Sei sulla pagina 1di 6
Bando INFORMAZIONI GENERALI Con Decisione n. 1720/2006 la Commissione Europea ha istituito, in sostituzione del

Bando

INFORMAZIONI GENERALI

Con Decisione n. 1720/2006 la Commissione Europea ha istituito, in sostituzione del

Socrates, un nuovo Programma nel campo dell’Apprendimento Permanente, “Lifelong Learning Programme” (LLP) che si propone di contribuire allo sviluppo della Comunità Europea quale società avanzata basata sulla conoscenza promuovendo al suo interno gli scambi, la cooperazione e la mobilità tra i sistemi di istruzione e formazione in modo che essi diventino un punto di riferimento di qualità a livello mondiale. Nel quadro del Programma di Apprendimento Permanente, il sottoprogramma Erasmus si propone di incoraggiare la mobilità degli studenti, permettendo loro di trascorrere un periodo

di studio (da 3 a 12 mesi) presso un Istituto di Istruzione Superiore di uno dei 27 Paesi

dell’Unione Europea (Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria), di uno dei 3 Paesi dello Spazio Economico Europeo (Islanda, Liechtenstein e Norvegia) e del Paese Candidato all’adesione (Turchia) ammessi al programma garantendo la possibilità di seguire i corsi, di usufruire

delle strutture universitarie, di svolgere ricerche finalizzate alla stesura della tesi di laurea e di ottenere il riconoscimento degli esami sostenuti come stabilito nel Learning Agreement (o programma di studio da svolgere all’estero).

Lo “STATUS” di studente Erasmus, riconosciuto allo studente vincitore della borsa di mobilità,

prevede l’esenzione dal pagamento delle tasse di iscrizione presso l’Università ospitante 1 ; la fruizione dei servizi offerti dall’Università straniera a parità di condizioni con gli studenti locali,

il riconoscimento dell’attività svolta all’estero.

Art. 1 – Elenco delle borse.

Per l’anno accademico 2009/2010 è indetto il concorso di selezione per l’attribuzione di borse

di studio LLP/Erasmus a studenti iscritti a corsi di laurea e di dottorato nell’ambito degli

accordi bilaterali stabiliti tra l’Università di Macerata e le Università Europee eleggibili. L’elenco delle Università partner e delle borse di studio disponibili è riportato sul sito internet www.cri.unimc.it

Art. 2 – Requisiti generali di ammissibilità.

Possono presentare domanda gli studenti regolarmente iscritti all’Università di Macerata nell’a.a. 2008/2009 2 che:

! abbiano una conoscenza adeguata della lingua del Paese ospitante 3 ;

! siano cittadini di uno Stato membro UE 4 o di uno dei Paesi partecipanti al programma 5 o, se cittadini extracomunitari, rispondano alle condizioni previste dalla Legge 189/2002 6 oppure siano registrati come apolidi o godano in Italia dello status di rifugiato politico;

1 Normalmente, l’Istituto ospitante non è autorizzato ad esigere dagli studenti ERASMUS il pagamento di tasse universitarie (in particolare spese/tasse di frequenza, spese/tasse d’iscrizione, spese/tasse d’esame, spese/tasse d’accesso ai laboratori e/o alle biblioteche), tuttavia potrebbe richiedere il pagamento di un piccolo importo al fine di coprire i costi assicurativi, l’adesione a sindacati studenteschi, la riduzione del costo dei trasporti o l’utilizzo di materiali diversi (fotocopie, prodotti di laboratorio, ecc.) applicando un trattamento identico a quello degli studenti locali. 2 Gli iscritti al 3° anno della Laurea Triennale e gli iscritti al 2° anno della Laurea Magistrale devono impegnarsi ad iscriversi per l’a.a 2009/2010 presso l’Università di Macerata, come fuori corso nei rispettivi corsi di studio. Gli iscritti al 3° anno della laurea triennale possono, in alternativa, impegnarsi ad iscriversi alla laurea magistrale. 3 L’inglese è la lingua di riferimento per il Belgio (solo per la sede di Hogeschol Gent, Hogeschol West- Vlaanderen e Leuven), Bulgaria, Danimarca, Finlandia, Grecia, Lettonia, Malta, Norvegia, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovenia, Svezia, Turchia e Ungheria.

! siano cittadini della Repubblica di San Marino 7 ;

! non usufruiscano nello stesso periodo di un altro contributo comunitario previsto da altri programmi di mobilità.

