Sei sulla pagina 1di 31

Geografia del Turismo

1- Che cosa si intende per spazio geografico e spazio turistico? Spazio geografico: Rappresenta linsieme delle relazione che legano tra di loro gli oggetti sulla superficie della terra. Lo spazio unastrazione, un artificio mentale per poter rappresentare insieme tante cose tanto diverse tra di loro e di dare a queste rappresentazioni un certo ordine e un significato. uno strumento per capire il mondo. Spazio turistico: Modalit di rappresentazione dei fatti ancora pi astratta e convenzionale che si ottiene dallisolamento dentro lo spazio geografico delle relazioni spaziali che riguardano il turismo. 2- Che cosa si intende per territorio? Il territorio unarea dove una comunit si insediata e ne ha tracciato i confini, entro i quali il potere politico esplica la sua sovranit 3- Indicate la differenza tra spazio geografico e luogo con esempi di riferimento. Il luogo e uno spazio tangibile che un corpo accupa o pu occupare, lo spazio geografico invece unastrazione. *Mentre lo spazio geografico immaginario contiene gli oggetti fisici della superficie terrestre; il luogo identificato da coordinate geografiche di latitudine e longitudine rispetto al meridiano di Greenwich. Perci pu essere considerato luogo non solo una qualsiasi citt del nostro mondo, ma anche una stanza di un appartamento, essendo anchessa caratterizzata da latitudine e longitudine bench di dimensione molto pi limitate.*

4- Quali sono gli obiettivi dello sviluppo inteso come crescita? - Aumento dellocupazione - Prodotto nazionale lordo - Reddito individuale - Rimozione del sottosviluppo 5- Quali sono gli obiettivi dello sviluppo umano? - Ocupazione - Redito - Qualit d vita - Diritti naturale della persona - Libert politica 6- Quali sono gli obiettivi dello sviluppo sostenibile? - Integrit dellecosistema - Efficienza economica
1

- Equit sociali - Diritti delle generazioni future 7- Quali sono le esternalit nei vari tipi di sviluppo della sopciet umana? - Sviluppo di crescita: Ambiente naturale, patrimonio culturale, valori etici. - Sviluppo umano: Ambiente naturale, patrimonio culturale. - Sviluppo sostenibile: Non ci sono sternalit

8- Illustrate la differenza tra sviluppo e futuro Per sviluppo si intende qualcosa di estratto che pu verificarsi, determinato da diversi fattori che siano umani.. economici, o qualsiasi altro genere. Per futuro si intende una parte di tempo che non ha avuto luogo e che non prevedibile 9- I tipi di regione - Regione Politico-Amministrativa - Regione politica - Regione naturale - Regione storica - Regione economica - Regione turistica 10- La regione geografica La regione geografica costituita da un insieme di luoghi contigui che hanno tutti qualche caratteristica comune tra di loro. 11- La regione economica e la regione turistica a confronto Per regione economica si intende un ambito territoriale del quale si vuole studiare leconomia per fini conoscitivi, di previsione o di intervento politico. Per regione turistica si intende invece unarea di accoglienza turistica regionale, individuabile del numero e dalla densit dei visitatori che vi soggiornano e dalla rete dei poli di attrazione e di accoglienza turistica che la struttura. Scheda 2 1- Che differenza c tra turismo itinerante e turismo stanziale? Il turismo itinerante quello che si identifica quasi talmente con il viaggio, e che si modifica in funzione delle trasformazioni culturali e sociale. Invece laspetto stanziale del turismo evidenzia la componente vacanza e quella di festa con una vacanza trascorsa in una sede diversa da quella abituale e come una grade festa.

2- Tra le tante definizioni di turismo, quale considerate la pi congrua e quale meno?

definizione pi congrua: C. Kaspar Insieme dei rapporti e dei fenomeni derivanti dal viaggio e dal soggiorno delle persone, per le quali il luogo di soggiorno non n residenza principale e duratura, n luogo di lavoro abituale. Ad esso si collegano le attivit di trasporto, pernottamento, commercio e animazione. La definizione meno congrua: Hunziker e Krapf Il turismo il complesso di relazioni e manifestazioni che sorgono dal soggiorno di forestieri, in quanto il soggiorno stesso non sia determinato prevalentemente da alcuna occupazione a scopo di lucro, continuativa o temporanea dei soggetti nel luogo stesso 3- Come definisce Toschi il turismo? Il turismo messo in movimento da un desiderio ( sentito come bisogno) dia andare, di allontanarsi, di emigrare dalla vita di ogni giorno divenuta intollerabile per noia, per appesantimento della fatica in seguito allabitudine, per insufficienza di salute ma non inizia il movimento se questi impulsi centrifughi ancora indifferenziati per direzione nello spazio non vengono definiti dal presentarsi di mete. Impulso al turismo si presenta dunque anche in forma di attrazione in termini geografici, luno spinge dai luoghi di residenza e laltro attira verso i luoghi turistici 45Quali sono le tendenze principali del turismo oggi? Crescente destagionalizzazione delle vacanze. Sviluppo short break e vacanze meno concentrate. Differenziazione monotematica. Una stessa persona assume diverse modalit di turismo a seconda del momento e del lugo7tema praticato. - Sviluppo del turismo del benessere ed enogastronomico. Esaltazione degli aspetti Ecologico-Ambientali Emergere degli aspetti etici. Crescente preferenza per la ricettivit non alberghiera. Diffusione della telematica, abbattimento tempi di decisione Quali sono i comportamenti del cultural tourist? Appassionato allo spostamento personale e al concetto di viaggio. Cercala differenza. Va alla ricerca di esperienze culturali autentiche Interessato alla autenticit esistenziale e a la valorizzazione di s.
3

Entusiasta per la interazione con la destinazione e i rispettivi abitanti. Possono avere laspettativa dei luoghi e le persone. Interessato ad avere esperienze reali. Disprezzo per le rappresentazioni e simulacri.

6-

Quali sono i comportamenti del post tourist? Gode di esperienze simulate, spesso in casa. Poca differenziazione fra turismo, tempo libero e stile di vita. Accettano il fatto di non essere davanti ad unesperienza autentica. Distacco ironico da esperienze e situazioni. Poco interessato alla differenza fra realt e fantasia. Interessato alle esperienze iper-reali Accettano rappresentazioni e simulacri.

7- Quali sono i comportamenti del new leisure tourist? Tendono ad scapare da casa e dal lavoro eccessivo, cercano unaltra cultura. Cerca esperienze pi fantasiose da quelle a casa. Alla ricerca di pi o di falsa autenticit Vuole dimenticarsi di s, essere intrattenuti e divertirsi. Gli piacciono le esperienze interattive di natura tecnologica Consapevole che la esperienza non reale e ha poco interesse alla popolazione locale. Viaggia attivamente in iper realt Ama le rappresentazioni e i simulacri.

8- Che cosa si intende per turismo proprio e improprio Turismo proprio: fa riferimento al turismo che praticato da quelle persona che si spostano da la sua residenza per motivi di svago. Turismo improprio: tutto quel turismo che si fa per ragioni diverse allo svago. Fanno parte di questa categoria il turismo daffari, di salute, religioso, enogastronomico, etc. 9- Che cosa si intende per turismo sostenibile? Il turismo sostenibile Per turismo sostenibile sintende quel turismo che non danneggia il territorio n il livello ambientale, n sociale. Questo turismo valorizza la popolazione locale, le tradizioni e gli stili di vita e rende il turismo unesperienza. Inoltre, garantisce dei benefici economici per la popolazione

locali. Esempio: (utilizzo di piccole strutture ricettive e caratteri locali piuttosto che strutture gestita da multinazionali).

Una crescita forte e (Scheda 3) Per quale motivo si parla di unesplosione turistica? Si parla di una grande esplosione turistica a causa della grande crescita che ha esperimentato il turismo negli ultimi tempi: Periodo precedente alla prima guerra mondiale: non pi di 2 o 3 milioni di villeggianti privilegianti. Met del XX secolo: intorno a 50 milioni. 1990-2000: si pasa da circa 470 milioni di arrivi a quasi 700 milioni. 2000: turisti totali nel mondo superava 1 miliardo (Turismo internazionale e domestico) e si superato il limite di 700 milioni di arrivi internazionali.

Quali fattori hanno favorito la rapida crescita del turismo? La rapida crescita del turismo si spiega con cinque fattori principali: Possibilit di fare vacanza e di svago per una maggioranza della popololazione dei paesi pi sviluppati dEuropa, dellAmerica del Nord, dellAsia e dellOceania. Laumento del tempo libero insieme a la diversificazione delle pratiche turistiche e divertimento ha incoraggiato la ricerca di nuove destinazioni turistiche. Progressi tecnologici dei trasporti e delle infrastrutture di comunicazione, hanno avuto un impatto determinante nella globalizzazione del fenomeno turistico. Lo sviluppo di strutture di ospitalit. Miglioramento delle condizioni sanitarie y di sicurezza.

