la competenza didattica dei maestri, la vivacit di Teacher Rosy e la naturale predisposizione dei bambini per lapprendimento portarono verso la fine dellanno scolastico a trattare in inglese anche i

(da www.englishblog.com)

primi concetti di storia, i giorni dellanno, le settimane, i mesi, le stagioni, il tempo meteorologico. Lanno successivo le ore dedicate alla veicolarit divennero 7 alla settimana, nella materie di arte, musica, attivit motoria, scienze e storia. Teacher Rosy pass il testimone a Teacher Jennifer, la maestra Jennifer Ruiz che, con il maestro Corrado Perini, portarono la classe a consolidare gli apprendimenti dellanno precedente ed a sviluppare nuovi concetti. A settembre 2012 arriv infine Teacher Marco, il maestro Marco Antonacci, mentre la veicolarit veniva estesa anche alle classi prime e seconde, investendo pi della met dei bambini frequentanti la scuola. Musica, educazione motoria, scienze e geografia, la familiarit dei bambini con questo tipo di metodo permette di lavorare in modo costruttivo, con una bella interazione tra compagni e con il maestro, nellambito di un programma attentamente studiato. Gli esiti sono solidi e duraturi ci dicono la maestra Mariateresa ed il maestro Marco, perch il piano annuale stato

Scuola

16

ARIONE

rivisto alla luce di questo metodo, fissando obiettivi imprescindibili e proponendo ai bambini verifiche periodiche, anche di carattere operativo. Non si fa inglese, si fa la materia, si apprendono concetti, si sviluppano nei bambini la concentrazione e lintuizione, si abitua il ragionamento. Nessun ritardo, dunque, nello sviluppo del programma annuale, che viene completato come in qualsiasi classe tradizionale. Linglese , semplicemente, un valore aggiunto. Qualche confusione con il tedesco? E possibile, ma una confusione momentanea, dicono i maestri con la crescita e la prosecuzione degli studi tutto si sistema. La mente rimane aperta allapprendimento di pi lingue ed anche questo un fatto positivo. La riprova dellefficacia di questo metodo si avuta con larrivo, nella classe 3^, di due bambini da uno Stato straniero, che si esprimevano utilizzando normalmente linglese. Ebbene, in breve tempo tutti i loro compagni, sfruttando proprio ci che avevano appreso, hanno iniziato a dialogare in maniera naturale in inglese, arrivando a comprendersi, aiutarsi, diventare amici. La veicolarit in inglese una risorsa, non un limite ci sottolinea il maestro Marco, con convinzione, ed i risultati confermano questa conclusione. Ricordiamo, per inciso, che la

Il gioco del multilinguismo da www.ec.europa.eu/languages.

scuola elementare di Aldeno lunica scuola in tutta la Provincia che fin dalla prima classe propone la doppia lingua, inglese e tedesco, mentre i programmi di studio tradizionali prevedono lintroduzione della seconda lingua soltanto dalla classe quarta. un importante valore aggiunto, in un mondo che si apre ogni giorno di pi al dialogo ed al confronto tra le nazioni. Gli ingredienti alla base del successo? Bisogna crederci, essere convinti, mettersi in gioco

riassume la maestra Mariateresa. Maestri entusiasti e preparati, famiglie attente ed aperte alla novit, il sostegno dellAmministrazione comunale dal primo giorno, il contributo della Cassa Rurale di Aldeno in fase di avvio, tutti questi aspetti costituiscono le basi di un progetto che, iniziato venerd 28 gennaio 2011, mette davvero al centro i bambini di Aldeno fornendo strumenti per essere, in futuro, cittadini protagonisti dellEuropa del domani

ARIONE 17

Scuola

Sceglilibro
...in seguito a questa esperienza leggeremo pi spesso e volentieri.

di Alecsandra, Anna, Giorgia, Michela, Beatrice. 1 A e 1 B scuola media di Aldeno

Tutto iniziato a novembre


2012, quando i professori di italiano ci hanno portato in biblioteca. Ok, un bel progetto, s ma di cosa si tratta precisamente? Il 29 novembre si svolto il primo incontro in biblioteca, al quale hanno partecipato entrambe le prime della scuola media di Aldeno (ed anche le quinte elementari). Una simpatica ragazza, Marta, attrice di professione, ci aspettava in sala lettura ha spiegato cosa fosse questo progetto e ci ha presentato i 5 libri. I libri partecipanti al concorso

erano: 1. Troppo mitico di Gianfranco Liori. Un libro che parla di Salvatore, un calciatore, che non avrebbe mai voluto diventarlo. Questo anche il libro della cinquina che ha vinto, con 274 voti. 2. La musica del mare di Annamaria Piccione. Il libro racconta la storia di Rosario, il figlio di un pentito di mafia la cui vita cambier dopo un incontro in spiaggia con Anna. Il libro arrivato 2 con 209 voti. 3. I giardini degli altri di Marta Barone. Nina e Olivier, due personalit diverse legate da un

I lettori aldenesi alla festa finale del concorso Sceglilibro, ad Andalo.

quadernino che nasconde il mistero di Paloma. Grazie a questa avventura scopriranno il vero senso dell amicizia. Il libro stato molto apprezzato arrivando cos 3 con 146 voti. 4. La grande avventura di Geremia Smith di Guido Sgardoli. Un bel giorno alla porta dello scrittore Walter Pickett bussa il protagonista di tutti i suoi libri, il clown investigatore Geremia, che pretende di essere il personaggio principale di un libro pi serio. Il libro arrivato 4 con 99 voti. 5.Marco Polo e l anello del Bucintoro di Vanna Cercen. Quando Marco aveva ancora 14 anni il padre di Stefano, il suo migliore amico, doveva costruire lanello del Bucintoro, ma Aristippo, il suo fornitore di pietre preziose dallOriente gli rub lanel-

Scuola

18

ARIONE

Ginfranco Liori Troppo mitico per i giovani lettori.

lo. Il libro, purtroppo, non stato molto apprezzato classificandosi cos ultimo con 88 voti. Quel giorno ognuno ha scelto un libro e se lo portato a casa. Finiti di leggere i libri ci siamo nuovamente recati in biblioteca per un altro entusiasmante incontro nel quale abbiamo giocato a capire a quale dei 5 libri appartenessero alcuni oggetti che Marta ci aveva portato. Dal 10 al 24 aprile abbiamo avuto lopportunit di votare i libri che ci sono piaciuti di pi sul sito www.sceglilibro.it , sito sicuro controllato dalle nostre care bibliotecarie. Il giorno 23 maggio 2013 al Palacongressi di Andalo si sono riunite le scuole partecipanti al concorso, provenienti da tutto il Trentino. A presentarci gli autori cera Marta, la stessa attrice che ci aveva accolto negli incontri in biblioteca. Purtroppo erano pre-

senti solo due degli autori dei cinque libri presentati: Gianfranco Liori di Troppo mitico e Marta Barone, lautrice di I giardini degli altri. Con gli altri tre scrittori abbiamo comunicato via skype o ci hanno parlato in video registrati. Nel resto della giornata Otto il Bassotto, laiutante di Marta, ci ha

intrattenuti e sono stati premiati i migliori commenti positivi e le migliori critiche scelte dagli autori. Il premio in palio era un lettore di ebook. In seguito Marta Barone ha effettuato lestrazione di un premio: la 1A ha vinto una merenda al buio, offerta dallUnione Ciechi, da condividere con tutta la scuola. Verso mezzogiorno siamo usciti allaperto, dove abbiamo mangiato in un bellissimo parco e raccolto gli autografi dei vari autori. Secondo noi lesperienza stata molto piacevole, istruttiva e speriamo di ripeterla in futuro. A nome di tutti i nostri compagni, siamo orgogliose di dire che questo progetto stato davvero molto interessante, ma non soloha permesso a tutti noi di scoprire una passione segreta per i libri. Probabilmente,in seguito a questa esperienza leggeremo pi spesso e pi volentieri. ciaooooooooooooo!!!

La consegna del premio al vincitore Ginfranco Liori.

ARIONE 19

Scuola

Solidariet
alimentare
Aldeno Solidale un gruppo
Caritas che si costituito allinizio dellanno, in gennaio, per rispondere a delle necessit che organi competenti come lAssistenza Sociale e la Parrocchia segnalano. Il gruppo in corso di formazione, aperto ad ogni necessit e attualmente costituito da circa una trentina di volontari. Aldeno Solidale socio dellAssociazione Trentino Solidale Onlus Progetto 117 che incaricato della raccolta, preparazione e consegna di alimenti freschi da distribuire alle famiglie e a singoli soggetti in stato di bisogno, di vera necessit. LAssociazione Trentino Solidale, quindi, raccoglie alimenti freschi che sono ritirati giornalmente da di Gruppo Caritas
Un nuovo gruppo distribuisce alimenti a famiglie e singoli in stato di bisogno.

supermercati e Famiglie cooperative, li lavorano e preparano per essere distribuiti alle varie organizzazioni, sorte nel territorio, per raggiungere famiglie o singole persone che versano in stato di bisogno. Si distribuiscono alimenti freschi che hanno scadenza quasi immediata e che necessariamente dovranno essere consumati in stretto intervallo di tempo.

Aldeno Solidale risponde alle necessit pi urgenti.

E certamente un servizio di grande utilit per famiglie e persone che versano in stato di grave necessit. Deve avere un alto carattere di riservatezza e cautela. Nel tempo avr anche bisogno di verifiche, affinch la distribuzione sia sempre a favore dello stato di necessit. Gli alimenti saranno distribuiti nelle giornate di marted e venerd, nel pomeriggio dalle ore 15 fin verso le 16,30, presso le sale della canonica. Desideriamo che questo servizio si svolga nel migliore dei modi, nella riservatezza assoluta, nellaccoglienza, cercando veramente di rispondere e andare incontro alle necessit delle persone che versano in stato di bisogno e di ristrettezza economica.

Societ

20

ARIONE

Costruire comunit
di don Daniele Morandini
Alcune riflessioni per cercare un nuovo stile: perdono, sorrisi, solidariet, attenzione agli ultimi ed ai problemi degli altri.

Credere, che meraviglia!


Che fortuna che hai tu, a credere mi dicono a volte persone che non hanno conosciuto lamore di Dio (cos pi bello chiamare i non credenti). Io rispondo sempre che gli atei non esistono, e che, se guardano bene, anche loro credono in qualcosa: gli oroscopi, la sfortuna, la predestinazione, o come minimo i pareri del fruttivendolo o della cugina dellestetista. Chi non crede in Dio finisce (purtroppo) per credere a tutto. Credere una meraviglia e riempie la vita, per credere non pu diventare una pia pratica relegata nelle chiese, il nostro credere deve trasformarsi in vita quotidiana, in stile, in mitezza, in sopportazione, in pazienza. Costruire comunit nel 2013 significa ripartire, per noi cristiani, da una fede pi concreta. Papa Francesco continua a ripeterlo: dare segni concreti e non parole. Mi sembra di percepire che oggi pi che mai c bisogno di persone diverse, che affrontano i problemi in modo nuovo senza troppe permalosit, arrabbiature, superbie o arroganze. Noi, spesso, amiamo immaginarci impe-

gnati in lotte drammatiche tra il bene e il male, nobili cavalieri della luce che impugnano spade laser, invece il nemico spesso non ha bisogno di agitarsi tanto con noi, gli bastano le nostre debolezze, le distrazioni, le abitudini incrostate, la svogliatezza, lincostanza. Sembriamo quegli amanti che fanno proclami eterni: io per te, cara, sarei disposto a tutto, attraverserei oceani e vallate e deserti e scalerei montagne. Allora ciao amore, ci vediamo alle cinque. Se non piove. La superbia o lorgoglio con cui dobbiamo lottare si manifestano in quattro modi principali: Quando si pensa che il bene derivi da noi stessi; quando si crede che, se ci viene dato dallalto, per i nostri meriti; quando ci si vanta di avere quello che non si ha; quando, disprezzando gli altri, si aspira ad apparire gli unici dotati di determinate qualit. Tutto ci che fanno gli altri, anche se fatto bene, non piace allorgoglioso; gli piace solo ci che fa lui, anche se fatto male. Disprezza sempre le azioni degli altri e ammira sempre le proprie, perch, qualunque cosa faccia,

crede daver fatto una cosa speciale e, in ci che fa, pensa al proprio tornaconto; crede di essere in tutto superiore agli altri, e mentre va rimuginando i suoi pensieri su di s, tacitamente proclama le proprie lodi. Non vi sembre che, purtroppo, anche nelle nostre comunit spesso si annidino queste caratteristiche negative? Costruire comunit significa cambiare se stessi, i propri egoismi, dimenticare i torti subiti, perdonare, assumere uno stile nuovo fatto di sorrisi, attenzione agli ultimi e ai problemi degli altri. Costruire comunit significa dare un futuro ai nostri figli fatto di solidariet e altruismo. Buon estate a tutti.

Nuovo altare nella Chiesa parrocchiale di Aldeno.

ARIONE 21

Societ

giovani 2013
Anche questanno ci ritroviamo su queste pagine per presentare le proposte e i progetti targati Arcimaga per lanno 2013. Il Piano Operativo Giovani Arcimaga nasce da un intenso lavoro di ascolto del territorio e frutto di collaborazioni tra istituzioni, gruppi informali giovanili, associazioni e organizzazioni. Questa realt presenta tuttavia caratteristiche sociali e territoriali tra loro molto diverse. Condizione essenziale per il successo dei progetti del Piano, in prima analisi la creazione di solidi legami tra lattivit e le comunit di riferimento. In questottica tutti gli attori protagonisti hanno dimostrato disponibilit e interesse alla collaborazione con lintento di sostenere la crescita personale e sociale del mondo giovanile locale. Mi piace poter definire il nostro Piano Giovani di Zona come uno

Arcimaga, il Piano
di Paolo Bisesti
Le attivit per i giovani a ciclo continuo, unestate per pensare a idee e progetti per il 2014, da presentare a partire da settembre.

spazio, unoccasione, uno strumento utile alla costruzione di politiche giovanili del territorio, favorendo e incentivando la partecipazione dei giovani e della collettivit, creando e mettendo a disposizione spazi di comunicazione, conoscenza, confronto, analisi e valutazione. I progetti e la iniziative del Piano Giovani possono svilupparsi in molti ambiti differenti. Aprescindere dallambito di attivit specifico, i progetti devono proporre attivit volte alla formazione dei giovani e allo sviluppo di competenze attraverso lapprendere, il conoscere, il fare, aprendo cos

ad una dimensione globale senza dimenticare il locale e le proprie radici. Entrando nel merito del Piano Operativo Arcimaga 2013 emergono alcuni specifici elementi fondanti: la presentazione di progetti dal basso, il lavoro di rete, la sostenibilit economica delle proposte, loriginalit e linnovazione, la presenza di attivit che favoriscano sviluppo di competenze, la condivisione dellidea progettuale. Il Tavolo ha scelto di favorire la presentazione di proposte progettuali riguardanti i temi ritenuti prioritari rispetto al contesto sociale, culturale, economico del territorio e ai bisogni dei giovani quali volontariato, intercultura, arti, sport, economia e mondo del lavoro. Emerge una particolare attenzione per il mondo della musica, quale veicolo per unire generazioni diverse, scoprire, sperimentare e contestualmente promuove la multiculturalit

Societ
L

22

ARIONE

e la solidariet internazionale. E affrontato il tema del credito e del risparmio, con particolare attenzione ai giovani impegnati nel momento di passaggio verso let adulta. Si vuole dare spazio alla valorizzazione del territorio e delle sue peculiarit, in unottica di animazione, dialogo intergenerazionale, ma anche conoscenza della realt storico-sociale. Positiva infine la novit rappresentata da un iniziativa che riguarda la tematica dello sport e dellarte come esperienza di gioco, crescita e formazione psico-fisica del giovane. Piace sottolineare come lambito della ricerca ricopra nelle modalit operative dei progetti una significativa importanza a dimostrazione della voglia e capacit dei giovani progettisti di mettersi attivamente in gioco. I progetti, tutti ugualmente importanti e significativi alla luce del contesto dal quale nascono, ci danno la possibilit, in senso pi ampio, di guardare ad un lavoro frutto di un intenso e partecipato processo di progettazione che unisce negli intenti un variegato

contesto giovanile alle diverse realt associative e amministrative. Prima di salutare, vorrei rivolgere un messaggio a tutti i giovani lettori. Oltre alle iniziative gi citate, Arcimaga pu e vuole essere unopportunit per realizzare un vostro progetto. Farlo molto semplice. Presentate al referente tecnico unidea, indicando la persona di riferimento, il contesto in cui lidea nata, cosa si vuole programmare: quando, dove e per chi, possibili partner o soggetti con cui collaborare, le risorse che servono per realizzare il tutto. Per veder realizzato un progetto nel 2014 (da marzo a dicembre) presentate la vostra proposta al referente tecnico a partire da settembre 2013. Que-

sto permetter di lavorare assieme sulle vostre idee e trasformarle cos in veri e propri progetti. Tra dicembre 2013 e gennaio 2014 tutti i progetti saranno valutati dal Tavolo di lavoro del Piano Giovani e dalla Provincia Autonoma di Trento. Le iniziative approvate, nellanno 2014, diventeranno realt! Arrivati al termine di questa breve presentazione, lauspicio che possiate trovare in ognuna di queste iniziative occasioni di incontro e crescita e magari scoprire la voglia di mettersi in gioco in prima persona, diventare giovani propositivi e protagonisti nella costruzione dellattivit del Piano Giovani di Zona Arcimaga. Visita il sito www.arcimaga.org e seguici su facebook.

