Sei sulla pagina 1di 87

ORGASMO MULTIPLO MASCHILE

EMMA NEWPORT

INTRODUZIONE

Uno dei desideri inconfessati della maggior parte degli uomini quello di riuscire a prolungare a piacimento gli incontri amorosi e soddisfare pienamente la propria compagna annullando la distanza siderale che talvolta esiste tra i tempi di lui e quelli di lei necessari a raggiungere lorgasmo. Il fatto straordinario che ci possibile, e non da oggi ma da millenni. Pi o meno tutti hanno sentito parlare dellorgasmo multiplo femminile, pochi sanno per che questa gioia riservata anche ai maschietti. Nelle pagine che seguiranno vi illustrer che essa alla portata di ogni uomo disposto ad impararne le tecniche con esercizi semplici ed innocui, senza ricorrere ad alcun tipo di farmaco o erba miracolosa, e senza spendere soldi. Comprendo la vostra incredulit perch la medesima che ho provato io quando mi sono occupato per la prima volta di questo argomento. Temevo di perdermi nel misterioso mondo del tantra o di trovarmi di fronte allennesima riproposizione delle tradizionali tecniche per risolvere i problemi di eiaculazione precoce. Mi sono ben presto ricreduto perch le tecniche dellorgasmo multiplo maschile sono semplici da comprendere e rivoluzionarie negli effetti. Tutto ci che viene richiesto dedicare pochi minuti al giorno agli esercizi e la pazienza di procedere un passo alla volta, senza scoraggiarsi o annoiarsi. Vi assicuro che ne varr la pena.

Molte persone, anche tra coloro che operano in ambito scientifico, identificano ancora lorgasmo con leiaculazione, pensando che essi siano la medesima cosa. Non cos. Il primo passo per acquisire la capacit di provare orgasmi multipli maschili comprendere che orgasmo ed eiaculazione sono due cose distinte. Poi bisogna imparare a separarle, a raggiungere lorgasmo senza eiaculare (o solo parzialmente) ma soprattutto senza perdere lerezione, per poter continuare il rapporto sessuale. Negli ultimi trentanni diversi studiosi americani hanno approfondito largomento ed individuato i meccanismi che regolano leccitazione ed il raggiungimento del piacere maschile. Essi hanno messo a punto semplici tecniche che consentono alluomo di vivere la propria sessualit senza lansia della prestazione e dedicando attenzione ai bisogni ed ai desideri della partner. A questa recente scoperta della medicina occidentale i maestri del taoismo che, concependo il sesso come scambio di energia lo consideravano elemento essenziale nella pratica medica, erano giunti in Cina gi duemila e cinquecento anni fa. Di nuovo vi starete chiedendo ci che mi sono chiesto io: se cos semplice e al tempo stesso rivoluzionario perch non ne ho mai sentito parlare? Ritengo che il motivo principale stia nella mentalit sessofobica della cultura occidentale moderna. Per secoli stato inculcato nelle menti degli uomini che il sesso era qualcosa di peccaminoso, di cui vergognarsi, di cui non parlare, relegato nel buio delle camere da

letto o nei bordelli. A questo tab si aggiungeva unaltra aberrazione culturale: il mito del maschio dominante ed infallibile che sottomette la femmina avendo come unico scopo il soddisfacimento dei propri istinti e la prosecuzione della specie. Per fortuna tutto ci sta cambiando, ma incombono altre insidie nellera della globalizzazione e del Grande Fratello divenuto realt: basti pensare alle manipolazioni dellindustria pornografica il cui obiettivo fare soldi pi velocemente possibile. Essa costruisce le scene sui movimenti ritmici della mano maschile e focalizza lattenzione sulleiaculazione come prova dellorgasmo, alimentando nei fruitori la falsa convinzione che le due cose debbano coincidere e spingendoli a consumare in fretta il piacere. Il mio intento riuscire a dare un piccolo contributo alla diffusione di conoscenze che nel mondo antico erano privilegio di pochi eletti e che oggi sono accessibili a tutti. Lapproccio vuole essere semplice e pragmatico, fondato su solide basi scientifiche ed esperienze personali. Se volterete pagina inizierete un viaggio straordinario che cambier il vostro modo di pensare allamore ed alla fine del quale nulla sar come prima.

CAPITOLO PRIMO

IL TABU DEL SESSO

Questo libro diretto agli uomini ma stato scritto pensando alle donne perch sono loro che potranno trarre i maggiori benefici dalla assimilazione delle tecniche per raggiungere orgasmi maschili multipli da parte dei loro amanti.

LA RIVOLUZIONE SESSUALE Dalla fine degli anni sessanta, la rivoluzione sessuale e lemancipazione femminile hanno profondamente modificato il modo delle donne di vivere la sessualit ed il rapporto di coppia. Prima di allora ad esse era negato il diritto di provare piacere nel sesso e chi ne era alla ricerca veniva considerata una donna di malaffare. In questi quarantanni abbiamo assistito ad un fiorire di studi e ricerche scientifiche che hanno analizzato il comportamento sessuale di donne e uomini. Grande attenzione stata dedicata allorgasmo femminile, alle sue diverse forme e ai modi per raggiungerlo, assumendo spesso per definitive e scontate le conoscenze esistenti su quello maschile. Le donne hanno potuto dare sfogo alle proprie fantasie erotiche sperimentando posizioni e pratiche sessuali che in un passato non lontano costituivano reato in diversi paesi. La parit allinterno della coppia ha costretto luomo a tenere finalmente conto delle

esigenze della partner, a non finalizzare il rapporto sessuale unicamente al raggiungimento del proprio orgasmo bens a focalizzare lattenzione sul piacere della donna. Questa ventata daria fresca che ha attraversato le alcove del mondo occidentale, ha portato indubbi benefici ad entrambi i sessi. Statisticamente le cose sembrano migliorate almeno nella durata dei rapporti sessuali (calcolati dallinizio della penetrazione) passata dai due o tre minuti rilevati nelle ricerche sul comportamento sessuale maschile condotte da Alfred Kinsey nel 1948 ai sei o sette minuti emersi dalle ricerche pi recenti. Negli uomini questi cambiamenti hanno creato diffuse ansie di prestazione che ne minano fortemente la capacit di continuare ad interpretare il ruolo storico di sesso forte.

DIFFERENZE NELLECCITAMENTO MASCHILE E FEMMINILE Le difficolt delluomo trovano una spiegazione nel complesso dei differenti meccanismi che regolano leccitazione femminile e maschile. Secondo gli ultimi studi, nelle donne prevale linfluenza di stati danimo e di fattori esterni, mentre nelluomo essa pi legata alla fisicit e si manifesta generalmente con lerezione. Tutto ci sembra trovare riscontro nei diversi livelli di

testosterone e di altri ormoni prodotti nelluomo e nella donna e nel ruolo svolto da alcuni neurotrasmettitori. Il risultato pratico che maggiormente qui ci interessa che spesso luomo gi vicinissimo a raggiungere lorgasmo mentre alla donna manca ancora molto, essa anzi si trova in una fase in cui ha bisogno di essere stimolata pi intensamente. Lei grida non ti fermare, ancora, pi forte, di pi e lui vorrebbe accontentarla ma sa che continuando a spingere in pochi secondo eiaculer. Non vi nulla di pi frustrante per entrambi che dover interrompere il rapporto senza che lei abbia potuto assaporare il piacere dellorgasmo e lui avere la conferma della propria virilit rappresentata dalla capacit di soddisfarla. Al disappunto di lei ed alla frustrazione di lui possibile porre rimedio con le tecniche dellorgasmo maschile multiplo. La buona notizia che per divenire padroni di queste tecniche non occorre essere degli uomini eccezionali o dei superdotati. Come ho gi detto nellintroduzione esse sono alla portata di tutti, a patto che si sia costanti nella esecuzione dei pochi e semplici esercizi richiesti. Ci daltro canto vale per tutte le nuove esperienze: ricordate quanto impegno vi costato ad esempio imparare a giocare a tennis, suonare uno strumento o ballare il tango? Qui vi si chiede molto meno, ma la ricompensa infinitamente pi preziosa e duratura.

LE FASI DELLECCITAMENTO Per circoscrivere il nostro campo dindagine ricordiamo brevemente la classica divisione in quattro fasi del ciclo della risposta sessuale adottata da Masters e Johnson: eccitamento, plateau, orgasmo, risoluzione. Le manifestazioni pi evidenti delleccitamento sono lerezione del pene nelluomo, lerezione del clitoride e generalmente la lubrificazione vaginale nella donna (anche se fattori psicologici possono giocare un ruolo rilevante). La fase di plateau uno stato di eccitamento pi avanzato in cui il pene pienamente eretto diviene di un colore rosso scuro e le ghiandole di Cowper producono il liquido preseminale; nella donna lutero si ingrossa, le piccole e grandi labbra assumono un intenso colore rosso, il clitoride si ritrae. Lorgasmo la fase culminante dello stato di eccitazione, caratterizzata da un senso di intenso piacere, da contrazioni ritmiche localizzate nella zona genitale ma talvolta capaci di espandersi a tutto il corpo o a parti di esso. A queste sensazioni sono associati un aumento della frequenza cardiaca e della pressione arteriosa, una respirazione accelerata e tensione muscolare. Lorigine e il controllo di tutti questi fenomeni sono localizzati nel cervello. Per raggiungere lorgasmo i tempi sono notevolmente variabili e vanno da due minuti ad un ora,

mentre la sua durata va dai cinque ai trenta secondi (con punte massime rilevate da Hartman e Fithian di un minuto). Durante la fase refrattaria il sangue defluisce dai genitali, battito, pressione e respiro si normalizzano, ed immancabilmente luomo perde lerezione. Egli pervaso da un senso di stanchezza e spossatezza; il pi delle volte il gioco dei sensi ha fine prima di quanto si desideri.