Perch si parla di una ripartizione geografica diversificata Perch esiste una disomogeneit nella ripartizione geografica tanto dei flussi di partenza che di arrivi. Le aree e i flussi maggiori sono sempre pi geograficamente concentrati rispetto alle aree e ai flussi minori. Quali sono i bacini e i flussi generatori del turismo? La forte concentrazione di aree in cui nascono i maggiori flussi turistici sono chiamate Bacini e corrispondono ai centri urbani dei paesi economicamente, socialmente e tecnologicamente pi sviluppati. Con flussi generatori o flussi di partenza si intende il numero e al origine geografico dei turisti. Quali tipi di flussi caratterizzano il turismo?
5

Il turismo viene caratterizzato per almeno tre tipi d flussi: 1- Flussi Maggiori: pi o meno 10 milioni di turisti allanno. Si trata delle grande aree Europee che dallinizio del XX secolo rappresenta pi della mett delle partenze. Loro blu: sin intende per oro blu i flussi eliotropici (Verso il sole) e balneotropici (verso il mare). Ogni state, pi di 200 milioni di vacanzieri europei si precipitano verso le spiagge e i complessi balneari. Tra questi flussi possiamo distinguere: Il flusso mediano: Nord-Sud ( Reno-Rodano-Mediterraneo), attraverso il quale transita un gran numero di europei del Nord e dellOvest. Il flusso occidentale: tra le isole britanniche. Il Benelux e la peninsola iberica passando vicino al crocevia parigino. Il flusso orientale: risguarda i movimenti attraverso la valle del Danubio e i trafori alpini. Sono attraversati dagli austriaci e dagli europei dellEst verso i litorali adriatici, i litorali italiani e francesi. Loro bianco: La rapida gestione delle stazioni alpine e quelle appenniniche o dei Pirinei, ha fatto nascere importanti flussi che ogni inverno occupano praticamente gli stessi assi di transito dei principali flussi estivi. Larco appennino (la prima catena montuosa turistica) attira ogni inverno e ogni estate circa 50 milioni di sciatori e di turisti. Flussi Urbani: dai primi studi del turismo in ambito urbano, le citt, in modo particolare le grande citt sono diventate le principali destinazioni turistiche. Il turismo urbano rappresenta a scala mondiale circa un quarto del fenomeno turistico internazionale. Parigi una delle aree che riceve pi di 30 milioni di visitatori provenienti dal Nord e dal Sud del continente europeo . Londra attira molteplici decine di milioni di visitari, che seguono un flusso che si concentra prevalentemente sul corridoi marittimo tra Dover e la costa francobelga. Secondo le condizioni di accessibilit e del contesto socio storico si parla dei flussi che hanno come destinazione: venezia, Roma, Viena, Praga, New York, San Francisco, La Mecca, Il Cairo, Bangkok e Pechino.

2- Flussi minori: tra 1 e 5 milioni di visitatori ogni anno. La maggioranza di questi flussi generata dalle stesse aree che alimentano i flussi maggiori e hanno contribuito alla mondializzazione del turismo. Por terminar. 3- I flussi marginali e pioneri: risguardano meno di 1 milione di turisti.
Marginali: africa nera, Sud Sahara, Nepal, isole dOro; Ppionieri: via della seta, isola di pasqua, amazzonia, siberia, grande nord canadese, Sahara.

Por terminar Quali sono le persistenza nellanalisi delle aree e die flussi turistici?
6

La persistenza nellanalisi delle aree e dei flussi viene evidenziata da tre punti che sono: La maggioranza delle aree e dei flussi turistici sono localizzati nei paesi ricchi dEuropa e dellAmerica del Nord e dellOceania, in queste societ domina un sistema economica liberale che permete alla popolazione di avere un riduzione del rapporto spazio-tempo e di spazio-costo

1- Quali sono i bacini a ricettivit mondiale e come si articolano ( Casi di studio)? Sebbene i flussi turistici sono numerosi e si incontrino turisti un po ovunque, geograficamente questi flussi si concentrano in alcune aree di accoglienza (Bacini di ricettivit). LUNWTO ha definito queste aree, secondo dati raccolti nel 2007 si pu dire che il primo bacino in classifica formato dallEuropa che ha accolto pi del 54% degli arrivi mondiali, seguita dallAsia del Pacifico ( 18,8%), Americhe (16,2%) e dal continente africano a pari merito col Medio Oriente (4,8%). Questi dati rimarcano il peso delle condizioni socioeconomiche nellineguale ripartizione delle aree di accoglienza, infatti si osserva come lEuropa occidentale e lamerica del Nord concentrano circa il 70% degli arrivi internazionali e domestici. Anche se nel 2001 c stata una leve flessione a causa degli attentati terroristi dell11 settembre. bacini di accoglienza turistica si possono individuare in alcune regioni turistiche Europee, in contesti balneari, montani e urbani, esempio come il bacino mediterraneo o occidentale che ospita la riviera adriatica, costa brava, costa del sol, considerato il primo lago turistico mondiale, offre una moltitudine di aree di ospitalit turistica e di luoghi da visitare in Egitto, in Marocco, nel litorale dalmata o nelle isole che, per, non rispondono tutti ai criteri richiesti da una regione turistica. La regione parigina, con Parigi e i suoi satelliti, quella di Londra, Praga, Madrid, Vienna o Roma, per le regioni turistiche urbane ; la Valle della Loira e i suoi castelli, la Savoia alpina, la Val dAosta o i grandi laghi italosvizzeri. NellEuropa settentrionale, prevalentemente sui siti litorali della Manica e del Mare del Nord, le isole anglo-normanne, cosi come la Costa dOpale. NellAmerica del Nord, Canada, le regioni del Qubec e di Montreal, Gran Canyon del Colorado, New Orleans, Orlando e Miami in Florida, New York e, grandi laghi attorno alle cascate del Niagara. NellAmerica il lido messicano di Cancn, Acapulco, Punta del Este nella costa uruguaiana, Rio della Plata al sud di Buenos Aires. 2- Quali sono i politi turistici con influenza a scala regionale e il loro significato nella geografia del turismo (casi di studio)? I flussi turistici che interessano i poli turistici con influenza a scala regionale non superano i 5 milioni di persone ogni anno. Questi luoghi contribuiscono alla mondanizzazione del turismo, la maggioranza di tali flussi generata dalle stesse arre che diventano i flussi maggiori. In Europa abbiamo Praga, Budapest, Mosca, San Pietroburgo, Negli USA e nel Messico abbiamo destinazioni
7

transfrontaliere, alcune attrazione balneare esotiche delle isole indonesiane (bali) e tailandesi (Phuket)

3- Quali sono i paesi dominanti del turismo a scala nazionale? Secondo lUNWTO sono ventuno i paesi in cui il numero degli arrivi internazionali del 2005 stato superiore a 10 milioni di turisti. Questi paesi sono: - Francia - Spagna - USA - Cina - Italia - Gran Bretagna - Germania - Messico - Austria - Russia - Turchia - Canada - Ucraina - Malaysia - Hong Kong - Polonia - Grecia - Tailandia - Portogallo - Olanda - Macao 4- Illustrate il fenomeno dei bacini di accoglienza turistica pionieri. Globalmente il numero dei turisti, che questi luoghi ospitano ogni anno, non supera qualche decina di migliaia, e in alcuni casi appena qualche centinaio. Alcuni poli turistici minori non mancano di attrattivit e di notoriet a livello internazionale. Talvolta corrispondono a siti di particolare richiamo, ma in cui si realizza solo un breve soggiorno. Il numero delle aree e dei poli daccoglienza turistica minori supera di gran lunga quello delle grandi regioni turistiche. Tra i pi spettacolari si trovano solitamente le destinazioni estreme, come lisola di Pasqua, i vulcani delle Alpi neozelandesi, la Lapponia Filandese. Le destinazioni pioniere sono a priori quelli che beneficiano di flussi pi regolari, nel momento in cui sono prossime e pi accessibili dalle principale aree turistiche.
8

Influenza dellimaginario (Scheda 4) 1- Illustrate limportanza della percezione del turista nei confronti del territorio. Il territorio turistico viene conosciuto da parte del turista visitatore attraverso tutti i sensi: udito, vista, olfatto, tatto, gusto. Attraverso questa percezione che pu essere positivo o negativa si determina la qualit del luogo visitato. 2- Quale ruolo hanno i fattori naturali nel turismo I fattori naturali hanno spesso un ruolo determinante perch il territorio (considerato la vera materia prima delle attivit turistiche) insieme alla variet e ricchezza delle risorse naturali permettono di mettere in pratica attivit e svaghi turistici. 3- Quale ruolo hanno i paesaggi nei siti turistici? Il paesaggio, sia allo stato naturale sia gestito dalluomo, avidamente visitato o ignor ato, un elemento geografico che gioca un ruolo turistico pi o meno attivo nel luogo di accoglienza. Il paesaggio turistico diviene una necessit il cui impatto varia a seconda della sensibilit individuale del turista. 4- Quale ruolo riveste la vegetazione nei siti turistici? Di solito la vegetazione, soprattutto la foresta, svolge un ruolo turistico minore, nonostante in alcune regioni abbia un importate impatto geografico. La vegetazione un oggetto turistico importante soltanto in alcune attivit turistiche, per esempio il turismo verde, che propone gite e soggiorni nelle foreste. Per pu anche essere un complemento turistico o cosi detto cornice o pure un ostacolo. Tutto dipende del tipo di attivit turistica che si svolge. 5- Quale ruolo riveste lacqua nei siti turistici? Lacqua ha sempre avuto un ruolo di organizzazione e utilizzazione dello spazio. Di per si lacqua un fattore naturale che pi essere un fondamentale elemento di sviluppo turistico. I laghi sono vere e proprie arre turistiche specialmente i grandi laghi dei paesi pi ricchi dEuropa e dellAmerica del nord che godono della vicinanza ai grande centri urbani. Il mare uno spazio ricreativo sul quale si concentra la maggioranza delle persone che amano fare il bagno e attivit sportive o pro sportive. Unattivit che sfrutta in maniera benefica lambiente marino la talassoterapia, avvero una pratica medica che sfrutta la virt curative del acqua alghe e clima marino per curare malattie croniche, reumatismi. I fiumi e i corsi dacqua sono diventati fattori geografici a vacazione turistica. Attiranno gli amanti di passeggiate o di crociere fluviali, come quelle sul Nilo, reno, o Mississippi.

