Sei sulla pagina 1di 9

Accoltella due conoscenti: 20enne arrestato

A pagina sei www.libertasicilia.com

fondato nel 1987 da Giuseppe Bianca

CRONACA

Terra bruciata Il 2 luglio la sentenza


A pagina sei e mail redazione@libertasicilia.com

CRONACA

gioved 17 13 marzo giugno2012 2013 Anno AnnoXXV XXVI N. 138 Direzione Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 - FAX 0931 / 60.006 - Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco51 51 Tel. Tel.0931 093146.21.11 46.21.11- -Fax Fax0931 0931/ sabato N. 64 Direzione Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 - FAX 0931 / 60.006 - Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco / 60.006 0,50

Quotidiano dELLA provincia Di DI Siracusa SIRACUSA

l primo candidato a sindaco sconfitto al primo turno, ha sciolto gi le riserve, decidendo di appoggiare la candidatura di Ezechia Paolo Reale. Si tratta dellassessore provinciale Gianni Briante, il quale ha affidato al social network Facebook questa sua intenzione. Io ho deciso - scrive Briante su FB - al ballottaggio appoggio l'avvocato Ezechia Paolo Reale. Lo faccio solo per il Bene di Siracusa. Il Risveglio di Siracusa che avevo immaginato per i Siracusani si pu avere solo con Lui. Non consegniamo la citt al Trio delle meraviglie.... Chiedo di fare lo stesso a Giuseppe La Torre e Santi Pane... questa volta stiamo uniti.
A pagina quattro

Briante sceglie Reale

ELEZIONI

Fissati dal Comune i requisiti per laccesso alle agevolazioni


U

Attivato un fondo di solidariet idrico


n occhio di riguardo per le cosiddette utenze deboli. Si tratta di uniniziativa da parte del Comune di Siracusa, che intende in questo modo tutelare le fasce meno abbienti della citt, consentendo loro di accedere ad alcune agevolazioni in tema di erogazione del servizio idrico e quindi per rendere meno onerose le bollette dellacqua. Sono stati fissati, infatti, i termini ed i requisiti per consentire ai cittadini, utenti del servizio idrico integrato dellATO n. 8 di Siracusa che versano in particolari situazioni di indigenza.
A pagina tre

Aiuto ai pi deboli

Politica

stata la volta di un supertestimone dellomicidio del frutivendolo Pippo Spada, comparire in aula di Corte dAssise a Siracusa.
A pagina sette

Omicidio Spada: parla il superteste

Il Consiglio comunale si ritinge di... rosa

Il risultato del voto siracusano, certamente non positivo per il Pdl, in assonanza con un difficile trend nazionale, fa registrare una frammentazione del voto, pi accentuata rispetto alle ultime tornate amministrative. Il centrodestra si diviso in molte liste e molti candidati. Gli elettori hanno privilegiato le formazioni civiche, nellambito di una disaffezione diffusa verso i partiti tradizionali che hanno pagato le conseguenze.
A pagina cinque

13 giugno 2013, gioved

di Arturo Messina Carmelo Tuccitto, esemplare professore, prima di storia e filosofia, poi di lettere, ben noto e apprezzato come giornalista, ma soprattutto come appassionato e scrittore di cusuzzi nostri, non c piIl male che non perdona lha colpito anzitempo, avvertendolo che leterno Padre lo voleva in Paradiso per i suoi straordinari meriti culturali e umani, sociali e religiosi, riconosciuti ampiamente anche da tutti coloro che hanno avuto modo di conoscerli e ammirarli. E nella maniera pi invidiabile si era preparato, non soltanto interiormente, ma anche e soprattutto pubblicamente, socialmente, culturalmente, dando lesempio di come un cristiano debba affrontare il grande viaggio e cosa debba lasciare a tutti quelli che restiamo, in attesa della chiamata che sar fatta anche a noi e alla quale, perci, dobbiamo prepararci anche noi, per lasciare anche noi la pi indelebile traccia della nostra encomiabile fatica, come operai dellumana vigna, dove lonnipotente Signore ci ha chiamati, non certo per oziare e tanto meno per sfruttare gli altri che ci stanno a fianco, bens per mettere a frutto nel modo migliore il talento che ci ha consegnato. Doveroso, quindi, ricordarlo per imitarlo, con il primo memorial che stato organizzato e si svolto allinterno della biblioteca dei Frati Cappuccini, in Largo delle omonime latomie, al Padre Superiore dei quali ha dato prima la parola il prof. Nello Amato, presidente della Societ di Storia Paria, di cui il commemorato era socio. Ha preso poi la parola il chiarissimo prof. Riolo, dellUniversit di Catania, che stato grande amico e sostenitore del caro estinto, e ne ha riferito le straordinarie qualit culturali dimostrate con la pubblicazione delle sue numerose opere attinenti alla lingua e alle tradizioni isolane, di cui egli stato

e-mail redazione@libertasicilia.com Cronaca di Siracusa online nel mondo

SIRACUSA

13 giugno 2013, gioved

Utenze deboli: attivato il fondo di solidariet


Un testamento culturale
a volte lestensore della prefazione. Dopo di lui stata la volta del reverendo monsignor Giuseppe Greco, insigne uomo di cultura e poeta, oltre che modello di religiosit, Vicario dellarcivescovo. Egli amorevolmente al Tuccitto stato accanto, ancor prima dellultimo doloroso periodo, nei momenti diciamo pure di gloria, avendone sostenuto il pregio delle pubblicazioni e persino scritto la prefazione dellultima: Aforismi, epigrammi, scherzi e altro, scritta in vernacolo siracusano, con traduzione in lingua italiana a pi di pagina. Di ci aveva scritto prima uno dei suoi amici pi cari, Corrado Cartia, in un articolo pubblicato prima di precederlo egli stesso nel regno dei defunti: Carmelo Tuccitto sent questo momento fatale avvicinarsi e il suo divent amore verso la Terra, di fede al cielo. Quando si rese conto che stava lasciando la Terra- scrisse Cartia- fu preso dallincanto del Cielo: Mons. Greco, da poeta anche lui, percep lintrinseco significante del verso tuccittiano, ormai lanciato verso la sublimazione celestiale. E lo stesso giornalista ebbe a scrivere, concludendo il suo articolo commemorativo che Egli lascia unimportante produzione libraria a indirizzo storicosaggistico aneddotico, fatta di minuziosa e perfetta caratterizzazione di vita, mestieri e personaggi siracusani e ortigiani in particolare cusuzzi ca niscieru suli suli: / fantasii, scherzi, favuli, sintenzi etuttu lu sivu ca mi sciuspiffiri mintali. Ma ci che di pi importante e sintomatico, per chi si interessa di sicilianit in genere e poetica in particolare, quello che si pu considerare il suo testamento culturale, cio larticolo che egli scrisse sullo stato attuale della poesia dialettale in cui, premettendo che la sua non intendeva essere una stroncatura affermava, da profondo studioso del dialetto qual egli era, non poteva non evidenziare la modesta conoscenza, sia del lessico, sia dellortografia di gran parte dei poeti, non tutti.Sono pochi gli autori che conoscono bene il dialettoil ricorso alla lingua italiana toglie al dialetto la sua forza espressiva e priva la poesia dialettale delle sue caratteristiche che sono semplicit, spontaneit e immediatezza. E concludeva dicendo che il suo non voleva essere un atto di accusa contro tanti poeti dialettali di oggi, ma uno stimolo ad una maggiore conoscenza del dialetto, per salvaguardarlo e valorizzarlo per le nuove generazioni. n occhio di riguardo per le cosiddette utenze deboli. Si tratta di uniniziativa da parte del Comune di Siracusa, che intende in questo modo tutelare le fasce meno abbienti della citt, consentendo loro di accedere ad alcune agevolazioni in tema di erogazione del servizio idrico e quindi per rendere meno onerose le bollette dellacqua. Sono stati fissati, infatti, i termini ed i requisiti per consentire ai cittadini, utenti del servizio idrico integrato dellATO n. 8 di Siracusa che versano in particolari situazioni di indigenza, di inoltrare apposita istanza al Comune per ottenere direttamente dal Consorzio il pagamento delle bollette. Destinatari dellassistenza economica sono i cittadini residenti o domiciliati nel Comune di Siracusa da almeno un anno, titolari di utenza idrico-fognaria, il cui reddito familiare sia al di sotto della cosiddetta soglia minima. Le richieste, complete della documentazione prescritta ( tra gli altri attestazione I.S.E.E., mancanza di familiari tenuti per legge agli alimenti, certificato di disoccupazione per i componenti del nucleo familiare in et di lavoro) vanno presentate, su un apposito modulo, presso lufficio di Servizio sociale della Circoscrizione di residenza in qualunque momento. Al termine dellistrut-

Celebrato il primo memorial di Carmelo Tuccitto nella biblioteca dei Frati Cappuccini, Largo delle omonime latomie

Egli non volle, tuttavia, affrontare la coin linguistica sotto il profilo ortografico, ben consapevole che non si pu effettivamente approfondire se non si possiede pienamente, per letimologia, la lingua greca, come pure quella latina, quella francese, nonch quella inglese, specialmente per certi aspetti quali il passaggio dal fonema al grafema, ad esempio delle parole che in italiano o in francese hanno la doppia elle (stella, accendere=allumer, quella, bella) e in siciliano non si possono scrivere con il semplice grafema della doppia d, perch cos scrivendo si incapperebbe in una grave confusione; infatti addunrisi= accorgersi, mentre addhumrisi= accendersi, come in inglese un fonema ha la semplice t e un altro ha la th. Che prima di me laggiunta dellh per risolvere esattamente il passaggio dal fonema al grafema lavesse gi adottata addirittura la ben nota editrice discografica Cetra, possiamo constatarlo nella copertina del disco del famoso cantante calabrese Otello Profazio dal titolo Li beddhi pira. Alla fine del memorial, la vedova del compianto nostro illustre concittadino ha voluto donare alla biblioteca cappuccina una notevole quantit di pubblicazioni del marito.

In foto, bollette idriche.

toria sar stilata la relativa graduatoria dei soggetti ammessi al beneficio, ai quali il Consorzio disporr il pagamento delle bollette idriche a carico del fondo di solidariet.

