Sei sulla pagina 1di 1

I

FLUIDI SUPERCRITICI
l'acqua in forma liquida), portando l'acqua a 110 l'efficacia nel sciogliere la macchia di sugo puo arrivare a 13 (a 30 era 1). Se andiamo nella zona dei fluidi supercritici, per esempio, per l'acqua, se andiamo oltre 100 volte la pressione dell' atmosfera e 120 le capacit di sciogliere una macchia di sugo, all'interno di una specialissima lavatrice, pu arrivare a 1000. La bellezza e l'utilit dei fluidi supercritici NON sta, per nella (molto) maggiore capacit risolvente (cio la molto maggiore capacit di sciogliere una macchia di sugo), la caratteristica utilissima dei fluidi supercritici che si pu regolare FINEMENTE la capacit di risolvere un soluto (di scioglire la macchia di sugo) Andiamo, finalmente a trattare i fluidi supercritici industriali. I fluidi supercritici sono usati nell'industria alimentare e in quella farmaceutica. L'anidride carbonica, normalmente un gas non velenoso e -in piccole quantit- insapore, viene usata in forma supercritica per togliere la caffeina dal macinato del caff. Come si fa? Un flusso di caff macinato e un flusso di anidride carbonica supercritica (calda e ad alta pressione) vengono mescolati. L'anidride carbonica scioglie la maggior parte della caffeina e la porta con s. La bellezza del processo di decaffeinizzazione mediante fluidi supercritici sta nel fatto che ciascun produttore pu scegliere la combinazione temperatura/pressione che dia i risultati di rapporto caffeina/gusto desiderati. Riassumendo: allontanandoci dalle temperature alle quali siamo abituati, con fluidi anche noti (acqua, anidride carbonica, ammoniaca, metano), possiamo avere dei solventi non solo ESTREMAMENTE EFFICACI ma che lavorano in modo FINEMENTE REGOLABILI Il risultato che posso, attraverso molte prove, ottenere un caff abbastanza decaffeinato e abbastanza buono, o togliere un principio dannoso da un cibo senza denaturarlo. Oppure posso estrarre un principio attivo (l'acido acetilsalicilico dal legno di salice) con la massima efficacia senza, per, degradare il principio attivo stesso (senza rovinare la molecola dell'acido acetilsalicilico)

I fluidi supercritici non appartengono alla nostra esperienza quotidiana. Siamo abituati ai fluidi che gelano, poi liquefano, poi bollono, poi evaporano__ I fluidi che conosciamo, per, possono diventare "supercritici" in particolari condizioni (superate le condizioni "critiche", appunto)_ Un fluido in condizioni subcritiche si comporta come l'acqua nell'atmosfera terrestre: se liquido gela ad una precisa temperatura o bolle, ad un'altra (precisa) temperatura. A temperature pi alte l'acqua che conosciamo , nettamente, liquida o aeriforme (gas/vapore)* (grafico di stato dell'acqua o della CO2)_ vedete che ad un certo punto la linea verticale si interrompe: da questo punto in poi (il punto critico) non si pu stabilire se il fluido sia liquido od aeriforme (gas/vapore) l'area al di sopra del punto critico estremamente interessante dal punto di vista industriale parleremo di questo: l'utilizzo industriale dei fluidi supercritici__ torniamo all'acqua e ci aggiungiamo una macchia di sugo su una camicia bianca, all'interno di una lavatrice, per semplicit: senza detersivo molto chiaro, anche ad un maschio, che alzando la temperatura la macchia di sugo si scioglie meglio nell'acqua immaginiamo di poter alzare ancora la temperatura, oltre la temperatura di ebollizione, essendo il vapor d'acqua molto poco denso, teniamo l'acqua liquida (a 110 o pi) aumentando la pressione_ Nella nostra lavatrice l'acqua liquida a 110 (o pi) scioglier, ragionevolmente, molto pi velocemente che a 30 la macchia di sugo Abbiamo dovuto, per, servirci di una lavatrice molto speciale, nella quale si possa aumentare in modo efficace la pressione Una caratteristica importante dei fluidi che abbiano passato il punto critico (temperature e pressioni elevate) che eesi variano la loro capacita di sciogliere un potenziale soluto in modo continuo. Spieghiamoci. A 30 e a pressione ambiente l'acqua scioglie il sugo con efficacia 1. A 90 e alla stessa pressione l'acqua scioglie il sugo con efficacia 10: dieci volte pi velocemente o 10 volte pi compiutamente. Immaginando di oltrepassare la temperatura di ebollizione (alzando un po' la pressione per tenere