6- Quale ruolo rivesti il clima per il turismo? Il clima non ha mai cessato di esercitare un ruolo molto diretto e spesso fondamentale per le attivit delluomo pertanto anche fondamentale per lattivit turistica. Infatti il successo o il fallimento di un soggiorno turistico spesso determinato dalle buone o dalle cattive condizioni climatiche 7- Che differenza esiste tra clima e tempo meteorologico? Quando si parla di "clima" ci si riferisce alle condizioni ambientali che persistono in una zona per periodi lunghi almeno qualche decina di anni (da minimo 30 anni a migliaia di anni) e condizioni atmosferiche che tendono a ripetersi stagionalmente, mentre variazioni meteo giornaliere, stagionali o annuali devono essere considerate variazioni del tempo meteorologico di una zona. In pratica quando si parla di clima si parla non soltanto delle condizioni meteo ma soprattutto all'ambiente ad esse associate: una variazione del clima una variazione stabile non solo delle condizioni meteo di un'area ma anche dell'ambiente di quell'area (ambiente inteso come piante, animali, attivit erosive, morfologia,...). 8- Quali sono le caratteristiche del clima mediterraneo? Il clima mediterraneo un clima temperato caldo con estate secca. caratterizzato da un lungo periodo di siccit estiva ed inverni miti, con gelate sporadiche. L'associazione di estati secche con inverni piovosi rappresenta un carattere peculiare del clima mediterraneo: nella quasi totalit dei climi (esclusi quelli marittimi dalla piovosit costante e quelli desertici dove non piove quasi mai) la maggior parte delle precipitazioni cade nel semestre caldo. da notare come la scarsit di precipitazioni nel semestre caldo sfavorisca l'agricoltura rispetto al clima sinico. Il mare contribuisce a determinare il clima, il quale temperato caldo, con escursioni termiche giornaliere ed annue modeste (inferiori a 21 C): infatti, il mare trattiene il calore estivo e lo rilascia durante linverno.

10

Fattori Socioeconomico e tecnici 1- Illustrate limportanza dellarte come fattore strategico per la localizzazione turistica Anche se la maggior parte dei vacanzieri sono attirati dal sole e il mare, anche la cultura gioca un ruolo fondamentale, ogni anno il numero di persone attirate dallarte cresce e questo dimostra che il turismo sta in costante cambio. Le aree turistiche culturali maggiori corrispondono alle capitali e alle citt darte (Venezia, Firenze, Pisa, Granada, Bruges, Ferrara, ecc) o alle valli turistiche (Nilo,Loira,ecc) di fama mondiale 2- Illustrate limportanza della cultura come fattore strategico per la localizzazione turistica Larte e la cultura creano dei flussi turistici, su distanze pi o meno importanti, secondo una ripartizione geografica molto disomogenea. Il turismo culturale quello che attribuisce la pi alta importanza alla conoscenza e alla presentazione del patrimonio culturale e naturale. La geografia del turismo culturale losservazione e lanalisi dellaffluenza nelle aree artistiche e culturali, in modo permanente o episodico nel tempo e nello spazio senza alcun giudizio di valore a livello di moivazioni, che possono andare dalla semplice curiosit al viaggio di studi. *Le aree turistiche culturali maggiori corrispondono alle capitali (Londra, Parigi, Roma, ecc.) di fama mondiale. 3- Quale importanza riveste la componente religiosa per la localizzazione turistica? La componente religiosa gioca un ruolo importante per il turismo. Il turismo religioso viene caratterizato principalmente per la visita ai monumenti, luoghi religiosi e per i pellegrinaggi che fin dalla antichit, implica viaggio, accoglienza e soggiorno, per tanto la componente religiosa crea importanti flussi. Le localit con grandi flussi religiosi e pellegrinaggi sfuggono alla regola della prossimit. 4- Che cosa si intende per luogo della memoria? I luoghi della memoria sono luoghi turistici che attirano una cliente extra regionale e internazionale. Sono detti anche memoriali militarie possono dar vita a flussi paragonabili ai pellegrinaggi veri e propri. Molti gruppi di anziani, per esempio si riuniscono a Verdum in Francia, per commemorare le battaglie delle due grandi guerre. Ci avviene anche nel Massachusetts o anche in Normandia 5- Illustrate linfluenza degli sport nello spazio turistico Negli ultimi anni lo sport si decisamente sviluppato; questo sviluppo ha favorito la localizzazione di zone turistiche legati a questo tipo di attivit Lo sport di competizione ha favorito alcune localizzazioni turistiche perche attirano migliaia di spettatori-turisti. Nonostante lo sport sembra giocare un ruolo favorevole per il turismo, solo se integrato in uno spazio gia pi o meno conosciuto, cio pi o meno turistici.

11

6- Illustrate linfluenza degli affari e dei congressi nello spazio turistico Il turismo daffari e congressuale una delle attivit turistiche il cui recente e spettacolare sviluppo merita attenzione. Le ferie per esempio rappresentano un doppio interesse per il turismo: - Una mobilit e una predilezione per le citt o le regioni che offrono delle strutture ricettive moderne. Un livello medio di spesa elevato: duo o tre volte superiore, al giorno, rispetto a quello del turista tradizionale. Questa particolare categoria di turisti concentrata in un quartiere e in un determinato perimetro (che comprende il palazzo dei congressi e gli hotel vicini) ed una debole consumatrice di spazio, poich si accontenta delle strutture esistenti nel caso di eventuali scappate nella citt o nella regione di accoglienza, finalizzate soprattutto alle risorse gastronomiche e culturali. 7- Che cosa sintende per fattori tecnici del turismo? Si tratta di elementi che hanno determinato lesplosione del turismo. Questi fattori sono il trasporto e lalloggio. 8- Illustrate le esigenze tecniche richieste dallo spostamento del turista Il turista deve potersi spostare ovunque superando qualsiasi ostacolo. Avere una capacit di carico che faccia fronte a una richiesta quotidiana di milioni di turisti. - Contare con un corretto rapporto spazio-tempo: La rapidit di spostamento essenziale per rispettare i tempi di soggiorno ma non sempre correlata alla velocit, si usa laero per turismo lontano, treno e automobile per distanze medie e nave in caso di necessit geografica. 9- Illustrate limportanza e il ruolo delle strutture di accoglienza e di ospitalit nel quadro turistico internazionale La capacit e la qualit di accoglienza giocano un ruolo sia economico sia geografico. Il tipo di alloggio risponde oggi alle necessit del turismo di massa e alle diverse esigenze dei turisti. La differente derivazione sociale dei turisti esplica la moltiplicazione delle forme di accoglienza collettive o individuali. La funzione e limportanza dellalloggio varia a seconda delle forme di turismo praticato, per alcuni turisti saranno necessario solo i pasti, per altri il confort e i bisogni tecnici, la gestione di congressi, ecc. Si devono in effetti poter ben accogliere sia i turisti di passagio sia i gruppi di vacanza o gli uomini daffari stressati 10- Che cosa sintende per spazio-prezzo nel turismo? Lo spazio-prezzo la portata-limite dei servizi turistici, che dipende dalla clientela cui si mira e dal prodotto offerto -

12

11- Che cosa sintende per scala delasticit nel turismo? La scala delasticit il raggio di spese che il turista-consumatore accetta coprire. Nel caso dei prodotti turistici, la relativa debolezza della scala delasticit rappresent a uno dei principali fattori socioeconomici favorevoli o sfavorevoli a una destinazione turistica. Come si differenziano gli spazi aperti? Alcuni tipi di localit balneari (localit specializzate) o termali, alcuni siti culturali specializzati e alcune stazioni sciistiche invernali possono essere considerati aperti poerche sono accesibili a un gran numero di visitatori. 1- Cosa si intende per localit gioiello specializzate? Le localit gioiello specializzate sono quelli in cui tutto lo spazio,o quasi, stato strutturato dal, e per, il turismo. Le attivit non turistiche molto spesso sono essenzialmente proprie dellindotto turistico e rivestono un ruolo secondario. Deauville e Biarritz, sono nate come destinazioni turistiche sotto linflusso di Napoleone III e di Eugenie Montijo, e costituiscono gli esempi pi significativi di questo tipo di localita balneare specializzata polinucleare e multipolare: - La spiaggia e la vita mondana attorno al casino o allippodromo sono i due poli essenziali dellattivit turistica. - Gli hotel e le pensioni della coasta, gli immobili residenziali moderni o pi antichi e le seconde case pi periferiche, disperse verso lentroterra, formano un nucleo di accoglienza differeziato. Queste localit turistiche hanno risposto soprattutto ai bisogni di villeggiatura delle elite privilegiate, costituite prevalentemente dai cittadini ricchi delle grande citt vicine. La loro specializzazione e la loro reputazione di localit di lusso ha superato per importanza il loro carattere balneare e le attivit eliotropiche sono state a lungo secondarie rispetto ai piaceri del golf, dellequitazione e del casino 2- Illustrate i tipi di stazione termale specializzati. 3- Come si differenziano i siti culturali specializzati? Si tratta di aree turistiche cuturali, vicini o al di fuori delle grandi citt, sono visitate da milioni di persone attirati da risorse eccezionali. Queste aree conservano un ruolo unicamente attrattivo e lasciano ad altri spazi, vicini o lontani, le funzioni di accoglienza e di alloggio tradizionali. La magigior parte delle aree turistiche di questo tipo, che siano isolate o unipolari (MontSaint Michel, Machu Pichu), o pi o meno raggruppate in un insieme culturale e spaziale comune a carattere multipolare (circuito della Loira e Valle del Nilo), sono sempre mononucleari. 4- Illustrate le diverse generazioni delle localit sportive invernali. I generazione Localit polinucleare e multipolare tradizionale:

13

Di origine scandinava e iniziamente legato alla necessita di spostarsi individualmente in un ambiente in un ambiente innevato, lo sci, como sport e como svago, e apparso a SaintMoritz, a Saas Fee, a Cortina, a Cervinia, a Chamrousse e a Chamonix fra il 2864 e linizio del xx secolo. Sport di velocit e di discesa, lo sci ha attirato i primi turisti nei villaggi e nei borghi montani facili da raggiungere e vicini alle grandi valli, a circa 1000m di altitudine. Raramente situata al di sopra dei 1000 m di altitudine, la localit tradizionale beneficia del suo ambiente montano per le passeggiate o le escursioni (sia in estate che in inverno) e per lo sci, lo slittino, il bob, il pattinaggio, il curling. Le infrastrutture ricreative sono diversificate (impianti di risalita, trampolini per il salto,casino, teatri) per assicurarsi un turismo sia invernale che estivo Il carattere polinucleare e multipolare e ancora pi marcato, dal momento che lo sviluppo spaziale della localita e stato quasi spontaneo o per lo meno non vi sono stati preventivi piani di infrastrutturazione, a eccezione delle piste da sci. - Localitintermedie di seconda generazione: Fra el 1930 e il 1939, linteresse crescente per gli sport invernali rese necessaria lestensione delle piste da sci al di sopra delle prime piste, create in prossimit delle prime localit. Numerose infrastrutture vennero create tra i 1000 e 2000 m di altitudine e portarono talvolta alla creazione dal nulla di nuove localit specializzate: LAlpe dHuez, Meribel, Superbagneres, Super-Liorian in Francia; Cervinia e Sestriere in Italia. La struttura spaziale accentua ancora la polinuclearita e la multipolarita o al contrario afferma una nuova forma di organizzazione che raggruppa, in uno stesso spazio, tutti i nuclei abitativi e i poli di attivit. La francia diviene allora il principale spazio sciistico mondiale, grazie alla moltiplicazione delle localit di seconda generazione adibite allo port invernale. Separate geograficamente dai villaggi, le nuove localit sono specializzate e meno aperte sullambiente rurale di accoglienza, che tendono ad annettere o a marginalizzare. Le localit-villaggio polivarenti terza generazione La volonta di evitare lesplosione della societ rurale di accoglienza e di gestire lutilizzo dello spazio fu allorigine della creazione, nel 1973, dellassociazione delle localit-villaggio della Savoia, che raggruppa oggi nove comuni Queste localit mirano a conservare la propria immagine rurale di villaggio savoiardo La realt sociale dellarea di accoglienza non ha nulla in comune con le immagini pubblicitarie di alcuni satelliti delle grandi localit integrate (La PlagneVillage) La capacita di accoglienza (5/10 mila letti) non deve essere superiore a dieci volte il numero degli abitanti, al fine di evitare uneccessiva concentrazione di turisti e limitare la moltiplicazione delle strutture di alloggio. Il villaggio conserva la sua struttura iniziale, con la sua strada principale, i negozi, la chiesa e gli hotel. Le piste da sci partono direttamente dalla periferia del villaggio verso gli alpeggi, passando attraverso alcuni versanti coperti di boschi di conifere

14

La diversificazione delle piste offre un importante spazio sciistico, in collegamento con localit vicine, che riducono cosi la capacita di carico turistico per ettaro Per conservare un marchio di autenticit, le localita-villaggio hanno evitato la moltiplicazione dei poli di attrazione e si concentrano sullo sci familiare e sul turismo verde. Ci d origine a uno spazio turistico bipolare (il villaggio e le piste da sci), polivalente (ancora molto attivi sono lagricoltura e lartigianato) e aperto

5- Le enclave turistiche: definizione, tipologia e casi di studio. Sono spazi specializzati che si sviluppano in modo autonomo restando al contempo aperti o chiusi sullarea di accoglienza. La caratteristica principale di tali spazi e un tasso di funzione turistica vicino o superiore a 100, indice di una iperspecializzazione. Confrontati con altree tipologie, si tratta di spazi turistici senza attivit polivarenti, che appaiono piuttosto como luoghi riservati a un turismo intercluso o chiuso. Tipologia: - Enclave pi o meno aperto: Le localit integrate per gli sport invernali: Nuove localit funzionali pianificate e realizzate completamente da un unico promotore, come le lacalit integrate nelle Alpi Francesi. Questa terza generazione di localit doveva rispondere a imperativi di ordini economico e comerciale, beneficiando dei buoni risultati ottenuti e dalle campionesse di sci francesi. Poich la politica del tutto sci era possibile unicamente con un innevamento stabile, le nuove localit vennero create a livello degli alpeggi fra i 1500 e i 2000 m, a seconda dei settori geografici. Il paesaggio neogenico della localit integrata particolaarmente facile da ricoscere persi verificano le seguente caratteristiche: - Architettura di ispirazione urbana (grattacieli, complessi residenziali, gallerie commerciali, parcheggi). - Infrastrutture tecniche (Atrio centrale da cui partono le teleferiche, le cabinovie e le seggiovie ripartite in modo razionale dalla parte pi altre che arrivano ai 3000 o ai 4000m di altitudine). - Clientela, unicit e isolamento rispetto allambito di accoglienza montanaro. - Una struttura spaziale poco diversificata. La localit integrata, con il suo fronte neve, la sua area di partenza delle piste e degli impianti di risalita, forma un unicum mononucleare e unipolare incluso in un ambiente montano, di cui una parte stata annessa come spazio di supporto per lo sci. Unulteriore espansione, resta necessaria dallaumento della clientela, ha fatto nascere un nucleao satellite a monte o a valle. Si passa a un tipo di spazio turistico polinucleare in cui la localit madre integrata resta il principale nucleo e il polo di attrazione
15

essenziale. lincremento della clientela internazionale che ha giustificato questo raddoppio in altitudine di alcune localit alpine. Considerate fabbriche per lo sci, con una connotazione peggiorativa, sono state anche accusate di destrutturare lambiente montano a unico beneficio degli speculatori e della clientela borghese delle citt. Accusa a volte ingiustificata come a Val Thorens in Haute-Tarentaise, che ha saputo gestire la pianificazione dello spazio ludico con quella dello spazio di accoglienza, di tipo mononucleare. Lo stile architettonico che richiama sia le traduzioni sia la modernit una specie di villaggio agor, costituito dalla concentrazione delle infrastrutture di accoglienza, attribuiscono a Val Thorens un aspetto piacevole. Contrariamente a quanto accade nella maggior parte delle localit integrate, Val Thorens un satellite integrato, creato ex nihilo e situato a monte della localit di seconda generazione di Menuires. La sua altitudine (fra i 200 e i 3800m) Spiega il ruolo preponderante dello sci hard fino ai ghiacciai, anche se il clima pu essere forse troppo rigido per gli sciatori di una certa et. Val Thorens quindi obbligata a prevedere una infrastruttura indoor per lo sviluppo delle attivit sportive complementari e per la accoglienza dei servizi commerciali e dei turisti. In fine con le connessioni fra le localit grazie ai diversi impianti di risalita, alcune localit non sono pi totalmente isolate ne totalmente intercluse. Esse sono riuscite a imporsi anche giocando la carta del turismo estivo e dei giochi olimpici invernali del 1992. 6- Quale differenza esiste tra i vari tipi di enclave?

16

1. Illustrate limportanza degli spazi balneari e lacustri nello spazio turistico.

Le zone balneari e lacustri sono da sempre considerate spazi davventura, le prime stazioni Termoli e aristocratiche nascono in spazi balneari e lacustri. Le tipologie di questi luoghi presentano modificazioni e diversificazione continue. Queste zone possono contare su sempre nuovi flussi turistici e fornire perci unadeguata variet dellofferta turistica riflettendo sulle proprie capacit e i propri limiti. Detto questo si pu dire con certezza che gli spazi balneari e lacustri rapresentano gli spazi pi importante del turismo tradizionale. 2. Illustrate la tipologia del turismo balneare tradizionale. Localizzazione in riva al mare a partire da una spiaggia organizzata per il bagni ed il sole. -Un fronte mare costituito da immobili sia pi antichi che recenti connessi o meno alle spiaggia e principali nucleo turistico. -una struttura urbana lineare, semi concentrica. -uno spazio turistico mononucleare o polinucleare -alcune buone e rapide relazione con le regioni di provenienza dei turisti grazie ai messi di trasporto 3. Illustrate le specificit della grande localit turistica polinucleare e multipolare.