ORGASMO ED EIACULAZIONE Nelluomo leiaculazione un riflesso indotto dellorgasmo ed avviene a sua volta in due fasi: emissione ed espulsione. Nella prima (detta anche di contrazione) i testicoli si avvicinano al corpo, il seme sale da essi mescolandosi al liquido prodotto dalla prostata e da altre ghiandole ed spinto dalle contrazioni della prostata nel bulbo uretrale posto alla base del pene. Psicologicamente questo momento rappresenta il punto di non-ritorno, quello in cui luomo ha la consapevolezza della inevitabilit delleiaculazione. Nella fase di espulsione il muscolo pubococcigeo d inizio alle contrazioni espellendo lo sperma dalluretra. Appare evidente a questo punto che considerare orgasmo ed eiaculazione un unico processo costituisce un grave errore. A scanso di equivoci ribadiamo che per

10

orgasmo multiplo maschile non si intende la capacit di riuscire ad avere una nuova erezione il pi presto possibile, ma piuttosto non perderla tra un orgasmo e laltro. Per riuscire nellimpresa dovrete acquisire sufficiente consapevolezza del vostro corpo e delle sensazioni che provate. Al giorno doggi di sesso si parla molto ma spesso se ne sa ancora troppo poco. Nella realt della vita quotidiana tra gli uomini le esperienze non vengono condivise, si recitano copioni stereotipati, raramente vi uno scambio di informazioni e ciascuno affidato a s stesso, con il rischio di restare per molto tempo vittima dei propri errori. Un rapporto sessuale soddisfacente fondamentale per una relazione salda e duratura. Ma anche per chi non ha un legame fisso acquisire queste conoscenze ed impadronirsi delle tecniche descritte nei capitoli seguenti pu costituire un aiuto prezioso per accrescere la propria autostima e migliorare lapproccio con laltro sesso. Si aprono dinanzi a voi nuovi mondi ed infinite possibilit di sperimentazione.

11

In sintesi La rivoluzione sessuale ha modificato il rapporto tra donna e uomo restituendo alla prima il diritto a provare piacere e costringendo il secondo a tenere conto dei bisogni e dei desideri della donna. I differenti meccanismi che regolano leccitamento maschile e femminile spiegano i diversi tempi necessari per raggiungere lorgasmo e determinano spesso ansie di prestazione e senso di inadeguatezza nelluomo, Lunica risposta in grado di ridare serenit alluomo e regalare la felicit sessuale alla coppia rappresentata dalle tecniche dellorgasmo multiplo maschile. Secondo il modello di Masters e Johnson la risposta sessuale divisa in quattro fasi: eccitamento, plateau, orgasmo e risoluzione. La maggior parte degli studiosi ancora oggi incorre nellerrore di identificare orgasmo ed eiaculazione considerandoli un unico processo. La chiave di volta delle tecniche dellorgasmo maschile multiplo sta proprio nel separare (del tutto o in parte) orgasmo ed eiaculazione.:

12

CAPITOLO SECONDO

CENNI DI ANATOMIA MASCHILE

13

Prima di passare alla parte pratica necessario fare qualche breve riflessione sui nostri attrezzi del mestiere. Non unesagerazione dire che molti uomini conoscono meglio lanatomia femminile che quella maschile. Eppure indispensabile conoscere il proprio corpo per imparare a leggere i segnali che esso ci invia e controllarne le reazioni.

IL PENE E LA MASTURBAZIONE Cominciamo dal vecchio amico pene fonte di felicit e turbamenti. Diciamo subito che esso non un muscolo e pertanto non pu essere allenato in palestra per svilupparne le dimensioni, ma il suo uso pi o meno regolare consente di tenerlo in buona forma ed impedisce che si ritiri allinterno del corpo creando lillusione ottica di un accorciamento. Le sue dimensioni sono da sempre oggetto di discussione e motivo di preoccupazione. Secondo i dati pi recenti il 90% degli uomini ha un pene eretto lungo tra i 13 ed i 18 centimetri con un valore statisticamente normale cio pi frequente intorno ai 15 centimetri (un uomo su quattro), mentre nei superdotati la lunghezza sfiora i 30 centimetri. Tuttavia, se serve ad alleviare le angosce di qualcuno ricordo che la lunghezza della vagina va dai 7 ai 10 centimetri e che determinante per riuscire a soddisfare una donna non la lunghezza del pene ma il suo completo controllo.

14

Generalmente, nei maschietti la scoperta della propria sessualit avviene in et adolescenziale attraverso la masturbazione, praticata di nascosto, con il terrore di essere scoperti, la paura di commettere peccato, la voglia di arrivare in fretta allorgasmo identificato con leiaculazione. Sono pochi i ragazzi che da soli scoprono il modo di trattenerla sviluppando autonomamente la capacit di divenire multiorgasmici, la maggior parte si accontenta di un unico orgasmo. I modelli di raggiungimento del piacere cos acquisiti, buoni o cattivi che siano, vengono assimilati e traslati nei rapporti con i futuri partner.

IL MUSCOLO PUBOCOCCIGEO Per voi giunto il momento di mettere in discussione le vecchie abitudini ed aprirvi al cambiamento. Il principale alleato nella conquista della multiorgasmicit sar il muscolo pubococcigeo, che per semplicit e brevit dora innanzi chiameremo semplicemente muscolo PC. In realt un gruppo di muscoli che si estende dal coccige fino al punto in cui il pene si inserisce nellosso pubico. Esso si contrae nella fase di espulsione delleiaculazione spingendo fuori lo sperma. Per individuarlo basta concentrarvi mentre fate pip: si tratta infatti dello stesso muscolo che contraete per interrompere la minzione.

15

ALTRE ZONE EROGENE Esistono altre zone erogene del corpo maschile che spesso vengono trascurate ma la cui stimolazione per alcuni uomini risulta estremamente gradevole. La loro sensibilit si manifesta quando si gi eccitati e si acuisce nella fase avanzata delleccitazione. Le risposte sono variabili da uomo a uomo e ciascuno potr saggiare sul proprio corpo le reazioni: se non avvertite nulla o addirittura provate fastidio basta smettere. I capezzoli sono un esempio classico ed a molte donne piace stuzzicare quelli del partner segnalando in tal modo il desiderio di essere ricambiate. I due testicoli, destro e sinistro, contenuti nello scroto, costituiscono un organo ghiandolare doppio, deputato alla produzione degli spermatozoi e dellormone sessuale maschile, il testosterone. I baci e le carezze che ad essi possono riservare le donne, in genere, non dispiacciono agli uomini. Una zona estremamente sensibile e legata a profondi pregiudizi lano, ricco di terminazioni nervose. Attenendovi alle norme di igiene personale la cui adozione do per scontata ogni volta che vi appropinquate ad un incontro amoroso, qualsiasi sua stimolazione, dalle carezze alla penetrazione di un dito, pu rivelarsi fonte di piacere senza per questo sviluppare tendenze omosessuali.

16

LA PROSTATA La prostata una ghiandola dalle dimensioni di una castagna tra le cui funzioni vi quella di produrre parte (20-30%) del liquido seminale. Essa si trova al di sotto della vescica, circonda luretra ed collocata nella parte frontale del retto a circa 5 cm dallano. E considerata cos erogena da venire paragonata al famoso punto G che si trova allinterno della vagina ed alcuni studiosi le attribuiscono un autonomo potere orgasmico. La sua individuazione semplice giacch in seguito all'eccitazione l'afflusso di sangue la ingrossa e la indurisce. Il postillonage a volte chiamato anche mungitura della prostata (dall'inglese prostate milking) una tecnica che prevede il massaggio della prostata allo scopo di aumentare lintensit dellorgasmo, sia in modo diretto introducendo un dito o altri oggetti (preferibilmente lubrificati per evitare abrasioni) nell'ano per circa 5 cm, sia in modo indiretto stimolando il perineo, la zona erogena compresa tra i testicoli e lano. Massaggiando il perineo partendo dal centro verso lano le dita rilevano la presenza di un incavo che i maestri taoisti chiamavano punto del milione di monete doro, tanto valeva a loro giudizio il segreto della sua conoscenza. Premendo su tale punto con le tre dita centrali possibile ritardare o bloccare leiaculazione.

17

LO SPERMA Un uomo dispone in media di due cucchiai da tavola di sperma che contengono circa 15 calorie. Tuttavia la quantit disponibile varia secondo il periodo che intercorre tra una eiaculazione e laltra. Lo sperma che non viene eiaculato subisce dopo un certo tempo il fenomeno dellautolisi, cio si decompone, si dissolve e viene riassorbito dall'organismo L'odore e il sapore dello sperma possono essere molto diversi da uomo a uomo ed il gusto dei fluidi seminali prodotti e influenzato anche dal tipo di alimentazione. Ad esempio carni rosse, spinaci e cibi cotti ai ferri conferiscono un sapore pi piccante, frutta e verdura un aroma pi tenue. Sigarette e alcol danno un gusto pi amaro. Dal punto di vista chimico, lo sperma contiene, in quantit e percentuali ridotte, acido ascorbico, antigeni del sangue, calcio, cloro, colesterolo, acido citrico, creatina, fruttosio, acido lattico, magnesio, azoto, fosforo, potassio, pirimidina, sodio, sorbitolo, spermidina, urea, acido urico, vitamina B12 e zinco.

TONIFICARE IL MUSCOLO PC Dopo questa panoramica a volo duccello torniamo ad occuparci del muscolo PC. Il suo rafforzamento la chiave del successo per chi vuole diventare

18

multiorgasmico. Gli esercizi descritti nei capitoli seguenti non hanno controindicazioni e possono essere svolti da uomini di ogni et. E tuttavia tassativo che chi abbia delle patologie di qualsiasi natura si consulti con il proprio medico di fiducia prima di affrontarli. Una raccomandazione che vale per tutti di non strafare n cercare di bruciare i tempi perch proprio questo che vogliamo imparare ad evitare. Fate gli esercizi nellordine in cui sono presentati e con gradualit. Alcuni ci metteranno poche settimane, altri diversi mesi per impadronirsi delle tecniche. Non scoraggiatevi e mettete nel conto momenti di insuccesso, nei quali fermarvi e fare un passo indietro, analizzare quel che avete fatto ed individuare gli errori per ricominciare pi determinati di prima la marcia verso il traguardo finale. Gli esercizi possono essere svolti da soli o con la collaborazione di una compagna, a vostro e suo piacimento. Se avete una relazione stabile e decidete comunque di fare tutti gli esercizi da soli perch vi sentite pi tranquilli, vi consiglio di parlarne con lei. Presto noter dei cambiamenti in voi e cercher delle risposte fantasticando magari di amanti immaginarie. Infine voglio mettervi in guardia dal vostro peggior nemico: la paura dellinadeguatezza. Essa immotivata perch con limpegno riuscirete a conquistare il controllo sul vostro pene invece che farvi controllare da lui, come gi hanno imparato a fare migliaia di uomini in tutto il mondo.

