Sei sulla pagina 1di 2

N 11

Italiano.

Marzo 1963

LA LINGUA UNIVERSALE LES A M I S DU N E O , a.s.b.l., 36, av. Emile Duray, Bruxelles 5 (Belgio) TUTTO I L N E O I N DUE PAGINE. PRONUNCIA. I l N e o si pronuncia esattamente com' scritto : le 5 vocali come in italiano (possono essere indifferentemente brevi o lunghe) ; c e ch come cena; g come gallo; h aspirata; j come gente; k come caro; sh come scena; ts come pozzo; x come xenofilia (ks) ; w e y come in inglese : Wellington, yes; z come rosa; gn separatamente (g-n) ; ny come ogni; le altre lettere come in italiano. L'ARTICOLO DEFINITO lo significa : il, lo, la, i, le . Puo' elidersi davanti ad una vocale : l'orto, l'ortos l'orto, gli orti. L'ARTICOLO L'AGGETTIVO forti. L'AVVERBIO forte fortemente. INDEFINITO un significa : un, una . finisce per a : alta, alto, alta, alti, alte; forta forte, derivato dall'aggettivo prende un e : alte altamente;

Il NOME finisce per o (plurale os) : lo viro, lo viros l'uomo, gli uomini; lo femo, lo femos la donna, le donne; lo libro(s) il (i) libro(i) ; tablo(s) tavola(e); gardeno(s) giardino(i). Si elide spesso l'o finale del SINGOLARE, semprech la parola rimanga di facile pronuncia : vir, fem, garden. Non si dir : libr, tabl. NON SI PUO' MAI ELIDERE IL PLURALE. NUMERI : 1 un; 2 du; 3 tre; 4 kuar; 5 kuin; 6 sit; 7 sep; 8 ot; 9 non; 10 is; 100 ek; 1000 mil. Tutti gli altri numeri si formano per semplice unione : 11 isun; 12 isdu; 13 istre; 14 iskuar; 15 iskuin; 16 issit; 17 issep; 18 isot; 19 isnon; 20 duis; 21 duisun; 22 duisdu; 30 treis; 95 noniskuin; 2301 dumil treek un; 23768 duistre mil sepek sitisot. NUMERI ORDINALI : prima, una primo; dua secondo; trea terzo; kuara 4; kuina 5; isa 10; isdua 12; duisa 20; eka 100; dumil treek kuarisdua 2342. PRONOMI SOGGETTO
mi

PERSONALI. (1) COMPLEMENTO me te le le se ne ve ze ze mi, me ti, te lo, gli la, le si, se ci vi li, loro le, loro POSSESSIVO ma ta la la sa na va za za ( A g g . & Pron.) mio, mia, miei, mie tuo, tua, tuoi, tue suo, sua, suoi, sue suo, sua, suoi, sue suo, sua, suoi, sue nostro, -a, -i, -e vostro, -a, -i, -e loro loro
altri casi; ecc.). . il puo'

tu il el so nos vu zi zel
(1)

io

tu egli ella s, si noi voi essi esse

e l si adopera per persone e animali di sesso iemminile; i l per tutti gli essere sostituito con i t quando si tratta di cose inanimate (oggetti, idee, Dopo una preposizione, il pronome prende sempre la f o r m a soggetto

L'aggettivo possessivo invariabile; il pronome prende un s nel plurale.

