Sei sulla pagina 1di 32

CITTA DI ALESSANDRIA

COMMISSIONE TEMPORANEA E SPECIALE DI CONTROLLO SULL'ATTIVITA' DELLE SOCIETA' PARTECIPATE AMAG, ATM, AMIU-ARAL, ASPAL

RelazionedellaCommissionesullaPartecipataAMAG.
1

1. Notaintroduttiva; 2. Premessa;

INDICE

pag.4 pag.5 pag.6 pag.8 pag.10

3. Brevestoriadell'Azienda;

4. AMAGS.p.A.unaHoldingsuigeneris; 5. Entrate:

5.1)Lincrementodeiprofittinelsettoregas 5.2)IlcasoContrattovenditagasSocietSalerno 5.3)L'insinuazionedelcreditonellamassapassivadelComunedi Alessandria pag.12

6. Evoluzionedeicreditiedeidebiti

7. Datieconomici,datipatrimonialieinvestimenti: pag.13 7.1) Datieconomici 7.2)Datipatrimoniali 7.3)Investimenti 8.LeSpese: pag.15 8.1.Spesepromozionali,dirappresentanza,erogazioniliberali 8.2.Consulenzeamministrative,tecniche,legali 8.3.RimborsispeseCEO,AmministratorieCollegiodeiSindaci 8.4.SpesepergliAmministratori 9 Investimenti:DepuratorifognaridellaFraschetta,l'infinitastoriadel RioLovassinaelasuadepurazione; pag.19 2

10 Laprotestadeicomuniminorisocidiminoranza; 11 Alenergyeilturboespansore;

pag.21 pag.22 pag.23

12 Analisiconclusivaeproposteoperative: 12.1. Lapropostaoperativa 13 Ringraziamenti. TABELLE

pag.26 pag.27

Tabella1Riepilogodellespesepromozionali,erogazioniliberali espesedirappresentanza. Tabella2Riepilogodellespeseperconsulenzeamministrative, tecniche,certificazioni,professionalielegali. Tabella3Riepilogodellespeserimborsiamministratori, collegiosindacale,speseCEO. Tabella4Riepilogodelvaloredellaproduzione,deiricavipervendite eprestazioni,deicrediti,totalidelgruppoAMAGS.p.A.

Tabella5Riepilogodeicostidellaproduzione,deidebiti, totalidelgruppoAMAGS.p.A.

Tabella6MOLeUtileanteimpostedelgruppo Tabella7Attivoimmobilizzatoecircolante,passivitconsolidatee correnti. Tabella8Investimentidelgruppo


Allegatifuorifascicolo: DocumentispecificheTabellan.1; DocumentispecificheTabellan.2; DocumentispecificheTabellan.3; DocumentispecificheTabellan.4e5;

1)NOTAINTRODUTTIVA Il Consiglio Comunale, con Delibera n. 94 del 08/11/2012 ha istituito la speciale Commissione di controllo sull'attivit della societ partecipata AMAG S.p.A. IpotericonferitiallaCommissionesono: a) effettuarericercheconoscitiveinmeritoall'attivitdellesuddetteSociet inunperiododitemporelativoagliultimicinqueanni,dal2007al2011, con possibilit di estenderli qualora la Commissione ne rilevasse la necessit; b) richiedere l'intervento alle proprie riunioni di Assessori, Dirigenti, FunzionarieConsulentidelComune,RappresentantidelComunein Enti, Consorzi,SocieteConcessionaridiServiziComunali; c) organizzareaudizioniilcuiprogrammadecisodallaCommissione;icui lavorinonsonopubblici;chepresenteralConsiglioComunalealtermine deilavoriunrapportodellaricercaconoscitivaconeventualipropostedi indirizziperl'Amministrazione. L'attivit della Commissione, composta dal Presidente, Vicepresidente e cinqueMembri,tuttielettinelConsiglioComunale,persuanaturaefunzionedi carattereesclusivamentepolitico. L'attivitdellaCommissionesiarticolatain22sedute,in8audizionidi responsabili, funzionari e rappresentanti di Comune, Amag Spa, ATO 6 e rappresentantidelCollegiodeiSindaciRevisori,nelperiododal15/11/2012al 27/05/2013. Notevole stata la mole di documenti, relazioni e prospetti acquisiti nel corsodeilavori. Siprecisainfineche,perquantopossibileeperunafacilitdiesposizione, la presente relazione correlata da schede e documenti allegati che rappresentano il dettaglio, a disposizione dei Signori Consiglieri, di quanto in essasuccintamentedescritto,valutatoeproposto.

2)PREMESSA La Commissione preso atto della vicenda penale in corso a carico dell'ex Responsabile della societ Lorenzo Repetto, ora sotto processo per presunti reati con capi di accusa di truffa aggravata (aver chiesto e ottenuto rimborsi chilometrici maggiori rispetto a quelli effettivi e superiori alle tariffe) e abuso d'ufficio (aver fatto assumere dalla societ 34 persone senza rispettare procedure,qualiverificadeirequisitirichiestieadozionedisistemidiselezione trasparenti)siastenutadall'esaminaretalieventiaziendali. Si informa inoltre questo Consiglio Comunale che in data 07/01/2013 nella cassetta delle comunicazioni del Presidente della Commissione stata depositata una busta chiusa, affrancata e recante timbro postale di Genova, contenenteunaletterascrittaconprogrammainformatico,afirmaincalcenon autografa"ungruppodidipendentiAmag",recanteunlungoelencodipresunti gravifattiaziendali. AllaprimasedutadellaCommissione,ilPresidentehainformatoiMembri, esudecisionepropriacondivisaallunanimitdeipresenti,hatrasmessoilplico allaProcuradellaRepubblicapressoilTribunalediAlessandria. Sulla base dei poteri conferiti e in ottemperanza all'incarico assegnato, terminati i lavori di controllo inerenti l'attivit della Societ AMAG S.p.A., la Commissione ha redatto il presente rapporto sulla ricerca conoscitiva, contenente in chiusura proposte di indirizzo generale sulle migliori azioni da intraprendere nella istituzione di Societ, sul potere di indirizzo generale e controllo successivo effettivo in capo alla Amministrazione e al Consiglio Comunale.

3)BREVESTORIADELL'AZIENDA Al fine di rendere chiare le caratteristiche, la struttura e le finalit dell'Azienda, si richiama brevemente la sua storia e trasformazione sino allattualeconfigurazione. Alle origini la societ, denominata Amag Azienda municipale acqua e gaseraunamunicipalizzataastatutospecialeperilservizioidricoegas. Il raggio di azione, con le nuove norme dettate dalla legislazione, si allargato verso il servizio idrico integrato (comprensivo quindi del servizio fognature). Nel1998conunsuccessivoallargamentodellagestionedelservizio,Amag si trasformato in un consorzio: Cisi Consorzio Intercomunale Servizi Imprenditoriali cui sono stati affidati i servizi del ciclo idrico integrato nel territorio dei comuni consorziati della Provincia (inizialmente circa 25 per raggiungerepoiunacinquantina)eladistribuzionedelgasmetano. Nel 2002 in seguito ad un ampio e mutevole contesto normativo, che ha visto l'inserimento dell'art. 35 della legge 448/01 che stabilisce che gli Enti LocalitrasforminoleaziendespecialieiConsorzichegestisconoservizipubblici in societ di capitali (Spa), il Cisi ha cambiato ragione sociale, diventando una Spa.Il4ottobre2002sicostituiscela Amag Spa Azienda multi utility acqua egasSpa. Nel 2003, in seguito alle nuove norme legislative che prevedono la separazionesocietariatraproprietdelleretielavenditaedistribuzionedelgas metano, nasce la prima partecipata di Amag S.p.A., lAlegas Srl inizialmente al 100% poi con compartecipazione del 20% con Iride, poi quota rientrata e riassorbitadallAmagS.p.A.conl'uscitadiIride. Inseguito,nelsettoregasmaconspecificooggettolagestionedelcaloree della climatizzazione, nasce la nuova partecipata Ream Spa in compartecipazione con la nota azienda cittadina Restiani Spa. Come precisato, non vende semplicemente gas ma gestisce impianti o li realizza ex novo con contratti normalmente di 10 anni e funge da terzo responsabile per la conduzione degli stessi. Fornisce pertanto un servizio tutto compreso: installazione caldaie, produzione calore, conduzione dell'impianto. In questo modo, vista la forte concorrenza nella semplice vendita del gas ai consumatori finali, almeno nei grossi impianti e nei condomini con riscaldamento centralizzato,dauna parte AMAGSpAeALEGASSrlsi assicuranola venditadel gasedall'altraRestianiSpAcontinuaafareimpiantiegestirli. In ultimo vede alla luce una nuova partecipata, Alenergy Srl a scopo di produzioneenergiautilizzandofontirinnovabili. Infine,sirammentache,inottemperanzaallultimariformadelsettore,la rete di distribuzione del gas, suddivisa in 177 ambiti sul territorio nazionale, 6

