Sei sulla pagina 1di 3

Rai Educational Dip.

Affari Sociali Ministero Pubblica Istruzione

IO PARLO ITALIANO Corso di italiano per immigrati Lezione 14 Puntata 16

CONTENUTI LINGUISTICI PARLIAMO DI


FORME IMPERSONALI In alcuni casi non esiste un soggetto specifico della frase e il verbo non si riferisce ad una persona determinata. Per esprimere la forma impersonale si pu utilizzare il pronome si con un verbo utilizzato alla terza persona. Es.: si dice si giunge ecc. Oppure si pu utilizzare un pronome indefinito (vedi pi avanti) come soggetto generico con un verbo alla terza persona. Es.: uno non pu mai stare tranquillo. FAI ATTENZIONE: alcuni verbi sono sempre impersonali e non presentano generalmente nessun costrutto. Questi verbi sono soprattutto quelli che indicano un fenomeno atmosferico. Es.: oggi piove molto. PRONOMI INDEFINITI I pronomi indefiniti servono per indicare qualcuno o qualcosa in modo non specifico e non determinato. Qui di seguito presentiamo la lista dei pronomi indefiniti pi diffusi MASCHILI uno qualcuno - I pronomi indefiniti niente e qualcosa sono di solito seguiti dalle preposizioni di e da. Es.: c niente di nuovo? c qualcosa da fare? - Il pronome indefinito tutto pu essere usato anche come aggettivo. In questo caso seguito dallarticolo determinativo (il, lo, la, le). Es.: io lavoro tutto il giorno. - I pronomi indefiniti niente, nessuno e nessuna seguono il verbo che preceduto da non. FEMMINILI una qualcuna MASCHILI E FEMMINILI chiunque NEUTRI tutto

Rai Educational Dip. Affari Sociali Ministero Pubblica Istruzione

Es.: non ti ha cercato nessuno. - I pronomi indefiniti niente, nessuno e nessuna precedono il verbo alla forma affermativa Es.: nessuno ti ha cercato

RIPARLIAMO DI IMPERFETTO
Limperfetto serve per indicare unazione passata le cui coordinate (momento di inizio, conclusione ecc.) restano non espresse. Es.: io fumavo molto. Qui di seguito presentiamo la coniugazione regolare dellimperfetto delle tre coniugazioni. Verbi in are io PARLARE parl-AVO parl-AVANO

loro Es.: ieri io e Carlo parlavamo di te. Verbi in -ere io SCRIVERE scriv-EVO scriv-EVANO

loro Es.: quando ero giovane io scrivevo molte lettere. Verbi in -ire io PARTIRE part-IVO part-IVANO

loro Es.: loro partivano tutte le estati.

Rai Educational Dip. Affari Sociali Ministero Pubblica Istruzione

Qui di seguito presentiamo le coniugazioni irregolari di tre verbi molto usati. Questi verbi sono fare, dire e porre. FAI ATTENZIONE: con il verbo porre (che significa mettere) si possono costruire molti altri verbi diffusi in italiano. Es.: comporre, disporre, imporre FARE facevo facevano DIRE dicevo dicevano PORRE ponevo ponevano

io

loro - Per esprimere la presenza o lassenza di qualcuno o qualcosa molto usata la forma verbale essere preceduta da ci. FAI ATTENZIONE: il verbo essere un verbo irregolare. Inoltre, quando utilizziamo ci prima delle forme di essere che cominciano con una vocale dobbiamo usare lapostrofo ed eliminare la lettera i. Es.: cerano. Qui di seguito presentiamo la coniugazione dellimperfetto del verbo essere che irregolare. io ESSERE ero eravate

voi loro

erano

Es.: io cero. Alla festa non cera nessuno. USO DELLIMPERFETTO PER ESPRIMERE UN DESIDERIO Limperfetto pu essere utilizzato per esprimere azioni che non sono state realizzate e sono rimaste un desiderio o un progetto. Es.: ieri volevo andare al mare, ma non ho potuto.