Sei sulla pagina 1di 16

Thiene

cinefestival 2013
Parco di Villa Fabris
Orario dinizio luglio ore 21.30 - agosto ore 21.00

Citt di Thiene
Assessorato alla Cultura

Parco

Cine

festi

di Vi

val T

hien e lla Fa bris

Orario dinizio: luglio ore 21.30 - agosto ore 21.00 Biglietti

in vendita allingresso del cinema, da unora prima delle proiezioni Interi 5,00 Ridotti 4,00 Le riduzioni sono previste no ai 14 anni, e oltre i 65 anni Abbonamento 35,00 per 10 lm Labbonamento pu essere utilizzato per un massimo di 2 ingressi nella stessa serata. I lm contrassegnati con il seguente simbolo fanno parte del Minifest, la rassegna di teatro e cinema per gli spettatori pi piccoli.

Abbonamenti

Informazioni

Ufcio promozione eventi culturali e turistici tel. 0445 804745 cultura@comune.thiene.vi.it - www.comune.thiene.vi.it Pro Thiene tel. 0445 369544 - URP tel. 0445 804921

In caso di maltempo le proiezioni vengono annullate.


La Direzione del Festival si riserva il diritto di apportare al programma i cambiamenti che si rendessero necessari per esigenze tecniche o per cause di forza maggiore.

mercoled 3 luglio Il rosso e il blu


(Italia, 2012) di Giuseppe Piccioni con Margherita Buy, Riccardo Scamarcio, Roberto Herlitzka, Nina Torresi, Alexandru Bindea, Elena Lietti, Lucia Mascino, Marco Casazza, (durata: 98)

Un ottimo regista italiano come Giuseppe Piccioni torna al cinema 3 anni dopo Giulia non esce la sera, com un lm che prende la scuola italiana per costruirci sopra un mondo, vissuto da studenti, professori e preside, tra caos e serenit, entusiasmo giovanile e mancanza di stimoli da parte di chi insegna da una vita. A impreziosire la pellicola un cast perfetto capeggiato da Margherita Buy, gi diretta 5 volte dal regista, e da Riccardo Scamarcio, ma soprattutto da un sublime Roberto Herlitzka, monumentale nel vestire i panni di un vecchio professore che non ne pu davvero pi. Di una vita trascinata e tuttaltro che vissuta, di un senso per linsegnamento perso per strada, di una generazione di ragazzi che fa a cazzotti con leducazione e la cultura, di una solitudine che lattanaglia, tanto da portarlo pi e pi volte sullorlo del suicidio. Pennellando universi volutamente distanti anni luce, Piccioni corregge e fa evolvere i suoi tanti protagonisti, con la penna rossa e blu tipica dei temi ditaliano, in un lm meritevole di promozione piena.

gioved 4 luglio Miele


(Italia, 2013) di Valeria Golino con Jasmine Trinca, Carlo Cecchi, Libero De Rienzo, Iaia Forte, Vinicio Marchioni, Roberto De Francesco, Barbara Ronchi (durata: 96)

Reduce da un bel successo a Cannes, lesordio come regista di Valeria Golino si segnala non solo per limportanza del tema (i suicidi assistiti, ispirandosi al libro di Mauro Covacich A nome tuo), ma anche per la qualit cinematograca del tutto. Una tensione narrativa che non viene mai meno grazie a una regia essenziale ma molto solida, a una recitazione di alto livello (Jasmine Trinca bravissima, Carlo Cecchi superlativo) e alla scelta di ambienti che raccontano unItalia piccolo-borghese alla disperata ricerca di valori che aiutino ad affrontare il momento estremo. E la storia di Irene, una ragazza di trentanni, che ha deciso di mettere la sua vita al servizio dei malati terminali che vogliono abbreviare agonia e sofferenze; lavora in clandestinit, con il nome in codice Miele. Finch incontra lingegner Carlo Grimaldi, un settantenne in buona salute, che ritiene semplicemente di aver vissuto abbastanza e che metter in discussione le convinzioni e loperato di Irene.

venerd 5 luglio Kiki- consegne a domicilio


(Giappone, 1989) di Hayao Miyazaki Film danimazione (durata: 102)

Prosegue la riscoperta retrospettiva dei meravigliosi lm di Miyazaki avviata dalla casa di produzione Lucky Red. Kiki2 (1989) contiene oceani di intelligenza, stupore, divertimento, commozione. Difcile immaginare nutrimento pi educativo e appagante. Ancora molto attuale e ricco di spunti di riessione (amicizia, adolescenza, innamoramenti), come tutti i lm di Miyazaki, non solo un lm per ragazzi ma davvero un lm per tutti, perch racconta con leggerezza e commozione lemozione della vita. La protagonista Kiki, una (buonissima) strega. A tredici anni compiuti arrivato il momento di lasciare la casa e i genitori. E cos con il suo gatto parlant inforca la scopa e parte verso il cielo ed il mare. Ma dopo un terribile raffreddore Kiki si accorge che dentro di lei qualcosa cambiato. Non riesce pi a capire il suo gatto, non riesce pi a volare sulla scopa... da non perdereper tutti!!!.

sabato 6 luglio 007 - Skyfall


(Regno Unito/U.S.A, 2012) di Sam Mendes con Daniel Craig, Javier Bardem, Ralph Fiennes, Brnice Marlohe, Naomie Harris, Ben Whishaw, Albert Finney, Judi Dench (durata 140)

Dinamico, mozzaato, spettacolare e contemporaneo nel ritmo, nei dialoghi e perno nel nuovo prolo psicologico del protagonista, Skyfall forse il miglior lm della fortunata saga mai realizzato prima. Il rafnato Sam Mendes riesce a far rinascere dalle ceneri, che sparge con epicit dopo una delle sequenze dinseguimento pi strepitose del cinema recente, la spia che si sistema il polsino della giacca dopo una scena dazione eccezionale umanizzandola come nessun altro autore era riuscito nora. Bond, un Daniel Craig intenso e fascinoso, non affronta solo il pericolo, mettendo a repentaglio la propria vita, adesso si confronta con lincombere del tempo. La combinazione dei due fattori esaspera il conitto interiore dellantieroe, che riemerge dalle proprie debolezze solo di fronte a uno dei cattivi pi memorabili dei nostri tempi: un Javier Bardem da antologia. La presenza scenica e narrativa di Judi Dench, d spessore emotivo a una donna allapparenza granitica ma di cui emerge uninaspettata fragilit.