dovevaandareagaraentroil31122012.Ilcomuneel'AMAGginel2010si sono premuniti di organizzare la situazione rispetto alle reti gas, concordando un modo di valutazione degli impianti da mettere a gara che unitamente alle altre reti delle due ditte presenti nel suo ambito (Metanprogetti e F2I), denominata Alessandria Centro, che serve 11 comuni oltre Alessandria, formeranno la base di gara da bandire a cura del comune di Alessandria quale stazioneappaltante. Se AMAG SpA non si aggiudicher la gara, ricever il compenso per il valore delle reti impiantate e rimarr solo come Azienda di gestione integrata del servizio idrico. Invece se, investendo capitali, si aggiudicher l'ambito, gestirlaretecomplessivagaspertuttiidodicicomuni. La situazione attuale di quella che si pu definire una sorta di Holding partecipatadalcomunediAlessandrialaseguente: Comune Alessandria AMAGS.p.A. 74,64% AlegasS.r.l. ReamS.p.A. AlenergyS.r.l. 100% 51% 100% Vista la composizione e la suddivisione aziendale in casa madre e tre partecipate, l'azione della Commissione non poteva esimersi dal visionare, seppure molto succintamente, l'intera compagine, anche e soprattutto per la verificatapeculiareorganizzazioneeamministrazionedell'interaholding.

4)AMAGS.p.A.UNAHOLDINGSUIGENERIS. La prima constatazione riguarda la compagine del gruppo Amag S.p.A. Infatti, dall'esame dei documenti e dalle audizioni si costatato che la holdingsuddivisainquattroAziende,dicuitrestrumentalidellacapogruppo. Ilveropoterestrumentale,amministrativo,tecnicoedecisionaleincapo allAziendamadreecioall'AmagS.p.A.epertantoalsuo factotum,Consigliere, PresidentedelC.d.A.,Amministratoredelegato,infinenominato chief executive officer (CEO) termine in uso negli Stati Uniti, che si ormai diffuso in campo internazionale nel linguaggio economico, Sig. Lorenzo Repetto, sino alla sua rimozioneavvenutail05/07/2012. Sipotutocostatarecheletresocietpartecipate(AlegasS.r.l.,ReamS.p.A., Alenergy S.r.l.) sono prive di personale, hanno sede negli stessi locali dell'AmagS.p.A.,el'attivitamministrativaconseguenteacontrattodisevizio con Amag S.p.A. per quanto riguarda la "fornitura" di tutto il personale necessarioemoltialtriservizi. In particolare, acquisiti copia dei patti parasociali intercorsi in data 19 luglio 2005 e 16 gennaio 2009 tra le societ Amag S.p.A. e Alegas S.r.l. da un a parteelaIridemercatoS.p.A.dall'altra(sociodiminoranzadellaAlegasSrl,poi riassorbita)sipotutocostarechenell'allegatoAalsecondoatto(16012009) laAmagS.p.A.inforzadiuncontrattodiservizioconAlegasS.r.l.fornisce tutta unaseriediservizi. Nel dettaglio le seguenti prestazioni: lettura di misuratori e gestione dei dati di consumo, servizi di sportello, servizi di incasso fatture, servizi di elaborazionedati,servizigestionedimorosit,servizididirezioneestaff,affitto localiperlavendita,piuncompensodiversificatoperleattivitfinalizzateallo sviluppodelleacquisizionidimercatoperogniclienteacquisitofuoridallarete diAlessandria.Iltuttoafrontedispecificicompensidettagliatiinatto.
Ci si domanda cosa rimane in capo alla Alegas S.r.l. come Azienda a se stante?

Cos come la parte tecnica di Ream S.p.A. assicurata da altrettanto contratto di servizio stipulato con la Restiani S.p.A. che per gli impianti di riscaldamento condotti quale terzo responsabile ne assicura la carica prevista dalla legge e per la loro manutenzione tecnica degli impianti ex novo si avvale delpersonaledellaRestianiS.p.A.Laparteamministrativaealtriservizirestano incapoallaAmagS.p.A. Nella stessa contabilizzazione delle spese promozionali delle tre Aziende (AmagS.p.A.,AlegasS.r.l.eReamS.p.A)sirilevatounostrettointreccio,dovei costi sostenuti da una sono stati in seguito e in parte addebitati all'altra e viceversa(vedasiparagrafo6). 8

Il tutto rappresenta in pratica un unicum che risponde al CEO, e non a singoli Consigli di Amministrazione. Questa situazione di fatto, ancorch sia legittimarispettoallalegge,aldirittosocietarioeallalegislazionecomunitaria, si differenzia rispetto alla definizione economica di azienda, cio un insieme organizzato di beni e persone, idonei a concorrere alla realizzazione di una determinata attivit. Soluzione organizzativa che ci porta a nutrire perplessit sullasuabont. Aifiniquiconferenti,cisidomandacosapossarappresentarequestazienda cos articolata e organizzata rispetto al disegno originario a suo tempo deliberato dal Consiglio Comunale pro tempore, che intendeva regolare, organizzare, assicurare il servizio di fornitura del gas metano attraverso una retecheraggiungessetuttiicomuniconsorziati,nedistribuisseilgasaisingoli consumatori (Imprese e Privati) ma che totalmente sfuggito nel tempo al controllopoliticodemocraticodell'Organorappresentantelacittadinanza. Qui sinnesca il difetto che insito nella stessa legge. Spetta al Consiglio Comunale la deliberazione di costituzione o meno di unazienda cui il comune partecipa, in toto o parziale propriet, ma poi la persona del Sindaco pro temporearappresentareilcomune.Edegli,inperfettaautonomia,senzadover passare per successive deliberazioni consiliari, pu agire come meglio ritiene, comeilcambiareoggettosociale,deliberarelacostituzioneopartecipazionein altre societ, costituire societ in partnership con privati senza che si passi a bandi pubblici e quindi trasparenti per scegliere con quali privati associarsi, concorrendoneifattiallapossibilecostituzionesulterritoriodiunmonopolio,e viadicendo. 9

