Sei sulla pagina 1di 3

Lorenzo il Magnifico e il suo tempo 1562-1565

Escrito por Ingeborg Walter Piatto di Otto baccio Baldini contirnr una posible imagen de Lorenzo y Lucrecia vestida de ninfa o bacante Lucrecia Donati Niccolo Ardinghelli Torneos de Lorenzo ; noviembre de 1468 en este torneo Lorenzo pensaba mantener la promesa hecha a Lucrezia Donati 3 aos atrs.estaba proyectado como uno de los divertimientos del proximo carnaval para festejar la pas reconquistada despus de Lucrezia muere en 1501 Fue retratada por Domenico Ghirlandaio en su juventud en una delas capillas de Santa trinita en Florencia Clarice Orsini casada con Lorenzo fue en 1471 la madrina del primer hijo de Lucrezia y su esposo Niccolo Ardinghelli Francesco d^Antonio del Chierico ilustro un manuscrito con el triunfo dAmore 1476 sobre Petrarca y Dante. En el medalln bajo el carro triunfal aparece Lucrezia cortando una rama de arbol

BIBLIOGRAFIA

Cecilia M. Ady, Lorenzo de' medici e l'Italia del Rinascimento , Mondadori, 1998 Walter Ingeborg, Lorenzo il Magnifico e il suo tempo, Donzelli, 2005 Antonio Altomonte, Il Magnifico - vita di Lorenzo de' Medici, Bompiani, 2000
Marco Bersacchi, Cacciate Lorenzo! La guerra dei Pazzi e l'assedio di Colle Val d'Elsa (1478 - 79), Protagon, 2007 Jack Lang, Il Magnifico - vita di Lorenzo de' Medici, Mondadori, 2003

Marcello Vannucci, Il Magnifico racconta : nelle pagine di un segreto diario di Lorenzo rivivono gli splendori della corte medicea: amori, arte e politica di un secolo stupendo visti attraverso l'occhio del suo piu straordinario protagonista , Newton Compton, 1991

La scelta di Lorenzo. La Primavera di Botticelli tra poesia e filosofia. Ediz. italiana e francese
Autore Poncet Christophe Prezzo 43,00 Dati 2012, 120 p., ill. Traduttore Ernst G. Editore Fabrizio Serra Editore (collana Supplementi di Bruniana & Campanelliana) Descrizione Pi di cinque secoli dopo la sua creazione, "la Primavera" di Botticelli resisteva a ogni tentativo d'interpretazione. Anche se numerose ricerche hanno consentito di identificare ogni elemento della composizione, dai nove personaggi principali fino al pi piccolo fiore, l'insieme restava un enigma. Tenendo conto dei risultati raggiunti, il presente studio adotta un punto di vista nuovo. Scegliendo di guardare il quadro arretrando di qualche passo alle spalle dello spettatore, l'autore rivela il ruolo giocato nella composizione dall'osservatore stesso. Questa prospettiva inedita offre la chiave dei rapporti fra i personaggi e il quadro appare come la rappresentazione di una duplice storia d'amore vissuta in pieno Quattrocento dai suoi protagonisti: il signore di Firenze, Lorenzo de' Medici; il suo amore di sempre, Lucrezia; il suo amore effimero, l'affascinante Simonetta. Sullo sfondo si delineano le figure di coloro che hanno ispirato l'opera o contribuito alla sua realizzazione: il filosofo Marsilio Ficino, il dotto Cristoforo Landino, il committente Lorenzo il Magnifico; infine, l'artista Sandro Botticelli. E allora si svela l'idea che da sempre il quadro comunicava attraverso la sua stessa bellezza: che la bellezza fisica e mortale, nel piano divino, non ha che la funzione di condurre le anime alla bellezza divina ed eterna. Il testo bilingue, francese e italiano, illustrato da un ricco apparato iconografico

Lorenzo il Magnifico da bambino Benozzo Gozzoli Cappella dei Magi in Palazzo Medici Riccardi a Firenze

Potrebbero piacerti anche