Sei sulla pagina 1di 37

Sommario

Sommario .......................................................................................................................................................... 2 Social Network ................................................................................................................................................... 3 Nascita e tipologia dei Social Network .............................................................................................................. 4 Possibili utilizzi dei Social Network .................................................................................................................... 5 Content Management System, .......................................................................................................................... 6 Tumblr ............................................................................................................................................................... 8 Come iscriversi a Tumblr ............................................................................................................................... 8 Come accedere a Tumblr dopo essersi registrati ........................................................................................ 12 Opzioni ......................................................................................................................................................... 13 Una guida completa per Tumblr...................................................................................................................... 19 Formati di post............................................................................................................................................. 19 Tumblr API ................................................................................................................................................... 23 Caratteristiche di Tumblr ............................................................................................................................. 24 Seguire gente e condividerne i post ........................................................................................................ 24 Creazione gruppi...................................................................................................................................... 24 Associazione di pi tumblelog a un unico account.................................................................................. 25 Pagine ...................................................................................................................................................... 28 Personalizzazione del tema ..................................................................................................................... 30 Feed RSS .................................................................................................................................................. 34 Commenti ................................................................................................................................................ 35 I Social Network: lati oscuri ............................................................................................................................. 36 Sitografia.......................................................................................................................................................... 37

Social Network
Un Social Network, in italiano rete sociale, un qualsiasi gruppo di persone collegate in una rete virtuale di relazioni di qualunque tipo, cos da costituire una comunit. Lespressione Social Network oggi usata per indicare lo strumento utilizzato per creare e gestire la rete virtuale e la sua comunit di utenti online. Tecnicamente questo strumento si chiama Social Network Service, SNS, servizio di rete sociale, o Social Network Site, sito di rete sociale. Un servizio di Social Network un servizio web, cio un programma fruibile tramite un qualsiasi Internet browser come Mozilla Firefox e Google Chrome. Un SNS dunque unapplicazione che permette di reti basate su relazioni sociali. Gli studiosi americani Boyd ed Ellison definiscono i Social Network Sites come quei servizi web che permettono ad un singolo (1) la creazione di un profilo pubblico o semi-pubblico allinterno di un sistema limitato, (2) la definizione di una lista di contatti, (3) la possibilit di scorrere la lista di amici dei propri contatti. Natura e termini usati per indicare questi collegamenti possono variare da sito a sito: amici in FaceBook e Twitter, contatti in LinkedIn, lettori in Tumblr, utenti in Twoorty, ... Un SNS permette cos di rintracciare vecchie conoscenze e aggiungerle alla propria rete, che pu poi essere estesa aggiungendo sempre nuovi contatti. Il fenomeno dei siti di social network nato negli Stati Uniti e si sviluppato attorno a tre grandi filoni tematici: l'ambito professionale, quello dell'amicizia e quello delle relazioni amorose. La vera esplosione di questi avvenne nel 2003. Attualmente, i siti di social network pi rilevanti, in termini di accessi e utenti, sono Facebook e Twitter rispettivamente con oltre 900 e 130 milioni di utenti.

