Sei sulla pagina 1di 84

Istruzioni duso Schco Sunalyzer Web PR Datalogger per impianti fotovoltaici

Italiano

Compatibile con inverter Schco della serie: SGI IPE

Istruzioni duso Istruzioni duso Sunalyzer Web PR Art.-Nr.: 232 542 10.2011 04 Printed in Germany, Copyright by Schco International KG

Indice
1................................................................................... Descrizione del prodotto 6 1.2.................................................................................. Indicazioni di sicurezza 6 1.3................................................................................................... Il datalogger 6 1.4............................................................................... Uso conforme alle norme 7 1.5....................................................................................................... Dotazione 7 1.5......................................................................... Collegamento del datalogger 8 1.6..................................................................................................Touch-screen 9 1.7............................................................................ Indicatori di funzionamento 9 1.8............................................................................................... Interfaccia web 9 1.8.1..................................................................................Insieme delle funzioni 9 1.8.2................................................................................... Requisiti del sistema 11 2.................................................................................................... Dati ed eventi 2.1....................................................................................... Apparecchi utilizzati 2.2................................................... Sistema di memorizzazione del datalogger 2.3......................................................................... Specifiche e dati dellinverter 2.4...................................................................................................... Dati I-GAK 2.5................................................................................................ Dati riassuntivi 2.6.......................................................... Valori misurati supplementari - sensori 2.7............................................................................................................. Eventi 2.7.1........................................................ Segnalazione di eventi del datalogger 2.7.2................................................................ Segnalazione eventi dellinverter 2.7.2.1............................................................................................. Tipo Schco 2.7.2.2.............................................................................................. Tipo SMA 3................................................................................ Montaggio e collegamento 3.1......................................................................... Collegamento del datalogger 3.1.1.........................................................................Cablaggio connettori RJ 45 3.1.2....................................................................................Struttura bus RS485 3.2........................................................................... Collegamento degli inverter 3.2.1................................................................................. SGI Inverter di stringa 3.2.2.................................................................................. SGI Inverter Centrale 3.2.3.............................................................................................Inverter SMA 3.2.4................................................................................... Inverter centrale IPE 3.2.5............................................................................................. Inverter IPE04 3.2.6............................................................................................. Inverter IPE05 12 12 12 13 14 14 15 15 16 17 17 18 19 20 22 23 23 24 25 26 27 28 29

10.2011

232 542

3.3................................................................................................. Collegamento 3.3.1......................................... Collegamento del sensore Sunalyzer (optional) 3.3.2............................................ Collegamento del contatore impulsi (optional) 3.3.3............................................................ Collegamento del display (optional) 3.3.4................................................................................ Telecontrollo (optional) 3.3.5...........................................................................Ingresso allarmi (optional) 3.3.6......................................................Collegamento del Campo Sunalyzer IO 3.3.7................................................................................... Collegamento I-GAK 3.3.8.....................................................................................Collegamento MUC 3.3.9....................................................... Collegamento con una linea telefonica 3.3.10.................................................................Preparazione del modem GSM 3.3.11..................................................................Collegamento alla rete elettrica 3.3.12.............................................................................Collegamento con il PC 3.3.13.........................................................................Controllo dellinstallazione 4............................................................................................. Messa in funzione 4.1........................................................................... Collegamento al datalogger 4.1.1.............................................. Collegamento diretto tramite cavo cross-link 4.1.2......................................................... Collegamento tramite una rete locale 4.1.3.............................................................................Collegamenti via modem

31 31 31 31 31 32 33 33 33 33 34 35 35 36 37 37 37 39 40

5...........................................................................................................Comando 44 5.1..................................................................................................Touch-screen 44 5.1.1................................................................................ Wizard di installazione 44 5.1.2.......................................................................................Struttura del menu 45 5.1.3...........................................................................................................Setup 46 5.1.4................................................................................................... Ora e data 46 5.1.5.............................................................................................................. Ora 46 5.1.6.............................................................................................................Data 47 5.1.7......................................................................................................... Lingua 47 5.1.8............................................................................................. Inverter trovati 48 5.1.9.....................................................................................Ricerca dellinverter 48 5.1.10........................................................................................ Ingresso impulsi 49 5.1.11............................................................................................................Rete 50 5.1.12.............................................................................................. Apparecchio 53 5.1.13............................................................................................... Panoramica 53 5.1.14..................................................................................................... Potenza 54 5.1.15..........................................................................................................Resa 54 5.1.16..................................................................................................... Risultati 54

232 542

10.2011

5.2............................................................................................... Interfaccia web 55 5.2.1.......................................................................................Struttura del menu 55 5.2.2................................................................................................. Panoramica 56 5.2.3....................................................................................................... Potenza 57 5.2.4.................................................................................................. Produzione 58 5.2.5.................................................................................................Valori online 59 5.2.6............................................................I-GAK: Panoramica - vista generale 60 5.2.7.......................................................................................................... Eventi 61 5.2.8.................................................................................................... Download 62 5.2.9...............................................................................................Impostazione 63 5.2.10......................................................................Controllo dellauto consumo 63 5.2.11...................................................................................... Ricerca dispositivi 65 5.2.12.............................................................................. Configurazione canale 66 5.2.13..................................................................Monitoraggio reasa energetica 68 5.2.14.............................................................................. Limitazione di potenza 69 5.2.15.............................................................................................. Impostazioni 70 5.2.16...................................................................................................... Notifica 71 5.2.17...........................................................................................................Rete 72 5.2.18...................................................................................................... Modem 73 5.2.19............................................................................................... Portale web 75 5.2.20............................................................................ Gestione aggiornamenti 76 6.........................................................................................Risoluzione problemi 7.........................................................................................................Dati tecnici 8...................................................................................................... Smaltimento 77 79 80

10.2011

232 542

Descrizione del prodotto

Schco Sunalyzer Web PR, di seguito definito per una migliore leggibilit come datalogger, serve alla registrazione dei dati di un impianto fotovoltaico. Vengono letti ed elaborati i dati dellinverter come la potenza, energia o eventi ed anche i dati provenienti dai sensori. Lapparecchio compatibile con inverter di diverse serie.

1.2

Indicazioni di sicurezza

Si prega di rispettare regole e disposizioni relative agli impianti elettrici ed ai collegamenti alla rete elettrica pubblica. Inoltre si dovranno osservare in modo particolare le disposizioni generali di sicurezza relative agli interventi su impianti elettrici. Gli apparecchi devono essere messi in funzione solo con le tensioni di alimentazione previste (12-28 V DC, fare attenzione alla polarizzazione). Lalimentatore compreso nella fornitura dellapparecchio.

ATTENZIONE
Con Attenzione si evidenzia uno stato di cose che, se non rispettato, pu provocare danni.

AVVERTENZA
Con Avvertenza si evidenzia uno stato di cose che, se rispettato, porta ad un miglioramento delle operazioni di installazione.

1.3

Il datalogger

Il datalogger un sistema di misurazione dati programmabile ed indipendente dallinverter. Il datalogger preleva i dati dallinverter ad esso collegato, li memorizza e li rende consultabili tramite le interfacce ad altri supporti (internet, PC, telefono cellulare, display). Tramite il datalogger possibile leggere fino a 100 inverter. Con il datalogger possibile inoltre acquisire dati da i sensori, ad esempio sensori di irraggiamento, di temperatura. Inoltre il datalogger consente la limitazione della potenza dellinverter collegato in conformit con la legge EEG 2009. Il datalogger non da considerarsi al pari di uno strumento di misura certificato. Il datalogger non effettua misurazione fisica bens algoritmica e software dei segnali acquisiti e memorizzati. I valori registrati possono essere trasferiti ad un display.
6 232 542 10.2011

Il datalogger dotato di una funzione di allarme con la quale possibile trasmettere un segnale di allarme. La comunicazione con il datalogger avviene tramite linterfaccia ethernet; a tal fine, insieme al datalogger, viene fornito un cavo cross-link. Nella versione GSM possibile accedere o inviare i dati attraverso una scheda SIM telefonica. Tutti i datalogger sono forniti con una custodia robusta ed areata. Possono essere montati a parete o in un armadio di comando. Nelle apposite custodie IP65 (non comprese) i datalogger possono essere montati allesterno.

ATTENZIONE
E importante evitare la formazione di condensa.

1.4

Uso conforme alle norme

Il Sunalyzer Web PR pu essere utilizzato esclusivamente per la visualizzazione dei dati di inverter SGI, IPE e SMA e del dispositivo Schco I-GAK. Il datalogger pu gestire contemporaneamente i dati provenienti al massimo da due tipologie di inverter.