Si compie, quindi, un passo importante per evitare che masse di cittadini in difficolt economica possano accusare ancora pi gravi disagi dalle bollette dellacqua, che nel

caso di famiglie numerose, sono particolarmente esose. In un periodo come questo che stiamo attraversando di profonda crisi economica anche una simile iniziativa, che

tende ad alleviare il problema dellacqua e delle relative bollette, pu essere importante ai fini di fare quadrare i bilanci delle famiglie indigenti. R.L.

E stata indetta, per il 1 luglio 2013, la gara per laffidamento del servizio di bonifica da ordigni bellici dei Lotti 6, 7 e 8 della Siracusa-Gela per un importo, a base dasta, di 1 milione e 216 mila euro. Il bando ha detto lon. Vinciullo pubblicato sul Supplemento alla Gazzetta Ufficiale dellUnione Europea del 16 maggio e sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana del 20 Maggio. Sui siti istituzionali ha proseguito Vinciullo possibile trovare ulteriori chiarimenti sulle modalit e sullespletamento della gara. Adesso, attendiamo la pubblicazione della gara dappalto.

Sr-Gela 1 luglio la gara

Autosport

S.r.l. C.da Targia 18 Siracusa Tel.0931 759918

autosport.toyota.it

Gianni Briante sceglie di appoggiare Reale


I

13 giugno 2013, gioved

Il leader della lista civica Siracusa Risvegliati ha lanciato un appello su FB anche a Pane e La Torre
l primo candidato a sindaco sconfitto al primo turno, ha sciolto gi le riserve, decidendo di appoggiare la candidatura di Ezechia Paolo Reale. Si tratta dellassessore provinciale Gianni Briante, il quale ha affidato al social network Facebook questa sua intenzione. Io ho deciso - scrive Briante su FB - al ballottaggio appoggio l'avvocato Ezechia Paolo Reale. Lo faccio solo per il Bene di Siracusa. Il Risveglio di Siracusa che avevo immaginato per i Siracusani si pu avere solo con Lui. Non consegniamo la citt al Trio delle meraviglie....Chiedo di fare lo stesso a Giuseppe La Torre e Santi Pane... questa volta stiamo uniIn foto, Gianni Briante. Sotto, Palazzo Vermexio. ti. Siracusa ai Siracusani. Fin qui il breve quanto significativo messaggio che ha posta- CRONACA to Briante alle ore 11.30 di ieri mattina e che scioglie la prima riserva rispetto ai sei candidati che non hanno superato il primo turno di consultazioni elettorali. Briante, che con la sua lista civica Siracusa Risvegliati ha totalizzato complessivamente 2386 voti non superando lo sbarramento, si era detto allindomani del risultato soddisfatto del riscontro ottenuto e possibilista per un proseguimento dellimpegno per uno dei due candidati approdati al ballottaggio. Nel suo messaggio, Briante chiama a raccolta anche gli altri due competitors Pane e La Torre, affinch finalmente uniscano i propri sforzi per appoggiare la candidatura delluno o dellaltro candidato a sindaco. Dal canto suo, invece, Giancarlo Garozzo continua a sostenere la tesi di non volersi in alcun n attesa del ballotaggio e quindi dellattribuzione completa dei seggi, modo apparentare con altre liste. Il vantaggio di quattro pun- ecco i consiglieri comunali eletti: ti percentuali circa su Reale lo Partito Democratico: Alfredo Foti, Carmen Castelluccio, Antonio tiene relativamente tranquillo Moscuzza, Francesco Pappalardo, Sonia DAmico. per il ballottaggio. Ma non Lista Mangiafico: Simona Princiotta e Concetta Vinci. detto che nelle prossime ore Lista Megafono: Giuseppe Casella e Cosimo Burti. o nei prossimi giorni possano Centro Democratico: Giuseppe Sullo e Luciano Aloschi. maturare delle novit di accor- Lista Siracusa protagonista con Vinciullo: Fabio Alota e Salvo Cadi politici o di ritorno allalveo stagnino. naturale del centro sinistra da Lista Siracusa per Garozzo: Maria Cristina Garozzo, Enrico Lo Curparte del Centro Democratico zio, Gaetano Malignaggi, Antonio Grasso ed Elio Di Lorenzo. di Tabacci, che al primo turno Pdl: Giuseppe Assenza, Roberto Di Mauro, Alfredo Boscarino. ha appoggiato insieme al Pdl la Siracusa Democratica: Chiara Catera ed Alberto Palestro. candidatura di Edy Bandiera. Lista con Edy per Siracusa Giuseppe Impallomeni, Gaetano Bottaro Ma questo un altro capitolo e Sebastiano Di Natale. che considereremo prossima- Progetto Siracusa: Massimo Milazzo, Salvo Sorbello, Fabio Rodante e Franco Zappal. mente.

La squadra dei nuovi consiglieri comunali

Il risultato elettorale premia il Megafono e la coalizione guidata da Giancarlo Garozzo. Cos Mariarita Sgarlata, Assessore Regionale ai Beni Culturali. Queste elezioni amministrative hanno dimostrato che anche a Siracusa il Megafono una forza fondamentale per gli equilibri del centrosinistra e che la strada giusta quella indicata dal presidente Crocetta, per il quale la lista che porta il suo nome complementare al PD e il futuro sta nella federazione PD-Megafono. Abbiamo superato il quorum di sbarramento, attestandoci al 5.71%, e ci siamo garantiti due consiglieri comunali che potrebbero diventare cinque con il premio di maggioranza in caso di vittoria di Garozzo al ballottaggio. Lelettorato ci ha ripagati delle scelte coraggiose che abbiamo fatto, proponendo una lista di candidati giovani che si sono affacciati alla politica per la prima volta.

Sgarlata: Megafono premiato

Massimo Milazzo il pi votato

Con Carmen Castelluccio approdano in aula DAmico, Princiotta, Catera, Garozzo e Vinci
Una delle particolarit di questa
tornata elettorale per le amministrative, stata costituita dal fatto che il Consiglio comunale diventa sempre pi rosa. Si , infatti, decisamente infoltito il gruppo rosa al nuovo consiglio comunale di Siracusa. La rappresentanza femminile, infatti, di ben sei consiglieri, un enorme passo avanti rispetto alla passata legislatura, che aveva un solo membro del gentil sesso. Ha dato subito i sui frutti, quindi, la recentissima legge elettorale sul doppio voto di genere, approvata dalla Regione Siciliana pochi giorni prima la tornata elettorale amministrativa, causando anche lo slittamento del voto di una settimana. Sei donne sederanno, Carmen Castelluccio (627 voti) dunque, tra gli scranni dellaula consiliare di Palazzo Vermexio. Il caso vuole che sia stata rispettata anche una sorta di par condicio, con tre rappresentanti per ognuno dei due schieramenti che sostengono il due candidati a sindaco, Giancarlo Garozzo ed Ezechia Paolo Reale. La pi eletta e per lei si tratta di una conferma in pompa magna, stata Carmen Castelluccio, consigliere comunale uscente, prima assoluta nella lista del partito democratico con 627 voti. La Castelluccio alla sua seconda esperienza in Consiglio comunale. Per lo stesso partito stata eletta Sonia DAmico con un grande risultato, 553 preferenze. Ancora a sostegno di Garozzo, diventata consigliere comunale la Chiara Catera (469 voti) cugina del candidato sindaco, Maria Cristina Garozzo, figlia del presidente di Confindustria Siracusa Aldo, prima nella lista Per Siracusa Garozzo sindaco con 460 voti. Tutte al femminile le elette nella lista Mangiafico: Simona Princiotta, con ben 473 voti, gi assessore comunale nella giunta Visentin e la dottoressa commercialista Concetta Vinci che ha ottenuto 418 preferenze. Entrambe sostengono la candidatura a sindaco di Ezechia Paolo Reale, cos come Chiara Catera, assessore provinciale ai Beni culturali che ha ottenuto 469 consensi nella lista civica Siracusa democratica. Pattuglia rosa che potrebbe essere ancora pi rafforzata in fase di ballottaggio con lattribuzione di altri seggi alluno o allaltro candidato. Cristina Garozzo (460 voti)

Il Consiglio comunale torna a tingersi di rosa

13 giugno 2013, gioved

Vinciullo: Tre nostre liste sopra il quorum

Il dato finale sotto gli oc-

chi di tutti. La nostra coalizione ha ottenuto il consenso dei Cittadini. Su 5 Liste, ben 4 hanno superato lo sbarramento e il nostro Candidato a Sindaco Ezechia Paolo Reale va al ballottaggio! E di questo ringraziamo, ancora una volta, i Siracusani. Lo ha detto lOn. Vincenzo Vinciullo, che continua: Lamico Gianni Briante che ha sostenuto una bella battaglia ed stato premiato dai Siracusani perch ha dimostrato di avere coraggio e di non avere paura, ha riportato, anchEgli, un risultato apprezzabile, che evidente a tutti. Il resto? solo canzonette stonate di chi, come dicevano i nostri nonni: essendo in gabbia, o canta per invidia o canta per rabbia. Sarebbe pi importante riflettere sotto voce, ammettere di aver sbagliato per troppa arroganza, troppa spocchia, troppa superbia e troppa supponenza, che non fanno mai bene alla Politica.

E lavvocato Massimo Milazzo il candidato al Consiglio comunale pi votato tra i settecento che hanno corso per uno scranno a palazzo Vermexio. 47 anni, siracusano, iscritto allalbo degli avvocati dal 1995, Milazzo riuscito ad ottenere la bellezza di 664 voti nella lista Progetto Siracusa, che appoggia la candidatura a sindaco di Ezechia Paolo Reale. Milazzo un esordiente della politica, ma ha degli illustri parenti, che hanno gi rivestito la carica di consigliere comunale. Infatti, il penalista siracusano il nipote dellavvocato Giambattista Rizza, che ebbe a sua volta un omonimo avo sindaco della citt di Siracusa per un anno dal 1877 al 1878. Milazzo fa parte di quel progetto avviato da un gruppo di professionisti appena un anno addietro, quando, durante una delle serate trascorse al ristorante Lantico pozzo, tra una portata e laltra, decisero di scendere in campo e di spendersi in prima persona. Milazzo, insieme ad Ezechia Reale e a Giuseppe Brandino erano i primi papabili alla candidatura di primo cittadino. La scelta poi fin su Reale, che gi aveva esperienza amministrativa essendo stato assessore allUrbanistica nella prima Giunta Bufardeci. Massimo Milazzo vestir, quindi, i panni di consigliere anziano in occasione della prima seduta dinsediamento del nuovo Consiglio comunale, prendendo il posto sullo scranno di presidente del Consiglio.