domenica 7 luglio Vita di Pi


(U.S.A., 2012) di Ang Lee con Grard Depardieu, Rafe Spall, Irrfan Khan, Suraj Sharma, Tabu, Adil Hussain, (durata: 127)

Dal celebre romanzo di Yann Martel, il pluripremiato regista Ang Lee, anche Oscar 2013 qui per la miglior regia, riabbraccia la natia Taiwan, regala splendide inquadrature a specchio tra oceano e cielo e, soprattutto, rma il suo lm summa: sincretismo e destino, natura versus cultura, individuo e relazione, tutti i suoi temi ritornano qui con nitore stilistico e pathos umanista. Il protagonista si chiama Piscine, accorciato in Pi per sfuggire agli sfott dei compagni. Il padre parte dallIndia, con tutta la famiglia, destinazione Canada, trasferendo, su nave, il suo zoo; un nubifragio lascia Pi orfano, sperduto su una barca e in compagnia di una pericolosa tigre. Per sopravvivere, i due dovranno imparare a convivere. Lavorando con gli effetti speciali come mai nessuno prima, Ang Lee continua a stupirci per il suo eclettico talento formale: qui in immagini di magica bellezza conferisce allavventura un incanto rarefatto, come di una vita che, proprio in quanto appesa a un lo, pu sublimarsi in una dimensione soprannaturale. Puro grande cinema rmato Ang Lee.

mercoled 10 luglio Le belve


(U.S.A. 2012) di Oliver Stone con Benicio Del Toro, Salma Hayek, John Travolta, Blake Lively, Aaron Johnson, Taylor Kitsch, Trevor Donovan, Emile Hirsch, (durata 131)

Con questo lm Oliver Stone rinverdisce gli stilemi pi rinomati e adrenalinici del suo cinema. Sfruttando il thriller omonimo di Don Wislow, il regista mescola elementi violenti, montaggio forsennato, fotograa accaldata e dialoghi che in molte scene si concedono la variazione comica pi surreale. Cos latmosfera da peace, love and drugs che caratterizza il mnage a trois dei protagonisti o lidillio amoroso sulle spiagge californiane. Tutto funziona come perfetta sintesi cinematograca di alcuni stereotipi, che il lm carica di nuovi signicati grazie al ritmo vivace, allattenta regia e a un cast azzeccato. Accanto ai giovani protagonisti le vecchie glorie splendono come non mai: Salma Hayek magnica nel ruolo della spietata, ma in fondo materna, regina del cartello della baja, John Travolta regala al suo personaggio sfumature ironiche irresistibili mentre Benicio Del Toro un killer sessuomane e cocainomane tratteggiato con inappuntabile istrionismo.

gioved 11 luglio Django Unchained


(U.S.A., 2012) di Quentin Tarantino con Jamie Foxx, Leonardo DiCaprio, Samuel L. Jackson,Christoph Waltz, Kerry Washington, Zoe Bell, James Remar, Don Johnson, Franco Nero (durata: 165)

In Django Unchained, Tarantino, esattamente come inBastardi senza gloria usava il maccaroni war movies, si serve in modo straordinario di un genere molto amato, lo spaghetti western, e di tutti i suoi miti. Coi suoi americani stupidi, razzisti e analfabeti, i neri intelligenti e i tedeschi spiritosi e coltissimi, Django Unchained molto pi profondo di quanto possa sembrare. molto pi fuorviante e pieno di sorprese. Inutile dire che gli attori sono tutti meravigliosi. Christoph Waltz domina il lm, con una intelligenza impressionante. Jamie Foxx cresce piano piano, Leonardo Di Caprio e Samuel L. Jackson ci riportano in scena il mondo di Melville e di Poe, da Benito Cereno a Gordon Pym, e si permettono grandi entrate e uscite teatrali rubando la scena a Waltz e Foxx. Franco Nero, il Django originale, viene giustamente omaggiato, ma ci sono grandi cammei di attori western, da Bruce Dern a Don Stroud, da Robert Carradine a Michael Parks. Tutti vecchi e bellissimi..

venerd 12 luglio Pinocchio


(Belgio/Francia/Italia/Lussemburgo, 2013) di Enzo DAlo Film danimazione con le voci di Gabriele Caprio, Rocco Papaleo, Paolo Rufni, Maurizio Micheli, Pino Quartullo, Lucio Dalla (durata: 84)

La storia di Pinocchio la conoscono tutti. E la fedelt al burattino di Collodi si vede e si sente nel lm di dAlo: ottantaquattro minuti di musica e colori magicamente fusi, una Fantasia allitaliana dove note e cromatismi - veri protagonisti delloperazione - lasciano al Gatto e la Volpe (e a tutti gli altri) il ruolo di burattini. Ci si tuffa cos tra i colori solari di una campagna toscana ricreata dai pastelli del famoso illustratore e che rievocano i tratti di Giotto e Beato Angelico, ma anche la pittura metasica di De Chirico. Andamento ipercinetico, ritmo serrato e un risultato adatto non solo ai bambini, ai quali un adulto vicino potr spiegare allegorie e metafore. Il lm ha il passo sincopato e lo stile sincretico del videoclip: intenso. unopera da meditare, e anche da sentire, con la colonna sonora ultimo lavoro di Lucio Dalla che doppia pure il pescatore verde.

sabato 13 luglio Zero Dark Thirty


(U.S.A., 2012) di Kathryn Bigelow con Jessica Chastain, Jason Clarke, Joel Edgerton, Jennifer Ehle, Mark Strong, Kyle Chandler, Edgar Ramirez, Jessica Collins (durata: 157)

