Sei sulla pagina 1di 5

Dimostrazioni del Capitolo 12

Dimostrazione del Teorema 12.1, pagina 323


Dobbiamo dimostrare che se f : [a, b] R
n
`e integrabile in [a, b], allora f
R(a, b) e
_
_
_
_
_
_
b
a
f(t) dt
_
_
_
_
_

_
b
a
f(t) dt.
Copyright 2007 - The McGraw-Hill Companies s.r.l.
Analisi matematica

Michiel Bertsch, Roberta Dal Passo, Lorenzo Giacomelli
Data una qualunque funzione g : [a, b] R integrabile in [a, b] e un qualunque
sottoinsieme X di [a, b], valgono le uguaglianze
sup
X
g
2
=
_
sup
X
|g|
_
2
, inf
X
g
2
=
_
inf
X
|g|
_
2
,
sup
X
_
|g| =
_
sup
X
|g|, inf
X
_
|g| =
_
inf
X
|g|, ,
dalle quali segue lintegrabilit`a delle funzioni g
2
e
_
|g| (lasciamo i dettagli per
esercizio). Ricordando anche che la somma di funzioni integrabili `e integrabile, si
conclude che t f(t) =
_
f
2
1
(t) + + f
2
n
(t) `e integrabile in (a, b).
Dimostriamo ora che
_
_
_
_
_
_
b
a
(|f
1
(t)|, . . . , |f
n
(t)|) dt
_
_
_
_
_

_
b
a
f(t) dt
da cui la disuguaglianza segue in modo elementare (basta osservare che |
_
b
a
f
k
|
_
b
a
|f
k
| per ogni k = 1, . . . , n). Ci`o `e equivalente ad assumere che f
i
(t) 0 in (a, b)
per ogni i = 1, . . . , n. Ricordiamo che per denizione
_
_
_
_
_
_
b
a
f(t) dt
_
_
_
_
_
=
_
_
_
_
_
sup
D
s(D, f
1
), . . . , sup
D
s(D, f
n
)
__
_
_
_
.
Siano quindi D
1
, . . . D
n
suddivisioni di (a, b); poiche la suddivisione D = D
1

D
n
= {x
k
, k = 0, . . . , N} `e un ranamento di ciascuna, e le f
i
sono ipotizzate
non negative, risulta
L := (s(D
1
, f
1
), . . . s(D
n
, f
n
)) (s(D, f
1
), . . . , s(D, f
n
))
=
_
_
_
_
_
_
N

k=1
|I
k
| inf
I
k
f
1
, . . . ,
N

k=1
|I
k
| inf
I
k
f
n
__
_
_
_
_
=
_
_
_
_
_
N

k=1
|I
k
|
_
inf
I
k
f
1
, . . . , inf
I
k
f
n
_
_
_
_
_
_
.
Per la disuguaglianza triangolare, si ottiene
L
N

k=1
|I
k
|
_
_
_
_
_
inf
I
k
f
1
, . . . , inf
I
k
f
n
__
_
_
_
.
Osserviamo ora che
_
_
_
_
_
inf
I
k
f
1
, . . . , inf
I
k
f
n
__
_
_
_
2
= inf
I
k
f
2
1
+ + inf
I
k
f
2
n
inf
I
k
_
f
2
1
+ . . . f
2
n
_
= inf
I
k
f
2
.
Perci`o
L
N

k=1
|I
k
| inf
I
k
f = s(D, f)
_
b
a
f(t) dt,
e per larbitrariet`a delle suddivisioni D
1
, . . . , D
n
il teorema `e dimostrato.
Copyright 2007 - The McGraw-Hill Companies s.r.l.
Dimostrazione del Teorema 12.2 (lunghezza di una curva regolare),
pagina 325
Dobbiamo dimostrare che se C
1
([a, b]; R
n
), allora `e retticabile e
L() =
_
b
a

(t) dt.
Sia D = {t
0
, t
1
, . . . , t
n
} una suddivisione di [a, b]; utilizzando la (12.3) e la
(12.4), si ha
L(, D) =
n1

i=0
(t
i+1
) (t
i
) =
n1

i=0
_
_
_
_
_
t
i+1
t
i

(t)dt
_
_
_
_

n1

i=0
_
t
i+1
t
i

(t)dt =
_
b
a

(t)dt.
Per larbitrariet`a della suddivisione, segue che `e retticabile e che L()
_
b
a

(t) dt.
Per completare la dimostrazione si deve provare la disuguaglianza opposta,
ovvero che L()
_
b
a

