Sei sulla pagina 1di 40

Prima lezione:

Sociologia della famiglia


FAMIGLIA: vogliamo indagare quanto non
sia un concetto universale, ma situato,
eterogeneo e continuamente (ri) prodotto
nelle pratiche.


Ruoli: differiscono per etnia, cultura,
posizione sociale, condizioni socio-
economiche.


Identità': è un concetto in continua ri-
definizione.


Lignaggio e clan come sistemi condivisi di
classificazione in base a discendenza e
pratiche di integrazione sociale e
culturale.
Il concetto di socializzazione
Il concetto di famiglia
Foucault: La famiglia di Isomaco

“L'Economico” di Senofonte è un trattato di vita


agricola e matrimoniale nell'Antica Grecia.
• Agorà/Oikos: casa concepita come sfera
di attività non pubbliche.
• Stegos (riparo): non vivere all'aperto
come le bestie.
• Koinonia: “il matrimonio è una
comunanza di beni, di vita e di corpi”.
• Pistos: il marito fedele non è colui che
identifica lo stato matrimoniale con la
rinuncia a ogni eventuale piacere sessuale
preso con un'altra donna che non sia la
sposa legittima: è quello che garantisce
per sempre alla moglie i privilegi che le
sono riconosciuti dal matrimonio.
Foucault, M. 1984 L'usage des plaisirs, Gallimard, Paris (trad.it. 1984 L'uso dei piaceri,
Feltrinelli, Milano).
La famiglia moderna come pratica quotidiana
La rappresentazione sociale della famiglia di oggi
(...)
FAMIGLIA:
Indagare quanto non sia un concetto universale,
ma situato, eterogeneo e continuamente
(ri) prodotto nella condivisione di pratiche e rappresentazioni.
Contatti familiari
occidentali
e nelle isole Tonga
La famiglia estesa
file:///Volumes/NO NAME/.Trashes/501/File0018.jpg

Identità e lignaggio
Sistema patrilineare
Sistema matrilineare
Pratiche primitive di classificazione sociale
• LIGNAGGIO • CLAN
“Un gruppo di consanguinei che “Qualsiasi gruppo che sia
percepisce i legami di esogamico a causa del
parentela più fortemente per possesso di un nome
una linea di discendenza che comune, della credenza nella
per l'altra”. comune discendenza dei
membri da un antenato
comune, di un rituale
comune o di altri fattori che
creano tra i membri il senso
della parentela”.

Steward, J. 1955 Theory of Culture Change, UIP, Urbana (trad.it.


1977 Teoria del mutamento culturale, Boringhieri,
Torino), pp. 206-208.
Tabù dell'incesto
Definizione di Dorothy Willner (1983):
“qualsiasi regola o disposizione di regole che proibisce l'attività sessuale tra parenti”
Judith Butler
La rivendicazione di Antigone
(2000)

La parentela tra la vita e la morte

Contrapposizione tra Antigone e Creonte, scontro tra le


forze della parentela e dello Stato.

“Antigone non rappresenta la parentela nella sua forma


ideale, ma la sua deformazione e dislocazione, che
mette in crisi i regimi di rappresentazione dominanti e
solleva la domanda su quali avrebbero potuto essere le
condizioni di intelligibilità che avrebbero reso possibile
la sua vita, o meglio, quale rete di rapporti renda
possibile la nostra vita, l'esistenza di chi tra noi
confonde la parentela nella riarticolazione dei suoi
termini”.
Claude Lévi Strauss

“La proibizione dell'incesto non è né di origine puramente culturale, né di origine puramente naturale;
non è neppure una combinazione di elementi compositi, attinti in parte alla natura ed in parte alla
cultura. Essa costituisce invece il passo fondamentale grazie al quale, per il quale, e soprattutto nel
quale, si compie il passaggio dalla natura alla cultura. In un certo senso esso appartiene alla natura,
giacché costituisce una condizione generale della cultura: di conseguenza non bisogna meravigliarsi
che essa ritenga dalla natura il suo carattere formale, ossia l'universalità. Ma in un certo altro senso
essa è già la cultura che agisce e impone la propria regola in seno a fenomeni che inizialmente non
dipendono da lei”.

Lévi-Strauss, Claude 1949 Les Structures élémentaires de la parenté, (trad.it. 1984 Le strutture elementari della parentela, Milano, Feltrinelli) p.67.
Il tabù dell'incesto secondo William Durham (1991)

• è un fenomeno concettuale nella mente degli esseri umani socializzati.


• è trasmesso socialmente (eredità culturale).
• ha un importante dimensione simbolica (relativo a trasgressione e
dissacrazione dei valori).
• Le restrizioni sul sesso fanno parte di un sistema più esteso di regole
relative alla parentela e all'organizzazione sociale...
• ...e che derivano da storie sociali (memi) pre-esistenti.
• è un concetto che si è evoluto come effetto della riproduzione tra
consanguinei (omozigosità).
• dimostra la relazione geni/cultura.
Co-evoluzione di geni e cultura
secondo William Durham (1991)

• Enhancement
• Neutrality
• Opposition
Concetto di
co-evoluzione genetica e culturale.

Ipotesi della riproduzione biologica e replicazione culturale

• GENI: (Watson & Crick, Dawkins)

• MEMI: unità di
selezione/informazione culturale
(Dawkins, Blackmore)
Il concetto di socializzazione