Sei sulla pagina 1di 4

LARETENONPERDONA.

IT ECCO DA
CHI E` CONTROLLATA LA STAMPA
ITALIANA
ECCO LA LISTA:
IL CORRIERE DELLA SERA:
appartiene al gruppo internazionale Mediagroup, quotato in Borsa e controlla altri giornali e
riviste popolari come 'Il Mondo 'L`Europeo 'Oggi 'Visto 'Novella 'Max. Nel suo
Consiglio di Amministrazione ci sono personaggi indissolubilmente legati all`elite finanziaria
internazionale e ai suoi circoli mondialisti come John Elkan (Gruppo Bilderberg), presidente
di FIAT e di Exor (la holding finanziaria della famiglia Agnelli); Carlo Pesenti, consigliere di
Italcementi, Unicredit, Italmobiliare e Mediobanca; Berardino Libonati, consigliere di Telecom
Italia e Pirelli; Diego Della Valle, possessore del 4% di Banca Nazionale del Lavoro,
consigliere di Tod`s e Generali Assicurazioni, ex dirigente della Fiorentina coinvolto nello
scandalo di Calciopoli; Renato Pagliaro, consigliere di Telecom Italia, Pirelli e Mediobanca.
LA REPUBBLICA: il quotidiano del Gruppo l`Espresso di Carlo de Benedetti (Gruppo
Bilderberg) ex amministratore delegato FIAT, banchiere ex vicepresidente del Banco
Ambrosiano. Nel consiglio di amministrazione del Gruppo l`Espresso siedono Sergio Erede,
amministratore di Luxottica e Carlo Secchi ex Rettore della Bocconi e amministratore di
Mediaset.
IL GIORNALE: edito dal Gruppo Mondadori il quotidiano della Famiglia Berlusconi.
LA STAMPA: il quotidiano torinese della Famiglia Agnelli (Club Bilderberg)
IL MESSAGGERO DI ROMA, IL MATTINO DI NAPOLI, IL GAZZETTINO DI
VENEZIA e IL NUOVO QUOTIDIANO DI PUGLIA sono quotidiani editi dalla
Caltagirone Editori (Club Bilderberg) di propriet della Famiglia Caltagirone (Grandi Opere,,
cementifici, immobili). Francesco Gaetano Caltagirone, anche noto come Franco (Roma, 2
marzo 1943), un imprenditore italiano, a capo di uno dei pi importanti gruppi industriali
italiani, con un fatturato globale di circa 1,7 miliardi di euro e oltre 5.600 dipendenti; le sue
ricchezze ammontano a circa 2,6 miliardi di dollari, questo fece di lui nel 2008 il decimo uomo
pi ricco d`Italia e il 446 uomo pi ricco del mondo. Siedono nel consiglio di amministrazione
di Caltagirone Editore Azzurra Caltagirone, moglie dell`Onorevole Pier Ferdinando Casini e
Francesco Gaetano Caltagirone, consigliere di Monte dei Paschi di Siena e di Generali
Assicurazioni.
IL RESTO DEL CARLINO di Bologna, LA NAZIONE di Firenze e IL GIORNO di
Milano appartengono alla Poligrafici Editorile, collegata a Telecom Italia, Generali
Assicurazioni e alla Premafin di della famiglia Ligresti. Salvatore Ligresti stato membro del
consiglio di amministrazione di Unicredit, presidente onorario di Fondiaria Sai, gruppo
assicurativo torinese quotato sulla Borsa di Milano e controllato dalla famiglia Ligresti;
coinvolto nei pi rilevanti interventi urbanistici di Milano (Expo, Fiera e Garibaldi-
Repubblica), di Firenze (Castello e Manifattura Tabacchi) e di Torino.
LIBERO (l`aggressiva testata di destra) e IL RIFORMISTA (quotidiano timidamente di
sinistra) hanno lo stesso editore Giampaolo Angelucci proprietario di un impero fatto di
cliniche e strutture sanitarie, fra cui l`Ospedale San Raffaele di Roma, condannato agli
arresti domiciliari per falso e truffa ai danni delle ASL
L`UNITA`: il quotidiano fondato da Gramsci e attualmente vicino al principale partito della
sinistra italiana , il PD, ha come editore Nuova Iniziativa Editoriale S.p.A. il cui azionista
principale Renato Soru, presidente e amministratore delegato della compagnia di
servizi internet Tiscali Italia S.p.A. Renato Soru apparso nella lista edita da ~Forbes
come uno degli uomini pi ricchi del mondo con un capitale stimato in 4 miliardi di
dollari nel 2001. Negli ultimi anni la sua compagnia ha rilevato sei compagnie telefoniche in
Germania, Francia, Svizzera, Belgio e Repubblica Ceca.
IL SOLE 24 ORE: ha nel suo consiglio di amministrazione Luigi Abete, Membro del
Comitato Esecutivo dell`Aspen Institute Italia e presidente della Banca Nazionale del
Lavoro; fa anche parte del consiglio di amministrazione della Carlo Erba Farmitalia; il
fratello di Giancarlo Abete (Presidente della Figc) consigliere della Tod`s di Diego
Della Valle.
Tutte le aziende citate sono direttamente collegate fra di loro: grande finanza, banche,
assicurazioni, telecomunicazioni, cementifici, costruzioni, farmaceutica, acciaierie,
pneumatici, moda.
Mentre nelle dittature il popolo sempre consapevole di essere oppresso e l`ordine deve
necessariamente essere mantenuto con la forza, nei regimi dove vige la ~democrazia
rappresentativa il sistema sociale stabile poich il controllo sull`informazione e sul
consenso avviene in maniera occulta, proprio per lasciar credere alla popolazione di
vivere in un mondo libero
FONTE: https://www.facebook.com/pages/Vogliamo-il-Movimento-5-stelle-al-
governo/512596752125369?hc_location=timeline