Sonia DAmico (553 voti)

Simona Princiotta (463 voti)

Concetta Vinci (418 voti)

Omicidio Spada: superteste vide il killer solo di spalle


E stata la volta di un supertestimone dellomicidio del fruttivendolo Pippo Spada, comparire in aula di Corte dAssise a Siracusa in occasione del processo a carico di Giuseppe Raeli, il pensionato cassibilese, accusato di una serie di omicidi e di tentati omicidi avvenuti nel corso degli anni tra Avola, Cassibile e Fontane Bianche. A sottoporsi allesame dei pubblici ministero Claudia DAlitto ed Antonio Nicastro, stato un muratore, Natale Ferreli, il quale ha riferito su quanto ha visto la sera del 18 agosto del 2004 quando un individuo ha esploso un colpo di fucile ferendo a morte Spada. Il teste ha ribadito quanto aveva verbalizzato ai carabinieri della stazione di Cassibile, nellimmediatezza del fatto. Ha detto che quel giorno, come altre volte, aveva accompagnato la vittima con il camion per il trasporto delle cassette di frutta e verdura nei pressi dello svincolo autostradale per Cassibile, dove lo Spada aveva impiantato la bancarella. Al momento dellagguato, il teste ha detto di trovarsi sul camion per aiutare lo Spada a smontare la bancarella. Ad un tratto ha sentito un botto, ma non ha dato troppo peso alla situazione, credendo trattarsi dello scoppio di un pneumatico. Quando si voltato ed ha osservato fuori dal camion, per, non ha pi visto Pippo Spada. Sulle prime non si accorto che lamico fosse stato attinto da una fucilata a causa della quale fosse stramazzato al suolo ormai privo di vita. Ma non appena sceso dal mezzo pesante, ha notato lo Spada riverso per terra e lo ha soccorso. Il teste stato a pi riprese incalzato su quanto avesse notato subito dopo avere scoperto che lamico era stato vittima di un agguato. Luomo ha riferito di avere visto tra i rami dei cipressi un individuo che scappava a piedi per i campi con un fucile in mano. Ha poi insistito sul fatto che si trattasse di una persona molto agile nei mo-

13 giugno 2013, gioved

Un muratore, amico della vittima, ha ricostruito in aula i momenti salienti e drammatici delluccisione del fruttivendolo

Palazzolo Rubava balle di fieno Arrestato


C chi ruba cavi di rame per ricavarne profitti dal cosiddetto oro rosso, e c chi cerca dimpossessarsi di balle di fieno, senza riuscirvi e peraltro finendo nelle grinfie delle forze dellordine. E quanto accaduto ieri mattina nelle campagne di Palazzolo Acreide. I Carabinieri dellAliquota Radiomobile della Compagnia di Noto hanno arrestato, in flagranza di reato, di furto il floridiano Paolo Galazzo 69enne di Floridia, gi noto per reati contro il patrimonio. Luomo stato sorpreso mentre asportava delle balle di fieno da un terreno agricolo ubicato in contrada Giambra. Al termine delle attivit di rito larrestato stato accompagnato presso la sua abitazione ai domiciliari.

Operazione Terra bruciata Il 2 luglio la sentenza


prevista per il 2 luglio prossimo la sentenza al processo dappello a carico di tre persone, coinvolte nelloperazione antimfia denominata Terra bruciata. Nellultima udienza si sono registrate le arringhe dei legali degli imputati Andrea Cassia, Luca Lopes e Attilio Pandolfino, i quali, unitamente a Elio Lavore, sono nuovamente impiutati dinanzi alla Corte dAppello dopo lannullamento della sentenza di secondo grado da parte della Corte di Cassazione con rinvio. L'avvocato Matilde Lipari, difensore del Cassia, ha chiesto la concessione delle attenuanti generiche per il proprio assistito e di ridurre la condanna a sei anni di reclusione inflitta dai giudici della Corte dAppello la prima volta. L'avvocato Sebastiano Troia ha chiesto in prima istanza l'assoluzione di Luca Lopes ed in subordine la sua condanna al minimo della pena e non a sette anni di carcere comde richiesti dal rappresentante della pubblica accusa. L'avvocato Pasquale Saraceno ha invocato alla Corte d'Appello di escludere l'aggravante di promotore del clan "Bottaro-Attanasio" contestata ad Attilio Pandolfino, di pronunciare nei suoi confronti una sentenza di assoluzione per precedente giudicato in relazione al capo d'imputazione di associazione a delinquere di stampo mafioso e di voler ridimensionare la pena irrogatagli precedentemente e riproposta dal sostituto procuratore generale, dottoressa Gambino, in ordine agli altri capi d'imputazione e cio a dire associazione finalizzata al traffico degli stupefacenti. Gi alla scorsa udienza aveva parlato l'avvocato Luca Blasi nell'interesse di Elio Lavore per il quale aveva sollecitato la Corte a volerlo assolvere dal reato di narcotraffico o in subordine di infliggergli il minimo della pena. Dopo la conclusione dell'arringa dell'avvocato

13 giugno 2013, gioved

Con le arringhe dei legali difensori dei quattro imputati alla sbarra, si chiusa la discussione al processo dappello

In foto, Luca Lopes, Attilio Pandolfino ed Andrea Cassia.

In foto, Pippo Spada.

vimenti e che indossava una maglietta bianca. Altro, per, non ha detto, visto che il presunto autore dellomicidio nel fuggire gli mostrava le spalle. Il teste stato poi incalzato dai legali della difesa su alcune questioni inerenti anche la sua sfera privata.

La prossima udienza del processo, prevista per il 3 luglio, continuer a ruotare attorno allomicidio di Pippo Spada. In quella circostanza saranno escussi i periti balistici, che hanno eseguito gli esami di laboratorio sul bossolo. F.N.

Saraceno, la Corte ha dichiarato chiusa la fase della discussione e ha rinviato il processo al 2 luglio prossimo, giorno in cui sar letta la sentenza. Elio Lavore, Attilio Pandolfino, Andrea Cassia e Luca Lopes, tutti ritenuti affiliati al clan Bottaro-Attanasio, sono stati arrestati il 13 novembre 2007 giorno in cui stata portata a termine l'operazione antimafia e antidroga denominata Terra Bruciata. Giudicati con il rito abbreviato, i

quattro sono stati riconosciuti colpevole di tutti i reati a ciascuno contestati e condannati il Lavore a 16 anni, il Pandolfino a 15 anni e 4 mesi, il Lopes a sette anni e il Cassia a sei anni. La sentenza stata confermata in appello ma poi fu annullata dalla Corte di Cassazione per tutti i reati per il Pandolfino, per il reato di narcotraffico per Lavore e Lopes e per mancata concessione delle attenuanti generiche per Cassia. Nel nuovo pro-

cesso d'appello stato esaminato il pentito Salvatore Lombardo Pulisino, che ha accusato i quattro imputati dei reati a ciascuno contestati. Sono stati pure sentiti i collaboratori di giustizia Giuseppe Curcio, Dario Troni e Antonio Tarascio, che hanno mosso delle accuse agli imputati alla sbarra per fatti e circostante ricevute in confidenza o dagli stessi imputati oppure da altri componenti del clan Bottaro-Attanasio.

vrebbe ingaggiato una lite con due suoi conoscenti per futili motivi. Dalle parole si presto passati alle mani e lindagato ha uscito un coltello con il quale ha ferito i due contendenti. Protagonista della vicenda una vecchia conoscenza delle forze dellordine, il pachinese Maicol Zisa (nella foto a fianco), di 20 anni, con precedenti per reati contro il patrimonio e per la violazione della normativa sulle armi, il quale stato arrestato dai carabinieri che gli contestano il reato di lesioni personali aggravante. La vicenda avvenuta la scorsa notte a Pa-

Accoltella due persone in una lite: 20enne arrestato


chino. Forse a causa dei fumi dellalcol dovuta a qualche bicchiere di troppo, scaturita una lite tra lo Zisa e altre due persone che egli conosceva. Zisa ha estratto un coltello ed ha poi aggredito i due malcapitati, che hanno subito delle ferite. Scattato lallarme, sul posto accorsa una pattuglia dei carabinieri della locale stazione. I militari dellArma sono riusciti giusto in tempo a bloccare il giovane, che stato tradotto nel carcere di Cavadonna a Siracusa. Per le due persone rimaste ferite, c stato bisogno dellintervento dei sanitari, che hanno riscontrato diverse lesioni da arma da taglio.