5)ENTRATE 5.1) Lincremento dei profitti nel settore gas Sul fronte delle entrate. questa Commissione ha rilevato un forte incrementodeiprofittiperquantoconcernelavenditadelgas.Sipassatidaun deltadi: 380.814,95nellannotermico2006/2007 ad520.304,45nel2007/2008, ad 1.187.112,36 nel 2008/2009 (anno in cui iniziarono i primi scontri traisociperlannullamentodeipattiparasociali), a2.284.192,35peril2009/2010, a6.764.640,00peril2010/2011, a6.382.528,40peril2011/2012. Se da un lato le dinamiche del mercato e levoluzione normativa hanno senzaltro giocato a favore, dallaltro lato non sembrano irrilevanti le scelte operate da AMAG. Da quanto emerge dai verbali siamo infatti venuti a conoscenzacheIREN(exIrideMercato,exAMGA)inforzadeipattiparasociali stipulati tra AMAG e AMGA per Alegas vantava un diritto di prelazione circala fornituradigasdoveIRENstessasvolgevaanchelafasedirichiestadelleofferte (anni20062007,20072008,2008/2009)erisultandoinfinesemprevincente,a probabilesvantaggiodegliinteressisocietaridiAMAG.Successivamentelafase di richiesta offerte stata svolta direttamente da AMAG (20092010, 2010 2011) mantenendo IRIDE Mercato comunque il diritto di prelazione, tanto che tralaprimaoffertaelultimaIride(poiIren),puressendoilpartnerindustriale, oper sempre rilevanti ribassi (a titolo di esempio per la fornitura 2010/2011 tralaprimaoffertaelultimainadeguamentodellealtreoffertepervenuteIride oper 2,453 milioni di euro di ribasso in una sola giornata). Dalla fornitura 20112012, dopo la riacquisizione del 100% delle quote di Alegas da parte di AMAG,IRENnonesercitapialcundirittodiprelazione. 10

5.2)

In questanalisi, si evidenzia il caso della vendita di due contratti di Gas metano,n.01006001Gdell11052010en.1111126Gdel31052011,perun ammontaredi25milionidieuroNONsupportatidaunafidejussione,dapartedi Alegas S.p.A. con una ditta della provincia di Salerno, la SICME, partecipata al 100%daAmalfitanaGasdelgruppoMazzitelli. Al momento risulta un credito residuo di 6.53.396,61 in corso di recupero,cheterminernel2014. 5.3) L'insinuazione del Credito nella Massa Passiva del Comune di Alessandria.

Il caso Contratto Vendita Gas Societ Sicme con sede in Salerno

La sofferenza dei crediti verso la maggiore controllante, il Comune di Alessandria, ha comportato la necessit di insinuarsi nella massa passiva della procedura di dissesto, gestita dall'O.S.L., per un totale di fatture non pagate, compresoaccessori,pariad13.111.761,00.

11

6)EVOLUZIONEDEICREDITIEDEIDEBITI. L'analisi ha tenuto conto dei bilanci consolidati dell'intero gruppo AMAG S.p.A.(dituttee4lesociet). Durante le audizioni, si rilevata un forte sofferenza creditoria che sta esponendo le singole aziende del gruppo a situazioni di potenziale perdita di ricaviacausadi possibiliinsolvenzedeidebitorie,di conseguenza,alrischiodi mancanzadiliquidit. Dallesame dei bilanci consolidati si ricava, nel periodo esaminato che i crediti totali passano da 49.975.329 al 31/12/2007 a 82.218.443 al 31/12/2011.Ildettagliodellesezionidituttiicinqueannirilevati(20072011) specificatoallallegataTabella4. Sulla base dei dati consegnati e come dichiarato dallA.D. Borsi in sede di audizione,siregistraunacrescitadellesposizionedebitoria,siaingeneralesia, ancoradipi,versolebanche. Dallesame sempre dei bilanci consolidati si ricava, nel periodo esaminato che i debiti totali passano da 46.800.646 al 31/12/2007 a 99.693.599 al 31/12/2011.Ildettagliodellesezionidituttiicinqueannirilevati(20072011) specificatoallallegataTabella5. Questaparticolaresituazionedebitoriasicaratterizzaperlafortepresenza didebitoabreve. LAssessore Bianchi, nella sua audizione, ci ha riferito che le aziende tendonoafinanziaregliinvestimenticonpassivitalungotermine(prestiticon istitutidicredito)alfinediconseguireungiustoequilibriodibilancio;inAMAG invece gli investimenti sono stati finanziati con passivit a breve. Tale scelta porta a grossi problemi di liquidit, accentuati dalla corresponsione di alti interessi passivi (sui debiti a breve vengono richiesti tassi pi alti di quelli praticatiperidebitialungascadenza). Nel corso della sua audizione presso la Commissione del 29/11/2012, lAmministratoreDelegatoBorsihaspiegatocheilgruppoAMAGstavavivendo una crisi finanziaria drammatica a causa dei molti investimenti fatti negli anni scorsisenzacoperturafinanziariaequestomodusoperandi,asuogiudizio,ha impoverito il gruppo. Il medesimo ci ha informato che al momento del suo insediamento (agosto 2012) aveva trovato molti cantieri aperti senza la possibilitdipagareledittefornitrici.Laconseguenzastataquelladibloccarei lavori. LostessoCollegioSindacaleconverbaledel12/12/2011,tenutocontodella grave situazione finanziaria della societ, invita la stessa a non procedere in futuroallarealizzazionediimpiantidiqualsiasispecie.

12

7)DATIECONOMICI,DATIPATRIMONIALIEINVESTIMENTI 7.1)Datieconomici Si prende in considerazione quale indice di redditivit il MOL (margine operativolordo)elutileprimadelleimposte. 2007 2008 2009 2010 2011
Margineoperativo lordo Utileanteimposte 9.151.040 40.153 9.029.266 836.287 11.599.805 2.325.158 15.518.575 2.061.032 15.672.849 1.711.487

Dalla tabella allegata si evidenzia come il margine operativo lordo, cio quelloche"resta"deiricavidopoaversostenutoicostiinerentilaproduzione, stato in costante crescita passando da 9.151.040 nel 2007 a 15.672.849 nel 2011. Alfinedivalutarelagestioneconsolidatadigruppo,sipostolattenzione sullutileprimadelleimposte,rivelatoredellutiledellaziendaalnettodituttii costi, ivi compresi quelli finanziari, prima del pagamento delle tasse. Lutile consolidatodelgruppoAMAGpassada40.153del2007a1.711.487del2011. 7.2)Datipatrimoniali Visto laumento dellesposizione debitoria, vedere paragrafo 6, abbiamo ritenuto utile osservare i dati patrimoniali, rilevando levoluzione degli investimenti di media/lunga durata (attivo immobilizzato)e l'insieme degli impieghi di breve durata e dei mezzi gi liquidi (attivo circolante) al fine di fotografare esattamente il capitale investito. Ugualmente abbiamo osservato la consistenzadelpatrimoniodiproprietdell'impresa(patrimonionetto),lefonti con capitale di debito che hanno scadenza superiore a 12 mesi (passivit consolidate) e i debiti, sia verso fornitori che finanziari, che si possono estinguereentrounanno(passivitcorrenti). 13

Nella tabella allegata n. 7 possibile notare sia lincremento dellattivo immobilizzato che dellattivo circolante, per cui il valore patrimoniale del gruppodunqueaumentatoda147.449.789del2007a228.068.313del2011. Sinotainoltrechetralefontiilricorsoalfinanziamentoconscadenzasuperiore ai 12 mesi (da 14.675.579 a 58.985.146) cresciuto molto pi che le fonti di finanziamentoabrevetermine(da47.967.400a74.359.059). 7.3)Investimenti Analizzando nel dettaglio gli investimenti del gruppo AMAG nel corso del quinquennio 20072011 abbiamo rilevato che sono stati investiti oltre 78 milionidieuro,ripartiticomenellatabellan.8allegata. Afrontedi52.892.953dieurodinuovidebiticontrattidal2007al2011si registrano78.049.257dieurodiinvestimentidicuiquasi20milionidieuroper lampliamento della rete fognaria e 19 milioni di euro per lampliamento e la sostituzionedellevecchietubaturedellareteidrica. 14