19

Fonte: Kinsey Institute

Lunghezza (cm.) 9,5cm 10,1cm 10,8cm" 11,4cm 12,0cm 12,7cm 13,3cm 13,9cm 14,6cm 15,2cm 15,9cm 16,5cm 17,1cm 17,8cm 18,4cm 19,0cm 19,7cm 20,3cm 20,9cm 21,6cm 22,2cm 22,9cm

% uomini 0.2% 0.3% 0.2% 1.7% 0.8% 2.0% 4.4% 10,7% 8.0% 23.9% 8.8% 14.3% 5.7% 9.5% 1.8% 2.9% 1.0% 1.0% 0.3% 0.3% 0.1% 0.1%

Tabella 1

20

Fonte: Kinsey Institute

Circonferenza (cm.) 3,8c 4,4cm 5,1cm 5,7cm 6,3cm 7,0cm 7,6cm 8,2cm 8,9cm 9,5cm 10,1cm 10,8cm 11,4cm 12,0cm 12,7cm 13,3cm 13,9cm 14,6cm 15,2cm 15,9cm 16,5cm 17,1cm Tabella 2

% uomini 0.3% 0.4% 0.4% 1.2% 0.3% 0.3% 0.4% 0.4% 0.9% 1.1% 6.3% 6.3% 17.1% 11.7% 24.1% 9.9% 11.5% 3.0% 3.9% 0.5% 0.5% 0,1%

21

In sintesi Premessa fondamentale per una vita sessuale soddisfacente la conoscenza del proprio corpo e delle sue zone erogene. Il pene non un muscolo che pu essere allenato ma un uso regolare ne conserva lagilit. Un uomo su quattro ha un pene intorno ai quindici centimetri mentre la lunghezza della vagina va dai sette ai dieci centimetri. Generalmente attraverso la masturbazione che i ragazzi imparano come procurarsi piacere e si portano dietro nellet adulta eventuali cattive abitudini acquisite durante tali pratiche. Il principale alleato per padroneggiare le tecniche dellorgasmo multiplo maschile il muscolo pubococcigeo, in breve muscolo PC. E quello che si contrae per interrompere la minzione. Capezzoli, ano e testicoli sono zone erogene la cui sensibilit si acuisce nella fase avanzata delleccitamento. La prostata considerata tanto erogena da essere paragonata al famoso punto G. Gli esercizi per tonificare il muscolo PC possono essere svolti facilmente da tutti, ma chi affetto da

22

qualsiasi patologia deve rivolgersi al proprio medico di fiducia prima di intraprenderli. Il vostro peggior nemico la paura dellinadeguatezza. Essa immotivata: migliaia di uomini prima di voi hanno imparato con la pazienza ed il tempo necessari a divenire multiorgasmici.

23

CAPITOLO TERZO

GLI ESERCIZI FONDAMENTALI

24

Prima di effettuare gli esercizi che possono essere svolti indistintamente da soli o con lausilio di una partner, necessario allenare e rafforzare adeguatamente il muscolo PC. Questa tappa del viaggio forse non vi sembrer la pi eccitante ma fondamentale perch essa consente di indurire lerezione, intensificare lorgasmo e separare (del tutto o in parte) orgasmo ed eiaculazione; su di essa insomma si basa la possibilit di divenire multiorgasmici. Inoltre gli esercizi possono essere un valido ausilio nella prevenzione di disturbi della vescica e della prostata.

INDIVIDUARE IL MUSCOLO PC Innanzitutto dovete individuare il muscolo PC. Come abbiamo gi detto in realt si tratta di un gruppo di muscoli, presente nelluomo e nella donna, che va dal coccige allosso pubico. Il modo pi semplice per capire di cosa stiamo parlando provare a interrompere il flusso mentre state facendo pip. E proprio quello il muscolo che andate a contrarre; quando lo rilassate il getto di urina ricomincia a scorrere. Dalla facilit con cui vi riesce di ripetere pi volte questa piccola operazione potrete rendervi conto del grado di allenamento del vostro muscolo PC. Se non siete ancora certi di averlo individuato toccate con due dita la zona centrale del perineo, effettuate le contrazioni e sentirete il muscolo sotto le vostre dita. Il pene ed i testicoli

25

faranno un piccolo balzo, appena percettibile in assenza di erezione, evidente se siete eccitati. Insomma dovrete imparare a muovere la coda come gli animali anche se negli esercizi di questo capitolo non occorre lerezione del pene.

POCHI MINUTI AL GIORNO E indispensabile che dedichiate ogni giorno alcuni minuti del vostro tempo per rafforzare il muscolo PC. Cominciate con venti contrazioni di due secondi ciascuna da fare almeno tre volte al giorno. E un esercizio semplice che ha la straordinariet di poter essere svolto praticamente ovunque ed in qualsiasi momento della giornata senza che nessuno se ne accorga. Potete farli a letto prima di alzarvi, in auto o in tram mentre andate al lavoro, facendo la fila in banca, facendo finta di ascoltare il vostro capo o guardando la televisione. Le prime volte potrebbe accadere di non riuscire ad isolare perfettamente il muscolo PC con il risultato di contrarre anche altri muscoli, come laddome, la parte superiore delle cosce o le anche. In tal caso imparate a rilassare tutti i muscoli con un esercizio di respirazione addominale. Proviamo a respirare di pancia. Sedete comodamente in poltrona con la schiena dritta o sdraiatevi sul letto, poggiate una mano sulladdome e inspirate profondamente poi espirate molto lentamente

26

fino a far uscire tutta laria. Il vostro addome si alza e si abbassa, sentite laria entrarvi nei polmoni ed uscirne. La frequenza cardiaca rallenta e vi sentirete pi rilassati. Fermatevi per due o tre secondi e ripetete lesercizio, poi respirate normalmente. Vedremo pi avanti che imparare a controllare la propria respirazione un ulteriore ausilio per controllare leiaculazione. Se doveste avere ancora difficolt ad isolare il muscolo PC, fate prima degli esercizi con i muscoli che vi disturbano, ad esempio degli addominali. Una volta che li avrete stressati sar semplice tenerli fuori gioco e concentrare la vostra attenzione sul muscolo PC. Mentre fate gli esercizi respirate normalmente, non trattenete il respiro. Espirate nella fase di contrazione ed inspirate quando rilassate il muscolo PC. Riposate alcuni secondi e riprendete. Quando avrete familiarizzato perfettamente con questo esercizio, aggiungete al ciclo di venti che fate di solito la seguente variante: contraete lentamente il muscolo PC in modo che la fase di contrazione duri cinque secondi, tenete duro per almeno altri cinque secondi e poi rilassate lentamente nei cinque secondi successivi. Dovrete esercitarvi sia in contrazioni brevi che lunghe. Potrebbe tornarvi utile tenere il conto degli esercizi svolti ogni giorno per valutare i progressi fatti. Ognuno pu inventarsi un modo divertente per inserire gli esercizi nelle attivit quotidiane. Ad esempio una contrazione ogni volta che vedete una bella donna, o quando squilla il telefono o ogni volta che pensate alla vostra compagna.

27

GRADUALITA E COSTANZA Ad adottare per la prima volta gli esercizi del muscolo PC fu negli anni trenta il ginecologo Arnold Kegel, da cui prendono il nome, per combattere i problemi di incontinenza delle donne in gravidanza e facilitare il parto. Solo in un secondo momento, parlando con le sue pazienti, si rese conto che effetti secondari dei suoi esercizi erano un aumento del desiderio sessuale ed una maggiore intensit degli orgasmi. Da ci intuirete che il muscolo PC svolge una funzione importante anche nella sessualit femminile. Attenzione comunque a non strafare. Come ogni muscolo anche il pubococcigeo se sollecitato eccessivamente si affatica e si indolenzisce. Appena doveste avvertire un fastidio o un dolore fermatevi e rallentate il ritmo degli esercizi. Ma se procederete con gradualit e costanza, imparando a stringere forte e tenere duro, nel giro di tre settimane dovreste riuscire ad acquisire un sufficiente grado di rafforzamento del muscolo PC per affrontare con successo le tappe successive. Alla fine vi renderete conto che quelli appena descritti sono gli esercizi pi importanti di tutto il libro e non li abbandonerete pi per tutta la vita.

28

In sintesi Il modo pi semplice per individuare il muscolo PC provare ad interrompere il flusso urinario mentre fate pip. Sono necessari e sufficienti pochi minuti al giorno per gli esercizi che potrete svolgere ovunque vi troviate senza che nessuna se ne accorga. Effettuate qualche esercizio di respirazione addominale per rilassarvi prima di allenare il muscolo PC Cercate di fare contrazioni sia brevi che lunghe e ripetete gli esercizi pi volte durante la giornata. Come per ogni muscolo un allenamento eccessivo procura indolenzimento. Non strafate e non abbiate fretta perch proprio questa che vogliamo evitare.

29

CAPITOLO QUARTO

CENNI DI ANATOMIA FEMMINILE

30

Prima di proporvi gli esercizi che potrete svolgere sia da soli che con la collaborazione della vostra compagna, giova fare un ripasso delle nozioni basilari di anatomia femminile. Alcuni lo riterranno superfluo ma non immaginate neppure quanta confusione esiste in materia non solo tra gli uomini ma anche tra le stesse donne.

LA VULVA La parte esterna dellanatomia genitale femminile si chiama vulva; essa comprende il monte di venere, le labbra esterne, quelle interne, lapertura vaginale e lorifizio urinario. Il monte di Venere larea sopra losso pubico coperta di pelle e peli pubici. Da esso partono le grandi labbra che giungono fino allorifizio vaginale, di solito sono congiunte e se la donna non eccitata coprono gli orifizi urinario e vaginale. Al loro interno si trovano le piccole labbra costituite da tessuto mucoso; esse vanno da sopra il clitoride a sotto lapertura vaginale; durante leccitamento si inturgidiscono aumentando di volume ed assumendo un colore rosso scuro.

31

IL CLITORIDE Allestremit superiore della vulva si trova il clitoride, il solo organo sessuale deputato unicamente al piacere. Sotto il punto di incontro delle piccole labbra sta il glande clitorideo coperto dal prepuzio, una piccola piega di pelle. La maggior parte del clitoride nascosta allinterno del corpo. Con la stimolazione il sangue affluisce alla regione pelvica, il glande si riempie e si inturgidisce divenendo estremamente sensibile. Dopo lorgasmo il sangue accumulato nella zona del clitoride si disperde in circa 10 minuti e il clitoride ritorna al diametro di partenza. La similitudine con il pene evidente se si pensa che solo dopo otto settimane di vita dellembrione lormone maschile, il testosterone, trasforma le potenziali labbra in uno scroto e il potenziale clitoride nel glande del pene, consentendo di stabilire il sesso del nascituro. Scendendo troviamo prima luretra, poi lapertura vaginale. La vicinanza tra le due aperture causa di possibili infezioni delluretra in seguito allintroduzione di batteri durante lo strofinamento coitale, la pi comune delle quali la cistite.