ARIONE 23

Societ

Un laboratorio per
la collettivit
Luce fioca e dipinti di vario
genere sui muri, brani musicali di cui non si a conoscenza e un odore acre di chiuso e di sudore, specialmente durante le feste: questo potrebbe essere il Circolo Giovanile Culturale e Ricreativo per un curioso che ci mettesse piede casualmente per la prima volta. Poco pi di due salette arredate allessenziale, un bagno spesso di Anna Forti
Unico in Trentino, il Circolo Giovanile Culturale e Ricreativo di Aldeno frutto di una politica lungimirante ancora in grado di dare fiducia ai giovani.

rotto, qualche divano, delle chitarre e un calcetto caratterizzano uno spazio che non attrae certo per i pochi agi di cui dispone, quanto per latmosfera di cui intriso. Un luogo in cui il tempo perde la forma stigmatizzata che laffanno della societ esterna gli impone ed in cui lincontro con laltro pu finalmente trovare la propria ragion dessere esclusivamente

nello stare insieme in quanto tale. Una possibilit per poter esprimere le proprie potenzialit mettendole gratuitamente a disposizione di tutti, per provare a mettersi in discussione attraverso il dialogo, per cercare di organizzare attivit che possano suscitare entusiasmo anche negli altri e, soprattutto, per divertirsi. Valore, quello del divertimento, riconosciuto in tutte le epoche, al di fuori di quella puritana, per la sua funzione fondamentale nel consentire alle persone di staccare da situazioni di disagio e provare piacere. La musica quindi, in quanto declinazione dellarte, svolge un ruolo centrale nellazione liberatoria propria del divertimento, permettendo infatti ai ritmi esistenziali di ognuno di unirsi in un movimento comune e di trascendere quindi la propria individualit con i suoi specifici problemi, per entrare in contatto con quella dimensione di totalit che ci caratterizza, ma di cui troppo spesso ci dimentichiamo. Per questo lorganizzazione di concerti che possano esprimere la musica in tutto il suo valore artistico, al di l del mero ruolo di in-

Societ
L

24

ARIONE

trattenimento cui troppo spesso viene relegata, divenuta negli anni una delle attivit principali del Circolo Giovani, spesso meta di gruppi di ragazzi provenienti da dentro e fuori paese per divertirsi secondo le note ed il ritmo della serata. Gente strana secondo la definizione di alcuni, persone legate a valori non convenzionali secondo altri, per lo pi giovani interessanti che apportano una carica positiva di linfa vitale ad un territorio tendente allisolamento identitario, in realt. Perch non si tratta nientaltro che di giovani, in un posto per giovani, appunto. Ed essere giovani in fin dei conti non una questione det, ma uno stato mentale. la capacit di pensare il cambiamento, di non accettare lesistente come necessario, ma di sapersi porre il dubbio del perch le cose siano come sono, cercando di opporsi a ci che non va. Lopposizione pu trovare varie forme,

il dubbio pu produrre spaesamento, lincapacit di cambiare le cose e il dover vivere secondo schemi sbagliati pu creare disagio. Ma nel momento in cui ci si adatta allesistente si vecchi e in un certo senso gi morti. Per questo saper credere nella forza sociale dei giovani, lasciando loro degli spazi da gestire in modo autonomo anche con la possibilit di sviluppare forme di organizzazione alternativa, una prova a cui la comunit deve esporsi per evitare di soccombere sotto le rovine di schemi cultu-

rali che per forza di cose si faranno anacronistici. Per questi motivi il Circolo Giovanile Culturale e Ricreativo risponde a tutti gli aspetti che il suo nome presenta. giovanile perch le persone non aperte allincontro e al cambiamento vi si sentono fuori luogo; ricreativo in quanto promuove attivit legate al divertimento; ed culturale perch nel suo modo di agire contempla la possibilit di unevoluzione degli schemi di riferimento, funzionale al futuro della collettivit stessa.

ARIONE 25

Societ

di talento

Generazione
di Mattia Maistri
Intervista a Paola Bandera (serie B1 di pallavolo) e Carlotta Baldo (Verona calcio femminile), giovani speranze dello sport italiano.

Sono due ragazze diverse,


Paola e Carlotta, per carattere, et e passioni sportive. Ma entrambe hanno energia da vendere e un talento che le sta portando ai vertici nazionali (e pure internazionali) dei loro adorati sport: pallavolo e calcio. Le abbiamo incontrate e ci siamo fatti raccontare la loro storia, che sembra ricordare quella di tanti altri atleti che sono

riusciti a fare il salto di qualit. Lo stesso che alla portata delle nostre due compaesane. Iniziamo, in ordine di et, con Paola: discorsi articolati e grande umilt. Pronti, attenti, via! Partiamo con una scheda biografica a raffica: nome, et, scuola frequentata, squadra di apparte-

nenza, ruolo. Mi chiamo Paola Bandera, sono nata il 10/10/1994, frequento lultimo anno del Liceo sociopsico-pedagogico di Trento e gioco a pallavolo come centrale della Delta Informatica Trentino Rosa in serie B1. Bene. Ora proseguiamo, con calma. Come ti sei avvicinata alla pallavolo? Siamo curiosi, in particolare, di sapere come avvenuto il passaggio in serie B1: telefonata inaspettata, convocazione sul campo, promozione automatica... In realt, la mia carriera, presto detta in quanto ho iniziato a giocare solamente 6 anni fa. Mi sono avvicinata alla pallavolo grazie ad alcune amiche del paese con cui condividevo questa passione. Da allora ho sempre giocato a Mattarello, nel Torre Franca, dove ho fatto tutta la trafila delle giovanili. Contemporaneamente ho partecipato inizialmente al campionato di seconda divisione e poi a quello di serie D. Ho anche militato nella squadra ATA Trento nel campionato di under 18. Infine arrivata la chiamata in B1 dal no-

Personaggi

Paola Bandera.

26

ARIONE

Le caratteristiche del centrale sono principalmente laltezza e la rapidit. Il compito principale del centrale il muro, deve provare a leggere le scelte degli avversari per contrastarne lazione. Inoltre, laltro suo incarico, consiste nellattaccare. Gli attacchi principali del centrale sono vari, fast, sette, c e doppia c e i pi frequenti, nonch quelli che preferisco, il primo tempo e la due.
Paola (nr. 10) attacca.

stro attuale direttore sportivo che allora era dirigente della serie D in cui giocavo. Quindi a giugno ho iniziato a fare gli allenamenti di selezione, a luglio ho avuto la conferma della mia ammissione e il 20 agosto sono iniziati ufficialmente gli allenamenti e la preparazione atletica. Ad oggi ci alleniamo dalle 3 alle 5 ore al giorno, escluso il mercoled, presso la palestra Marie Curie di Pergine. Qual stata la tua reazione alla convocazione in serie B1? Non dirci che non sei saltata di gioia! Altroch! Quando mi stato comunicato ho provato emozioni indescrivibili: un mix di gioia, ansia, meraviglia e voglia di fare. Per me rappresentava davvero la realizzazione di un sogno e un motivo di orgoglio e soddisfazione. Prima di proseguire aiuta i nostri lettori a capire in cosa consiste precisamente il ruolo di centrale.

Qualche modello tra i professionisti? Il centrale a cui mi ispiro il cubano Simon, un vero fenomeno! Ci hai descritto prima un impegno semi-professionista, segno che la pallavolo conta moltissimo. Cosa rappresenta per te, oggi, questo sport? E per il domani hai qualche pensiero speciale? La pallavolo la mia pi grande passione! Mi piace praticarla e seguirne tutte le vicende, anche fuori dal campo. Mi ha dato loccasione di conoscere gente nuova e di stringere amicizie vere, sincere e durature. Mi ha permesso, inoltre, di vedere posti sconosciuti e soprattutto di maturare molto. Credo, infatti, che lesperienza di questanno mi abbia responsabilizzato e mi abbia fatto capire quanti sacrifici e rinunce siano necessarie per arrivare in alto. Per il domani mi auguro di poter continuare a coltivare questa passione e a frequentare questo

Paola a muro.

ambiente. Come riesci a coniugare attivit sportiva di alto livello e la vita privata? Penso in particolare agli impegni scolastici e alle amicizie. davvero difficile, in questo momento pi che mai, dato che si avvicina la maturit e nel contempo le ultime partite ci richiedono un ulteriore grande sforzo per lammissione ai playoff. Ho dovuto fare dei sacrifici e delle rinunce, ad esempio, mi sono trovata a ripassare quanto studiato anche dopo allenamento, quindi verso mezzanotte, o pi tardi. Ricordo il giorno del mio diciottesimo compleanno a Brescia a fare un amichevole contro una squadra di serie A2: certo non avrei mai immaginato di trascorrerlo cos. Forse una delle cose che mi sono costate di pi stata rinunciare alla festa dei coscritti del 1994 perch impegnata ad Udine in trasferta. Siccome si gioca di sabato sera, quasi mai posso partecipare alle

ARIONE 27

Personaggi

uscite in compagnia, ma i mie amici mi hanno compresa e supportata, condividendo anche i miei successi e le mie sconfitte. Sembra la vita di un esiliato! Ma no! Le soddisfazioni sono state molte, e far parte di una squadra importante e prestigiosa, come la Delta Informatica Trentino Rosa per me un privilegio che non osavo immaginare negli anni scorsi. Ho incontrato dirigenti e tecnici molto competenti che mi hanno fatto capire che lo sport una questione di muscoli e forza fisica, ma anche di tenacia, volont, motivazione: coinvolge cio tutti gli aspetti della persona. Mi sono anche resa conto che i mitici atleti che vediamo in televisione e ai quali ci ispiriamo sono davvero dei fuoriclasse e che quello che si vede in tv, che sembra cos facile e naturale, in realt frutto di ore di preparazione, fatica, sudore

Tutto questo per presuppone una buona amalgama di squadra... Sono molto riconoscente alla mie attuali compagne di squadra. Allinizio ho fatto fatica ad integrarmi in un gruppo in cui non conoscevo nessuno, con persone di et diversa dalla mia e con esperienze altrettanto diversificate. Alcune di loro sono professioniste a cui io guardo con grande rispetto e ammirazione. Vorrei precisare che io non sono titolare e molte partite le vivo con trepidazione dalla panchina. La cosiddetta gavetta insegna, comunque, a rispettare il ruolo di tutti, ad ammettere che ci sono persone pi brave di te ed a rimanere a disposizione anche se non serve. Questi ultimi aspetti, forse, li ho compresi solo ora, ma riconosco loro un grande valore. Lo sport offre continue sfide, non solo sul campo. Prova a raccontarci la pi importante sfida vinta e quella che an-

Personaggi

cora brucia. Se penso alle sfide che ho perso penso a tutte le sconfitte subite nel corso degli anni oppure le vado a ricercare nei rapporti poco felici, nelle incomprensioni con allenatori o con qualche compagna, che mi hanno segnata e demoralizzata. Ma penso che le sconfitte arrivano per tutti, e da queste bisogna prendere spunto per migliorare. Molte volte devo rinunciare a parecchie cose per la pallavolo e questa, per me, una sfida. Una sfida che mi aiuta a crescere, a diventare una persona migliore. Unaltra sfida che spesso mi si presentata il confronto con i miei limiti e le mie potenzialit fisiche. In questo caso si parla di costanza, passione, volont, pazienza, tenacia e soprattutto di umilt. Il mio sport d emozioni, gioie ma anche delusioni, acciacchi e disturbi fisici in cui spesso sono incappata in questo anno: dolorose contratture muscolari, fratture, distorsioni... La vittoria pi grande comunque laver partecipato a un campionato di B1 a soli 18 anni e quella di aver avuto vicino una squadra (penso in particolare a quella dello scorso anno) che mi ha voluto un mondo di bene quando la mia famiglia ha dovuto superare momenti difficili. Questa una vittoria non sul campo, ma che forse ha pi valore, perch dimostra proprio come lo sport sia una scuola di vita. Giochiamo con limmagina-

28

ARIONE

stamente anche io cerco di dare il mio piccolo contributo nel gruppo giovani della parrocchia, dove molti bambini partecipano alle attivit delloratorio e dei campeggi. Chiss, magari in futuro potrei occuparmi di una squadra di pallavolo per i pi piccoli, per avvicinarli a questo sport che ti insegna a rispettare i diversi ruoli e, soprattutto, facilita lintegrazione a lamicizia tra le persone. ***
Le ragazze della Trentino Volley Rosa.

zione: tra dieci anni dove vorresti trovarti e a fare cosa? In questo momento un po difficile immaginarlo anche perch sto decidendo il percorso universitario che intraprender e non ho le idee molto chiare. In ogni caso penso che la pallavolo, indipendentemente da quella che sar la mia vita professionale, rimarr sempre una passione che probabilmente continuer a coltivare, continuando a frequentare lambiente anche per le molte amicizie che questo mi ha regalato. A proposito di presente e futuro: cosa prova una ragazza della tua et a vivere unepoca come questa? Quali sono le sensazioni prevalenti? Una ragazza della mia et in questo momento prova soprattutto smarrimento, incertezza e inadeguatezza. La societ di oggi non d nessun punto di riferimento e tutto molto precario. Cosa si fa

allora? Spesso ci si rifugia nella famiglia, nel gruppo, nella musica o si sogna, che ne so, la televisione. comprensibile, ma sbagliato. Lo sport pu aiutare in questo, bisogna rifiutare la passivit e combattere. Dobbiamo reagire, studiare le lingue, studiare materie nuove, non stancarci di cercare e di informarci. Dobbiamo essere pronti a spostarci, duttili, abituarci a lavorare duramente, anche allestero. Ci attendono gravi difficolt, difficili prove ma non dobbiamo avere paura. E veniamo al tuo rapporto con Aldeno. Com iniziato e come prosegue? Con la mia famiglia siamo arrivati ad Aldeno nellanno in cui ho iniziato la scuola elementare e ci siamo trovati fin da subito bene. un paese attivo, con molte associazioni e molti servizi, nel quale abitano molte persone generose verso la comunit. Molto mode-

Ora proseguiamo con Carlotta: una sedicenne dalle risposte secche e con grinta da vendere. Sei il nostro astro nascente del calcio femminile, ma ai lettori va rinfrescata la memoria: ricordaci dove giochi e soprattutto come hai cominciato. Attualmente gioco nel Verona, (una tra le quattro societ pi titolate nel panorama del calcio femminile italiano). Ho iniziato a giocare praticamente quando ho cominciato a camminare, anche se i miei genitori non volevano perch consideravano il calcio uno sport per maschi. Cos mi sono dedicata allo judo per due anni. Finch... Finch in terza elementare sono riuscita ad impormi. Andavo sempre a vedere le partite di mio cugino Riccardo e un bel giorno la madre di un suo amico ha convinto mia mamma e mio pap a iscrivermi ad un mese di allenamenti di

ARIONE 29

Personaggi

Carlotta Baldo con la maglia della Nazionale.

prova ad Aldeno. Pensavano che avrei mollato subito ed invece...ora gioco ancora a distanza di otto anni, e con una voglia di pallone che cresce sempre pi, della serie lappetito vien mangiando! Ruolo? Centrale di centrocampo, alla Pirlo se vogliamo fare un confronto con i campioni della serie A maschile, sempre con il dovuto rispetto sintende. Comunque il mio modello Alice Parisi, anche lei trentina, ora al Tavagnacco, una squadra friulana. Ora ho la fortuna di allenarmi con Melania Gabbiadini (sorella di Manolo, juventino e nazionale under 21), sicuramente una delle pi forti calciatrici italiane di tutti i tempi, due volte pallone doro. Non deve essere stato facile per una ragazza, anzi una bambina, giocare in una squadra di maschi. Al contrario! Finch ho potuto giocare con loro non volevo sen-

tire parlare di squadre femminili! Pensa che con i maschi ho militato per sei stagioni nellAldeno e mi sono sempre trovata molto bene. In fondo incontravo sul campo gli stessi compagni di classe con cui mi ritrovavo a giocare anche alla ricreazione. Quando cresci insieme con qualcuno non badi pi alle differenze. E poi cosa successo? Ho cominciato a frequentare gli stage estivi del Chievo Summer

Camp e un agente del Bardolino (ex squadra di serie A, ora confluita nel Verona) mi ha notata e mi ha invitato ad un provino. Avevo 14 anni e mia mamma non era molto contenta della proposta: temeva che il cambio di vita fosse troppo pesante. Tuttavia il mio adorato allenatore, Paolo Dematt, mi ha convinta, facendomi capire che certi treni passano una volta sola. Cos ho accettato la sfida e sono riuscita ad entrare nellunder 14 di una delle pi forti squadre del campionato. Il resto unescalation, vero? Successivamente sono passata nella primavera del Verona e nel febbraio scorso ho cominciato ad allenarmi quattro o cinque volte a settimana con la prima squadra. Fino al debutto nello stesso febbraio contro il Monza: la mia prima volta in serie A! Qual laria che si respira

Personaggi

Carlotta, con stile magistrale, dal calcio dangolo.

