Sei sulla pagina 1di 18

tipi di contrazione

isometrica
a lunghezza costante

sviluppo di forza

isotonica
a carico costante

sviluppo di forza ed accorciamento sviluppo di accorciamento

contrazione isotonica a carico zero

contrazione eccentrica
contro carico superiore alla massima forza isometrica

sviluppo di forza ed allungamento

relazione tensione passiva/lunghezza

contrazione isometrica

contrazione isotonica

contrazione eccentrica

determinanti della forza muscolare

la forza sviluppata dipende dal numero di interazioni actina-miosina che si formano nella sezione trasversa di una cellula muscolare o di un muscolo a sua volta il numero di interazioni actina-miosina dipende da molti fattori

determinanti della forza muscolare

a livello cellulare
1. 2. 3. 4. 5.

diametro della cellula lunghezza dei sarcomeri quantit di calcio che si lega alla troponina C frequenza di stimolazione tipo di miosina (?) numero di unit motorie attivate (size principle) frequenza di stimolazione (o frequenza di scarica delle unit motorie) distribuzione percentuale dei diversi tipi di unit motorie (?) architettura muscolare
7

a livello del muscolo in toto


1. 2. 3. 4.

determinanti della forza muscolare a livello cellulare

2)lunghezza dei sarcomeri

esiste una lunghezza ottimale alla quale la forza sviluppata massima al di sopra ed al di sotto di tale lunghezza la forza sviluppata diminuisce i muscoli in vivo sono alla lunghezza ottimale (circa)

relazione tensione attiva-lunghezza

tensione lunghezza attiva, passiva, totale

10

determinanti della forza muscolare a livello cellulare

3)quantit di calcio che si lega alla

pi complessi troponinici legano Ca++ pi interazioni actina miosina si possono formare la quantit di Ca++ che si lega alla troponina C dipende:
1. 2. 3.

quantit di Ca++ liberata e [Ca++] libero affinit della troponina C per il Ca++ tempo per il quale la [Ca++] resta alta nel citoplasma (prima del recupero da parte del reticolo sarcoplasmatico)

lunico fattore che si modifica nel muscolo scheletrico

frequenza di stimolazione

11

curve forza-pCa

12

determinanti della forza muscolare a livello cellulare

4)frequenza di stimolazione
il P.A. di una cellula muscolare dura 2-4 ms la contrazione muscolare dura 10-100 ms i P.A. successivi possono attivare la fibra muscolare prima che sia completamente rilasciata la forza prodotta da una contrazione pu sommarsi alla forza prodotta dalla contrazione successiva fino a raggiungere un plateau di forza, cio fino ad un tetano

13

P.A. muscolo scheletrico

P.A. di una cellula scheletrica


basi ioniche durata

simili a quelle di un neurone

14

contrazioni singole, somma di contrazioni, cloni e tetani

15

andamento della [Ca++] nella contrazione singola e nel tetano

16

determinanti della forza muscolare a livello cellulare

5)tipo di miosina > tipo di fibre

esistono diverse isoforme della miosina


1 2A 2X

esistono diversi tipi di cellule che contengono diverse isoforme della miosina
1 lente 2A intermedie 2X veloci

17

forza per unit di sezione fibre 1, 2A e 2X

18