Zero Dark Thirty, un lm straordinario per ritmo, tensione interna, suspense politico-ideologica, come un thriller di cui conosciamo la ne ma che seguiamo con partecipazione totale. Il vero tema: lassuefazione alla morte, lazzeramento della coscienza, il considerare il nemico come un alieno. La missione impossibile raccontata nei dettagli dalla sceneggiatura di Mark Boal, un diario di bordo, verosimile nei codici, nelle pratiche, lontano da Washington ma vicino a chi questo sporco lavoro lha fatto: la scena dellattacco girata con un montaggio che diventa muta angoscia. La caccia a Bin Laden vista non attraverso le scelte di Bush o Obama ma nel quotidiano di chi lha fatta. E la storia di unossessione che prende anche le strade di Londra (bombe in bus e metr), ma non si tramuta in soddisfazione per lavvenuto nto happy end e lascia aperto il nale a quello che accadr domani. Bellissimo, ma non gradito alla CIA.

domenica 14 luglio Educazione siberiana


(Italia, 2011) di Gabriele Salvatores con John Malkovich, Peter Stormare, Eleanor Tomlinson, Giedrius Nagys, Andrius Paulavicius, Donatas Simukauskas, Arnas Fedaravicius (durata: 110)

Dal best-seller di Nicolaj Lilin, Gabriele Salvatores ha tratto il nuovo lm su una Gomorra mitica immersa nel gelo e su unonorata criminalit che odia il denaro al punto di non farlo entrare in casa per non contaminarla, ricostruendo una specie di western-gangsteristico in disastrati luoghi pre e post sovietici. Siamo in Transnistria: desolato lembo di terra sul conne moldavo/russo, dove Kolima e Gagarin, amici per la pelle, sono cresciuti insieme nella comunit di Criminali Onesti siberiani. Sin da bambini, i due hanno ricevuto uneducazione piuttosto particolare: il furto, la rapina, luso delle armi e il rispetto per il clan e le sue precise regole, una specie di codice donore che non va mai tradito. Evitando la trappola del realismo, Salvatores inamma il suo lm di energia narrativa e imprime alla storia uno smalto di aba nera, accentuato dalla innevata cornice del villaggio lituano dove ha ricreato i luoghi del romanzo. Avvalendosi di un Malkovich perfetto nella parte di un carismatico anziano padrino e di due convincenti attori locali.

mercoled 17 luglio Io e te
(Italia, 2012) di Bernardo Bertolucci con Tea Falco, Jacopo Olmo Antinori, Sonia Bergamasco, Pippo Delbono, Veronica Lazar (durata: 97)

Della serie: come un lm programmaticamente claustrofobico pu rivelarsi unopera di apertura, e forse addirittura di riapertura di una carriera. quanto accade con Io e te, che nella lmograa di Bernardo Bertolucci segue di nove anni il precedente The Dreamers. Nel mezzo una lunga, dolorosa malattia che ora costringe il regista su una sedia a rotelle. Forse anche per questo il romanzo di Ammaniti, una storia da camera, quella di un adolescente difcile che fa credere di essere in vacanza e invece si nasconde in cantina. Solo che in questo rifugio arriva come un turbine la sorellastra del ragazzo, schiava delleroina e persino pi complicata di lui Tema caro al regista quello delladolescenza come unet arruffata e rissosa, vogliosa di chiudersi in se stessa e di non fare i conti con il mondo. Film ovviamente realizzato con straordinaria maestria, e tutto afdato ai talenti acerbi ma travolgenti di due attori giovanissimi, Tea Falco e lesordiente Jacopo Olmo Antinori.

gioved 18 luglio Anna Karenina


(Gran Bretagna, 2012) di Joe Wright con Keira Knightley, Jude Law, Aaron Johnson, Kelly MacDonald, Matthew MacFadyen, Domhnall Gleeson, Ruth Wilson, Olivia Williams (durata: 130)

Rafnato, sontuoso e emozionante mel, ennesima, nalmente magnica, trasposizione del uviale romanzo di Tolstoj. Quattro nomination (fotograa, colonna sonora, scenograa e costumi), ma sarebbe stata meritata una quinta alla splendida Keira Knightley, travolta dalla passione. E qui Joe Wright, regista, e Tom Stoppard, sceneggiatore, hanno avuto un colpo di genio: la loro storia non si svolge tra Mosca e San Pietroburgo nel 1874, ma sul palcoscenico senza tempo di un vecchio teatro, tra la polvere degli oggetti di scena, in cui irrompe la vita e che si spalanca alla vita. Non sono attori che recitano Anna Karenina, il marito senatore, lufciale Vronsky... loro sono lessenza stessa di quei personaggi; il teatro, adesso, non pi un luogo sico, ma uno spazio immaginario da cui si pu evadere, e si evade, portandoci sulla distesa immensa di un prato verde, o sui binari di un treno, in una stazione giocattolo, tra modellismo e immensa scenograa.

venerd 19 luglio Hotel Transylvania


(U.S.A., 2012) di Genndy Tartakovsky Film danimazione (durata; 91)

Favola romanticissima sulla paura di amare (e di lasciare libero chi si ama), camuffata come meglio non si potrebbe da divertissement goticheggiante, Hotel Transilvanya uno spettacolo danimazione che non perde un colpo. Scegliendo come unit di tempo il centodiciottesimo compleanno della vampirella Mavis, il regista Genndy Tartakovsky trasforma il lm in una festa vera e propria, di trovate e battute, suoni e colori. Pap Dracula e la glioletta Mavis sono i personaggi pi controvoglia, teneri e simpatici, ma non sono da meno il lupo mannaro con troppi gli, luomo invisibile e soprattutto lintruso Jonathan, un umano strampalato che si adatta perfettamente alla realt mostrifera nella quale si ritrova improvvisamente catapultato. Ma c di pi: quando, grazie allefcace ribaltamento dei ruoli, questo ventunenne americano innamorato del suo zaino e assetato di avventura si presenta a sorpresa alla festa dei mostri, sar proprio lui a creare il panico, ma anche il pi incontenibile divertimento.

sabato 20 luglio
Il matrimonio che vorrei
(U.S.A., 2012) di David Frankel con Meryl Streep, Steve Carell, Elisabeth Shue, Tommy Lee Jones, Jean Smart, Susan Misner, Marin Ireland, Ben Rappaport, Brett Rice, Daniel Flaherty, Kayla Ruhl, Patch Darragh (durata: 100)