30

ARIONE

nel campionato di vertice? latmosfera che ho sempre sognato, lobiettivo che mi sono sempre posta. Il giorno della partita entri nello spogliatoio due ore prima e assisti a cose diversissime: chi si riscalda presto, chi si concentra con le pratiche pi assurde, chi scherza per scaricare la tensione, chi parla italiano, chi inglese... Inglese? S, in squadra abbiamo alcune straniere e non tutte parlano ancora bene litaliano. Anche questa unoccasione per scoprire mondi diversi e per ampliare i propri orizzonti. Siamo ormai a fine campionato: come andata? Siamo arrivate quarte, dietro Torres, Tavagnacco e Brescia. Non andata benissimo, visto che lanno scorso avevamo centrato il secondo posto. Probabilmente il doppio impegno campionatoChampions League ci ha tolto forze preziose. Ora sei di fatto nella rosa della prima squadra. Ma non ti sei accontentata dei successi nazionali. Hai pure assaporato il profumo dellerba dei campi internazionali. A gennaio sono stata convocata per la prima volta dalla Nazionale under 17: eravamo in 60, ma sono riuscita a farmi notare fino ad entrare nel gruppo che ha partecipato agli Europei in Irlanda del

Nord. In campo internazionale la nostra Nazionale non tra le favorite, perch ci sono veri e propri squadroni: Usa, Spagna, Svezia. Tuttavia, durante gli Europei ci siamo qualificate per la seconda fase ed stato un bel successo. Quali saranno i prossimi impegni con la Nazionale under 17? Nuovamente gli Europei: ho ricevuto il fax con la convocazione per uno stage a Parma a inizio giugno. Ricevere il fax dalla Figc sempre unemozione indescrivibile, ti ripaga di tutti i sacrifici. Non so se sar convocata per gli Europei che si disputeranno in Bulgaria a fine giugno, sicuramente ce la metter tutta per staccare il biglietto aereo per Sofia, ma la concorrenza spietata e a volte serve anche un pizzico di fortuna. Fino ad ora hai descritto un mondo che ricorda molto quel-

lo del calcio pi famoso, quello maschile. Tu che sei cresciuta giocando con i maschi, quali differenze hai trovato passando allo sport femminile? In effetti c un salto, ma non come si potrebbe pensare. Il calcio maschile molto agonistico e atletico, mentre quello femminile pi lento, anche se estremamente tecnico. La tecnica la qualit pi importante per emergere. Per fortuna non accade come tra i maschi dove i giocatori vengono presi a chilo: nel calcio femminile anche chi gracile o non molto alta pu diventare un punto di riferimento per la propria squadra. Penso, ad esempio, a Valentina Boni, attaccante del Brescia. E alta solo 1 metro e 57, eppure ritenuta una delle migliori giocatrici italiane. A proposito, di questioni di genere: inizialmente nelle universit statunitensi (dove nato lo sport femminile di alto

La squadra Primavera del Verona.

ARIONE 31

Personaggi

livello) le atlete venivano allenate da donne, ma appena i risultati hanno cominciato a interessare anche gli sponsor e il mercato sono arrivati subito gli allenatori maschi. C ancora questa discriminazione: atlete donne ma allenatore maschio? Premetto che per me indifferente avere un allenatore uomo o donna. Per vero che spesso il primo allenatore maschio, mentre il secondo allenatore per lo pi una donna. Ma tra i due non c grande differenza tecnica o gerarchica; lunica diversit che il primo sotto i riflettori e compare sui giornali, mentre la seconda lavora nellombra. Usciamo dal campo e parliamo di scuola. Immagino sia difficile coniugare lintensa attivit agonistica a Verona e lo studio al Liceo linguistico di

Sono ancora molto legata a 45 vecchi compagni delle scuole medie, ma ormai ho pi amici a Verona che in Trentino. Spesso, dopo le partite, mi fermo con alcune compagne di squadra e la loro compagnia, quindi il trasferimento credo non sarebbe cos traumatico. Dove sar Carlotta tra dieci anni? Beh, diciamo che il mio cartellino mi lega al Verona fino ai 25 anni e mi piacerebbe proprio riuscire a giocare stabilmente in serie A, magari abbinando al calcio gli studi in Scienze motorie. Tuttavia, ho anche un altro sogno: quello di trasferirmi dopo il liceo in un college americano per studiare e giocare l, dove il calcio femminile in costante ascesa. Il nostro capitano della Nazionale under 20 c riuscita. Chiss che un giorno anchio...

Trento. S! Mi ritrovo a studiare in macchina, oppure dopo allenamento quando quasi ora di cena. E i prof che dicono? Non fanno sconti. Ed anche giusto cos. Per mi dispiace quando non dimostrano interesse per quello che faccio, sembrano non darci importanza. Non sarebbe pi comodo vivere a Verona? Sicuramente. Da quando sono entrata a far parte della rosa della prima squadra sto valutando con i miei genitori la possibilit di trasferirmi in convitto a Verona ed iscrivermi a scuola l. Ma una scelta difficile, anche dal punto di vista economico. Fino ad ora mi sono pagata tutto, perch soldi ne girano, ma non per le pi giovani. Alcune giocatrici riescono a prendere anche 2-3 mila euro al mese e quasi nessuna lavora stabilmente. Se per caso dovessi trasferirti a Verona sar difficile rompere le relazioni che hai qua, magari proprio ad Aldeno...

Personaggi
L

32

ARIONE

e passione sportiva
di S.S. Aldeno

Giovani

Soddisfazioni dai giovani nel volley, nel calcio e nello judo. Una stagione sportiva da raccontare ed unestate davanti per programmare.

Larrivo dellestate mette la


parola fine ad unaltra appassionante stagione per la Societ Sportiva Aldeno. Raccontare questa avventura, significa in primo luogo dare valore ed espressione a quegli ideali di passione e impegno che, da sempre, contraddistinguono le nostre proposte, significa, in una parola, raccontare una storia che ci vede ancora tutti, dalla dirigenza ai giovani atleti, protagonisti sul campo con il nostro lavoro. Questo assieme il nostro capitale e la nostra forza. Per quanto riguarda il settore calcio, lanno che abbiamo da poco concluso ci ha visto nuovamente impegnati nel proseguimento di iniziative, strutturate ed articolate nelle quotidiane attivit della Scuola Calcio, passando per le squadre dei Giovanissimi, Calcio a 5, culminando infine con limpegno della nostra Prima squadra nel difficile campionato di Prima Categoria. Il primo tassello di questo importante progetto rappresentato dalla nostra Scuola Calcio. Questultima ha rivestito un importanza centrale nella programmazione della nostra attivit ed ha

avuto per oggetto esclusivo la formazione, la preparazione e la gestione di giovani atleti. Attraverso varie tappe i bambini e ragazzi coinvolti hanno potuto avvicinarsi alla disciplina del calcio, visto sempre come un gioco, come un momento per stare assieme, come un occasione di crescita prima di tutto umana. La stagione sportiva 2012-2013 ha visto la nostra Societ allestire, con grande impegno di risorse umane e finanziarie, ben 4 categorie organizzate dalla Figc per un totale di oltre novanta tesserati. Per lattivit programmata stato predisposto un apposito staff tecnico addetto alla formazione sportiva e al coordinamento di ogni categoria allestita. Il percorso di formazione parte con il grup-

po Piccoli Amici, cui aderiscono bambini e bambine delle annate 2005 e 2006 ( e ci piace sottolineare lincoraggiante risposta in termine di nuove iscrizioni) continua con le tre squadre dei Pulcini delle annate 2002-2003-2004, e la squadra Esordienti, nati nel 2000-2001. Un plauso particolare va proprio ai ragazzi di mister Martinelli, per limpegno e la passione dimostrate, tradotte sul campo in brillanti risultati sportivi. Anche questanno stata senza dubbio rilevante la presenza di ragazzi provenienti dai paesi limitrofi, grazie alla collaborazione con le societ vicine. Tutto ci significa aver permesso a ragazzi dai 5 ai 12 anni, attraverso un impegno che ci vede coinvolti a vario titolo

La squadra Esordienti della S.S. Aldeno.

ARIONE 33

Sport

I Giovanissimi in campo in Val di Fassa.

in tutto larco della settimana, la pratica del gioco del calcio con lobiettivo di migliorare le capacit tecniche di questi giovanissimi atleti grazie al lavoro di allenatori preparati e istruttori qualificati ed abilitati chiamati a coordinare la quotidianit dellattivit in programma, coadiuvati da accompagnatori responsabili. Obiettivo essenziale, oggi come ieri, deve essere la crescita dei nostri ragazzi secondo seri principi morali, per poter formare non solo dei buoni calciatori ma soprattutto persone corrette, leali e responsabili, capaci di riconoscere oltre alle regole del campo di calcio anche quelle poste dalla societ in cui si vive. Come nella scorsa stagione, la categoria Giovanissimi rappresenta la squadra maggiore del settore giovanile giallorosso, in quanto ormai da tempo la categoria Juniores manca dei numeri minimi per poter confezionare una rosa atta a portare a compimento unintera stagione, mentre i giovani appartenenti alla categoria Allievi lavorano in quel di Ravina per poi

essere pronti direttamente al salto in Prima Squadra. Questanno sono state le classi 1998 e 1999 a comporre lorganico a disposizione del nuovo mister, Ferrero Scali, gi nelle giovanili di Villazzano e Rotaliana. Una rosa formata inizialmente da 16 giocatori ma che, soprattutto nel girone di ritorno, ha dovuto pescare a piene mani tra i giovani classe 2000 degli Esordienti, causa infortuni o ritiri in corso danno. Nonostante queste difficolt, lallenatore toscano riuscito a dare una buona identit di gioco alla squadra, un gruppo tecnicamente valido ma incompleto nella copertura di alcune zone del campo. Dopo la sconfitta allesordio a Moena contro i Monti Pallidi, la squadra giallorossa ha inanellato una serie di risultati positivi che le hanno permesso di scalare la classifica. Vittoria dopo vittoria, il sogno di conquistare il successo finale prendeva piede nello spogliatoio, ma Valcembra e Monti Pallidi rispondevano sempre colpo su colpo. Lultimo mese di campio-

nato ha espresso il proprio verdetto, quantomeno per lAldeno: il rocambolesco pareggio 3-3 in casa del Verla (sotto di due gol al 90, incredibile doppia segnatura nel recupero) e le sconfitte nelle trasferte contro Dolomitica e Dolasiana, hanno tagliato fuori dalla corsa al primo posto la squadra allenata da Scali. Il mancato successo finale non deve cancellare quanto di buono visto durante lintero arco del campionato. Una squadra che raramente si fatta schiacciare dagli avversari nella propria met campo, anzi spesso riuscita ad imporre il proprio gioco, sia con fraseggi palla a terra tra i giocatori tecnicamente pi dotati, sia con lanci lunghi per i veloci attaccanti. La vittoria finale non deve mai essere un obiettivo di inizio stagione, ma deve diventare il coronamento di un lavoro costante e fruttuoso svolto durante tutta la settimana. Dopo un paio di campionati piuttosto deludenti sotto il profilo dei risultati, la stagione della squadra di calcio a 5 della S.S. Aldeno si aperta con alcune novit, la pi importante delle quali stata sicuramente lapprodo in panchina di Mirko Beozzo, che ha detto addio al calcio giocato dopo essere stato tra i fondatori della squadra ed avervi militato per otto anni. A lui si sono aggiunti validi innesti nei vari settori del campo, che hanno completato la rosa dei giallorossi, rendendola apparentemente promettente ed attrezzata per una stagione di buon livello.

Sport

34

ARIONE

Purtroppo per, come spesso accade, i risultati non si sono rivelati allaltezza delle aspettative. In un campionato abbastanza competitivo, lAldeno ha dovuto affrontare numerosi inconvenienti, legati sia alle imperfette condizioni fisiche di qualche giocatore, sia allo scarso impegno messo in allenamento ed in partita da qualcun altro, ai quali vanno aggiunte prestazioni di squadra spesso insufficienti sotto il piano del gioco e della grinta. Ecco che quindi, anche questanno, i giallorossi si sono trovati a navigare per tutta la stagione tra gli ultimi posti della classifica, pur riuscendo a togliersi qualche piccola soddisfazione. La prossima stagione potrebbe portare a nuove sorprese e cambiamenti nella rosa, possibilmente con giovani leve disposte a mettersi in gioco con sacrificio e voglia di imparare, con la speranza di tornare ad essere una squadra che scende in campo consapevole di lottare per un piazzamento importante. Per quanto riguarda la Prima Squadra, le ultime due stagioni sportive hanno regalato agli esigenti tifosi giallorossi due annate positive. Le ottime prestazioni, che spesso hanno visto protagonisti i giocatori giallorossi, hanno permesso alla nostra compagine di ritagliarsi un importante spazio nel panorama calcistico locale. La capacit di affrontare le difficolt e i cambiamenti a livello di organico e staff tecnico stata senza dubbio la caratteristica pi impor-

tante di una squadra che ha cercato sempre di offrire allesigente pubblico giallorosso buone prestazioni dal punto di vista del gioco e una certa tranquillit in termini di risultati. Da questo punto di vista il plauso pi grande va proprio a chi in questi anni ha sposato con continuit la causa giallorossa diventando, non solo pilastri della squadra, ma vere e proprie bandiere. La capacit di affrontare un campionato, certamente non eccelso dal punto di vista tecnico ma estremamente difficile dal punto di vista agonistico, coniugando bel gioco e risultati sportivi, ha rappresentato a nostro avviso il punto di forza di una squadra con ampi margini di miglioramento. Tutto ci pu rappresentare per dirigenti e atleti un punto di partenza in quel percorso di valorizzazione di risorse umane e sportive, indispensabili per determinare quello che sar il nostro futuro. Allargando lo sguardo alle altre discipline protagoniste dellattivit del nostro sodalizio, stata confermata, anche per questan-

no, lattivazione di tre corsi di judo e difesa personale rivolti ai pi giovani. Questa disciplina, che ha saputo conquistare una buona fetta di appassionati, impegna attivamente oltre venti ragazzi e numerosi adulti sia nellambito sportivo che organizzativo. La risposta in termini di interesse ed adesioni, riflette il buon lavoro affrontato negli anni dal settore, capace di offrire una valida risposta alle esigenze emerse nelle nostre Comunit. Come certamente saprete, la Societ Sportiva Aldeno tornata, dopo diversi anni, ad organizzare in proprio una proposta formativa legata al mondo della Pallavolo attraverso la realizzazione di corsi di mini volley e volley under 18. La nascita di Aldeno Volley rappresenta infatti unimportate novit nel panorama sportivo della nostra comunit. Vogliamo proporre attraverso le parole dei protagonisti il racconto di questa nuova avventura. Non facile trascrivere nero su bianco tutto quello che abbiamo vissuto in questo primo anno di gestione autonoma. Il pensiero

Aldeno Calcio a 5.

ARIONE 35

Sport

va alla prima manifestazione di beach volley che si svolta a Garniga Terme in occasione della festa di Ferragosto, manifestazione che inaspettatamente ci ha portato buona visibilit sul territorio ed anche sulla stampa locale , con un giornale online che ci ha dedicato un simpatico servizio. A meta settembre abbiamo invece iniziato la nostra nuova avventura nel Comune di Aldeno. Nuova perch la sezione Aldeno volley era allinizio della sua attivit, nuova perch dovevamo creare dal niente un gruppo di atleti che desiderassero allenarsi e divertirsi insieme, nuova perch aveva inizio un rapporto di collaborazione con allenatori che professionalmente non conoscevamo. E cos siamo partiti...con entusiasmo e anche con un po di paurae in compagnia degli allenatori Paola, Nicoletta, Alberto, Valentina abbiamo subito iniziato a programmare ed organizzare al meglio le attivit del mini volley; attivit che in questo primo anno

hanno portato buoni frutti dal punto di vista delle adesioni e dellimpegno con circa una cinquantina d iscritti nelle varie categorie: gioco volley, minivolley e super minivolley. Insieme a tutti loro abbiamo trascorso momenti bellissimi, dalla Festa di Carnevale alle occasioni ufficiali come le Attivit Promozionali Minivolley organizzate dalla Federazione Pallavolo. Ma la sfida pi grande stata quella di riuscire a formare una squadra che potesse partecipare ai Campionati di categoria e labbiamo vinta ! Abbiamo raggruppato 12 ragazze delle scuole medie che aiutate dagli allenatori Alessio, Sarah, Ilaria e spinte dalla loro profonda passione per la pallavolo hanno partecipato ai Campionati Federali Fipav riuscendo a salire sul podio come vincitrici a pieni punti del girone di appartenenza. Hanno inoltre preso parte ai campionati Csi raggiungendo il terzo posto nella classifica finale.