32

LA VAGINA La vagina un organo interno non visibile le cui forma, dimensione e colore mutano con il grado di eccitamento della donna. Essa si inserisce nell'utero collegandosi esternamente alla vulva. Nella donna vergine l'orifizio esterno parzialmente chiuso da una sottile membrana, l'imene. La lunghezza della vagina va dai sette ai dieci centimetri e in condizioni di non eccitamento le pareti si uniscono. Con leccitamento le mucose che rivestono le pareti producono la lubrificazione vaginale e il tessuto muscolare si dilata consentendo la penetrazione del pene o di altri oggetti. Il muscolo pubococcigeo localizzato allinterno dellapertura vaginale si contrae durante lorgasmo e se tonificato contribuisce ad accrescere notevolmente il piacere sessuale femminile tanto che alcune donne provano lorgasmo con la sola stimolazione del muscolo PC.

IL PUNTO G Avrete sentito parlare innumerevoli volte del punto G, cos denominato dal nome del suo scopritore il ginecologo Ernest Grafenberg. Esso si trova a circa due terzi del canale vaginale sulla parte superiore. Considerando la vagina un orologio con il clitoride che segna le dodici esso sta da qualche parte tra le undici e

33

luna. Si tratta di una zona estremamente sensibile che se stimolata pu scatenare lorgasmo; ha le dimensioni di una monetina ed rugosa al tatto. In genere si gonfia e diventa sensibile da un certo livello di eccitamento in poi Molte donne riportano inoltre di sentirsi eccitate dalla stimolazione delle zone localizzate a ore quattro ed ore otto, ricche di terminazioni nervose. La cervice costituisce il collo dellutero ed generalmente considerata la parte finale della vagina. Vi unarea dietro la cervice detta cul de sac che diviene accessibile quando la donna molto eccitata e lutero si alza consentendo una penetrazione pi profonda. Per rendere possibile laccesso a questa area nascosta occorre aver adeguatamente sviluppato il muscolo PC.

LORGASMO FEMMINILE Tradizionalmente si parla di orgasmo femminile clitorideo, vaginale e misto. In realt la donna riesce a raggiungere lorgasmo attraverso la stimolazione di diverse zone erogene, la cui sensibilit varia soggettivamente, o addirittura senza alcun contatto fisico, come ennesima dimostrazione del fatto che la sede del controllo del piacere il cervello. Secondo tutti gli studi condotti la maggior parte delle donne che raggiungono lorgasmo durante il coito hanno bisogno di una stimolazione diretta del clitoride e

34

molte raggiungono lorgasmo solo con la sua stimolazione orale o manuale. Purtroppo sono ancora numerose le donne che non riescono a provare affatto lorgasmo nella propria vita sessuale. Le ragioni sono spesso legate alla insufficiente conoscenza del proprio corpo e della sua potenzialit sessuale, alla disabitudine ad accarezzarsi ed a toccarsi per motivi culturali o psicologici. Ci costituisce un serio ostacolo alla creazione di una felice vita sessuale di coppia e di una relazione sincera, stabile ed equilibrata. La risposta orgasmica alla stimolazione del punto G in particolare pu essere accompagnata dalla eiaculazione di un fluido caldo, talvolta erroneamente scambiato per urina. Analisi cliniche hanno mostrato che tale liquido prodotto dalle ghiandole di Skene simile al liquido seminale maschile prodotto dalla prostata.

35

In sintesi La parte esterna dellapparato genitale femminile la vulva composta dal monte di Venere, dalle grandi e piccole labbra, dagli orifizi vaginale ed urinario. Il clitoride lunico organo sessuale deputato esclusivamente al piacere. La vagina un organo interno dalle pareti molto elastiche che si dilatano con leccitamento consentendo la penetrazione. Il punto G si trova nella parte anteriore del canale vaginale e la sua stimolazione pu procurare intensi orgasmi ma i tempi di stimolazione necessari perch questi si scatenino sono generalmente lunghi. Tradizionalmente si parla di orgasmo femminile clitorideo, vaginale e misto. La maggior parte delle donne ha bisogno di una stimolazione diretta del clitoride per raggiungere lorgasmo durante il coito.

36

CAPITOLO QUINTO

LE CAREZZE SENSUALI

37

Siamo finalmente giunti al primo degli esercizi che potrete praticare da soli o in compagnia della partner.

IMPARARE A LEGGERE I SEGNALI DEL CORPO Il compito consiste nel regalarvi delle carezze sensuali per rendervi consapevoli del vostro corpo e delle sue reazioni. La maggior parte degli uomini, ancor pi che delle donne, non dedica adeguata attenzione al proprio corpo e non in grado di comprenderne i segnali ed i messaggi. Presi dallansia e dalla fretta di consumare il piacere si precludono la conoscenza del proprio corpo e la possibilit di controllarne le risposte alle sollecitazioni interne ed esterne. Il seguente esercizio vi aiuter ad entrare in confidenza con voi stessi attraverso una sessione di carezze sensuali il cui scopo non di eccitarvi sessualmente ma di regalarvi sensazioni piacevoli liberi da ansie di prestazione, senza meta, paura o impazienza. Se doveste avere unerezione cercate di notarne i vari stadi e le sensazioni ad essi collegate. Tentate di fermarvi prima di eiaculare. Non preoccupatevi pi di tanto se non ci riuscite, ma sappiate che non questo lo scopo dellesercizio. Quindi non barate n voi n la vostra eventuale compagna.

38

LA GIUSTA ATMOSFERA Create un ambiente rilassante e confortevole, avendo dinanzi a voi un tempo sufficiente in cui non sarete disturbati da fattori esterni, da visite o telefonate. Lideale la camera da letto, regolate la luminosit della stanza affinch si crei la giusta intimit, tenete a portata di mano un asciugamano e del lubrificante. Anche se non indispensabile questultimo aiuta ad intensificare le sensazioni, rende le carezze pi morbide, evita di provocare screpolature o arrossamenti. Vanno bene sia le creme che gli oli per il corpo o i classici lubrificanti intimi, facendo attenzione a provarli prima su una piccola parte del corpo per evitare eventuali reazioni allergiche in particolare negli esercizi di coppia.

ESERCIZIO SOLITARIO DI CAREZZE SENSUALI Se decidete per necessit o per scelta di fare gli esercizi da soli ritagliatevi almeno una mezzora di tempo e procedete nel seguente modo. Sdraiatevi nudi sul letto e fate qualche esercizio di respirazione addominale gi descritto nel capitolo terzo per rilassarvi. Cospargete le mani di lubrificante e cominciate ad accarezzarvi molto lentamente con un tocco leggero delle dita. Accarezzate

39

il petto, i capezzoli, i fianchi, le braccia, laddome cercando di registrare le sensazioni che provate, non negatevi al piacere provocato da questo soffio leggero. Passate alla zona dei genitali, sfiorate la parte interna delle cosce, i testicoli, il perineo, il pene in ogni sua parte. Non affrettatevi, procedete come in un filmato al rallentatore, non divagate con la mente, se vi distraete ritornate con il pensiero al presente, non avete altro scopo se non quello di percepire le sensazioni piacevoli. Trattatevi con dolcezza e delicatezza, variate la pressione che esercitate con le dita, esplorate ogni millimetro. Se necessario aggiungete altro lubrificante. Non dimenticate che la chiave dellesercizio la sensualit non la sessualit, lobiettivo non portarvi allorgasmo ma scoprire nuove fonti di piacere sul vostro corpo, capire cosa scatena leccitazione, dove e come vi piace essere toccati o stuzzicati di pi. Ritornate sulle altre zone erogene da cui avete cominciato lesercizio; pu darsi che diano risposte diverse alle vostre carezze ora che siete pi eccitati. Se ci riuscite non cedete alla tentazione di masturbarvi, non ancora almeno. Fermatevi per qualche secondo inspirando ed espirando lentamente fin quando leccitazione sar calata, poi riprendete le carezze sensuali. Viceversa se non siete riusciti a frenare limpulso di arrivare allorgasmo ed alleiaculazione godetevi il momento. Non disperatevi perch potrete fare ancora infiniti tentativi, ma la riprova che non avete ancora il controllo del vostro pene ma lui a controllare voi. La durata dellesercizio di almeno

40

venti minuti, se vi riesce di prolungarlo meglio ancora. Dopo potete masturbarvi fino a raggiunger lorgasmo se quello che desiderate o rivestirvi subito.

ESERCIZIO IN COPPIA DI CAREZZE SENSUALI Nel caso in cui facciate lesercizio con una compagna necessario che tra di voi esista un buon grado di intimit e di fiducia reciproca. Vi accarezzerete a turno ciascuno per il proprio piacere di donare o ricevere sensazioni piacevoli. Dovrete spiegarle con chiarezza le regole del gioco: lo scopo dellesercizio non quello di eccitarsi o eccitare il partner, per questo ci sar tempo; bisogna sentirsi liberi dallansia della prestazione perch non occorre dimostrare nulla a s o allaltro; tutto deve svolgersi lentamente e con dolcezza; bisogna concentrarsi unicamente sul piacere che si prova nellaccarezzare laltro o nellessere accarezzati ed necessario non divagare con la mente ma essere l presenti in quel momento pronti a scoprire nuove sensazioni. Sdraiatevi entrambi nudi luna accanto altro e fate qualche esercizio di respirazione per rilassarvi. Poniamo che iniziate voi ad accarezzare la vostra compagna. Accertatevi che sia davvero rilassata e stia stesa in una posizione comoda, con gli occhi chiusi se preferisce. Stendetevi al suo fianco e cominciate con lo sfiorarle

41

lentamente il viso, poi il collo, le braccia, le mani, le gambe, i piedi, prima di passare alle zone pi erogene. Utilizzate unadeguata quantit di lubrificante e cominciate le carezze dallesterno passando lentamente con movimenti circolari verso linterno. Potete usare anche le labbra per accarezzare il suo corpo, ma sempre con il medesimo spirito. Accarezzate il suo seno, avvicinandovi lentamente ai capezzoli, passate alladdome, allinterno delle cosce, poi alle labbra esterne e al clitoride, sfregatelo molto delicatamente, accarezzate dolcemente linterno della vagina. Focalizzate la vostra attenzione sul piacere che vi d accarezzarla, sulle sue reazioni al vostro tocco, sui mutamenti nella consistenza, forma e colore dei genitali quando sono rilassati e quando sono eccitati, al calore del suo corpo, ma non distraetevi rincorrendo fantasie erotiche. Non preoccupatevi del suo piacere, perch non quello lobiettivo dellesercizio. E importante che se il vostro tocco dovesse procurarle ansia o fastidio vi fermiate immediatamente. Lesercizio dovrebbe durare una ventina di minuti ed al termine vi scambierete i ruoli. Questa volta sarete voi a stare distesi con le gambe leggermente divaricate, gli occhi chiusi concentrandovi esclusivamente sulle sensazioni che provate alle carezze della vostra compagna. Sempre usando un lubrificante comincer a sfiorarvi il viso, le braccia, le mani, i piedi, le gambe, il petto, laddome per poi passare ai vostri attributi pi preziosi. Potr usare le mani o la bocca per accarezzarvi. Avr lopportunit di esplorare con