Kay e Arnold sono sposati da pi di trentanni. Le loro abitudini di vita sono ben radicate, ma a dirla tutta soddisfano pi lui che lei. Ora che i gli sono fuori di casa, Kay si scopre infelice e decide di prendere in mano la situazione. Venuta a sapere della settimana intensiva di terapia di coppia che il rinomato dottor Feld tiene ogni anno nel Maine, trascina l lo scettico Arnold, in cerca della miccia che possa riaccendere tra loro la scintilla che si spenta con gli anni. Meryl Streep e Tommy Lee Jones si misurano in una vera e propria gara di bravura, perch se il personaggio di Kay il motore del lm, la prima a mettersi in gioco sdando le sicurezze, per il personaggio di Arnold quello che compie il percorso pi lungo e difcile, data la forza delle sue resistenze. Chi si aspetta la poesia del ritrovarsi piuttosto fuori strada: siamo in America, terra di guru, di pragmatica e di manualistica, come emerge in un nale per nulla scontato.

domenica 21 luglio Il grande Gatsby


(Australia/U.S.A., 2013) di Baz Luhrmann con Leonardo Di Caprio, Carey Mulligan, Tobey Maguire, Isla Fisher, Joel Edgerton, Gemma Ward, Callan McAuliffe, Amitabh Bachchan (durata: 113)

E la quarta ma non certo ultima cineversione de Il grande Gatsby e mantiene quello che promette, cio dirompente opulenza, attori celebri belli e bravi, ogni tipo di effetto cinematograco, il tutto con il talento orgiastico del regista australiano Buz Luhrmann. La sda, effettivamente, era delle pi ambiziose: portare sullo schermo ancora una volta uno dei pi grandi romanzi americani, Il grande Gatsby di Scott Fitzgerald che, ambientato nella New York del 1922, con qualche anno di anticipo presag il crollo dellimpero americano, la ne di unera alla deriva, corrotta e decadente, di un sogno destinato a essere travolto dalla crisi economica del 1929. Leonardo Di Caprio un Gatsby molto pi riuscito, complesso, di quanto non furono i suoi Edgar J. Hoover e Howard Hughes. E un Gatsby pi dolorosamente tzgeraldiano, internamente diviso, di quello timidamente introspettivo di Redford. Insomma, sembra nato per fare Gatsby.

mercoled 24 luglio Treno di notte per Lisbona


(Germania, 2013) di Bille August con Jeremy Irons, Christopher Lee, Mlanie Laurent, Jack Huston, Charlotte Rampling, Vanessa Redgrave, Bruno Ganz,(durata: 110)

Un film sui fantasmi che si aggirano per lEuropa, un Continente in qualche modo sovrastato da un grande passato, che pure ne la ricchezza; e abitato da personaggi in cerca di nuova identit. Ispirandosi al romanzo di Pascal Mercier, il danese Bille August ricorre a un bel cast internazionale (Jeremy Irons, John Huston, Charlotte Rampling, Bruno Ganz) e gioca il tutto su un suggestivo registro di malinconia con regia elegante e fluida. E la storia di Raimund Gregorius, 57enne professore di Latino in una scuola di Berna, la cui vita monotona viene completamente sconvolta dallincontro con una donna misteriosa, salvata da un tentativo di suicidio. Per seguirla, Raimund prender un treno per Lisbona e l indagher sulle vicende di un medico, filosofo e rivoluzionario vissuto durante il periodo del regime fascista di Salazar. E scoprir unavvincente storia fatta di amicizie e affetti, oppressione e rivoluzione, lealt e tradimento, amore e gelosia...

gioved 25 luglio Lincoln


(U.S.A./India, 2012) di Steven Spielberg con Daniel Day-Lewis, Sally Field, David Strathairn, Joseph Gordon-Levitt, James Spader, Hal Holbrook, Tommy Lee Jones (durata: 150)

Straordinariamente interpretato da Daniel Day Lewis, premio Oscar e Golden Globe, il lm racconta la lotta del presidente USA per far approvare lemendamento che aboliva la schiavit. Evento destinato a cambiare il volto di una nazione, e non solo. Il lm ambientato nel 1865 ma guarda agli USA di oggi, quelli del secondo mandato Obama, chiamando a raccolta tutti gli americani perch solo uguaglianza e solidariet sono la via di uscita da una crisi economica e morale. Unopera bellissima, uno dei pi importanti lm politici degli ultimi anni: racchiude gli ultimi quattro mesi di vita del presidente pi amato dopo Washington, evitando lagiograa storica. Ma siccome pare che si siano perse le tracce di governanti di gigantesca lungimiranza, capacit e autentica passione per il loro paese, ecco che Spielberg riesce a dare una grande lezione a chi oggi immiserisce la politica a proprio vantaggio e soprattutto senza saperla fare.

venerd 26 luglio I Croods


(U.S.A., 2013) di Kirk De Micco, Chris Sanders Film danimazione (durata: 98)

I Croods, un cartoon sosticato e godibilissimo, scaturito non a caso dalla tagliente fantasia di John Cleese, uno dei fondatori dei Monty Phyton. Lintera gamma dei conitti umani provocati dallet, dai ruoli, dai crocevia esistenziali, dallincontro-scontro con lAltro o dalla paura del futuro si riettono nellottima tecnica targata Dreamworks, nella bella comicit e nel ritmo fragoroso e incalzante. Quando la loro grotta viene distrutta, i Croods - prima famiglia preistorica del mondo - devono trovare unalternativa al riparo che li ha sempre protetti dal pericolo. Si imbarcheranno cos in un viaggio attraverso paesaggi spettacolari, alla scoperta di un mondo nuovo, incredibile e pieno di creature fantastiche che cambier la loro vita per sempre... Di rigore il cast di supporto dei comprimari buf, a cominciare dal versatile bradipo Laccio, per un cartoon formato famiglia, che al divertimento unisce vari spunti di riessione.

sabato 27 luglio Venuto al mondo


(Italia, 2012) di Sergio Castellitto con Penelope Cruz, Emile Hirsch, Adnan Haskovic, Pietro Castellitto, Saadet Aksoy, Luca De Filippo, Sergio Castellitto, Jane Birkin (durata: 127)