8)LESPESE La Commissione si in particolare soffermata sull'analisi e approfondimento delle spese sostenute dall'intero gruppo. Al fine di raggrupparle per evidente omogeneit di scopo, sono state suddivise in tre sottogruppi:perpromozioni,perconsulenze,perrimborsi. 8.1)SpesePromozionali,diRappresentanza,Erogazioniliberali. L'ammontare totale delle spese promozionali, rappresentanza e per liberalit nei cinque anni di 4.602.203,72 per l'intero gruppo (tabella 1 dettaglio),comedaprospettidettagliatifornitidall'Azienda. Le suddette spese sono state raggruppate perch nella loro descrizione analitica fornita dall'azienda, si caratterizzano in massima parte per vere e proprieelargizioni. Alcune di esse sono naturali e comuni nelle normali attivit aziendali soprattuttoprivate,moltomenocrediamoinquellepubblicheproprionelcampo delladistribuzioneederogazionediacqua. Settorichepercostituzioneeorganizzazione,almenosulnostroterritorio, sonoinregimediquasi,senonpuro,monopolio.Sipensisoprattuttoalsettore del servizio idrico integrato e quella della rete di distribuzione gas (core businessAmagSpA). Alcuniaspettidiquestespese,comuniatuttelequattroAziende,portanoa qualificarel'attivitdellHoldingsimilareaunasortadi"FondazioneBancaria" nella sua attivit sociale. Non si vuole giudicare la bont degli interventi economici, piccoli o grandi, che appaiono in larga parte meritevoli, ma la titolarit di tali interventi. Se l'Azienda aveva simili risorse, era il Comune, meglio i Comuni soci proprietari, che dovevano in modo trasparente e regolamentatodecidereachiequantocorrispondere. Secondo la normale azione aziendale, la presenza di risorse disponibili dovevariversarsipositivamentediminuendoletariffeapplicateneiserviziresia favoredituttalacollettiviteclientela. La disamina completa dei soggetti destinatari di provvidenze varie sono elencatinelleallegateschedesuddiviseannoperannoeperAzienda. Nel quinquennio in totale del gruppo si contano come spese di rappresentanzainterventiin87voci. Spesepromozionali,sempreintotale,per433vocidovetroviamodituttoe di pi. E' persino imbarazzante citarne alcune. Si rimanda agli allegati per la lettura. Erogazioni liberali per 124 interventi. Come per le promozionali i beneficiarisonosvariatisoggetti,comedadettaglionegliallegati. Quinecitiamosoloalcunicampidiappartenenza,pertutteetrelevoci. 15

Si va dalle promozionali per radio, Tv, agenzie, giornalisti, litografie, squadredicalcio,volley,rugby,comuni,spettacoliteatrali,circoliricreativi,ditte varie,singoli,eviadicendo. Passando per le spese di rappresentanza per biglietti Natalizi, animazioni perbambini,contributivari,colazioniepernottamentidilavoro,alberidiNatale compresomontaggioesmontaggio,inaugurazioni,omaggi,contributi,fornitura eposafiori,addobbiNatalizi,lafamosafontanadell'anniversario,ecc. Pergiungerealleliberalitperscuole,associazioni,musei,bandemusicali, istituticooperativi,circoli,Diocesi,Parrocchie,CasediRiposo,Protezione Civile, contributialTRA,Asili,Comuni,ecosivia. In tutti e tre le categorie di spesa raggruppate in unica tabella, si vanno dalle poche centinaia alle centinaia di migliaia di euro. Insomma, un occhio di riguardoatutti,oquasi!Peruntotale,ripetiamo,dioltre4,5milionidieuroin cinqueanni. Ulteriori Spese di tipo "Promozionali, di Rappresentanza, Erogazioni liberali". Oltreaquantosopradescritto,inparticolaresiriscontataanchelaspesa per rose compresa la messa in opera per 190.000,00 di orchidee per 80.000,00scultureinlegnoper10.000,00.IltuttopiIVA. Leggendolapagina11dellanotaintegrativaalBilancio2010AMAGSpA,si rilevatoche:"inadempimentodelladeliberazionedelConsiglioComunaledi Alessandriadel26/04/2010,n.81,statosottoscrittouncontrattointegrativoe diadeguamentoinforzadelqualestatosancitoildirittodiAMAGapermanere nelserviziodidistribuzionegassinoal31/12/2012.Lamisuradeldiritto(costo perAMAG)quantificataineuro2.236.398perilbiennio2011/12cuioccorre aggiungere, in forza del successivo contratto integrativo i lavori eseguiti da AMAG relativi alla Cittadella e gli interventi sui fabbricati di Via Longo/piazza Pertini che costituiscono premi in natura a fronte della proroga della concessione(Euro357.107)". Dalla lettura del citato contratto originario di proroga non si fa menzione della necessit di un contratto integrativo che ha dato origine a tali lavori aggiuntivi,neppuresirinviaadaltraprevisionecontrattualenecessariaaldiritto apermanerenelserviziodistribuzionedelgas. Coscomenelcorsodel2010,sempreAMAGSpAhaacquistatounacucina per106.000,00poirivendutaadALEGASSrl,installatainCittadellaedatain permutaalComuneincambiodellaesposizionenelristoranteallestitodellogo dellaALEGASSrl. DallaudizionedelDott.ChiappinoDirigenteAmagS.pA.del21032013sie appresochepressoimagazzinidellasociet,sonostoccateattrezzatureperaree giochi per bambini (scivoli, altalene, panchine, ecc.), per la riqualificazione dei 16

parchi pubblici, acquistate nell'ambito del progetto Eco Park, da Amag e Alenergy,perunasortadicompensazioneambientale.Progetto,approvatocon delibere delle Giunta Comunale n. 104/2011 e n. 11/2012, per un costo di 800.000,00. Responsabiledelprogettoeral'ArchitettoSumma,dipendenteAmagS.p.A. Nella seduta del 10/04/2013 e durante il sopraluogo presso il magazzino ove sonostoccatiigiochi,lastessaArch.Summahaconfermatocheeraacaricodella societsial'acquistosialaloroinstallazione,cheilprogettoprevedeva3stepdi avanzamentolavori,ilprimocompletato,ilsecondoal50%eilterzononancora iniziatocausasopravvenutiproblemidiliquidit. Agli atti risulta una lettera del 26/10/2012 con la quale Amag S.p.A. risponde alla ditta fornitrice, Eurocomitalia S.r.l., con la quale conferma l'esistenzadifatturedasaldare(n.1acaricoAmagS.p.A.en.4acaricoAlenergy S.r.l.perundebitototaledi134.798,30)erichiedelapossibilitdi restituire comestornoallafornitriceigiochiinutilizzati. 8.2)ConsulenzeAmministrative,Tecniche,Legali. In questo paragrafo si evidenziano tutte le consulenze attivate dalle tre Aziende che nei cinque anni ammontano a ben 3.493.620,37(tabella 2 dettaglio). Nella tabella 2 possibile leggere per anno, tipologia e azienda il totale delleconsulenze.L'unicadomandapoliticachecisiponeriguardainparticolare le consulenze tecniche: non esistevano in azienda professionalit adeguate a svolgeretalicompitirisparmiandocoscifreconsiderevoli? IndicazioniintalsensoletroviamonelVerbaledelCdAAmagS.p.A.,del08 112012 al punto 8) "Informazioni sulle Relazioni Sindacali" dove si legge: "il settore tecnico deve incrementare le proprie attivit. essendo stati eliminatileconsulenzeegliincarichiesterni"... Ci la dice lunga sulla logica delle consulenze esterne, purtroppo sempre presente. Oltre a rappresentare un notevole costo aziendale, costituisce una mortificazionecostantedelleprofessionalitinterne,ostacolandoneilcontinuoe assiduoaggiornamento. 8.3)RimborsispeseCEO,AmministratorieCollegiodeiSindaci. IltotaledellespeseperrimborsieperrimborsiKm,agliamministratori,al collegio sindacale, al CEO ammonta a 287.490,22(tabella 3 dettaglio) nel quinquenniopertuttoilgruppo. Comeanticipatoall'iniziodellarelazione,poichsonoincorsoazionipenali su questargomento, la Commissione si astiene dall'esprimere commenti evalutazioni. 17

