Sei sulla pagina 1di 130

6.4.3.

FONDAZIONI SU PALI
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
6.4.3. FONDAZIONI SU PALI
d d
R progetto, di resistenze E progetto, di azioni delle) (effetto s
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
6.4.3. FONDAZIONI SU PALI
A1 o A2
A1 o A2
A1.C2
d d
R progetto, di resistenze E progetto, di azioni delle) (effetto s
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
6.4.3. FONDAZIONI SU PALI
A1 o A2
A1 o A2
d d
R progetto, di resistenze E progetto, di azioni delle) (effetto s
A1.C2
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
6.4.3. FONDAZIONI SU PALI
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
6.4.3. FONDAZIONI SU PALI
ERRORE !!!!!!!!
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
Q

q
s

q
b

q
b
= resistenza unitaria mobilitata alla base del
palo

q
s
= resistenza unitaria mobilitata lungo la
superficie laterale
( )
}
t
+ t =
L
0
2
b
b
s
4
d
q dz z q d Q
Equilibrio alla traslazione verticale:
S P
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
( )
}
t
+ t =
L
0
2
b
b
s
4
d
q dz z q d Q
Equilibrio alla traslazione verticale:
COSA ACCADE AD ELEVATI VALORI DEL
CARICO E/O DEL CEDIMENTO ?
S P
Q

q
s

q
b

q
b
= resistenza unitaria mobilitata alla base del
palo

q
s
= resistenza unitaria mobilitata lungo la
superficie laterale
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
Il collasso del complesso palo-terreno avviene come
conseguenza di due differenti meccanismi:

1. per scorrimento lungo la superficie laterale

2. per compressione dei terreni posti al di sotto
della base
Q

q
s

q
b

Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
Il collasso del complesso palo-terreno avviene come
conseguenza di due differenti meccanismi:

1. per scorrimento lungo la superficie laterale

2. per compressione dei terreni posti al di sotto
della base
Il meccanismo (1) richiede modesti spostamenti
relativi tra palo e terreno
0.0
1.0
2.0
3.0
4.0
5.0
0 20 40 60 80
settlement, w [mm]
l
o
a
d

[
M
N
]
S
L = 24 m; d = 0,80 m
Q

q
s

q
b

Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
Il collasso del complesso palo-terreno avviene come
conseguenza di due differenti meccanismi:

1. per scorrimento lungo la superficie laterale

2. per compressione dei terreni posti al di sotto
della base
0.0
1.0
2.0
3.0
4.0
5.0
0 20 40 60 80
settlement, w [mm]
l
o
a
d

[
M
N
]
P
L = 24 m; d = 0,80 m
Q

q
s

q
b

Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
Q

q
s

q
b

Il meccanismo di scorrimento relativo allinterfaccia
tra palo e terreno (superficie laterale) avviene
allorquando il valore della tensione tangenziale q
s

raggiunge un valore limite q
s,lim
che dipende dallo
stato tensionale agente in direzione ortogonale
alla direzione dello scorrimento e al coefficiente
di attrito allinterfaccia.
o
vo
o
vo
o
h
o
h
q
s,lim
( ) ( )
vo vo vo h lim , s
' ' tg K tg ' K tg ' q o | = o o = o o = o o =
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
Q

q
s

q
b

o
vo
o
vo
o
h
o
h
q
s,lim
Il coefficiente K esprime la relazione tra la
tensione efficace o
h
agente in direzione normale
alla superficie laterale del palo (cos come
modificata a seguito dellinstallazione del palo) e la
tensione efficace verticale geostatica o
vo
agente
prima dellinstallazione del palo.

Il coefficiente tgo un coefficiente di attrito,
dipendente dalla rugosit dellinterfaccia palo-
terreno.
( ) ( )
vo vo vo h lim , s
' ' tg K tg ' K tg ' q o | = o o = o o = o o =
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
Q

q
s

q
b

o
v
o
v
o
h
o
h
q
s,lim
Un palo ad asportazione di terreno PAT
(trivellato), se correttamente eseguito, dovrebbe
garantire che non si determinata una
decompressione del terreno in fase di scavo, il che
equivale a dire che:

o
h,dopo linstallazione
= o
h,prima dellinstallazione
= o
ho
= K
o
o
vo


K
o
= 1 - sen

( ) ( )
vo vo vo h lim , s
' ' tg K tg ' K tg ' q o | = o o = o o = o o =
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
Q

q
s

q
b

o
v
o
v
o
h
o
h
q
s,lim
Il coefficiente di attrito tgo non pu eccedere il
valore tg.

Per pali gettati in opera, o =
( ) ( )
vo vo vo h lim , s
' ' tg K tg ' K tg ' q o | = o o = o o = o o =
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
Q

q
s

q
b

o
v
o
v
o
h
o
h
q
s,lim
Pali ad asportazione di terreno (PAT) gettati in
opera:

K = K
o
= 1 - sen

tgo = tg

( ) ( ) | |
30 . 0 24 . 0 40 20
' tg sen 1 ' ' tg K tg ' q
vo vo vo o h lim , s
s | s s s
o = o | = o = o o =
Il coefficiente | praticamente
insensibile alla variazione di !!
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
Q

q
s

q
b

o
v
o
v
o
h
o
h
q
s,lim
NECESSIT DI OPERARE NON SUI
PARAMETRI DI RESISTENZA DEL
TERRENO MA DIRETTAMENTE
SULLE RESISTENZE DEI PALI

( ) ( ) | |
30 . 0 24 . 0 40 20
' tg sen 1 ' ' tg K tg ' q
vo vo vo o h lim , s
s | s s s
o = o | = o = o o =
Il coefficiente | praticamente
insensibile alla variazione di !!
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
6.4.3. FONDAZIONI SU PALI
OK !!!!!!
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
6.4.3. FONDAZIONI SU PALI
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
FORMULE STATICHE: valutazione della resistenza alla punta
Si opera in maniera analoga a quanto visto per le fondazioni superficiali.
Q
lim

q
s,lim

q
b,lim

2
d
N f c N f N f q
: L) z a circolare e (fondazion palo del punta
2
B
N f c N f N f q
: le superficia fondazione
c c L z v, q q lim b,
c c D z v, q q lim
+ + o =
=
+ + o =
=
=
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
FORMULE STATICHE: valutazione della resistenza alla punta
Si opera in maniera analoga a quanto visto per le fondazioni superficiali.
Q
lim

q
s,lim

q
b,lim

2
d
N f c N f N f q
: L) z a circolare e (fondazion palo del punta
2
B
N f c N f N f q
: le superficia fondazione
c c L z v, q q lim b,
c c D z v, q q lim
+ + o =
=
+ + o =
=
=
2
d
L
: ma
N f N f
: perch
L z v,
q q
>> = o
~
=

Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
FORMULE STATICHE: valutazione della resistenza alla punta
Q
lim

q
s,lim

q
b,lim

c N f N f q
: L) z a circolare e (fondazion palo del punta
c c L z v, q q lim b,
+ o =
=
=
In terreni incoerenti e/o in condizioni drenate si
assume c = 0. Pertanto:
L z v, q q lim b,
N f q
=
o =
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
FORMULE STATICHE: valutazione della resistenza alla punta
Q
lim

q
s,lim

q
b,lim

c N f N f q
: L) z a circolare e (fondazion palo del punta
c c L z v, q q lim b,
+ o =
=
=
In terreni incoerenti e/o in condizioni drenate si
assume c = 0. Pertanto:
L z v, q q lim b,
N f q
=
o =
Poich il palo ha sempre una sezione circolare,
utile disporre di valori di N
q
che tengano gi
implicitamente conto di questo aspetto
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
Il collasso del complesso palo-terreno avviene come
conseguenza di due differenti meccanismi:

1. per scorrimento lungo la superficie laterale

2. per compressione dei terreni posti al di sotto
della base
Il meccanismo (2) richiede valori elevati degli
spostamenti, non ben definibili (punzonamento)
0.0
1.0
2.0
3.0
4.0
5.0
0 20 40 60 80
settlement, w [mm]
l
o
a
d

[
M
N
]
P
L = 24 m; d = 0,80 m
Q

q
s

q
b

Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
FORMULE STATICHE: valutazione della resistenza alla punta
Q
lim

q
s,lim

q
b,lim

c N f N f q
: L) z a circolare e (fondazion palo del punta
c c L z v, q q lim b,
+ o =
=
=
In terreni incoerenti e/o in condizioni drenate si
assume c = 0. Pertanto:
L z v, q q lim b,
N f q
=
o =
Poich il palo si spinge sempre a notevoli profondit
dal p.c., il meccanismo di rottura alla punta
sempre di tipo punzonante.