Le ragazze dellAldeno Volley.

Ma questo solo linizio: se pensiamo al futuro abbiamo ancora molto da fare. Daltra parte siamo una societ giovane con tanta voglia di crescere, di imparare e metterci in gioco. Nel mese di giugno saremo impegnati in attivit promozionale con la parrocchia di Aldeno e con la Circoscrizione di Ravina e Romagnano. Approfittiamo di questoccasione per comunicare a tutti che siamo alla ricerca di ragazze nate nelle annate che vanno dal 1999 al 2002 per ampliare le categorie under 13F e under 14F che debutteranno il prossimo settembre. Un ringraziamento particolare va a tutte le atlete e alle loro famiglie, al Comune di Cimone, alla Societ Sportiva di Aldeno e agli sponsor, Cassa Rurale di Aldeno e Cadine, Pizzeria Hotel Miramonti , Cadin Sport, Archimede, Sistema Verde e Giorgio Bocconeperch senza il loro aiuto non saremmo mai riusciti ad arrivare fino a qui. Il nostro sito internet, www.aldenovolley.it, la pagina facebook, e lindirizzo e-mail, aldenovolley@gmail.com sono sempre attivi. non esitate a contattarci per qualsiasi informazione. Giunti ormai alla conclusione, spero che tutti voi possiate ritrovare in queste parole la prova concreta di quella passione, impegno ed entusiasmo che anima il nostro lavoro, ritrovare nel ricordo intenso di un annata, lessenza stessa della nostra lunga storia.

Sport

36

ARIONE

Sotto la ali degli


angeli... ed altro
di Lisa Paternuosto
Dopo il saggio ad Aldeno altre possibilit di vedere e praticare ginnastica, tra le quali uno stage con Adriana Crisci, olimpionica a Sidney.

Sabato 1giugno tutte le allieve della Ginnastica Aldeno si sono cimentate nel consueto saggio di fine anno, dal titolo Sotto le ali degli angeli. Il saggio una festa durante la quale mostriamo quello che abbiamo imparato ai genitori e a tutti coloro che vogliono venire a vederci, in una cornice di musica, allegria ed emozioni. Cerchiamo di trasmettere a chi ci guarda la gioia che proviamo quando pratichiamo ginnastica. Grazie alla qualificazione che abbiamo ottenuto nelle gare tenutesi a Cles nel mese di febbraio, (GPT 1 livello), dove sono arrivata prima sia nel corpo libero che al trampolino e Maddalena Oliana prima nel corpo libero e terza al trampolino, rispettivamente ciascuna nelle proprie categorie, alla fine di giugno parteciperemo ai campionati nazionali di ginnastica artistica a Pesaro. Nella stessa gara, che per loro era la prima, hanno ottenuto buoni piazzamenti anche Jasmine Manica e Sofia Paternuosto: potrebbero anche essere ripescate ed avere anche loro la possibilit di gareggiare a Pesaro.

Speriamo di divertirci e fare bene almeno come lanno scorso! Dal 15 al 20 luglio sar ad Aldeno Adriana Crisci, una grande campionessa di ginnastica artistica, finalista olimpionica a Sidney 2000, vincitrice di due medaglie d argento agli europei Juniores (1996), cinque medaglie ai giochi del Mediterraneo (1997), e tanto tanto altro che per mancanza di spazio non posso scrivere, terr uno stage di ginnastica acrobatica aperto a tutti i ragazzi e ragazze dagli 11 ai 29 anni. Sono benvenuti ginnasti, ex-

ginnasti e anche quelli che non hanno mai fatto ginnastica, perch non c nessuna limitazione, a parte per lo spazio... quindi sar data la precedenza ai primi che si iscriveranno. Ci sar posto anche per istruttori di ginnastica o aspiranti tali, che vorranno farsi un interessante aggiornamento. Venerd 19 alle 21, poi, ci sar una serata speciale intitolata Ginnasta per sempre. Lolimpionica Adriana Crisci si racconta, intervistata da Ilaria Leccardi, autrice del libro Polvere di magnesio. Storie di ginnasti e

ARIONE 37

Sport

Adriana Crisci alla trave.

ginnastica dove narrata, tra le altre, anche la storia incredibile di Adriana. Tra il resto, Adriana

lunica ginnasta italiana che allet di 30 anni riuscita a gareggiare ancora, dopo una lunga pausa, ottenendo risultati fantastici e portando la sua squadra in serie A... un esempio davvero unico! La settimana si concluder sabato alle 21 con uno spettacolo a cui parteciperanno Adriana e tutti gli iscritti allo stage. Questo stage inserito nellambito del progetto, proposto dallAssociazione Sportiva Dilettantistica Ginnastica Aldeno in collaborazione con Arcimaga, GINNASTIKA REBETIKA: la risposta rivoluzionaria alla crisi! Come attraverso larte e lo sport, i giovani diventano pro-

tagonisti attivi e creatori del proprio futuro. La Ginnastica, madre di tutti gli sport e forma dArte diventa maestra di Vita. Sar un onore potersi allenare ed esibire con unatleta di tale spessore e importanza, non capita certo tutti i giorni. Questo stage sar la ciliegina sulla torta di un anno molto ricco e intenso per la Ginnastica Aldeno che si appresta a concludere il suo trentunesimo anno di attivit. Per iscrizioni e informazioni riguardanti la nostra attivit e lo stage potete rivolgervi alla nostra Responsabile Tecnica Sheila Mosna (cell. 347/4480339 e-mail: sheilamosna@katamail.com)

Sport
L

38

ARIONE

Remo Mosna in rosa


di Mattia Frizzera
Pi di 40 Giri dItalia visti dal fotografo di Aldeno, una mostra a Palazzo Eccheli-Baisi di Brentonico per larrivo di tappa della MoriPolsa.

Durante il mese di maggio a


Palazzo Eccheli Baisi il colore dominante stato il rosa. Scatti di generazioni di grandi ciclisti che si susseguono come delle dinastie in rosa. Si parte da Eddy Merckx, passando per Bernard Hinault e Francesco Moser, fino ai ciclisti in rosa degli ultimi decenni: il re di Navarra Miguel Indurain e poi Toni Rominger, Marco Pantani, Gilberto Simoni, Ivan Basso per citarne solo alcuni. Se si pensa al ciclismo per immagini in Trentino non pu che venire in mente Remo Big Mosna, che racconta nei suoi scatti 40 anni di Giro dItalia. Dal 1973 non ne ha perso uno e ne ha seguiti

anche negli anni precedenti. Del Giro 1973 uno scatto sulla salita sterrata che da Garniga portava alle Viote del Bondone, con Eddy Merckx in rosa. Il belga vinse quella tappa ad Andalo, Mosna quel giorno fece una piccola impresa motociclistica, raggiungendo larrivo di tappa dalla Valle dei Laghi e costeggiando il Lago di Molveno. Remo Mosna di poche parole, anche perch lo scatto dice pi di tante altre cose. Ed uno scatto che fa ripartire i ricordi, di quel giro con gli amici o guardato in tv o da bimbo con i parenti. Come quellespressione mista tra rabbia e malinconia di Marco Pan-

Inaugurazione della mostra a Palazzo Baisi, Brentonico.

Da sinistra: Gilberto Simoni, Francesco Moser, Remo Mosna e Alessandro Bertolini.

tani, sul Manghen il giorno prima dellinizio del suo declino a Madonna di Campiglio nel 1999 con la positivit al doping. Fa impressione vedere il groviglio di biciclette e corpi su un rettilineo di una volata: d il senso della precariet di una lotta a 70 Kmh in mezzo ad uno sciame di corridori in lotta. Per vincere la volata, ma anche magari solo per un piazzamento. D lidea di un timing concordato anche uno scatto che non pu non far sorridere: una decina di corridori, tutti assieme, urinano nel fosso. Una stanza di palazzo Baisi stata dedicata agli sport invernali, il Giro dItalia in mezzo alla neve. Un po come ledizione 2013. La mostra di Mosna stata ospitata anche dalla Cantina MoriColli Zugna.

ARIONE 39

Sport

accompagnatori di alpinismo
Un percorso formativo per crescere ed acquisire nuove competenze.

Nuovi

di Giovani SAT

Nel corso del 2012 stato


proposto ad un gruppo dello Staff giovani SAT di Aldeno di intraprendere un precorso formativo per accompagnatori sezionali di alpinismo giovanile. Consapevoli del trovarsi di fronte ad una possibilit per crescere ed acquisire nuove conoscenze e competenze hanno accettato con molto entusiasmo. Il primo step formativo si svolto appunto nel 2012, stato un impegno durato diverse giornate dove sono state affrontate varie tematiche sia da un punto di vista teorico che pratico. stato spiegato cos lalpinismo giovanile e quali progetti educativi la SAT ha messo in campo per avvicinare ed entusiasma-

re sempre pi i giovani. Al termine del corso, il responsabile ha proposto la possibilit di rafforzare e completare la formazione dei nostri ormai accompagnatori sezionali partecipando alla formazione della figura di accompagnatore regionale di alpinismo giovanile previsto per il 2013. Ad inizio anno arriva il bando del corso, sicuramente impegnativo e strutturato in 12 giornate di formazione teoriche e pratiche. Senza esitazione, con il ricordo fresco della bella esperienza vissuta, non solo formativa, ma anche umana, si sono iscritti per lesame di selezione previsto per accedere a questa nuova sfida. Sono state gi fatte quattro giornate cariche di tanti insegna-

menti condivise con i tanti amici che, come tutti noi, hanno tanta voglia di crescere ed imparare per trasmettere lo stesso entusiasmo a tutti i giovani satini. Le molte amicizie fatte ci hanno dato la possibilit di intraprendere nuove iniziative insieme agli accompagnatori delle diverse Sezioni, programmando con loro delle uscite di arrampicata su vie a pi tiri e tante altre novit che verranno svelate durante lanno. Augurandoci che i giovani siano sempre numerosi ed apprezzino il nostro impegno, cogliamo loccasione per ringraziare il nostro presidente e tutto il direttivo per averci sostenuto in questo percorso formativo. Vi aspettiamo sempre numerosi, i vostri accompagnatori.

Associazioni
L

40

ARIONE

Al Club per ritrovare


di Carlo

la propria dignit

Il Club Altinum occasione di incontro e dibattito tra persone con un problema comune. Un incontro che aiuta a cambiare.

Capita sempre pi spesso di


leggere sui nostri giornali, anche a caratteri cubitali, articoli riguardanti luso di alcol, di incidenti stradali e sul lavoro, spesso mortali, provocati proprio da un inebriamento alcolico. Senza ombra di dubbio sono articoli che al momento suscitano sorpresa e stupore, ma poi tutto presto si dimentica, lasciando per tante famiglie nella disperazione. I problemi alcol-correlati, proprio nella nostra regione, assumono sempre pi proporzioni allarmanti e drammatiche. Si consuma alcol in et sempre pi giovane; anche a soli dodici anni si comincia a fare uso di questa sostanza! E cos, andando avanti, non ci si ferma pi alla sbronza del fine settimana, ma lassunzione di alcol diventa unabitudine, uno stile di vita, anche oltre le possibilit del proprio organismo. A mio parere sarebbe sempre pi necessaria una corretta informazione, costante e capillare; gli articoli sui giornali vanno bene, certo, ma importante, per quello che almeno personalmente ho potuto sperimentare, la conoscen-

za del Club, un opportunit offerta a chiunque cerchi un punto di ristoro alle sofferenze che purtroppo i problemi legati allalcol spesso provocano. E proprio per questo che la conoscenza dellattivit del Club andrebbe portata fuori, nella comunit, come vera testimonianza che di problemi alcolcorrelati se ne pu parlare e che insieme si pu trovare una soluzione. Il Club non un luogo chiuso e segreto e nemmeno la sede di una strana setta; le persone che lo frequentano non sono ammalati in quarantena, sono semplicemente famiglie che, in un momento particolare della loro vita, si sono trovate in difficolt a causa di una sostanza e che insieme, condividendo esperienze comuni, riescono finalmente a ritrovare una serenit. Le porte del Club sono sempre aperte, perch lincontro e il dibattito tra persone con un problema comune che aiuta a cambiare. Si parla s di alcol, ma anche di altri piccoli e grandi problemi e soddisfazioni che accompagnano le nostre vite. La persona con un problema

di alcol non va emarginata, ghettizzata, bens aiutata a ritrovare la propria dignit e il proprio senso di responsabilit, con il dialogo, lamicizia e lamore, fattori indispensabili per ciascuno di noi. Essere felice trovare la forza nel perdono, la speranza nelle battaglie; non solo commemorare il successo, ma imparare la lezione dai fallimenti. Essere felice riconoscere che vale la pena vivere la vita, malgrado tutte le sfide; abbandonare i problemi e diventare autore della propria storia. Essere felice avere la maturit per dire Ho sbagliato; avere il coraggio di dire Perdonami; avere la sensibilit di dire Ho bisogno di te (Anonimo)

ARIONE 41

Associazioni

Nicola Dallago
con immenso piacere, che,
la finalmente rinnovata Associazione sportiva pesca dilettantistica di Aldeno, porge un cordiale saluto a tutte le famiglie e ai lettori in genere, pescatori o simpatizzanti che essi siano. Associazione rinnovata non solo nellorganico del consiglio direttivo, ma anche per la presenza di nuovi volontari che hanno deciso di mettere a disposizione la loro esperienza alieutica o semplicemente dare un contributo allassociazionismo aldenese. Abbiamo pi volte precisato

nuovo presidente dei pescatori


che le cariche allinterno della nostra associazione hanno unimportanza relativa, in quanto gli oneri vengono ripartiti equamente, ma per dovere di cronaca bene spendere due parole sulla nuova riorganizzazione. Le redini da questanno sono in mano al neopresidente Nicola Dallago barman instancabile e da sempre e pescatore per passione. Vicepresidente Stefano Ridolfi uno dei volti nuovi sopracitati che a fianco di Andrea Coser hanno saputo dare mostra del loro buon operato. Tra i nuovi arrivati anche

di Moreno Mazzurana

Un nuovo direttivo per lAssociazione sportiva pesca dilettantistica di Aldeno.

Il nuovo consiglio direttivo dellAssociazione Pescatori Aldeno.

Omar Botticchio e Ivan Piffer, figlio darte il primo e vincitore di numerosi trofei di pesca il secondo. In unattivit prevalentemente maschile spicca per la prima volta una donna, Nicole Baldo, che con la sua esuberanza ha portato una nota di colore nei nostri week end estivi. La regia rimane sempre competenza del segretario Enzo Cont, a dimostrazione del fatto che la freschezza dei giovani deve sempre essere supportata dalla saggezza e lesperienza dei meno giovani. A tal proposito una menzione particolare va rivolta ai nostri veterani preferiti Sandro Cramerotti e Sandro Baldo, testimoni di un glorioso passato e consiglieri per un pescoso futuro. Ci auguriamo quindi con questa nuova formazione in campo, di poter allietare i vostri fine settimana e nel contempo valorizzare questoasi di verde che molti ci invidiano. Vi aspettiamo come sempre numerosi e Buona pesca a tutti, ma non ditelo mai ad un pescatorepotreste passare dei guai. PS: Per chi naviga nel web ci trovate su facebook!

Associazioni

42

ARIONE

di Gloria Bernardi

compleanno per Aldeno e Volano


Uniniziativa originale per festeggiare in musica due sodalizi dalla lunga storia. I prossimi appuntamenti con la musica della Banda Sociale di Aldeno.

Festa di

Due storie, un concerto. Le


storie che vi verranno raccontate sono quelle della Banda Sociale di Aldeno e quella del Corpo Musicale S. Cecilia di Volano, e il concerto di cui sentirete quello che queste due Bande hanno organizzato per festeggiare i loro due importantissimi compleanni, fondendosi una con laltra. La Banda Sociale di Aldeno nasce nel 1923 sotto la guida del maestro Emilio Maule e da quel momento partecipa agli eventi pi importanti della storia del paese. Dopo la seconda guerra mondiale e una forzata sospensione dellattivit il maestro Giuseppe Malfer riprende le redini della banda e la rimette in forza proiettandola verso un ricco futuro. Nel 1980 il maestro Michele Dallago d unimpronta nuova e giovanile alla banda rinnovandone il repertorio e dando nuovo vigore al concetto stesso di banda. Dal 1996 la Banda Sociale di Aldeno diretta dal maestro Paolo Cimadom sotto la cui guida da ricordare la mitica conquista nel 2004 del I posto al 5 Concorso internazionale di Strasburgo. In questo 2013 la Banda Sociale di Aldeno festeg-

gia il 90 anno di fondazione. Era il 1873 invece quando, ad opera del maestro Ermippo Sartori, nasce la prima Formazione Bandistica di Volano, che successivamente si chiamer Fanfara Parrocchiale e dal 1976 Banda Sociale. Poi, nel 1992, sotto la guida del maestro Gianni Muraro verr rinominata definitivamente Corpo Musicale S. Cecilia di Volano e conoscer da allora un periodo ricco di soddisfazioni e il raggiungimento di importanti traguardi come il III posto al Concorso Flicorno dOro di Riva del Garda nel 1996, riconfermato poi nel 2011. Il Corpo Musicale S. Cecilia di Volano attualmente diretto dal maestro Luca Malesardi ed

composto di 40 elementi. Nel 2013 quindi Il Corpo Musicale S. Cecilia di Volano festeggia il 140 anno di Fondazione. Lidea di festeggiare insieme questi 2 importanti traguardi venuta ai maestri delle rispettive bande che allinizio dellanno hanno proposto ai propri presidenti e musicisti questo progetto, che dopo qualche iniziale perplessit stato accolto con entusiasmo e nello stesso tempo molta curiosit. Una sala prove che potesse accogliere 90 musicisti e i loro strumenti stato un problema non da poco! Il Corpo Musicale S. Cecilia ha reso disponibile una sala spaziosa e accogliente che ha ospitato le prove di questa grande ban-

Le bande di Aldeno e Volano insieme in concerto.

