Sei sulla pagina 1di 1

Scheda riassuntiva sui principali personaggi della Guerra Anglo-

Spagnola e delle guerre di religione in Francia

Filippo II d’ Asburgo
Re di Spagna dal 1555 al 1598, in un periodo di forte crisi economica e sociale della Spagna
(politica della bancarotte), dovette accorgersi dell’ accrescimento della potenza navale inglese. Ciò
avrebbe comportato anche una nuova, pericolosa concorrente nel controllo dell’ Atlantico, che la
Spagna condivideva con il Portogallo dalla fine del secolo precedente. Perciò, nonostante l’
Inghilterra non avesse partecipato, inizialmente, alla corsa alle Americhe, ora poteva anche vantare
una flotta vera e propria (sotto il regno di Enrico VIII), formata da 46 navi da guerra. Filippo
impiegò allora le poche risorse possedute dalla Spagna in quel momento e mise insieme 130 navi da
guerra con 30000 soldati a bordo: l’ “Invincibile Armada”, che tentò di conquistare l’ Inghilterra ma
venne duramente sconfitta, causando enormi perdite alla Spagna.

Elisabetta I Tudor
Regina d’ Inghilterra dal 1558 al 1603, successe a Maria Tudor detta “la Sanguinaria”; nata dal
secondo matrimonio di Enrico VIII con Anna Bolena (matrimonio non riconosciuto dalla Chiesa
cattolica), avrebbe potuto essere dichiarata “illegittima” da chi avesse avuto interesse a frenare l’
avanzata della Riforma protestante in Inghilterra o che soltanto avesse voluto creare lacerazioni
politiche in quel paese. Favorì notevolmente la conquista dei mari da parte dell’ Inghilterra, che nel
1700 si diede apertamente alla pirateria, assaltando e saccheggiando i convogli che collegavano i
possedimenti spagnoli nelle Americhe con Siviglia. Uno di questi pirati, Francis Drake, in 3 anni
ripeté l’ impresa di Magellano, circumnavigando il globo sulla sua stessa rotta.

Caterina de’ Medici


Reggente del regno di Francia all’ inizio del regno di Carlo IX di Valois (1560-1574), nipote del
secondo papa Medici Clemente VII e vedova di Enrico II, re di Francia fino al 1559, anno della sua
morte. Dovette fronteggiare il problema della convivenza tra cattolici e calvinisti(“ugonotti” in
Francia). Inizialmente Caterina proclamò un editto assai favorevole alla libertà religiosa di questi
ultimi, nel 1562, mettendo così apparentemente fine alla politica di intolleranza che aveva
caratterizzato gli ultimi anni di regno di Enrico II. Ma in quello stesso anno la comunità calvinista
presente nel piccolo centro di Vassy venne massacrata dai cattolici, e da lì ebbe inizio una lunga
guerra civile fra le due confessioni religiose, che si concluderà solo nel 1598, dopo otto tappe.
Caterina comunque con il passare del tempo si mostra molto più interessata alla questione politica
che a quella religiosa, infatti i suoi favori verso l’ una o l’ altra confessione cambiano più volte.

Francesco di Guisa
Duca, si mise a capo dei cattolici nel 1562 e morì insieme ad uno dei capi degli ugonotti, Antonio di
Borbone, durante la prima guerra di religione.

Antonio di Borbone
Parente di sangue dei Valois, fu uno dei capi del partito ugonotto insieme a suo fratello Luigi di
Condé e ad altri esponenti dell’ alta nobiltà come ad esempio l’ ammiraglio di Coligny. Morì
insieme al duca Francesco di Guisa, colui che guidava i cattolici, durante la prima guerra di
religione.

David Collu , anno s cola sti co 2008 /2009