Si preferisce pertanto disporre di coefficienti N
q

che gi tengano conto dello specifico meccanismo di
rottura.
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
FORMULE STATICHE: valutazione della resistenza alla punta
Q
lim

q
s,lim

q
b,lim

L z v, q lim b,
N q
: to) punzonamen L; z a circolare e (fondazion palo del punta
=
o =
=
La forma della superficie di rottura totalmente
diversa da quella per fondazioni superficiali.
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
FORMULE STATICHE: valutazione della resistenza alla punta
Q
lim

q
s,lim

q
b,lim

L z v, q lim b,
N q
: to) punzonamen L; z a circolare e (fondazion palo del punta
=
o =
=
La forma circolare della sezione di palo e il
meccanismo di rottura per punzonamento
accompagnato ad una diversa superficie di
scorrimento suggerisce luso di specifici coefficienti
di carico limite N
q
.
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
FORMULE STATICHE: valutazione della resistenza alla punta
Q
lim

q
s,lim

q
b,lim

L z v, q lim b,
N q
: to) punzonamen L; z a circolare e (fondazion palo del punta
=
o =
=
Labaco fornisce i valori di
N
q
per assegnati valori di
e L/d. Ma la tecnologia di
esecuzione del palo dove
interviene ?
Beretzantsev
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
EVIDENTE CHE, A PARTIRE DALLO STATO TENSIONALE
EFFICACE GEOSTATICO ESISTENTE NEL TERRENO ALLA
GENERICA PROFONDIT PRIMA DELLESECUZIONE DEL
PALO:


- UN PALO A SPOSTAMENTO DI TERRENO DETERMINA UN
INCREMENTO DI STATO TENSIONALE EFFICACE E DI
ADDENSAMENTO ALLA PUNTA DEL PALO (INCREMENTO
DI N
q
)



- UN PALO AD ASPORTAZIONE DI TERRENO DETERMINA
UNA RIDUZIONE DI STATO TENSIONALE EFFICACE E DI
ADDENSAMENTO ALLA PUNTA DEL PALO (RIDUZIONE DI
N
q
)
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
SULLA BASE DI DATI SPERIMENTALI DESUNTI DA PROVE
DI CARICO SPINTE FINO A ROTTURA SU PALI REALI IN
TERRENI REALI, KISHIDA (1967) HA SUGGERITO DI
UTILIZZARE UN VALORE CORRETTO DELLANGOLO DI
ATTRITO DETERMINATO DALLE INDAGINI:

- PER PALI A SPOSTAMENTO DI TERRENO

corretto
= ( + 40) / 2




- PER PALI AD ASPORTAZIONE DI TERRENO

corretto
= - 3
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
FORMULE STATICHE: valutazione della resistenza alla punta
Q
lim

q
s,lim

q
b,lim

Beretzantsev
Esempio: L/d = 20; = 30
22
13
58
Riduzione del 40% per PAT
Incremento del 260% per PST
N
qPST
/N
qPAT
= 4.5
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
FORMULE STATICHE: valutazione della resistenza alla punta
Q
lim

q
s,lim

q
b,lim

c N f N f q
: L) z a circolare e (fondazion palo del punta
c c L z v, q q lim b,
+ o =
=
=
In terreni a grana fine in condizioni non drenate si
assume c = c
u
e = 0. Pertanto:
u c c L z v, lim b,
c N f q + o =
=
Anche in questo caso si preferisce disporre di
coefficienti N
c
che gi tengano conto dei fattori
specifici per i pali.
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
FORMULE STATICHE: valutazione della resistenza alla punta
Q
lim

q
s,lim

q
b,lim

In terreni a grana fine in condizioni non drenate si
assume c = c
u
e = 0. Pertanto:
u L z v, lim b,
c 9 q + o =
=
Il valore N
c
= 9 deriva da diverse formulazioni
teoriche ed stato verificato sperimentalmente.
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
FORMULE STATICHE: valutazione della resistenza alla punta
Q
lim

q
s,lim

q
b,lim

In terreni a grana fine in condizioni non drenate si
assume c = c
u
e = 0. Pertanto:
u L z v, lim b,
c 9 q + o =
=
Il valore N
c
= 9 deriva da diverse formulazioni
teoriche ed stato verificato sperimentalmente.

E LA TECNOLOGIA ?
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
EVIDENTE CHE, A PARTIRE DALLO STATO TENSIONALE
EFFICACE GEOSTATICO ESISTENTE NEL TERRENO ALLA
GENERICA PROFONDIT PRIMA DELLESECUZIONE DEL
PALO:


- UN PALO A SPOSTAMENTO DI TERRENO DETERMINA UN
INCREMENTO DI STATO TENSIONALE EFFICACE E DI
ADDENSAMENTO ALLA PUNTA DEL PALO (INCREMENTO
DI N
q
)


- UN PALO AD ASPORTAZIONE DI TERRENO DETERMINA
UNA RIDUZIONE DI STATO TENSIONALE EFFICACE E DI
ADDENSAMENTO ALLA PUNTA DEL PALO (RIDUZIONE DI
N
q
)
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
EVIDENTE CHE, A PARTIRE DALLO STATO TENSIONALE
EFFICACE GEOSTATICO ESISTENTE NEL TERRENO ALLA
GENERICA PROFONDIT PRIMA DELLESECUZIONE DEL
PALO:


- UN PALO A SPOSTAMENTO DI TERRENO DETERMINA UN
INCREMENTO DI STATO TENSIONALE EFFICACE E DI
ADDENSAMENTO ALLA PUNTA DEL PALO (IMPOSSIBILE !!)


- UN PALO AD ASPORTAZIONE DI TERRENO DETERMINA
UNA RIDUZIONE DI STATO TENSIONALE EFFICACE E DI
ADDENSAMENTO ALLA PUNTA DEL PALO (IMPOSSIBILE !!)
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
FORMULE STATICHE: valutazione della resistenza laterale
Q
lim

q
s,lim

q
b,lim

La resistenza data da una componente dipendente dallo stato tensionale
agente (|o
vo
) e da una componente di tipo adesivo (oc).
o
vo
o
vo
o
h
o
h
q
s,lim
( )
vo vo lim , s
' K c ' tg K c q o + o = o o + o =
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
FORMULE STATICHE: valutazione della resistenza laterale
Q
lim

q
s,lim

q
b,lim

La resistenza data da una componente dipendente dallo stato tensionale
agente (|o
vo
) e da una componente di tipo adesivo (oc).
o
vo
o
vo
o
h
o
h
q
s,lim
( )
vo vo lim , s
' K c ' tg K c q o + o = o o + o =
In condizioni non drenate: c = c
u
; =
u
= 0
u lim , s
c q o =
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
Q

q
s,lim

q
b,lim

RIEPILOGO: formule statiche
( )
vo vo lim , s
' ' K q o | = o =
L z v, q lim b,
N q
=
o =
Condizioni drenate
u lim , s
c q o =
L z , v u lim b,
c 9 q
=
o + =
Condizioni non drenate
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
6.4.3. FONDAZIONI SU PALI
Sono necessarie 3 fasi:

1. Valutazione della/e resistenza/e di calcolo R
cal
con gli usuali metodi:
- analitici (formule statiche, formule penetrometriche)
- prove di carico statiche di progetto
- prove di carico dinamiche di progetto


2. Applicazione di coefficienti
i
al/i valore/i di cui alla fase 1 per ottenere
il/i valore/i caratteristico/ci R
k =
R
cal
/

3. Applicazione di coefficienti
i
al/i valore/i di cui alla fase 2 per ottenere
il/i valore/i di progetto R
d
= R
k
/
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
6.4.3. FONDAZIONI SU PALI
Sono necessarie 3 fasi:

1. Valutazione della/e resistenza/e di calcolo R
cal
con gli usuali metodi:
- analitici (formule statiche, formule penetrometriche)
- prove di carico statiche di progetto
- prove di carico dinamiche di progetto


2. Applicazione di coefficienti
i
al/i valore/i di cui alla fase 1 per ottenere
il/i valore/i caratteristico/ci R
k =
R
cal
/

3. Applicazione di coefficienti
i
al/i valore/i di cui alla fase 2 per ottenere
il/i valore/i di progetto R
d
= R
k
/
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
6.4.3. FONDAZIONI SU PALI
Valutazione della resistenza caratteristica con metodi analitici

Il concetto di numero di verticali di indagine
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
6.4.3. FONDAZIONI SU PALI
Valutazione della resistenza caratteristica con metodi analitici

Il concetto di numero di verticali di indagine
n = 1
3
=
4
= 1,70
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
UNA APPLICAZIONE
Prova CPT-A
0
5
10
15
20
25
30
0 100 200 300
q
c
[kg/cm
2
]
p
r
o
f
.