1.5 Dotazione
Schco Sunalyzer Web PR Convertitore con spina 24 V - 1,0 A Cavo ethernet cross-link, 3 m, grigio, per il collegamento diretto con un PC Cavo ethernet, 3 m, nero, per il collegamento con un Router o uno Switch Antenna magnetica con cavo da 2,5 m (solo per le versioni con modem GSM) Kit di montaggio: adattatore di montaggio, attacchi guida portante, set di viti (3 viti e tassello) per il fissaggio Istruzioni duso 2 resistenze di carico x 120 , IP67

10.2011

232 542

1.5

Collegamento del datalogger

Un Datalogger pu gestire un massimo di 32 Inverter SGI, 30 Inverter IPE, 31 Inverter IPE CN 04, 99 Inverter IPE CN/SN 05 o 50 Inverter SMA per ciascuna porta con RS485. Inoltre possono essere collegati un massimo di 30 I-Gak. In generale il Datalogger pu gestire un massimo di 1500 canali (somma dei canali di tutti i dispositivi). Il datalogger dispone di porte aggiuntive per il collegamento di sensori in ingresso e uscite, nonch del display touch screen per laccesso rapido alle funzioni. La morsettiera composta come segue:

Presa per alimentatore a spina Morsettiera per sensore Sunalyzer, contatore di impulsi, display etc. Interfaccia per il collegamento modem (optional) Collegamento per antenna GSM (optional) (sul lato superiore) Interfaccia dati inverter 1: RS485 (presa RJ45) Interfaccia dati inverter 2: RS485 (presa RJ45) Interfaccia ethernet Slot per scheda SIM (optional) Il collegamento opzionale per lantenna GMS si trova sulla parte superiore dellinvolucro.
8 232 542 10.2011

1.6 Touch-screen
Il touch-screen consente di attivare e gestire il datalogger. Nel touch-screen sono quindi presenti le funzioni fondamentali del datalogger.

1.7

Indicatori di funzionamento

Il datalogger comunica il proprio stato corrente tramite il touch-screen. Gli indicatori di stato si visualizzano in forma di testo. I dati acquisiti, quali potenza e produzione, nonch notifiche ed avvisi sono consultabili dal display.

1.8

Interfaccia web

Tramite il collegamento con PC, possibile gestire il Sunalyzer tramite una interfaccia web, che verr visualizzata nel browser web del computer. Grazie a questa modalit di visualizzazione, il datalogger risulta compatibile con i sistemi operativi pi comuni.

1.8.1

Insieme delle funzioni

Il datalogger accessibile da PC tramite uninterfaccia ethernet. La visualizzazione delle funzioni del datalogger avviene tramite linterfaccia web. Le interfacce web consentono di operare le seguenti funzioni: Configurazione del datalogger Impostazione dei parametri (p. es. configurazione dellinverter, impostazione dei parametri di accesso e di displayaggio) Funzioni allarme al verificarsi di determinati eventi notificate via SMS, Internet (configurabili) Visualizzazione dello stato attuale dellinverter e dellintero impianto Informazioni di sistema (navigazione nellelenco eventi del sistema) Gestione dati dellimpianto e dellevento Creazione grafici Esportazione di dati misurati in formato csv per lelaborazione in altri programmi Cambio lingua dinamico per lutente

10.2011

232 542

Impianto FV Rilevamento inverter Sensore di irraggiamento Temperatura modulo fotovoltaico Temperatura ambiente

Generatore di impulsi (misuratore corrente alternata) Datalogger Modem / PC RS485 Bus

10

232 542

10.2011

1.8.2

Requisiti del sistema

Sunalyzer Web PR compatibile con quasi tutti i computer in commercio che dispongono di una connessione internet. Qui di seguito sono elencati i requisiti del sistema che il computer dovr comunque possedere. Hardware: Software: Interfaccia ethernet Browser web con possibilit di visualizzazione di dati grafici Flash

10.2011

232 542

11

2 2.1

Dati ed eventi Apparecchi utilizzati

Sunalyzer Web PR compatibile con gli inverter di fabbricazione Schco e/o SMA.

2.2

Sistema di memorizzazione del datalogger

Una volta che gli inverter e gli optional previsti sono stati collegati al datalogger possibile procedere con la sua messa in funzione. E necessario alimentare il datalogger, e dopo aver impostato ora, data e lingua procedere con la configurazione degli apparecchi connessi (anchessi alimentati e funzionanti). Cos saranno memorizzati tutti i parametri. Il datalogger in grado registrare: - Dati specifici dellinverter, a seconda della configurazione - Dati specifici dellI-GAK, a seconda della configurazione - Dati riassuntivi - Valori misurati supplementari (sensori) - Eventi Il datalogger riassume i valori della potenza AC e di resa energetica dei singoli inverter per lintero impianto. Inoltre, tramite limpiego del sensore Sunalyzer possibile registrare la potenza di irraggiamento, la temperatura del modulo fotovoltaico e la temperatura esterna e, tramite un contatore di impulsi, possibile registrare le rispettive quantit di energia elettrica (in base alla potenza attiva). Linverter e i sensori vengono interrogati ciclicamente. Il datalogger memorizza tutti i valori dei dati provenienti dai singoli inverter e nonch i valori dei dati riassuntivi con i relativi orari degli intervalli di rilevamento. Ci significa che tutti i dati riportano la stessa marcatura oraria, anche se gli intervalli di rilevamento per ogni inverter differiscono di qualche secondo luno dallaltro. In questo modo si garantisce una lettura dei dati sincronizzata. Il sistema di memorizzazione pu essere influenzato dal parametro dellintervallo di registrazione. La riduzione dellintervallo di registrazione permette una documentazione pi esatta dellimpianto, ma anche una produzione di dati notevolmente superiore ed infine un incremento dei tempi di trasmissione dei dati. La memoria interna di 1 GB sufficiente per un periodo minimo di due anni, con intervallo di accesso di 10 min (configurazione standard) e 64 inverter di stringhe. Aumentare la frequenza dei campionamenti comporta un maggior traffico dati nonch il rapido esaurimento dello spazio di memoria (soprattutto in caso di grandi impianti con numerosi apparecchi collegati)
12 232 542 10.2011

AVVERTENZA
Una volta che la capacit di memorizzazione sar pienamente utilizzata, il Datalogger inizier con leliminazione dei dati pi vecchi.

2.3

Specifiche e dati dellinverter

Il datalogger viene collegato direttamente con linverter tramite linterfaccia dati RS485. I dati disponibili dipendono dal tipo di inverter e dalla sua potenza. Principalmente vengono richieste e protocollate le seguenti informazioni: Valore Marcatura di orario Indirizzo Stato Tensione AC Corrente AC Potenza AC Tensione DC Corrente DC Potenza DC Potenza DC Produzione giornaliera Temperatura Unit V A W V A W W kWh C Definizione Distanza temporale tra le registrazioni Identificazione dellinverter Stato dellinverter Tensione di rete Corrente di carica (quota di potenza attiva) Potenza attuale dellinverter Tensione DC di stringa Corrente DC di stringa Potenza DC di stringa Potenza DC del generatore fotovoltaico Resa energetica quotidiana dallinverter Temperatura dellapparecchio

Per garantire un confronto preciso dei dati dellinverter ed ulteriori dati misurati, vengono mostrate delle misurazioni supplementari, se installate.

AVVERTENZA
Le informazioni in merito allo stato dellinverter possono essere consultate nel relativo manuale duso.

10.2011

232 542

13

2.4

Dati I-GAK

Il datalogger si collega indirettamente allI-GAK attraverso la rete. Il numero dei canali disponibili dipende dal tipo di I-GAK. Valore Ora Corrente di stringa n Unit A Descrizione Ora registrazione dati Corrente di ogni stringa

2.5

Dati riassuntivi

Dopo il rilevamento dei dati dellinverter e dei sensori opzionali, verranno calcolati e memorizzati dei dati riassuntivi per lintero impianto. Nel protocollo dei riassunti del datalogger verranno memorizzati: Valore Marcatura di orario Potenza AC Potenza DC Unit W W Descrizione Momento di registrazione dei dati Potenza attuale dellintero impianto (somma degli inverter) Potenza attuale dellintero generatore fotovoltaico (somma degli inverter) Produzione giornaliera kWh Rendimento quotidiano dellintero impianto (somma degli inverter)

AVVERTENZA
Il rilevamento del rendimento tramite il contatore ad impulsi essenzialmente pi preciso rispetto al valore riassuntivo dei singoli inverter. A tal fine, con il datalogger si avr la possibilit di collegare il contatore di impulsi.


14

.
232 542 10.2011

2.6

Valori misurati supplementari - sensori

Il datalogger permette la registrazione di misurazioni supplementari (vedere capitolo 1.8.1). possibile collegare eventuali sensori e generatori di impulsi alla morsettiera del datalogger (vedere capitolo 3.1).

Valore Rendimento misurato Forza di irradiazione Temperatura esterna Temperatura del modulo

Unit kWh W/m C C

Definizione Rendimento energetico calcolato dagli impulsi contati dal contatore elettrico Potenza di irraggiamento regolata e misurata dal sensore Sunalyzer Temperatura esterna misurata dal sensore Sunalyzer Temperatura del modulo misurata dal sensore Sunalyzer

2.7 Eventi
Per eventi si intendono tutti i malfunzionamenti o gli avvisi che si presentano singolarmente o in maniera continuativa e che vengono registrati o elaborati dal datalogger. Gli eventi si distinguono tra: Guasto = Informazioni su problemi rilevanti, guasti gravi o avarie che devono essere eliminati subito per non pregiudicare il funzionamento dellimpianto. Avvertenza = Informazioni su problemi che in generale non vengono ancora designati come gravi ,bens come spia dellinsorgere di un Guasto.

10.2011

232 542

15

2.7.1

Segnalazione di eventi del datalogger

Nellindice degli eventi i seguenti eventi vengono indicati come tipi di guasto:

Segnalazione evento Nessuna risposta dallinverter <n.> Linverter <n.> segnala una differenza di rendimento: -xxx %

Causa evento Linverter <n.> non era disponibile. Lallarme differenza di rendimento stato cancellato dallinverter <n.>, poich il rendimento quotidiano si trovava al xxx percento sotto la media dellimpianto. Linverter <n.> segnala un guasto grave. La limitazione stata prestabilita dallEVU. La corrente di stringa inferiore ai limiti impostati. La corrente di stringa superiore ai limiti impostati.