Nascita e tipologia dei Social Network


Lidea che mediante singoli computer, collegati tramite connessioni digitali, si potesse dar luogo ad una forte e vasta interazione sociale, attraverso la creazione di reti, fu ipotizzato gi alla fine degli anni settanta. Ci furono sperimentazioni che, prima ancora della nascita del World Wide Web nel 1992, consentivano agli utenti di interagire attraverso reti di computer. Grazie allapplicazione Web, negli anni novanta videro la luce i primi siti di comunit online (Geocities nel 1994 e Tripod nel 1995). Lo scopo di questi siti era raggruppare le persone interessate ad argomenti comuni e consentire loro di interagire tramite chat o homepage personali. In questo modo veniva favorita la pubblicazione di contenuti realizzati dagli stessi utenti. Possiamo pensare a questi servizi come ai precursori dei blog. Alcune comunit virtuali ebbero un approccio diverso da quello di GeoCities e Tripod: non gli interessi comuni definivano i collegamenti ma i legami esistenti tra ex compagni di scuola (Classmates nel 1995). Stesso approccio dellattuale Facebook (2004). Alla fine degli anni novanta si svilupp un altro modello di social network: condividere opinioni tra consumatori (Epinions nel 1999). Molti furono i siti di reti sociali sviluppati e proposti al pubblico di Internet e del Web. Alcuni divennero cos partecipati da essere comprati da compagnie molto grandi. Friendster, nato nel 2002 ed oggi usato prevalentemente in Asia, fu oggetto di attenzione da parte di Google che cerc di acquisirlo nel 2003. Sempre nel 2003 nacque MySpace. Nel 2005 ebbe un numero di pagine visitate pi alto di quello di Google e che nello stesso anno fu acquistato dalla News Corporation di Robert Murdoch. Coetaneo di MySpace hi5 che nel 2008 si attestato al terzo posto come sito pi popolare di rete sociale in termine di visitatori. Dal 2010, da rete sociale si trasformata in sito concentrato sul gioco. Il 2004 ha visto l'emergere di Facebook. Nata nellambiente delluniversit di Harvard, questa rete sociale si rapidamente sviluppata fino a diventare il sito di social network di maggiore successo nel mondo. Il fenomeno di successo pi recente Twitter. Dopo una partenza lenta ( nato nel 2006) questo sito di social network si affermato tra il 2008 e il 2009 ed ora diventato uno dei pi popolati e visitati al mondo. Si stima che oggi esistano oltre 200 siti di social network. Da poco nato un sito tutto italiano, Twoorty, basato sui gruppi di interesse.

Possibili utilizzi dei Social Network


I siti di social network tipicamente consentono agli utenti di creare un proprio profilo con descrizioni, foto, filmati e collegamenti ad altri siti. Il programma di amministrazione del sito permette agli utenti di crearsi la propria rete di collegamenti. Molti siti di Social Network prevedono che il collegamento tra due diverse persone sia possibile se entrambe lo accettano: tipicamente un utente invita laltro e questultimo pu decidere se accettare o respingere linvito. E anche possibile non solo rifiutare un collegamento ma anche bloccare ed eliminare un membro indesiderato. Alcuni siti gestiscono non solo reti di collegamenti personali ma anche reti pubbliche in cui il profilo non corrisponde ad una singola persona fisica bens ad un gruppo di persone che condividono fini comuni o a organizzazioni, enti e societ in genere. Le persone si iscrivono ai social network per le stesse ragioni per cui frequentano gruppi e associazioni nel mondo reale: fare amicizia, offrire e cercare aiuto, incontrare persone con le quali condividono interessi o ideologie. Nei social network sono disponibili di solito una serie di controlli della privacy che permettono all'utente di scegliere chi pu visualizzare il loro profilo, a quali informazioni possono accedere e chi pu contattarlo. Le reti sociali pi diffuse non richiedono denaro per l'adesione, grazie al fatto che le aziende, proprietarie del SNS, vendono pubblicit. Tale pubblicit appare nelle pagine dei singoli utenti in modo mirato: le informazioni personali di ciascun utente e gli interessi evidenziati attraverso i link seguiti permettono ai gestori del sito di selezionare adeguatamente le inserzioni pubblicitarie.