[
m

d
a
l

p
.
c
.
]
Prova CPT-B
0
5
10
15
20
25
30
0 100 200 300
q
c
[kg/cm
2
]
Prova CPT-C
0
5
10
15
20
25
30
0 100 200 300
q
c
[kg/cm
2
]
Prova CPT-D
0
5
10
15
20
25
30
0 100 200 300
q
c
[kg/cm
2
]
Prova CPT-E
0
5
10
15
20
25
30
0 100 200 300
q
c
[kg/cm
2
]
T
E
R
R
E
N
I

A
L
L
U
V
I
O
N
A
L
I

D
I

O
R
I
G
I
N
E

P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
C
A

F
O
R
M
A
Z
I
O
N
E

D
I

B
A
S
E

(
P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
T
I
)

GWL

sat
= 16.5 kN/m
3
= 6.5 kN/m
3
= 36
= 32

= 28


= 35

= 38
0 m
~ 4 m
~ 8 m


~ 18 m
~ 20 m
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
UNA APPLICAZIONE
T
E
R
R
E
N
I

A
L
L
U
V
I
O
N
A
L
I

D
I

O
R
I
G
I
N
E

P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
C
A

GWL

sat
= 16.5 kN/m
3
= 6.5 kN/m
3
= 36

= 32



= 28




= 35


= 38
0 m





10 m





20 m





30 m
F
O
R
M
A
Z
I
O
N
E

D
I

B
A
S
E

(
P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
T
I
)

Palo PAT, L = 24 m; d = 0.50m
K = K
o
= 1 - sen; tgo = tg; | = Ktgo

|
1
= 0.30; o
v1
= 13 kPa; q
slim1
= 3.9 kPa; R
scal1
= 24.5 kN

|
2
= 0.29; o
v2
= 39 kPa; q
slim2
= 11.5 kPa; R
scal2
= 72 kN



|
3
= 0.28; o
v3
= 85 kPa; q
slim3
= 23.8 kPa; R
scal3
= 374.4 kN




|
4
= 0.30; o
v4
= 124 kPa; q
slim4
= 36.9 kPa; R
scal4
= 115.9 kN

|
5
= 0.30; o
v5
= 143 kPa; q
slim5
= 42.9 kPa; R
scal5
= 269.8 kN
R
scal
= 857 kN
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
UNA APPLICAZIONE
T
E
R
R
E
N
I

A
L
L
U
V
I
O
N
A
L
I

D
I

O
R
I
G
I
N
E

P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
C
A

GWL

sat
= 16.5 kN/m
3
= 6.5 kN/m
3
= 36

= 32



= 28




= 35


= 38
0 m





10 m





20 m





30 m
F
O
R
M
A
Z
I
O
N
E

D
I

B
A
S
E

(
P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
T
I
)

Palo PAT, L = 24 m; d = 0.50m
N
q
= f(, L/d)

L
L+d
L-4d
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
UNA APPLICAZIONE
T
E
R
R
E
N
I

A
L
L
U
V
I
O
N
A
L
I

D
I

O
R
I
G
I
N
E

P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
C
A

GWL

sat
= 16.5 kN/m
3
= 6.5 kN/m
3
= 36

= 32



= 28




= 35


= 38
0 m





10 m





20 m





30 m
F
O
R
M
A
Z
I
O
N
E

D
I

B
A
S
E

(
P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
T
I
)

Palo PAT, L = 24 m; d = 0.50m
N
q
= f(, L/d)

85
L
L+d
L-4d
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
UNA APPLICAZIONE
T
E
R
R
E
N
I

A
L
L
U
V
I
O
N
A
L
I

D
I

O
R
I
G
I
N
E

P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
C
A

GWL

sat
= 16.5 kN/m
3
= 6.5 kN/m
3
= 36

= 32



= 28




= 35


= 38
0 m





10 m





20 m





30 m
F
O
R
M
A
Z
I
O
N
E

D
I

B
A
S
E

(
P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
T
I
)

Per la valutazione della resistenza alla base
di un palo trivellato, Kishida (1967)
suggerisce di ridurre langolo di attrito del
terreno per portare in conto il disturbo
arrecato al terreno conseguente alla
trivellazione (riduzione dello stato tensionale
e dello stato di addensamento).

In base allelaborazioni di dati sperimentali:

corretto
= - 3 = 35
Palo PAT, L = 24 m; d = 0.50m
N
q
= f(, L/d)

Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
UNA APPLICAZIONE
T
E
R
R
E
N
I

A
L
L
U
V
I
O
N
A
L
I

D
I

O
R
I
G
I
N
E

P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
C
A

GWL

sat
= 16.5 kN/m
3
= 6.5 kN/m
3
= 36

= 32



= 28




= 35


= 38
0 m





10 m





20 m





30 m
F
O
R
M
A
Z
I
O
N
E

D
I

B
A
S
E

(
P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
T
I
)

46
Palo PAT, L = 24 m; d = 0.50m
N
q
= f(, L/d)

85
Riduzione di circa il 46%
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
UNA APPLICAZIONE
T
E
R
R
E
N
I

A
L
L
U
V
I
O
N
A
L
I

D
I

O
R
I
G
I
N
E

P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
C
A

GWL

sat
= 16.5 kN/m
3
= 6.5 kN/m
3
= 36

= 32



= 28




= 35


= 38
0 m





10 m





20 m





30 m
F
O
R
M
A
Z
I
O
N
E

D
I

B
A
S
E

(
P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
T
I
)

Palo PAT, L = 24 m; d = 0.50m
N
q
= f(, L/d)

q
blim
= N
q
o
vL
= 7125 kPa

A
b
= td
2
/4 = 0.196 m
2

R
bcal
= 1399 kN
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
UNA APPLICAZIONE
T
E
R
R
E
N
I

A
L
L
U
V
I
O
N
A
L
I

D
I

O
R
I
G
I
N
E

P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
C
A

GWL

sat
= 16.5 kN/m
3
= 6.5 kN/m
3
= 36

= 32



= 28




= 35


= 38
0 m





10 m





20 m





30 m
F
O
R
M
A
Z
I
O
N
E

D
I

B
A
S
E

(
P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
T
I
)

Palo PAT, L = 24 m; d = 0.50m
N
q
= f(, L/d)

R
scal
= 857 kN
R
bcal
= 1399 kN

R
cal
= 2256 kN
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
6.4.3. FONDAZIONI SU PALI
Sono necessarie 3 fasi:

1. Valutazione della/e resistenza/e di calcolo R
cal
con gli usuali metodi:
- analitici (formule statiche, formule penetrometriche)
- prove di carico statiche di progetto
- prove di carico dinamiche di progetto


2. Applicazione di coefficienti
i
al/i valore/i di cui alla fase 1 per ottenere
il/i valore/i caratteristico/ci R
k =
R
cal
/

3. Applicazione di coefficienti
i
al/i valore/i di cui alla fase 2 per ottenere
il/i valore/i di progetto R
d
= R
k
/
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
UNA APPLICAZIONE
T
E
R
R
E
N
I

A
L
L
U
V
I
O
N
A
L
I

D
I

O
R
I
G
I
N
E

P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
C
A

GWL

sat
= 16.5 kN/m
3
= 6.5 kN/m
3
= 36

= 32



= 28




= 35


= 38
0 m





10 m





20 m





30 m
F
O
R
M
A
Z
I
O
N
E

D
I

B
A
S
E

(
P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
T
I
)

Palo PAT, L = 24 m; d = 0.50m
R
scal
= 857 kN; R
bcal
= 1399 kN

Coefficiente di indagine, :
n=1
3
=
4
= 1.70

R
sk
= 504 kN; R
bk
= 823 kN
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
6.4.3. FONDAZIONI SU PALI
Sono necessarie 3 fasi:

1. Valutazione della/e resistenza/e di calcolo R
cal
con gli usuali metodi:
- analitici (formule statiche, formule penetrometriche)
- prove di carico statiche di progetto
- prove di carico dinamiche di progetto