Eliminazione evento Verificare lo stato dellinverter e il collegamento dei cavi. Verificare linverter ed eventualmente linstallazione dellimpianto.

Linverter <n.> segnala un guasto <segnalazione guasto > Potenza ridotta del xx % Corrente di stringa <Nr.> troppo bassa Corrente di stringa <Nr.> troppo elevata

Vedere segnalazione eventi dellinverter, capitolo 2.7.2, pag.19. Controllare limpianto.

Controllare limpianto.


16 232 542 10.2011

2.7.2

Segnalazione eventi dellinverter

2.7.2.1 Tipo Schco


Nellindice degli eventi vengono indicati i seguenti eventi come tipi di guasto o errore: Segnalazione evento Guasto funzione ricerca Disattivazione sovratemperatura Disattivazione sovraccarico Guasto di rete, sovratensione L1 Guasto di rete Disattivazione guasto corrente Guasto isolamento generatore Guasto trasformatore di misura Guasto modulo AFI Guasto autotest Guasto alimentazione DC Guasto comunicazione Guasto interno DSP Guasto hardware Rallentamento di funzionamento Definizione Guasto funzione ricerca Disattivazione sovratemperatura Disattivazione sovraccarico Disattivazione sovratensione Guasto di rete Disattivazione di sicurezza della corrente di rete Disattivazione di sicurezza corrente FV La misurazione della corrente e della tensione nellinverter non sono plausibili. Linterruttore differenziale ha un guasto. Guasto del controllo del relais di rete. Lalimentazione di corrente continua nella rete era troppo alta. Guasto nella trasmissione interna dei dati dellinverter. Guasto interno dellinverter Autotest fallito, presenza di anomalia. 3 guasti nellautotest riavviare solo dopo lo spegnimento completo.

I codici dei guasti dipendono dal tipo di inverter.

AVVERTENZA
possibile ottenere maggiori dettagli dal relativo manuale duso dellinverter.

10.2011

232 542

17

2.7.2.2 Tipo SMA


Le segnalazioni degli eventi vengono prodotte direttamente dallinverter e dipendono dal modello di inverter! Alcuni esempi di tipi di guasti che possono essere indicati:

Segnalazione evento F-Bfr-Srr F-EEPROM F-Fac-Bfr

Definizione Difetto di comunicazione tra i due calcolatori EEPROM non pu essere letto o definito BFR- misurazione della frequenza di rete,valore fuori tolleranza

AVVERTENZA
Le segnalazioni degli eventi che si presentano per linverter SMA si possono trovare nel relativo manuale duso.

18

232 542

10.2011

Montaggio e collegamento

Il datalogger previsto per il montaggio in ambienti interni e per armadi di comando. Per il montaggio in ambienti esterni si consiglia un quadro elettrico con grado di protezione IP65.

ATTENZIONE
Come per tutti gli apparecchi elettrici, anche il datalogger deve essere protetto da umidit, ed in particolare dalla formazione di condensa. stato dimostrato che questo effetto pu essere ridotto notevolmente grazie alla circolazione dellaria, nonch tramite lisolamento completo de quadro. Nella fornitura del datalogger compreso una piastra di montaggio. Con le viti in dotazione, il datalogger pu essere montato a parete. In alternativa ladattatore di montaggio pu essere fissato ad una guida portante (DIN 35).

Fig.2: Adattatore di montaggio per Schco Sunalyzer Web PR

Il datalogger viene appeso alla piastra di montaggio innestando le viti posteriori. Nel fissare il datalogger si deve fare in modo che il collegamento del cavo avvenga senza problemi.

ATTENZIONE
Linserimento e la rimozione dei cavi e della scheda di memoria SIM devono avvenire solo quando lapparecchio spento.

10.2011

232 542

19

3.1

Collegamento del datalogger

Il collegamento del datalogger ad altri apparecchi avviene secondo le seguenti fasi: Collegare linverter al datalogger mediante un cavo di rete RJ45. Inserire lapposito spinotto di terminazione RJ45 nellultimo inverter, allestremit del rispettivo bus. Impostare lindirizzo ID nellinverter o inserire linterfaccia di comunicazione Collegare eventualmente i sensori, gli I-GAK, il generatore di impulsi, il display grande, i display Installare eventuali linee telefoniche o schede di memoria SIM e collegare lantenna GSM Collegare lalimentatore al datalogger e alla rete di distribuzione di corrente elettrica. Il collegamento al PC avviene tramite un cavo ethernet cross-link o tramite integrazione in una rete o modem. Ricercare apparecchi attraverso il display touch screen o linterfaccia web ed effettuare le altre impostazioni. Non tutte le impostazioni possono essere effettuate attraverso il display touch screen.

20

232 542

10.2011

Presa per alimentatore a spina Morsettiera per sensore Sunalyzer, contatore di impulsi, display etc. Interfaccia per il collegamento modem (versione analogica) Collegamento per antenna GSM (optional) (sul lato superiore) Interfaccia dati inverter 1: RS485 (presa RJ45) Interfaccia dati inverter 2: RS485 (presa RJ45) Interfaccia ethernet Slot per scheda SIM (versione GSM)

10.2011

232 542

21

3.1.1

Cablaggio connettori RJ 45

I connettori RJ 45 possono essere cablati secondo due diversi standard. La seguente tabella riporta le assegnazioni di cablaggio.

Cablaggio secondo lo Standard EIA/ TIA T568A (diretto) 1 Bianco/Verde 2 Verde 3 Bianco/Arancio 4 Blu 5 Bianco/Blu 6 Arancio 7 Bianco/Marrone 8 Marrone

Cablaggio secondo lo Standard EIA/ TIA T568B (Cross over) 1 Bianco/Arancio 2 Arancio 3 Bianco/Verde 4 Blu 5 Bianco/Blu 6 Verde 7 Bianco/Marrone 8 Marrone

Il cavo 1 a 1 in dotazione al datalogger cablato secondo T568B (per connettere tra loro due macchine senza usare un hub, uno switch o un router).

Nel confezionamento fornito un cavo per tipo. Il cavo Cross link contraddistinto da una fascetta di colore verde

22

232 542

10.2011

3.1.2

Struttura bus RS485

Il bus RS485 deve essere strutturato secondo il seguente diagramma schematico. Per il cablaggio si consiglia di utilizzare cavo twistato schermato, tipo FTP CAT5E o superiore.

Datalogger Inverter 1 Inverter 2 Inverter (n-1)

Inverter n Schermatura Cavo bus Resistenza di terminazione

Qualsiasi diramazione del cavo bus diversa da quella mostrata come ad esempio quella a stella, anulare o mista non possibile e determina errori nella trasmissione dei dati. Per garantire in modo sicuro la funzionalit, occorre uno speciale cavo bus ritorto schermato, soprattutto di sezione maggiore in funzione della lunghezza totale del bus RS485. I seguenti valori di riferimento vengono menzionati a titolo indicativo. Lunghezza del cavo fino a 600 m oltre 600 m Sezione del cavo 0,5 mm 1 mm

3.2

Collegamento degli inverter

Il collegamento del datalogger agli inverter dipende dal tipo degli inverter collegati. Gli schemi seguenti offrono degli esempi di collegamento ai diversi tipi di inverter. A seconda del tipo di inverter, sar eventualmente necessario impostare linterfaccia e lindirizzo.

10.2011

232 542

23

3.2.1

SGI Inverter di stringa

Per il collegamento di inverter SGI monofase ai datalogger procedere come segue. 1. Per ciascun inverter occorre attivare linterfaccia RS485 gi presente e ciascun inverter richiede un indirizzo ID univoco da impostare manualmente col tastierino sotto al display dellinverter. Ciascun indirizzo ID pu essere utilizzato una sola volta per ciascuna porta del Sunalyzer. Quindi a ciascuna porta del Sunalyzer possono essere collegati un massimo di 32 inverter. 2. Il Sunalyzer e gli inverter devono essere collegati tra loro mediante cavi 1 a 1. 3. Il connettore femmina RS485 ancora libero sullultimo inverter di ogni bus RS485 deve essere tappato con lapposita spina di terminazione in dotazione con il Sunalyzer.

Inverter Schco RJ45 (RS485) Presa doppia Collegamento di altri inverter o terminazione sullultimo inverter Schco tra PIN 3 + 6 (120

Schco Sunalyzer Web RJ45 (RS485) Presa doppia

Ulteriori inverter Bus RS485

PIN 6 - Segnale B PIN 3 - Segnale A

PIN 6 - Segnale B PIN 3 - Segnale A

4. La relativa porta del Sunalyzer Web PR deve essere impostata su SGI e deve essere avviata la ricerca, pertanto gli inverter devono essere in funzione (visualizzazione sul display). Durante la ricerca vengono visualizzati gli inverter gi trovati.

