Sei sulla pagina 1di 6

Facolt di Ingegneria

2
a
prova intracorso di Fisica I
30.01.2002
Compito B

(*) Esercizio n.1
Il sistema mostrato nella figura inizialmente tenuto fermo e la molla a riposo. La molla ha costante elastica
k=20N/m; la carrucola, assimilabile ad un disco, ha massa m=11.111 kg e raggio R=30 cm; il blocco ha massa M=2.0
kg; il piano inclinato di =37 e non c attrito tra esso ed il
blocco; il filo inestensibile e ha massa trascurabile.
Il sistema viene rilasciato.
Calcolare:
di quanto il blocco scende lungo il piano inclinato
di quanto sceso il blocco lungo il piano inclinato quando
la sua energia cinetica massima
il modulo della velocit quando l energia cinetica del
blocco massima
il modulo della velocit del blocco dopo che questo, partito
da fermo, sceso di 1m lungo il piano inclinato


Rispondere quindi alle seguenti domande:

1. Per il sistema formato dalla carrucola e dal blocco si conserva:
A. l energia meccanica (*)
B. la quantit di moto
C. il momento angolare rispetto al centro della carrucola
D. nessuna quantit
2. Il momento d inerzia della carrucola rispetto al suo asse di rotazione vale
A.
2
mR
B.
2
2
1
mR (*)
C.
2
2
3
mR
D.
2
2
5
mR
3. Il blocco scende lungo il piano inclinato al pi di
A.
k
Mg sin 2
(*)
B.
k
Mg sin

C.
m
MR sin

D.
m
MR sin 2

4. Quando la sua energia cinetica massima, il blocco sceso lungo il piano inclinato di
A.
2
R

B.
2
sin R

C.
k
mg sin 2

D.
k
Mg sin
(*)
5. Quando la sua energia cinetica massima, il modulo della velocit del blocco vale

M



k

I
A.
s
m
1 . 36
B.
s
m
31 . 0
C.
s
m
59 . 0
D.
s
m
96 . 0 (*)
6. La velocit del blocco dopo che esso, partito da fermo, sceso di 1m vale
A.
s
m
62 . 13
B.
s
m
31 . 8
C.
s
m
18 . 2
D.
s
m
68 . 0 (*)

(*) Esercizio n.2
Una proiettile lanciato in aria si rompe in due frammenti di
uguale massa quando si trova nella parte pi alta della traiettoria
(punto T), dove l altezza da terra h=19.6m ed il modulo della
velocit vale 500 m/s. Uno dei due frammenti (1) cade
verticalmente verso terra ed arriva dopo 1s nel punto al di sotto
di quello in cui avvenuta la rottura (punto B).
Calcolare
il modulo della velocit del frammento (1)
immediatamente dopo la rottura
il tempo impiegato dal frammento (2) per arrivare a
terra
la distanza orizzontale S tra il punto dell esplosione ed
il punto nel quale atterra il secondo frammento (2).
Suggerimento: nel processo di rottura la quantit di moto si conserva.

Rispondere quindi alle seguenti domande:
7. Nel punto pi alto della traiettoria, la componente verticale della velocit del proiettile vale:
A.
s
m
250
B.
s
m
0 (*)
C.
s
m
250
D.
s
m
50
8. Immediatamente dopo la rottura, la velocit del frammento (1), diretta verticalmente verso il basso, ha modulo
A.
s
m
7 . 14 (*)
B.
s
m
2 . 51
C.
s
m
3 . 78
D.
s
m
9 . 2
9. Immediatamente dopo la rottura, la proiezione verticale della velocit del frammento (2) ha modulo

(1)

(2)

S

T

B
A.
s
m
7 . 14 (*)
B.
s
m
2 . 51
C.
s
m
3 . 78
D.
s
m
9 . 2
10. Il tempo impiegato dal frammento (2) per arrivare a terra vale:
A. s 1
B. s 2
C. s 3
D. s 4 (*)
11. La distanza orizzontale S percorsa dal frammento (2) nel tempo impiegato per arrivare a terra vale:
A. m 1000
B. m 2000
C. m 3000
D. m 4000 (*)

