Sei sulla pagina 1di 2

Rai Educational Dip.

Affari Sociali Ministero Pubblica Istruzione

IO PARLO ITALIANO" Corso di italiano per immigrati Lezione 34 - Puntata 36

CONTENUTI LINGUISTICI

PARLIAMO DI
DAL DISCORSO DIRETTO AL DISCORSO INDIRETTO Quando in un discorso si vuole riferire il pensiero o le parole pronunciate da noi o da unaltra persona si pu usare o il discorso diretto o il discorso indiretto. Il discorso diretto la riproduzione fedele (o che si vuole presentare come fedele) di quel che , stato o sar detto da noi o da altre persone . Es.: Pietro disse allimprovviso: Vado via. Oppure Es.: a un certo punto ho detto: Vado via. FAI ATTENZIONE: nella lingua scritta le parole pronunciate dalla persona e riportate nel discorso diretto devono essere racchiuse tra virgolette e precedute dai due punti. Il discorso indiretto riferisce il pensiero o le parole di una persona (o le nostre) attraverso il racconto fatto da un narratore. Es.: Pietro disse allimprovviso che voleva andare via. Per passare dal discorso diretto al discorso indiretto si devono eseguire delle trasformazioni di tempo, e qualche volta di modo, della la forma verbale. Qui di seguito presentiamo alcune trasformazioni della forma verbale nel passaggio dal discorso diretto al discorso indiretto. Alcune trasformazioni con il verbo principale al presente DISCORSO DIRETTO DISCORSO INDIRETTO La ragazza dice: Litaliano una lingua La ragazza dice che litaliano una lingua facile. facile. La ragazza dice che far ancora unaltra lezione di italiano. La ragazza dice: Far unaltra lezione di italiano. Alcune trasformazioni con il verbo principale al passato
Lz 34 cl 1

Rai Educational Dip. Affari Sociali Ministero Pubblica Istruzione

DISCORSO DIRETTO DISCORSO INDIRETTO La ragazza disse: Litaliano una lingua La ragazza disse che litaliano era una facile. lingua facile. La ragazza disse di aspettare.

La ragazza disse: Aspetta! Nella trasformazione dal discorso diretto al discorso indiretto pu essere necessario fare delle trasformazioni anche dei pronomi personali, degli aggettivi possessivi e dimostrativi, degli avverbi ecc. Qui di seguito presentiamo alcuni esempi di passaggi dal discorso diretto al discorso indiretto con trasformazione di altri elementi oltre al verbo. Trasformazione dei pronomi personali DISCORSO DIRETTO Il ragazzo disse: Questo lho fatto io. Trasformazione dellavverbio di luogo DISCORSO DIRETTO Il ragazzo disse: Resta qui. Trasformazione dellavverbio di tempo DISCORSO DIRETTO Il ragazzo disse: Torno tra poco. DISCORSO INDIRETTO Il ragazzo disse che questo lo aveva fatto lui. DISCORSO INDIRETTO Il ragazzo disse di restare l. DISCORSO INDIRETTO Il ragazzo disse che sarebbe tornato poco dopo.

Trasformazione dellaggettivo dimostrativo e dellaggettivo possessivo DISCORSO DIRETTO DISCORSO INDIRETTO Il ragazzo disse: Questo quaderno mio. Il ragazzo disse che quel quaderno era suo. FAI ATTENZIONE: le formule di saluto (es.: buon giorno, ciao, buonanotte ecc.) sono intraducibili nel passaggio dal discorso diretto al discorso indiretto. Es.: il ragazzo disse: Buon giorno il ragazzo salut. Dal discorso diretto al discorso indiretto di una frase interrogativa DISCORSO DIRETTO DISCORSO INDIRETTO Il ragazzo mi disse: Sei stanco? Il ragazzo mi disse se ero stanco. Dal discorso diretto al discorso indiretto di una frase esclamativa Con la frase esclamativa il passaggio dal discorso diretto al discorso indiretto non automatico e si devono fare alcune trasformazioni pi o meno ampie. Es.: il ragazzo url: Vieni con me! il ragazzo mi ordin di andare con lui.

Lz 34 cl 1