24

232 542

10.2011

3.2.2

SGI Inverter Centrale

Per il collegamento di inverter SGI trifase al datalogger procedere come segue: 1. Per ciascun inverter occorre impostare un ID. Ciascun ID pu essere utilizzato una sola volta per ciascuna porta del Sunalyzer. Quindi a ciascuna porta del Sunalyzer possono essere collegati un massimo di 32 inverter. 2. Il Sunalyzer e gli inverter devono essere collegati tra loro attraverso la morsettiera RS485 dellinverter e il connettore femmina RJ45 del Sunalyzer. Il procedimento illustrato nel seguente schema
Inverter Schco SGI 30k, SGI 33k RS485 Schco Sunalyzer Web RJ45 (RS485) Presa doppia

Collegamento di altri inverter o terminazione sullultimo inverter Schco tra morsetto A + B (120 )

Ulteriori inverter

Bus RS485

Morsetto B - Segnale B Morsetto A - Segnale A

PIN 6 - Segnale B PIN 3 - Segnale A

3. Sul Sunalyzer si utilizzano il PIN 3 e 6 del connettore femmina RJ45. 4. Occorre far s che venga terminato esclusivamente lultimo inverter del bus RS485, con lutilizzo delle resistenze gi montate nella morsettiera X6. Tutte le resistenze non utilizzate devono essere rimosse. 5. La relativa porta del Sunalyzer Web deve essere impostata su SGI e deve essere avviata la ricerca, pertanto gli inverter devono essere in funzione (visualizzazione sul display). Vengono mostrate singolarmente le tre sezioni di potenza degli inverter e gli apparecchi trovati vengono visualizzati gi durante la ricerca.

10.2011

232 542

25

3.2.3

Inverter SMA

1. Ciascun inverter deve essere munito della corrispondente scheda RS485 Piggy Back. 2. Il collegamento tra gli inverter e il datalogger deve avvenire secondo lo schema seguente. A ciascuna porta del Sunalyzer possono essere collegati un massimo di 50 inverter. Sul Sunalyzer devono essere utilizzati i PIN 1, 3 e 6 e il connettore femmina RJ45.

Inverter SMA Interfaccia RS485 Piggy back Collegamento di altri inverter o terminazione sullultimo inverter.

Schco Sunalyzer Web RJ45 (RS485) Presa doppia

Ulteriori inverter

Bus RS485

Morsetto 5 - GND Morsetto 7 - Data Morsetto 2 - Data +

PIN 1 - GND PIN 3 - Segnale B PIN 6 - Segnale A

3. Nellultimo inverter di ogni porta RS485 deve essere effettuata la terminazione (secondo le istruzioni per luso dellinverter) per mezzo dellapposita spina. 4. La rispettiva porta sul Sunalyzer deve essere impostata su SMA e deve essere avviata la ricerca. Gli inverter devono essere in funzione. Nella ricerca viene visualizzato inizialmente il numero degli apparecchi trovati e nella seconda fase viene elencato singolarmente il SN di ogni singolo apparecchio.

26

232 542

10.2011

3.2.4

Inverter centrale IPE

1. Per ciascun inverter occorre impostare lID. Ciascun ID deve essere utilizzato una sola volta per ciascuna porta del datalogger. Quindi a ciascuna porta del Sunalyzer possono essere collegati un massimo di 30 inverter. LID impostabile da tastierino al parametro 394 (v. istruzioni Inverter). 2. Il Sunalyzer e gli inverter devono essere collegati tra loro, attraverso la morsettiera nellinverter e il connettore femmina RJ45 del Sunalyzer.
Inverter centrale IPE Schco Sunalyzer Web RJ45 (RS485) Presa doppia Linterruttore S1 attiva la resistenza di terminazione interna. Allo stato di fornitura linterruttore in posizione Off. Linterruttore si trova nel tracker al di sotto della copertura destra. Bus RS485

Ulteriori inverter

PIN 1 Segnale A PIN 2 Segnale A allinverter successivo PIN 3 Segnale B PIN 4 Segnale B allinverter successivo

PIN 6 - Segnale B PIN 3 - Segnale A

3. Nellultimo inverter di ciascun bus RS 485 la terminazione deve essere attivata attraverso linterruttore S1 sotto al display del tracker. 4. La rispettiva porta sul Sunalyzer deve essere impostata su IPE e deve essere avviata la ricerca. Gli inverter devono essere in funzione. Durante la ricerca vengono visualizzati gli inverter rilevati.

10.2011

232 542

27

3.2.5

Inverter IPE04

1. Per ciascun inverter deve essere impostato un indirizzo USS, il baud rate e il protocollo. Ciascun indirizzo pu essere utilizzato una sola volta per ciascuna porta del Sunalyzer. Su ciascuna porta del Sunalyzer possono essere collegati un massimo di 31 inverter. Il baud rate deve essere impostato a 9600, 19200, 57600 o 115200 Baud. Quanto maggiore il baud rate selezionato, tanto minore la lunghezza massima del cavo del bus RS485. Il protocollo deve essere impostato a 1. La password di default per modificare le impostazioni : 72555. Linverter deve essere riavviato per il rilevamento delle impostazioni, disattivandolo sul lato CC per circa un minuto. 2. Il Sunalyzer e gli inverter devono essere collegati tra loro, attraverso il collegamento a innesto RS485 (connessione a innesto M12) dellinverter e il connettore femmina RJ45 del Sunalyzer.
Schco Inverter IPE04 RS485 Schco Sunalyzer Web RJ45 (RS485) Presa doppia

Collegamento di altri inverter o terminazione sullultimo inverter Schco con connettore di terminazione.

Ulteriori inverter

Bus RS485

Morsetto 2 - Segnale B Morsetto 3 - Segnale A

PIN 6 - Segnale B PIN 3 - Segnale A

Sul Sunalyzer si utilizzano il PIN 3 e 6 del connettore femmina RJ45. Sullinverter i PIN 2 e 3 del connettore a innesto M12. 3. Il connettore femmina RS485 libero sullultimo inverter del bus RS485 deve essere munito della spina di terminazione 272556. 4. La relativa porta del Sunalyzer Web PR deve essere impostata su IPE04 e deve essere avviata la ricerca, pertanto gli inverter devono essere in funzione (visualizzazione sul display). Durante la ricerca vengono visualizzati gli apparecchi rilevati.

28

232 542

10.2011

3.2.6

Inverter IPE05

1. Per ciascun inverter deve essere impostato un ID RS485 attraverso il display o linterfaccia web. Ciascun indirizzo pu essere utilizzato una sola volta per ciascuna porta del Sunalyzer. La password di default dellinverter : ******** (8 volte *). 2. Il Sunalyzer e gli inverter devono essere collegati tra loro attraverso la morsettiera sullinverter e il connettore femmina RJ45 del Sunalyzer.
Schco Inverter IPE05 RS485 Collegamento di altri inverter o terminazione sullultimo inverter Schco. Ulteriori inverter Schco Sunalyzer Web RJ45 (RS485) Presa doppia

Bus RS485

RS485 + RS485 -

PIN 6 - Segnale B PIN 3 - Segnale A

Sul Sunalyzer si utilizzano il PIN 3 e 6 del connettore femmina RJ45. 3. Sullultimo inverter si deve terminare il bus RS485. 4. La rispettiva porta sul Sunalyzer PR deve essere impostata su IPE05 e deve essere avviata la ricerca. Pertanto gli inverter devono essere in funzione (visualizzazione sul display). Durante la ricerca vengono visualizzati gli apparecchi rilevati.

10.2011

232 542

29

30

Dispositivo 1 2 4 6 8 10 12 14 16 18 20 22 24 Contatto N.A. Contatto N.C. Ingresso Anello di corrente Relais Ingresso DI 4 Allarme Momentaneamente senza funzione DI 3 DI 2 DI 1 Massa Telecontrollo 3 5 7 9 11 13 15 17 19 21 23

Funzione

PIN

PIN

Funzione

Dispositivo

Allarme

Massa

Contatore impulsi

Ingresso contatore

Massa

Sensore

Tensione di alimentazione

Massa

RS485 Port 2

RS485 A

232 542

RS485 B

Display generale

RS485 A

RS485 B

RS485 Port 1

RS485 A

RS485 B

Anello di corrente

10.2011

AVVERTENZA
La morsettiera pu essere utilizzata anche per il collegamento degli inverter.

3.3 Collegamento 3.3.1 Collegamento del sensore Sunalyzer (optional)

Il collegamento del sensore Sunalyzer (257328) avviene tramite la morsettiera del Sunalyzer Web. Il collegamento avviene a quattro poli sui morsetti 7; 9; 11; 13 della morsettiera del Sunalyzer Web. Il sensore Sunalyzer riconosciuto dal Datalogger come iun Inverter SGI. Lapposita morsettiera di collegamento afferisce alla porta PORT 2 del Datalogger, pertanto questa, al momento della ricerca dispositivi deve essere settata su SGI (v. cap. 5.1.9)

3.3.2

Collegamento del contatore impulsi (optional)

Sunalyzer Web dispone di un ingresso per la connessione di un contatore di impulsi con uscita S0. Il collegamento avviene a due poli sui morsetti 3 e 5 della morsettiera del Sunalyzer Web. Il valore rilevato del contatore di impulsi viene memorizzato dal datalogger come proprio canale.

3.3.3

Collegamento del display (optional)

Sunalyzer Web offre la possibilit di collegarsi ad display . Per realizzare ci, necessario collegare il display generale ai morsetti 15 e 17 della morsettiera del Sunalyzer Web.Il collegamento avviene tramite uninterfaccia RS485. Il display dovr essere configurato di conseguenza. Non necessario configurare il datalogger.

3.3.4

Telecontrollo (optional)

Il datalogger dispone di una possibilit per limitare la potenza degli inverter collegati (se alimentato da questi). Per realizzare ci, il datalogger dispone di due possibilit per il collegamento di un telecomando centralizzato. La prima possibilit costituita da quattro ingressi digitali e la seconda da un ingresso dellalimentazione 4 - 20 mA. Per questo motivo necessario collegare il telecomando centralizzato al Sunalyzer Web PR.
10.2011 232 542 31

Il collegamento dei quattro rel del telecomando centralizzato avviene nel modo seguente. Alimentazione comune dei quattro rel sul morsetto 2 del datalogger. Collegamento delle uscite dei quattro rel ai morsetti 4 (DI 1), 6 (DI 2), 8 (DI 3) e 10 (DI 4) della morsettiera del datalogger. Lo schema seguente mostra un esempio di collegamento.