Le grande localit tiristiche polinucleare e multipolare, sono quelle destinazioni costiere che per essere polinucleare, cio per avere un numero variabile di quartieri o localizzazioni turistiche, e multipolare, o sia unofferta turistica diversificata organizata in diversi poli, attirano la maggior parte dei vacanzieri durante i mesi stivi. Un chiaro esempio dominante la citta di Ibiza con PRIMO nucleo nel centro storico, SECONDO nucleo spiaggia e mare e nuovi nuclei turistici che sono apporti di recente intorno ad essa. Altra caratteristica fondamentale la presenza di attivit terziarie e industriali. 4. Illustrate le specificit delle destinazioni turistiche intermedi pi o meno balneare. Le zone di tipo intermedio pi meno balneari sono caratterizzate da zone balneari bipolari o polinucleari dove i quartieri turistici sono poco aperti sul resto della citta come invece avviene nelle localit balneari tradizionali dei paesi industrializzati. In questi luoghi il confine spazio turistico balneare e spazio non turistico abbastanza netto. Un esempio la citt di Acapulco situata sulla costa pacifica nel Messico. Qui c una separazione tra spazio turistico e nucleo urbano, Solo un numero esiguo di abitanti impiegato nellattivit turistica. 5. Illustrate le specificit delle piccole e medie localit turistiche. Le piccole e medie localit turistiche come le localit polinucleri. Presentano spazi turistici polinucleari in un contesto polivalente e aperto a seconda dellidentit dellaffluenza turistica, del sito della tipologia di turismo e della sua evoluzione del tempo, si possono avere nuclei turistici diversificati sulla base delle planimetrie lineari. Abbiamo anche localit binucleari e mononucleari pi numerose e pi piccole rispetto a quelle polinucleari,
17

la loro struttura comprende un nucleo residenziale che si appoggia al nucleo maggiore litoraneo dove si localizzano la spiaggia, gli esercizi commerciali, le infrastruttura di intrattenimento. 6. Quali sono le specificit degli spazi lacustri? Le zone lacustri, sotto atte al riposo e alla ricreazione e dotate di un area ecologica. Due tipologie di spazi turistici lacustri: -la riviera lacustre (o modello alpino): mononucleare e periurbano -il modello elementare o embrionale: presenta rari hotel e poca presenza di turisti amanti del verde o presenza nazionale. La loro debole attivit turistica pu essere spiegata dei fattori climatici poco favorevoli, dei rilievi e dalle grande distanza dalle regioni di provenienza dei flussi turistici. 7. Che cosa si intende per localit parzialmente balneari? Le localit parzialmente balneare presentano caratteristiche simili alle localit balneari tradizionali, abbiamo due tipologie. -bipolare tradizionale poco balneare - balneare e lacustre polivalente e aperto entrambi le tipologie sfruttano le balneazione come risorse secondaria 8. Quale importanza turistica rivestono gli spazi urbani? Gli spazi urbani sono definiti turistici per via delle proprie risorse storiche, religiose col economiche abbiamo due tipo di spazi urbani polivalenti e aperti: - multipolare e polinucleare - unipolare e mononucleare(firenze, oxford, granada). 9. Quale importanza turistica rivestono le grandi citt multipolari e polinucleari? Le grandi citt multipolari e polinuclare hanno avuto una crescita elevata dellaffluenza turistica, determinata dallelevato patrimonio culturale, del clima favorevole e dal facile acceso. Sono un esempio di questa classificazione citt come Parigi, Roma, NY 10. Quale importanza turistica rivestono le piccole e medie citt unipolare e mononucleari (Casi di studio)? Citt come Firenze, Oxford, Bruges e Granada rappresentano citt unipolari e mononucleari. Il loro patrimonio storico e artistico le rende attrattiva per un numero elevato di turisti. Il loro ambito turistico resta circoscritto al centro storico o alle sue immediate vicinanze. Qui i turisti soggiornano per breve tempo e le attivit alberghiere e dei trasporti si adattano a queste forma di turismo. 11. Quale importanza turistica rivestono le citt intermedie pi o meno bipolari e polinucleari (Casi di studio)?

18

Sono citta voltate alle fiere, saloni congressi e al turismo daffari. Esempio come Francoforte, Atlanta, bologna, Salisburgo spiegano bene questa caratteristica. 12. Spazi Verdi e rurbani: nuove frontiere per il turismo? Gli spazi verdi sono arre di accoglienza localizzate in un contesto rurale, come li spazi periurbani qualificabili come rurbani a causa della loro appartenenza e comuni originariamente rurali ma inglobati nelle periferie cittadine. Sono considerati nuove frontiere in cui il turismo pu svilupparsi grazie a pratiche ricreative e attivit rurali. O.o 13. Che cosa sintende per rurbano. A causa della loro appartenenza a comuni originariamente rurali ma ormai inglobati nelle periferie cittadine, gli spazi periurbano, sono qualificati come rurbani. <><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><> impatti eco antropici ed optimum turistico A) Quali sono le problematiche della salvaguardia del patrimonio naturale nellambito del turismo? Il turismo viene considerato meno dannoso per il patrimonio naturale di altra forma di occupazione e di utilizzazione dellambiente di accoglienza. Infatti il deterioramento di numerosi siti costieri, lacustri e montani non soltanto dovuto a un fatto turistico, considerando per di pi che questi spazi ne rappresentano la materia prima. Le aree turistiche che hanno vacazione turistica di essere visitata per il paesaggio naturale devono fare molta attenzione a mantenere gli equilibri tra affluenza e uso turistico dello spazio daccoglienza. Importante ai fini della salvaguardia dellequilibrio degli ecosistemi naturali, cercando di stabilire regole di uso dei territori e di affluenza e gestione del turismo. B) Quali sono le problematiche della salvaguardia del patrimonio umano nellambito del turismo? Le protezione o la salvaguardia del patrimonio monumentale e artistico, diventata un imperativo sia tecnico che culturale . sono nati nuovi problemi legati allimpatto dellaffluenza turistica troppo intenza verso monumenti e opere darte. Bisogna perci fare molta attenzione ed offrire con cautela per sale conservare i monumenti, difendere e proteggere le opere darte per salvaguardare il nostro patrimonio artistico, nonch umano. C) Quali sono le problematiche legate allimpatto economico e sociale nellambito del turismo? Il peso economico e sociale del turismo di primaria importanza suddiviso in modo molto ineguale tra i diversi paesi, regioni e comunit locali. Molti grandi paesi che generano e accolgono turismo talvolta accusano soldi negativi, mentre paesi come Grecia e Turchia
19

hanno molto rinforzato la propria posizione con incremento delle entrate del 400% fino agli anni 60 i paesi dellEuropa mediterranea beneficiavano delle entrate turistiche internazionale. La moltiplicazione dei paesi vocati al turismo, grazie alla nascita del turismo di massa ha portato ad uno spostamento delle entrate turistiche, paese come Cina, Tailandia, Marocco, Tunisia sono divenute beneficiari delle entrate turistiche. A) Illustrate limportanza delle politiche di conservazione del patrimonio mo numentale storico artistico Fin dal 700 decreti reali e imperiali testimoniano la volont di preservare il patrimonio storico e architettonico nei vari paesi europei che devono gestire il problema delle conservazione del patrimonio artistico, legato ai monumenti e alle opere darte. Per fare ci sono state attuate nel corso degli anni misure di conservazione importanti che solo in parte sono compatibili con la domanda turistica spezza fonte di degrado per gli edifici soggetti a intensive visite permanenti. Le azione pi importanti sono volte alla conservazione dei monumenti. Il patrimonio storico e artistico diventato quindi un fattore dattrazione importante e indissociabile dalla e politiche turistiche moderne. B) Illustrate limportanza delle politiche di conservazione dei contesti naturali e sociali nellambito turistico Le misure che regolano la gestione dellambiente naturale non sono di origine turistico. Per limitare gli effetti negativi del turismo di massa su alcuni ambienti naturali, numerosi paesi hanno messo in pratica una vera e propria politica di conservazione di uso turistico degli spazi naturali sensibili . ad esempio Francia, gran Bretagna, stati uniti, Canada. C) Illustrate le politiche di organizzazione _ territoriale e di sviluppo nellamb ito turistico Le politiche di sviluppo si sono diffuse un po ovunque per mettere in atto metodi tecnici ed economici specifici, in termini di( ) e di organizzazione spaziale. Possiamo individuare politiche: 1.- tradizionali= nate per organizzare lo spazio turistico in funzione dallo sviluppo e della crescita turistica. Allinversa tutto era, pensato in funzione del turismo, oggi sono subentrati altri problemi come quelli ecologici, culturali ed economici. Non sono pi accettabili forme di disordine nello sviluppo spaziale delle coste tradizionali marittime o lacuali. 2.-SISTEMATICHE= con un azione per valorizzare dei modelli tipo , sulla base di un certo numero di criteri o parametri comuni ai fenomeni esaminati, dove lo sviluppo si richiama a 3 fenomeni fondamentali: equilibrio dellecosistema, efficienza economica, equit sociale. 3.- INTERNAZIONALI= risultato di azioni congiunte tra pi paesi vicini, che hanno interesse a coordinare ed organizzare le proprie politiche turistiche su scale pi ampia di quella nazionale. D) Illustrate la differenza tra turismo sostenibile e optimum turistico Per turismo sostenibile si intende un equilibrio tra le attivit turistiche , gli ecosistemi e gli uomini. Attuare tutto ci estremamente difficile, ma molti paesi avanti solo stati fatti grazie agli studi e alle conferenze svoltesi nel corso degli anni. Si dovrebbe puntare al cosiddetto optimum turistico cio lequilibrio tra diversi parametri naturali, socioeconomici e culturali che permette la salvaguardia di un territorio e della comunit
20

locale. Loptimum turistico suggerisce un approccio pragmatico ai problemi fatti dei diversi impatti dellattivit e delle gestioni turistiche su scale geografiche locali e regionali. E) Quali sono i principali parametri per individuare loptimum turistico di un territorio? I parametri principali per ricercare loptimum turistico sono: Capacita di carico territoriale o numero di persone per ettaro. Consumo di acqua potabile e materiali di consumo Impatto paesaggistico; ( suoli rilievi, flora) Inquinamento e degrado dellecosistema, dei monumenti, delle opere darte. Impatti socioeconomici(occupazione, redditi) Impatti socioculturali (acculturazione, progresso)