Con questa pellicola Castellitto rma la sua opera pi ambiziosa e complessa. Tratto dal romanzo di Margaret Mazzantini, vincitore del premio Campiello, il lm riece a toccare grandi temi, (lamore, la maternita a tutti i costi, gli orrori della guerra) con una narrazione asciutta e senza mai cedere alla retorica. Ne esce unopera di grande respiro, una storia in crescendo, sapientemente raccontata senza dimenticare lo spettatore. Carica di ricordi degli anni di guerra, Gemma va a Sarajevo con il glio Pietro per una mostra in memoria delle vittime dellassedio. Proprio in Bosnia, prima dellinizio del conitto, aveva conosciuto Diego e con lui la grande passione. Pur non potendo avere gli, il desiderio era cos forte da spingerla ad accettare che procreasse con unaltra donna, disposta poi a cederle il neonato. Ora una verit attende Gemma a Sarajevo, che la costringe ad affrontare la profondit della sua perdita, il vero orrore della guerra e il potere di redenzione dellamore.

domenica 28 luglio Argo


(U.S.A., 2012) di Ben Afeck con Ben Afeck, Bryan Cranston, John Goodman, Taylor Schilling, Kyle Chandler, Alan Arkin, Victor Garber, Titus Welliver, Clea DuVall, (durata: 120)

Con ben tre Oscar, tra cui come miglior lm, la terza opera di Ben Afeck si rivela un riuscitissimo thriller dal ritmo mozzaato, ricco di tensione e azione, fuso col dramma storico-politico, realistico e avvincente. Con in pi unautoironica satira su Hollywood e un sincero amore per il cinema. Ispirato a una storia vera, siamo a Teheran nel 1979, il lm racconta di come, per salvare sei diplomatici USA nascosti a casa dellambasciatore canadese - sfuggiti allattacco allambasciata americana - la CIA nge, contro i dubbi del presidente Jimmy Carter e dei suoi consiglieri, la preparazione di un nto lm di fantascienza. Happy End, come noto. Ma il lm si segue dun ato, Afeck sa tenere il ritmo, imposta le psicologie, cura la confezione e dirige benissimo il cast. Uno straordinario esempio di modernit cinematograca dove c tutta lesperienza del cinema politico, teso e aggressivo della Hollywood degli anni 70.

mercoled 31 luglio La bicicletta verde


(Arabia Saudita, Germania, 2012) di Haifaa Al-Mansour con Waad Al-Masanif, Abdullrahman Algohani, Reem Abdullah, Sultan Al Assaf, Ahd Kamel (durata: 100)

Riyadh, Arabia Saudita. Wadjda ha un grande sogno: poter comprare la bicicletta verde che fa capolino dalla vetrina del negozio; ma alle ragazze proibito andare in bicicletta e deve escogitare un piano per trovare il denaro necessario a comprarla A Venezia 2012 stato un po il caso del festival perch, oltre che essere un piccolo grande lm, anche una sorta di manifesto contro loppressione delle donne, tanto da aver ottenuto il sostegno di Amnesty International. Si tratta, infatti, della prima pellicola girata da una regista in Arabia Saudita, paese dove le donne non hanno diritto al voto, n alla patente e dove persino il cinema nelle sale bandito. Una piccola storia di emancipazione femminile, in una chiave di denuncia improntata ad affettuosit verso le protagoniste piuttosto che ad accesi toni polemici, il lm scorre con piglio fresco e vivace, da non perdere...

gioved 1 agosto La grande bellezza


(Italia/Francia, 2013) di Paolo Sorrentino con Toni Servillo, Carlo Verdone, Carlo Buccirosso, Sabrina Ferilli, Pamela Villoresi, Iaia Forte, Galatea Ranzi, Roberto Herlitzka (durata: 150)

La profezia della Dolce vita di Fellini si avverata. Un altro scrittore fallito si aggira oggi in una Roma putrida e bellissima, da talk show tv, consumandosi in una societ decaduta, trash di nti vip, artisti, intellettuali sulla terrazza di una civilt corrotta ed amorale nel profondo. Visivamente magnico, La grande bellezza la visione onirica di un regista che si cala nella volgarit contemporanea cercando disperatamente un riscatto che lasci intravvedere una salvezza. Forse, per trovarlo, occorre osservare la citt a pelo dacqua, come nel lungo piano-sequenza girato dal Tevere su cui scorrono i titoli di coda. Ad emergere incisiva la gura di Jep, disincantato viveur fra le macerie delle illusioni perdute. E Servillo lo incarna con consumata maestria, giocando a nascondersi dietro la maschera delluomo di mondo per poi svelarne a sorpresa il volto umano. Magnico osservatore- complice nel cast di tutti ottimi interpreti (super Verdone e Ferilli), coro del bellissimo, utile, etico lm di Paolo Sorrentino

venerd 2 agosto Ralph spaccatutto


(U.S.A., 2012) di Rich Moore Film danimazione (durata; 91)

Dura la vita da cattivo dei videogame. Chiedetelo allenergumeno Ralph: ogni giorno prova a spaccare tutto in un palazzo di piccolo borghesi difesi dal diligente Felix Aggiustatutto. E dopo ogni partita, Ralph mestamente va a dormire nella discarica da cui vede la vita felice dei suoi antagonisti. Finch un bel giorno non decide di abbandonare la sua macchina a gettoni dentro la sala giochi, per andare alla ricerca di una medaglia che offra anche lui il riconoscimento che agogna. Il lm di Rich Moore ha il merito di parlare di giochi con il linguaggio del miglior cinema narrativo: costruendo per Ralph un vero e proprio viaggio delleroe, che ha per tesoro lesercizio del libero arbitrio, e inventando ben quattro universi, ognuno con le proprie regole e la propria estetica. La ricompensa di Ralph vale pi di mille medaglie ed la felicit di una bambina. Il nale con il protagonista che giura di non volere mai pi essere buono, e lincompresa che preferisce correre in macchina che vestire da principessa, ci consegna una favola acuta e deliziosamente fuori dalle regole.

sabato 3 agosto Il Lato Positivo


(U.S.A., 2012) di David O. Russell con Bradley Cooper, Jennifer Lawrence, Robert De Niro, Chris Tucker, Julia Stiles (durata: 112)