Per utilizzare linterfaccia di corrente, necessario collegare al datalogger il telecontrollo corrispondente. Ci avviene sui morsetti 23 e 24 del datalogger. Allo stesso tempo necessario prestare attenzione alla corretta polarit. La configurazione degli ingressi avviene sulla piattaforma web.

3.3.5

Ingresso allarmi (optional)

Il datalogger dispone di un ingresso per il montaggio di un circuito di allarme. Per questo scopo necessario utilizzare i morsetti 1 e 12 della morsettiera. Ogni modifica su questi ingressi viene rilevata dal datalogger e registrata come evento. La configurazione dellingresso degli allarmi non necessaria.

32

232 542

10.2011

3.3.6

Collegamento del Campo Sunalyzer IO

Il collegamento del Campo Sunalyzer IO per controllare i carichi per lottimizzazione del consumo di energia avviene attraverso la morsettiera del Datalogger. Il collegamento dei cavi per lalimentazione del campo IO avviene attraverso i morsetti 7 e 9 del Sunalyzer Web PR. Lalimentazione del Datalogger avviene attraverso un solo campo IO. Il collegamento dei cavi dati avviene tramite i morsetti 11 e 13 (ingresso 2) o i morsetti 19 e 21 (ingresso 1).

3.3.7

Collegamento I-GAK

LI-GAK non viene collegato direttamente al datalogger, bens attraverso la rete Ethernet. Se sono presenti pi I-GAK si consiglia lutilizzo di uno Switch Lan.. In tal caso lindirizzo IP dellI-GAK e quello del datalogger devono appartenere alla stessa famiglia di indirizzi. (es.: datalogger: 192.168.1.100; I-GAK: 192.168.1.102). La maschera di rete deve essere la stessa per tutti gli apparecchi

3.3.8

Collegamento MUC

E possibile riassumere i valori di produzione attraverso un MUC (Multy Utility Communication ). Questi dati possono essere utilizzati per calcolare il valore del proprio autoconsumo. A tale scopo il MUC va collegato al Datalogger, non direttamente, bens attraverso la rete. Si tratta in questo caso di connettere il Datalogger e il MUC ad un Router. Lindirizzo IP del MUC e del Datalogger dovranno essere riportati nello stesso campo indirizzo. Ad esempio: Datalogger: 192.168.1.100; MUC:192.168.1.102. La Subnetmask deve essere la stessa per tutti i dispositivi, anche nel caso di indirizzi dinamici.

3.3.9

Collegamento con una linea telefonica

(solo per la versione con modem analogico) Il Sunalyzer PR Web Analogico (259 970) dispone di un modem analogico interno. Il funzionamento di questo modem avviene collegando il Sunalyzer allo slot corrispondente attraverso il cavo fornito allacciato alla presa telefonica. Assicurarsi che la linea telefonica sia adatta per un modem e che loperatore telefonico scelto ne supporti lutilizzo. N.B.: questo non avviene nel caso di connessioni VoIP.

10.2011

232 542

33

3.3.10

Preparazione del modem GSM

(solo per la versione con modem GSM) Sunalyzer Web GSM (259 971) dotato di un modem GSM interno. Per attivarlo si dovr inserire una scheda SIM sul lato sinistro dellapparecchio e collegare lantenna al Sunalyzer (vedere capitolo 3.1) e posizionarla in un luogo con buona ricezione e lontano da fonti di disturbo.

ATTENZIONE
La scheda SIM deve essere rimossa solo quando lapparecchio spento.

AVVERTENZA
La scheda SIM deve essere attivata per la trasmissione dei dati.

Inserire la scheda SIM solo nella direzione indicata. Per spostare il pulsante della scheda SIM, esercitare una pressione con una penna oppure con un oggetto simile. La scheda SIM pu essere inserita solo in apparecchi con modem integrato (259 971).

34

232 542

10.2011

3.3.11

Collegamento alla rete elettrica

Utilizzare per il collegamento alla rete elettrica pubblica lalimentatore (fornito in dotazione) da 12 VDC o unalimentazione appropriata da 12-28 VDC. Il consumo di energia del datalogger inferiore a 3 Watt.

ATTENZIONE
Il collegamento alla rete elettrica deve essere eseguito dopo aver installato lhardware e di tutti gli altri cavi. Il Datalogger deve essere continuamente alimentato per permettere il fuzionamento anche durante la notte.

3.3.12

Collegamento con il PC

Sono disponibili tre modalit di collegamento del datalogger al PC Collegamento diretto tramite un cavo cross-link: Nella dotazione di serie del datalogger compreso un cavo cross-link che dovr essere inserito nellapposita interfaccia ethernet prevista sul datalogger e a quella del PC, al fine di creare un collegamento diretto tra il PC e il datalogger. Per questo tipo di collegamento, i parametri di rete del computer dovranno essere configurati di conseguenza. Vedere capitolo 4.1.1. Integrazione in una rete locale Tramite linterfaccia ethernet del datalogger possibile lintegrazione in una rete. A tal fine sar necessario un IP fisso per il datalogger. Tale indirizzo dovr essere impostato nel datalogger, vedere capitolo 5.1.11 e capitolo 5.2.12.

AVVERTENZA
Per quanto riguarda limpostazione dei parametri di rete, prendere contatti con il proprio amministratore della rete locale per ricevere un IP per il datalogger.

10.2011

232 542

35

AVVERTENZA
Per poter utilizzare la piena funzionalit del datalogger, necessario che la rete soddisfi i seguenti requisiti. Per il trasferimento dei dati sul portale web, necessario creare sul datalogger un collegamento FTP attivo. Per linvio di mail necessario che sia possibile creare un collegamento SMTP. Il download di aggiornamenti avviene via http. (Port 80). Collegamento via modem Per realizzare il collegamento via modem necessario che sia il PC sia il datalogger, dispongano di un modem. Per questo tipo di collegamento disponibile il Sunalyzer con modem analogico o GSM integrati. Il modem del PC deve gi essere installato, pronto per la messa in funzione (vedi le istruzioni del produttore del modem). Inoltre necessario predisporre una connessione remota su PC. Vedi 4.1.3.

AVVERTENZA
In caso di funzionamento del datalogger/PC con un impianto di collegamento interno, il modem o limpianto telefonico deve essere configurato di conseguenza.

3.3.13

Controllo dellinstallazione

Dopo aver eseguito con successo linstallazione del datalogger (vedere capitolo 3), sar necessario eseguire una verifica. A tal fine, si dovr creare un collegamento al datalogger.

AVVERTENZA
La verifica completa della configurazione pu avvenire solo tramite gli inverter in funzione e quindi con irraggiamento solare sufficiente.
36 232 542 10.2011

Messa in funzione

Successivamente alla creazione di un collegamento elettrico tra il datalogger ed il PC, possibile creare una connessione.

AVVERTENZA
A seguito del continuo aggiornamento del datalogger, si consiglia di installare gi durante la prima messa in servizio un aggiornamento eventualmente disponibile.

4.1

Collegamento al datalogger

Il collegamento al datalogger pu essere configurato tramite un collegamento diretto, una rete locale oppure tramite un collegamento via modem.

4.1.1

Collegamento diretto tramite cavo cross-link

Un collegamento diretto avviene tramite il cavo cross-link in dotazione. A tal fine, si dovranno utilizzare le interfacce ethernet del datalogger e del PC. Linterfaccia di rete del PC dovr essere quindi impostata con un indirizzo IP fisso. Lo stesso vale per il Sunalyzer Web PR. Di default impostato lindirizzo IP del datalogger IP 192.168.1.100 e la subnet mask 255.255.255.0. Nei PC con Windows XP si proceder come segue: Start -> Pannello di controllo -> Connessioni di rete -> Connessione alla rete locale (LAN) (tasto destro del mouse -> propriet)

10.2011

232 542

37

Selezionare con una spunta protocollo Internet TCP/IP -> propriet Selezionare con una spunta Utilizza il seguente indirizzo IP. Se il datalogger non dispone di una configurazione di default, immettere i seguenti valori. Indirizzo IP: 192.168.1.101 Subnet mask: 255.255.255.0 Se il datalogger non ha pi le impostazioni di default, si dovr distinguere lindirizzo IP del PC nellultimo blocco.

38

232 542

10.2011

Fare clic su OK Anche nella finestra seguente.

4.1.2

Collegamento tramite una rete locale

Se il collegamento al datalogger avviene tramite una rete locale, il Sunalyzer e il PC devono essere integrati in questa rete. A tal fine sar utile assegnare al datalogger un indirizzo IP fisso. Per il procedimento da eseguire, vedere capitolo 5.1.11 e 5.2.12 Successivamente si potr richiamare il sito web del datalogger tramite limmissione di questo IP nel campo degli indirizzi del browser del PC.

10.2011

232 542

39

4.1.3

Collegamenti via modem

In caso di collegamento via modem, il PC e il datalogger devono disporre di modem compatibili (analogico o GSM). Per creare la connessione occorre prima installare su PC un cosiddetto collegamento remoto. Su un PC con Windows XP si procede come segue: Start -> Pannello di controllo -> Connessioni di rete -> Creazione nuova connessione.