Esercizio n.3
Una sbarra omogenea di lunghezza L=1m, pu ruotare senza attrito intorno all estremo O, fisso
su un piano orizzontale.
Si lascia cadere la sbarra. Calcolare:
il modulo della velocit angolare con cui la sbarra urta il piano
il modulo della velocit del centro di massa della sbarra all istante dell urto
il modulo dell accelerazione centripeta del centro di massa della sbarra allistante
dellurto
Si risponda quindi alle seguenti domande
12. Detta M la massa della sbarra, il momento di inerzia della sbarra rispetto ad un asse
orizzontale passante per O vale:
A.
2
ML
B.
2
2
1
ML
C.
2
3
1
ML (*)
D.
2
12
1
ML
13. Durante la caduta della sbarra, la quantit che rimane costante :
A. L energia meccanica della sbarra (*)
B. L energia potenziale della sbarra
C. La quantit di moto della sbarra
D. Il momento angolare della sbarra rispetto al punto O
14. Il modulo della velocit angolare all istante dell urto vale
A.
L
g

B.
L
g 3
(*)
C.
L
g
2
D.
g
L
2
15. Il modulo della velocit del centro di massa della sbarra all istante dell urto vale
A.
s
m
2 . 0

O
B.
s
m
6 . 1
C.
s
m
3 . 12
D.
s
m
7 . 2 (*)
16. Il modulo dell accelerazione centripeta del centro di massa della sbarra all istante dell urto vale
A.
2
6 . 10
s
m

B.
2
6 . 14
s
m
(*)
C.
2
3 . 2
s
m

D.
s
m
9 . 0


Altre domande:
17. Per un sistema di forze a risultante nulla ( ) 0 R =

il momento non dipende dal polo ( )


,
o
o
M M

=
A. Vero (*)
B. Falso
18. L accelerazione di gravit g

di un corpo vicino alla superficie terrestre, misurata in un sistema di riferimento


inerziale, uguale a quella misurata in un sistema solidale alla Terra
A. Vero
B. Falso (*)
19. Le forze apparenti non derivano dalle interazioni fondamentali ed esistono solo nei sistemi di riferimento non
inerziali
A. Vero (*)
B. Falso
20. Siano S ed S due sistemi di riferimento aventi origine comune ed in moto relativo rotatorio uniforme (S ruota
rispetto ad S con velocit angolare costante

). Un punto fermo e quindi con accelerazione nulla in S, ha


accelerazione nulla anche in S
A. Vero
B. Falso (*)
21. Il moto del centro di massa di un sistema di particelle determinato dalla somma vettoriale delle forze interne
e delle forze esterne
A. Vero
B. Falso (*)
22. Se la risultante delle forze esterne su un sistema di particelle nulla ( ) 0 R =

, la quantit di moto totale ed il


momento angolare totale rispetto ad un punto fisso in un sistema inerziale si conservano
A. Vero (*)
B. Falso
23. Il lavoro delle forze interne di un sistema di particelle sempre nullo a causa del principio di azione e reazione.
A. Vero
B. Falso (*)
24. Il teorema di Huygens-Steiner dice che il momento di inerzia di un corpo di massa m rispetto ad un asse che si
trova a distanza d dal centro di massa del corpo dato da
2
CM
md I I = dove
CM
I il momento di inerzia del
corpo rispetto ad un asse parallelo al primo passante per il centro di massa
A. Vero
B. Falso (*)
25. Nel moto di puro rotolamento la forza di attrito tra la ruota ed il piano compie un lavoro uguale alla variazione
di energia cinetica della ruota
A. Vero
B. Falso (*)
26. In un urto di una particella con un corpo rigido vincolato, la quantit di moto totale del sistema si conserva
sempre
A. Vero
B. Falso (*)
27. Una pattinatrice sta eseguendo una piroetta; ad un certo punto, allarga le braccia e in conseguenza di ci la sua
velocit angolare diminuisce.
A. Vero (*)
B. Falso
28. La derivata temporale del momento angolare di una particella rispetto ad un polo mobile O, con velocit
o
v

,
data da p v M
dt
L d
o

= dove M

il momento della risultante delle forze agenti sulla particella, calcolato


rispetto al polo O, e p

la quantit di moto della particella


A. Vero (*)
B. Falso
29. Il momento d inerzia di un corpo rigido dipende soltanto dalla forma e dalla massa di esso e quindi pu essere
considerato, proprio come la massa, una propriet intrinseca del corpo rigido.
A. Vero
B. Falso (*)
30. Un sistema di riferimento che ruota con velocit angolare costante rispetto ad un sistema inerziale anch
esso inerziale.
A. Vero
B. Falso (*)
Soluzioni
Esercizio n.1
Poich tutte le forze che compiono lavoro sono conservative, l energia del sistema si conserva.
Il blocco raggiunge la posizione pi bassa con velocit nulla (quando anche la carrucola ferma). Se il blocco in questa
posizione sceso lungo il piano inclinato di s , la sua energia potenziale variata di = sin mgs E
p
e l energia
potenziale elastica della molla aumentata di
2
pe
ks
2
1
E = .
La variazione dell energia energia meccanica (rispetto a quella dello stato iniziale) deve essere nulla e quindi
m
k
Mg
s ks Mgs E E
pe p
18 . 1
sin 2
0
2
1
sin
2
= = = + = +