Candidato a otto premi Oscar e vincitore di quello per la migliore attrice protagonista Jennifer Lawrence, il lm di David O. Russell un vero inno allottimismo realizzato con tale eccentrica maestria da essere gi in lista per diventare un classico. Pat Solatano, affetto da sindrome bipolare, ha passato otto mesi in un istituto e ha perso casa, lavoro e moglie. E ora afdato ai genitori che, per rimetterlo in sesto, cercano di condividere con lui la passione/ossessione per la squadra dei Philadelphia Eagles. Ma Pat, decisamente ottimista, vuole solo potersi riconciliare con la ex moglie e lincontro con Tiffany, anche lei piena di problemi, cambier un po tutto: lei accetter di collaborare alla riconquista ma, in cambio, Pat deve aiutarla a realizzare un suo grande sogno... Un lm che interseca molti generi e registri: dramma e commedia, sentimentale e sportivo, e tutto si fonde senza sforzo, riservando freschezza e belle sorprese.

domenica 4 agosto Troppo amici


(Francia, 2009) di Olivier Nakache e Eric Toledano con Vincent Elbaz, Isabelle Carr, Franois-Xavier Demaison, Audrey Dana, Omar Sy (durata: 102)

Dagli stessi registi del fortunatissimo Quasi amici, il lm che la coppia aveva in realt girato prima del grande successo. Dunque non un seguito ma sempre una commedia agrodolce, su quellingombrante e in certi casi feroce istituzione che la famiglia. Dopo un preambolo da incubo in un centro commerciale, la vicenda parte da una cena altrettanto da incubo che riunisce i tre fratelli Jean Pierre, Nathalie e Roxane. Il primo, avvocato intrallazzatore, sposato con la perfetta Catherine, Nathalie sposata con Alain, simpatico piacione deciso a non crescere mai, inne Roxanne, commessa di supermercato, ha rimorchiato lavvenente e sgomento medico Bruno (Omar Sy, il badante di Quasi amici) e lo ha trascinato alla riunione familiare. Velocit e ritmo in una commedia brillante e davvero apprezzabile, grazie ai toni grotteschi e surreali esaltati da un cast in gran forma. Non c niente da fare. Dai francesi ancora lennesima lezione su come si gira una bella commedia.

gioved 8 agosto Noi siamo innito


(U.S.A., 2012) di Stephen Chbosky con Emma Watson, Paul Rudd, Logan Lerman, Nina Dobrev, Kate Walsh, Ezra Miller, Joan Cusack, Mae Whitman, Melanie Lynskey, Dylan McDermott, Johnny Simmons (durata 103)

Tra un saggio scolastico su Kerouac, una canzone degli Smiths e una citazione del Rocky Horror Picture Show, scorrono i giorni di un adolescente per nulla ordinario. Lingresso nelle scuole superiori lo lancia in un turbine di prime volte: la prima festa, la prima rissa, la prima cotta... e via salendo nella scala delladrenalina. E Charlie, pi portato alla riessione che allazione, afda emozioni, trasgressioni e turbamenti a una lunga serie di lettere indirizzate a un amico. Dotato di uninnata gentilezza danimo e di un dono speciale per la poesia, il ragazzo il condente perfetto di tutti. Peccato che il segreto pi grande sia nascosto proprio dentro di lui... Con una perfetta padronanza del mezzo cinematograco, Stephen Chbosky dirige ladattamento del suo romanzo Ragazzo da parete e racconta una storia delicata e profonda sulle difcolt delladolescenza. Lo fa aiutato da tre attori straordinariamente in parte: Logan Lerman, Ezra Miller e una Emma Watson nalmente libera dalla secchiona di Harry Potter Hermione Granger.

venerd 9 agosto Le avventure di Zarafa


Giraa Giramondo
(Francia/Belgio, 2012) di Rmi Bezanon, Jean-Christophe Lie Film danimazione (durata: 78)

Divertente, appassionante, ma anche delicato e serio rispetto alle tante questioni che mette in campo (la schiavit, la differenza delle culture e delle religioni), un ottimo esempio di cartone europeo per famiglie: gracamente elegante, e dai ritmi non forsennati. Un delizioso lm di animazione ispirato alla storia vera della prima giraffa arrivata a Parigi, alla corte di Carlo X nel 1826, e capace di scatenare una passione per lesotico. Ma il lm soprattutto lemozionante viaggio del ragazzino africano Maki che dal Sudan alla Francia con la giraffa orfana Zarafa, compie il suo percorso di formazione e crescita, ricco di straordinarie esperienze e di dolorose perdite. I bambini apprezzeranno, grazie anche a personaggi di contorno azzeccati. Gli adulti ripenseranno ai vecchi cantastorie da non perdere.

sabato 10 agosto Razzabastarda


(Italia, 2012) di Alessandro Gassman con Alessandro Gassman, Giovanni Anzaldo, Sergio Meogrossi, Matteo Taranto, Madalina Ghenea, Michele Placido (durata: 106)

Roman (Alessandro Gassman) un migrante romeno, in Italia da trentanni. Conduce unesistenza misera, soprattutto emotivamente, tra gli ambienti della piccola delinquenza e lo spaccio di cocaina. Solo un pensiero riesce ad illuminare le sue giornate: lamore per il glio, orfano di madre al quale vorrebbe dare una vita migliore della sua. La sda su cui basato lintero lm proprio questa: riuscir Roman a salvare il suo cucciolo? Tutto nasce dallo spettacolo teatrale Roman e il suo cucciolo, portato in scena con successo per ben tre anni. Il pubblico viene toccato da questa storia in cui si vedono cose che non si vogliono vedere. E talmente forte limpatto emotivo che Gassman decide di trasformare lo spettacolo in un lm. E lo fa. Per restituire la drammaticit degli accadimenti e lo squallore, sceglie coraggiosamente di girare in bianco e nero, supportato anche da unottima fotograa. La storia, la bravura del protagonista e degli altri attori, le ambientazioni e i sentimenti, fanno di Razza Bastarda un lm coraggioso e realistico. Da non perdere.