2. Applicazione di coefficienti
i
al/i valore/i di cui alla fase 1 per ottenere
il/i valore/i caratteristico/ci R
k =
R
cal
/

3. Applicazione di coefficienti
i
al/i valore/i di cui alla fase 2 per ottenere
il/i valore/i di progetto R
d
= R
k
/
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
UNA APPLICAZIONE
T
E
R
R
E
N
I

A
L
L
U
V
I
O
N
A
L
I

D
I

O
R
I
G
I
N
E

P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
C
A

GWL

sat
= 16.5 kN/m
3
= 6.5 kN/m
3
= 36

= 32



= 28




= 35


= 38
0 m





10 m





20 m





30 m
F
O
R
M
A
Z
I
O
N
E

D
I

B
A
S
E

(
P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
T
I
)

Palo PAT, L = 24 m; d = 0.50m
R
scal
= 857 kN; R
bcal
= 1399 kN

Coefficiente di indagine, :
n=1
3
=
4
= 1.70

R
sk
= 504 kN; R
bk
= 823 kN

Coefficienti parziali di sicurezza,
R
:

s
= 1.45 (R2);
s
= 1.15 (R3)

b
= 1.70 (R2);
b
= 1.35 (R3)

R
sd
= 347 kN (R2); R
sd
= 438 kN (R3)

R
bd
= 484 kN (R2); R
bd
= 610 kN (R3)

R
d
= 832 kN (R2); R
d
= 1048 kN (R3)
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
6.4.3. FONDAZIONI SU PALI
R
d
= 832 kN (R2)

R
d
= 1048 kN (R3)
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
6.4.3. FONDAZIONI SU PALI
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
6.4.3. FONDAZIONI SU PALI
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
PALO AD ASPORTAZIONE DI TERRENO (PAT): L = 24 m; d = 0.50 m
(numero di verticali indagate: 1)
Approccio 1.C2: 1.0 s
F
s 1.3 E
k
= R
d
/(1.01.3) = 640832 kN

Approccio 2: 1.3 s
F
s 1.5 E
k
= R
d
/(1.31.5) = 698806 kN


D.M. 1988: FS = 2.5 Q
amm
= R
cal
/2.5 = 902 kN

Differenze tra NTC e DM88 contenute tra -23% e -8%
UNA APPLICAZIONE
T
E
R
R
E
N
I

A
L
L
U
V
I
O
N
A
L
I

D
I

O
R
I
G
I
N
E

P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
C
A

GWL

sat
= 16.5 kN/m
3
= 6.5 kN/m
3
= 36

= 32



= 28




= 35


= 38
0 m





10 m





20 m





30 m
F
O
R
M
A
Z
I
O
N
E

D
I

B
A
S
E

(
P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
T
I
)

Palo a spostamento di terreno (PST,
infisso) in cls gettato in opera
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
UNA APPLICAZIONE
T
E
R
R
E
N
I

A
L
L
U
V
I
O
N
A
L
I

D
I

O
R
I
G
I
N
E

P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
C
A

GWL

sat
= 16.5 kN/m
3
= 6.5 kN/m
3
= 36

= 32



= 28




= 35


= 38
0 m





10 m





20 m





30 m
F
O
R
M
A
Z
I
O
N
E

D
I

B
A
S
E

(
P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
T
I
)

Due vantaggi prestazionali derivanti dalla
scelta di un palo PST:

a) miglioramento delle propriet del
terreno circostante la superficie
laterale del palo per effetto
dellincremento dello stato tensionale in
direzione orizzontale e, se possibile
(ad es. sabbie), dello stato di
addensamento

Palo a spostamento di terreno (PST,
infisso) in cls gettato in opera
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
UNA APPLICAZIONE
T
E
R
R
E
N
I

A
L
L
U
V
I
O
N
A
L
I

D
I

O
R
I
G
I
N
E

P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
C
A

GWL

sat
= 16.5 kN/m
3
= 6.5 kN/m
3
= 36

= 32



= 28




= 35


= 38
0 m





10 m





20 m





30 m
F
O
R
M
A
Z
I
O
N
E

D
I

B
A
S
E

(
P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
T
I
)

Due vantaggi prestazionali derivanti dalla
scelta di un palo PST:

a) miglioramento delle propriet del
terreno circostante la superficie
laterale del palo per effetto
dellincremento dello stato tensionale in
direzione orizzontale e, se possibile
(ad es. sabbie), dello stato di
addensamento
b) miglioramento delle propriet del palo
al di sotto della base del palo per gli
stessi motivi
Palo a spostamento di terreno (PST,
infisso) in cls gettato in opera
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
UNA APPLICAZIONE
T
E
R
R
E
N
I

A
L
L
U
V
I
O
N
A
L
I

D
I

O
R
I
G
I
N
E

P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
C
A

GWL

sat
= 16.5 kN/m
3
= 6.5 kN/m
3
= 36

= 32



= 28




= 35


= 38
0 m





10 m





20 m





30 m
F
O
R
M
A
Z
I
O
N
E

D
I

B
A
S
E

(
P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
T
I
)

Palo a spostamento di terreno (PST,
infisso) in cls gettato in opera




Su base sperimentale si tipicamente
osservato

K
PST
= (24)K
PAT
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
UNA APPLICAZIONE
T
E
R
R
E
N
I

A
L
L
U
V
I
O
N
A
L
I

D
I

O
R
I
G
I
N
E

P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
C
A

GWL

sat
= 16.5 kN/m
3
= 6.5 kN/m
3
= 36

= 32



= 28




= 35


= 38
0 m





10 m





20 m





30 m
F
O
R
M
A
Z
I
O
N
E

D
I

B
A
S
E

(
P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
T
I
)

Palo a spostamento di terreno (PST,
infisso) in cls gettato in opera
K
PST
= 2K
PAT
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
UNA APPLICAZIONE
T
E
R
R
E
N
I

A
L
L
U
V
I
O
N
A
L
I

D
I

O
R
I
G
I
N
E

P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
C
A

GWL

sat
= 16.5 kN/m
3
= 6.5 kN/m
3
= 36

= 32



= 28




= 35


= 38
0 m





10 m





20 m





30 m
F
O
R
M
A
Z
I
O
N
E

D
I

B
A
S
E

(
P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
T
I
)

Palo a spostamento di terreno (PST,
infisso) in cls gettato in opera
K
PST
= 2K
PAT
; tgo = tg; |
PST
= 2|
PAT
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
UNA APPLICAZIONE
T
E
R
R
E
N
I

A
L
L
U
V
I
O
N
A
L
I

D
I

O
R
I
G
I
N
E

P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
C
A

GWL

sat
= 16.5 kN/m
3
= 6.5 kN/m
3
= 36

= 32



= 28




= 35


= 38
0 m





10 m





20 m





30 m
F
O
R
M
A
Z
I
O
N
E

D
I

B
A
S
E

(
P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
T
I
)

Assumendo d = 0.5 m e raddoppiando i
valori della resistenza tangenziale unitaria:

q
slimi
= |
i
o
vi


determinati per il palo PAT, si ottiene:

R
scal
= 1713 kN

Palo a spostamento di terreno (PST,
infisso) in cls gettato in opera
K
PST
= 2K
PAT
; tgo = tg; |
PST
= 2|
PAT
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
UNA APPLICAZIONE
T
E
R
R
E
N
I

A
L
L
U
V
I
O
N
A
L
I

D
I

O
R
I
G
I
N
E

P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
C
A

GWL

sat
= 16.5 kN/m
3
= 6.5 kN/m
3
= 36

= 32



= 28




= 35


= 38
0 m





10 m





20 m





30 m
F
O
R
M
A
Z
I
O
N
E

D
I

B
A
S
E

(
P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
T
I
)

Per la valutazione della resistenza alla base
di un palo infisso, Kishida (1967) suggerisce
di incrementare langolo di attrito del
terreno per portare in conto il
miglioramento del terreno conseguente
allinfissione (incremento dello stato
tensionale e dello stato di addensamento).