(t)dt. Osserviamo che, essendo

C([a, b]),

sono uniformemente continue in [a, b]: per ogni > 0 esiste > 0 tale che
t

, t

[a, b], |t

| <

(t

(t

(t

(t

) < .
Sia D una suddivisione di [a, b] tale che |D| < ; allora
_
t
i+1
t
i

(t)dt
_
t
i+1
t
i
(

(t
i
) + )dt = (

(t
i
) + ) (t
i+1
t
i
)
=

(t
i
)(t
i+1
t
i
) + (t
i+1
t
i
).
Osservando che

(t
i
)(t
i+1
t
i
) =
_
t
i+1
t
i

(t
i
)dt =
_
t
i+1
t
i
(

(t
i
)

(t))dt +
_
t
i+1
t
i

(t)dt =
=
_
t
i+1
t
i
(

(t
i
)

(t))dt +(t
i+1
) (t
i
))
risulta

(t
i
)(t
i+1
t
i
)
_
t
i+1
t
i

(t
i
)

(t)dt +(t
i+1
) (t
i
),
da cui otteniamo
_
t
i+1
t
i

(t)dt (t
i+1
) (t
i
) + 2(t
i+1
t
i
).
Copyright 2007 - The McGraw-Hill Companies s.r.l.
Sommando rispetto a i, troviamo
_
b
a

(t)dt L(, D) + 2(b a) L() + 2(b a)


e per larbitrariet`a di resta provata la tesi.
Dimostrazione del Teorema 12.8 (integrali di forme dierenziali chiuse
su curve omotope), pagina 337
Sia una forma dierenziale chiusa in un aperto connesso E R
n
, e siano
(0)
e

(1)
due curve omotope contenute in E. Dobbiamo dimostrare che allora
_

(0)
=
_

(1)
.
Consideriamo per semplicit`a solo il caso E R
2
(il caso generale `e del tutto analo-
go): = F
1
dx+F
2
dy. Inoltre, sotto le ipotesi del teorema `e possibile dimostrare
che esiste unomotopia tra
(0)
e
(1)
che `e di classe C
2
: anziche fornirne la
dimostrazione, per semplicit`a supponiamo che tale regolarit`a sia vericata.
Lomotopia : [a, b] [0, 1] E tra
(0)
e
(1)
denisce per [0, 1] la
famiglia di curve
()
E date da

()
(t) := (t, ) = (x(t, ), y(t, )), a t b,
aventi gli stessi punti iniziali e nali. Posto
I() :=
_

()
,
proviamo che I() `e costante in [0, 1]: da ci`o segue in particolare che
_
0
=
I(0) = I(1) =
_
1
, ovvero la tesi.
Si ha, per denizione di integrale di una forma lungo una curva,
dI
d
=
d
d
_
b
a
_
F
1
((t, ))
x(t, )
t
+ F
2
((t, ))
y(t, )
t
_
dt.
Dal Teorema di derivazione sotto integrale (Teorema 11.6) segue che
dI
d
=
_
b
a

_
F
1
((t, ))
x(t, )
t
+ F
2
((t, ))
y(t, )
t
_
dt.
Applicando la regola della catena e ricordando che `e chiusa, ovvero che
F
1
y
=
F
2
x
, si ottiene

_
F
1
((t, ))
x(t, )
t
_
=

_
F
1
(x(t, ), y(t, ))
x(t, )
t
_
=
_
F
1
x
x

+
F
1
y
y

_
x
t
+ F
1

2
x
t
=
_
F
1
x
x

+
F
2
x
y

_
x
t
+ F
1

2
x
t
Copyright 2007 - The McGraw-Hill Companies s.r.l.
e analogamente

_
F
2
((t, ))
x(t, )
t
_
=
_
F
1
y
x

+
F
2
y
y

_
y
t
+ F
2

2
y
t
.
Sommando le due espressioni si ottiene
dI
d
=
_
b
a
_
x

_
F
1
x
x
t
+
F
1
y
y
t
_
+ F
1

2
x
t
+
y

_
F
2
x
x
t
+
F
2
y
y
t
_
+ F
2

2
y
t
_
dt
=
_
b
a
_
x

F
1
((t, ))
t
+ F
1

2
x
t
+
y

F
2
((t, ))
t
+ F
2

2
y
t
_
dt
e poiche C
2
, per il Teorema di Schwarz concludiamo che
dI
d
=
_
b
a

t
_
F
1
((t, ))
x(t, )

+ F
2
((t, ))
y(t, )

_
dt
=
_
F
1
((t, ))
x(t, )

+ F
2
((t, ))
y(t, )

t=b
t=a
= 0
poiche
x

=
y

= 0 per t = a e t = b (lomotopia mantiene gli estremi ssati).


Copyright 2007 - The McGraw-Hill Companies s.r.l.