42

attenzione, il vostro pene, lo scroto, il perineo, notando ogni loro particolare, ogni reazione, senza pressioni, solo per il suo piacere. Respirate normalmente, non contraete i muscoli, neanche quello PC. Entrambi sapete che lobiettivo non quello di eccitarvi. Spingendola in tale direzione la metterete sotto pressione e tradirete lo spirito dellesercizio. Se non riuscite a trattenervi ed eiaculate non drammatizzate. Alla fine dellesercizio poterete passare al rapporto sessuale o concedervi un bel bagno caldo. Sono certo che per molti di voi questa delle carezze sensuali unesperienza completamente nuova, che vi dar il piacere di scoprire sensazioni sconosciute, focalizzando lattenzione sul presente, senza altri scopi. Gli esercizi appena descritti vi aiuteranno a padroneggiare larte dellorgasmo multiplo maschile e dora in poi inizierete sempre con una carezza sensuale.

43

In sintesi Prendere confidenza con il proprio corpo significa imparare a coccolarlo ed a comprenderne i messaggi Per affrontare gli esercizi di carezze sensuali necessario liberarsi dalla fretta e dalle preoccupazioni e creare la giusta atmosfera. Sistematevi comodamente in poltrona o sul letto ed accarezzate il vostro corpo usando un lubrificante. Concentratevi sulle sensazioni non sulleccitazione: non vi state masturbando ma scoprendo nuove fonti di piacere sul vostro corpo. Se eiaculate prima di terminare lesercizio non fatene un dramma. Prima di iniziare lesercizio in coppia spiegate bene le regole alla vostra partner: ciascuno dona o riceve le carezze per il proprio piacere non quello dellaltro. Lo scopo non lorgasmo ma la meravigliosa scoperta dei corpi.

44

CAPITOLO SESTO

LALTALENA DEL PIACERE

45

Avete cominciato a sviluppare la vostra consapevolezza sensoriale e con la pratica le cose andranno sempre meglio. Ora dovete imparare ad individuare i differenti livelli delleccitamento per poterlo modulare e controllare. Ad esempio, lerezione certamente sintomo di eccitazione ma si pu essere eccitati anche senza avere unerezione. Ogni uomo la raggiunge a livelli diversi di eccitamento e lo stesso uomo pu impiegare maggiore o minor tempo a seconda delle situazioni. Gli esercizi di sensibilizzazione vi aiuteranno a rendervi conto di come il vostro corpo reagisce alle sollecitazioni, di come ad esempio il pene muti dimensioni, consistenza, colore.

IL CONTROLLO DELLECCITAMENTO ATTRAVERSO LA RESPIRAZIONE Partiamo subito con una esercitazione pratica. Per cominciare vi presenter un esercizio solitario. Liberatevi da impegni, sgomberate la mente da preoccupazioni e pensieri sgradevoli, create un ambiente tranquillo e confortevole munendovi di asciugamano e lubrificante. Comodamente seduti o sdraiati sulla schiena, iniziate con un esercizio di respirazione addominale, rilassate tutti i muscoli. Dopo quattro o cinque respirazioni cospargete le mani di lubrificante e regalatevi delle carezze sensuali come avete gi fatto in precedenza, prima su tutto il corpo poi

46

ai genitali. Sfioratevi molto lentamente, con dolcezza e notate le diverse sfumature nelle sensazioni man mano che vi eccitate. Raggiunta lerezione continuate ancora a stimolarvi per alcuni secondi poi fermatevi, inspirate ed espirate lentamente, cercando di mantenere i muscoli rilassati. Con la respirazione il battito cardiaco rallenta e noterete leccitazione abbassarsi. Praticamente avete raggiunto e segnato un picco nella scala delleccitamento. Dopo una ventina di secondi riprendete la stimolazione con maggiore decisione di prima. Muovete la mano lungo lasta e il glande del pene, abbandonatevi al piacere delle carezze fino a quando vi rendete conto che leccitazione ha raggiunto un livello pi alto del picco precedente. Lo notate dalla durezza dellerezione, dal respiro pi accelerato ma soprattutto dalle mutevoli sensazioni che avvertite e state imparando a leggere. Fermatevi, inspirate ed espirate lentamente, aspettate che la tensione si allenti e cali il livello di eccitamento. Riprendete la stimolazione e ripetete lesercizio ancora una volta, cercando di fermarvi prima di raggiungere il punto di non-ritorno o cosiddetto dellinevitabilit superato il quale non siete ancora in grado di evitare leiaculazione.

47

ESERCIZIO IN COPPIA Se la vostra partner vuole partecipare al gioco sdraiatevi entrambi sul letto, iniziate con una carezza sensuale che vi scambiate reciprocamente poi distendetevi sulla schiena e lasciate che lei cominci ad accarezzarvi con le mani, la bocca ed ogni altra parte del corpo che desidera e che a voi non dispiace. Importante rispettare le regole che entrambi gi conoscete: procedere molto lentamente, con dolcezza, ciascuno per il proprio piacere non quello del partner, lintento non di portarvi allorgasmo. Raggiunta la piena erezione, ditele di fermarsi, inspirate ed espirate con calma, rilassate tutti i muscoli, aspettate che leccitazione sia scemata. Non abbiate fretta anche se ci vorr qualche secondo in pi che nellesercizio solitario. Quando sentite che leccitazione scesa fatele cenno di riprendere le carezze. Raggiunto un livello pi alto, segnate un nuovo picco. Lei dovr fermarsi, respirate lentamente. Prima di riprendere aspettate di avere sufficientemente raffreddato i bollori. Continuate lesercizio cercando di segnare altri due picchi. Se non riuscite a trattenervi ed eiaculate non sentitevi frustrati, state facendo un esercizio non sostenendo un esame. Al termine potete decidere di invertire i ruoli facendo distendere la vostra compagna sulla schiena, baciandola ed accarezzandola, fatele segnare dei picchi sulla sua curva delleccitamento come ha fatto con voi. Per lei sar loccasione di avere maggiore consapevolezza delle proprie sensazione e per voi di comprendere meglio le

48

risposte del suo corpo alle vostre carezze. Se preferite fate lamore e basta.

SEGNARE I PICCHI UTILIZZANDO IL MUSCOLO PC I primi tentativi non saranno semplici ma non scoraggiatevi. Vi assicuro che andr presto molto meglio perch ci verr in aiuto una vecchia conoscenza, il muscolo PC, a patto che abbiate scrupolosamente svolto i vostri esercizi quotidiani. Cominciamo ancora una volta dallesercizio solitario. Partite con le carezze sensuali, poi stimolate il vostro pene, man mano che i movimenti della mano diventano pi serrati leccitamento sale, il respiro affannoso, il battito cardiaco aumenta. Il vostro compito segnare dei picchi come nellesercizio precedente, ma questa volta raggiunto un certo livello di eccitamento, anzich fermarvi continuate a stimolarvi, contraete il muscolo PC, inspirate ed espirate lentamente, solo ora fermate la mano. La stretta del muscolo PC avr impedito alleccitamento di aumentare e probabilmente lavr fatta leggermente scendere. Ripreso il controllo iniziate nuovamente a stimolarvi fino a raggiungere un livello di eccitazione pi alto del precedente. Ripetete la stretta del muscolo PC senza interrompere le carezze, respirate come di consueto e fermatevi: avete segnato un nuovo picco. Continuate per altre due volte cercando di non

49

eiaculare. Lesercizio completo dovrebbe durare una ventina di minuti. Se lo fate con lausilio della partner ricordate le regole: lei deve accarezzarvi per il suo piacere e non per portarvi allorgasmo. Vi sarete resi conto che il muscolo PC pu essere davvero magico, ma dovete imparare ad usarlo. Abbiamo visto in precedenza che le sue contrazioni possono essere brevi o lunghe. Man mano che vi esercitate ed il muscolo si rafforza, sentite che la stretta pi dura. Dovrete fare diversi tentativi per comprendere quale tipo di contrazione pi efficace per voi, quella che vi consente di far abbassare il livello delleccitamento di quel tanto che basta senza farvi perdere lerezione. Per alcuni sufficiente ununica forte stretta, per altri occorrono due strette di media intensit e per altri ancora funziona con una successione di brevi contrazioni. E tutto quanto mai soggettivo, ma in generale pi elevato il livello di eccitamento pi forti devono essere le strette del muscolo PC e pi lunghi e profondi i respiri.

UN ALTRO STRUMENTO PREZIOSO: LA MODULAZIONE DEI MOVIMENTI Arricchiamo la gamma delle tecniche a vostra disposizione per il controllo delleccitamento con un altro strumento: la variazione dei movimenti. Traslato negli esercizi solitari ci significa che possibile

50

modulare leccitamento variando la velocit del movimento e la pressione che esercitate sul pene o spostando la stimolazione ad una zona diversa. In sostanza quando volete frenare leccitamento e segnare un picco anzich fermarvi potete rallentare il movimento della mano, allentare la stretta, spostarla dal glande allasta o viceversa. Una volta raffreddati i motori, per ripartire basta aumentare la velocit o la pressione oppure ritornare sulla parte gi sensibilizzata dalle stimolazioni precedenti. Questo discorso ovviamente vale sia se si fa pratica da soli che in coppia. Quando ad accarezzarvi sar la compagna in aggiunta ai movimenti descritti potrete spingere e delicatamente strofinare il vostro pene contro le mani o altre parte del suo corpo variando la velocit e lintensit delle spinte.