In base allelaborazioni di dati sperimentali:

corretto
= ( + 40)/2 = 39
Palo a spostamento di terreno (PST,
infisso) in cls gettato in opera
N
q
= f(, L/d)

Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
UNA APPLICAZIONE
T
E
R
R
E
N
I

A
L
L
U
V
I
O
N
A
L
I

D
I

O
R
I
G
I
N
E

P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
C
A

GWL

sat
= 16.5 kN/m
3
= 6.5 kN/m
3
= 36

= 32



= 28




= 35


= 38
0 m





10 m





20 m





30 m
F
O
R
M
A
Z
I
O
N
E

D
I

B
A
S
E

(
P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
T
I
)

104
Palo a spostamento di terreno (PST,
infisso) in cls gettato in opera
N
q
= f(, L/d = 48)

Incremento di circa il 23%
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
UNA APPLICAZIONE
T
E
R
R
E
N
I

A
L
L
U
V
I
O
N
A
L
I

D
I

O
R
I
G
I
N
E

P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
C
A

GWL

sat
= 16.5 kN/m
3
= 6.5 kN/m
3
= 36

= 32



= 28




= 35


= 38
0 m





10 m





20 m





30 m
F
O
R
M
A
Z
I
O
N
E

D
I

B
A
S
E

(
P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
T
I
)

q
blim
= N
q
o
vL
= 13253 kPa

A
b
= td
2
/4 = 0.196 m
2

R
bcal
= 2602 kN
Palo a spostamento di terreno (PST,
infisso) in cls gettato in opera
N
q
= f(, L/d = 48)

Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
UNA APPLICAZIONE
T
E
R
R
E
N
I

A
L
L
U
V
I
O
N
A
L
I

D
I

O
R
I
G
I
N
E

P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
C
A

GWL

sat
= 16.5 kN/m
3
= 6.5 kN/m
3
= 36

= 32



= 28




= 35


= 38
0 m





10 m





20 m





30 m
F
O
R
M
A
Z
I
O
N
E

D
I

B
A
S
E

(
P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
T
I
)

Palo a spostamento di terreno (PST,
infisso) in cls gettato in opera
N
q
= f(, L/d = 48)

R
scal
= 1713 kN
R
bcal
= 2602 kN

R
cal
= 4315 kN
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
UNA APPLICAZIONE
T
E
R
R
E
N
I

A
L
L
U
V
I
O
N
A
L
I

D
I

O
R
I
G
I
N
E

P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
C
A

GWL

sat
= 16.5 kN/m
3
= 6.5 kN/m
3
= 36

= 32



= 28




= 35


= 38
0 m





10 m





20 m





30 m
F
O
R
M
A
Z
I
O
N
E

D
I

B
A
S
E

(
P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
T
I
)

R
scal
= 1713 kN; R
bcal
= 2602 kN

Coefficiente di indagine, :
n=1
3
=
4
= 1.70

R
sk
= 1008 kN; R
bk
= 1531 kN

Coefficienti parziali di sicurezza,
R
:

s
= 1.45 (R2);
s
= 1.15 (R3)

b
= 1.45 (R2);
b
= 1.15 (R3)

R
sd
= 695 kN (R2); R
sd
= 876 kN (R3)

R
bd
= 1056 kN (R2); R
bd
= 1331 kN (R3)

R
d
= 1751 kN (R2); R
d
= 2207 kN (R3)
Palo a spostamento di terreno (PST,
infisso) in cls gettato in opera
d = 0.5 m; L = 24 m
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
PALO A SPOSTAMENTO DI TERRENO (PST): L = 24 m; d = 0.50 m
(numero di verticali indagate: 1)
Approccio 1.C2: 1.0 s
F
s 1.3 E
k
= R
d
/(1.01.3) = 13471751 kN

Approccio 2: 1.3 s
F
s 1.5 E
k
= R
d
/(1.31.5) = 14721698 kN


D.M. 1988: FS = 2.5 Q
amm
= R
cal
/2.5 = 1726 kN

Differenze tra NTC e DM88 contenute tra -15% e +1%
PALO AD ASPORTAZIONE DI TERRENO (PAT): L = 24 m; d = 0.50 m
(numero di verticali indagate: 1)
Approccio 1.C2: 1.0 s
F
s 1.3 E
k
= R
d
/(1.01.3) = 640832 kN

Approccio 2: 1.3 s
F
s 1.5 E
k
= R
d
/(1.31.5) = 698806 kN


D.M. 1988: FS = 2.5 Q
amm
= R
cal
/2.5 = 902 kN

Differenze tra NTC e DM88 contenute tra -23% e -8%
UNA APPLICAZIONE
T
E
R
R
E
N
I

A
L
L
U
V
I
O
N
A
L
I

D
I

O
R
I
G
I
N
E

P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
C
A

GWL
= 36

= 32



= 28




= 35


= 38
0 m





10 m





20 m





30 m
F
O
R
M
A
Z
I
O
N
E

D
I

B
A
S
E

(
P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
T
I
)

Assumendo in prima approssimazione che il
rapporto Q
amm
/V
palo
o E
k
/V
palo
rappresenta
un indice di efficacia del palo (carico
trasferibile in sicurezza al terreno per
unit di volume di palo realizzato), con
riferimento ai valori medi di E
k
nei due
approcci A1.C2 e A2 si ottiene:
DM88: (Q
amm
/V)
PAT
=191 kN/m
3
;

(Q
amm
/V)
PST
=366 kN/m
3

1:1.91

DM08: (E
k
/V)
PAT
~158 kN/m
3
;

(E
k
/V)
PST
~332 kN/m
3

1:2.10

Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
UNA APPLICAZIONE
T
E
R
R
E
N
I

A
L
L
U
V
I
O
N
A
L
I

D
I

O
R
I
G
I
N
E

P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
C
A

GWL
= 36

= 32



= 28




= 35


= 38
0 m





10 m





20 m





30 m
F
O
R
M
A
Z
I
O
N
E

D
I

B
A
S
E

(
P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
T
I
)

Poich il DM88 non differenziava i
valori di FS in funzione della
tecnologia, il valore 1.91
(nellesempio!) legge la maggiore
prestazionalit del palo PST rispetto
al palo PAT.
DM88: (eff)
PST
/(eff)
PAT
=1.91


Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
UNA APPLICAZIONE
T
E
R
R
E
N
I

A
L
L
U
V
I
O
N
A
L
I

D
I

O
R
I
G
I
N
E

P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
C
A

GWL
= 36

= 32



= 28




= 35


= 38
0 m





10 m





20 m





30 m
F
O
R
M
A
Z
I
O
N
E

D
I

B
A
S
E

(
P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
T
I
)

Poich il DM88 non differenziava i
valori di FS in funzione della
tecnologia, il valore 1.91
(nellesempio!) legge la maggiore
prestazionalit del palo PST rispetto
al palo PAT.
Lincremento di 0.19 (sempre
nellesempio!) il premio che le
NTC prevedono per la maggiore
affidabilit del palo PST rispetto al
PAT.
DM88: (eff)
PST
/(eff)
PAT
=1.91


DM08: (eff)
PST
/(eff)
PAT
=2.10

Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
6.4.3. FONDAZIONI SU PALI
Valutazione della resistenza caratteristica con metodi analitici

Il concetto di numero di verticali di indagine
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
Prova CPT-A
0
5
10
15
20
25
30
0 100 200 300
q
c
[kg/cm
2
]
p
r
o
f
.

[
m

d
a
l

p
.
c
.
]
Prova CPT-B
0
5
10
15
20
25
30
0 100 200 300
q
c
[kg/cm
2
]
Prova CPT-C
0
5
10
15
20
25
30
0 100 200 300
q
c
[kg/cm
2
]
Prova CPT-D
0
5
10
15
20
25
30
0 100 200 300
q
c
[kg/cm
2
]
Prova CPT-E
0
5
10
15
20
25
30
0 100 200 300
q
c
[kg/cm
2
]
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
Prova CPT-A
0
5
10
15
20
25
30
0 100 200 300
q
c
[kg/cm
2
]
p
r
o
f
.

[
m

d
a
l

p
.
c
.
]
Prova CPT-B
0
5
10
15
20
25
30
0 100 200 300
q
c
[kg/cm
2
]
Prova CPT-C
0
5
10
15
20
25
30
0 100 200 300
q
c
[kg/cm
2
]
Prova CPT-D
0
5
10
15
20
25
30
0 100 200 300
q
c
[kg/cm
2
]
Prova CPT-E
0
5
10
15
20
25
30
0 100 200 300
q
c
[kg/cm
2
]
R
cal,1
R
cal,2
R
cal,3
R
cal,4
R
cal,5
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
Prova CPT-A
0
5
10
15
20
25
30
0 100 200 300
q
c
[kg/cm
2
]
p
r
o
f
.