Selezionare Collegamento ad Internet.

Selezionare Configurazione manuale della connessione.

40

232 542

10.2011

Selezionare Connessione tramite modem remoto.

Inserire un nome a piacere per il collegamento al datalogger.

10.2011

232 542

41

Inserire il numero di telefono del Sunalyzer Web. Si ricorda che sar eventualmente necessario anteporre lo 0 per richiedere la linea per il modem del computer.

Inserire qui i dati necessari per la connessione. Questi dati verranno registrati tramite la pagina modem dellinterfaccia web del datalogger. Di default nel datalogger sono programmati i seguenti valori: utente username e parola dordine: password.

42

232 542

10.2011

In questa finestra vengono visualizzati i dati precedentemente inseriti. Cliccando lopzione Selezionare si lancia la connessione con Sunalyzer Web. Dopo aver stabilito la connessione, aprire il browser del PC. Nella barra degli indirizzi inserire quindi il seguente IP. 1.1.1.1 Linterfaccia web del datalogger viene caricata.

10.2011

232 542

43

5 Comando
Il Sunalyzer Web ha due possibilit di comando. 1. 2. Touch-screen Interfaccia web

La funzionalit di queste due possibilit si distingue in determinati punti. Entrambi i metodi consentono di attivare le funzioni di base. Pi avanti troverete una descrizione pi dettagliata.

5.1 Touch-screen

ATTENZIONE
Il touch-screen non deve essere toccato con oggetti appuntiti, come per esempio cacciaviti.

Il Touch-screen del datalogger consente la gestione degli elementi base dellapparecchio. Questi elementi di comando sono divisi in due gruppi.

5.1.1

Wizard di installazione

Il wizard di installazione viene visualizzato sul display alla prima accensione del datalogger e mostra le varie fasi per attivare le funzioni pi importanti per la configurazione del datalogger. Il wizard di installazione comprende le seguenti pagine 1. Lingua 2. Data 3. Ora 4. Ricerca dellinverter Tutte le ulteriori impostazioni possono essere richiamate dal menu. La descrizione delle singole opzioni disponibile nei capitoli successivi di questo manuale.

44

232 542

10.2011

5.1.2

Struttura del menu

Il richiamo delle singole pagine avviene tramite un menu, le cui voci principali restano visualizzate in maniera permanente sul display. Il menu principale ha la seguente struttura. Analisi - Panoramica - Potenza - Resa - Eventi

Setup - Inverter trovati - Ricerca inverter - Ingresso impulsi - Esci

Setup - Regolazione ora e data - Impostazione della lingua - Configurazioni di rete - Status dellapparecchio

10.2011

232 542

45

5.1.3 Setup

Fare clic sul pulsante Setup e, se non avete gi eseguito il login, vi verr richiesta limmissione di una password. La password di default : 0000 possibile modificare la password tramite linterfaccia web (capitolo 5.2.10 Impostazioni).

5.1.4

Ora e data
Facendo clic sul rispettivo pulsante, possibile modificare ora e data.

5.1.5 Ora
possibile regolare separatamente ore e minuti. Tramite i tasti freccia verso sinistra e verso destra, si possono selezionare lora o i minuti. Il punto selezionato viene evidenziato. Con i tasti +1, +10, -1 e -10 possibile modificare ogni punto secondo il valore desiderato. Facendo clic sul pulsante Salva, le impostazioni verranno salvate.

46

232 542

10.2011

5.1.6 Data
Qui possibile impostare singolarmente giorno, mese ed anno. Tramite i tasti freccia, verso sinistra e verso destra possibile passare dal giorno, al mese e allanno. Il punto selezionato viene evidenziato. Tramite i tasti +1, +10, -1 e -10 possibile impostare il valore desiderato nel punto corrispondente. Facendo clic sul pulsante salva le impostazioni verranno salvate.

5.1.7 Lingua
Facendo clic sulla lingua corrispondente, si imposter la lingua desiderata.

10.2011

232 542

47

5.1.8

Inverter trovati
Qui vengono visualizzati gli inverter riconosciuti e il sensore Sunalyzer.

5.1.9

Ricerca dellinverter
La scelta del tipo di inverter avviene in modo separato per ogni porta disponibile. Qui viene visualizzata limpostazione attuale. Facendo clic su modifica possibile modificare il tipo di inverter. Se viene selezionato il tipo di inverter presente,la ricerca potr essere avviata tramite il pulsante avvia ricerca. Con linverter possibile eseguire la ricerca del sensore Sunalyzer collegato. A seconda del tipo di inverter e del numero di inverter collegati, possibile richiedere la ricerca delle informazioni degli inverter in un dato momento.

48

232 542

10.2011

Facendo clic sul tipo di inverter corrispondente viene memorizzata limpostazione selezionata per la porta e la precedente schermata.

Durante la ricerca viene visualizzato lo stato della ricerca e, nel caso sia presente, il sensore Sunalyzer.

5.1.10

Ingresso impulsi
Per ottenere una corretta visualizzazione dei valori dal datalogger, si dovr impostare qui la frequenza degli impulsi del contatore collegato. Nei campi possibile immettere valori da 1 a 9999 Imp./kWh. Il valore di default impostato di 1000 Imp./kWh Tramite il tasto Cambia, possibile attivare o disattivare lingresso di impulsi. Limpostazione avviene in cifre. Con i tasti freccia possibile spostarsi da un numero allaltro mentre con +-1 possibile modificare le singole cifre. Limpostazione sar salvata premendo il pulsante di memorizzazione corrispondente.

10.2011

232 542

49

5.1.11 Rete
Se il datalogger integrato in una rete, si dovranno ottenere tutte le configurazioni necessarie dallamministratore di rete.

Qui si possono impostare i parametri di rete ed possibile scegliere gli indirizzi IP e la subnet mask. Se non stato creato alcun collegamento di rete, apparir il seguente messaggio.

Se invece impostato un collegamento di rete, verranno visualizzati tutti i parametri attuali. La configurazione dei parametri di rete del datalogger pu essere avviata tramite il pulsante Imposta rete.

Scegliendo dinamico la configurazione delle rete sar terminata. Il datalogger otterr lindirizzo di rete in automatico. Scegliendo statico, possibile impostare lindirizzo IP manualmente.

50

232 542

10.2011

Qui possibile inserire i blocchi degli indirizzi IP singolarmente. Con i tasti freccia verso sinistra e verso destra possibile passare da un blocco allaltro. Il blocco selezionato viene evidenziato. Con i tasti +1, +10, +100, -1, -10 e -100 sar possibile modificare il relativo campo con i valori corrispondenti. Facendo clic sul pulsante Salva, le impostazioni verranno salvate e verr richiamata la pagina successiva.

Qui possibile impostare singolarmente i singoli blocchi della Subnet mask. Con i tasti freccia verso sinistra e verso destra possibile passare da un blocco allaltro. Il blocco selezionato viene evidenziato. Con i tasti +1, +10, +100, -1, -10 e -100 sar possibile modificare il relativo campo con i valori corrispondenti. Facendo clic sul pulsante Salva le impostazioni verranno salvate e verr richiamata la pagina successiva.

10.2011

232 542

51

Qui possibile impostare singolarmente i quattro blocchi dellindirizzo Gateway. Con i tasti freccia verso sinistra e verso destra possibile passare da un blocco allaltro. Il blocco selezionato viene evidenziato. Con i tasti +1, +10, +100, -1, -10 e -100 sar possibile modificare il relativo campo con i valori corrispondenti. Facendo clic sul pulsante Salva le impostazioni verranno salvate e verr richiamata la pagina successiva Imposta rete

52

232 542

10.2011

5.1.12 Apparecchio

Qui viene visualizzata la disponibilit della memoria e la versione del software del Sunalyzer Web PR. Inoltre possibile installare un aggiornamento direttamente dal server di aggiornamento, fino a quando presente una connessione di rete. Con la funzione ripristino impostazioni di fabbrica tutte le impostazioni vengono reimpostate allo stato di consegna.

5.1.13 Panoramica
La pagina della panoramica mostra lo stato attuale dellimpianto fotovoltaico.

10.2011

232 542

53

5.1.14 Potenza

La valutazione della potenza dellinverter avviene attraverso la presente visualizzazione. possibile selezionare linverter desiderato tramite i tasti freccia in alto, mentre con i tasti freccia in basso possibile scegliere il giorno visualizzato. Facendo clic sulla curva verranno visualizzati i relativi dati dei vari punti nel grafico.

5.1.15 Resa
possibile scegliere il singolo inverter tramite i pulsanti in alto con le frecce. Per selezionare il mese desiderato, utilizzare i tasti freccia in basso. Facendo clic su una delle barre verranno visualizzati i dati della rispettiva barra del grafico.

5.1.16 Risultati
Qui vengono mostrati gli eventi occorsi ai dispositivi dimpianti comprese le normali routines di funzionamento. Cliccando sul valore di un risultato viene visualizzato lintero testo. Cliccando nuovamente si torner a visualizzare la lista dei evento. E possibile scorrere la lista utilizzando i tasti freccia.

54

232 542

10.2011

5.2

Interfaccia web

Per richiamare linterfaccia web del datalogger, PC e datalogger devono essere collegati tra di loro tramite cavo cross-link, rete o modem. In caso di una connessione a rete (diretta o tramite rete) lIP di default 192.168.1.100. In caso di connessione via modem lindirizzo IP sempre 1.1.1.1 e non modificabile.

