Sei sulla pagina 1di 1

Voglio

rassicurare i militanti del M5S, soprattutto quelli a me pi vicini, per quanto riguarda la restituzione delleccedenza della diaria che percepisco come parlamentare. Ho firmato ieri un assegno di 6mila euro destinato alla ONLUS La Nostra Famiglia di Conegliano. Questi soldi serviranno a finanziare il progetto KM di Solidariet. Con questa iniziativa lassociazione riuscir a garantire nel mese di luglio il trasporto a pi di 100 bambini e ragazzi che potranno cos continuare il loro processo riabilitativo e scolastico, senza doverlo interrompere per mancanza di fondi. Con il progetto KM di Solidariet verr quindi garantito il servizio di trasporto dei ragazzi con dei pulmini dalle loro abitazioni fino alla sede dellassociazione. Donare parte della mia diaria a questa associazione rappresenta per me un gesto sincero, concreto e verificabile. La settimana prossima ci sar, forse, da parte dei miei colleghi la restituzione delleccedenza della loro diaria. Spero che anche in questo caso il fondo che si creer vada a finanziare progetti utili per i cittadini pi bisognosi. Ho gi individuato, inoltre, nel mio territorio altri progetti a cui destinare in futuro la parte della diaria non utilizzata. Provveder a comunicare ogni mese limporto e lente beneficiato. Allinterno del M5S, il clima di presunzione di colpevolezza legato ai soldi, ha generato una grande infinit di sospetti e diffidenze. Questo modo di pensare non mi appartiene. Non tutti fanno politica per arricchirsi, molti invece la fanno per passione. Almeno questo il mio caso. Le persone che criticano la mia scelta di uscire dal Movimento5S pensando labbia fatto per tenermi lintero stipendio da parlamentare, dimostrano la pochezza dei loro argomenti e quanto limitati siano i loro ideali. Non riescono a capire che ci possano essere cittadini che fanno politica spinti da altri ideali, ben pi alti del denaro. Ci sarebbe da chiedersi se tutta questa attenzione data ai soldi non nasconda invece lunica preoccupazione per queste persone. Dopo tutti questi anni di militanza nel M5S non stato per niente facile prendere questa decisione. Se avessi mirato solo al mio interesse sarebbe stato molto pi semplice rimanere allinterno del gruppo e non espormi come invece ho fatto. Con la mia difficile scelta di abbandonare il M5S, in segno di solidariet alla collega Adele Gambaro, ho voluto denunciare un fatto gravissimo, che violava chiaramente la libert di manifestazione del pensiero, un diritto sancito dalla nostra Costituzione allart.21 e riconosciuto anche in tutti gli ordinamenti democratici.