[
m

d
a
l

p
.
c
.
]
Prova CPT-B
0
5
10
15
20
25
30
0 100 200 300
q
c
[kg/cm
2
]
Prova CPT-C
0
5
10
15
20
25
30
0 100 200 300
q
c
[kg/cm
2
]
Prova CPT-D
0
5
10
15
20
25
30
0 100 200 300
q
c
[kg/cm
2
]
Prova CPT-E
0
5
10
15
20
25
30
0 100 200 300
q
c
[kg/cm
2
]
R
cal,1
R
cal,2
R
cal,3
R
cal,4
R
cal,5
a) Individuazione del valore minimo R
cal,min
(ad es.: R
cal,2
)
b) Calcolo del valore medio, R
cal,med
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
Prova CPT-A
0
5
10
15
20
25
30
0 100 200 300
q
c
[kg/cm
2
]
p
r
o
f
.

[
m

d
a
l

p
.
c
.
]
Prova CPT-B
0
5
10
15
20
25
30
0 100 200 300
q
c
[kg/cm
2
]
Prova CPT-C
0
5
10
15
20
25
30
0 100 200 300
q
c
[kg/cm
2
]
Prova CPT-D
0
5
10
15
20
25
30
0 100 200 300
q
c
[kg/cm
2
]
Prova CPT-E
0
5
10
15
20
25
30
0 100 200 300
q
c
[kg/cm
2
]
)
`


=
4
,min cal
3
media , cal
k
R
;
R
min R
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
PALO A SPOSTAMENTO DI TERRENO (PST): L = 24 m; d = 0.50 m
(numero di verticali indagate: 5)
Approccio 1.C2: 1.0 s
F
s 1.3 E
k
= R
d
/(1.01.3) = 15261984 kN

Approccio 2: 1.3 s
F
s 1.5 E
k
= R
d
/(1.31.5) = 16681924 kN


D.M. 1988: FS = 2.5 Q
amm
= R
cal
/2.5 = 1726 kN

Differenze tra NTC e DM88 contenute tra -12% e +15% (n=1-15% e -1%)
PALO AD ASPORTAZIONE DI TERRENO (PAT): L = 24 m; d = 0.50 m
(numero di verticali indagate: 5)
Approccio 1.C2: 1.0 s
F
s 1.3 E
k
= R
d
/(1.01.3) = 725942 kN

Approccio 2: 1.3 s
F
s 1.5 E
k
= R
d
/(1.31.5) = 792913 kN


D.M. 1988: FS = 2.5 Q
amm
= R
cal
/2.5 = 902 kN

Differenze tra NTC e DM88 contenute tra -20% e +4% (n=1-23% e -8%)
T
E
R
R
E
N
I

A
L
L
U
V
I
O
N
A
L
I

D
I

O
R
I
G
I
N
E

P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
C
A

GWL
= 36

= 32



= 28




= 35


= 38
0 m





10 m





20 m





30 m
F
O
R
M
A
Z
I
O
N
E

D
I

B
A
S
E

(
P
I
R
O
C
L
A
S
T
I
T
I
)

Poich il DM88 non differenziava i
valori di FS in funzione dellestensione
dellindagine, il valore della R
cal
(e quindi
di Q
amm
/V) non variava (nellesempio,
191 kN/m
3
per il PAT, 366 kN/m
3
per
il PST).

Il DM08, invece, premia lindagine
consentendo di riferirsi nel progetto ad
una R
d
maggiore (e quindi di E
k
/V) al
crescere del numero di verticali
indagate.

Nellesempio: 1,7/1,5 = 1,13
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
SONDAGGIO /ml 50,00 SONDAGGIO /ml 50,00
ml 25 1.250,00 ml 25 1.250,00
VERTICALI n. 1 1.250,00 VERTICALI n. 5 6.250,00
SPT cadauna 65,00 SPT cadauna 65,00
n SPT/sondaggio 8 520,00 n SPT/sondaggio 8 520,00
n SPT 8 520,00 n SPT 40 2.600,00
COSTO INDAGINE 1.770,00 COSTO INDAGINE 8.850,00
n pali PAT 121 n pali PAT (-13%) 107 (1,5/1,7)
L [m] 24 L [m] 24
d [m] 0,5 d [m] 0,5
costo /ml 150,00 costo /ml 150,00
Ltot [m] 2904 Ltot [m] 2568
COSTO PALI 435.600,00 COSTO PALI 385.200,00
COSTO TOTALE 437.370,00 COSTO TOTALE 394.050,00
RISPARMIO - 43.320,00
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
SONDAGGIO /ml 50,00 SONDAGGIO /ml 50,00
ml 25 1.250,00 ml 25 1.250,00
VERTICALI n. 1 1.250,00 VERTICALI n. 5 6.250,00
SPT cadauna 65,00 SPT cadauna 65,00
n SPT/sondaggio 8 520,00 n SPT/sondaggio 8 520,00
n SPT 8 520,00 n SPT 40 2.600,00
COSTO INDAGINE 1.770,00 COSTO INDAGINE 8.850,00
n pali PAT 121 n pali PAT (-13%) 107 (1,5/1,7)
L [m] 24 L [m] 24
d [m] 0,5 d [m] 0,5
costo /ml 150,00 costo /ml 150,00
Ltot [m] 2904 Ltot [m] 2568
COSTO PALI 435.600,00 COSTO PALI 385.200,00
COSTO TOTALE 437.370,00 COSTO TOTALE 394.050,00
RISPARMIO - 43.320,00
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
)
`


=
2
,min mis
1
media , mis
k
R
;
R
min R
COMMENTO

A differenza del D.M. 11 marzo 1988, che gi premiava esplicitamente i
maggiori oneri da sopportare per lesecuzione di prove di carico su pali pilota
attraverso la riduzione del coefficiente di sicurezza globale da 2.5 a 2
(incremento del 25% sul massimo carico applicabile in condizioni di esercizio),
le NTC consentono un premio crescente al crescere del numero di prove
eseguite fino a un massimo del 40%
Lo stesso vale se la valutazione della resistenza effettuata a partire dai
risultati di prove di carico statico di progetto
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
COMMENTI

Con il D.M. 88, lesecuzione di una prova di carico di progetto su palo pilota
consentiva:

a) la riduzione del numero di pali e, quindi, del costo totale della fondazione

b) una proporzionale riduzione dei tempi di esecuzione, con ovvii vantaggi

c) una progettazione pi affidabile in quanto basata sulla misura diretta del
carico limite
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
PARADOSSALMENTE, AL CRESCERE DEL
NUMERO DI PROVE DI PROGETTO, SI
RIDUCEVANO I VANTAGGI ECONOMICI (PUR
AUMENTANDO LAFFIDABILIT)
COMMENTI

Con il D.M. 88, lesecuzione di una prova di carico di progetto su palo pilota
consentiva:

a) la riduzione del numero di pali e, quindi, del costo totale della fondazione

b) una proporzionale riduzione dei tempi di esecuzione, con ovvii vantaggi

c) una progettazione pi affidabile in quanto basata sulla misura diretta del
carico limite
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
COMMENTI

Anche con le NTC lesecuzione di prove di carico di progetto su pali pilota
consente:

a) la riduzione del numero di pali e, quindi, del costo totale della fondazione

b) una proporzionale riduzione dei tempi di esecuzione, con ovvii vantaggi

c) una progettazione pi affidabile in quanto basata sulla misura diretta del
carico limite
MA, IN MANIERA RAZIONALE,
INTRODUCE UN MECCANISMO DI
PREMIALIT CUI CORRISPONDE
ANCHE UN AUMENTO DI AFFIDABILIT
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
Ovviamente se il numero di pali che andr a costituire la
palificata di fondazione ridotto, la riduzione del
numero di pali strettamente necessario conseguente
allincremento di R
d
pu non risultare conveniente dal
punto di vista economico (ma rimane il vantaggio
tecnico).