CRONACA

Autosport

S.r.l. C.da Targia 18 Siracusa Tel.0931 759918

autosport.toyota.it

condanna per due imputati e di assoluzione per un terzo, il processo scaturito dalle indagini su una presunta associazione mafiosa che trafficava in sostanze stupefacenti. La sentenza stata emessa dal tribunale penale di Siracusa (presidente, Stefania Scarlata; a latere, Tommaso Perna e Giuseppe Tripi) a carico dei cugini Angelo Randazzo e Filadelfo Nardo e di Ciro Fisicaro, accusati di associazione a delinquere di stampo mafioso, con l'aggravante per il primo, nipote del boss Nello Nardo, di esserne stato il promotore. Il Collegio giudicante ha inflitto a Randazzo dieci anni di reclusione a titolo di continuazione con una precedente sentenza di condanna per associazione mafiosa emessa nel 2005, mentre ha irrogati sette anni di reclusione a Nardo. I giudici hanno, invece, assolto con formula piena Fisicaro, quest'ultimo difeso dall'avvocato Sebastiano Sferrazzo che riuscito a dimostrare che nessuna conversazione tra quelle intercettate nella sala colloquio del carcere in cui sta scontando l'ergastolo conteneva indicazioni atti a lasciare presumere che desse delle disposizioni ai propri familiari da fare pervenire all'esterno e quindi ai componenti del clan mafioso. Il Pubblico Ministero Andrea Ursino in sede di requisitoria aveva chiesto la condanna di Fisicaro a quindici anni di reclusione. Lo stesso magistrato della Dda di Catania aveva chiesto le condanne sia di Randazzo che di Filadelfo Nardo, sollecitando per ciascuno nove anni di carcere. L'avvocato Franco Passanisi per Randazzo, il professore Guido Ziccone e l'avvocato Giuseppe Cristiano per Filadelfo Nardo hanno preannunciato appello contro la sentenza di primo grado a carico dei loro assistiti. I due cugini, a seguito delle dichiarazioni dei pentiti Alfio Mangiameli e Sebastiano Sampugnaro, ma anche delle intercettazioni telefoniche ed ambientali, vennero raggiunti da un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa a loro carico nell'aprile del 2011. Il provvedimento coercitivo non

La sentenza emessa a carico di Angelo Randazzo Provoc danni e Filadelfo Nardo, mentre stato assolto Ciro Fisicaro con incendio di sterpaglie Si concluso con un verdetto di
A

Droga: Il tribunale infligge due condanne a lentinesi


genti del Commissariato di pubblica sicurezza di Noto hanno denunciato in stato di libert S.G. di 52 anni, nato in Romania, per incendio colposo. Nel particolare, luomo, nella giornata del 28 marzo scorso, bruciando delle sterpaglie non sarebbe riuscito a contenere le fiamme che ben presto hanno attecchito anche i terreni limitrofi, provocando danni alle coltivazioni.

13 giugno 2013, gioved

vita di Quartiere

13 giugno 2013, gioved

Le nuove zone di espansione urbana dellabitato ritrovano la loro identit anche attraverso questi momenti di espressione del quartiere
Firenze, finch fissa la residenza a Padova e in due mesi scrive i Sermoni domenicali. A Padova ottiene la riforma del Codice statutario repubblicano grazie alla quale un debitore insolvente ma senza colpa, dopo aver ceduto tutti i beni non pu essere anche incarcerato. Non solo, tiene testa ad Ezzelino da Romano, che era soprannominato il Feroce e che in un solo giorno fece massacrare undicimila padovani che gli erano ostili, perch liberi i capi guelfi incarcerati. Intanto scrive i Sermoni per le feste dei Santi, i suoi temi preferiti sono i precetti della fede, della morale e della virt, l'amore di Dio e la piet verso i poveri, la preghiera e l'umilt, la mortificazione e si scaglia contro l'orgoglio e la lussuria, l'avarizia e l'usura di cui acerrimo nemico. E' mariologo, convinto assertore dell'assunzione della Vergine, su richiesta di papa Gregorio IX nel 1228 tiene le prediche della settimana di Quaresima e da questo papa definito "arca del Testamento". Si racconta che le prediche furono tenute davanti ad una folla cosmopolita e che ognuno lo sent parlare nella propria lingua. Per tre anni viaggia senza risparmio, stanco, soffre d'asma ed gonfio per l'idropisia, torna a Padova e memorabili sono le sue prediche per la quaresima del 1231. Per riposarsi si ritira a Camposampiero, vicino Padova, dove il conte Tiso, che aveva regalato un eremo ai frati, gli fa allestire una stanzetta tra i rami di un grande albero di noce. Da qui Antonio predica, ma scende anche a confessare e la sera torna alla sua cella arborea.

Ortigia: Si insedia stamani alle 10,00 la consulta volontariato aretusea

In foto, Filadelfo Nardo.

Cercano di sfuggire alla pattuglia


N

Tiche: Oggi la Pizzuta festesteggia santAntonio


Fernando di Buglione, passato alla storia come SantAntonio di Padova, nasce a Lisbona da nobile famiglia portoghese discendente dal crociato Goffredo di Buglione. A quindici anni novizio nel monastero di San Vincenzo a Lisbona, poi si trasferisce nel monastero di Santa Croce di Coimbra, il maggior centro culturale del Portogallo appartenente all'Ordine dei Canonici regolari di Sant'Agostino, dove studia scienze e teologia con ottimi maestri, preparandosi all'ordinazione sacerdotale che ricever nel 1219, quando ha ventiquattro anni. Quando sembrava dover percorrere la carriera del teologo e del filosofo, decide di lasciare l'ordine dei Canonici Regolari di Sant'Agostino. Fernando, infatti, non sopporta i maneggi politici tra i canonici regolari agostiniani e re Alfonso II, in cuor suo anela ad una vita religiosamente pi severa. Il suo desiderio si realizza allorch, nel 1220, giungono a Coimbra i corpi di cinque frati francescani decapitati in Marocco, dove si erano recati a predicare per ordine di Francesco d'Assisi. Quando i frati del convento di monte Olivares arrivano per accogliere le spoglie dei martiri, Fernando confida loro la sua aspirazione di vivere nello spirito del Vangelo. Ottenuto il permesso dal provinciale francescano di Spagna e dal priore agostiniano, Fernando entra nel romitorio dei Minori e fa subito professione religiosa, mutando il nome in Antonio in onore dell'abate, eremita egiziano. Anelando al martirio, subito chiede ed ottiene di partire missionario in Marocco. verso la fine del 1220 che s'imbarca su un veliero diretto in Africa, ma durante il viaggio colpito da febbre malarica e costretto a letto. La malattia si protrae e in primavera i compagni lo convincono a rientrare in patria per curarsi. Secondo altre versioni, Antonio non si ferm mai in Marocco: ammalatosi appena partito da Lisbona, la nave fu spinta da una tempesta direttamente a Messina, in Sicilia. Curato dai francescani della citt, in due mesi guarisce. A Pentecoste invitato al Capitolo generale di Assisi, arriva con altri francescani a Santa Maria degli Angeli dove ha modo di ascoltare Francesco, ma non di conoscerlo personalmente. Il ministro provinciale dell'ordine per l'Italia settentrionale gli propone di trasferirsi a Montepaolo, presso Forl, dove serve un sacerdote che dica la messa per i sei frati residenti nell'eremo composto da una chiesolina, qualche cella e un orto. Per circa un anno e mezzo vive in contemplazione e penitenza, svolgendo per desiderio personale le mansioni pi umili, finch deve scendere con i confratelli in citt, per assistere nella chiesa di San Mercuriale all'ordinazione di nuovi sacerdoti dell'ordine e dove predica alla presenza di una vasta platea composta anche dai notabili. Ad Antonio assegnato il ruolo di predicatore e insegnante dallo stesso Francesco, che gli scrive una lettera raccomandandogli, per, di non perdere lo spirito della santa orazione e della devozione. Comincia a predicare nella Romagna, prosegue nell'Italia settentrionale, usa la sua parola per combattere l'eresia ( chiamato anche il martello degli eretici), catara in Italia e albigese in Francia, dove arriver nel 1225. Tra il 1223 e quest'ultima data pone le basi della scuola teologica francescana, insegnando nel convento bolognese di Santa Maria della Pugliola. Quando in Francia, tra il 1225 e il 1227, assume un incarico di governo come custode di Limoges. Mentre si trova in visita ad Arles, si racconta gli sia apparso Francesco che aveva appena ricevuto le stigmate. Come custode partecipa nel 1227 al Capitolo generale di Assisi dove il nuovo ministro dell'Ordine, Francesco nel frattempo morto, Giovanni Parenti, quel provinciale di Spagna che lo accolse anni prima fra i Minori e che lo nomina provinciale dell'Italia settentrionale. Antonio apre nuove case, visita i conventi per conoscere personalmente tutti i frati, controlla le Clarisse e il Terz'ordine, va a

Si terr stamani, gio-

fu richiesto per Ciro Fisicaro, in quanto era gi stato condannato in via definitiva all'ergastolo per alcuni omicidi di mafia verificatisi tra Lentini ed altri comuni

della zona nord della provincia, nonch per la strage di Cassibile del 18 aprile 2002 nella quale furono uccise tre persone. R.L.

Nave Ammiraglio Magnaghi, Unit idro-oceanografica daltura della Marina Militare, salpata dal Porto di Milazzo alla volta del Canale di Sicilia dove inizier una importante attivit di scandagliamento dei fondali del Canale di Sicilia. Lattivit si inserisce nellambito della Campagna idro-oceanografica 2013, che ha come obiettivo laggiornamento della documentazione nautica e la caratterizzazione dellambiente marino di aree sensibili quali il Golfo di Pozzuoli (Caldera dei Campi Flegrei) e lIsola di Panarea (Arcipelago delle Eolie) in sinergia con Enti Esterni alla Marina Militare (INGV, CNR-ISMAR, ISPRA) e lIstituto Idrografico. Tali collaborazioni sono mirate alla salvaguardia ambientale, allo studio dellambiente marino di zone di interesse, caratterizzate da fenomeni di natura vulcanica che possono. LUnit, al Comando del Capitano di Fregata Marco Grassi, sar impegnata nello scandagliamento di unarea ampia 2500 km lungo la direttrice Isola di Pantelleria Isola di Malta e unarea semicircolare di 900 km2 attorno allIsola di Linosa (Isole Pelagie). Il rilievo sar condotto con sonar multifascio installato sullo scafo della Nave. La totalit dei dati raccolti dallUnit Idrografica maggiore della Marina Militare, al termine di una prima analisi a bordo, sar invitata allIstituto Idrografico della Marina (IIM) per la produzione e laggiornamento delle carte nautiche, sia in formato cartaceo che elettronico, e delle altre documentazioni nautiche che costituiscono il corredo indispensabile di tutti i naviganti per la salvaguardia della sicurezza della navigazione. Nel corso dei fine settimana l'Unita sar di massima ormeggiata nel porto di Pozzallo e sar disponibile per visite a bordo da parte della popolazione civile (sabato dalle 1500 alle 1800 e domenica dalle 1000 alle 1200 e dalle 1500 alle 1800).

Nave Magnaghi scandaglia il Canale di Sicilia

Marina militare

el pomeriggio di marted scorso, agenti delle Volanti della Questura di Siracusa hanno proceduto al controllo di un mezzo intimando lalt polizia a due giovani i quali, alla vista della volante si davano a precipitosa fuga. Dopo un breve inseguimento, i due giovani sono stati bloccati dagli agenti che hanno denunciato B.P. di 23 anni, siracusano, per inosservanza agli obblighi della sorveglianza speciale e per possesso di arnesi atti allo scasso.