8.4)SpesepergliAmministratori PerquantoattieneinvecelespesedelConsigliodiAmministrazionequeste si sono ridotte sensibilmente: il costo del CdA (allora di 19 membri) e del Direttore Generale ammontavano precedentemente a 420.000 (dei quali 134.000venivanocorrispostiallIng.InversoinqualitdiDirettoreGenerale) mentreconlagestioneRepetto(cheaccentrsudisidueruolidiPresidentee Direttore Generale)ilcostoscesoa250.000 (deiquali184.000 attribuiti per le responsabilit gestionali ai membri del CdA, divenuti poi 5). Per quanto riguarda i compensi degli attuali amministratori non risultano a questa commissioneancorachiariedeterminati. 18

9) DEPURATORI FOGNARI DELLA FRASCHETTA, L'INFINITA STORIA DEL RIOLOVASSINAELASUADEPURAZIONE L'attivit di indagine della commissione si ovviamente rivolta anche al settoreintegratoidrico.Inparticolaresicercatodiapprofondireconlalettura dei documenti ufficiali (verbali CDA) e audizioni del responsabile ATO 6 e di quelli di Amag S.p.A. vi, via succedutesi, circa la ormai decennale vicenda della RegioneFraschetta,delrioLovassinaedeldepuratoredelquartiereOrti. Su questa vicenda per personale sensibilit e ruolo rivestito in questo Consiglio,siparticolarmentespesoilPresidenteLombardi,nellacommissione SicurezzaeAmbientecheringrazio.Quisiriassumonobrevementeglielementi qualificantidiquestavicendaedellasuaridondanzaeconomicadispesesenza, ancoraadoggi,averrisoltoilproblema. SiiniziailparagraforiportandolaPremessadell'esposizioneinallegato,che rendesubitochiaroilcontestoeilproblema. "PREMESSA
I paesi della Fraschetta non sono mai stati dotati di depuratori fognari. Molti di essi sono anche privi di fogne e i reflui urbani sono direttamente scaricati nel Rio Lovassina. Tale corso dacqua,dal regime torrentizio, nasce a monte della zona di Novi Ligure e raccoglie i reflui urbani in uscita dal depuratore della citt di Novi. Da notare che tale impianto e dotato di by pass:incasodifortipioggevieneattivatopercuiirefluidellefognaturediNovisiscaricanonon depurati nel Rio Lovassina il quale piu a valle attraversa (intubato) il centro dellabitato di Spinetta Marengo. Ma e proprio con forti piogge che il Rio esonda spesso nellabitato con conseguenze idrauliche e sanitarie facilmente immaginabili. Attraversata Spinetta Il Rio Lovassinariemergee,conunpercorsotortuoso,siscaricadirettamentenelfiumeTanaroavalle dellabitatodiLobbi. Da sempre quindi la Fraschetta zona che genera il 70% del PIL del Comune di Alessandria, e espostaalleinsaneesondazionidelLovassina,perampiaparteesprovvistadifognature,ireflui urbani provenienti da fognature o scaricati direttamente dalle abitazioni nel suddetto rio ,non sonodepuratimascaricatitalqualinelTanaro."

A questa problematica, si aggiunse un nuovo problema: la scoperta di cromoesavalentenellafaldaacquifera.Siriportaancoralapuntualedescrizione estrapolatadallacitatarelazioneallegata.

"Nei primi mesi del 2008 furono effettuati da ARPA analisi della falda acquifera in zona ex Zuccherificio (fra Spinetta Marengo e il fiume Bormida): tali rilievi denunciarono la presenza di Cr6 con livelli 30/40 volte superiori ai limiti di legge ed alle prescrizioni del OMS (organizzazione mondiale della sanit). E per altro ragionevole pensare che il Comune di Alessandriafossealcorrenteditalepesanteavvelenamentodisuoloeacquedifalda,causatodal Polo Chimico, fin dagli ultimi mesi del 2007.AMAG elabor prontamente in accordo con il Comune di Alessandria una proposta che denomin Piano di intervento per Spinetta e Rio Lovassina. Tale piano,elaborato in accordo con la direzione ambiente della provincia di Alessandria, (vedi verbale n6/2008 della seduta CDA del 19/06/2008) si pose come obbiettivo la costruzione di un impianto di grandi dimensioni in grado di depurare lacqua di falda

19

Questoilquadrodeiproblemi.Cosasifecepercercaredirisolverli?Tutto inizi nel 2001/2002 con uno stanziamento di circa 18 miliardi di lire per interveniresuldepuratoredelquartiereOrtiattraversouncollettorefognarioda SpinettaagliOrtistessi,sceltoperfarviconfluireleacquerefluedellaFraschetta. L'operaapparvesubitoirtadiproblematichechevia,viasipresentaronoe richieserodegliinterventiaggiuntivi,studivari,perizie,ecc. Ad opera ancora in corso, nel 2008 la ufficiale scoperta del Cr6 cambi lo scenario e si elabor un nuovo piano di costruzione grande depuratore denominato "Piano di intervento per Spinetta e Rio Lovassina" alternativo a quellopreesistente.AmagS.p.A.recessedalcontrattoincorsoperildepuratore Orti, con una transazione riparatoria di 800.000,00 e si propose il nuovo pianoconunpreventivodi52milionicircadieuro.Durantel'audizionedeldott. Tamburelli,direttoreATO6,siappresochedettanuovapropostafurespinta dal Ministero dellAmbiente dopo aver avuto parere negativo anche da parte dellostessoATO6edallaRegionePiemonte. Siritorncos alprogettooriginariomodificatoeriproposto.Oggiancora incorsounanuovaproceduradivalutazionesucosafare. Risultato allo stato attuale: il problema esiste tuttora dopo aver speso 9 milioni di euro del progetto originario e la previsione di una spesa di circa ulteriori12milionicircaperquellonuovoincorsodistudio. 20

inquinata da Cr6 e contemporaneamente i reflui di Lovassina e fognature della Fraschetta. E in tutta evidenza unalternativa , ampliata alla depurazione degli inquinanti chimici di falda, al progetto in via di realizzazione finale di ampliamento del depuratore Orti e collettore fognario daSpinettaagliOrtistessi".

10)LAPROTESTADEICOMUNIMINORISOCIDIMINORANZA La propriet della societ Amag S.p.A. suddivisa in diversi Comuni e ComunitMontane. Dalla lettura dei documenti allegati al bilancio di esercizio 2010 si appreso che 11 di questi comuni pari allo 0,40% del Capitale sociale lamentavano da tempo una situazione discriminatoria rispetto al trattamento chelasocietavrebberiservatoalcomunediAlessandria,sociodimaggioranza, allacarenzaditrasparenza,informazioneepartecipazioneeallainadeguatezza delleattivitdicontrollo. Si lamentava inoltre rispetto al servizio idrico, che in ordine al contributo del 3% sulla tariffa che per legge assegnato alle Comunit Montane, Amag S.p.A.daanninonhaintesocorrispondereildovutodellecomunittrattenendo indebitamentesomme considerevoli( 2.595.310,00al2010)adannodeisoci minoritari. Dette lamentele, dopo essere state portate in assemblea sociale di approvazione del bilancio 2010 e non ritenendo soddisfacenti le risposte ottenute, hanno inviato tramite lo Studio Legale Merlo di Acqui Terme una dettagliatanotaallattenzionedelCollegioSindacale. Ladiatriba,dopountentativodiaccordobonario,sarebbeancorapendente emeriterebbeunaanalisiperdefinireilcontestoecreareunclimadireciproco rispettoeriappacificazionesocietaria.