ARIONE 43

Associazioni

Walter Rossi, da 40 anni nella Banda sociale di Aldeno, premiato dal figlio Valentino.

da, prove che alla loro conclusione hanno dato vita a due eventi indimenticabili. Il primo concerto si tenuto domenica 5 maggio a Volano nella palestra comunale per festeggiare i due compleanni con la comunit di Volano, mentre il secondo si svolto ad Aldeno sabato 11 maggio. Questo concerto ha aperto il week end in musica che la Banda Sociale di Aldeno ha organizzato per celebrare con la propria comunit e con i propri amici, questo importante traguardo. Sotto uno stracolmo tendone montato in Piazza della Chiesa e reso disponibile dalla Cassa Rurale di Aldeno e Cadine, si assistito a delle esibizioni emozionanti ed indimenticabili. Il concerto ad Aldeno stato presentato da unimpeccabile Mariachiara Schir che ricordiamo essere la madrina della Banda Sociale di Aldeno dal 2005, ed ha visto lintervento delle maggiori Autorit del paese, del Sindaco Emiliano Beozzo che ha espresso ammirazione e soddisfazione per

la creazione di questo sodalizio, del Maresciallo Paternuosto Erminio, del Parroco don Daniele Morandini che ha sottolineato limportanza delle bande allinterno delle nostre comunit. Sono associazioni che creano e trasmettono cultura ha continuato, e in un momento dove di cultura si parla poco e dove i finanziamenti sono ridotti al minimo, queste realt sono una ricchezza che non deve essere perduta. Ha concluso il suo intervento affermando limportanza della partecipazione dei giovani allattivit della Banda in quanto limpegno alle prove e alle uscite tiene occupati i ragazzi in una passione che fa crescere a livello umano e musicale. E a proposito di giovani, durante il concerto sono stati presentati al pubblico 5 nuovi bandisti che hanno fatto il loro esordio in questo speciale evento e che sono Sara Lucianer al flauto, Sara Cainelli al clarinetto, Alessandro Muraglia alla tromba, Alice DellAnna e Pietro Spinieli al corno. Durante lo scambio dei ricono-

scimenti il Presidente della Banda Sociale di Aldeno ha ricevuto un emozionante segno di riconoscenza da parte della banda per i suoi 40 anni da musicista: una foto che lo ritrae ragazzino ai suoi esordi. Momento reso ancora pi emozionante perch la foto gli stata consegnata dal figlio Valentino percussionista. Dal primo allultimo brano il pubblico presente ha risposto con entusiasmo e partecipazione calorosa. Da citare in particolare lesecuzione della Forza del Destino di Giuseppe Verdi e di For Natalie di James Barnes che narra la morte della sua figlioletta di 4 anni. Questo pezzo davvero emozionante sia per chi lo ascolta che per chi lo suona, ed stato dedicato a Fulvio Rossi che recentemente ci ha lasciati. Ma assolutamente da ricordare lintervento da parte del gruppo di danza africana diretto dal maestro Mack Mbaye durante lesecuzione di Africa: Ceremony, Song and Ritual e durante il bis Mambo tratto dal Musical West Side Story. Quello che hanno trasmesso Mack e le sue danzatrice (fra le quali molte aldenesi) sono state energia ed emozione pura. Il loro ballare a piedi nudi abbandonandosi ai ritmi delle percussioni ha investito il pubblico e i bandisti! La danza proposta in Africa la Danza della guarigione che un manifesto in favore dell abolizione dei pregiudizi fra popoli di continenti diversi, un inno quindi alla

Associazioni

44

ARIONE

mescolanza delle culture dove lAfrica si fonde con lEuropa. La danza proposta invece durante lesecuzione del Mambo la Danza del Raccolto, un ringraziamento alla natura per la conclusione positiva del raccolto. La serata si poi conclusa con una buonissima cena servita con professionalit e gentilezza. Ai collaboratori e simpatizzanti della Banda Sociale di Aldeno che ad ogni richiesta di aiuto rispondono prontamente e con spirito di servizio, vanno i pi sinceri ringraziamenti. Per concludere il week end di festeggiamenti del 90 stata invitata, domenica 12 maggio, la Banda Sociale Erminio Deflorian di Tesero che ha incantato il pubblico presente con un concerto stupendo. I 70 elementi sul palco, tutti con preparazione di alto livello, diretti dal maestro Fabrizio Zanon hanno concluso degnamente i festeggiamenti di questa ricorrenza. Allaffezionato pubblico della Banda Sociale di Aldeno siamo orgogliosi di comunicare gli eventi

Le bande accompagnano lesibizione del gruppo di danza africana.

in programma nel corso del 2013 per festeggiare questi 90 anni dalla fondazione. Sabato 8 giugno abbiamo ripetuto lesperienza del 2012 dove in Piazza della Chiesa la Banda Sociale di Aldeno ha accompagnato con la propria musica il pedalare di 100 bici da spinning. Domenica 9 giugno abbiamo eseguito nella Chiesa di San Modesto di Aldeno in collaborazione con il Coro Parrocchiale di Aldeno, la Missa Katharina di Jacob de Haan, una meravigliosa composizione che accompagna lintera celebrazione della S. Messa.

Sabato 29 giugno invece la Banda Sociale di Aldeno si fonder con la Banda di Cavedine dirette entrambe dal maestro Paolo Cimadom in occasione del Concerto di Primavera che si terr a Garniga Terme. Sabato 5 ottobre la Banda Sociale di Aldeno ha in programma uno spettacolo con il comico trentino Mario Cagol che sar un mix di musica e di comicit: da non perdere!! Concluderemo poi questanno di festeggiamenti con il tradizionale Concerto di Natale durante il quale saranno celebrati i maestri e i presidenti che hanno preceduto Walter Rossi e Paolo Cimadom nel loro ruolo di presidente e maestro della banda. Ringraziando il nostro pubblico dellaffetto e della costanza nel seguire con attenzione ogni nostro appuntamento, rinnoviamo linvito a non perderne nemmeno uno di quelli in programma per festeggiare questo 90 compleanno perch saranno tutti speciali e ricchi di emozioni!

ARIONE 45

Associazioni

nuovo presidente AVIS


Assemblea molto partecipata e 9 nuovi consiglieri per lassociazione, che sta continuando nel cammino di ringiovanimento dei donatori.

Daniele Vettori
Si svolta lo scorso 16 Feb-

di Daniele Vettori

braio al ristorante New Angel di Cimone lassemblea annuale dei soci dellAVIS comunale di Aldeno-Cimone-Garniga Terme. Unassemblea tra le piu partecipate degli ultimi anni che ha visto la presenza di oltre 80 persone tra soci donatori e varie autorit,una presenza cosi massiccia dovuta al fatto che tra i 13 punti dellordine del giorno cera la consegna di ben 38 benemerenze (19 medaglie di rame, 13 dargento, 2 dargento dorato e 4 in oro) un numero record che fa capire chiaramente come lassociazione in questi anni sia cresciuta arrivando ad avere 223 soci ed un numero di donazioni annue che oltrepassa le 300. Durante lassemblea il presidente ha poi illustrato ai presenti

la sua relazione morale sullanno trascorso, mentre in seguito stato esposto e poi approvato il bilancio consuntivo 2012 ed il bilancio di previsione per lanno 2013. Al di l dei numeri stata unassemblea importante perch ha visto la nomina del nuovo consiglio direttivo che nei prossimi 4 anni dovr guidare lassociazione. Tra chi ha deciso di non ricandidarsi e chi negli anni ha lasciato la direzione per svariati motivi sono ben 9 su 20 i nuovi componenti che sono entrati a far parte del consiglio. Nel primo consiglio direttivo AVIS, dopo lassemblea ordinaria, sono state elette le cariche istituzionali che compongono il nuovo direttivo in carica per i prossimi quattro anni.

Alberto Baldo, a sinistra, con il nuovo presidente Daniele Vettori.

Il presidente uscente Alberto Baldo secondo lo statuto non poteva pi ricoprire la carica anche se comunque rimasto nei componenti del consiglio. Il nuovo direttivo risulta cos composto: Daniele Vettori presidente, Giulia Coser vicepresidente, segretario stato nominato Riccardo Frizzera mentre il nuovo cassiere Roberto Bertoldi, riconfermati invece i revisori dei conti che sono Elena Rossi e Andrea Dallafontana. All ex presidente Alberto Baldo vanno i nostri ringraziamenti per lottimo lavoro svolto e per limpegno che lo hanno sempre contraddistinto in tutti questi anni, cambiano i timonieri ma la rotta sempre la stessa, quella che Alberto negli anni scorsi ha dato allassociazione, in particolar modo allargando la direzione a 20 componenti e coinvolgendo quindi parecchi giovani che hanno saputo arruolare molte nuove leve, portando i soci da 107 nel 2008 ai 223 attuali. A tutta la nuova direzione quindi un in bocca al lupo nella speranza di poter continuare su questa strada!

Associazioni

46

ARIONE

Sette bielorussi nella


nostra comunit
di Aiutiamoli a vivere
Continua lesperienza di accoglienza in Trentino per i bambini di Chernobyl, un soggiorno che fa sperimentare la bellezza dellospitalit anche alle famiglie.

Da diversi anni, lassociazione Aiutiamoli a vivere organizza in tutto il Trentino larrivo e la permanenza di bimbi provenienti dalle zone della Bielorussia che hanno avuto conseguenze negative dal disastro di Chernobyl, per offrire loro lopportunit di vivere unesperienza in un ambiente diverso e pi sano. Questanno, dal 25 aprile al 6 giugno, nella nostra comunit sono arrivati 7 bambini con la loro maestra ed uninterprete, ospiti di altrettante famiglie. In una realt sociale sempre pi

www.aiutiamoliavivere.it

Aldeno visto dai bambini bielorussi.

individualista, sperimentare lospitalit d soddisfazione e fa crescere. stata unesperienza allinsegna della solidariet che ha arricchito gli uni e gli altri. Il progetto ha contribuito ad aprire nuove prospettive di riflessione, su realt nemmeno troppo lontane da casa nostra. Naturalmente non si possono nascondere alcuni momenti di difficolt dovuti alle differenze culturali e linguistiche in particolare. Tuttavia affezionarci ai nostri piccoli ospiti, non stato difficile e vederli partire ci ha lasciato uno strano vuoto. In occasione del saluto ufficiale alla presenza del Sindaco, i bambini ci hanno omaggiato del cartellone in fotografia, che esprime con poche ma intense parole, lobbiettivo che come famiglie ospitanti ci eravamo posti. Nel mese di dicembre il comitato organizzer un incontro informativo aperto a tutte le famiglie che avessero la curiosit di conoscere pi approfonditamente la fondazione ed i suoi progetti. Informazioni dettagliate su luogo e data dellincontro verranno diffuse tramite volantinaggio e cartelli di avviso in paese.

ARIONE 47

Associazioni

50 anni per la
Lanno 2013 sar ricordato
a lungo dai soci dellAssociazione nazionale Carabinieri Sezione di Aldeno, intitolata al Carabiniere Primo Daldoss deceduto nel Secondo conflitto mondiale e riportato in patria dalla Russia una ventina di anni fa, per il 50 di fondazione avvenuto nel lontano 1963 per merito di una decina di soci in congedo. Due di questi soci, Rino Baldo Germano e Mario Peterlini, unici superstiti del direttivo di allora sono stati premiati con una targa ricordo durante i festeggiamenti avvenuti nei giorni 18 e 19 Maggio nel teatro tenda allestito sul Piazzale della

Primo Daldoss
di Mauro Dallago

Mezzo secolo di vita per lAssociazione nazionale Carabinieri di Aldeno, con Rino Baldo Germano e Mario Peterlini premiati come soci fondatori.

La corona deposta presso il Monnumento ai Caduti.

Chiesa di Aldeno. stata una due giorni molto intensa con musica dal vivo e punto ristoro al sabato sera, mentre la domenica dopo la Santa

Una famiglia di carabinieri: Mario Peterlini con i figli Nicola e Palmo.

Messa, officiata dal parroco Don Daniele Morandini stata deposta una corona sul Monumento ai Caduti accompagnata da due Carabinieri in alta uniforme e dalle note della Banda Sociale di Aldeno con a seguire i discorsi ufficiali di autorit militari e civili. In mattinata c stata la visita a sorpresa, e per questo ancor pi gradita, del Generale Di Pauli, comandante della Legione Carabinieri Trentino Alto Adige, il quale si intrattenuto per qualche minuto con gli addetti ai lavori, poi per motivi di lavoro ha dovuto lasciare la cerimonia. Gli onori di casa sono stati fatti dal Presidente della Sezione, Er-

Associazioni

48

ARIONE

Ermanno Moratelli premia il Maresciallo Erminio Paternuosto.

manno Moratelli e dal Maresciallo Erminio Paternuosto, comandante della stazione Carabinieri di Aldeno. Era presente anche il Capitano Galiotta, comandante della Compagnia Carabinieri di Rovereto e i sindaci di Aldeno, Emiliano Beozzo, di Cimone Damiano Bisesti e di Garniga Terme Andrea Friz, i presidenti delle sezioni limitrofe con i quali abbiamo ottimi rapporti di collaborazione e tutti gli ex Presidenti della Sezione succedutisi in questo incarico. Oltre al gi citato Rino Baldo, primo presidente, hanno guidato la sezione Alberto Cont, il Cavalier Antioco Serra, assente per malattia e Tommaso Saccomanno. Era presente anche il Presidente della Cassa Rurale di Aldeno e Cadine che dobbiamo ringraziare pubblicamente per averci messo a disposizione la tensostruttura dove si svolta la manifestazione. Sicuramente la nostra sezione non sarebbe stata in grado di sopportare una spesa cos pesante.

Dopo lottimo pranzo, alla presenza anche di tanti cittadini di Aldeno legati alla nostra associazione, sapientemente cucinato dal nostro amico chef Gianluca Oliana e dal suo staff, c stata lesibizione dei cani del Gruppo Cinofili e il passaggio sopra il paese dellelicottero dellArma. Per finire i festeggiamenti, serata danzante e ristoro fino a tarda ora. Sicuramente per i componenti del direttivo e del nucleo di fatto stato un periodo molto impegnativo per i preparativi ma che comunque stato affrontato con il giusto

spirito da tutti e la conseguente soddisfazione della riuscita di questo importantissimo traguardo, anche se il cattivo tempo non ci ha di certo aiutati. Per concludere il discorso del 50 volevamo ringraziare tutte le persone che ci sono state vicine e che ci hanno aiutato nella riuscita della manifestazione a partire dal Sindaco di Aldeno e dal Maresciallo della locale stazione. Volevo ricordare che la nostra sezione alla data del 31.12.2012 vanta 87 soci, il direttivo formato da 10 consiglieri e 2 revisori dei conti, mentre il nucleo di fatto formato da 18 unit. La nostra attivit comunque non si di certo fermata e come nucleo di fatto, coadiuvato sapientemente da Oreste Zanotti, abbiamo partecipato a parecchie manifestazioni sia in ambito comunale che provinciale, ci aspetta unestate piena di impegni che cercheremo di onorare al meglio, anche perch da alcuni anni facciamo parte di una comunit che ci rispetta e si sente in un certo modo protetta riferendosi al famoso detto Carabinieri si resta per tutta la vita.

Un momento della Festa per i 50 anni della Sezione di Aldeno dellAssociazione nazionale Carabinieri.