Lentini Controlli di polizia


N

ella giornata di ieri, il Questore di Siracusa ha disposto un servizio di controllo straordinario del territorio, coordinato dal Dirigente del Commissariato di Pubblica sicurezza di Lentini, che si avvalso del Reparto Prevenzione Crimine di Catania conseguendo i seguenti risultati: 45 persone identificate; 18 automezzi controllati; un autoveicolo sottoposto a sequestro; una carta di circolazione stradale ritirata.

ved 13 giugno, alle 10,00 presso il salone Borsellino di palazzo Vermexio la riunione di insediamento della Consulta comunale del Volontariato. Della Consulta fanno parte 27 associazioni cittadine che operano nei settori dei servizi sociali, sanitari, ambientali e culturali. Alla riunione di insediamento sar presente il Commissario straordinario, prefetto Alessandro Giacchetti. Il volontariato un'attivit di aiuto e di sostegno messa in atto da soggetti privati, generalmente in modo gratuito, per varie ragioni che possono essere di solidariet, di giustizia sociale, di altruismo, filantropia o di qualsiasi altra natura. Destinatari dell'attivit sono diversi settori: dall'assistenza alle persone in difficolt e/o con vari problemi, alla tutela della natura e degli animali. Nasce dalla spontanea volont dei cittadini di fronte a problemi non risolti, o non affrontati, o mal gestiti dallo Stato e dal mercato. Per questo motivo il volontariato si inserisce nel "terzo settore" insieme ad altre organizzazioni che non rispondono alle logiche del profitto o del diritto pubblico. Il volontariato pu essere operato individualmente o in associazioni organizzate.

10

13 giugno 2013, gioved

Prende il via stama-

Neapolis: Simposio dellAssoenologi


sentanti del mondo della ricerca scientifica e dell'universit, anche diversi enologi che condivideranno con i colleghi le proprie esperienze in azienda. I lavori del 19 Enosimposio prenderanno il via venerd 14 giugno, alle 9.00, con il saluto del Presidente di Assoenologi Sicilia, l'enologo Giacomo Salvatore Manzo. Interverranno al dibattito l'Assessore Regionale all'Agricoltura Dario Cartabellotta e il dott. Rosario Barresi, direttore dell'Ispettorato Centrale per il Controllo della Qualit dei prodotti agroalimentari di Palermo. La prima relazione sar poi quella del dott. Antonio Pulizzi, tecnico vinicolo delle Cantine Colomba Bianca, che parler di "Studio delle potenzialit del territorio attraverso innovativi metodi di monitoraggio". A seguire il dott. Filippo Buttafuoco, tecnico delle Cantine Settesoli, si soffermer sul tema de "Lo Chennin Blanc in Sicilia" mentre l'enologo Christian Scrinzi, direttore enologico e di produzione del Gruppo Italiano Vini, parler di "Andamento del mercato mondiale del vino e dei nuovi trends". Ed ancora la dottoressa Francesca Salvia, responsabile della segreteria tecnica organizzativa dell'Organismo di Controllo Irvos, relazioner sul "Ruolo dell'Irvos nella tracciabilit dei vini Dop e Igp siciliani". La dottoressa Alida Milazzo, del corso di laurea in Viticoltura ed Enologia, infine chiuder la prima giornata di lavori con una relazione dal tema "Protocollo innovativo per la fermentazione naturale dei vini commerciali e loro monitoraggio

Un evento dal respiro regionale in agenda stamani in contrada Arenella

ni, con l'arrivo dei partecipanti, provenienti da ogni parte della Sicilia, il 19 Enosimposio di Assoenologi Sicilia, il tradizionale convegno annuale della categoria che quest'anno avr luogo presso il Resort Arenella di Siracusa. Gli enologi siciliani si riuniranno per discutere del futuro dei vini liquorosi di Sicilia e della salvaguardia dei vitigni autoctoni con un occhio sempre rivolto all'andamento del mercato mondiale del vino ed ai sistemi di tracciabilit. Grande spazio sar inoltre dato proprio alla figura dell'enologo, a come la professione cambiata in questi ultimi anni, in conseguenza delle nuove sfide di mercato, e quali sono le nuove frontiere che lo attendono. Tra i relatori quindi, oltre a vari rappre-

microbiologico e chimico-fisico". La seconda giornata di lavori, moderata dal professore Giancarlo Moschetti, Presidente del corso di laurea in Viticoltura ed Enologia con sede a Marsala, si aprir invece, sabato, a partire dalle ore 9.30, con la presentazione da parte del dott. Vito Falco e del gruppo di lavoro dell'Uos Marsala (Centro per l'innovazione della filiera vitivinicola Ernesto del Giudice) del lavoro per la valorizzazione dei vitigni autoctoni siciliani svolto dallo stesso centro negli ultimi 10 anni. Spazio poi anche al vino Marsala: l'enologo Enrico Stella, responsabile del comparto "Marsala" dalle Cantine Pellegrino far le proprie considerazioni su "Marsala: ieri, oggi e domani". Sul tema si soffermer anche l'enologo Giuseppe Genna, della cantina sperimentale Dalmasso (Irvos di Marsala) che relazioner su "Il legame del vino Marsala con il suo territorio". A chiudere i lavori del 19 Enosimposio infine una riflessione dedicata ad un altro liquoroso di pregio: il Passito di Pantelleria. L'enologo Antonino Santoro, della Cantina Donnafugata, intratterr i presenti su "Il Passito di Pantelleria, dal vigneto al bicchiere". Levento realizzato in collaborazione con l'Assessorato Regionale Risorse agricole ed alimentari, con lIrvos - Istituto Regionale vini e oli di Sicilia, con il corso di laurea in viticoltura ed enologia dell'universit di Palermo, con l'Istituto Statale di Istruzione Secondaria Superiore Abele Damiani di Marsala.

L Avis Comunale, per celebrare la Gior-

Ortigia: Noi vogliamo ripulire la fontana degli schiavi

Neapolis: Giorno 24 ultima replica


13 giugno 2013, gioved

11

nata Mondiale del donatore di sangue, ha in cantiere alcune iniziative. Domani, giorno 14 giugno alle 18:00 presso la sede di via Von Platen, 40 inviter i donatori a trascorrere alcune ore in allegria. Vogliamo coinvolgere i donatori e le loro famiglie. Giorno 16 giugno, ad Ognina, il gruppo dei sommozzatori aderenti allAvis Comunale di Siracusa far delle riprese subacquee dove si vedr uno slogan caratterizzante le donazioni di sangue. La Sai 8 mantiene la Fontana degli Schiavi in condizioni indecorose. LAvis di Comunale di Siracusa spiega la stessa realt associativa aveva chiesto a Presidente e Direttore della Sai8, lautorizzazione a pulire detta Fontana con i propri volontari. Il dott. Lo Monaco, Presidente, e il Direttore Sai 8 non hanno ritenuto opportuno darci una risposta affermativa, dimostrando che vogliono tenere la Fontana degli Schiavi in modo indecoroso forse ritenendo che trovandosi al Foro Italico, non sia degna di essere pulita. Proprio alle spalle della Villetta Aretusa, in posizione opposta rispetto al Porto Grande, si pu ammirare la Fontana degli Schiavi, costruita in pietra bianca con bassorievi, tra i quali compare un'aquila, simbolo della citt aretusea relativamente all'epoca della dominazione spagnola. Fu proprio nell'epoca della dominazione spagnola che essa fu costruita, in seguito alle fortificazioni della citt, volute da Carlo V, che resero inutilizzabile la Fonte Aretusa.

enerd 14, Solennit di San Marciano, alle ore 19.00, nella chiesa Cattedrale avr luogo una celebrazione eucaristica nella quale verr presentata da mons. Salvatore Marino, parroco della Cattedrale, la figura di questo grande martire, primo Vescovo di Siracusa. Presenzier larcivescovo, mons. Salvatore Pappalardo. Liniziativa promossa dal Capitolo Metropolitano, presieduto da mons. Giuseppe Greco. Marziano o Marciano (Antiochia, I secolo Siracusa, 68) stato un vescovo e santo romano; viene considerato il primo vescovo di Siracusa ed venerato come santo dalla Chiesa cattolica e ortodossa. Secondo la tradizione san Marziano venne mandato da Pietro nel 39 per predicare il vangelo a Siracusa. Questi riusc a radunare nelle grotte Pelopie di Acradina i primi cristiani. L'improvvisa diffusione della religione cristiana allarm il senato e i giudei, i quali quest'ultimi preoccupati che molti ebrei si erano convertiti alla nuova religione fecero uccidere il vescovo nel 68 facendolo legare ad una colonna e lapidare. Altre notizie che contrastano con le precedenti riferiscono che Marciano mor martire a Siracusa durante l'impero di Gallieno e Valeriano (253-260), all'et di oltre duecento anni.

