Sei sulla pagina 1di 2

CORRIERE DELLA SERA 05 giugno 2008 UCCISO A FUCILATE DALLA POLIZIA DOPO AVER ATTRAVERSATO 300 KM DI MARE

Islanda killer: dopo le balene il turno degli orsi bianchi


Un magnifico esemplare fatto fuori preventivamente per paura

che potesse attaccare qualcuno


Aveva attraversato un braccio di mare di trecento chilometri. In parte trascinato dalla corrente, in parte nuotando nell'acqua gelida. Spinto dalla fame. Quando ha toccato la costa della civile Islanda lo hanno individuato, braccato e ucciso a fucilate. Il clandestino era un orso polare. Un'altra vittima della paura e della stupidit umana. La polizia islandese infatti ha abbattuto a fucilate il clandestino temendo che potesse attaccare qualche turista o residente. PAURA - C'era nebbia sulle colline, abbiamo deciso di colpirlo prima che scomparisse, ha detto il portavoce della polizia locale, un burocrate di nome Petur Bjornsson. L'orso non aveva nome: solo misure. Pesava 250 chili e apparentemente era emigrato dalla Groenlandia o da una piattaforma di ghiaccio alla deriva nell'Artico. Prima di fucilarlo gli agenti si sono consultati con il ministero. La responsabilit politica di autorizzare l'esecuzione per motivi di sicurezza pubblica ricaduta sul ministro dell'Ambiente islandese Thorunn Sveinbjarnardottir. Che forse non ha un'anima proprio colorata di verde. Perch l'orso non stato semplicemente sedato? Le autorit sostengono che ci sarebbero volute 24 ore per far arrivare la dose speciale sulla costa settentrionale e con quella nebbia il plantigrado sarebbe scomparso. Gli ambientalisti ribattono che usando un aereo sarebbe bastata un'ora per portare la cartuccia speciale: i bravi poliziotti avrebbero potuto seguire le tracce dell'orso per sessanta minuti sulle colline. L'ultima volta che un orso polare era stato avvistato sulla costa dell'Islanda risaliva al 1993. Guido Santevecchi

IN UNA LOCALIT SUL FIUME THEO, A CIRCA 600 CHILOMETRI A NORD-EST DI OTTAWA

Canada: orso nero uccide una donna


Davanti agli occhi del marito che non ha potuto intervenire. La coppia stava pescando in un fiume

TORONTO - In Canada una donna stata uccisa da un orso nero davanti agli occhi del marito che non ha potuto far nulla mentre veniva trascinata nel bosco. successo presso La Sarre sul fiume Theo, a circa 575 chilometri a nord-ovest di Montreal. Ccile e Alexandre Lavoie - lei 70, lui 73 anni - stavano pescando nel fiume quando un orso bruno li ha improvvisamente attaccati afferrando la donna e trascinandola nel bosco dove l'animale ha ucciso la sua vittima.. L'uomo ha tentato invano di inseguire l'orso che trascinava il corpo della moglie ma l'animale apparso molto aggressivo. Anche la polizia canadese ha dovuto attendere un giorno prima di poter recuperare il corpo ormai senza vita della donna.
Un orso nero canadese

02 giugno 2008