LA FOCALIZZAZIONE DELLATTENZIONE Lultimo strumento a cui potrete ricorrere lo spostamento dellattenzione che consiste nel concentrarvi su una parte dei genitali o altra zona erogena diversa da quella che viene sottoposta a stimolazione per impedire alleccitamento di aumentare. Se ad esempio lei vi sta sfiorando con le sue labbra il glande facendo accelerare il vostro battito cardiaco, tentate di focalizzare lattenzione sui vostri testicoli o sullano concentrando la mente sulle percezioni in

51

quella zona. Non creiamo equivoci: non sto dicendo di distrarvi, di assentarvi pensando alle cose pi strane come spesso viene suggerito. Al contrario dovete essere presenti e registrare le sensazioni del momento ma spostando leggermente la messa a fuoco. Finch non lavrete sperimentata potr sembrarvi una tecnica astratta ma non sottovalutatene la potenziale efficacia. Basta pensare allutilizzo di essa fatta dai maestri taoisti che insegnano a liberare lenergia accumulata durante il prolungarsi delleccitamento spingendola idealmente dai genitali attraverso lano lungo la schiena. Occorrono pazienza e pratica per impadronirsi di queste tecniche; per ora potete limitarvi a prendere in prestito qualche concetto ed applicarlo nei vostri esercizi.

TRASFORMARE I PICCHI IN PLATEAU A questo punto avete a disposizione quattro strumenti per controllare il livello di eccitazione: la respirazione, le contrazioni del muscolo PC, la variazione dei movimenti e delle spinte, lo spostamento dellattenzione. Siete diventati bravi a disegnare una curva delleccitamento punteggiata di picchi e discese. La prossima sfida che avete dinanzi a voi quella di utilizzare tali strumenti per estendere la durata di questi picchi. Un picco dura uno o due secondi; portandolo a dieci, quindici o sessanta secondi creiamo un plateau. In

52

tal modo imparerete ad allungare la curva delleccitamento e prolungare il rapporto sessuale prima di raggiungere lorgasmo. Comodamente seduti in poltrona o sdraiati sul letto cospargetevi le mani di lubrificante e regalatevi una carezza sensuale. Raggiunto un livello medio di eccitamento, applicate una delle tecniche appena imparate per cercare di estendere il picco raggiunto mantenendovi sul corrispondente livello di eccitamento per almeno una decina di secondi. Se utilizzate la respirazione, rallentatela, inspirate ed espirate lentamente, finch non avvertite che il grado di eccitazione si leggermente abbassato, poi riprendete una respirazione pi intensa fino a raggiungere nuovamente il precedente livello di eccitamento. Insomma vi muoverete in uno stretto intorno di quel picco di eccitazione. E un po come cavalcare unonda. Bastano una decina di secondi per cominciare. Ora fermatevi e fate scendere il livello di eccitamento prima di riprendere la stimolazione. Raggiunto un nuovo picco pi alto del precedente, questa volta per creare un plateau utilizzate la tecnica di contrazione del muscolo PC. Stringendolo sentirete leccitamento scemare. Non interrompete la stimolazione. Leccitamento riprender a salire. Appena avrete superato di nuovo il picco, contraete ancora il muscolo PC per dondolarvi allingi. Ora che la tecnica vi chiara al picco successivo utilizzate la variazione nei movimenti della mano o del bacino. Infine provate con lo spostare lattenzione su una parte del corpo diversa da quella

53

stimolata. Il metodo pi efficace usare una combinazione delle quattro tecniche. Non esiste un ordine da seguire, sarete voi a deciderlo. Cercate di prolungare i diversi picchi in modo da far durare lesercizio almeno venti minuti prima di raggiungere lorgasmo.

UNA VARIANTE PIACEVOLE: LA PENETRAZIONE Per un maggiore coinvolgimento della vostra compagna potete arricchire gli esercizi gi descritti in questo capitolo inserendo nel loro svolgimento la penetrazione vaginale. Sono certo di aver catturato la vostra attenzione. Sdraiatevi sulla schiena e lasciate che lei inizi con la consueta carezza sensuale, dopo aver raggiunto lerezione, segnate un picco e cercate di modulare la respirazione per prolungarne la durata, inspirate ed espirate lentamente per far scemare leccitazione poi riprendete a respirare normalmente, andando su e gi con leccitamento attorno a quel livello, ma senza interrompere la stimolazione. Appena vi rendete conto di aver raggiunto un grado pi alto di eccitazione, cio un nuovo picco, provate a controllarla modulando questa volta i movimenti del bacino con delicate spinte e rotazioni mentre la compagna continua ad accarezzarvi. Rallentate o fermate i vostri movimenti per frenare leccitamento, riprendeteli per farla salire. A

54

questa punto introduciamo la variante. Lei si sieder a cavalcioni su di voi e lentissimamente, dolcissimamente introdurr il vostro pene nella sua vagina. Godete della sensazione stupenda che provate nel penetrarla, ricordatevi di respirare normalmente e rilassare tutti i muscoli. Non avete alcun motivo di essere ansiosi, state facendo un esercizio non dando prova della vostra abilit di amatore. Lei si muover piano su e gi, immaginate di accarezzare con il pene le pareti della sua vagina. Quando sentite leccitamento aumentare segnate un picco stringendo una o pi volte il muscolo PC con forza senza paura di farvi male, dateci dentro. Leccitamento scende. Respirate normalmente mentre lei continua a muoversi, superato il livello di picco segnato in precedenza contraete nuovamente il muscolo PC. Dondolatevi in questo picco per una quindicina di secondi. E possibile che avvertiate delle deboli contrazioni della prostata pur senza eiaculare, una sorta di mini orgasmo, quasi unanticipazione dellorgasmo multiplo. Se vi sentite troppo eccitati dite alla vostra partner di fermarsi per qualche istante, ma restate con il pene nella vagina. Quando vi sarete calmati lei ricomincer a muoversi, lerezione si far pi dura, il respiro pesante man mano che leccitazione aumenta. Ormai dovreste aver imparato a riconoscere i segnali che il vostro corpo vi manda, probabilmente sarete consapevoli che continuando a muoversi la vostra donna vi porter rapidamente allorgasmo. Prima di arrivare a quel punto, provate con la focalizzazione dellattenzione,

55

spostate la concentrazione dal pene e immaginate di spingere con impercettibili movimenti dellano lenergia accumulata nei genitali su lungo la spina dorsale, quasi come il flusso di mercurio che allaumentare della temperatura sale nella colonna di un termometro. Ricordate che questo un esercizio, lorgasmo non lobiettivo, ma se a questo punto non riuscite a fermarvi godetene pure a pieno.

PROVARE E RIPROVARE La combinazione descritta solo un esempio delle infinte varianti che potrete adottare per sperimentare le tecniche di modulazione e controllo delleccitamento. Provate a far scendere leccitamento con una stretta del muscolo PC e poi a farla risalire con delle spinte del bacino oppure focalizzando lattenzione sulla parte stimolata. Con la pratica diverrete esperti, vi impadronirete delle tecniche adattandole alla vostra sensibilit e personalizzandole con straordinari ed imprevedibili effetti benefici sulla vostra vita sessuale ed affettiva. Tenete sempre bene a mente che per una riuscita degli esercizi fondamentale restare rilassati mentre la stimolazione continua. Gli strumenti descritti non hanno nulla a che fare con le tradizionali tecniche per ritardare leiaculazione precoce di cui sono pieni i manuali, dallo stop and start, alla stretta del pene, alla tirata dello scroto e persino al

56

punto del milione di monete doro. Una volta fatta la conoscenza del muscolo PC, questi strumenti appaiono quasi ridicoli, frustranti, estranei alla magia ed alla intimit del gioco erotico, finiscono con luccidere il desiderio ed essere deleteri per la propria autostima. Altrettanto vivamente vi sconsiglio dal ricorrere a creme o lozioni che riducono la sensibilit del pene perch esse vanno in direzione opposta allo scopo da noi perseguito di affinare le percezioni. Per non parlare dei fastidi che luso di simili prodotti pu causare alla vostra compagna. Il ricorso ad alcol e droghe in un primo momento pu dare lillusione di farvi rilassare ma alla lunga potreste sperimentarne gli effetti negativi sui vostri tempi di erezione. Luso di tali sostanze crea assuefazione e quando cercherete di farne a meno potrebbe verificarsi un effetto rebound. Secondo Hartman e Fithian il miglior modo per imparare ad essere multiorgasmici e durare a lungo la masturbazione. Dai loro studi emerge che se un uomo riesce a masturbarsi per 15/20 minuti senza eiaculare sar in grado di durare a piacimento nellamplesso col partner. La durata da quindici a venti minuti sembra essere larco di tempo critico superato il quale non si perde pi il controllo. Occorre decisamente molta pratica. Un ultimo suggerimento quello di urinare prima di fare gli esercizi o iniziare un rapporto sessuale perch la sensazione di pienezza della vescica pu stimolarvi ad eiaculare rendendo pi difficile il mantenimento del controllo.

57

In sintesi Accelerando e rallentando la respirazione durante gli esercizi di carezze sensuali possibile rispettivamente far aumentare e diminuire il livello di eccitamento. Far scendere leccitazione dal livello raggiunto significa segnare un picco Lo strumento pi efficace per esercitare il controllo delleccitamento il muscolo PC. Con la pratica vi renderete conto dellintensit, della durata e del numero di contrazioni necessarie per far scendere il livello di eccitazione. E possibile segnare dei picchi variando il movimento, modulando la velocit e la profondit delle spinte. Spostare la concentrazione dalla zona stimolata ad unaltra parte dei genitali o delle zone erogene un ulteriore strumento di controllo delleccitamento. Non confondete questo spostamento della messa a fuoco con laberrazione di estraniarvi dallesperienza che state vivendo Con la pratica lazione combinata dei quattro

58

strumenti della variazione della respirazione, della contrazione del muscolo PC, della modulazione dei movimenti e della focalizzazione dellattenzione vi consentiranno di acquisire un adeguato controllo del vostro corpo. Utilizzare tali strumenti per estendere la durata di un picco dondolandosi su e gi rispetto ad esso significa creare un plateau. Le tecniche descritte in questo capitolo vi consentiranno infinite sperimentazioni e non hanno nulla a che vedere con i tradizionali e frustranti metodi per ritardare leiaculazione precoce.

59

CAPITOLO SETTIMO

IL TRAGUARDO FINALE

60

E giunto il momento di raccogliere i frutti del lavoro fatto finora: preparatevi ad avere il vostro primo orgasmo multiplo. Provate prima da soli poi con la partecipazione della partner. La riuscita degli esercizi dipende dallimpegno da voi profuso nellallenare il muscolo PC e nello sviluppare la consapevolezza delle vostre sensazioni nelle loro pi sottili sfumature.