Domani in cattedrale festa di s. Marciano

unedi 24 giugno ultima replica de le donne al parlamento per la regia di Vincenzo Pirrotta. In scena Anna Bonaiuto. La Fondazione Inda ha deciso infatti di chiudere il XLIX Ciclo di Rappresentazioni Classiche dedicando a tutte le donne una ulteriore replica de Le donne al Parlamento di Aristofane, con la regia di Vincenzo Pirrotta. Consapevole della grave situazione in cui la donna versa in questo momento in Italia, e non solo, la Fondazione Inda invita tutta la cittadinanza a partecipare alla commedia di Aristofane con grande entusiasmo con la convinzione che la cultura vince su ogni forma di violenza. La civilt di un popolo si misura con la considerazione ed il rispetto che esso riserva alla propria componente femminile. Con queste parole il Commissario straordinario, Alessandro Giacchetti, ha voluto dare notizia della rappresentazione del 24 giugno prossimo. Sulla scena, dunque, Le donne al parla-

La civilt di un popolo si misura attraverso il rispetto tributato alla componente femminile


(Prassagora), Doriana La Fauci, Carmelinda Gentile, Antonio Alveario, Enzo Curcur, Alessandro Romano, Melania Giglio, Elena Polic Greco, Simonetta Cartia, Antonietta Carbonetti, Clelia Piscitello, Amalia Contarini, Sarah Dho. Al termine della commedia, alle 21.30, andr in scena Dei, poeti ed eroi spettacolo con brani tratti da Troiane, Ifigenia in Aulide, Ecuba di Euripide, Orestea di Eschilo, che vedono protagoniste 15 attrici de Le donne al Parlamento e due attori impegnati negli altri spettacoli del XLIX Ciclo, Vincenzo Curcur e Lorenzo Maria Falletti . Un vero omaggio alla storia centenaria dellInda dal momento che tutti i brani scelti portano la traduzione dei vari grecisti che si sono susseguiti sulla scena del Teatro greco in questi lunghi anni. La regia dello spettacolo curata da Carmelinda Gentile (una delle Donne in Le donne al Parlamento di Aristofane), le coreografie sono di Alessandra Fazzino,

Della commedia di Aristofane Le donne in parlamento per la regia di Vincenzo Pirrotta

mento con la regia di Vincenzo Pirrotta (Blepiro sulla scena), porta la traduzione di Andrea Capra, le musiche di

Luca Mauceri, le coreografie di Alessandra Fazzino, i costumi di Giuseppina Maurizi. In scena Anna Bonaiuto

le musiche di Vincenzo Quadarella. La consulenza drammaturgica di Auretta Sterrantino, i costumi sono curati da Marcella Salvo e le traduzioni dellArchivio dellInda a cura di Elena Servito. Per le luci Elvio Manera e Gianfranco Santoro. Anche nelle Donne al parlamento, come accade spesso nelle commedie di Aristofane, la realizzazione di unutopia porta a rilevanti modifiche in tutta la societ, modifiche che possono essere positive o negative, a seconda dei casi. In questopera le donne impongono ad Atene una sorta di comunismo integrale, i cui effetti per (almeno dal punto di vista sessuale) assumono i contorni dellincubo: ad un giovane si prospetta lobbligo di concedersi per interi giorni a tre laide vecchiacce, prima di poter vedere una bella ragazza. Anche in questopera non manca la vena geniale, bench pi fiacca ed episodica che non in altre commedie che hanno donne protagoniste.

La risposta arriva proprio da quei diretti interessati tirati in ballo quali convenuti nella vicenda

Se Sai8 voleva la conferma del-

Se si cercava una prova di compattezza...

la compattezza del fronte dei Comuni che non hanno consegnato gli impianti ha dichiarato questa mattina il vice presidente dellAto, Paolo Amenta la risposta arriva dallincontro dove sindaci e dirigenti, hanno deciso, assieme al loro collegio difensivo, di non lasciarsi intimorire dalle richieste di risarcimento che per noi non hanno motivo di esistere, convinti come siamo dellinefficacia del contratto che, non noi, ma Sai8, ha violato. Laltra risposta, adesso, deve arrivare dai Consigli Comunali di tutta la provincia, ai quali, come Consiglio Comunale di Canicattini Bagni, abbiamo chiesto di approvare una mozione di sostegno della lotta dei sindaci a difesa dellacqua pubblica e di pensare ad unaltra grande

manifestazione in piazza assieme alle associazioni, alle forze sociali e politiche e ai cittadini. Unaltra risposta, infine, potrebbe arrivare anche dai Comuni che hanno consegnato gli impianti e che giorno

dopo giorno denunciano disservizi e disagi causati da Sai8 ai loro cittadini, ecco, potrebbe incominciare a chiedere un sostanzioso risarcimento danni al gestore. L'ambito territoriale ottimale (Ato),

un territorio su cui sono organizzati servizi pubblici integrati, ad esempio quello idrico o quello dei rifiuti (vedi Codice dell'Ambiente, Decreto Legislativo 152/2006 e successive modifiche, che ha abrogato la L.36/94). Tali ambiti sono individuati dalle regioni con apposita legge regionale (nel caso del Servizio idrico integrato con riferimento ai bacini idrografici), e su di essi agiscono le Autorit d'ambito, strutture con personalit giuridica che organizzano, affidano e controllano la gestione del servizio integrato. Secondo la legge 42/2010, gli Ato avrebbero dovuto essere aboliti entro marzo 2011 e le funzioni riattribuite dalle regioni; la tematica tuttavia connessa con i referendum abrogativi del 2011 in Italia.

M5S, Gambaro sfida Gril o: Non lascio, Gril o mi ha offeso, voglio pubbliche scuse
L'ex capogruppo Crimi difende il leader: Grillo l'unica speranza, chi ha dei dubbi, libero di lasciare
Non ho assolutamente intenzione di passare al Gruppo Misto. Io sono ancora nel M5S e ci rimango finch non dovessero decidere di espellermi. Cos Adele Gambaro, senatrice dissidente del Movimento 5 Stelle, afferma, al termine della riunione congiunta delle Commissioni Esteri e Difesa di Camera e Senato, a Montecitorio, di non avere in programma di lasciare il movimento. Beppe Grillo deve stare attento, non pu fare cos, ha continuato la senatrice. Non pi un uomo qualunque, rappresenta milioni di italiani. Io non ho offeso nessuno e sono stata offesa, pretender da lui pubbliche scuse. Sono una signora - aggiunge la senatrice ho una certa et e sono stata offesa, lui mi deve rispetto. Il problema lui - ribadisce riferendosi a Grillo - non sono io. E sull'ipotesi di espulsione, che i colleghi senatori - secondo quanto si apprende - non avrebbero intenzione di avallare, la senatrice Gambaro dice: Non me ne voglio andare perch i rapporti al gruppo al Senato sono buoni. Mentre all'ex capogruppo Vito Crimi che ha invitato chi non pi in sintonia con le idee del Movimento a fare un passo indietro, replica: Questo un po' diverso, io mi trovo in sintonia con le idee del Movimento. Il problema - insiste - Grillo. NESSUNA ESPULSIONE - Sul caso della senatrice ribelle all'indomani delle sue dichiarazioni contro Grillo. Il Movimento 5 Stelle rappresenta una speranza di rivoluzione democratica, e il merito di Grillo, ha spiegato Crimi. Chi critico, pu andarsene, ma assumendosi la responsabilit della scelta di fronte a chi l'ha votato per un progetto. LA NOTA DI CRIMI - In questi ultimi giorni - dice Crimi - alcuni senatori si sono lanciati in improvvide dichiarazioni di vario genere aventi ad oggetto l'analisi del voto alle recenti amministrative, spaziando fino a fantomatiche previsioni di autodistruzione del Movimento. Non so se siano dichiarazioni fatte consapevolmente, con l' obiettivo preciso di distruggere il lavoro fatto fino adesso. Poi, la difesa di Grillo: L'unica cosa che mi sento di dire - aggiunge - che se oggi l'unica speranza di attuare una rivoluzione culturale, democratica e non violenta il Movimento 5 Stelle, il merito di Beppe Grillo, prima in qualit di collettore di informazioni, proprio tramite il suo blog e poi come ideatore e propulsore del Movimento stesso. Chi ritiene di non condividere pi il percorso e le idee del Movimento 5 Stelle libero di fare le sue scelte, ma dovr assumersi la responsabilit nei confronti dei cittadini che lo hanno eletto e che hanno votato un'idea, un modello, un progetto, indifferentemente da chi lo avrebbe portato avanti.

12

13 GIUGNO 2013, GIOVED

Maxi blitz anti-camorra a Napoli


Oltre centro persone, accusate di essere affiliate al clan di camorra Di Lauro, sono state arrestate dai Carabinieri del Comando provinciale di Napoli e del Ros, in un'operazione scattata all'alba in Campania. FIGLIO DEL BOSS - In manette finito anche Raffaele Di Lauro, 19 anni, uno dei figli di Paolo Di Lauro, uno dei pi conosciuti boss del clan omonimo, soprannominato Ciruzzo '0 milionario, in carcere dal 2005. . stato bloccato dai Carabinieri su una nave da crociera, all'altezza della Sicilia, mentre era in vacanza con la fidanzata cui aveva fatto il regalo di un viaggio da diecimila euro per il compleanno. ARRESTI - In tutto sono un centinaio le ordinanze di custodia cautelare che i carabinieri stanno eseguendo e che sono state emesse dal gip del Tribunale di Napoli su richiesta della Procura distrettuale antimafia. I reati: associazione di tipo mafioso, traffico internazionale di stupefacenti, tentativo di omicidio e detenzione di armi, tutti aggravati da finalit mafiosa. Colpito dal provvedimento anche il circuito relazionale dei pi stretti favoreggiatori del capo clan, il latitante Marco Di Lauro. Al centro delle indagini, condotte dai Carabinieri del Ros e del Comando provinciale di Napoli, vi sono le attivit illecite del clan Di lauro, con particolare riferimento ai grandi traffici di cocaina proveniente dalla Spagna e destinata ad alimentare le piazze di spaccio dell'area napoletana.

Tangenti e Sanit in Abruzzo, chiesti 12 anni per l'ex governatore Ottaviano Del Turco
I pm di Pescara, Giampiero Di Florio, e Giuseppe Bellelli, hanno chiesto la condanna a 12 anni di reclusione e interdizione dai pubblici uffici per l'ex governatore della regione Abruzzo, Ottaviano Del Turco. L'ex ministro delle Finanze ed ex segretario generale aggiunto della Cgil all'epoca di Luciano Lama imputato per presunte tangenti nella sanit privata abruzzese, per concussione, associazione per delinquere, falso, abuso e truffa. Durante la requisitoria, il pm Di Florio ha ripercorso anche le vicende che hanno portato al debito sanitario dell'Abruzzo sino al commissariamento. Un commissariamento, ha spiegato il pm, predisposto dal governo Berlusconi, ma la cui procedura fu avviata gi con Prodi. L'8 maggio 2008 - ha ricordato Di Florio - l'Abruzzo riceve la diffida a causa del peggioramento dei conti della sanit, creando dunque le condizioni per l'arrivo del commissario ad acta. Una situazione, per il pm, di cui fu responsabile la giunta Del Turco. Loro - ha sottolineato - sono stati i responsabili, non noi. E ci devono spiegare perch per una mammografia oncologica si deve aspettare un anno e mezzo. Ad accusare Del Turco l'ex titolare della clinica privata Villa Pini di Chieti, Vincenzo Angelini, imputato e allo stesso tempo parte offesa nel processo, che nel 2008 in sette interrogatori fiume rivel ai magistrati di aver pagato tangenti per un totale di circa 15 milioni di euro ad alcuni amministratori regionali in cambio di favori. Nello specifico Del Turco accusato di aver intascato "mazzette" per cinque milioni e 800mila euro. Per questa vicenda fu arrestato il 14 luglio 2008 insieme ad altre nove persone, tra le quali assessori e consiglieri regionali. L'ex presidente fin in carcere a Sulmona (L'Aquila) per 28 giorni e trascorse altri due mesi agli arresti domiciliari. A seguito dell'arresto, Del Turco il 17 luglio 2008 si dimise dalla carica di presidente della Regione e con una lettera indirizzata all'allora segretario nazionale Walter Veltroni si auto-sospese dal Pd, di cui era uno dei 45 saggi fondatori nonch membro della Direzione nazionale. Le dimissioni comportarono lo scioglimento del Consiglio regionale e il ritorno anticipato alle urne per i cittadini abruzzesi. La decisione del tribunale collegiale di Pescara attesa per il prossimo 18 luglio.