21

11)ALENERGYEILTURBOESPANSORE La societ Alenergy S.r.l. fu costituita il 30 novembre 2010, attraverso la compartecipazione al 90% Amag s.p.A. e 10% Aral S.p.A., con scopo principale quello di produrre energia pulita attraverso lo sfruttamento di eventi fisici e chimicilegatiadattivitprincipalidellesocietdelgruppo. Quali: il salto di pressione esistente tra la condotta principale del trasporto gas rispettoaquelledidistribuzioneaiclientifinali, ilbiogasprodottoindiscarica, latrasformazione,inassenzadiossigeno,disostanzeorganichepresentiin discarica. Gli obiettivi si dimostrarono subito ambiziosi. La nuova societ si orient allo sfruttamento energetico di tre impianti: il turbo espansore presso la centraleAulara,recuperobiogaspresoladiscaricadiMugaroneeilbiodigestore pressoladiscaricadiCastelceriolo. Indicativoilcasodelturboespansore.Nellaudizionedell'amministratore delegatoGianPieroBorsi,siappresochel'impiantohafunzionatosoloperdue volte e per poco tempo, producendo la prima volta circa 100.000 kWh e la seconda 40.000 kWh. Subito dopo l'avvio, limpianto si fermato per danneggiamento di un pezzo poi sostituito. Sono subentrate problematiche tra fornitore del motore e installatore e con la rimozione della centralina di controllo. Risultato: l'impianto fermo e non si hanno notizie sulla eventuale riaccensionensullarealeeconomicitdell'investimento. 22

12)ANALISICONCLUSIVAEPROPOSTEOPERATIVE La situazione riscontrata dalla Commissione che il sistema gestionale attuato per il gruppo Amag, che dovrebbe essere lo strumento operativo degli indirizzi e delle scelte politiche del Consiglio Comunale, risultato completamentesottrattoallorganodiindirizzoecontrollopoliticodellente.Si evidenziata una deficitariet del maggiore azionista sulloperato della Societ, nellafiguradelsuomassimorappresentante. Il presupposto qualunquistico teso ad affermare che tutto quello che pubblico foriero di un presunto mal governo, spreco, inefficienza, anti economicit(purtropponelfattoanchestoricamenteavvenuto)mentretuttoci che risponde a organizzazioni di diritto privato (Spa e Srl) altrettanto presuntivamenteilmigliorsistemapossibilepergarantireserviziconefficienza, efficaciaedeconomicitnonundogma. Gliunieglialtrisistemihannoincomuneprimadituttoilfattoreumano:se chiamministraegovernalacosapubblica,aprescinderedallaformagiuridica,lo fa in nome e per conto del solo interesse della collettivit, tutto funziona al meglio in efficienza, efficacia ed economicit. Se invece l'agire dei responsabili nonguidatodatalisaniprincipi,nonesisteformagiuridicachetenga.Etanto pi fuori dal controllo del Consiglio Comunale (nella sua fondamentale composizione di maggioranza e opposizione), tanto pi ci si accorger del disastroquandosartroppotardi. 12.1)Lapropostaoperativa L'analisi sopra evidenziata e i controlli effettuati, ci portano a formulare alcunepropostediinterventiconcreti. Inostriindirizzioperativi: 1)RiportareallacentralitdelcontrolloilConsigliocomunale,partendodauna considerazionedifondo:unacosasonoisoggettiattuatoridelcontrollo,chea norma dell'art 147 del TUEL sono ben identificati negli organi tecnici dell'amministrazione (cos come ribadito dalla pronuncia 35/2013 della Corte dei Conti della Liguria), altra cosa sono i soggetti che possono accedere alle risultanze dei soggetti attuatori, per verificarne la corrispondenza con l'obbiettivopoliticoamministrativo. ProponiamoalConsigliodiComunaledi: Cambiare l'art 22 punto 2 del Regolamento dei controlli interni, affinch fra i destinatari dei referti sul controllo delle societ 23

partecipate, siano compresi, oltre agli organismi gi previsti, anche i ConsiglieriComunali; Che tali documenti (che il regolamento individua con il termine di referti) siano materia di confronto e di analisi all'interno della commissioneBilanciooControllodiGestione;

2) Fornire ai Consiglieri comunali le informazioni su quello che l'azienda si accinge a votare, per far s che il Sindaco, in sede di Assemblea dei Soci, attraversodeliberediConsiglio,siaportatorediinteressicollettivianomeeper contodelConsiglioComunale. Vistoilpunto2dellaleggeN*213del7Dicembre2012(chehaconvertitoilD.L. 10 Ottobre n. 174) recante disposizioni in materia di finanza e funzionamento degli Enti Locali, dove si prevede fra l'altro un idoneo sistema informativo finalizzatoarilevareirapportifinanziaritral'Enteproprietarioelasociet; ProponiamoalConsigliodiComunaledi: Aggiungere nel regolamento del consiglio comunale una norma tesa a far s che, contestualmente alla convocazione del Sindaco, si rendano note ai consiglieri le convocazioni delle assemblee dei soci delle aziendepartecipate,indicandoneirelativipuntiall'ordinedelgiorno. Prevedere una norma che prevede che i verbali dei Consigli di Amministrazione siano inviati ai consiglieri comunali, i quali potranno convocarelepresidenzedelleaziendeperdelucidazioniinmerito 3) Ridareilruolodiindirizzoall'azionedelConsiglioComunaleversoleproprie aziendepartecipate,nonsoloattraversol'approvazionedeicontrattidiservizio (metodologia che come abbiamo visto non risultata sufficiente a far s che le aziende non utilizzassero risorse al di fuori dei propri fini sociali), ma anche dotando il Consiglio comunale di strumenti idonei per deliberare il proprio bilanciodirendicontotenendocontodell'incidenzadeibilancidellepartecipate. Vistoilpunto4dell'art147quaterdellaleggen.213del7Dicembre2012,dove si afferma che i risultati complessivi della gestione dell'Ente Locale e delle aziende partecipate siano rilevati attraverso l'adozione di un bilancio consolidatosecondolecompetenzeeconomiche; 24

ProponiamoalConsigliodiComunaledi: Prevedere una norma all'interno del regolamento di contabilit per farsche,almomentodellaadozionedelbilancioconsolidato,siverifichi e si certifichi (Ragioniere Capo e/o Ufficio dei Revisori dei Conti) se le indicazioni contenute nell'allegato al bilancio previsionale denominato relazione previsionale, relativamente agli indirizzi per le aziende partecipate,sianostatirispettatiomeno. Ilconsigliocomunaleprendeattoditaliverificheattraversoun propriovoto. 25

13)RINGRAZIAMENTI Rivolgoanomedituttalacommissione,unsentitoringraziamentoaivari amministratorisuccedutesiinquesticinqueanni,chesonostatichiamatiperle audizioni,dimostrandosidisponibiliecollaborativi. Agli uffici preposti a supporto dei componenti della commissione per la loro pazienza, disponibilit e cortesia dimostrata e per tutto laiuto fornito duranteilavori Ringrazioiconsigliericomponentidiquestacommissioneperlimpegno,il contributo e la collaborazione datomi per lespletamento di questo complesso lavorodianalisi. Per ultimo ma non meno importante a chi ha collaborato con me alla stesuradiquestaampiarelazionechecihavistoimpegnatianchefacendoleore piccole. ILPRESIDENTEDELLACOMMISSIONE Cons.DomenicoDiFilippo

26


Tabella 1 Riepilogo delle spese promozionali, erogazioni liberali e spese di rappresentanza.
N. ALLEGATO FUORI FASCICOLO

