Sei sulla pagina 1di 18

Donne e Lavoro: I successi delle pari opportunita La promozione delle pari opportunit nelle PMI Progetto realizzato con

il finanziamento della legge n. 125 del 1991

Finalit del Progetto :


favorire la progressione delle carriere al femminile contribuire allimplementazione del diversity management incidere sulleffettiva conciliazione dei tempi lavoro/famiglia

Indagine qualitativa su 182 PMI italiane, europee e statunitensi che hanno promosso pratiche di pari opportunit, raccolte attraverso lanalisi della letteratura e sul campo.

La realt delle PMI, di grande valore per il nostro tessuto produttivo, ancora poco conosciuta in letteratura sotto il profilo delle pari opportunit.

Le domande della ricerca


Quali sono le azioni promosse dalle PMI? In che modo vengono decise e realizzate? Quali sono gli effetti sullazienda e sulle lavoratrici e sui lavoratori coinvolti?...

Gli otto elementi distintivi


1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. Differenziazione Proattivit Valorizzazione Condivisione Informalit Flessibilit Semplicit Autonomia
6

Gli otto elementi distintivi


Differenziazione Lazione delle PMI in materia di pari opportunit caratterizzata da unampia variet di interventi.

Gli otto elementi distintivi


Proattivit Le pratiche di promozione delle pari opportunit vengono promosse prevalentemente per input interni allazienda tramite accordi individuali tra lavoratori e management aziendali.

Gli otto elementi distintivi


Valorizzazione riconoscimento del valore dellesperienza e delle competenze degli individui;
esigenza di garantire continuit produttiva aziendale e un buon ambiente di lavoro.
9

Gli otto elementi distintivi


Condivisione

La ricerca delle soluzioni da adottare passa generalmente per un processo di condivisione tra lavoratrici/tori e management e ci favorisce ladozione di iniziative con un elevato grado di pertinenza e di adeguatezza rispetto alle esigenze espresse dal personale
10

Gli otto elementi distintivi


Informalit
Le pratiche e le iniziative promosse dalle PMI nascono spesso in modo informale e ci le rende tempestive e flessibili.

11

Gli otto elementi distintivi


Flessibilit Lapproccio pressoch individualizzato delle azioni proposte e la loro semplicit facilita ladattamento continuo rispetto alle mutevoli esigenze dei beneficiari (basti pensare alle diverse esigenze intermini di orari e organizzazione del lavoro determinate dalla crescita dei figli).
12

Gli otto elementi distintivi


Semplicit
Le iniziative promosse sono tendenzialmente semplici, a basso costo, in molti casi anche individualizzate e non richiedono una struttura organizzativa complessa

13

Gli otto elementi distintivi


Autonomia Le esigenze di tempestivit spingono le PMI ad agire in autonomia con una limitata integrazione con gli attori e le risorse del territorio.

14

I 10 casi aziendali prescelti


Somova srl Progettazione e produzione di strumenti per lindustria cosmetica e i personal care Milano Cittadini Spa Azienda manifatturiera del settore tessile lavorazione reti e torcitura filati Brescia Sanofi Pasteur spa- Azienda farmaceutica produzione di vaccini Roma Happy Child srl Servizi alla famiglia Milano Ecis Group Spa Soluzioni per il settore petrolchimico, progettazione e impiantistica Milano Nomesis Ricerche di marketing e consulenza alle imprese Brescia ASO Siderurgica srl Produzione di lingotti di forgia in acciaio di qualit Farmacia Ricci Servizi farmaceutici Roma Acroplastica srl Produzione e lavorazione materie plastiche Caserta Naica societ cooperativa Consulenza e pianificazione aziendale Lecce

15

Roadmap for equality


Favorire lequilibrio tra attivit professionale e vita familiare una delle priorit fissate nella Roadmap per la parit tra donne e uomini elaborata dalla Commissione Europea per gli anni 2006 2010. Le politiche di conciliazione, secondo la Commissione, aiutano ad entrare e a rimanere nel mercato del lavoro utilizzando lintero potenziale della forza lavoro.
16

Occorre:
sostenere le imprese nelle azioni dirette a favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro delle donne;

promuovere le iniziative anche se con carattere di sperimentalit;


premiare gli sforzi di tipo organizzativo che le imprese compiono per dare risposte ai bisogni delle persone nel rispetto delle finalit proprie del fare impresa.
17

Occorre: rivedere i tempi delle citt;

creare una rete di servizi adeguata ai bisogni dei cittadini lavoratori e sostenere le imprese nellopera di conciliazione tempi di vita e di lavoro; elaborare strategie di lungo periodo.

18