La condanna chiesta dai pm per l'ex ministro delle Finanze arrestato nel 2008. La decisione attesa per il 18 luglio

Turchia, ancora una notte di scontri


Notte di violenti scontri tra polizia e manifestanti anti-Erdogan a Istanbul. Una delle peggiori dall'inizio della protesta, secondo gli osservatori. Alla fine piazza Taksim - occupata dall'inizio delle rivolte - stata riconquistata dalla polizia dopo otto ore di scontri. Intanto si intensifica il pressing diplomatico sul governo Erdogan da parte di Usa, Ue, Onu e anche Italia e il premier Erdogan ha annunciato che nel pomeriggio incontrer un gruppo di 11 persone in rappresentanza dei manifestanti di Parco Gezi. Nel gruppo, secondo l'agenzia Anatolia, fanno parte artisti, accademici e studenti. La Piattaforma Taksim, che ha dato l'avvio alle proteste 16 giorni fa, ha annunciato tuttavia di non essere stata informata dell'incontro e che comunque il gruppo non rappresenta i manifestanti nel Paese.

13 GIUGNO 2013, GIOVED

13

Pesante contestazione al ministro dello Sviluppo Economico, Flavio Zanonato. Fischi e urla si sono levati dalla platea di Confcommercio nel corso del suo intervento allassemblea annuale. Il passaggio criticato quello sullIva: Mi piacerebbe dire che non aumenteremo lIva ma non lo posso fare, ha detto Zanonato. Costretto a interrompere il suo discorso ha cercato cos di smorzare la contestazione: La decisione non stata presa, la volont c ma non so se saremo in grado di farlo. una decisione, quella di aumentare liva di un punto, vi ricordo, che non stata presa da questo governo.

Confcommercio, Falso concorso a premi Stappa e vinci Zanonato Truffati 40mila lettori in tutta Italia contestato Vomero, protestano i residenti: avevamo gi avvertito il Comune. Palazzo San Giacomo: controlli a maggio
Stappa e vinci con truffa telefonica. accaduto a oltre 40mila lettori di riviste a diffusione nazionale cadute nella rete di un padovano gi noto alle forze dell'ordine per avventure dello stesso tipo. TELEFONATE A CATENA - Secondo quanto accertato dai Finanzieri del Comando Provinciale di Rovigo, le vittime, sulla base delle istruzioni contenute in coupons inseriti in varie riviste, credevano di aver vinto premi allettanti messi in palio dalla societ organizzatrice con sede in Porto Viro (RO). Per la scelta e la riscossione dei premi, gli utenti dovevano chiamare un numero telefonico, poi una voce guida li invitava a comporre altro numero, questa volta a tariffazione speciale, senza fornire tale informazione. Il concorso di fatto terminava qui, poich oltre a vedersi addebitare in bolletta i costi esorbitanti del numero a tariffazione speciale, dei premi promessi nessuno ha pi sentito parlare. La truffa continuata per diversi mesi,.da aprile e settembre 2012. OTRE 100MILA EURO - Grazie alla collaborazione di numerosi cittadini, alla denuncia effettuata in alcuni servizi de Le Iene e alla segnalazioni fatte alla magistratura anche da Oggi, la Guardia di Finanza di Rovigo ha sequestrato la somma truffata ai lettori, pari esattamente a 100.288 euro, destinata a confluire sul conto corrente di una societ londinese. In realt, dietro la societ britannica si nascondeva un padovano gi noto agli inquirenti per avventure dello stesso tipo. Nella circostanza la fortuna non lo ha aiutato: la Guardia di Finanza di Rovigo ha individuato la somma frutto della truffa su un conto corrente di passaggio presso una banca di Milano nel periodo in cui il soggetto era stato arrestato, su ordine della magistratura polacca, per un'altra presunta truffa a dei fornitori di merce.

intervenuto Nicola Morra, nuovo capogruppo al Senato, che ha preso tempo spiegando che al momento non ci sono in programma riunioni. Niente espulsione dunque. Vorremmo acquisire elementi per conoscere bene e valutare con attenzione. LA DIFESA DI CRIMI - Il giorno dopo le voci secondo cui sull'M5S peserebbe l'ombra della scissione, a rispondere Vito Crimi. Che annuncia di avere in programma un incontro con la senatrice dissidente Gambaro,

Madrid vende la sua metropolitana E Puerta del Sol diventa Vodafone Sol
MADRID Gi le squadre di basket o di ciclismo cambiano nome a seconda dello sponsor, ora tocca alle stazioni della metropolitana. La linea rossa del metr di Madrid, la numero due sulle dodici cittadine, diventer da settembre Linea Vodafone e, da subito, la fermata simbolo della linea (e forse dellintera rete) il chilometro zero della Spagna, la fermata di Puerta del Sol diventata Vodafone Sol. Il rosso tipico del brand non imporr cambi nella decorazione della linea, dei segnali nelle pensiline e nei corridoi, ma tutte le scritte verranno aggiornate con il nome dello sponsor. Il fatto che sia la Spagna a vendere per prima in Europa la propria metropolitana alla pubblicit non deve e non pu sorprendere. MARKETING & SNOBISMO - La crisi delle entrate fiscali dovuta alla crisi economica mette a rischio il mantenimento di tutti i servizi pubblici. Ben vengano quindi le iniziative per mantenerli in efficienza. Eppure c a Madrid chi storce il naso. Il diavolo sta nei dettagli e la scelta di marketing madrilena che non va a genio a molti. Non solo per snobismo. Il metr di Madrid in gioiello di efficienza, pulizia e capillarit. Carrozze silenziose e pulite in gran parte

LE ALTRE RICHIESTE DI CONDANNA - La Procura ha chiesto anche 11 anni di reclusione per l'ex manager della Asl di Chieti, Luigi Conga; 10 anni per Camillo Cesarone, ex sindacalista Cgil del gruppo Villa Pini, nonch capogruppo Pd in Consiglio regionale durante la Giunta Del Turco, e 9 anni per Lamberto Quarta, all'epoca dei fatti segretario della presidenza del Consiglio regionale. Per l'ex deputato del Pdl Sabatino Aracu, la richiesta stata di 9 anni, mentre per l'allora ex presidente della quinta Commissione Sanit, Antonio Boschetti, i Pm hanno chiesto 7 anni e 6 anni per l'ex assessore alla Sanit, Bernardo Mazzocca. Chiesti 3 anni per il "grande accusatore" di Del Turco, l'ex patron della casa di cura privata Villa Pini, Vincenzo Angelini.

LA CASA BIANCA - Al 12esimo giorno di proteste si moltiplicano le condanne per il pugno duro usato dalla polizia in Turchia. La Casa Bianca ha espresso preoccupazione per quanto sta succedendo, esigendo il rispetto della libert di espressione, di assemblea e di associazione, e di avere una stampa libera e indipendente. La stabilit di lungo termine della Turchia pu essere garantita solo sostenendo il diritto di espressione e quello di riunirsi ha detto la portavoce Caitilin Hayden - La Turchia un Paese alleato e amico degli Stati Uniti, e ci aspettiamo che le autorit turche sostengano queste libert fondamentali. GERMANIA - Il portavoce di Angela Merkel Steffen Seibert a Berlino ha detto che il governo tedesco segue con grande preoccupazione l'escalation della situazione in Turchia.

attive anche nelle ore piccole, vale a dire a disposizione di ci che resta della movida dei tempi belli. Una rete per costosa da mantenere. Costosissima. DEFICIT - Nonostante i prezzi alti dei biglietti e i 600 milioni di viaggiatori, il deficit viaggia sugli 800 milioni annui. Il contratto triennale stipulato con il gigante telefonico per il cambio del nome far entrare nelle casse del Metr un milione extra lanno. Un'inezia sostengono i critici. I gestori ribattono che comunque il 10% delle attuali entrate pubblicitarie e che non il caso di fare gli schizzinosi tant vero che per settembre lazienda non esclude

di dover correggere di nuovo i prezzi dei biglietti verso lalto. ONDE MAGNETICHE - Lazienda dei trasporti si difesa spiegando che il contratto con Vodafone include il miglioramento della copertura per la telefonia mobile in tutte le stazioni della linea. Una toppa peggiore del buco perch c chi teme linfluenza nefasta delle onde elettromagnetiche sulla salute. Il motivo principale delle critiche, per, non economico, n sanitario, semmai politico. proprio nella piazza di Sol, infatti, che due anni fa inizi il movimento di protesta. Per settimane studenti, pensionati, intellettuali e giovani antagonisti si accamparono alluscita del metr per chiedere un cambio nella politica

sociale, economica e politica del Paese. Porre un logo commerciale sulla piazza pare a molti unumiliazione, quanto meno una mancanza di rispetto. SVENDITA - Insomma, a rileggere il contratto con occhi critici lo si interpreta come una svendita che non serve a sanare i conti, mette a rischio la salute e, in pi, schiaffeggia la prote-

sta degli Indignados. Sulla stessa linea rossa si arriva anche alla Plaza de toros della capitale spagnola, Las Ventas. Il gigante telefonico ha rinunciato a chiamare Vodafone Ventas una fermata che per i tanti contrari alle corride andrebbe proprio eliminata. Chiss che non dovr pentirsi di non aver fatto lo stesso con la fermata Sol.