ANNO

VOCE AMAGSPA 564.249,51 2.900,00 13.622,40 12.847,07 593.618,98 462.486,41 12.070,28 31.829,63 506.386,32 317.051,10 64.526,98 155.008,81 536.586,89 266.625,18 685,95 178.970,34 68.268,57 514.550,04 438.516,78 121.323,58 215.572,98 775.413,34 2.926.555,57 838.393,87

TOTALESPESA ALEGASSRL 567,08 54.166,72 54.733,80 230.780,88 59.563,37 290.344,25 197.280,27 395.874,46 6.000,00 599.154,73 157.258,44 552.751,66 19.910,80 729.920,90 252.507,20 429.462,44 104.300,00 10.409,30 796.678,94 2.470.832,62 3.585,95 REAMSPA 5.790,46 149,00 5.939,46 9.415,08 5.138,81 191,50 14.745,39 8.744,58 189,00 8.933,58 9.873,89 23.580,03 142,00 33.595,92 15.037,14 11.483,55 131,00 15.168,14 89.866,04

TOTALESPESADEL GRUPPO

123 45 6 78 91011 1213 14 1516 171819 20 21 222324 252627 282930 31 323334 353637 3838bis 3940 414243 2007 spesepromozionali 2007 spesepromozionali 2007 erogazioniliberali 2007 spesedirappresentanza TOTALE2007 2008 spesepromozionali 2008 spesepromozionali 2008 erogazioniliberali 2008 spesedirappresentanza TOTALE2008 2009 spesepromozionali 2009 spesepromozionali 2009 erogazioniliberali 2009 spesedirappresentanza TOTALE2009 2010 spesepromozionali 2010 spesepromozionali 2010 erogazioniliberali 2010 spesedirappresentanza TOTALE2010 2011 spesepromozionali 2011 spesepromozionali 2011 erogazioniliberali 2011 spesedirappresentanza TOTALE2011 TOTALE20072011 Stornospesepromozionaliaddebitate ALEGASeviceversaaddebitateAMAG. Stornospesepromozionaliaddebitate REAM TOTALENETTO20072011

43.070,69 2.045.091,01 2.467.246,67 89.866,04 4.602.203,72

27


Tabella 2 Riepilogo delle spese per consulenze amministrative, tecniche, certificazioni,professionalielegali.

N. ALLEGATO FUORI FASCICOLO

TOTALESPESA DELGRUPPO ANNO VOCE AMAGSPA 2007 consulenzeamministrative 2007 consulenzetecniche 2007 compensicertificazionediqualit 2007 prestazionistudioassociatoRobino 2007 speselegali TOTALE2007 2008 consulenzeamministrative 2008 consulenzetecniche 2008 compensicertificazionediqualit 2008 prestazionistudioassociatoRobino 2008 speselegali TOTALE2008 2009 consulenzeamministrative 2009 consulenzetecniche 2009 compensicertificazionediqualit 2009 prestazionistudioassociatoRobino 2009 speselegali TOTALE2009 2010 consulenzeamministrative 2010 consulenzetecniche 2010 compensicertificazionediqualit 2010 prestazionistudioassociatoRobino 2010 speselegali TOTALE2010 2011 consulenzeamministrative 2011 consulenzetecniche 2011 compensicertificazionediqualit 2011 prestazionistudioassociatoRobino 2011 prestazioniRobinoSrl 2011 speselegali TOTALE2011 TOTALE20072011 28.565,31 111.603,33 11.500,00 3.432,00 18.861,26 173.961,90 14.508,71 171.054,61 12.794,80 128.364,69 83.789,68 408.512,49 17.048,68 117.871,20 14.077,60 784.586,40 134.862,13 1.068.446,01 6.125,00 95.283,50 14.377,60 292.822,33 209.870,90 618.479,33 4.950,00 107.141,92 17.404,24 197.322,66 354.915,09 306.394,96 988.128,87 3.259.528,60 TOTALESPESA ALEGASSRL 52,00 1.520,00 8.848,00 10.420,00 2.693,00 10.082,19 1.520,00 10.294,00 24.589,19 29.917,81 2.020,00 11.973,00 43.910,81 12.000,00 51.520,00 1.480,00 10.100,00 75.100,00 40.306,67 960,00 6.630,00 47.896,67 201.916,67 REAMSPA 676,00 3.228,00 1.337,00 5.241,00 1.943,00 400,00 3.361,70 2.102,00 7.806,70 3.747,40 2.550,00 6.297,40 3.357,00 3.170,00 6.527,00 3.803,00 2.500,00 6.303,00 32.175,10 3.493.620,37

444546 47 484950 51 525354 555657 585960 616263 64 656667 68 6970 717273 74 757677 7879 8081 8283 84 858687 88 8990 919293 94 95 969798

28


Tabella 3 Riepilogo delle spese rimborsi amministratori, collegio sindacale, speseCEO.

N. ALLEGATO FUORI FASCICOLO

TOTALESPESA

ANNO

VOCE

99 100 101 102 103 104105 106 107 108 109 110 111 112 113113bis 114 115 116117 118 119

2007 rimborsiKmamministratori 2007 rimborsiKmcollegiosindacale 2007 rimborsispeseamministratori 2008 2008 2008 2008 2009 2009 2010 2010 2010 2010 2010 2011 2011 2011 2011 2011
TOTALE2007 partecipazioneconvegni rimborsiKmamministratori rimborsiKmcollegiosindacale rimborsispeseamministratori TOTALE2008 rimborsiKmamministratori rimborsispeseamministratori TOTALE2009 indennitKmCEO rimborsiKmamministratori rimborsispeseamministratori rimborsispeseCEO rimborsispesecollegiosindacale TOTALE2010 indennitKmCEO rimborsiKmamministratori rimborsiKmcollegiosindacale rimborsispeseamministratori rimborsispeseCEO TOTALE2011 TOTALE20072011

TOTALESPESA DELGRUPPO AMAGSPA ALEGASSRL REAMSPA 7.122,70 0 0 875,14 0 0 577,25 0 0 8.575,09 252,00 0 0 49.239,22 0 0 437,57 208,00 0 8.272,26 0 0 58.201,05 208,00 69.614,67 0 0 2.814,18 0 0 72.428,85 21.988,02 0 0 36.015,93 0 0 4.004,24 0 0 5.880,50 0 0 1.040,00 1.076,400 0 68.928,69 1.076,40 38.494,14 0 0 33.875,99 0 0 1.096,47 313,87 0 3.058,27 0 0 1.233,40 0 0 77.758,27 313,87 285.891,95 1.598,87 287.490,22

29

Tabella 4 Riepilogo del valore della produzione, dei ricavi per vendite e prestazioni,deicrediti,totalidelgruppoAMAGS.p.A.