5.2.1

Struttura del menu

Le singole pagine dellinterfaccia web possono essere raggiunte tramite il menu sul lato sinistro, che mostrer la seguente struttura.

Panoramica Analisi Valore on-line Potenza Produzione I-GAK: Vista generale Eventi Download Setup Ricerca Inverter Configurazione canale Controllo dellautoconsumo Monitoraggio resa energetica Limitazione di potenza Impostazioni Notifica Rete Modem Portale web Aggiornamento Istruzioni per luso

10.2011

232 542

55

5.2.2 Panoramica
Sulla pagina di avvio vengono visualizzate le informazioni principali dellimpianto che riguardano la potenza, la produzione giornaliera, la resa complessiva ed il grafico che rappresenta landamento giornaliero della potenza.

56

232 542

10.2011

5.2.3 Potenza
Qui avviene lanalisi della potenza di ciascun inverter. A tal fine, si dovr selezionare dallelenco linverter desiderato, il periodo ed immettere la data. La schermata si aggiorner premendo il pulsante corrispondente. Se disponibili, verranno visualizzati anche i valori dei sensori.

Tramite il tasto destro del mouse possibile accedere alle diverse opzioni del grafico.

10.2011

232 542

57

5.2.4 Produzione
La pagina dellanalisi di produzione offre principalmente le stesse funzioni di quella dedicata allanalisi della potenza. La scelta dellinverter avviene anche qui tramite un elenco. Inoltre, possibile selezionare data ed intervallo di tempo. Laggiornamento avviene tramite il relativo pulsante.

58

232 542

10.2011

5.2.5

Valori online

In questa pagina vengono visualizzati i valori correnti di inverter ed I-GAK collegati.

10.2011

232 542

59

5.2.6

I-GAK: Panoramica - vista generale

Segue in questa pagina una panoramica relativa ai singoli valori di corrente degli I-GAK collegati.

Ogni diagramma rappresenta un singolo I-GAK. Per ogni canale viene visualizzato il valore attuale e quello massimo.

60

232 542

10.2011

5.2.7 Eventi
In questa sezione vengono visualizzati i messaggi generati dallimpianto. Dalla lista posizionata a destra nella pagina pu essere selezionato il numero dei messaggi che si desidera vengano visualizzati. Tali risultati sono ordinati cronologicamente. Il risultato pi recente sar dunque al primo posto della lista.

10.2011

232 542

61

5.2.8 Download
Questa pagina consente di scaricare i dati memorizzati del datalogger per analizzarli esternamente. I dati vengono scaricati in formato csv.

Con i cinque pulsanti di selezione possibile selezionare il contenuto dei file. La scelta del periodo avviene tramite limmissione della data e dellora nei quattro campi. Nella seguente tabella viene descritto il contenuto delle cinque varianti di file.

62

232 542

10.2011

Risultati grezzi Risultato giornaliero Risultato settimanale Risultato mensile Risultato annuale

Vengono forniti tutti i dati acquisiti Vengono forniti i rendimenti giornalieri dei singoli inverter per i giorni passati. Vengono forniti i rendimenti settimanali dei singoli inverter per le settimane passate. Vengono forniti i rendimenti mensili dei singoli inverter per i mesi passati. Vengono forniti i rendimenti annuali dei singoli inverter per gli anni passati.

5.2.9 Impostazione
Per accedere alle impostazioni del datalogger necessario prima effettuare il login. Immettere quindi la password. La password di default : 0000 possibile modificare la password nelle alla voce Impostazioni.

5.2.10

Controllo dellauto consumo

Per poter effettuare il monitoraggio dellauto consumo il dispositivo deve essere configurato. Seguono le cinque fasi da seguire per ogni singolo rel. 1. Selezionare il valore della potenza che dovr essere utilizzato per il confronto. 2. Inserire il valore di potenza raggiunto il quale si attiver il relais.

10.2011

232 542

63

3. Inserire il valore raggiuntoil quale il relais si disattiver. 4. Inserire il tempo di attivazione, che corrisponde al tempo massimo che pu trascorrere da quando il valore limite viene superato dallinterruttore prima che si attivi il relais. 5. Inserire la durata minima di funzionamento. Questo valore indica quanto tempo il relais rimarr attivo. Il relais rimarr attivo per il periodo minimo indicato anche se si dovesse raggiungere il valore di spegnimento.

64

232 542

10.2011

5.2.11

Ricerca dispositivi

Prima di avviare la ricerca necessario selezionare il modello e la serie dellinverter collegato RJ45 scegliendolo nella corrispondente lista a disposizione. La scelta avviene cliccando sul relativo pulsante. Definire inoltre se effettuare la ricerca anche di eventuali dispositivi I-GAK. La ricerca degli inverter e di altri eventuali dispositivi viene avviata cliccando sul pulsante Avvia ricerca. Se fosse stato collegato un sensore Sunalyzer andrebbe attivata la porta due su SGI. Il campo Sunalyzer IO utilizza il protocollo ModBus.

Durante la ricerca, viene visualizzata una barra che indica lo stato di avanzamento della ricerca stessa, e appare a mano a mano lelenco dei dispositivi trovati.

10.2011

232 542

65

Il tempo necessario per la ricerca dei dispositivi varia a seconda del numero e del tipo di dispositivi collegati

5.2.12

Configurazione canale

La configurazione del canale serve per impostare il tipo di dati che devono essere visualizzati dallapparecchio collegato. Inoltre, possibile anche configurare il contatore di impulsi, modificare lintervallo logging ed immettere un nome personalizzato da assegnare allapparecchio. Limpostazione avviene singolarmente per ogni apparecchio. Nei dispositivi I-GAK possono essere impostati il valore di corrente nominale del singolo canale e del limite di tolleranza. Questi valori di tipo progettuale dipendono da come costituito il campo FV. Inoltre possibile fissare il valore di tolleranza oltre il quale verr fatto generare un evento. Questa tolleranza indica dopo quanti intervalli di registrazione oltre il valore nominale, levento corrispondente attivato.

66

232 542

10.2011

La tolleranza ammissibile si riferisce alla media di tutti i flussi. Al fine di evitare notifiche inutili, in questo campo andrebbero inseriti un valore elevato per la tolleranza ammissibile come pure un valore elevato riferito allintervallo di tempo per lattivazione.

In questa pagina pu anche essere inserito un valore di partenza per la produzione. Questo valore sar aggiunto al rendimento totale degli inverter. La somma sar poi visualizzata sul touch screen, linterfaccia web o su un display opzionale di grande formato. Un aggiornamento avverr al log in successivo. Ogni notte viene automaticamente effettuato lazzeramento di ogni singola corrente di stringa.

10.2011

232 542

67

5.2.13

Monitoraggio resa energetica

Sunalyzer Web PR dispone di una funzione per il controllo automatico del rendimento degli inverter collegati. Attraverso questo controllo vengono confrontati gli uni con gli altri i rendimenti specifici di ogni singolo inverter. Affinch ci funzioni correttamente necessario innanzitutto fornire alcune informazioni. Questo il rendimento del modulo collegato allinverter corrispondente e il limite per lazionamento di un allarme.

Per ogni inverter che deve essere controllato, necessario immettere il rendimento stimato e attivare il controllo. La regolazione del limite per un controllo del rendimento avviene contemporaneamente per tutti gli inverter. La verifica del rendimento ha luogo ogni giorno alle ore 18. Questultima indipendente dalle condizioni meteorologiche ed atmosferiche, pertanto la segnalazione generata pu essere non significativa.

68

232 542

10.2011

5.2.14

Limitazione di potenza

Il datalogger dispone di una funzione per limitare la potenza degli inverter collegati che possibile impostare individualmente. Il datalogger dispone di due possibilit a seconda di come riceve la preselezione dei dati nominali. Di serie la limitazione di potenza disattivata e sono superate le fasi comuni dello 0, 30, 60 e 100 %. Durante la configurazione necessario selezionare in primo luogo se il datalogger riceve il valore nominale sugli ingressi digitali o lingresso di alimentazione. Per quanto riguarda gli ingressi digitali, possibile configurare fino a 16 fasi. possibile disattivare tutte le combinazioni non necessarie. Durante la limitazione di potenza su una corrente necessario immettere esclusivamente entrambi i valori di prestazione per 4 e 20mA. Per tutte le altre correnti avviene uninterpolazione lineare.

possibile verificare la limitazione di potenza applicando agli ingressi del datalogger un segnale corrispondente e verificando se linverter manifesta il comportamento desiderato. Ogni modifica sugli ingressi del datalogger viene elaborata e registrata come avvenimento corrispondente del datalogger.
10.2011 232 542 69

5.2.15 Impostazioni
Qui possibile modificare data, ora, lingua e password del datalogger.

Per modificare la password si dovr prima immettere la vecchia password e successivamente inserire quella nuova. La password deve contenere un minimo di quattro caratteri. La password servir ad accedere allinterfaccia web e al touchscreen. Per salvare la password, fare clic sul relativo pulsante.

70

232 542

10.2011

5.2.16

Notifica

La configurazione delle funzioni di allarme del datalogger si esegue in questa pagina. A questo proposito, necessario immettere lindirizzo e mail oppure il numero di cellulare del destinatario e selezionare di seguito, per quale tipo di guasto/ avvenimento deve avvenire la notifica. La funzione di allarme tramite SMS disponibile solo per il datalogger con modem GSM.

Se il datalogger dotato di modem, possibile scegliere se le e-mail dovranno essere inviate tramite modem o tramite rete. In ogni caso possibile cancellare il destinatario immesso tramite il relativo pulsante.