Gli undici primi cittadini che non intendono consegnare gli impianti allambito territoriale predispongono le linee difensive in previsione delludienza del 28 ottobre al TAR.

14

13 giugno 2013, gioved

Canicattini: Assise fra i sindaci Ribelli allATO idrico


Comera stato annunciato
dal vice presidente dellAto Idrico, Paolo Amenta, sindaco di Canicattini Bagni, si tenuto nel Palazzo Comunale della cittadina canicattinese, lincontro di tutti gli 11 sindaci dei Comuni che non hanno consegnato gli impianti idrici e fognanti al gestore Sai8, dopo le richieste risarcitorie, per circa 100 milioni di euro, notificate da Sai8 ai Comuni, ai sindaci, quelli attuali ed anche ai predecessori, come nel caso di Avola, e ai dirigenti degli Enti che, come sostenuto ormai da anni, contestano al gestore tutta una serie di inadempienze contrattuali, ad iniziare dalla mancata attuazione degli investimenti, alla presentazione del contratto di finanziamento a garanzia dei 500 milioni di euro di lavori che si sarebbero dovuti realizzare nei 30 anni di gestione e mai iniziati, sino al pagamento dei canoni. Insieme ai sindaci (presenti: Luca Cannata di Avola assieme al suo predecessore Tonino Barbagallo, Giuseppe Giansiracusa di Buscemi, Paolo Amenta di Canicattini Bagni. Nello Pisasale di Cassaro, Michelangelo Giansiracusa di Ferla, Pippo Cannata di Melilli, Carlo Scibetta di Palazzolo Acreide, Antonino Savarino di Rosolini, Enzo Buccheri di Sortino), e ai loro dirigenti degli Uffici Tecnici citati, questa mattina erano presenti anche il collegio di legali che difende i Comuni, il professore Salvatore Mazza, e gli avvocati Felice Giuffr ed Emanuele Tringali, oltre al presidente del Consiglio Comunale di Canicattini Bagni, Antonino Zocco, che in questi giorni ha chiesto ai colleghi degli altri Comuni lapprovazione di una mozione a sostegno della battaglia dei sindaci per lacqua pubblica. Insieme sono state stabilite le linee difensive per quanto riguarda le citazioni risarcitorie, la cui prima

udienza stata fissata per il prossimo 28 Ottobre. Nellattesa il Tar dovrebbe pronunziarsi sul ricorso fatto dai Comuni ribelli, assieme a due Comuni che gli impianti hanno consegnato come Floridia e Solarino, per dichiarare linefficacia del contratto con Sai8 (la cui prima ed unica mandataria, Sogeas, stata dichiarata fallita dal Tribunale di Siracusa, il 17 luglio 2012 con sentenza n. 41/2012), che lo stesso gestore, come ancora una volta hanno ribadito nellincontro di stamane i primi cittadini, ha pi volte violato, soprattutto nei punti cardini, costringendo in questi anni i Comuni a fare ricorso, come sottolineato questa mattina, agli strumenti del controllo di legalit che sono i Giudici. Dunque, i primi citta-

dini che non si sono piegati a Sai8, non hanno intenzione di indietreggiare, neanche di fronte a quella che stata definita una nuova minaccia attraverso azioni giudiziarie tendenti ad impaurire i Comuni nel loro insieme, e anche singolarmente, citando i sindaci e i loro dirigenti, nel tentativo di spaccare il fronte. Ma il fronte, com chiaramente emerso dallincontro e dal confronto di questa con il collegio difensivo, al contrario, si rafforza ancora di pi, convinti delle ragioni di difendere il principio dellacqua pubblica, come garantito dal Referendum votato da oltre il 90% degli italiani, e come sancito dalla recente legge n.2/2013 della Regione Siciliana che scioglie gli Ato e svincola i Comuni dallobbligo di consegnare gli impianti. Per sindaci, dirigenti e legali, che metteranno insieme le sinergie, il ricorso al risarcimento da parte di Sai8 un chiaro segno di debolezza, nel tentativo di costringere i Comuni a consegnare gli impianti prima dellapprovazione della Legge di iniziativa popolare, votata da decine di Consigli Comunali che hanno uniformato i loro Statuti riconoscendo lacqua come bene pubblico, gi passata dalla Commissione allArs e pronta per andare al voto daula. E proprio per avere un quadro completo delle varie realt esistenti in Sicilia, nei giorni scorsi la IV Commissione Ambiente dell Ars aveva voluto sentire in audizione il sindaco Paolo Amenta nella sua veste di vice presidente dellAto Idrico, e il gestore Sai8 che, in quella occasione, si rifiutato di sedere allo stesso tavolo del primo cittadino di Canicattini Bagni, in quanto rappresentante degli 11 Comuni ribelli. Alla Commissione, Amenta, nel ricostruire tutta la vicenda, aveva anche ricordato come il contratto del quale si chiede la nullit per inadempienze, sia anche frutto di una modifica delle condizioni del bando (la riduzione alla triennalit per le garanzie, dopo lavvenuta assegnazione della gara), attraverso la delibera n.3/2007 del Consorzio Ato, che il Consiglio di Giustizia Amministrativa, con sentenza n.290/2011, ha annullato in violazione del principio di par conditio.

Dopo due settimane la Procura Federale ribalta il risultato conseguito in campo dai ragazzi del presidente Giovanni Santanello.
Alla fine arrivata la decisione che ha messo fine al sogno degli U21 megaresi di disputare la finale. Dopo due settimane la Procura Federale ribalta il risultato, conseguito in campo dai ragazzi del presidente Giovanni Santanello. Di seguito la discutibile decisione: In data 06.06.2013 la Procura Federale con nota Prot. N.8017.1149, esperiti tutti gli accertamenti e le audizioni dei soggetti interessati, ha trasmesso la relazione conclusiva con le considerazioni alle quali lorgano inquirente pervenuto. Dal corposo carteggio si evince chiaramente e senza ombra di dubbio che il calciatore Miranda Antonio, mentre si trovava nei pressi della propria panchina, intento ad indossare la pettorina in quanto sostituito,sia stato colpito da tergo con un pugno alla temdopo alcune sommarie cure ricevute dal medico sociale della Societ Augusta e dal massaggiatore della Societ Lazio, a rientrare negli spogliatoi e ad abbandonare definitivamente lincontro per essere poi trasportato presso lospedale di Augusta ove, al reparto di pronto Soccorso , gli veniva diagnosticato trauma cranico N.C. e trauma rachide cervicale dorsale. Da tali conseguenze ne discende che quanto accaduto non pu che essere ascritto a titolo di responsabilit oggettiva alla Societ Augusta per la condotta posta in essere da un proprio sostenitore in danno di un calciatore della compagine avversaria, fattispecie disciplinata e sanzionata dalle norme contemplate dallart. 17 del C.G.S. A scioglimento della riserva di cui al C.U.N.762 del 27.05.2013, ad integrazione dei provvedimenti ivi adottati si decide: a) di accogliere il ricorso comminando alla Societ Augusta la punizione sportiva della perdita della gara con il punteggio di 0-6, la penalizzazione di 3 punti in classifica da scontare nella prossima stagione sportiva 2013/2014 del Campionato nazionale Under 21, lobbligo di disputare sempre per tale manifestazione due gare a porte chiuse, nonch lulteriore ammenda di Euro 1000,00 per la condotta posta in essere da un proprio sostenitore in danno di un calciatore avversario; b) viene disposto altres il rimborso delle spese mediche occorse ed occorrende sostenute direttamente dal calciatore Antonio Miranda o dalla Societ lazio per i fatti in narrativa, se richieste e documentate; c) nulla dovuto dalla ricorrente per il presente reclamo. Salvatore Cavallaro

Calcio a 5. La Procura Federale da ragione alla Lazio, Augusta sconfitta 0-6 a tavolino

SPORT Siracusa

13 giugno 2013, gioved

15

pia da persona rimasta non identificata, sportasi dalle transenne che separano il pubblico dal terreno di gioco. Le indagini hanno appurato che laggressore sia da ricomprendere tra i sostenitori della Societ Augusta che in quel frangente , in un capannello di circa 15 persone,si trovavano assiepati a ri-

dosso della panchina della Societ Lazio. Tale convincimento rafforzato dalla circostanza che nessun sostenitore della Societ Lazio aveva seguito la squadra in trasferta. Riveste inoltre valenza decisoria lentit e la gravit del colpo inferto, che ha provocato al calciatore immediate vertigini e stordimento, costringendolo

In rientro dalla trasferta Cremonese in occasione del I Campionato Nazionale di Baskin, la squadra Uisp Noto non pu che essere soddisfatta dell'esperianza appena trascorsa, sia per l'aspetto tecnico che per la sfera emozionale. Il destino ha voluto che i ragazzi capitassero in un girone molto tosto e che affrontassero quindi le due squadre di Cremona: la SAN ILARIO e la SAN MICHELE che, nonostante fossero

Baskin. La Uisp Noto torna da Cremona con il titolo di squadra rivelazione


tra le favorite, hanno faticato parecchio per accaparrarsi la vittoria contro i nostri ragazzi, terminando entrambe le partite con un distacco di soli 4 punti (2 canestri); altrettanto ottima la partita giocata contro la squadra di Ferrara, terminata con la nostra vittoria con il punteggio di 79 a 34. Inoltre tra la classifica stilata dei migliori 5 marcatori del Campionato, il 2 ed il 3 posto si colorano con il rosso e il giallo della Sicilia, rispettivamente Annarita Fichera (75 punti) e Benito Caruso (74 punti). Eccellente dunque la prestazione della UISP Noto che, nonostante gli infortuni in campo dei tre numeri 5 Peppe, Martina e Paolo, hanno regalato tantissime emozioni fuori e dentro il campo, conquistando cos il titolo di "Squadra rivelazione" di questo Campionato e il premio Simpatia e Allegria.

16

13 giugno 2013, gioved

Autosport S.r.l. C.da Targia 18

Siracusa Tel.0931 759918

autosport.toyota.it