11PARTE STL=Sistema turistico locale/ HERITAGE, UNIESCO 1) Cosa si intende per locale? Per locale si intende uno spazio, dove comunit e persona sono nello stesso territorio. La collettivit ha costruito , e continua a costruire unazione collettiva e partecipata, si riconosce in un futuro comune, condivide le medesima parte territoriale. 2) Cosa si intende per sistema locale? Per sistema locale si intende un sistema che gioca un ruolo attivo nelle varie fasi di sviluppo locale territoriale, e dove si conversano e si valorizzano gli elementi che stanno ala base del vantaggio competitivo territoriale. Gli elementi risultano localizzati e si identificano nei sistemi locali e nelle reti sovra-locali. 3) Territorio, intesa come impresa? Il territorio comprende beni culturali, ambientali e beni di attrazione turistica, compresi i prodotti tipici dellagricoltura e dellartigiano locale, nel territorio vi la presenza diffusa di imprese turistiche singole o associate. Grazie a tutti questi elementi che confluiscono a formare il reddito considerato unimpresa. 4) Distretto industriale? Il distretto industriale uno dei sistemi locali forti, per favorire lo sviluppo turistico si sono creati questi distretti che attirano i clienti e dove sorgono aziende che unita formano il cosiddetto distretto industriale. 5) Sistema turistico locale? Il sistema turistico locale un contesto turistico omogeneo o integrato, comprende ambiti territoriali appartenenti anche a regioni diverse, caratterizzati dallofferta di beni culturali, ambientali e da attrazione turistiche compresi i prodotti tipico dellagricoltura e dellartigiano locale, o della presenza diffusa di imprese turistiche singole o associate. 6) Criteri di appartenenza ad distretti turistico per lacl-censis? I criteri di appartenenza ai distretti turistici riguardano peculiarit territoriali ed ambientali, nonch la presenza di specifiche strutture ricettive. 7) Le scelte politiche dellEmilia-Romagna in campo turistico
21

In Emilia-Romagna alle province conferito lesercizio delle funzioni amministrative relative alla programmazione della promozione turistica locale, comprensiva delle eventuali iniziativa di promozione e valorizzazione dei territori e delle destinazioni turistiche per i sistemi turistici locali, di seguito denominati STL. 8) Che cosa si intende per Patrimonio? Il patrimonio costituito da un complesso di artefatti, a cui una certa collettivit ha deciso di attribuire un particolare valore. 9) Perch si parla di costruzione sociale del Patrimonio? Il patrimonio formato attraverso due momenti, la genesi e la salvaguardia di un bene culturale che solitamente solo un soggetto pubblico o una collettivit in grado di assumere. 10) Illustrate le fasi della costruzione del Patrimonio come sistema culturale Il patrimonio e il sistema culturale si formano attraverso 3 fasi: Prima fase. Beni culturali (1700). Il riconoscimento e la tutela rivolta quasi esclusivamente agli oggetti artistici (il culturale in senso stretto), sradicati dal loro contesto ambientale, e raccolti nellarmadio delle meraviglie. patrimonio, come memoria collettiva, eredit storica (memoria rivolta al passato) _ Seconda fase. Patrimonio come costruzione economica e sociale del bene; uso sostenibile del patrimonio (1970). Riconoscimento, valorizzazione e tutela degli oggetti naturali, con particolare riferimento al paesaggio e allambiente naturale. Si avvia un processo di patrimonializzazione, rivolta alla percezione del presente e delle aspettative per il futuro, azione che mette in connessione diretta il patrimonio culturale con obiettivi economici e sociali attuali e ne fa un fattore strategico nelle dinamiche di sviluppo locale Terza fase: Memoria e creativit (2000). Valorizzazione del patrimonio territoriale (HERITAGE - Patrimonio immateriale Sostenibilit sociale) tutto ci che consente di conservare la memoria delle consuetudini e delle trasformazioni sociali, economiche ed artistiche di una comunit o di un popolo. 11) Si pu intendere lo sviluppo locale come sviluppo territoriale? Lo sviluppo locale inteso come territoriale perch vi una popolazione dimprese e una comunit di persona che ha costruito e continua a costruire unazione collettiva e partecipata. Questa collettivit possiede il medesimo territorio. 12) Si pu intendere lo sviluppo locale come sistema? Lo sviluppo inteso come sistema quello dei sistemi locale forti che costituiscono entit intermedie, dove la rete globale e gli elementi che stanno ala base del vantaggio competitivo si conservano e si valorizzano. Gli elementi si identificano nei sistemi locali e nella reti sovra-soldi. 13) Quale la filosofia delle attuali politiche turistiche?
22

Le attuali politiche turistiche adattano una visione top-down, dellalto, orientata a cogliere le specificit locali, stimolando tutti gli attori del territorio e volgere un ruolo pi attivo ed integrato. La dimensione delle politiche turistiche regionale. 14) La partnership nellazione turistica? la partnership divisa in: 1.- Pubblico/Pubblico= quando pi istituzioni pubbliche si accordano per sostenere iniziative e supporto del sistema turistico. 2.-Pubblico/privata= quando organizzazioni pubbliche e istituzione private si accordano per affrontare problemi o promuovere iniziative a favore del sistema locale, di prodotti turistici. 2.-Tra privati= quando pi soggetti privati si accordano per la creazione di consorzi, reti e collaborazioni per la valorizzazione di prodotto turistico, un territorio, un servizio.

15) La legge quadro n.135 2001: quali prospettive per il turismo sono insite nel Sistema Turistico Locale (STL)? Nelle legge quadro n.135 che prevedono la creazione di un STL, la estesa viene definita come un contesto omogeneo o integrato comprendono ambiti territoriali appartenenti a regioni diversi, caratterizzati dallofferta di beni culturali, ambientali e turistici, compresi i prodotti tipici dellagricoltura e dellartigianato locale o della presenza diffusa di imprese turistiche singole o associate. 16) Quale stato il comportamento delle regioni italiane di fronte alla legge quadro 135 del 2001? Nel 2001 viene promosso un fondo di cofinanziamento dellofferta turistica e un fondo di rotazione per il prestito e il risparmio turistico, da parte delle regioni italiane sono stati adottati diversi atteggiamenti: -Non fare riferimento alla legge. -regioni che hanno recepito o in fase di recepire la legge, modificando il sistema. -regioni che hanno recepito i STL e sistema normativo e operativo. -regione che hanno recepito i STL ma in cui il sistema normativo non ancora operativo. -regione in cui la normativa in fase di discussione. 17) Le Regioni dellItalia centrale possono essere considerate un laboratorio per il Sistema Turistico Locale (STL)? Le regione centrali considerate un laboratorio per i STL sono: Toscana, Lazio, Marche, Umbria. 18) Le Regioni dellItalia centrale possono essere considerate un laboratorio per il Sistema Turistico Locale (STL)? Presentate un caso di studio. Gli ambiti turistici in toscana sono 15 e costituiscono un ambito ottimale per lesercizio dei compiti e delle funzioni disciplinati dal presente cefo 19) Lorganizzazione dellofferta culturale in Italia: risorse e modalit per affrontare il ritardo organizzativo
23

In Italia le risorse dellofferta culturale sono una dimensione notevole del patrimonio culturale, di elevata qualit, che hanno una associazione intrinseca con limmagine del paese. Le modalit dellofferta culturale sono rigide e statiche, c una limitata valorizzazione del capitale umano e una mancanza di Cultura imprenditoriale, per colmare il gof con gli altri paesi bisogna fare riferimento ai modelli: Francese (stato culturale). Anglosassone (leggi del mercato), spagnolo(sperimentazione). La via proposta dagli italiani quella di stratificazione delle civilizzazioni del stesso territorio, legame dellofferta culturale con il disegno e il te ssuto urbano, legame del patrimonio architettonico con le attivit culturale. 20) Sullesperienza del distretto industriale si possono ipotizzare degli elementi per un distretto culturale? Il distretto culturale un modello di sviluppo centrato sulla valorizzazione dei beni culturali postula uneconomia di distretto in cui la produzione di beni e servizi vada di pari possa con la produzione dei fattori umani che partecipano al funzionamento del sistema locali.