domenica 11 agosto Luomo con i pugni di ferro


(U.S.A./Hong Kong, 2012) di RZA con Russell Crowe, Lucy Liu, Rick Yune, Dave Batista, Jamie Chung, RZA, Cung Le, Daniel Wu, Chia Hui Liu, Zhu Zhu (durata: 96)

Il rapper RZA irta da anni, con successo, col cinema, sia come autore di colonne sonore che come attore. Il salto dietro la macchina da presa era dunque quasi scontato. A Jungle Village, un paese della Cina di ne 800, un fabbro di colore forgia sosticate armi per poter comprare la libert della prostituta che ama. Un tradimento mette in moto una guerra tra clan nella quale si ritrovano coinvolti il fabbro, un misterioso signore inglese e la matrona di un bordello. Dal gladiatore Russell Crowe alla rediviva di Kill Bill Lucy Liu, passando per il wrestler Dave Batista, Luomo con i pugni di ferro un perfetto concentrato di partecipazioni e citazioni, che rende omaggio alle pellicole dazione cinesi e si tinge di una vena pulp. Complesivamente il risultato lodevole. La regia efcace; tra zoom violenti, voli pindarici con tanto di cavi, e combattimenti abilmente coreografati, offre al pubblico un autentico spettacolo per gli occhi.

gioved 15 agosto Hitchcock


(U.S.A., 2013) di Sacha Gervasi con Anthony Hopkins, Scarlett Johansson, Jessica Biel, Helen Mirren, Ralph Macchio, Toni Collette, Danny Huston, James DArcy (durata 98)

Opera prima di Sacha Gervasi, il capace sceneggiatore di The Terminal, Hitchcock una piacevole commedia, rafnata per recitazione, scrittura e ambientazione. Mentre ripercorre le tappe della travagliata lavorazione di Psycho, il lm rende anche giustizia alla gura della moglie Alma Reville, per oltre 40 anni compagna di vita e formidabile collaboratrice dietro le quinte. Tanto che Hitch, ricevendo nel 79 lOscar alla carriera, ringrazi per la preziosa collaborazione quattro persone - una sceneggiatrice, una montatrice, una cuoca e la madre di sua glia Pat - che in realt erano una sola: Alma. Panciuto e alterato nel viso da ore di trucco, Hopkins sulle prime non sembra neppure tanto somigliante, ma basta qualche minuto perch ti convinca di essere Hitchcock, con le sue morbosit, lattrazione per le sue bionde attrici, la sua golosit, il suo umorismo, il suo acume di produttore e di artista. E Helen Mirren gli tiene testa in maniera fantastica: spiritosa, intelligente, testarda e appassionata come Alma potrebbe essere stata.

venerd 16 agosto Il grande e potente Oz


(U.S.A., 2013) di Sam Raimi con James Franco, Mila Kunis, Rachel Weisz, Michelle Williams, Zach Braff, Joey King, Natalie Gal, Deborah Puette (durata: 130)

Assente dai romanzi di L. Frank Baum, fonti dispirazione per Il mago di Oz (1939) di Victor Fleming, la storia raccontata da Sam Raimi in Il grande e potente Oz viene da uno script del tutto inedito, che parte dal Kansas del 1905 con il ne di fornire i retroscena di quanto descritto da Baum nelle sue opere. Retroscena volti a mostrare in che modo il donnaiolo impenitente Diggs, illusionista da strapazzo in un circo e dalletica professionale alquanto dubbia, sia stato scagliato da un tornado nel vibrante mondo di Oz dove incontra tre streghe: la buona Glinda, la giovane e tormentata Theodora e la cattiva sorella maggiore Evanora. In estrema sintesi la storia di un uomo mediocre ed egoista che, per una serie di coincidenze fortuite, si trasforma in un grande mago altruista. A fare la differenza la perfetta regia di Sam Raimi, fedele al suo inconfondibile stile che si traduce in un sentito atto damore nei confronti dellarte cinematograca stessa. Della quale il cineasta originario del Michigan continua a rientrare tra i maggiori talenti.

sabato 17 agosto Grandi speranze


(Regno Unito/U.S.A., 2012) di Mike Newell con Ralph Fiennes, Helena Bonham Carter, Robbie Coltrane, Jason Flemyng, Jeremy Irvine, Holliday Grainger, Ewen Bremner, Sally Hawkins, David Walliams, Sophie Rundle (durata 128)

Tratto dallomonimo romanzo di Charles Dickens, il lm racconta di un adolescente di umili origini che riceve una misteriosa eredit. Il giovane usa la sua nuova posizione sociale per corteggiare la bella Estella, unereditiera viziata, educata ad essere glaciale e senza scrupoli, della quale perdutamente innamorato sin dallinfanzia. Purtroppo, la sconvolgente verit che si cela dietro alla grande fortuna ricevuta in dono, scatener una serie di conseguenze... Bellissima la parte in campagna con i due bambini protagonisti, meravigliosi interpreti oltre che bellissimi. Poi la storia si trasferisce in una Londra dinizio ottocento molto ben ricostruita. Nel romanzo, esemplare per la ricchezza dei colpi di scena e per la sapienza con cui avvolge e riavvolge gli eventi in stile british, lautore comanda un cast ricco di talenti: Ralph Fiennes ed Helena Bonham Carter per primi. Le atmosfere un po gotiche e i delicati incontri di un amore contrastato, sono pane per i romantici che non debbono assolutamente perdersi questa bellissima storia.

domenica 18 agosto Stoker


(U.S.A./Gran Bretagna, 2013) di Park Chan-Wook con Mia Wasikowska, Matthew Goode, Nicole Kidman, Jacki Weaver, Alden Ehrenreich (durata: 100)

Sda Hollywood dal di dentro, Park Chan-Wook, sovvertendo canoni e aspettative, giocando con lo spettatore, ingannandolo e depistandolo, per poi spiazzarlo con un nale beffardo che ribalta il senso di quanto aveva anticipato allinizio della sua storia. India Stoker una ragazza sensibile e introversa, che vive con la famiglia in una bella villa isolata nella campagna americana. Il giorno del suo diciottesimo compleanno, lamato padre muore in un incidente e, a casa Stoker, si presenta lo zio Charlie, fratello pi giovane del padre, della cui esistenza India sempre stata tenuta misteriosamente alloscuro. Il sudcoreano Park Chan-Wook debutta in lingua inglese con un cast e un copione che sembrano di sua diretta emanazione, tanto rispondono alle caratteristiche di eleganza e condenza con linquietudine che fanno da sempre il suo cinema. Un cast deccezione e le splendide musiche di Philip Glass e Clint Mansell completano un lm che va sicuramente visto.