ARIONE 49

Associazioni

Aldeno Insieme

Sovracomunalit
e collaborazioni
Il bilancio di previsione 2013
del nostro comune, come quello di tutti gli altri comuni trentini e italiani, influenzato in maniera determinante dalle scelte del governo che lasciano sempre minori spazi di manovra alle realt locali. Il disegno complessivo della proposta dellAmministrazione, presentata nella discussione del bilancio 2013, si sforza con ogni mezzo di muoversi in linea con il programma di mandato che ci siamo dati e mantiene per quanto possibile i capisaldi dellazione politica su cui abbiamo scommesso, che peraltro comincia a mostrarne concretamente i frutti. Nella discussione del bilancio presentata dal Sindaco e dai vari assessori, sono emersi alcuni punti che vorremmo evidenziare. Entro questanno saremmo coinvolti in un gran lavoro di riorganizzazione, per lavvio dellunione dei servizi in collaborazione con il Comune di Cimone. Siamo convinti che questo grosso lavoro porter una serie di vantaggi per entrambe le comunit. Non si tratta, come qualcuno afferma, di andare a sopprimere il Comune di Cimone con azzeramento di tutPochi spazi di manovra per le amministrazioni locali. Nel 2013 progettazione per larea ex asilo e progetto per la palestra nel centro sportivo.

Tutti i gruppi consigliari hanno mandato i loro articoli entro il 24 maggio (ndr).

di Mauro Bandera

ti i servizi che verranno spostati ad Aldeno , ma di creare unentit sovracomunale costruita non solo dalla convergenza politica, ma anche da una fattiva collaborazione di tutti. Sar una sfida importante per aumentare la collaborazione fra le due comunit con il fine di proteggere lalto livello dei servizi attivi, senza aumentare i costi, ottimizzando le risorse. Solo in questo modo si potr riuscire a contenere la spesa. Un altro punto importante limpegno che lamministrazione comunale assume con il comparto agricolo, in altre parole la promozione di tutto un settore attraverso la difesa e la valorizzazione del suo territorio. Gli impegni di sostegno al settore sono sempre in prima battuta condivisi e successivamen-

te attuati congiuntamente. Nello specifico lorganizzazione di Mondo Merlot, ma non solo, ha contribuito in maniera determinante alla promozione di un settore economico importante e alla consapevolezza del valore, non soltanto economico, di un territorio da difendere a tutti i costi. Ormai in dirittura darrivo, il progetto della palestra, attualmente in fase di valutazione da parte della Provincia Autonoma. Un progetto rivisto e ridimensionato a misura di paese sia nella volumetria che nei costi, in modo da far giungere positivamente al traguardo questa aspettativa della comunit. Progetto esecutivo e gara vedranno la luce entro fine di questanno. Importante secondo noi che finalmente in questo 2013 si incominciato a parlare di utilizzo dellarea ex asilo. Unarea strategica come dislocazione, ma soprattutto strategica per lutilizzo. Nel 2012 stata valutata la progettazione plani-volumetrica dellex-asilo per ricavarne spazi pubblici per le associazioni del paese e per nuovi servizi necessari alla comunit; valutati e concordati con

Giunta e Consiglio

50

ARIONE

il mondo dellassociazionismo locale. Finora nessun servizio venuto meno, siamo stati essenziali, abbiamo rinunciato ai fronzoli e al superfluo. Il miglioramento della qualit della vita del paese il risultato del lavoro di una pratica amministrativa sensibile e attenta ai mutamenti del tempo. Un miglioramento che naturalmente non pu essere soltanto materiale: se alla crescita economica non si accompagna una

crescita culturale, un radicamento profondo dei valori, un senso di responsabilit condivisa, principi che stanno alla base della vita comunitaria, allora tutti i nostri progetti, tutti i nostri sforzi rischiano inevitabilmente di avere vita breve. Rimaniamo a disposizione ad accogliere suggerimenti, e indicazioni che tutti i cittadini devono sentirsi di proporre, e continuiamo ad andare avanti con pazienza e umilt, ma con la certezza che con limpegno di tutti le cose mi-

glioreranno, lasciando sempre spazio alla speranza e alla fiducia. Auguriamo a tutti che lestate possa essere un momento di allentamento degli impegni quotidiani, ma soprattutto un momento in cui valorizzare le piccole cose e regalarci qualche spazio di relax: un caff con un vicino, una chiacchierata con un amico, un buon libro.dei piccoli lussi che troppo spesso ci dimentichiamo di goderci!! A tutti una buona estate.

ARIONE 51

Giunta e Consiglio

Aldeno per il Futuro

Ciclabili e centrale
sullAdige: occasioni perdute
Rieccoci sul nuovo numero
dellArione. Dallultimo numero, in sede di consiglio comunale, sono trascorsi alcuni momenti importanti, alcuni specifici e relativi alla nostra comunit mentre altri di carattere pi generale che, comunque, riflettono quale sia la visione dellamministrazione per lo sviluppo e lintegrazione del territorio. Ciclabile: unopportunit perduta Forse largomento che, nellultimo periodo, stato gestito nel peggiore dei modi visto che la provincia ha tagliato i fondi destinati alla ciclabile per Aldeno, collegando Ravina con Besenello. Il tutto grazie allimmobilismo dellamministrazione che non ha saputo cogliere questa ottima occasione per avere, finalmente, un percorso sicuro di collegamento alla rete ciclopedonale, rete tanto invidiata in provincia e fuori. Lunica nota di protesta arrivata ormai oltre il tempo limite, peraltro dopo la nostra denuncia, a distanza di quasi 5 anni dallo stanziamento dei fondi provinciali (2008): tanto si strumentalizzata di Massimo Perticucci
Le critiche di Aldeno per il Futuro alloperato dellamministrazione riguardano anche Imup e viabilit.

Giunta e Consiglio

e pubblicizzata la mediazione con le categorie coinvolte (tavoli di lavoro e tante altre belle intenzioni) ma, di fatto, non si giunti a nessun risultato se non quello di vedere i fondi destinati ad altri interventi e ad altri ambiti. Come si dice, Quando el sl el tramonta. I.Mu.P.: nessuna agevolazione per i figli a carico nelle cooperative edilizie a propriet indivisa In quanto di competenza statale, il termine di pagamento della rata per la sola prima casa stato fatto slittare a data da definirsi. Meglio per ricordare che la definizione delle aliquote e delle agevolazioni da applicare sono di competenza dei singoli comuni. A tal proposito, su nostra ini-

ziativa, stata estesa lagevolazione prevista in caso di famigliari diversamente abili, anche qualora let di questi ultimi superi i 26 anni, ed stata finalmente ritoccata la quota relativa alla prima casa, la cui rata ad oggi rimane comunque sospesa. Ci dispiace, per, che il ritocco sia stato decisamente insignificante (dal 4,0 al 3,8 per mille) e, soprattutto, ci dispiace che tale ritocco non sia valido, cos come non siano valide le agevolazioni per figli a carico, per eventuali cooperative edilizie a propriet indivisa (aliquota fissata al 4,0 per mille senza agevolazioni per figli a carico). Nuove viabilit: percorsi in sicurezza da rivedere Rivedere la viabilit e la mobilit del paese una priorit che non pu essere differita, non solo di alcune zone ma dellintero sviluppo urbano e limitrofo. In particolare per il polo scolastico la situazione risulta abbastanza critica e, per questo, la provincia ha stanziato i fondi per la revisione delle infrastrutture presenti. Abbiamo proposto alcune

52

ARIONE

possibili modifiche perch riteniamo troppo pericolosa la proposta avanzata per realizzare una rotatoria a ridosso del ponte sullArione in corrispondenza dellincrocio tra via Florida, via della Croce, via alle Albere, via dellArione e via Manzoni. Lopera cos pensata andrebbe esattamente ad inserirsi in un punto critico del percorso pedonale che collega il paese con il polo scolastico e, seppur di minore impatto per gli orari di transito, con il parco dei laghetti: una rotatoria in tale punto comporta linevitabile incremento di passaggi e di manovre in una zona estremamente delicata per il traffico pedonale. Alcune scelte andrebbero riviste per separare completamente le tipologie di utenza e, per questo, abbiamo chiesto un incontro per ri-presentare le nostre proposte di

miglioramento dei percorsi, confidando in una maggiore capacit di ascolto da parte della maggioranza per raggiungere il comune obiettivo della maggiore sicurezza possibile. Energie rinnovabili: unaltra occasione perduta Per quanto riguarda il progetto di derivazione dacqua a scopo idroelettrico lungo il fiume Adige nella zona tra Pomarolo e Nomi, la maggioranza si dichiarata contraria a qualsiasi intervento senza nemmeno valutare le possibilit che potevano essere offerte, rifiutando il nostro invito a incontrarsi con i tecnici della Provincia e della ditta Aquafil Power Srl proponente lopera, per conoscere e valutare i vantaggi e le eventuali criticit, prima di esprimere un parere negativo.

Lintervento non coinvolge direttamente il territorio del comune di Aldeno ma, alla luce di come si utilizzata la commissione consiliare per il risparmio energetico del nostro Comune, rende lidea di quale sia la filosofia di base: tante parole e tanti buoni propositi ma poi i fatti sono esattamente lopposto. La commissione non stata mai convocata, se non su nostra iniziativa, e con scarso interesse per sviluppare un tema che potrebbe portare numerosi benefici per il Comune, fatte salve le sporadiche iniziative che, sinceramente, lasciano il tempo che trovano e che sicuramente non portano a un Salto di classe. Sperando che le nubi lascino spazio a giornate serene, un augurio a tutti di una buona estate.

ARIONE 53

Giunta e Consiglio

Lega Nord

Coresidenza e
Il Trentino del 2013 Per tanti anni ci hanno fatto credere, ci hanno insegnato, che il Trentino sano. Che il Trentino, grazie allautonomia e alla gestione fatta dal centrosinistra per tutti questi anni, non avrebbe mai avuto problemi. Ora per la triste realt davanti agli occhi di tutti: il Trentino non affatto unisola felice. Certamente la crisi ha colpito e sta colpendo non solo noi, ma questa non pu essere una scusante per un Trentino dove per troppi anni si sono buttati soldi pubblici. Soldi raccolti dal sistema produttivo che ora per sta soffrendo enormemente. Se in tutti questi anni si fosse investito sulla produttivit e sullimprenditorialit giovanile ora avremmo un Trentino sicuramente pi solido. Ed invece cosa stato fatto dalla classe dirigente trentina per tutti questi anni? Si investito nel creare un apparato pubblico e para pubblico enorme che ora non di aiuto. La politica che alla scorse elezioni definimmo della magnadora rivela ora il suo grande fallimento. La Lega da sempre denuncia nelle piazze e con i suoi rappresentanti questo sistema che sta pian

ostello spese inutili


di Mirko Bisesti cano per feste e manifestazioni inutili. Povert in Trentino Il tasso di povert in Trentino raddoppiato. Secondo Agea, dai 16.738 indigenti nel 2010 si passati ai 36.014 nel 2012. Un incremento del 109%! Un altro dato preoccupante che fra tutte le Regioni del Nord Italia, il Trentino quella che ne ha registrato il maggior incremento percentuale. Ora viviamo sulla nostra pelle quello che la Lega ha sempre denunciato: gli sprechi sono troppi. I nostri soldi devono essere usati con molta pi intelligenza. Abbiamo assessori provinciali che spendono centinaia di migliaia di euro per aiutare i pastori siriani a produrre formaggio! E tutti i nostri concittadini in serissima difficolt, disoccupati o in cassa integrazione? Attenzione per, questo governo ora ha avuto la grande idea di inventarsi il Ministero allintegrazione. Ius soli Oggi abbiamo in Italia l11,5% di disoccupati, con lo spaventoso tasso di disoccupazione giovanile

La lunga disamina della Lega Nord parte dal Trentino, dove si buttano soldi pubblici, per passare attraverso lincremento dei tassi di indigenza, il dibattito nazionale ius soli-ius sanguinis, fino alla situazione locale.

piano soffocando il nostro territorio. Una Provincia come la nostra, che ha beneficiato per tanti anni di molti soldi e di uno statuto di autonomia speciale, avrebbe potuto creare un terreno pi fertile per le piccole e medie imprese, introdurre una tassazione agevolata e investire meglio e di pi sulle nostre eccellenze! Al contrario, si sono finanziate societ pubbliche che non creano ricchezza e sviluppo. Si investono tuttora milioni di euro in progetti di cooperazione internazionale invece di aiutare il nostro territorio. Ed qui che vogliamo soffermarci. In questo momento di forte crisi economica, i politici di centrosinistra che ci amministrano perseverano in questa politica scellerata e, mentre le aziende chiudono, i soldi non man-

Giunta e Consiglio

54

ARIONE

in costante aumento, che ha raggiunto a maggio 2013 quasi il 40%. Invece di occuparsi di lavoro, ora abbiamo un ministro, proposto e appoggiato dalla sinistra, che vuole lo ius soli. Noi come Lega Nord crediamo fortemente che in Italia si debba continuare ad avere lo ius sanguinis. LEuropa daltronde si fonda sulla tradizione millenaria dello ius sanguinis, applicato da tutti i paesi ad esclusione della sola Francia (che per

lo applica in maniera molto pi stringente rispetto allidea espressa dalla ministra Kyenge). Con 3 milioni di disoccupati nel nostro paese noi continueremo a insistere affinch la politica si occupi di lavoro e non di problemi inutili. Per questo la Lega Nord organizzer una raccolta firme per opporsi a questa scellerata proposta che, in un Paese fragile e storicamente legato allo ius sanguinis come il nostro, sarebbe il colpo di grazia definitivo. Il nostro comune Il nostro comune dovr affrontare nei prossimi anni ulteriori tagli e avr a disposizione sempre meno risorse a causa del prolungarsi della crisi. Per questo, ogni centesimo delle nostre tasse dovr esser speso con parsimonia. La coresidenza e lostello come sosteniamo da sempre - vanno nella direzione opposta. E ce ne accorgeremo quando il Comune dovr

mantenere delle strutture in perdita in anni difficili come quelli futuri. Si avvicinano le elezioni provinciali ed ora tutti si dicono contro le Comunit di valle La sezione della Lega Nord di Aldeno ringrazia nuovamente le pi di seicento persone che nel nostro comune hanno votato al referendum voluto dalla Lega Nord per abrogare le Comunit di valle. Ora, con le elezioni alle porte, anche i partiti (Pd, Upt e Patt) che hanno voluto questo spreco di denaro pubblico cercano di fare marcia indietro dichiarandosi critici nei confronti di questi enti. Tesseramento sezione Lega Nord Aldeno. Se vuoi partecipare, fare la tessera del partito o altro, contatta il presidente della sezione, Riccardo Comper al 3470027824 o il consigliere comunale Mirko Bisesti al numero 3336213339.

ARIONE 55

Giunta e Consiglio

dellAmministrazione
Vi proponiamo una selezione delle delibere e delle determinazioni pi rilevanti.

Le scelte

AREA ISTITUZIONALE
Delibere del Consiglio comunale nr. 02 del 26.03.2013 Modifica del Regolamento per lapplicazione della tariffa di Igiene Ambientale (T.I.A.) e istituzione del tributo sui rifiuti e sui servizi (T.A.R.E.S.). Immediata eseguibilit. nr. 03 del 26.03.2013 Imposta Municipale Propria (I.Mu.P.) - Determinazione aliquote e detrazioni per lanno di imposta 2013. Immediata eseguibilit. eseguibilit. nr. 06 del 26.03.2013 Approvazione rendiconto del Corpo dei Vigili del Fuoco Volontari di Aldeno - esercizio 2012. nr. 07 del 26.03.2013 Approvazione del bilancio preventivo del Corpo Vigili del Fuoco Volontari di Aldeno. Esercizio 2013. nr. 08 del 26.03.2013 Approvazione schema di convenzione tra i Comuni di Cimone e di Aldeno per la gestione del progetto INTERVENTO 19-2013. Immediatamente eseguibile. nr. 09 del 26.03.2013 Esame ed approvazione di variante al Piano regolatore generale (PRG) del Comune di Aldeno per opera pubblica. I^ adozione. nr. 10 del 26.03.2013 Relazione sullattivit svolta dalla conferenza dei sindaci nellambito delle gestioni associate tra Trento, Aldeno, Cimone, Garniga Terme. Presa datto. nr. 12 del 29.04.2013 Esame ed approvazione rendiconto del Comune esercizio finanziario 2012. Delibere della Giunta comunale nr. 16 del 28.01.2013 Determinazione tariffarie per il servizio Acquedotto per lanno 2013. nr. 17 del 28.01.2013 Determinazioni tariffarie per il servizio di fognatura per lanno 2013. nr. 18 del 28.01.2013 Atto di indirizzo relativo allassegnazione di personale rientrante nella L.P. 32/1990 e ss.mm. per attivit di supporto presso la Biblioteca e lUfficio segreteria comunale di Aldeno. nr. 21 del 04.02.2013 Teatro comunale di Aldeno: concessione contributo al Coordinamento Teatrale Trentino a valere per il periodo 01 febbraio 2013 31

Dal Municipio

nr. 04 del 26.03.2013 Esame e approvazione modifiche al Regolamento Asilo Nido in materia di tariffe. Immediata eseguibilit. nr. 05 del 26.03.2013 Approvazione bilancio di previsione per esercizio finanziario 2013 e pluriennale 2013 2015, nonch del relativo programma generale delle opere pubbliche (art. 13 lett. B della L.R. 04.01.1993 n. 1 e s.m. e art. 69 dello Statuto). Immediata