RICAVI TOTALE VALORE DELLA PRODUZIONE RICAVI DELLE VENDITE E DELLE A PRESTAZIONI B TOTALE CREDITI B1 VERSO CLIENTI esigibili entro esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo B2 VERSO IMPRESE CONTROLLATE esigibili entro esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo B3 VERSO IMPRESE COLLEGATE esigibili entro esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo B4 VERSO CONTROLLANTI esigibili entro esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo B5 CREDITI TRIBUTARI esigibili entro esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo B6 IMPOSTE ANTICIPATE esigibili entro esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo VERSO ALTRI (REGIONE PER B7 CONTRIBUTI INPIANTI) esigibili entro esercizio successivo 10 esigibili oltre l'esercizio successivo 50.884.961,00 23.245.714,00 23.243.184,00 2.530,00 939,00 939,00 1.509.701,00 1.509.701,00 5.698.359,00 5.698.359,00 3.128.521,00 3.128.521,00 1.235.979,00 1.235.979,00 49.975.492,00 28.541.842,00 28.541.273,00 569,00 575.500,00 575.500,00 5.821.706,00 5.821.706,00 2.315.049,00 2.315.049,00 1.267.353,00 1.267.353,00 59.448.129,00 38.708.576,00 38.708.057,00 519,00 55.500,00 55.500,00 8.108.135,00 8.108.135,00 452.357,00 452.357,00 1.138.530,00 1.138.530,00

31.12.2006 31.12.2007 31.12.2008 31.12.2009 31.12.210 31.12.2011 46.529.804,00 52.494.881,00 59.917.238,00 62.410.474,00 71.084.874,00 84.058.386,00

43.644.715,00 48.558.329,00 55.479.645,00 57.006.100,00 64.694.759,00 77.848.448,00 55.399.409,00 36.052.733,00 36.052.399,00 334,00 104.427,00 104.427,00 8.802.615,00 8.802.615,00 180.390,00 180.390,00 1.336.662,00 1.336.662,00 71.097.690,00 45.417.160,00 45.417.160,00 313,00 313,00 179.042,00 179.042,00 9.960.806,00 9.960.806,00 435.077,00 435.077,00 1.671.385,00 1.671.385,00

16.065.748,00 11.454.042,00 10.985.031,00 8.922.582,00 13.433.907,00 10.831.014,00 16.065.748,00 11.454.042,00 10.985.031,00 8.922.582,00 13.433.907,00 10.831.014,00

AllegatifuorifascicoloibilanciconsolidatidelGruppoAMAGS.P.A. 20072008200920102011

82.218.443,00 54.942.045,00 54.942.045,00 18.981,00 18.981,00 12.867.476,00 12.867.476,00 1.454.766,00 1.454.766,00 2.104.161,00 2.104.161,00

30

Tabella5Riepilogodeicostidellaproduzione,deidebiti,totalidelgruppoAMAG S.p.A.

D D1

D2

D3

D4

D5

D6

D7

D8

D9 ALTRI DEBITI (TOTALE) esigibili entro esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo

6.626.363,00 7.577.847,00 8.071.214,00 9.695.780,00 10.896.454,00 11.588.212,00 2.691.575,00 3.574.188,00 4.025.259,00 5.561.083,00 6.620.132,00 7.331.571,00 3.934.788,00 4.003.659,00 4.045.955,00 4.134.697,00 4.276.322,00 4.256.641,00

AllegatifuorifascicoloibilanciconsolidatidelGruppoAMAGS.P.A. 20072008200920102011

COSTI 31.12.2006 TOTALE COSTI DELLA PRODUZIONE 46.079.289,00 TOTALE DEBITI 34.741.490,00 VERSO BANCHE (TOTALE) 873.049,00 esigibili entro esercizio successivo 230.970,00 esigibili oltre l'esercizio successivo 642.079,00 VERSO ALTRI FINANZIATORI (TOTALE) esigibili entro esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo VERSO FORNITORI (TOTALE) 7.289.464,00 esigibili entro esercizio successivo 7.246.044,00 esigibili oltre l'esercizio successivo 43.420,00 VERSO IMPRESE CONTROLLATE (TOTALE 7.750,00 esigibili entro esercizio successivo 7.750,00 esigibili oltre l'esercizio successivo VERSO IMPRESE COLLEGATE (TOTALE) 9.482.310,00 esigibili entro esercizio successivo 9.482.310,00 esigibili oltre l'esercizio successivo VERSO IMPRESE CONTROLLANTI (TOTAL 9.952.051,00 esigibili entro esercizio successivo 2.524.484,00 esigibili oltre l'esercizio successivo 7.427.567,00 TRIBUTARI (TOTALE) 320.397,00 esigibili entro esercizio successivo 320.397,00 esigibili oltre l'esercizio successivo PREVIDENZIALI (TOTALE) 190.106,00 esigibili entro esercizio successivo 190.106,00 esigibili oltre l'esercizio successivo

31.12.2007 51.978.170,00 46.800.646,00 9.393.263,00 8.436.712,00 956.551,00 40.000,00 40.000,00 8.704.754,00 8.667.537,00 37.217,00 5.070,00 5.070,00 10.927.629,00 10.927.629,00 9.464.932,00 2.134.110,00 7.330.822,00 460.977,00 460.977,00 226.174,00 226.174,00

31.12.2008 58.681.610,00 62.449.029,00 10.678.195,00 9.631.322,00 1.046.873,00 40.000,00 40.000,00 14.293.113,00 14.262.099,00 31.014,00 14.289.894,00 14.289.894,00 9.650.489,00 2.614.210,00 7.036.279,00 5.177.866,00 5.177.866,00 248.258,00 248.258,00

31.12.2009 59.439.578,00 60.880.118,00 19.127.034,00 9.662.340,00 9.464.694,00 7.127.814,00 7.103.003,00 24.811,00 7.294.443,00 7.294.443,00 12.423.132,00 5.694.069,00 6.729.063,00 4.919.325,00 4.919.325,00 292.590,00 292.590,00

31.12.210 68.128.148,00 79.272.958,00 27.548.936,00 19.988.932,00 7.560.004,00 16.443.578,00 16.424.969,00 18.609,00 8.002.568,00 8.002.568,00 11.665.411,00 4.111.042,00 7.554.369,00 4.234.636,00 4.234.636,00 481.375,00 481.375,00

31.12.2011 80.870.271,00 99.693.599,00 42.288.795,00 25.549.856,00 16.738.939,00 31.454.365,00 31.441.959,00 12.406,00 120.594,00 120.594,00 11.968.360,00 5.790.950,00 6.177.410,00 1.782.573,00 1.782.573,00 490.700,00 490.700,00

31

Tabella6MOLeUtileanteimpostedelgruppo.

2007

2008

2009
62.410.474 59.439.578 11.599.805 2.325.158

2010
71.084.874 68.128.148 15.518.575 2.061.032

2011
84.058.386 80.870.271 15.672.849 1.711.487

Valoredellaproduzione 52.494.881 59.917.238 Costidellaproduzione 51.978.170 58.681.610 Margineoperativo lordo 9.151.040 9.029.266 Utileanteimposte 40.153 836.287

Tabella7Attivoimmobilizzatoecircolante,passivitconsolidatee correnti.
2007 Attivo immobilizzato Attivo circolante CAPITALE INVESTITO Patrimonio netto Passivit consolidate Passivit correnti CAPITALE ACQUISITO 2008 2009 121.828.116 58.276.927 180.105.043 92.752.261 22.620.292 64.372.490 180.105.043 2010 2011

99.246.092 110.300.987 48.203.697 63.198.692 133.312.195 142.476.791 73.816.264 85.591.522

147.449.789 173.499.679 84.806.810 14.675.579 47.967.400 86.333.668 14.415.309 72.750.702

207.128.459 228.068.313 95.047.368 50.347.810 61.733.281 94.724.108 58.985.146 74.359.059

147.449.789 173.499.679

207.128.459 228.068.313

Tabella8Investimentidelgruppo
2007 distribuzione gas acquedotto depurazione fognatura calore vendita gas/energia comuni partecipazioni TOTALE 2008 2009 2.102.270 4.947.428 467.550 6.880.751 110.223 2010 3.884.108 2.033.118 2.607.097 6.209.523 476.861 2011 TOTALE 2.899.185 3.881.856 4.112.391 4.295.920 3.327.044 1.446.701 1.400.296 3.506.547 767.126 224.222 1.549.600 14.317.019 3.807.034 19.195.891 331.303 8.179.695 1.827.622 19.824.739 58.978 1.637.410

0 0 130.000 1.696.262 88.329 1.914.591 2.343.782 480.697 1.520.435 106.830 6.359.672 10.811.416 0 0 0 0 2.168.496 2.168.496 14.849.824 13.835.943 16.158.657 17.013.799 16.191.034 78.049.257

AllegatifuorifascicoloibilanciconsolidatidelGruppoAMAGS.P.A. 20072008200920102011

32