ESERCIZIO SOLITARIO Comodamente seduti in poltrona o distesi sulla schiena, accarezzatevi usando unadeguata quantit di lubrificante. Raggiunta unerezione stabile cominciate a segnare dei picchi crescenti nel modo che avete appreso in precedenza. Man mano che vi muovete su livelli pi alti della scala delleccitamento avrete bisogno di respiri pi profondi e contrazioni pi intense del muscolo PC per tenere sotto controllo leccitazione ed evitare leiaculazione. Dovete iniziare a segnare dei picchi gi a gradi bassi di eccitamento perch se lo fate solo ai livelli alti non solo la durata complessiva dellesercizio si riduce ma vi risulter pi difficile esercitare il controllo. Fate attenzione quando state per avvicinarvi al punto di non-ritorno. Avete imparato a riconoscerlo ormai. Finora lesperienza vi ha insegnato che se lo superate non riuscirete pi a fermarvi, orgasmo ed eiaculazione saranno inevitabili. Ora imparerete a separarli del tutto o in parte. Continuate a stimolarvi fino a raggiunger il

61

punto di non-ritorno, ma appena lo avrete superato fermate il movimento della mano, stringete immediatamente con tutta la vostra forza il muscolo PC, respirate profondamente. Alcuni di voi sperimenteranno che durante la stretta una respirazione pi rapida pu facilitare la resistenza, ma del tutto soggettivo. Tenete duro per almeno dieci secondi poi rilassate il muscolo e dopo qualche respiro, riprendete lentamente la stimolazione per non perdere lerezione. State provando le sensazioni dellorgasmo riuscendo a bloccare in tutto o almeno in parte leiaculazione. Il pene molto sensibile in questo momento e riprendere la stimolazione pu dare un leggero fastidio ma svanir rapidamente. Se temete che lerezione stia calando troppo adottate una delle tecniche assimilate per far salire leccitazione e intensificate i movimenti della mano. Presto avrete riacquistato la piena erezione consapevoli di aver incredibilmente evitato la fase refrattaria ed essere pronti per un nuovo orgasmo. Date libero sfogo alle vostre fantasie erotiche e scatenatevi questa volta senza freni fino ad eiaculare gioiosamente. Avete provato il vostro primo orgasmo multiplo.

LE REAZIONI DEL VOSTRO CORPO Non scoraggiatevi se non ci riuscirete al primo tentativo. E molto probabile che abbiate la sensazione di un orgasmo parziale e che pur contraendo il muscolo

62

PC fuoriesca una piccola quantit di sperma. Ci non dovrebbe impedirvi di continuare ed arrivare al secondo orgasmo. Sono reazioni normali del vostro corpo a qualcosa di completamente nuovo e sconosciuto a cui cerca di adattarsi. Occorrer allenare ancora il muscolo PC, fare pratica per coordinare tempistica, respirazione e contrazioni. Imparerete a capire quanto tempo dovrete tenere stretto il muscolo per non perdere troppa erezione. Qualche volta non funzioner ma imparerete qualcosa in pi di voi stessi e del vostro corpo. Potr capitarvi di riuscire a separare orgasmo ed eiaculazione eppure perdere lerezione, non perch avete stretto troppo a lungo il muscolo PC ma perch si verificata una eiaculazione retrograda. Lo sperma andato a finire nella vescica, lo espellerete la prossima volte che urinate, ma come se aveste eiaculato allindietro con conseguente perdita dellerezione. In alcuni popoli il metodo veniva utilizzato per il controllo delle nascite con alquanto dubbia efficacia, ma il nostro scopo ben altro. Dovete solo affinare le tecniche e con il tempo sarete voi a decidere quando avere il secondo orgasmo, se voler eiaculare o invece continuare la cavalcata verso nuove vette di piacere, per tre quattro o dieci volte ancora. A proposito della frequenza delle eiaculazioni interessante ricordare che per i maestri taoisti leiaculazione comporta una perdita di energia vitale che indebolisce lintero organismo. Nel mondo occidentale la stanchezza che si avverte dopo aver eiaculato nota a tutti e spesso oggetto di battute da

63

parte delle donne sul comportamento maschilista degli uomini. I taoisti limitano al minimo la dispersione dello sperma non per la sua sacralit come accade in altre culture ma per ragioni di salute.

IL VOSTRO PRIMO ORGASMO MULTIPLO IN COPPIA Provate adesso a ripetere lesercizio con la vostra compagna. State distesi sulla schiena, lei inizier regalandovi una carezza sensuale. Raggiungete un primo picco mentre lei vi sta ancora accarezzando poi cambiate posizione. Fatela sdraiare sulla schiena, le gambe alzate, le ginocchia piegate. Inginocchiatevi tra le sue cosce in modo che il peso del vostro corpo sia retto dalle gambe, siate sufficientemente rilassati ed abbiate la necessaria libert di movimento. Se lo preferisce fatele poggiare i piedi sulle vostre spalle. Con il pene eretto avvicinatevi alla sua vagina, penetratela delicatamente con spinte prima leggere poi pi vigorose e profonde. Raggiungete un successivo picco di eccitamento utilizzando soprattutto la respirazione ed il muscolo PC. Se necessario fermatevi per qualche secondo, poi riprendete il movimento dei corpi verso un punto pi alto nella scala delleccitamento. Non dimenticate che state facendo un esercizio. Quando siete consapevoli di essere vicini allorgasmo con il cuore che pulsa pi velocemente, il respiro serrato ed il sudore che

64

bagna i vostri corpi, iniziate la cavalcata, monitorate le sensazioni. Appena superato il punto di non ritorno fermatevi entrambi, stringete con tutta la vostra forza il muscolo PC, respirate profondamente, tenetelo duro per dieci secondi, poi rilassate il muscolo. Sentirete distintamente le pulsazioni della prostata tenute sotto controllo dalla vostra stretta impedendole di far schizzare fuori dalluretra del tutto o in parte lo sperma. Ora respirate normalmente, tenete il muscolo PC rilassato e riprendete le spinte per mantenere lerezione. Siete di nuovo saldamente in sella senza essere mai scesi da cavallo, galoppate a briglie sciolte verso un nuovo orgasmo questa volta accompagnato da completa eiaculazione. E unesperienza travolgente e se la vostra compagna non ha mai avuto un partner multiorgasmico potrebbe restarne sconvolta perch sapr che dora in poi fare lamore per voi non sar mai pi come prima, ma molto meglio. Gli esercizi sono finiti. Ora dovete trasferire nella vita sessuale quotidiana le cose che avete imparato per sperimentare ed affinare la vostra multiorgasmicit. Finalmente potrete vivere il rapporto sessuale liberi da ansie e pressioni, sapendo di poter aver un orgasmo senza dovere interrompere il rapporto e potendo soddisfare pienamente la vostra donna per tutto il tempo di cui avr bisogno. A rischio di risultare noioso vi esorto ancora una volta a non scoraggiarvi dinanzi ai fallimenti. Riprovate,

65

riprovate, riprovate. E non trascurate il vostro miglior alleato: allenate quotidianamente il muscolo PC.

66

In sintesi E necessario segnare dei picchi fin dai livelli pi bassi di eccitamento per riuscire a mantenere il controllo ai livelli pi alti. Contraendo immediatamente dopo il punto di nonritorno il muscolo PC riuscirete a separare del tutto o in parte orgasmo ed eiaculazione. Ai primi tentativi il vostro corpo potr reagire in modo incerto e disorientato. Non scoraggiatevi di un insuccesso perch con la pratica riuscirete a coordinare tempi e contrazioni. Se non riuscite a padroneggiare le tecniche probabile che non avete proceduto con la necessaria gradualit negli esercizi precedenti e con costanza nellallenamento del muscolo PC. Fate qualche passo indietro e ripercorrete con maggiore attenzione le tappe del viaggio. Prima di adottare le tecniche dellorgasmo multiplo durante amplesso spiegate alla partner le vostre intenzioni per evitare equivoci ed incomprensioni.

67

CAPITOLO OTTAVO

AMPLESSO E MULTIORGASMICITA

68

Le tecniche dellorgasmo multiplo che avete appreso negli esercizi precedenti possono significativamente migliorare la vostra vita sensuale e sessuale ed arricchire il rapporto con la compagna attuale o futura di unintimit difficilmente raggiungibile in altro modo. Tuttavia una cosa sono gli esercizi sia solitari che in coppia con le loro regole altro fare lamore spinti dalla passione e dal desiderio di ricevere e donare piacere. Non scoraggiatevi. A tal proposito potranno tornarvi utili alcune osservazioni sullatto sessuale inteso come ogni attivit in cui il pene inserito nella vagina, dal punto di vista delluomo multiorgasmico.

LE POSIZIONI DELLAMORE E LUOMO MULTIORGASMICO La letteratura ricca di manuali pieni di descrizioni dettagliate delle centinaia di posizioni in cui possibile fare lamore, differenziate tra loro da infinite sfumature bench tutte riconducibili alle quattro posizioni base delluomo sopra, donna sopra, di fianco e da dietro. La classica posizione delluomo sopra (c.d del missionario) consente una notevole intimit della coppia. Tuttavia luomo si stanca pi facilmente ed ha un minor controllo delleiaculazione, la penetrazione risulta modesta e vi una scarsa stimolazione clitoridea. Per ovviare a questi inconvenienti preferibile

69

apportare a tale posizione qualche variante. Ricordate la posizione assunta nellultimo esercizio? Fate distendere la vostra compagna sulla schiena ma con le gambe piegate ed i piedi sollevati in aria o poggiati sulle vostre spalle. Se necessario potete mettere un cuscino sotto i suoi fianchi. In tal modo si modifica langolo di penetrazione e potrete entrare pi profondamente nella vagina. Inginocchiatevi tra le sue cosce in modo che il peso del vostro corpo sia retto dalle gambe. Lintimit non sacrificata perch resta il contatto degli occhi e potete abbassarvi su di lei per baciarla o carezzarle i seni. Avrete un adeguato controllo dei movimenti e del vostro eccitamento e potete ritirare il pene dalla vagina per sfiorare con il glande il suo clitoride. Un'altra variante suggerita da Edward Eichel in anni recenti ma gi ben nota agli antichi maestri del tao consiste nellassumere la tradizionale posizione del missionario penetrando la compagna con il pene eretto e poi spostare il vostro corpo in avanti di alcuni centimetri. In tal modo il pene pi che muoversi in avanti e indietro si muove su e gi, facilitando il controllo delleiaculazione e consentendo rapporti prolungati. Inoltre con lo sfregamento degli ossi pubici la base del pene esercita una piacevole pressione sul clitoride. Le posizioni con la donna sopra sono quelle pi riposanti per luomo e gli consentono un buon controllo delleccitamento. La donna decide la profondit e linclinazione della penetrazione, potendo cos stimolare in diversi punti linterno della vagina compreso il punto

70

G. Poich lei che decide anche la velocit dei movimenti dovr essere disposta a fermarsi se glielo chiedete per farvi scendere di qualche gradino nella scala delleccitamento. La posizione vi consente di carezzarle i seni e quando distende il suo corpo sul vostro, con una presa dolce ma decisa delle mani potete spingere i suoi glutei determinando una penetrazione pi profonda. Le posizioni di fianco sono riposanti per entrambi ma alcune coppie le trovano meno stimolante sessualmente. Non consentono una profonda penetrazione anche se luomo riesce a durare pi a lungo. Le posizioni da dietro evocano istinti animaleschi e proprio per questo alcuni le prediligono ed altri si sentono a disagio. In genere gli uomini sono eccitati dal movimento dei glutei della donna contro il loro pene. Dal punto di vista fisico esse consentono spinte vigorose con una penetrazione profonda ed una adeguata stimolazione della cervice e del punto G nella donna ma poich la vagina si restringe la pressione esercitata sul pene aumenta considerevolmente e rende pi difficile il controllo delleiaculazione da parte delluomo.