Content Management System,


Un Content Management System, ovvero sistema di gestione dei contenuti, uno programma che fornisce gli strumenti per creare, gestire e amministrare i contenuti informativi (articoli, rubriche, notizie, faq, banner, immagini e link da pubblicare) e gli utenti di un sito, blog o wiki. Il contenuto del sito costituisce l'elemento critico di ogni iniziativa commerciale in Internet, rendendo lorganizzazione, la realizzazione e laggiornamento dei contenuti attivit fondamentali da progettare in modo efficace ed efficiente per tutto il ciclo di vita del progetto. Un sistema CMS permette di gestire l'aggiornamento ed il flusso delle informazioni attraverso soluzioni software che rendono semplici ed affidabili i processi di gestione dei contenuti, cio linserimento, la correzione, la selezione di titoli, testi e immagini da integrare nel layout grafico del sito. I siti e portali di una certa dimensione richiedono necessariamente lutilizzo di sistemi CMS per garantire laggiornamento controllato delle pagine da parte di operatori normalmente suddivisi in gruppi di lavoro diversi e distribuiti in sedi fisiche anche diverse. Un Content Management System permette ad un utente abilitato di inserire o aggiornare i contenuti di un settore o di unarea del sito, attraverso la gestione di un sistema guidato e personalizzato di controlli ed approvazioni (workflow) da parte di figure diverse: L'amministratore, che sceglie gli autori e gli editori, assegnando loro le aree su cui lavorare, L'autore, che inserisce i contenuti nelle aree di propria competenza, L'editore, che approva, modifica, rifiuta e pubblica le pagine approvate. Le principali caratteristiche di un sistema di gestione dei contenuti comprendono: Gestione di interfacce basate su browser web per laggiornamento delle pagine Utilizzo di template grafici per la presentazione dei contenuti, Gestione di ruoli distinti di utenti e di specifiche funzionalit di workflow, Database per larchiviazione di immagini e contenuti testuali e grafici, Reperimento ed integrazione con contenuti provenienti da altri sistemi informatici, Gestione di mailing list e messaggistica, Gestione e classificazione di link, notizie, faq, eventi, Funzionalit di interrogazione e ricerca, Personalizzazione dei criteri grafici di presentazione dei contenuti. Permette di aggiornare il sito senza essere degli esperti di HTML Permette di realizzare in modo facilitato larchitettura dei dati progettata, attraverso la definizione di diverse sezioni e categorie in cui classificare gli articoli Permette di separare nettamente i dati dalla loro presentazione

Permette di gestire in modo semplice la pubblicazione delle informazioni e decidere quando esse devono essere tolte dal sito Integrazione con contenuti provenienti da diverse fonti come database o rss Gestione degli utenti, con mailing list e messaggistica Funzionalit di ricerca dei contenuti che vanno oltre la disposizione in categorie Un CMS uno strumento indispensabile per chi deve gestire siti e portali a carattere informativo (aziendale o giornalistico), con la necessit di semplificare, organizzare e controllare le attivit di pubblicazione ed aggiornamento.

Tumblr
Tumblr, sito di microblogging fondato nel 2007 da David Karp e Marco Arment, oggi ospita 30 milioni di blog ed in crescita. Ora di propriet di Yahoo. Dopo Facebook e Blogger, la terza piattaforma di social networking dove le persone passano pi tempo. Il motivo di tanto successo la facilit con cui si possono condividere i contenuti. La prima generazione di software dedicati ai blog nata alla fine degli anni novanta. Si basava su piattaforme come Open Diary, EditThisPage e Blogger, ed era stata pensata esclusivamente per la scrittura di brevi testi. La seconda generazione, ora dominata da WordPress, basata su un sistema di pubblicazione pi complesso, pensato per pagine e articoli e gestito tramite database. La prima era adatta a scrivere e a creare semplici blog. la seconda permette di sviluppare siti sia di tipo blog che di altra natura (commerciali, istituzionali, ...) e richiede maggiori competenze informatiche. Nel 2005 sono nati i tumblelog: una variante di blog che favorisce una forma pi veloce di condivisione, con testi brevi arricchiti da link, foto e video. Tumblr, una di queste piattaforme. Tumblr non un social network puro. Non cio usato a fini strettamente personali, per pubblicare come si sta, cosa si sta pensando o cosa si sta facendo. Il suo uso principale il rilancio di articoli scritti da altri sui loro blog. La funzione di Tumblr pi usata infatti il reblog, simile al condividi di Facebook. Loperazione di reblog tiene traccia di tutti i rilanci precedenti. Le pagine principali che lutente medio di Tumblr usa sono due: - quella del proprio blog personale (nomeutente.tumblr.com) - la dashboard, il Pannello di Controllo che raccoglie, in ordine cronologico, i contenuti pubblicati dagli utenti che si deciso di seguire. Da questa pagina possibile contrassegnare i contenuti con un like, salvandoli nel proprio archivio, o ripubblicarli con reblog sul proprio tumblelog. possibile anche pubblicare contenuti propri, anche se raramente relativi alla propria vita privata. E possibile pubblicare contenuti di qualsiasi tipo: testi, immagini, citazioni, link, conversazioni in chat, musica o video.