56

ARIONE

gennaio 2014. nr. 22 del 04.02.2013 Determinazione tariffarie per lutilizzo di sale comunali per il periodo nr. 20132015. Modifica deliberazione nr. 31/2012. nr. 23 del 11.02.2013 Determinazione tariffaria per il servizio di depurazione delle acque di rifiuto provenienti da insediamenti civili e produttivi anno 2013. nr. 25 del 18.02.2013 Determinazione contributo per integrazione della retta di inserimento in case di riposo di persone anziane inabili. nr. 26 del 18.02.2013 Affidamento al Consorzio dei Comuni Trentini del servizio di informazione e comunicazione tramite SMS nellambito dellattivit istituzionale dellEnte socio - denominato COsmOs. nr. 27 del 18.02.2013 Aggiornamento delle tariffe delle prestazioni funerarie, delle concessioni cimiteriali e dei contributi per le cremazioni indicate nellallegato A) del Regolamento comunale di Polizia Mortuaria e Ordinamento dei Servizi Funerari e Cimiteriali. nr. 30 del 04.03.2013 Sostituzione membro nella Commissione Consultiva per le Attivit Sportive. nr. 32 del 04.03.2013 Approvazione proposta definitiva del bilancio di previsione 2013 e pluriennale

2013 2015. Provvedimenti conseguenti, nr. 35 del 11.03.2013 Sostituzione membro nella Commissione comunale per le politiche giovanili. nr. 38 del 26.03.2013 Definizione degli indirizzi allAzienda Speciale per lIgiene Ambientale (ASIA) da parte del Comune e delega al Comune di Lavis come capofila da Comuni soci che rappresentano pi del 50% delle quote sociali. (art. 8, comma 3 L.P. 27/2010 e protocollo dintesa del 20.09.2012). nr. 39 del 26.03.2013 Convenzione per listituzione di una polizza fidejussoria provinciale a garanzia degli interventi effettuati da Telecom su beni di propriet comunale sottoscritta dal Consorzio dei Comuni Trentini Societ Cooperativa e Telecom Italia s.p.a. Rinnovo. nr. 43 del 26.03.2013 Diminuzione tariffa minima di frequenza dellasilo nido con decorrenza 01.09.2013. nr. 44 del 26.03.2013 Approvazione del Piano Finanziario 2011 - 2013 per la determinazione della Tariffa Rifiuti 2013. nr. 45 del 26.03.2013 Determinazione Tariffa per la gestione dei rifiuti urbani Anno 2013. nr. 46 del 26.03.2013 Affidamento del servizio di organizzazione della XIV

Edizione della Mostra dei Merlot dItalia, allagenzia LOrizzonte S.n.c. di Cramerotti Mauro & C. di Aldeno. CIG Z97094BDFC. nr. 47 del 26.03.2013 Esame ed approvazione schema di rendiconto e relativi allegati ai sensi dellart. 60 del vigente Regolamento di contabilit. Esercizio 2012. nr. 48 del 08.04.2013 Adesione alla XII Rassegna Internazionale Enologica La Selezione del Sindaco. nr. 49 del 08.04.2013 Nomina Funzionario Responsabile della T.A.R.E.S. (Tributo comunale sui Rifiuti e Servizi) Provvedimento di ricognizione. nr. 50 del 08.04.2013 Organizzazione della XIV^ Edizione della Mostra dei Merlot dItalia MondoMerlot. Approvazione in linea tecnica del progetto organizzativo. Atto di indirizzo. nr. 52 del 08.04.2013 Riduzione indennit di carica agli Amministratori comunali. Presa datto. nr. 54 del 15.04.2013 Approvazione nuove modalit di funzionamento dellasilo nido di Aldeno. nr. 65 del 06.05.2013 L.P. 28/1988 e s.m. - Approvazione progetto intercomunale di promozione dello sviluppo sostenibile dellambiente denominato Noi ci siamo 2012. Approvazione

ARIONE 57

Dal Municipio

rendiconto. nr. 66 del 06.05.2013 Atto di indirizzo per lespletamento di una pubblica selezione per la formazione di una graduatoria per assunzione a tempo determinato, con rapporto di lavoro a tempo pieno a 36 ore settimanali, nella figura professionale di Coadiutore amministrativo categoria B livello evoluto 1^ posizione retributiva. nr. 67 del 13.05.2013 Modifica del Regolamento del Concorso Nazionale Merlot dItalia anno 2013. nr. 74 del 27.05.2013 I.Mu.P. anno 2013 - Determinazione del valore delle aree fabbricabili ai sensi e per gli effetti dell art. 4 del Regolamento per la disciplina dellImposta Municipale Propria (I.Mu.P.). nr. 75 del 03.06.2013 Approvazione schema di convenzione per la gestione di tirocini formativi e di orientamento. nr. 78 del 10.06.2013 Nomina coordinatore tecnico per manifestazione MondoMerlot: Concorso e Mostra dei Merlot dItalia edizione 2013. nr. 79 del 10.06.2013 Adesione alliniziativa Calici di Stelle 02 agosto 2013. nr. 80 del 17.06.2013 Convenzione per la gestione associata e coordinata del servizio di polizia locale del Corpo Polizia Locale Trento Monte Bondone tra

i Comuni di Trento, Aldeno, Calavino, Cavedine, Cimone, Garniga Terme, Lasino, Padergnone e Terlago: approvazione rendiconto spese anno 2012. Determinazioni del Segretario comunale nr. 7 del 07.01.2013 Dipendente Amministrativo, Cat. B, livello evoluto, 1^ posizione retributiva. Liquidazione competenze accessorie per cessazione dal servizio. nr. 10 del 16.01.2013 Accordo di settore dd. 08.02.2011 Individuazione delle figure professionali a cui conferire per lanno 2013 lindennit di rischio ed attivit disagiate. nr. 11 del 16.01.2013 Accordo di settore dd. 08.02.2011 Individuazione delle figure professionali a cui conferire per lanno 2013 lindennit di coordinamento e lindennit per mansioni rilevanti. nr. 14 del 22.01.2013 Incarico alla Ditta OSCAR MARTA marchio della Vezzani S.p.a. con sede a Quattro Castella (RE) dellappalto per la fornitura di tabelloni per propaganda elettorale. CIG Z3208493A8. nr. 19 del 29.01.2013 Convenzione con il C.L.A. per lattivit di supporto presso la Biblioteca comunale ed il Comune di Aldeno nr. 51 del 28.02.2013 XIII^ Edizione della Mo-

stra dei Merlot dItalia svoltasi il 26-27-28 ottobre 2012: ricognizione della spesa complessivamente sostenuta. nr. 85 del 11.04.2013 Convenzione per attivit di supporto allUfficio Segreteria del Comune di Aldeno Approvazione dello schema di contratto. nr. 126 del 15.05.2013 Pubblicazione selezione per la formazione di una graduatoria per assunzione con rapporto di lavoro a tempo pieno e determinato nella figura professionale di COADIUTORE AMMINISTRATIVO categoria B livello EVOLUTO, 1o posizione retributiva. Determinazioni del Caposervizio Contabilit e Bilancio nr. 2 del 01.03.2013 Parificazione dati contabili del tesoriere Comunale ai fini del Rendiconto per lesercizio finanziario 2012 nr. 3 del 18.03.2013 Riaccertamento dei residui attivi e passivi, ai sensi degli artt. 40 e 41 del vigente Regolamento di Contabilit. nr. 5 del 17.04.2013 Contributo dello 0,8 per mille alla Fondazione I.F.E.L. sulle riscossioni I.C.I. effettuate dal 01.01.2012 al 31.12.2012 ai sensi del D. Lgs. 504/92. nr. 6 del 21.05.2013 Asilo Nido - Approvazione graduatoria per inserimenti nel mese di settembre 2013.

Dal Municipio

58

ARIONE

OPERE PUBBLICHE, URBANISTICA , CANTIERE COMUNALE URBANISTICA,


Delibere della Giunta comunale nr. 10 del 28.01.2013 Atto di indirizzo politico amministrativo per lalienazione della p.f. 3352/3 di propriet comunale e lacquisto delle pp.ff. private, anche a titolo di perequazione, finalizzate alla redistribuzione fondiaria, ricomprese nel Piano Attuativo denominato PAG 3 - Progetto di riqualificazione urbanistica a sud di via del Perer a ridosso della nuova rotatoria in Aldeno. nr.14 del 28.01.2013 Interventi finalizzati al miglioramento dei patrimoni forestali ed alla difesa dei boschi dagli incendi da realizzare con il supporto della Provincia Autonoma di Trento Servizio Foreste e Fauna. nr. 24 del 11.02.2013 Approvazione in linea tecnica del Progetto Intervento 19 - 2013 Progetti per laccompagnamento alla occupabilit attraverso lavori socialmente utili. Determinazione criteri di individuazione dei lavoratori. Individuazione ordine di priorit per lassunzione dei lavoratori per il Comune di Aldeno. nr. 31 del 04.03.2013 Approvazione in linea tecnica del Progetto Intervento 19 - 2013 sovracomunale con il comune di Cimone, denominato Interventi di riordino di archivi e/o recupero di lavori arretrati di tipo tecnico o amministrativo, non rientranti nelle attivit di ordinaria amministrazione dellEnte. allinterno dei Progetti per laccompagnamento alla occupabilit attraverso lavori socialmente utili. Determinazione criteri di individuazione dei lavoratori e individuazione. nr. 33 del 11.03.2013 Fornitura dalla ditta Vittoria Srl di Buttapietra (Verona), di materiale per la realizzazione di un ricovero attrezzi in legno tipo casetta ad uso esclusivo degli Orti Sociali Urbani siti in localit Bagnere di Aldeno. nr. 36 del 11.03.2013 Atto di indirizzo politico amministrativo per il trasferimento a titolo di permuta da parte della societ Autostrada del Brennero S.p.a. al Comune di Aldeno delle pp.ff. 1251/2, 2611/3, 2612/ 3, 2613/2, 2617/2, 2617/3 e simultaneo trasferimento allo stesso titolo da parte del Comune di Aldeno alla Societ Autostrada del Brennero S.p.a. delle pp.ff. 3333/2, 3333/3, 3363/2, 3365/2. nr. 37 del 18.03.2013 Approvazione dello schema di convenzione per il mantenimento e la ricostruzione di un nuovo ponte sul torrente Arione mediante la demolizione completa del ponte esistente e del muro dargine compresa dalla briglia a monte fino alla fine del cunettone, con allargamento della sponda destra mediante ricostruzione del cunettone e del muro dargine destro, nonch la facolt di realizzare lallargamento della strada via alle Albere, nellambito dei lavori per la realizzazione delle opere di urbanizzazione a servizio del polo scolastico di Aldeno, in C.C. Aldeno. nr. 53 del 15.04.2013 Atto di indirizzo politicoamministrativo per la concessione in uso gratuito al Comune di Aldeno, per fini pubblici, di una fascia di terreno della lunghezza di circa m 32 e larga circa cm 60, pertinenza della p.ed. 414/4 C.C. Aldeno sita in via Stretta fino allincrocio con via Florida e per la cessione gratuita al Comune di Aldeno di una fascia di terreno della lunghezza di circa m 11,50 e larga circa cm 60 della p.f. 1003/3 in P.T. 1242, C.C. Aldeno, a seguito di atto transattivo.

ARIONE 59

Dal Municipio

nr. 56 del 15.04.2013 Incarico allarch. Micheletti per la redazione del progetto esecutivo dei lavori di ristrutturazione e ampliamento ex Acli per la realizzazione di una struttura ricettiva turistica (Ostello) Integrazione impegno di spesa. CIG Z4DO5F1B2A. nr. 57 del 15.04.2013 Incarico alling. Ernesto Callegari con studio tecnico a Trento, per il calcolo delle strutture in legno X-lam dellultimo piano delledificio ex Acli per la realizzazione di una struttura ricettiva turistica (Ostello). CIG ZA5099C62C. nr. 58 del 22.04.2013 Incarico al dott. Vieri Ravenna con studio tecnico a Trento, per il progetto esecutivo, Direzione Lavori, Misura, contabilit e collaudo degli interventi di miglioramento ambientale in Val Stornada. CIG Z9B099EE9E. nr. 59 del 22.04.2013 Incarico alling. Pietro Castellan con studio tecnico a Trento, per la predisposizione della documentazione tecnica necessaria per lintavolazione di servit per le opere paramassi posizionate nel tratto di parete compresa fra la parte iniziale della S.P. 25 per Garniga e la zona del cimitero nel C. C. di Aldeno. CIG ZD7099EF1A. nr. 60 del 22.04.2013

Incarico alling. Ennio Zandonai con studio tecnico in Aldeno, di coordinatore della sicurezza in fase di progettazione per il progetto esecutivo dei lavori di ristrutturazione ed ampliamento delledificio ex Acli per la realizzazione di una struttura ricettiva turistica (Ostello). CIG ZB5099EFBE nr. 61 del 22.04.2013 Approvazione dello schema di convenzione avente ad oggetto la predisposizione della rete di accesso in fibra ottica nel Comune di Aldeno in concomitanza con i lavori comunali in localit Canove-Carotte, con il sistema della delega ex art. 7 della L.P. 10 settembre 1993, n. 26. CIG Z48099F0C2. nr. 69 del 20.05.2013 Affidamento incarico per verifica ed eventuale revisione di quantit e prezzi utilizzati per la redazione del Computo Metrico Estimativo allegato al progetto preliminare dei Piani Attuativi ai Fini Generali PAG2 e PAG3 al dott. ing. Bruno Moratelli di Trento (Euro 1.258,40=). CIG Z3E0A47E32. nr. 70 del 22.05.2013 Atto di indirizzo politico amministrativo finalizzato ad assentire al proprietario dellarea su cui insiste il manufatto ex SOA i lavori di sua demolizione, asportazione e inerenti allattivit di bonifica di cui allart. 7 dello schema

di convenzione approvato con deliberazione 70/2009, ad oggetto Approvazione II adozione del Piano Attuativo ai Fini generali P.A.G. 1 area ex S.O.A. in Aldeno, riguardante larea ricompresa nel Piano Attuativo denominato PAG 1. nr. 72 del 27.05.2013 Modifica deliberazione nr 70/2013 relativa a Atto di indirizzo politicoamministrativo finalizzato ad assentire al proprietario dellarea su cui insiste il manufatto ex SOA i lavori di sua demolizione, asportazione e inerenti allattivit di bonifica di cui allart. 7 dello schema di convenzione approvato con deliberazione 70/2009, ad oggetto Approvazione II adozione del Piano Attuativo ai Fini generali P.A.G. 1 area ex S.O.A. in Aldeno, riguardante larea ricompresa nel Piano Attuativo denominato PAG 1". nr. 77 del 03.06.2013 Atto di indirizzo politico per la concessione in uso gratuito al Comune di Aldeno, da parte dellIstituto trentino di edilizia abitativa s.p.a., dellunit immobiliare sita in Aldeno, via D. Borelli n. 30/6 ed identificata dalla p.ed. 156 p.m. 2 sub 9 in C.C. Aldeno. Determinazioni del Segretario comunale nr. 8 del 07.01.2013 Incarico alla Ditta Eurobri-

Dal Municipio

60

ARIONE

co S.p.a. di Villa Agnedo (TN) dellappalto per la fornitura dei prodotti per il piano di concimazione annuale del campo da calcio in localit Albere CIG Z8F08020E8. nr. 12 del 21.01.2013 MondoMerlot: acquisto calici dalla Ditta Rastal Italia di Castel S. Giovanni (PC) codice CIG Z73083C69C e cestelli dalla Ditta CHS Srl di Soresina (CR) codice CIG Z7A083C784. nr. 18 del 28.01.2013 Alienazione della p.f. 3352/3 di propriet comunale ed acquisto delle pp.ff. private, anche a titolo di perequazione, finalizzate alla redistribuzione fondiaria, ricomprese nel Piano Attuativo denominato PAG 3 Progetto di riqualificazione urbanistica a sud di via del Perer a ridosso della nuova rotatoria in Aldeno. Determina a contrarre ed approvazione dello schema di contratto definitivo. nr. 52 del 11.03.2013 Trasferimento a titolo di permuta da parte della Societ per Azioni Autostrada del Brennero, al Comune di Aldeno delle pp.ff. 1251/2, 2611/3, 2612/3, 2613/2, 2617/2, 2617/3 e simultaneo trasferimento allo stesso titolo da parte del Comune di Aldeno alla Societ per Azioni Autostrada del Brennero, delle pp.ff. 3333/ 2, 3333/3, 3363/2, 3365/2.