Al contrario, se il numero di pali elevato anche il
vantaggio economico garantito, tanto pi quanto
maggiore il numero di prove disponibili.
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
6.4.3. FONDAZIONI SU PALI
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
6.4.3. FONDAZIONI SU PALI
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
Viene inoltre riconosciuta la possibilit non solo di eseguire (ovviamente non
erano vietate dal D.M. 11 marzo 1988 !!) ma soprattutto di utilizzare i
risultati di prove di carico dinamico di progetto, seguendo la stessa procedura
ma con valori diversi dei coefficienti
)
`


=
6
,min mis
5
media , mis
k
R
;
R
min R
COMMENTO

I coefficienti sono pi alti di quelli relativi alle prove statiche perch
linterpretazione delle prove dinamiche non diretta ma passa attraverso
complesse modellazioni matematiche e assunzioni varie circa il comportamento
del palo e soprattutto del terreno interessato.
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
6.4.3. FONDAZIONI SU PALI
Sono necessarie 3 fasi:

1. Valutazione della/e resistenza/e di calcolo R
cal
con gli usuali metodi:
- analitici (formule statiche, formule penetrometriche)
- prove di carico statiche di progetto
- prove di carico dinamiche di progetto


2. Applicazione di coefficienti
i
al/i valore/i di cui alla fase 1 per ottenere
il/i valore/i caratteristico/ci R
k =
R
cal
/

3. Applicazione di coefficienti
i
al/i valore/i di cui alla fase 2 per ottenere
il/i valore/i di progetto R
d
= R
k
/
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
La procedura di valutazione della resistenza di progetto R
d
passa attraverso
lapplicazione di coefficienti parziali che possono operare sia sulla resistenza
caratteristica totale R
k,t
(in tal caso si applicano i valori dei coefficienti
t
)
sia sulle resistenze caratteristiche lungo la superficie laterale (R
k,s
) e alla
base (R
k,b
), applicando in tal caso i rispettivi coefficienti
s
e
b
.
b
b , k
s
s , k
d
t
t , k
d
R R
R oppure
R
R

=
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
La procedura di valutazione della resistenza di progetto R
d
passa attraverso
lapplicazione di coefficienti parziali che possono operare sia sulla resistenza
caratteristica totale R
k,t
(in tal caso si applicano i valori dei coefficienti
t
)
sia sulle resistenze caratteristiche lungo la superficie laterale (R
k,s
) e alla
base (R
k,b
), applicando in tal caso i rispettivi coefficienti
s
e
b
.
b
b , k
s
s , k
d
t
t , k
d
R R
R oppure
R
R

=
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
CLASSIFICAZIONE DEI PALI
- GEOMETRIA (piccolo, medio, grande diametro)

- MATERIALE (acciaio, cemento armato, legno, misto)

- EFFETTI PRODOTTI SUL TERRENO
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
CLASSIFICAZIONE DEI PALI
- GEOMETRIA (piccolo, medio, grande diametro)

- MATERIALE (acciaio, cemento armato, legno, misto)

- EFFETTI PRODOTTI SUL TERRENO
METODO DI INSTALLAZIONE
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
PALI A SPOSTAMENTO DI TERRENO (O INFISSI)




PALI AD ASPORTAZIONE DI TERRENO (O TRIVELLATI)




PALI INTERMEDI (AD ELICA CONTINUA, CFA)
CLASSIFICAZIONE DEI PALI
METODO DI INSTALLAZIONE
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
EVIDENTE CHE, A PARTIRE DALLO STATO
TENSIONALE GEOSTATICO ESISTENTE NEL TERRENO
ALLA GENERICA PROFONDIT PRIMA DELLESECUZIONE
DEL PALO:


- UN PALO A SPOSTAMENTO DI TERRENO DETERMINA
UN INCREMENTO DI STATO TENSIONALE NELLE
IMMEDIATE VICINANZE DEL PALO (INCREMENTO DI K)






- UN PALO AD ASPORTAZIONE DI TERRENO DETERMINA
UNA RIDUZIONE DI STATO TENSIONALE NELLE
IMMEDIATE VICINANZE DEL PALO (RIDUZIONE DI K)
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
ALTRES EVIDENTE CHE, INDIPENDENTEMENTE DAL METODO DI
INSTALLAZIONE DEL PALO, IL VALORE DEL COEFFICIENTE DI
ATTRITO tgo ALLINTERFACCIA TRA PALO E TERRENO DIPENDER
DALLA RUGOSIT DEL MATERIALE DI CUI COSTITUITO IL PALO.


(tgo)
acciaio
< (tgo)
cls prefabbricato
< (tgo)
cls gettato in opera

Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
Degli effetti prodotti sul terreno circostante gi se ne tiene conto in
sede di valutazione della Resistenza di calcolo R
cal
.



Allora perch le NTC forniscono valori diversi a
seconda del tipo di palo ?
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
Degli effetti prodotti sul terreno circostante gi se ne tiene conto in
sede di valutazione della Resistenza di calcolo R
cal
.



Allora perch le NTC forniscono valori diversi a
seconda del tipo di palo ?

Perch diverso il grado di affidabilit del
processo costruttivo e del tipo di controllo che
possibile eseguire
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
ESEMPIO

Palo prefab. in acciaio infisso / Palo trivellato in c.a. gettato in opera
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
ESEMPIO

Palo prefab. in acciaio infisso / Palo trivellato in c.a. gettato in opera
Palo prefab. in acciaio infisso

- geometria certa
- prodotto in stabilimento (controllo di processo; qualit)
- non necessit del sostegno del foro (assenza di fanghi bentonitici, )
- impossibilit di interruzione di continuit lungo il fusto
- linfissione avviene sempre attraverso la sequenza delle stesse
operazioni
-
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
ESEMPIO

Palo prefab. in acciaio infisso / Palo trivellato in c.a. gettato in opera
Palo trivellato in c.a. gettato in opera

- geometria del palo coincidente con quella del foro (?)
- gettato in opera (dal basso verso lalto ? Continuit delle operazioni di
getto ? Qualit del cls? Disposizione delle gabbie di armatura ? )
- sostegno del foro (qualit dei fanghi bentonitici e loro corretto
utilizzo, estrazione della tubazione di rivestimento, )
- pulizia del fondo foro prima del getto (formazione di un cuscinetto di
detriti di perforazione altamente comprimibile)
- interruzioni locali nella continuit del palo lungo il fusto (ad es.,
sgrottamenti del terreno)
-
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
ESEMPIO

Palo prefab. in acciaio infisso / Palo trivellato in c.a. gettato in opera
Palo trivellato in c.a. gettato in opera

- geometria del palo coincidente con quella del foro (?)
- gettato in opera (dal basso verso lalto ? Continuit delle operazioni di
getto ? Qualit del cls? Disposizione delle gabbie di armatura ? )
- sostegno del foro (qualit dei fanghi bentonitici e loro corretto
utilizzo, estrazione della tubazione di rivestimento, )
- pulizia del fondo foro prima del getto (formazione di un cuscinetto di
detriti di perforazione altamente comprimibile)
- interruzioni locali nella continuit del palo lungo il fusto (ad es.,
sgrottamenti del terreno)
-
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
FLUIDO
ACQUA
BENTONITE
POLIMERI
ARIA COMPRESSA
a. Nel corso della
trivellazione si immette
nel foro un fluido
costituito da acqua e
bentonite (
FB
),
garantendo una quota
superiore a quella della
falda circostante
Ah
Sostegno del foro
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
FLUIDO
ACQUA
BENTONITE
POLIMERI
ARIA COMPRESSA
b. Per effetto del Ah, si
innesca un moto di
filtrazione dal foro
verso lesterno ..
Ah
Sostegno del foro
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
FLUIDO
ACQUA
BENTONITE
POLIMERI
ARIA COMPRESSA
b. Per effetto del Ah, si
innesca un moto di
filtrazione dal foro
verso lesterno che
comporta il deposito
delle particelle di
bentonite sulle pareti,
fino a formare una
pellicola (cake)
impermeabile
Ah
Sostegno del foro
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
FLUIDO
ACQUA
BENTONITE
POLIMERI
ARIA COMPRESSA
c. Grazie alla presenza
del cake, il fluido
allinterno ora in
grado di esercitare una
pressione stabilizzante
di tipo idrostatico
Ah
Sostegno del foro
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
FLUIDO
ACQUA
BENTONITE
POLIMERI
ARIA COMPRESSA
AVVERTENZE

- NECESSARIO CHE IL FANGO NON SI
APPESANTISCA, IL CHE RENDE NECESSARIA LA
CONTINUA CIRCOLAZIONE DEL FANGO E LA
PULIZIA ATTRAVERSO UNA VASCA DI
DECANTAZIONE E RIGENERAZIONE