Come iscriversi a Tumblr


Sar necessario collegarsi al sito di URL http://www.tumblr.com. Seguire il link Sign up in fondo alla pagina:

Appare una pagina che chiede i dati di registrazione: - indirizzo email valido. Viene infatti inviata una mail di conferma dellindirizzo. - password - nome utente. Questo nome usato da chiunque per accedere al blog. E dunque consigliabile un nome rappresentativo del proprio sito. In questo caso il nome del blog corsoblog e lindirizzo web per accedervi sar corsoblog.tumblr.com:

Seguire il link Sign up and start posting. Si apre una finestra che chiede let e laccettazione dei Termini di servizio:

Fatto! Seguendo il link appare la prima di una serie di finestre che guidano il nuovo utente a configurare il proprio profilo.

E possibile rimandare ad un secondo tempo la definizione delle proprie preferenze. Importante invece terminare la procedura di registrazione, convalidando il proprio indirizzo di posta. Per far questo, aprire la propria posta elettronica e seguire il link della mail inviata da Tumblr:

Il tumblelog creato e lutente registrato in modo completo. Quando si clicca il collegamento di verifica dellindirizzo email, si apre una nuova finestra:

Seguendo il link Continue to Tumblr..., si accede alla dashboard, il pannello di controllo, del tumblelog:

Come accedere a Tumblr dopo essersi registrati


Una volta registrati, laccesso a Tumblr avviene inserendo le proprie credenziali: indirizzo di posta + password scelti nella fase di registrazione:

Opzioni
E possibile personalizzare il proprio blog modificando e impostando i parametri di default. Cliccare a tal fine licona che rappresenta la funzionalit Settings:

Prima di passare alla personalizzazione del blog, opportuno vedere come si presenta il blog con i valori di default:

Il titolo del blog un triste Untitled e lutente rappresentato da un insignificante elemento conico. E decisamente opportuno procedere con linserimento di alcune informazioni personali. La prima pagina a cui si accede cliccando su Settings quella dellaccount. Da qui possibile impostare la lingua:

E poi desiderabile dare un titolo al proprio blog. Per far questo si clicca sullicona che rappresenta lutente:

La pagina cui si accede permette molte personalizzazioni. Per dare un titolo al proprio blog, necessario seguire il link Personalizza sotto la sezione Tema:

Ecco cosa appare:

Dopo la modifica di Titolo e Descrizione:

Nota. Titolo e indirizzo del blog non devono necessariamente coincidere. E possibile sostituire lelemento grafico di default che rappresenta lutente, con una propria immagine o avatar. Se si desidera creare un avatar possibile fare riferimento ai servizi gratuiti che si trovano numerosi nel web. Un possibile sito pickaface.net. Decisa limmagine del profilo andare in Settings e seguire il link precedente che ora, avendo cambiato titolo, sar Una altro blog:

Navigare tra le cartelle e file fino a raggiungere limmagine desiderata. Selezionarla e aprirla. Una volta caricata in Tumblr, cliccare il bottone Salva:

Quindi salvare le modifiche apportate in Settings:

Dora in avanti, quella caricata sar limmagine del proprio profilo. E ovviamente sempre possibile cambiarla. Il layout del blog creato stato assegnato da Tumblr. E possibile cambiarlo. In Settings -> Un altro blog e cliccare sul bottone Personalizza sotto la sezione Tema (stesso percorso seguito per modificare il titolo del blog).