Determina a contrarre ed approvazione dello schema di contratto definitivo. nr. 65 del 29.03.2013 Approvazione capitolato speciale dappalto per il servizio di pulizia e manutenzione parchi, aree verdi, fiori, piante e per lasporto delle infestanti dai bordi delle strade, dai marciapiedi e dai parcheggi per il periodo dal 15.04.2013 31.10.2013. Determinazione modalit di appalto. CIG Z990952F47. nr. 66 del 02.04.2013 Approvazione della lettera invito e dellelenco delle ditte da interpellare per laffidamento del servizio di pulizia e manutenzione parchi, aree verdi, fiori, piante e per lasporto delle infestanti dai bordi delle strade, dai marciapiedi e dai parcheggi (15.04.2013 31.10.2013). CIG Z990952F47. nr. 81 del 05.04.2013 Impegno di spesa per pubblicit legale relativa al deposito a libera visione del pubblico presso lUfficio Tecnico Comunale della variante per Opere Pubbliche al P.R.G. di Aldeno. nr. 86 del 15.04.2013 Trasferimento a titolo di cessione gratuita al Comune di Aldeno di una fascia di terreno della lunghezza di circa m 11,50 e larga circa cm 60 della p.f. 1003/3 in P.T. 1242, C.C. Aldeno, a segui-

to di atto transattivo. Determina a contrarre ed approvazione dello schema di contratto definitivo. nr. 87 del 15.04.2013 Costituzione, a titolo gratuito e per fini pubblici, di servit di passo e ripasso su una fascia di terreno della lunghezza di circa m 32 e larga circa cm 60, a carico della pertinenza della p.ed. 414/ 4 (fondo servente) in P.T. 1122, C.C. Aldeno, sita in via Stretta, fino allincrocio con via Florida, a favore della p.f. 3352/1 (fondo dominante) di propriet comunale, a seguito di atto transattivo. Determina a contrarre ed approvazione dello schema di contratto definitivo. nr. 88 del 15.04.2013 Aggiudicazione dellappalto per il servizio di pulizia e manutenzione parchi, aree verdi, fiori, piante e per lasporto delle infestanti dai bordi delle strade, dai marciapiedi e dai parcheggi per il periodo dal 15.04.2013 31.10.2013. Determinazione modalit di appalto. CIG Z990952F47. nr. 97 del 19.04.2013 Appalto per il servizio di manutenzione e diserbo del Cimitero comunale di Aldeno per il periodo dal 20.04.2013 al 31.10.2013. Rinnovo. CIG Z290998D38. nr. 117 del 06.05.2013 Approvazione della peri-

ARIONE 61

Dal Municipio

zia riguardante i lavori di spostamento dellattraversamento pedonale presso il marciapiede di via F. Filzi ad Aldeno- ed affidamento incarico alla ditta D & G Costruzioni s.n.c. di Faver. nr. 124 del 13.05.2013 Affidamento incarico per lesecuzione delle verifiche e la redazione della perizia asseverata per il rinnovo del Certificato di Prevenzione Incendi della Scuola Elementare di Aldeno (attivit 67 scuole attivit 74 Centrale Termica) C.I.G. Z0F09E0643. nr. 138 del 03.06.2013 Cessione in uso gratuito al Comune di Aldeno, da parte dellIstituto trentino di edilizia abitativa s.p.a., dellunit immobiliare sita in Aldeno, via D. Borelli n. 30/6 ed identificata dalla p.ed. 156 p.m. 2 sub 9 in C.C. Aldeno. Determina a contrarre ed approvazione dello schema di contratto definitivo.

nr. 148 del 12.06.2013 Approvazione della lettera invito e dellelenco delle ditte da interpellare per laffidamento del servizio di manutenzione con assistenza per gli impianti di rilevazione incendio, illuminazione di emergenza, impianto elettrico e impianto fotovoltaico della Scuola Secondaria di Aldeno per il periodo 01 luglio 2013 30 giugno 2016. CIG ZC90A5A295 Determinazioni del Responsabile del Servizio Territorio e Lavori Pubblici nr. 3 del 04.02.2013 Incarico alling. Alessio Buffa per lattivit di consulenza ed assistenza nella redazione del piano di emergenza del nuovo asilo nido e scuola materna di Aldeno. nr. 6 del 07.03.2013 Rinnovo concessione occupazione permanente di suolo pubblico su parte del-

la p.f. 3475/2 in C. C. Aldeno localit S. Zeno, per la posa in opera di un ponte in legno di collegamento fra la p.f. 1724/2 e la p. ed. 975 C.C. Aldeno e per la posa in opera di un tratto del collettore delle acque nere. nr. 13 del 03.04.2013 Incarico al geom. Remo Cramerotti per la redazione del tipo di frazionamento riguardante il potenziamento via XXV aprile opera di urbanizzazione a servizio del polo scolastico di Aldeno (opere stradali). nr. 19 del 02.05.2013 Lavori per la ricostruzione di un muro in sassi faccia a vista in via Giacometti danneggiato nel mese di novembre 2012 (5.200,00.-) nr. 20 del 06.05.2013 Lavori per la demolizione e ricostruzione di un muro in cls faccia a vista in via Stretta di confine con la propriet Spagnolli (3.100,00.-)

Dal Municipio
L

62

ARIONE

VOL ONT ARIA TO , CUL TUR A , SPOR T OLONT ONTARIA ARIATO TO, CULTUR TURA SPORT
Delibere della Giunta comunale nr. 3 del 14.01.2013 Concessione contributo straordinario finanziario per organizzazione del Carnevale dei Ragazzi. Edizione 2013. nr. 40 del 26.03.2013 Approvazione a tutti gli effetti del Piano Giovani di Zona (PGZ) della Destra Adige rivolto ai minori ed agli adolescenti anno 2013. nr . 41 del 26.03.2013 Approvazione accordo di programma del Piano di Zona (PGZ) della Destra Adige rivolto ai minori ed agli adolescenti anno 2013. nr. 42 del 26.03.2013 Piano di Zona della Destra Adige (PGZ) rivolto ai minori ed agli adolescenti anno 2013. Designazione referenti per il Comune di Aldeno e presa datto composizione Tavolo. nr. 51 del 08.04.2013 Assegnazione contributo allAssociazione Nazionale Carabinieri per svolgimento manifestazione denominata 50 fondazione A.N.C. di Aldeno Carabiniere Primo Daldoss. nr. 55 del 15.04.2013 Assegnazione contributo allAssociazione Pesca Sportiva Dilettantistica di Aldeno. nr. 62 del 29.04.2013 Adesione al Progetto di Rete Summerjobs 16-17 del Comune di Trento, capofila, e condiviso con i partner: Comune di Aldeno (capofila del Piano giovani di zona ARCIMAGA) e Piani Giovani dAmbito, redatto nel mese di aprile 2013, rivolto a studenti di 16 anni compiuti ai 18 anni non compiuti, residenti nel Territorio 15 Val dAdige. nr. 63 del 29.04.2013 Assegnazione contributo alla Banda Sociale di Aldeno per svolgimento manifestazioni in occasione del 90 Anniversario Fondazione Banda Sociale di Aldeno. nr. 64 del 29.04.2013 Assegnazione contributo straordinario al Club Ciclistico Forti e Veloci per lorganizzazione e lo svolgimento della manifestazione ciclistica cross country denominata 4 Trofeo Daniele Baldo per categoria giovanissimi 712 anni. nr. 71 del 22.05.2013 Determinazione contributo straordinario alla Parrocchia di San Modesto di Aldeno per lavori di manutenzione straordinaria Chiesa parrocchiale. nr. 73 del 27.05.2013 Assegnazione contributo straordinario alla Societ Sportiva Aldeno A.S.D. per lorganizzazione e lo svolgimento attivit settore pallavolo. Determinazioni del Segretario comunale nr. 17 del 21.01.2013 Orti sociali - Approvazione graduatoria per assegnazioni marzo 2013 marzo 2016. nr. 41 del 27.02.2013 Approvazione prospetto riepilogativo delle spese sostenute per il progetto INTERVENTO 19 Anno 2012 nr. 42 del 27.02.2013 Integrazione determinazione segretarile n. 184/2012 dd. 26 novembre 2012: incarico alla lettrice Marta Zanetti per incontro lettura classe scuola media (CIG Z5C07682EE). nr. 43 del 28.02.2013 Determinazione a contrarre Affidamento incarico fornitura libri e materiale documentario per la Biblioteca comunale di Aldeno. CIG Z9F08E4726.

ARIONE 63

Dal Municipio

nr. 44 del 28.02.2013 Orti sociali - Approvazione graduatoria assegnazioni annuali marzo 2013 marzo 2014 nr. 64 del 29.03.2013 Fornitura dalla ditta Vittoria Srl di Buttapietra (Verona), di materiale per la realizzazione di un ricovero attrezzi in legno tipo casetta ad uso esclusivo degli Orti Sociali Urbani siti in localit Bagnere di Aldeno. Impegno e liquidazione. CIG Z8D09923CF. nr. 77 del 03.04.2013 Piano Giovani di Zona A.R.Ci.Ma.Ga. 2013 Incarico a progetto per la gestione del piano e del punto informativo a Paolo Bisesti. CIG ZCD09751B0. nr. 84 del 10.04.2013 Incontri con lettrice Giovanna Palmieri nellambito

della Settimana della lettura (15 19 aprile 2013). Incarico letture. (CIG Z290974BB9). nr. 92 del 17.04.2013 Progetto A.R.Ci.Ma.Ga. 2013 Progetto n. 03: Punto Informativo: ancora un anno con Arcimaga. Impegni di spesa. Parte I CIG Z1E09A4A6D (Grafiche Futura Srl) CIG ZE009A4AC0 (Digital Service) CIG ZB409A4AA8 (Rossi Sara) CIG Z7209A4A84 (Grafiche Dalpiaz). nr. 103 del 02.05.2013 Orti sociali - Approvazione graduatoria assegnazioni annuali, domande pervenute entro il termine del 30 aprile 2013. nr. 118 del 06.05.2013 Indizione procedura per la

selezione di candidati al progetto Summerjobs 16-17 edizione 2013. nr. 123 del 10.05.2013 Incarico Grafiche Dalpiaz stampa inviti mostra Alla riscoperta della manualit perduta (CIG Z9309D795B). nr. 125 del 15.05.2013 Manifestazione scolastica rivolta al mondo delle arti e sport. Sostegno alliniziativa (Premi finali). Impegno di spesa diversi. CIG ZE60A05C73 Ditta Myo S.r.l.; CIG Z1EOAO5E6E Ditta Delmarco Nadia S.r.l.; CIG ZF50A05E88 Ditta Arte del Fiore di Cont Marzia Aldeno; CIG ZF70A05E17 Ditta Andreatta & Nicoletti di Trento.

Dal Municipio
L

64

ARIONE

Cooperativa Aldeno Casa: iniziati i lavori nellarea ex SOA


di Diego Nart - Federazione Trentina della Cooperazione Da quasi un mese le ruspe sono in azione allinterno dellarea dove, fino a qualche anno fa, sorgeva la Soa Societ Ortofrutticola Aldeno. Una superficie di 30 mila metri quadrati verr trasformata in una grande area di edilizia residenziale spiega Armando Paoli, direttore di Sft Societ Frutticoltori Trento proprietaria dellarea. Due numeri: 56 mila 500 metri cubi pari a 190 unit abitative. Il progetto realizzato sulla base del piano attuativo adottato dal Comune di Aldeno aggiunge Paoli. Esso prevede una sostanziale modifica della viabilit rurale e la realizzazione di un nuovo quartiere, ben integrato allinterno del paese. La zona a ridosso del centro storico di Aldeno in posizione particolarmente favorevole per le unit abitative. I lavori di demolizione dovrebbero concludersi entro la fine di luglio. Da agosto si dar inizio alla seconda fase che porter alla completa maturazione del progetto. Si partir con le opere di urbanizzazione primaria spiega Paoli per passare alla realizzazione delle strutture vere e proprie. Gli appartamenti andranno a soddisfare il bisogno casa dei cittadini di Aldeno e delle localit limitrofe. Loperazione non ha fini di lucro prosegue Paoli. Infatti linvestimento complessivo prevede che, le unit abitative, saranno poste in vendita per pareggiare i conti. Il prezzo oscilla tra i 2 mila 100 e i 2 mila 200 euro al metro quadrato. Verranno cedute ai soci della cooperativa Aldeno Casa al prezzo di costo. Aldeno Casa subentrer a Sft Societ Frutticoltori Trento quando si inizier a mettere mattone su mattone dice Mauro Coser, presidente di Aldeno casa. C un altro aspetto importante da evidenziare aggiunge. Il socio acquister a prezzo di costo. Chi avr i requisiti necessari (prima abitazione) potr accedere, tramite la cooperativa edilizia, ai benefici pubblici gi assegnati. In soldoni ammontano, per unit abitativa standard, a 150 mila euro suddivisi in 52 mila e 500 euro a fondo perduto e in 97 mila 500 euro tramite accensione di un mutuo ventennale sul quale lente pubblico pagher l80% degli interessi. Un appartamento standard del costo complessivo di 200 mila euro potr essere acquistato dal socio in possesso dei requisiti necessari conclude Coser - La disponibilit iniziale necessaria al socio sar del 25% dellimporto complessivo. Come si intuisce loperazione molto vantaggiosa. Di questo se ne sono resi conto in molti. Basti pensare che, dei 190 appartamenti totali, 130 sono gi stati prenotati. Ne rimangono disponibili sessanta. Ma siamo certi che rimarranno senza proprietario ancora per poco tempo.

ARIONE 65

PROMEMORIA
COMUNE DI ALDENO tel. 842523 - 842711 - www.comune.aldeno.tn.it Orario di apertura al pubblico: Dal luned al venerd dalle ore 8.00 alle ore 12.30 Orario ricevimento Sindaco Orario ricevimento Vicesindaco e Assessori Lun. 8.00 - 10.00 / 16.30 - 17.30 da Marted a Sabato mattina previo appuntamento Lun. 16.30 - 17.30 da Marted a Sabato mattina previo appuntamento

Informazioni utili, di pronto impiego, per accedere ai servizi del Comune di Aldeno

Numero utile segnalazione guasti - Ufficio Tecnico 0461.843222 - Segreteria attiva 24 ore BIBLIOTECA COMUNALE DI ALDENO tel. 0461.842816 Orario di apertura al pubblico: Luned 20.00 - 22.00 14.00 - 18.00 Marted - Mercoled 14.00 - 18.00 8.30 - 11.30 Gioved - Venerd 14.00 - 18.00 CORPO DI POLIZIA LOCALE TRENTO-MONTE BONDONE Agenti di Polizia Locale Aldeno: tel. 0461.843188 - Centralino di Trento: tel. 0461.889111 FARMACIA DOTT. G. BARBACOVI Orario di apertura : 8.30 - 12.00 15.30 - 19.00 - Chiusura: sabato pomeriggio - tel. 0461.842956 DOTT. MARCO GIOVANNINI Via Florida, 1 - tel. 0461.843221 - cell. 335.364950 Orario di ricevimento: Aldeno 8.00 - 10.30 Luned - Gioved 16.00 - 18.30 Marted 8.00 - 10.30 19.00 - 20.00 Venerd su appuntamento Sabato 11.00 - 11.30 Cimone Mercoled 9.30 - 10.30 Garniga Mercoled DOTT. MAURO LUNELLI Via Florida, 1 - tel. 0461.843221 - cell. 328.6912852 Orario di ricevimento: Aldeno Luned - Marted - Mercoled 9.00 - 12.30 Venerd 15.00 - 19.00 Sabato 9.00 - 12.00 Cimone Mercoled 15.00 - 16.30 Garniga Marted 15.00 - 16.00 DOTT. MAURO PIFFER Via Roma, 38 - tel. 0461.842865 Orario di ricevimento: Aldeno Cimone Garniga Luned Mercoled - Gioved Venerd Marted Marted 15.00 - 19.00 15.00 - 19.00 su appuntamento 10.00 - 13.00 9.00 - 11.00 11.00 - 12.00

DOTT.SSA MARINA CESTELE - Pediatra Aldeno: via Florida, 1 - Trento: Via Bronzetti, 1 Tel. 340.1504738 preferibilmente dalle 8.00 alle 9.00 e al di fuori degli orari di visita per impegnative, appuntamenti o informazioni in ambulatorio Orario Trento (su appuntamento): Luned 14.30-17.30 - Marted 9.00 - 11.30 Venerd 9.00 - 12.00 Aldeno (su appuntamento): Luned: 10.00-12.00, Mercoled: 14.15 - 16.15, Gioved: 9.00-11.30

Notizie utili

PUNTO PRELIEVI Via Florida, 1 Marted

7.00 - 9.00

CONSULTORIO INFERMIERISTICO Via Florida, 1 - tel. 0461.843221 dal Luned al Venerd 9.30 - 10.00 ASSISTENZA SOCIALE tel.0461.889910 Assistente Sociale DAVIDE LASTA - area minori - Marted 14.00 - 16.00 Assistente Sociale CINZIA BRUSCHETTI - area adulti e anziani - Marted 9.00 - 11.00 PARROCCHIA SAN VITO E MODESTO P.zza C. Battisti, 14 - Tel. 0461.842514 - Parroco don Daniele Morandini Orario apertura canonica: dal Lun al Ven 9.00 - 11.00 ORARIO APERTURA CRM (Centro Raccolta Materiali) Marted: 13.30-15.30 - Gioved: 15.00-18.00 - Sabato: 8.30 - 12.30

66

ARIONE