gioved 22 agosto La sposa promessa


(Israele, 2012) di Rama Burshtein con Hadas Yaron, Yiftach Klein, Irit Sheleg, Chaym Sharir (durata: 90)

Anche se prende lavvio da un lutto, La sposa promessa sorattutto un gran bel lm damore: opera prima di Rama Burshtein, un esordio a cui tributare un benvenuto sentito e meritato, per la coerenza delle scelte forti di regia e lemozione che scorre. Dapprima sottile poi sempre pi simile a un ume in piena, che non straripa per dagli argini di una forma rigida e adottata volontariamente. Esattamente com per il sentimento amoroso tra un uomo e una donna nella comunit in cui si ambienta il lm, regolata da riti e precetti il cui rispetto formale sostanza. La diciottenne Shira promessa dai suoi genitori, ebrei chassidici, a un coetaneo. Ma quando sua sorella muore dando alla luce un bambino e il vedovo dovr a breve risposarsi per dare una madre allorfano, a Shira si chiede di sacricarsi per la famiglia e sposare lei il cognato. Una bella pellicola che respira insieme allintensa Hadas Yaron (Shira), vincitrice al Festival di Venezia 2012 della Coppa Volpi.

venerd 23 agosto Le 5 leggende


(U.S.A., 2012) di Peter Ramsey Film danimazione (durata: 97)

Le 5 leggende, ultimo gioiello animato di casa DreamWorks, riaccende la voglia di tornare bambini. Il 5 non si riferisce al numero delle storie raccontate, ma a quello dei protagonisti: Dentolina che dirige uno stuolo di fatine che lasciano una monetina in cambio dei denti da latte; Sandy, luomo di sabbia che sparge una scia dorata per far fare sogni incantati ai bimbi addormentati; Nord e Calmoniglio, che sarebbero poi Babbo Natale e il Coniglietto Pasquale, con i loro ben noti periodi di superlavoro. E inne c Jack Frost, adolescente birichino portatore di ghiaccio e neve. Tutti uniti per sconggere lUomo Nero, essere di massima malvagit deciso a spegnere in ogni bambino la ducia nei personaggi delle abe messaggeri di bont, speranza, immaginazione. Un lm che incanta per la forza dei sentimenti che emana, portando i pi piccoli a una facile immedesimazione e chi lo non lo pi, a riscoprire il bambino che rimane in fondo al cuore di ogni adulto. Un vero piacere perdersi in questa storia divertente, commovente, edicante e dal sapore universale.

sabato 24 agosto Cloud Atlas


(U.S.A., 2012) di Tom Tykwer, Andy Wachowski, Lana Wachowski con Tom Hanks, Halle Berry, Susan Sarandon, Hugh Grant, Hugo Weaving, Jim Sturgess, Ben Whishaw, Jim Broadbent, Keith David, James DArcy, Xun Zhou (durata: 172)

Abbattendo i conni di spazio e di tempo, i fratelli Andy e Lana (ex Larry) Wachowski, con Tom Tykwer, ci ricordano con questo lm, che nella storia del mondo siamo tutti connessi secondo un principio di armonia che non ci salva da ingiustizie, intolleranze, violenze, morte nucleare. Film da 100 milioni di dollari, girato con due troupe, tratto dal romanzo di David Mitchell (Frassinelli), che racconta sei storie ambientate fra il 1849 e il 2346. La trasposizione cinematograca le intreccia tutte procedendo in parallelo fra passato, presente e futuro, in uno svariare di cornici scenograche, e con attori (tra gli altri Tom Hanks, Hugh Grant, Susan Sarandon) che si ritrovano in ognuna di esse, anche se con personaggi mutati spesso di indole e di sesso. Un lm non facile, insolito, certamente non scontato. Ma coraggioso, perch possiede unidea di cinema ed visivamente notevole.

domenica 25 agosto The Impossible


(Spagna/U.S.A., 2012) di Juan Antonio Bayona con Ewan McGregor, Naomi Watts, Geraldine Chaplin, Marta Etura, Tom Holland, Snke Mhring, Samuel Joslin, Oaklee Pendergast, Ploy Jindachote (durata: 114)

Lapocalisse dello tsunami del 2004 in Thailandia raccontata attraverso la vicenda drammatica di una famiglia divisa dalla catastrofe. Il regista spagnolo Juan Antonio Bayona, che gi aveva realizzato con The Orphanage un interessante melodramma travestito da horror, questa volta sfrutta le coordinate del disastermovie per continuare il suo discorso di approfondimento sui valori familiari. La sequenza iniziale girata con un realismo e una sensibilit notevolissime, che convergono su una messa in scena che poco o nulla concede alla spettacolarit e invece riesce a immergere il pubblico nellorrore dellevento. Quando poi la sceneggiatura si concentra sul rapporto tra la madre Maria e il primogenito Lucas, parte della famiglia di cinque persone scampata al disastro, Bayona pennella con alcune inquadrature di fortissima espressivit i sentimenti e lo stato psicologico dei due personaggi. Ed ecco che allora linterpretazione di una grande Naomi Watts e del giovane Tom Holland tocca le corde dellanimo umano con rara efcacia Da vedere.

Citt di Thiene
Assessorato alla Cultura

In collaborazione con:
Citt di Bassano del Grappa Assessorato Spettacolo e Operaestate

Sostenitori:
Ministero per i Beni e le Attivit Culturali Provincia di Vicenza Provincia di Treviso Provincia di Padova Consorzio Vicenza Camera di Commercio di Vicenza Conndustria Vicenza Fondazione Cariverona Unicredit

Amici del Festival


AGB - Alban Giacomo SpA B.lo Nardini - Distilleria a vapore ETRA - Energia Territorio Risorse Ambientali Giglio - Specialit Paste Alimentari Mevis SpA Pengo SpA

Media Partners:
Il Giornale di Vicenza Occhi