LE TECNICHE DEI MAESTRI TAOISTI Gli antichi maestri taoisti ritenevano che lamore espresso attraverso la sessualit fosse la pi potente

71

medicina ed avevano inventato posizioni e tecniche diverse per guarire dalle varie malattie. In generale essi suggeriscono di accostarsi allatto sessuale senza fretta e di variare frequentemente le posizioni dellamore per renderlo pi armonioso e soddisfacente, stimolando e sollecitando anche le parti pi nascoste e segrete del corpo della donna, consentendo alluomo di modulare il proprio eccitamento e controllare lorgasmo. Essi consigliano di penetrare la donna lentamente prima con spinte minime, movimenti verso destra e sinistra, lalto e il basso. Solo dopo, dicono, di spingere profondamente, per poi ritornare a piccole spinte alternate allo strofinamento del glande contro le piccole labbra ed il clitoride. Oltre alla profondit luomo deve variare la velocit delle spinte e la direzione della penetrazione scegliendo angolazioni diverse che consentono di accarezzare le pareti vaginali in ogni punto. Pi che spingere in avanti e dietro luomo dovrebbe effettuare movimenti circolari del bacino muovendosi in semicerchio prima in una direzione poi nellaltra sia nel penetrare la donna che nel ritirarsi, quasi avvitando e svitando il pene nella vagina. Indubbiamente ci troviamo dinanzi a tecniche amatorie raffinate delle quali ho voluto darvi solo un assaggio e che ciascuno potr approfondire per proprio conto se lo vorr. Il mio intento di fornirvi qualche strumento in pi per sviluppare le vostre capacit multiorgasmiche nellesperienza quotidiana.

72

In sintesi Tutte le innumerevoli posizioni dellamore sono riconducibili alle quattro posizioni base delluomo sopra, della donna sopra, di fianco e da dietro. E possibile apportare alle posizioni pi comuni delle varianti che favoriscano il controllo delleccitamento e la multiorgasmicit. Gli antichi maestri taoisti consideravano lamore espresso attraverso la sessualit la pi potente medicina dando preziosi suggerimenti per massimizzarne gli effetti.

73

CONSIDERAZIONI FINALI

74

Giunti al termine del nostro viaggio nel mondo dellorgasmo multiplo maschile spero di non aver disatteso le aspettative contribuendo ad allargare il vostro sguardo su sensualit e sessualit, stimolandovi alla sperimentazione ed alla presa di coscienza del vostro potenziale erotico. Ricordate sempre che la centrale di comando del sesso il cervello. Secondo le scoperte sulla chimica dellamore il testosterone lormone che determina il desiderio sessuale, dalla dopamina dipendono lo stimolo a ripetere esperienze gratificanti e lattrazione verso il partner, lossiticina influenza lintimit e lattaccamento. Essa prodotta durante lallattamento al seno della madre e durante lorgasmo. Ecco la riprova scientifica che una vita sessuale appagante rinsalda lunione della coppia e lorgasmo multiplo sviluppa lintimit nella relazione. Gli uomini potranno cogliere lopportunit per accrescere la fiducia in se stessi ed impostare su nuove basi di maggiore attenzione e disponibilit il rapporto con laltro sesso. Le donne troveranno una possibile soluzione alla propria insoddisfazione sessuale suggerendo ai propri compagni come renderle felici ed appagate. E a quelle che non hanno provato mai le gioie della multiorgasmicit la lettura di questo libro pu essere da stimolo per iniziare a loro volta un viaggio alla scoperta dellancor pi ricco e straordinario universo dellorgasmo multiplo femminile e delle infinite tecniche per donare e ricevere piacere. Lintero testo stato articolato immaginando come destinatari coppie eterosessuali ma ovvio che buona

75

parte delle tecniche descritte possono costituire un aiuto altrettanto prezioso per uomini con orientamento sessuale diverso. A conclusione di questo contributo alla liberazione dalla sessuofobia della nostra societ mi preme ricordare a tutti, eterosessuali ed omosessuali, limportanza di praticare sesso sicuro. Nellera della globalizzazione, di internet e del sesso virtuale appaiono sconcertanti le statistiche sui rapporti sessuali non protetti e la diffusione delle malattie a trasmissione sessuale. Chi non si rassegna allunico metodo sicuro al cento per cento, lastinenza, ha il dovere e la responsabilit verso se stesso e gli altri di prendere ogni necessaria precauzione. Distinto avrete pensato tutti immediatamente allAIDS (Sindrome di Immunodeficienza Acquisita) causata dallinfezione da virus dellimmunodeficienza umana (HIV). Secondo le ultime stime in Italia a fine 2005 il numero di persone sieropositive per HIV da collocarsi tra 110-130.000. Ma vi sono pi di cinquanta malattie a trasmissione sessuale le cinque pi gravi delle quali ogni anno colpiscono nel mondo oltre 340 milioni di persone. Limitiamoci alla pi comune delle malattie trasmesse sessualmente, lherpes genitale. Una sciocchezza (a parte quella neonatale estremamente pericolosa) rispetto alle altre, eppure pu essere davvero fastidiosa ed impossibile da sradicare completamente dallorganismo. Le donne ne sono colpite quattro volte pi degli uomini. La voglia di sorridere vi passer del tutto se pensate che ce lhanno almeno quattro milioni di italiani.

76

Come lentamente avviene negli Stati Uniti dovremmo imparare a chiedere ai nostri nuovi partner di sottoporsi ad analisi cliniche ed evitare occasionali rapporti vaginali, anali e orali non protetti con persone della cui salute non siamo certi. Dopo lastinenza, il preservativo la migliore garanzia sul sesso attualmente in circolazione. Fatene buon uso.

77

78

79

LETTURE CONSIGLIATE

80

Anand Margo, The Art of Sexual Ecstasy, Jeremy P. Tarcher, December 1990; Brauer Alan P., Eso: How You and Your Lover Can Give Each Other Hours of Extended Sexual Orgasm, Warner Books, April 2001; Chang Jolan, Il tao dell'amore, Mondadori, 1995, 3 ed.; Chia Mantak & Arava Douglas Abrams, The Multiorgasmic Man, Harper Collins Publishers, 1996; Hartman William & Fithian Marilyn, Any Man Can, St Martins Mass Market Paper, 1986; Keesling Barbara, How to make love all night (and Drive a Woman Wild), Gramercy Books, New York, 1998: Keesling Barbara, Sexual Pleasure, Unter House Publishers, 2005;

81

Masters William H., Johnson Virginia E., L' atto sessuale nell'uomo e nella donna. Indagine sugli aspetti anatomici e fisiologici, Feltrinelli, 1994, 6 ed.; Paget Linda Lou, Fallo felice, NET, 2002; Zilbergeld Bernie, The New Male Sexuality: The Truth about Men, Sex, and Pleasure, Bantam Books, New York, 1999.

82

INDICE

INTRODUZIONE 1 IL TABU DEL SESSO 1.1 La Rivoluzione sessuale 1.2 Differenze nelleccitamento maschile e femminile 1.3 Le fasi delleccitamento 1.4 Orgasmo ed eiaculazione In sintesi 2 CENNI DI ANATOMIA MASCHILE 2.1 Il pene e la masturbazione 2.2 Il muscolo pubococcigeo 2.3 Altre zone erogene 2.4 La prostata 2.5 Lo sperma 2.6 Tonificare il muscolo PC Tabella 1 Tabella 2 In sintesi

pag.

1 5 6 7 9 10 12 13 14 15 16 17 18 18 20 21 22

83

3 GLI ESERCIZI FONDAMENTALI 3.1 Individuare il muscolo PC 3.2 Pochi minuti al giorno 3.3 Gradualit e costanza In sintesi 4 CENNI DI ANATOMIA FEMMINILE 4.1 La vulva 4.2 Il clitoride 4.3 La vagina 4.4 Il punto G 4.5 Lorgasmo femminile In sintesi 5 LE CAREZZE SENSUALI 5.1 Imparare a leggere i segnali del corpo 5.2 La giusta atmosfera 5.3 Esercizio solitario di carezze sensuali 5.4 Esercizio in coppia di carezze sensuali In sintesi 6 LALTALENA DEL PIACERE 6.1 Il controllo delleccitamento attraverso la respirazione 6.2 Esercizio in coppia 6.3 Segnare i picchi utilizzando

pag.

24 25 26 28 29 30 31 32 33 33 34 36 37 38 39 39 41 44 45 46 48 49

84

il muscolo PC 6.4 Un altro strumento prezioso: la modulazione dei movimenti 6.5 La focalizzazione dellattenzione 6.6 Trasformare i picchi in plateau 6.7 Una variante piacevole: la penetrazione 6.8 Provare e riprovare In sintesi 7 7.1 7.2 7.3 IL TRAGUARDO FINALE Esercizio solitario Le reazioni del vostro corpo Il vostro primo orgasmo multiplo in coppia In sintesi

pag.

50 51 52 54 56 58 60 61 62 64 67 68 69 71 73 74 78 79

8 AMPLESSO E MULTIORGASMICITA 8.1 Le posizioni dellamore e luomo multiorgasmico 8.2 Le tecniche dei maestri taoisti In sintesi CONSIDERAZIONI FINALI Figura 1 e 2 Figura 3

85

LETTURE CONSIGLIATE

80

86

Potrebbero piacerti anche