Si apre una carrellata di possibili modelli di layout tra cui scegliere. Molti sono gratuiti. Selezionare il tema che si ritiene rappresenti meglio il proprio blog:

Salvare le modifiche cliccando su Utilizza, in alto alla pagina:

Un altro elemento che conveniente modificare Ping the Blogosphere when I post. Se viene spuntata questa opzione, ogni qualvolta si pubblica un post verranno avvisati i motori di ricerca, nel momento in cui inseriremo un nuovo post. Ricordare di salvare sempre le modifiche inserite.

Una guida completa per Tumblr


Formati di post
Per post si intende un qualsiasi contenuto pubblicato in un social network. Tumblr permette di gestire molti tipi di contenuto: testo, foto, video, audio, citazioni, link e trascrizioni di chat.

Ecco un esempio di ciascun tipo di post pubblicabile in Tumblr: Testo:

Foto:

Quote, citazione:

Link, collegamento:

Audio:

Video:

Procedendo con linserimento del codice del widget copiato da Youtube:

Qui possibile vedere come appare nel blog:

A causa degli svariati formati previsti, Tumblr una piattaforma ideale per il blogging e il podcasting, cos come per la condivisione di foto

Chat:

Tumblr API
API sta per Application Programming Interface, interfaccia per la programmazione delle applicazioni, ed una libreria software che consente di sviluppare applicazioni o moduli applicativi per un certo ambiente. La Api di Tumblr usata da svariati programmatori, anche non facenti capo a Tumblr, che hanno prodotto una moltitudine di applicazioni per Tumblr offerti come servizi web, come app per iPhone e altri dispositivi mobili, come widget da inserire nei siti personali o plug-in per potenziare le prestazione dei siti. Nota: plugin: programma che viene affiancato al sito. Un plugin aggiunge funzionalit ad un sito. widget: script che viene inserito nel sito e che pu essere usato dai visitatori del sito. I programmatori possono usare lAPI di Tumblr per sviluppare qualsiasi cosa ed espandere il gi am pio ventaglio di funzionalit di Tumblr. Le tecnologie usate sono il PHP e il linguaggio di markup XML. Laccesso alla API avviene seguendo il link posto nella sezione footer del blog Tumblr:

Si accede alla seguente pagina che permette di accedere alla documentazione e ai forum destinati agli sviluppatori. Per le API si seguir il link omonimo:

Caratteristiche di Tumblr
Seguire gente e condividerne i post
Come Twitter e a differenza di FaceBook, Tumblr permette di seguire altri utenti e visualizzare i loro messaggi nella propria bacheca senza chiedere il permesso. Seguire un utente facile: sufficiente cliccare su Segui in alto a destra del tumblelog dellutente.

Tumblr d la possibilit di condividere, reblog, o segnalare come particolarmente gradevole, , un post presente nella propria bacheca.

Creazione gruppi
E possibile impostare un blog di gruppo con pi autori:

Gli utenti invitati che accetteranno di partecipare al blog, vedranno il tumblelog nella loro dashboard.

Associazione di pi tumblelog a un unico account


Epossibile associare pi blog ad un unico account (ognuno con le proprie configurazioni). La creazione di un nuovo blog avviene cliccando sulla freccina posta a destra di Un altro blog:

Quindi cliccare su Crea un nuovo blog:

ed inserire i dati richiesti. Non compilare il campo password.