- OPPORTUNO CHE IL FANGO AGISCA PER IL TEMPO
STRETTAMENTE NECESSARIO AD EVITARE CHE SI
FORMI UN CAKE TROPPO SPESSO
Sostegno del foro
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
Q

q
s

q
b

o
vo
o
vo
o
h
o
h
q
s,lim
( ) ( )
vo vo vo h lim , s
' ' tg K tg ' K tg ' q o | = o o = o o = o o =
Esclusivamente legato alle propriet allinterfaccia palo-terreno
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
Q

q
s

q
b

o
vo
o
vo
o
h
o
h
q
s,lim
( ) ( )
vo vo vo h lim , s
' ' tg K tg ' K tg ' q o | = o o = o o = o o =
Esclusivamente legato alle propriet allinterfaccia palo-cake
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
0 0.4 0.8 1.2
| = t
slim
/o'
v
Pali trivellati in c.a. gettati in opera
D = 0.914 m L = 10 m
bentonite cake < 1 mm
polimeri no cake
bentonite cake ~ 10 mm
Ata e ONeill (1997)
Effetti sulla resistenza laterale
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
Al termine della trivellazione indispensabile
procedere ad una accurata rimozione dei
detriti di perforazione presenti al fondo foro
onde evitare la presenza di un cuscinetto
di materiale rimaneggiato altamente
compressibile che, di fatto, annulla il
contributo alla punta
Pulizia del fondo foro
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
PERCH IL PALO AD ELICA CONTINUA
(CFA) INTERMEDIO ?
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
ESEMPIO

Palo trivellato in c.a. gettato in opera / Palo CFA
- geometria del palo coincidente con quella del foro (?)
- gettato in opera (dal basso verso lalto ? Continuit delle operazioni di
getto ? Qualit del cls? Disposizione delle gabbie di armatura ? )
- sostegno del foro (qualit dei fanghi bentonitici e loro corretto
utilizzo, estrazione della tubazione di rivestimento, )
- pulizia del fondo foro prima del getto (formazione di un cuscinetto di
detriti di perforazione altamente comprimibile)
- interruzioni locali nella continuit del palo lungo il fusto (ad es.,
sgrottamenti del terreno)
-
-la geometria dellelica verificabile
- gettato in opera (sempre dal basso verso lalto)
- sostegno del foro non necessario
- pulizia del fondo foro non necessaria
-
6.4.3. FONDAZIONI SU PALI
1.0 s
F
s 1.3
Approccio 1.C2
Approccio 2
1.3 s
F
s 1.5
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
E
d
s R
d

E
E
k
s (R
cal
)/(,
i

R
)

R
cal
/E
k
>
E
,
i

R
FS = Q
lim
/Q
max
E
d
s R
d

E
E
k
s (R
cal
)/(,
i

R
)

R
cal
/E
k
>
E
,
i

R
FS = Q
lim
/Q
max
m i n m a x m i n m a x m in m a x m i n m ax
2 , 2 4 3 ,5 4 2 , 3 7 3 , 3 2 1 , 6 0 2 , 9 1 1 , 6 9 2 , 7 3
2 , 0 3 3 , 2 0 2 , 0 9 2 , 9 3 1 , 4 5 2 , 6 4 1 , 5 0 2 , 4 2
2 , 1 7 3 , 4 3 2 , 2 8 3 , 1 9 1 , 5 5 2 , 8 2 1 , 6 3 2 , 6 3
A 1 . C 2 A 2
V E R T I C A L I I N D A G A T E PR O V E D I C A R I CO
A 1 . C 2 A 2

VALORE MEDIO 2,7
(DM 88 FS = 2,5)



VALORE MEDIO 2,1
(DM 88 FS = 2,0)

E
d
s R
d

E
E
k
s (R
cal
)/(,
i

R
)

R
cal
/E
k
>
E
,
i

R
FS = Q
lim
/Q
max
TRIV
INF
CFA
m i n m a x m i n m a x m in m a x m i n m ax
2 , 2 4 3 ,5 4 2 , 3 7 3 , 3 2 1 , 6 0 2 , 9 1 1 , 6 9 2 , 7 3
2 , 0 3 3 , 2 0 2 , 0 9 2 , 9 3 1 , 4 5 2 , 6 4 1 , 5 0 2 , 4 2
2 , 1 7 3 , 4 3 2 , 2 8 3 , 1 9 1 , 5 5 2 , 8 2 1 , 6 3 2 , 6 3
A 1 . C 2 A 2
V E R T I C A L I I N D A G A T E PR O V E D I C A R I CO
A 1 . C 2 A 2
E
d
s R
d

E
E
k
s (R
cal
)/(,
i

R
)

R
cal
/E
k
>
E
,
i

R
FS = Q
lim
/Q
max
Pali trivellati (di incerta esecuzione) in presenza di una sola verticale
indagata (modesta conoscenza del sottosuolo) e soggetti a carichi
esclusivamente (?) permanenti non portati e variabili (aleatori)
TRIV
INF
CFA
m i n m a x m i n m a x m in m a x m i n m ax
2 , 2 4 3 ,5 4 2 , 3 7 3 , 3 2 1 , 6 0 2 , 9 1 1 , 6 9 2 , 7 3
2 , 0 3 3 , 2 0 2 , 0 9 2 , 9 3 1 , 4 5 2 , 6 4 1 , 5 0 2 , 4 2
2 , 1 7 3 , 4 3 2 , 2 8 3 , 1 9 1 , 5 5 2 , 8 2 1 , 6 3 2 , 6 3
A 1 . C 2 A 2
V E R T I C A L I I N D A G A T E PR O V E D I C A R I CO
A 1 . C 2 A 2
E
d
s R
d

E
E
k
s (R
cal
)/(,
i

R
)

R
cal
/E
k
>
E
,
i

R
FS = Q
lim
/Q
max
Pali trivellati (di incerta esecuzione) in presenza di una sola verticale
indagata (modesta conoscenza del sottosuolo) e soggetti a carichi
esclusivamente (?) permanenti non portati e variabili (aleatori)
Pali infissi (di pi affidabile esecuzione) in presenza di almeno
5 prove di carico a rottura (ridondante misura diretta della
resistenza) e soggetti a carichi esclusivamente permanenti
strutturali (certi)
TRIV
INF
CFA
m i n m a x m i n m a x m in m a x m i n m ax
2 , 2 4 3 ,5 4 2 , 3 7 3 , 3 2 1 , 6 0 2 , 9 1 1 , 6 9 2 , 7 3
2 , 0 3 3 , 2 0 2 , 0 9 2 , 9 3 1 , 4 5 2 , 6 4 1 , 5 0 2 , 4 2
2 , 1 7 3 , 4 3 2 , 2 8 3 , 1 9 1 , 5 5 2 , 8 2 1 , 6 3 2 , 6 3
A 1 . C 2 A 2
V E R T I C A L I I N D A G A T E PR O V E D I C A R I CO
A 1 . C 2 A 2
Il livello di sicurezza implementato nelle NTC mediamente equivalente a
quello formalmente presente nel DM88.
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
Il livello di sicurezza implementato nelle NTC mediamente equivalente a
quello formalmente presente nel DM88.

Lapproccio totalmente diverso in quanto cerca di separare le fonti di
incertezza trattandole singolarmente attraverso specifici valori dei
coefficienti da applicare in una procedura chiara e ben descritta.
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
Il livello di sicurezza implementato nelle NTC mediamente equivalente a
quello formalmente presente nel DM88.

Lapproccio totalmente diverso in quanto cerca di separare le fonti di
incertezza trattandole singolarmente attraverso specifici valori dei
coefficienti da applicare in una procedura chiara e ben descritta.

In tutti quei casi in cui vi carenza di indagini o carenza di prove di carico
di progetto, le NTC inducono ad una progettazione pi cautelativa (maggiori
valori del coefficiente di sicurezza equivalente)
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
Il livello di sicurezza implementato nelle NTC mediamente equivalente a
quello formalmente presente nel DM88.

Lapproccio totalmente diverso in quanto cerca di separare le fonti di
incertezza trattandole singolarmente attraverso specifici valori dei
coefficienti da applicare in una procedura chiara e ben descritta.

In tutti quei casi in cui vi carenza di indagini o carenza di prove di carico
di progetto, le NTC inducono ad una progettazione pi cautelativa (maggiori
valori del coefficiente di sicurezza equivalente)

Laddove invece vi sia stato uno sforzo sia in fase di indagine sia in fase di
verifica delle valutazioni di progetto attraverso prove di carico, le NTC
adottano un criterio di premialit che solo apparentemente restituisce
livelli di sicurezza pi bassi. In realt il progetto pi affidabile.
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
6.4.3. FONDAZIONI SU PALI
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde
6.4.3. FONDAZIONI SU PALI
Corso di aggiornamento professionale avanzato sulla Geotecnica
Alessandro Mandolini: Fondazioni profonde