.
Quando il blocco sceso di 1m, sia il blocco che la carrucola hanno energia cinetica. Riapplicando la conservazione
dell energia e tenendo conto che la velocit angolare della carrucola e la velocit v del blocco sono legate dalla
relazione v=R, si ha
0
2
1
2
1
2
1
sin
2
1
2
1
2
1
sin
2 2 2 2 2
= |
.
|

\
|
+ + + = + + + = + + v m M ks Mgs I Mv ks Mgs E E E
K pe p
(1)
da cui si ricava
s
m
68 , 0 v =
Il blocco si muove con velocit massima quando l energia potenziale del sistema minima cio
( )
0 sin = + =

+
ks Mg
s
E E
pe p

cio quando il blocco sceso lungo il piano di m
k
Mg
s 59 . 0
sin
= =

. Sostituendo questa espressione nella (1) e
risolvendo per v si ottiene v=0.96m/s.

Esercizio n.2
La quantit di moto del sistema immediatamente prima della rottura uguale alla quantit di moto immediatamente
dopo la rottura.
Poich il proiettile si trova alla massima altezza, esso ha solo velocit orizzontale ( ) 0 v
s
m
500 v
v o
= = . La
conservazione della quantit di moto impone che:

=
= =

+ =
=

+ =
+ =
v 1 v 2
o o 2
v 2 2 v 1 1
o 2 2 o
v 2 2 v 1 1 v
o 2 2 o 1 1 o
v v
s
m
1000 v 2 v
v m v m 0
v m mv
v m v m mv
v m v m mv

dove m, m
1
=m
2
=m/2 sono rispettivamente la massa del proiettile, del frammento (1) quello che cade verticalmente
sotto il punto di rottura - e del frammento (2); v
1o
(v
2o
) e v
1v
(v
2v
) sono le velocit orizzontali e verticali dei due
frammenti. In particolare poich il frammento 1 cade verso terra
v 1
v diretta verso il basso e
v 2
v verso l alto;
0
1
=
o
v perch dopo l urto il frammento 1 cade verticalmente.
La velocit del frammento 1 pu essere determinata imponendo che esso percorra in verticale la distanza h nel tempo
=1s:

s
m g h
v v g v h
v v v
7 . 14
2
2
2
1
0
2
2 1
2
1
=

= = =


Analogamente si pu ottenere il tempo di caduta del frammento 2:
s 4 s
8 . 9
5 . 24 7 . 14
s
8 . 9
25 . 600 7 . 14
g
gh 2 v v
t gt
2
1
t v h 0
2
v 2 v 2 2
v 2
=
+
=
+
=
+ +
= + =
La distanza orizzontale percorsa dal frammento 2 in questo tempo vale
m 4000 t v S
20
= =

Esercizio n.3
Si pu applicare la conservazione dell energia. L unica forza che compie lavoro la forza peso, che conservativa.
Quando la sbarra tocca terra la variazione di energia potenziale e di energia cinetica sono rispettivamente
2
L
Mg E
p
= e
2
k
I
2
1
E = , essendo M la massa della sbarra e L/2 la quantit di cui sceso il suo centro di massa,
2
ML
3
1
I = il momento di inerzia della sbarra intorno ad un asse orizzontale passante per O e la velocit angolare
cercata.
La conservazione dell energia d:
s
rad
4 , 5
L
g 3
0 E E
k p
= = = + .
La velocit del centro di massa della sbarra quando questa tocca terra vale

s
m
s
m L
v
CM
7 . 2 4 , 5
2
1
2
= = =
L accelerazione centripeta del centro di massa della sbarra quando questa tocca terra vale
( )
2 2
2 2
58 . 14 4 . 5
2
1
2
s
m
s
m L
a
CM
= = =
Ovviamente laccelerazione del CM ha due componenti, quella centripeta che abbiamo calcolato e quella tangenziale.
Laccelerazione tangenziale del CM vale
g
4
3
ML
3
1
Mg
2
L
2
L
I 2
L
2
L
a
2
t CM
= =

= =