Non v' NESSUN SEGNO D'ACCENTO IN NEO. L'ACCENTO TONICO cade : sulla penultima sillaba delle parole che finiscono per una vocale; sull'ultima sillaba delle parole che finiscono per una consonante; l's del plurale non sposta l'accento : tAblo, tAblos; gardEn, gardEnos; l'y una consonante; l'accento tonico non vi si posa mai : fOlyo foglio; sErye seriamente; l'i che precede un'altra vocale prende sempre l'accento tonico, anche nelle parole che ne hanno gi un altro : flio follia; serio serie, serie in serie; blologlo biologia; l'u che segue un'altra vocale o che entra nelle combinazioni kuo e guo non porta l'accento : nEutra (neutro), Auto (auto), lInguo (lingua), Akuo (acqua). I l VERBO i (avere) si coniuga come segue (forma unica per tutte le persone) :
Presente Imperfetto e passato . . . Futuro Condizionale Participio passato Participio presente, gerundio . Participio presente composto ar : mi, tu, il, nos, vu, zi ar ho, hai, ha, a b b i a m o , ecc. . i r : mi, tu, il, nos ir a v e v o ( e b b i ) , a v e v i ( a v e s t i ) , ecc. or : mi, tu, il. nos or a v r o ' , avrai, avr, ecc. ur : mi, tu, il, nos ur avrei, avresti, a v r e b b e , ecc. at : avuto (mi a r at ho a v u t o ) . ande : avendo ( a g g e t t i v o : anda) . inde : avendo avuto ( a g g e t t i v o : inda).

Questo verbo i serve da modello e da desinenza PER TUTTI I VERBI : si (essere) : mi sar sono; tu sir eri, fosti; nos sor saremo fi (fare) : tu far fai; vu fir facevate, faceste; zi fur farebbero vidi (vedere) ; nos vidar vediamo; tu vidir vedevi, vedesti; mi vidor vedro' apreni (apprendere) il aprenar egli apprende; tu aprenor apprenderai. TEMPI COMPOSTI ATTIVI (ausiliare i ) : i fat aver fatto; i sat esser stato; mi ir vidat avevo visto; il ur sat egli sarebbe stato. PASSIVO (ausiliare si) : si batat esser battuto; mi ur sat vidat sarei stato visto. Al PRESENTE il verbo ESSERE spesso sottinteso : il bona egli () buono. VOCABOLARIO : Pli per favore; vi volere; di dare; pom mela; em ecco; som qualche; bela bello; pi potere; elgi scegliere; dezi desiderare; dom casa; ik nir qui vicino; ye l; gi andare; ilke subito; dank grazie; vole volentieri; marchi camminare; epe un po'; sun presto, fra poco; ensi cominciare; korso corso; es se; an anche; studi studiare; nuva nuovo; kras domani; dokras dopodomani; veni venire; she tu da te; manki mancare; plazo piacere; cherte certamente; kune insieme; revidi rivedere; trankila tranquillo; alvid arrivederci. Caro lettore, conosci gi le regole essenziali del Neo. Studia ancora il CORSO C O N D E N S A T O D I N E O I N Q U A T T R O P A G I N E (gratuito). Presto conoscerai il Neo come la tua propria lingua.
ESERCIZIO : P e r favore, vuoi darmi una m e l a ? Ecco alcune belle mele, puoi scegliere. Desidererei v e d e r e la tua nuova casa. E' qui vicino, possiamo andarci subito. Grazie, c a m m i n e r o ' v o l e n t i e r i un poco. P r e s t o comincero' il C o r s o di N e o . Anch'io. Se vuoi, possiamo studiare assieme. Certo. Quando p o t r e m m o r i v e d e r c i ? Domani o d o p o d o m a n i v e r r o ' da te. Cio' mi far g r a n piacere. N o n mancare. Stai tranquillo. N o n m a n c h e r o ' . A r r i v e d e r c i . Buon giorno, buona sera, buona notte. Signore, Signora, Signorina. Buon giorno, Signora. Buona sera, S i g n o r a P o n t i . I l N e o una l i n g u a facile e piacevole. P l i , var tu me di un pom ? Em som bel pomos, tu par elgi. Mi dezur vidi ta nuv dom. Sar ik nir, nos par ye gi ilke. Dank, mi vole marchor epe. Sun mi ensor lo Korso de Neo. An mi. Es tu var, nos par studi kune. Cherte. Van pur nos ne revidi ? K r a s o dokras mi venor she tu. Eto me for gran plazo. N o manki. Si trankila. Mi no mankor. Alvid. Bonid, bonser, bonnox. Sir, Dam ( M a d a m ) , Damel. Bonid, Madam. Bonser, D a m Ponti. N e o sar un linguo iza e plaza.

Per informazioni : LES A M I S DU N E O , a.s.b.l., 36, av. Emile Duray, Bruxelles 5 (Belgio).