Grillo oscura piazza pulita, scena Vista DAlla. di infoindipendente


Mentre Grillo gli oscura le telecamere di Piazza Pulita, Corrado Formigli stenta un sorrisetto
amaro, poi passa al contrattacco e chiede a l`inviata se le persone li attorno l`avessero trattata
bene. Amara la verit detta in faccia a Formigli da parte di un Grillo sempre pi arrabbiato
verso quei talk show che vivono alle spalle del m5s cercando ad ogni occasione per screditarne
l`operato.

Senato, M5S e Mastrangeli denunciano pianisti. di infoindipendente


Bagarre in Aula al Senato durante la votazione del decreto-legge sulle disposizioni urgenti per
il pagamento dei debiti scaduti della pubblica amministrazione. La polemica si innesca quando
il senatore del Movimento 5 Stelle, Vincenzo Santangelo, accusa Roberto Formigoni di aver
votato in una posizione diversa dalla propria. Pronte le scuse dell`ex presidente della Regione
Lombardia: 'Il collega ha ragione, avevo fatto uno scambio di tessere, per cui avevo messo la
mia tessera nel posto sbagliato. Me ne scuso con lei, signor Presidente, e con tutta
l`Assemblea. Successivamente il 'pianista smascherato il senatore Pdl Franco Carraro,
accusato da Marino Mastrangeli, senatore del Gruppo Misto ed ex esponente del M5S, di aver
votato al posto di Carlo Giovanardi. Tra le urla di proteste del Pdl e gli applausi del M5S,
Mastrangeli spiega: 'Non si tratta di un problema solo democratico, ma anche erariale: ogni
voto dato dall`altra parte un danno erariale. Sono ben 200 euro, che se li prende quell`altro.
Carlo Giovanardi protesta e si difende: 'Questo non un asilo infantile, ma siamo senatori
impegnati in Aula a seguire un provvedimento. Chi solleva questo problema - continua - 'lo
fa in modo strumentale, in maniera tale da danneggiare i lavori del Senato, perch
impossibile che una persona possa stare tre ore sempre seduta al proprio posto, senza protersi
allontanare di un metro'. E aggiunge: 'La contestazione non ha assolutamente senso: se c`
l`alzata di mano, che io la alzi qua o che la alzi l, il voto valido lo stesso'. Interviene il
presidente del Senato Pietro Grasso che rammenta le regole: 'Ognuno deve restare al suo
posto quando si vota. Una cosa il voto per alzata di mano, un`altra cosa il voto elettronico,
che va fatto nelle modalit prescritte. Vibrante la replica di Vito Crimi al senatore Pdl: 'E`
offensivo definire asilo infantile` chi pretende semplicemente il rispetto delle regole. Non lo
accetto. Senatore Giovanardi, non faccia quel gesto. Se qualcuno - prosegue - 'ha bisogno di
ragionare con la testa lei e non noi, perch noi stiamo cercando solamente di far rispettare
delle regole. L`esercizio democratico del voto lo ritiene un esercizio dell`asilo infantile?
di Gisella Ruccia Fatto quotidiano
Excerpted from LARETENONPERDONA.IT ECCO DA CHI E' CONTROLLATA LA STAMPA ITALIANA |
LARETENONPERDONA.IT
http://www.laretenonperdona.it/2013/06/04/ecco-da-chi-e-controllata-la-stampa-italiana/
RLALABILITY An Arcjo Laboratory Lxperiment http://lab.arcjo.com/experiments/readability