Tumblelog privato E anche possibile impostare un tumblelog come privato e condividere i post solo con account Tumblr abilitati o addirittura senza condividerli affatto, rendendo di fatto personali i contenuti inseriti nel blog. Per creare un blog privato, necessario prima essersi registrati e aver creato un blog pubblico. Una volta provvisti di un tumblelog, possibile crearne uno privato. Si procede come descritto precedentemente ma si compila anche la sezione relativa alla password:

Creato il nuovo tumblelog, laccesso sar possibile solo inserendo la password scelta:

Qui mostrato il profilo di corsoblog con tutti e tre i tumblelog creati. Notare il lucchetto di fianco al blogsuperprivato:

Per passare da un blog allaltro sufficiente cliccare sul nome del tumblelog desiderato. Collegare Tumblr a FaceBook e Twitter E possibile configurare Tumblr cos da inviare o no i propri post automaticamente anche sul proprio account Facebook o Twitter. Andare in Settings -> Un altro blog. Scendere tra le configurazioni fino a trovare la sezione dedicata a FaceBook e Twitter:

Togliere le spunte se non si desidera eseguire la pubblicazione automatica dei propri post sui due importanti social network.

Pagine
Nello spazio blog creato in Tumblr, possibile inserire pagine con tentenuti tipicamente statici e duraturi nel tempo. In questo modo il blog assume un aspetto pi simile ad un sito tradizionale. Laggiunta delle pagine avviene nella sezione do modifica del tema:

Si apre una finestra che richiede alcuni dati: nome della pagina (sar lURL, cio lindirizzo web per raggiungere la pagina) e il titolo. In pi appare un editor che consente linserimento del contenuto della pagina stessa.

Prima di uscire, ricordarsi di salvare le modifiche al tema.

Accedendo dallesterno, da visitatore e non da creatore del blog, il tumblelog appare ora cos:

Durante la creazione della pagina stata spuntata la casella Show a link to this page, mostra collegamento a questa pagina, ed infatti nel men del blog troviamo il link alla pagina di titolo Gossip. Durante la creazione della pagina stata spuntata la casella Show a link to this page, mostra collegamento a questa pagina, ed infatti Ecco la pagina creata:

Personalizzazione del tema


Tumblr permette la personalizzazione totale del tema, template, usato: da Settings -> Un altro blog si accede alla sezione Tema -> Personalizza. E possibile modificare tutto: dalla struttura, agli stili (come colori e font), alla disposizione degli elementi (come i men e i widget). E possibile modificare il codice HTML. HTML, Hyper Text Markup Language, il linguaggio per la definizione della struttura e dei contenuti di qualsiasi pagina web. Agendo direttamente sul codice, i programmatori web hanno piena libert di modifica. E cos possibile aggiungere componenti (widget, men,..) o togliere elementi indesiderati.

Un programmatore pu anche definire fogli di stile CSS, Cascading Style Sheets, personalizzati e inserire script JavaSrcipt per rendere dinamico il blog, lato client ovviamente.

E anche possibile agire sui colori, laggiunta di uneventuale testata, Header, e altre caratteristiche attraverso il men APPEARANCE, aspetto, pi sotto nella stessa barra di configurazione del tema:

Tumblr permette, come gi visto, anche la scelta tra molti temi diversi, gratuiti o a pagamento. E anche possibile creare un tema da zero. I temi di Tumblr includono le componenti di base di un qualsiasi sito web: una testata, unarea principale per i contenuti (post), una barra laterale opzionale per la navigazione e i widget e un pi di pagina. La modifica/ creazione di un tema richiede di usare il linguaggio HTML, seguendo un insieme di regole proprie di Tumblr e lavorando su un vasto insieme di variabili speciali. E possibile trovare regole e variabili alla pagina custom_themes. Oltre a creare un proprio tema personalizzato, c la possibilit di sviluppare temi premium, cio destinati alla vendita, oppure temi da rendere disponibili nella galleria di Tumblr. I temi, che vogliono diventare di pubblico utilizzo, devono seguire una serie di requisiti imposti da Tumblr che si possono trovare nella pagina preposta alla creazione di un nuovo tema, allindirizzo http://www.tumblr.com/themes/new:

Ecco i requisiti:

Feed RSS
Tumblr, da buon gestore di blog, genera i feed automaticamente, per esportare i post .pubblicati dagli utenti, ed alimentare i feedreader, come Google Reader. Un feed uno speciale contenuto (tipicamente in XML) che pu essere letto da particolari applicazioni dette feedreader, lettori di feed. Un visitatore pu registrarsi presso un feedreader e collegarlo, subscribe, a pi blog attraverso il meccanismo dei feed. Periodicamente il feedreader verifica la pubblicazione di aggiornamenti nei feed seguiti e, in caso, ne registra i link e avvisa lutente. Ecco come un visitatore pu collegarsi al flusso di post di Un altro blog:

Qindi:

I feed generati dal blog sono raggiungibili allindirizzo web http://nomeblog.tumblr.com/rss, che in questo caso :

Commenti
Tumblr permette di attivare i commenti, domande o contributi da parte dei visitatori: Settings -> Un altro blog quindi spuntare le opzioni desiderate

I Social Network: lati oscuri


I social network hanno generato una nuova patologia, non riconosciuta a livello medico ufficiale, definita dalle espressioni anglosassoni Social Network Addiction e Friendship addiction. E la dipendenza dal proprio o dai propri siti sociali: Facebook, Twitter, Tumblr,... e consiste nella necessit maniacale di accedere alla propria bacheca per vedere le eventuali notifiche arrivate, per aggiornare il proprio profilo, per cercare nuove amicizie... Questi i sintomi preoccupanti di tale condizione: assuefazione: la necessit di stare collegati o aggiornare i contenuti personali della propria pagina sempre pi a lungo. astinenza: la sperimentazione di un intenso stato di disagio psico-fisico, nel caso non ci si colleghi per un certo periodo di tempo smania, craving: il desiderio sempre pi intenso di collegarsi alla rete sociale, a discapito delle attivit proprie della vita quotidiana (lavoro, studio, ...) La dipendenza dai Social Network sembra essere dovuta al forte senso di sicurezza, di personalit e di socialit che tali siti sono in grado di fornire. Queste dinamiche psico-emotive, personali ed interpersonali, si basano per su qualcosa di virtuale: la persona avverte un forte senso di sicurezza e raggiunge un elevato, ma fittizio, senso di autostima. Se il livello di benessere raggiunto diviene eccessivo, si sviluppano pericolosi sintomi di dipendenza, isolamento sociale e alterazione delle principali sfere vitali come quella lavorativa, familiare, sociale, affettiva ecc.. Altra conseguenza pericolosa la sensazione di sicurezza sviluppata dal numero di amici collegati al proprio profilo, cos che le nuove richieste di amicizia risultano quasi un riempimento o rafforzamento del proprio ego. Gli atteggiamenti di uso ed abuso di questi siti web sono innescati da meccanismi psicologici e neurologici di piacere, affettivit ed autostima, cos che, quando la connessione al web non possibile, si scatenano pericolosi stati di ansia, depressione e attacchi di panico.

Sitografia
I siti da cui sono state tratte la maggior parte delle informazioni sono: http://coding.smashingmagazine.com/2010/07/22/a-complete-guide-to-tumblr/ http://freshid.com/2011/12/wordpress-vs-tumblr-a-simple-overview/ http://www.mysocialweb.it/2010/11/21/le-migliori-risorse-per-chi-inizia-a-usare-tumblr/ Tutto stato per testato direttamente in Tumblr e i blog creati sono: http://corsoblog.tumblr.com/ http://altrocorsoblog.tumblr.com/ http://blogsuperprivato.tumblr.com/