21) Quali fattori giustificano la complessit del termine Heritage? LHeritage linsieme di beni materiali e immateriali in cui un gruppo, una societ o una nazione assume come eredit del passato, da conservare nel presente ed a benefici delle generazione future. Purtroppo ci che per una generazione pu essere considerato Heritage non considerato da unaltra perci lHeritage non si pu definire in maniera precisa, ma solamente tramandare. 22) Quale valore attribuisci allHeritage presente nella regione in cui vivi? 23) Da che cosa deduci che lHeritage tourism sia una delle forme di turismo pi antiche? LHeritage tourism ha dato forma al viaggio per motivi culturali. Gi i grand tour del XVI XVII secolo erano considerati viaggi a scopo culturali, e ancora oggi molte citt meta di questi gran tour sono celebri per il turismo culturale e lHeritage. 24) In che misura sei daccorso con lidea che stiano nascendo Grand Tour postmoderni alla luce della riflessioni sullHeritage e della nascita e sviluppo di tanti strade turistiche e itinerari e culturali? Nel corso degli anni sempre pi importante per le varie nazioni o regioni ldea di preservare i propri patrimoni cultural, ambientali, artistici e storici. Nuovi siti sono stati presi in considerazione come siti tangibili dellHeritage, come anche altre for me intangibili di cultura e stili di vita, usanze, vengono ritenuti importanti e quindi inseriti nel patrimonio intangibili dellHeritage da qui la necessit di nuovi gran tour che raccolgono un numero crescente di turisti 25) I siti che intendono inserirsi nella lista del patrimonio mondiale UNIESCO, devono rispondere a determinati criteri di selezione. Per i beni culturali: Rappresentare unopera capitale del genio creativo umano.
24

Testimoniare uno scambio di influssi, durante un periodo preciso, o area cultural determinata, dellarchitettura, tecnologia, arti monumentai, paesaggi. Costituire una testimonianza unica o eccezionale di una tradizione culturale o di una civilt vivente o scomparsa. Offrire un esempio eminente di costruzione o insieme architettonico, tecnologico o paesaggistico di uno o pi periodi della storia umana. Costituire un esempio di insediamento di uno o pi culture. Materialmente o direttamente associato ad avvenimenti o a tradizioni viventi, idee, credenze, opere, artistiche o letterarie che abbiano semplificato eccezionale e universale.

Per i beni NATURALI: Esempi rappresentativi dei grandi stadi della storia umana, del processo geologico delle dorme terrestri o degli elementi geomorfologici o fisiografici. Esempi rappresentativi di processi ecologici e biologici in atto nellevoluzione e nello sviluppo degli ecosistemi e comunit di piante ed animali terrestri acquatici, costieri, e marini. Rappresentare fenomeni naturali o aree di bellezza naturale dellimportanza estetica eccezionale, Contenere gli abitati naturali pi rappresentativi e importanti per la conservazione di diversit biologica, compresi quelli in cui sopravvivono delle specie minacciate di valore universale per scienza o conservazione. 26) I siti UNESCO in Italia sono 47 di cui 41 appartenenti al patrimonio culturale, 3 al patrimonio naturale ed 1 misto (parco nazionale del cinto e valle di Siena con i siti archeologici di Paestum e velia e certosa di Padula.. sono distribuiti in maniera diseguale, in quanto la pi alta concentrazione la si pu trovare nel centro-nord dellItalia, mentre al meridiano sono presenti in maniera minore. 27) Il piano di gestione integrata per i siti UNESCO un elaborato tecnico che costituisce lo strumento necessario per definire e rendere operativo un processo di tutela e di sviluppo, condiviso da pi soggetti e formalizzato attraverso un accordo di programma o altro strumento di concertazione. Il piano realizza un sistema di gestione che da vari valori, analizza lo stato dei luoghi e individua le forse di modificazione in atto, valuta scenari futuri e propone obiettivi ed opzioni di intervento, sugli strategie per raggiungere gli obiettivi e verifica il raggiungimento degli stessi attraverso il monitoraggio di un set di indicatori. 28) Per autenticit, si intende loriginalit e la certezza dellunicit di un patrimonio, la sua appartenenza ad una classe precisa di beni culturali o naturali. 29) Per commodification si intende la commercializzazione Inserimento nel mercato di beni destinati al turismo e al tempo libero (accessori per hobby) Commercializzazione del luoghi (controllo dei flussi),(redditivit del luogo)(finanziamento per la tutela e conservazione oppure espropriazione attraverso capitali esterni.

25

30) Insideness e outsideness sono i modi che distinguono le possibili percezione del senso del luogo. insideness riguarda chi appartiene ad un luogo o un territorio ed in grado di percepirlo, e quindi conoscerlo, senza sforzo alcuno. Loutsideness esprime un concetto che potremo definire sradicamento. Per cui non si riesce a comprendere il senso del luogo e ad integrarsi in ess(immigrato). 31) Placelessness il contrario di place (spazio dotato di significati, che appartiene agli abitanti) ed indica la mancanza di relazione geo-psicologiche con i luoghi. 32) Strumento di pianificazione strategico: S (Strengths) = forza W (Weaknesses) = debolezza O (Opportunities) = opportunit T (Threats) = minacce . - sono obbiettivi che orientano lazione del managment nel lungo periodo. 33) Il nuovo prodotto turistico tematico: - realizzato con piccoli investimenti. - diversifica la domanda turistica nello spazio e nel tempo. - contribuisce allutilizzazione nel turismo di risorse inesplorate. - sviluppa nuovi segmenti di domanda per specifici tipi di turismo. (culturale, patrimonio). 34) Le strade tematiche e culturali: - creano cooperazione tra 2 settori. - hanno una positiva influenza sulla stagionalit e la territorialit della concentrazione della domanda turistica. - sviluppano prodotti basati su un tema specifico. - abbracciano lidentit culturale della comunit locale. 35) Sviluppando delle strade culturali non si corre il rischio di investire troppe risorse, ma queste vengono create con piccoli investimenti, diversificano la domanda turistica e contribuiscono allutilizzazione di risorse inutilizzate e sviluppano nuovi segmenti di domanda per certi tipi di turismo. 36) Le strade culturali sono classificate in scale: -Locale(win rout of rimini hills) -Regionale(strada dei castelli malatestiani) -Nazionale(from alts to baltrie sea in germany) -Internazionale .

26

37) Le strade tematiche sono considerate un prodotto turistico perch associate ad un tema preciso con la natura e creano attrazione verso una grande variet dei messi di trasporto. 38) Le strade tematiche e culturali sono caratterizzate da una reti d cooperazione che le unisce. Le strade culturali son sono altro che strade tematiche avvalorate da un elemento culturale dellheritage, la chiave della loro attrazione turistica. 39) Per cultural commons si intende lidentit di un gruppo di persone, che non caratterizzata solamente del linguaggio, ma anche della cultura e delle usanze. In africa questo comprende anche riti e cerimonie. 40) Le componenti di una strada tematica sono: -le attrazioni gi esistenti. -le attrazioni create per il turismo e per illustrate temi particolari. -servizi turistici e culturali. -servizi dinformazione -uffici turistici ed esistenti. gli obiettivi delle strade tematiche sono: -generare direttamente e indirettamente interesse per larea geografica. -provare l trasparenza d queste aree. -disegnare nuove vie o strade. -connettere nuove strade e nuovi negozi. 41) I temi su cui costruire delle strade turistiche sono: un periodo, un evento storico, un patrimonio religioso, un patrimonio industriale, un patrimonio sociale, un patrimonio culturale, unopera darte o stili architettonico, una tradizione locale, una produzione mulattiere. 42) Per pubblicizzare o meglio comunicare culturale una strada tematica e culturale abbiamo dei cartelli o segnali stradali, delle informazioni per i visitatori su cartelli o tavole, dei depliants con varie informazioni o informazione online. 43) Le maggiori problematiche relative agli aspetti finanziari organizzativi di una strada turistica riguardano: la prevalenza di investimenti pubblici e la necessit di incrementare linteresse di privati o sovvenzionare iniziative che possano garantirgli un tornaconto economico. Il secondo aspetto la difficolt di trovare una strategia affinch i visitatori fruiscano di servizi garantendo delle entrate. 44) La cultural avenue di Budapest va dei castelli al parco della citt budapest che una destinazione turistica dellungheria in competizione con praga e vienna, da lungo tempo
27