10.2011

232 542

71

5.2.17 Rete
Qui possibile modificare i parametri di rete o visualizzarli.

Se il datalogger deve essere integrato in una rete, sar necessario rivolgersi al proprio amministratore di rete per ottenere le impostazioni necessarie. Utilizzando un indirizzo IP statico e la connessione ad Internet del Datalogger prescielta, i cinque campi andranno compilati in accordo con le condizioni locali.

72

232 542

10.2011

5.2.18 Modem
Questa pagina serve alla configurazione del modem integrato. Il contenuto della pagina dipende dal tipo di modem.

possibile inserire i dati in modo che il Datalogger possa connettersi in rete attraverso modem GSM o inserendo il PIN di una carta SIM ( consigliabile disabilitarlo). La scheda SIM dovr essere registrata nel portale WEB del provider del gestore telefonico; tali dati devono essere immessi nellapposita area di Configurazione delle impostazioni del provider. Con un modem GSM inoltre viene visualizzata la potenza del segnale secondo lo standard CSQ. Al fine che la trasmissione dei dati funzioni correttamente dovrebbe essere visualizzato un valore minimo di 15. Il valore massimo 31. Nel caso appaia un valore pi basso, dovr essere modificata la posizione dellantenna. Inoltre avrete la possibilit di testare il funzionamento del modem e scaricare il nome utente e password per modificare la struttura della connessione. Limpostazione standard prevede i seguenti dati: Utente: username, Password: password.
10.2011 232 542 73

Con un modem analogico dovranno essere inseriti il numero e le credenziali in base al provider prescielto. Ad esempio:

Fornitore Numero Username Password

Freenet 019231780 freenet freenet

Tele 2 0193686 TELE2 TELE2

Arcor 01920781 arcor internet

Schco non si assume alcuna responsabilit in merito allesattezza delle informazioni. Contattare il provider per informazioni relative ai prezzi attualmente in vigore. Con un modem GSM necessario inserire il server e i dati utente relativi alla carta SIM. nella seguente tabella riportiamo i dati di alcuni fornitori:

APN/Configurazione dei provider di telefonia mobile italiani Vodafone Web Rete utilizzata APN/Server Utente Password Vodafone web.omnitel.it da registrazione sito Vodafone da registrazione sito Vodafone Vuoto/username Vuoto/password TIM ibox Tim ibox.tim.it da registrazione sito Tim da registrazione sito Tim Vuoto/username Vuoto/password Wind Web Wind internet.wind da registrazione sito Wind da registrazione sito Wind Vuoto/username Vuoto/password

Dati per accesso da remoto Nome utente password

Schco non si assume alcuna responsabilit in merito allesattezza delle informazioni.

AVVERTENZA
Nel caso si utilizzi il Datalogger per a impianto poca distanza, il modem integrato va configurato come la relativa linea telefonica.

74

232 542

10.2011

5.2.19

Portale web

Qui avviene la configurazione del Datalogger in termini di trasmissione dei dati sul portale web. E necessario inserire lindirizzo e-mail su cui arriver comunicazione che il Datalogger stato registrato nel portale e che la trasmissione attivata. La mail da inserire quella dedicata e appositamente registrata dal Partner Schco con lutilizzo del proprio codice cliente nel portale Internet: www.schueco.com/ web/it nella sezione Servizi/Sunalyzer Portal. Inoltre, pu essere scelto un nome che verr associato al proprio Datalogger. I dati inseriti saranno salvati cliccando sul relativo pulsante. Se i dati vengono trasmessi tramite una connessione modem dovr essere attivata la relativa opzione. Inoltre, sar possibile scegliere a che ora debba avvenire il trasferimento dei dati al portale. Questo campo verr aggiornato dopo ogni trasmissione. Quindi, sar riportata anche la data dellultimo aggiornamento di dati.

Il trasferimento dei dati al portale avviene tramite una connessione FTP attiva. Questa utilizza le porte 20, 21, e il campo 1024-65535. Lindirizzo per accedere al portale il seguente: www.schueco.com/web/it nella sezione Servizi Effettuare il login attraverso lindirizzo mail impostato per il Datalogger, o effettuare la prima registrazione, e nominare la pagina Registrazione impianto. La procedura affinch i dati siano visibili nel portale, potrebbe richiedere alcune ore.
10.2011 232 542 75

5.2.20
1. 2. 3.

Gestione aggiornamenti
Aggiornamento automatico dal server web tramite rete Aggiornamento automatico dal server web tramite modem Aggiornamento manuale

Tramite questa pagina possibile aggiornare il datalogger. Vi sono tre possibilit.

Nel primo caso, il Sunalyzer Web ha accesso ad internet tramite linterfaccia ethernet e pu scaricare automaticamente un aggiornamento ed installarlo. Questo procedimento viene avviato con il relativo pulsante. Nel secondo caso, il Sunalyzer Web dotato di un modem e pertanto si avr la possibilit di scaricare ed installare gli aggiornamenti del datalogger tramite una connessione via modem. Questo procedimento viene avviato con il relativo pulsante. Nel terzo caso, se il Sunalyzer Web non dispone di nessun collegamento diretto ad internet, possibile eseguire un aggiornamento manuale. A tal fine si dovr quindi scaricare laggiornamento dal sito web Schco. Successivamente, dopo aver creato una connessione con il Sunalyzer, sar possibile copiare il file tramite la relativa finestra di dialogo sul datalogger. Linstallazione dellaggiornamento avviene tramite il relativo pulsante.

76

232 542

10.2011

Risoluzione problemi

Problema Inverter non trovati

Causa 1. Errata installazione degli inverter

Risoluzione 1. Verificare linstallazione dellinterfaccia e lindirizzo dellinverter 2. Verificare i collegamenti dei cavi degli inverter e del datalogger 3. Gli inverter vengono trovati solo quando sono in funzione

2. Guasto nella connessione dei cavi

3. Gli inverter non sono in funzione Il modem GSM non invia dati 1. Scheda SIM non attivata per il traffico dati 2. Nessuna ricezione GSM

1. Attivare la scheda SIM per il traffico dati 2. Cambiare la posizione dellantenna GSM

Il modem analogico non invia dati

Nessuna linea di rete

Controllare se il Datalogger disponibile in linea. Verificare se la linea telefonica supporti un modem analogico. Il test pu essere effettuato utilizzando un PC con un modem. Una connessione VoIP non supporta il modem analogico.

10.2011

232 542

77

Problema I dati non sono trasferiti sul portale web (con connessione di rete)

Causa 1. Parametri di rete non corretti 2. Porte non attivate

Risoluzione 1. Verificare le impostazioni di rete 2. Verificare se le porte sul proprio percorso sono abilitate per un collegamento ftp attivo. Realizzare una connessione di rete. Un aggiornamento via touch display possibile solo in presenza di una connessione di rete.

Laggiornamento via touch display fallisce

Nessuna connessione di rete

78

232 542

10.2011

Dati tecnici

Schco Sunalyzer Web PR Interfacce 2x RS485 (inverter) 1x RS485 (display) 1x RS485 (sensore Sunalyzer) 4 ingressi digitali per la limitazione della potenza 1 ingresso di alimentazione per la limitazione della potenza 1 ingresso digitale per un circuito di allarme 1x Connessione RJ 45 (Ethernet) 1x Connessione RJ 11 (valido esclusivamente per la variante con modem analogico) 1x Antenna GSM (per la versione con modem GSM) 1x scheda SIM (per la versione con modem GSM) Display Memoria dati Custodia Peso Umidit ambiente Temperatura di esercizio Dimensioni Alimentazione Software Misuratore di rendimento Touch-screen (320 x 240 Pixel) Memoria interna 1 GB Metallo, tipo di protezione IP21 900 g Montaggio interno/armadi di comando Minima 0 fino a 50C 190 x 150 x 35 mm (L x L x A) Presa esterna: 100 -240VAC, 50-60Hz, 12...28VDC, 0,5A (potenza 6W) Sistema operativo installato su Sunalyzer Web PR e software Ingresso impulsi: adatto per indirizzamento tramite contatto di commutazione e collettore open/uscita open-drain (NPN, fare attenzione alla polarizzazione)

10.2011

232 542

79

8 Smaltimento
Smaltimento di rifiuti da parte di utenti privati dellUnione Europea: Questo simbolo, presente sul prodotto o sulla confezione, indica che il prodotto non deve essere smaltito insieme ai normali rifiuti domestici. Si dovr pertanto consegnare il prodotto da smaltire ad un centro di raccolta rifiuti autorizzato per il riciclo di apparecchi elettrici ed elettronici. Grazie alla raccolta differenziata ed al riciclo dei rifiuti, si contribuisce al risparmio delle risorse naturali, assicurando allo stesso tempo un corretto smaltimento del prodotto nel rispetto della salute e dellambiente. Per maggiori informazioni sui punti di raccolta in cui potrete consegnare il prodotto per lo smaltimento ed il riciclo, vi potrete rivolgere allente locale competente, presso la societ di smaltimento rifiuti della propria zona o presso il rivenditore del prodotto.

80

232 542

10.2011

10.2011

232 542

81

Schco International Italia srl Via del Progresso 42 35127 Padova Italia Telfono +39049 7 392 000 Fax: +39049 7 392 202 www.schueco.it Schco International KG Karolinenstrae 1-15 33609 Bielefeld Deutschland Telefon +49 5 21-7 83-0 Telefax +49 5 21-7 83-4 51 www.schueco.com