Sei sulla pagina 1di 2

Tumori ossei maligni Solitamente assente l'osteosclerosi reattiva attorno alla lesione perch di solito la ritroviamo attorno ai tumori

a lenta crescita, mentre i maligni hanno rapida crescita. Dimensioni solitamente >6cm. Margini irregolari e mal definiti. Spesso usurano la compatta ed invadono i tessuti molli. Inoltre spesso inducono fratture patologiche. Osteosarcoma o sarcoma osteogenico Nell'80% dei casi interessa la parte distale del femore e quella prossimale di tibia e omero. Et pi colpita 2 decennio. All'anamnesi spesso presente un pregresso trauma. D metastasi precoci in sede polmonare. Tre forme: forma osteolitica pura forma addensante pura forma mista Questo tumore invade con facilit il canale midollare. La compatta viene rapidamente distrutta con invasione delle parti molli (evidenziabile alla RM). Il periostio viene sollevato dalla massa tumorale (con periostosi a foglia di cipolla), determinando talvolta la comparsa di una spicula triangolare (triangolo di Codman). Tc vede calcificazioni tumorale RM evidenzia l'invasione dei tessuti molli Scinti evidenzia un'area calda Angiografia solo per tentare una chemioembolizzazione Condrosarcoma origine da cellule cartilaginee, talora a seguito di trasformazione maligna di un osteocondroma o di un encondroma. Et pi colpita 4- 6 decennio. Localizzazione preferenziale bacino e coste (ma non solo). forma centrale: area osteolitica ovalare uni- o pluriconcamerata, nel cui contesto sono apprezzabili diffuse calcificazioni. La compatta appare erosa in pi punti e l'osso appare rigonfiato. Rapida invasione parti molli. forma periferica: tumefazione parti molli, tenue densit, irregolare, con grossolane calcificazioni nel suo contesto. Rx area osteolitica con rigonfiamento osso. Risulta sufficiente per la diagnosi. Tc ed RM servono solo per stadiare. Fibrosarcoma Origine da elementi fibrosi. Non tende a produrre tessuto osseo. Spesso interessa femore, tibia o mandibola. Et pi colpita 3- 4 decennio. Ne esiste una forma centrale e una parostale. Istiocitoma fibroso maligno Origine da istiofibroblasti midollari. Spesso interessa ginocchio. Et pi colpita 4- 5 decennio. Area osteolitica massiva a chiazze confluenti, margini sfumati ed irregolari. Spesso insorge su infarti ossei o su osso irradiato, o su osso pagetico. Sarcoma di Ewing Trae origine da cellule reticolari midollari immature, o secondo ipotesi pi recenti, da cellule neuroectodermiche. Et pi colpita 2- 3 decennio. Predilezione per femore, tibia, omero e perone. Spesso all'anamnesi presente un pregresso trauma. Rx aree osteolitiche multiple a piccoli focolai non confluenti. Quando interessata la compatta, questa pu apparire come sfogliata. Nelle fasi avanzate, l'osso pu apparire come cancellato (osso fantasma). Si associa

osteosclerosi reattiva (dd con osteosarcoma). Possibile reazione periostale, talora con triangoli di Codman. Costante invasione parti molli. Tc ed RM per stadiazione. Il sarcoma di Ewing molto radiosensibile!! Plasmocitoma o mieloma multiplo Trae origine dai plasmociti midollari. Predilezione per vertebre, coste, cranio, bacino e femore. Talvolta interessato solo un osso plasmocitoma solitario. Et pi colpita 5- 7 decennio. Clinicamente dolore osseo con possibile frattura patologica. Al laboratorio si evidenziano: ipergammaglobulinemia, proteinuria di Bence-Jones, ipercalcemia. Rx aree osteolitiche multiple rotondeggianti, di dimensioni variabili, a limiti netti, non accompagnate da orletto osteosclerotico, con aspetto risultante a tarlatura diffusa.