inserite negli itinerari internazionali(19 musei, casa dellopera, la basilica, singapor, lo Zoo) offre unofferta culturale ricreativa er persone di ogni fascia det. 45) ROMIT avvero Roman Itineraries, sono in viaggi intrapresi dai romani come viaggi non solo intesi come semplice spostamento, ma come itinerario turistico sul quale fare affidamento per arrichire la propria cultura e visitare luoghi suffestivi, molto ricchi di storia e arte. Litinerario diventa un elemento centrale nello sviluppo del prodotto turistico, uno strumento di territorializzazione quando investe sulla cultura e la storia del territorio, deterritorializzazione quando non investe sul territorio e reterritorializzazione quando viene valorizzata una caratteristica sconosciuta del territorio 46) Il festival nello sviluppo del turismo culturale ha grandi importanza. Infatti garantisce unattrattiva ed ha la caratteristica di ripetersi periodicamente consolidando una tradizione che garantisce una minoranza e affluenza sempre maggiore. 47) I festival si differenziano a seconda del tema che li caratterizza(musicale, cinematografico, circense) Possiamo aver festival di lunga traddizione, connes, venezia e festival nati recentemente come strumento di attrazione verso il territorio(Milazzo film festival dal 2006, magie barocche. 48) Attraverso il processo della patrimonializzazione, molte tradizioni e pratiche, sono state spettacolarizzate, il risultato stato da un lato, una pi diffusa conoscenza di questi fenomeni, e attrazione e curiosit verso di essi, dallaltro la perdita del carattere rituale, della consapevolezza culturale e del contesto originario. Tutto ci ha portato ad una trasformazione di quello che prima era rito in un evento di spettacolo in cui tutto si riduce a ci che si vede e viene rappresentato e spesso la tradizione subisce una modificazione. Un esempio pu essere la notte della taranta nel Salento. 49) Grazie al processo di festivalization, che porta un determinato territorio a diventare famoso grazie alle iniziative culturali, come festival e spettacoli ripetute nel corso degli anni, si notato come non solo, siano uno strumento di promozione turistica del territorio, ma anche un trampolino di lancio per leconomia e la societ. Festivalization lincidenza che i festival hanno sui valori sociali, sul senso di identit e sullorgoglio territoriale, ma anche sullapertura del dialogo con altre culture, tutti fattori che nel medio e lungo periodo producono redditivit. Misurate attraverso indicatori qualitativi e identitari. 50) Lattrattivit turistica comprende: elementi territoriali; ma anche significati evakiru attribuiti ad un territorio che non sono naturalmente presenti, ma che si aggiungono agli elementi territoriali e dipendono del processo di territorializzazione, inteso come processo in cui una societ trasforma un ecosistema in territorio per sas sfruttarlo ai propri fini secondo un progetto.

28

51) La turisticit data da quelle qualit che rendono il territorio atto ad essere utilizzato per scopi turistici. una costruzione che attinge dal territorio elementi dl reale che vengono ricombinati con elementi culturali in funzione di un progetto mirante a rendere utilizzabile que territorio per un preciso scopo. 52) I fattori della turisticit sono principalmente due: immagine culturale.- fissata sul territorio della cultura immagine attuale.- legata alle strategie promozionali. La prima legata a complessi meccanismi che si riferiscono allinterpretazione dei vari, territori in chiave culturale. La seconda creata dai T.O. la AdV con operazione di mkt. 53) Litalia la quinta destinazione turistica a livello mondiale sia in termini di afflusso di visitatori., sia in termini di entrate valutarie. Le principali regioni turistiche italiae sono larea romana, lemilia romagna, le marche, la toscana, la valle daosta. Abbiamo la nascita di nuovi flussi turistici, il turismo termale altre al pi tradizionale turismo balneare, il turismo montano nelle alpi, il turismo rurale nella maremma toscana, il turismo di sagre e festival. 54) Le regioni meglio proiettate ad un turismo internazionale in Italia sono il Veneto, il Lazio, il Trentino, Alto adige, la Toscana e la Lombardia, mentre le altre regioni italiano presentano un tasso di presenza turistiche costituita maggiormente da turisti italiani. 55) Il turismo presta sempre pi attenzione allambiente, da uno stato predatorio si sta passando ad una presa di coscienza pi riflessiva. lambiente diventa sempre pi parte del prodotto turistico che conviene quindi salvaguardare con euro. 56) Lo sviluppo turistico deve viaggiare di pari passo con la sostenibilit ambientale, perci recentemente si andati alla ricerca di strategie sostenibili i cui obbiettivi sono: integrit dellecosistema, efficienza economica, equit sociale diritti della generazione future. Ladattamento dei principi dello sviluppo sostenibile ad turismo stata rapida ed ampia, ma la messa in pratica procede in maniera pi limitata. 57) Nellambito della promozione turistica luso di nuove tecnologie informative e comunicative ha portato ad una pi vasta espansione della propaganda turistica, ad una pi facile organizzazione della vacanza o del percorso turistico e quindi ad un numero maggiore di persone che interagisce con la rete di attrazioni turistiche in tutto il mondo. (fonti da il giornale del turismo. It) 92%-95%. 58) In Emilia-Romagna sono state effettuate nel 2007 delle modifiche ed integrazione alla legge regionale del 1998, che danno alle province lesercizio delle funzioni amministrative
29

relative alla programmazione della promozione turistica locale comprensiva delle eventuali iniziative di promozione e valorizzazione dei territori e delle destinazioni turistiche per i STL. Le strutture turistiche ricettive hanno avuto un incremento del 5,9% in pochissimo tempo e la regione ha a disposizione circa 8000 strutture ricettive su tutto il territorio. Per far fronte alle esigenze di 50 milioni di presenze lanno la regione messo in atto una vasta opera di rimodernizzazione e evoluzione dei servizi e delle infrastrutture pi o meno legate al turismo. 59) Per sostenibilit degli operatori turistici, si intende la sensibilizzazione degli stessi verso un turismo sostenibile, che tenga conto dellecosistema in cui opera e incrementa un turismo quanto pi definito sostenibile. Rimini si impegnato negli ultimi anni ad una promozione del turismo sostenibile con varie conferenze, progetti come il progetto SUVOT(sustainable e vocational tourism ) che ha come obbiettivi: (2005 gennaio) - la promozione del turismo sostenibile nelle destinazione turistiche partner del progetto. -sviluppo di buone pratiche di turismo sostenibile. elaborazione di modelli per individuazione di nuovi segmenti di mercato nel settore turismo vocazionale. innovazione delle politiche turistiche. consolidazione utwork di citt per un turismo sostenibile. 60) Il turismo urbano un turismo delle grandi citt offrono servizi e hanno grandi opportunit turistiche. Milano conosciuto nel mondo per il suo fashion e design district che attira gli ammanti dello shopping vero e gente alla moda, in questo quadrilatero della moda, ci sono le migliori opportunit di shopping dEuropa soprattutto per chi ha gusti esigenti e desidera il meglio. 61) Il turismo rurale intende rivitalizzare e incrementare la ricettivit turistica delle zone rurali del territorio regionale, favorendo lattivit di ricezione e ospitalit svolta dallimprenditore agricolo. Nella societ urbanizzata il turismo rurale visto come una sorte di evasione del caos cittadino e dalle solita routin quotidiana. 62) Rimini diventata in Italia la provincia con il maggiore numero di presenze di turisti congressuali. 1 milione e 100 congressi sono stati organizzati e circa 2 milioni di giornate di presenza sono state registrate. Pi alto stato il numero di congressi organizzati e ospitati in centri residenze, sale aziendali e universitarie rispetto agli alberghi. La qualit del servizio offerto stato apprezzata dei congressisti che giudicano eccellente lofferta(accoglienze, soggiorno, infrastruttura). Con un voto medio complessivo di 8/10 che dimostra una qualit percepita molto elevate. 63) Il distretto industriale un tessuto di piccole e medie imprese, legate tra loro da regole di organizzazioni del lavoro comuni in un territorio geograficamente e storicamente
30

delimitato. lindustria manifatturiera legata al turismo, perch si sviluppa a seconda delle regioni o zone nelle diverse tipologie che la caratterizzano, da qui la nascita di un turismo industriale, alla scoperta di musei, archivi dimpresa, outlet che offre una nuova cultura del viaggio. 64) Lincontro tra turismo e moda si ebbe negli anni 50 quando il settore tessile, abbigliamento assume una dimensione industriale, facendo di valore allo sviluppo dellintero paese e cosi acquisendo un ruolo di primaria importanza. Per molti stranieri venire e vistare lItalia per vede da vicino la sua moda stile e gratificante, per caprine i materiali e gli stili. Le passerelle italiane attirano migliaia di turisti che usufruiscono dei servizi e della infrastruttura turistiche incrementandone i fatturati. Milano la capitale della moda e principale organizzatrice di eventi. 65) Come tutte le regioni dItalia lEmilia Romagna punta sul turismo legato alle location cinematografiche ai festival cinematografici. Il Bellaria Film Festival da 29 anni un festival che attiva migliaia di turisti, rivolto ai talenti emergenti del cinema italiano, non sorretti dei messi finanziari delle grandi case di produzione e risulta essere ricco di idee innovative. un numero molto elevato di film sono stati girati nella regione contribuendo alla sua fama e alla sua opera di turisticizzazione. 66) Il turismo sociale un turismo che favorisce lincontro e la socializzazione, costituito da quellinsieme di attivit turistiche capaci di rispondere ad un diffuso bisogno di relazionalit. Turismo sociale in particolare un vero e proprio stile di vita, una scelta da parte degli enti che lo organizzano. Chi sceglie vacanze sociale pi attento ai contatti umani e d alla possibilit di arricchire le proprie occasione di scambio. 67) Unaltra attrattiva turistica per le regione, ma soprattutto per i comuni e la creazione di mercatini incontrati su temi, diversi, ad esempio quello natalizio o gastronomico che possono attirare i turisti nel proprio territorio. Per molti loccasione di visitare un centro storico animato e colorato da diverse iniziative un imput per spostarsi verso una destinazione specifica che diventa perci meta turistica.

31