! Non abbiano beneficiato negli anni precedenti dello status di studente Erasmus;

! non abbiano rinunciato alla borsa per l’a.a. 2008/2009 oltre il 31.07.2008. N.B. Nel caso in cui l’attività di studio da svolgere all’estero consista nella preparazione della tesi di Laurea, lo studente non è tenuto al pagamento delle tasse di iscrizione al nuovo anno accademico purché, prima della partenza, presenti la domanda di Laurea da sostenere entro la sessione straordinaria dell’a.a. 2008/09 (febbraio-marzo 2010). In ogni caso, lo studente in mobilità non potrà conseguire il titolo di studio finale prima della conclusione del periodo di studio all’estero e previo riconoscimento dell’attività ivi svolta.

Art. 3 - Modalità e termini per presentare la domanda.

! La domanda di partecipazione alla selezione deve essere redatta sull’apposito modulo di candidatura disponibile sia presso il Centro Rapporti Internazionali che sul sito Internet www.cri.unimc.it. A pena d’esclusione, nella domanda dovranno essere obbligatoriamente indicati: a) generalità, b) numero di matricola, c) codice fiscale, d) una casella di posta elettronica da attivarsi, preferibilmente, all’indirizzo: http//:studenti.unimc.it per le successive comunicazioni Studente/CRI e viceversa.

! Le domande dovranno essere presentate o pervenire per posta o per fax al Centro Rapporti Internazionali, (Università degli Studi di Macerata - Centro Rapporti Internazionali – via Piave, 42 – 62100 Macerata, fax. 0733/2586039) tassativamente entro e non oltre il 19 marzo 2009. Le copie originali delle domande inviate per fax dovranno comunque essere spedite entro e non oltre la data di scadenza (farà fede il timbro postale d’invio) pena esclusione d’ufficio.

! La richiesta di mobilità potrà essere presentata per un massimo di 4 destinazioni 8 indicate in ordine di preferenza con priorità per le aree disciplinari attinenti al Corso di studio di appartenenza. Tutti i candidati risultanti idonei verranno inseriti in apposita graduatoria e potranno usufruire delle borse fino a concorrenza dei posti disponibili. N.B.: Tutti gli interessati alla selezione sono invitati a partecipare alle riunioni informative che verranno successivamente pubblicizzate.

Art. 4 – Formazione e approvazione della graduatoria.

Le borse saranno assegnate prioritariamente a tutti gli studenti di madre lingua italiana (in corso e fuori corso) che siano in possesso dei requisiti prescritti. La graduatoria di merito sarà formulata secondo i seguenti criteri:

! ordine di preferenza della sede straniera;

! attinenza dell’area prescelta con il proprio indirizzo di studio (verificare l’ attinenza sul sito www.cri.unimc.it);

! grado di conoscenza della lingua straniera del paese ospitante comprovata dai test linguistici, le cui date verranno rese note in un secondo momento. Si evidenzia che per quanto riguarda le sedi che richiedono una conoscenza linguistica minima tali test sono obbligatori, mentre per quanto riguarda le sedi che non richiedono una conoscenza linguistica minima, gli stessi sono facoltativi, per cui la mancata partecipazione non esclude il candidato dalla graduatoria finale ma lo penalizza con un punteggio di –1 9 ;

! merito accademico ricavato da una formula matematica che tiene conto dei seguenti parametri:

4 Gli studenti di cittadinanza straniera vincitori di borsa per un Paese del quale abbiano la nazionalità, prima dell’accettazione, dovranno ottenere il nulla osta da parte dell’Università presso la quale intendono recarsi.

5 I cittadini dei paesi associati (Islanda,Liechtenstein, Norvegia e Turchia) non possono usufruire del posto scambio nella nazione d’origine.

6 Costoro devono soggiornare regolarmente nel territorio dello Stato da almeno 6 anni, devono essere titolari di un permesso di soggiorno per un motivo che consente un numero indeterminato di rinnovi (non

è tale il permesso per motivi di studio) e dimostrare di avere un reddito sufficiente per il sostentamento.

7 Costoro godono dello status di studente Erasmus, ma non dei contributi per la mobilità da parte della UE.

8 Prima di presentare domanda lo studente è tenuto a verificare e a tenere conto di eventuali peculiarità relative ad alcune sedi straniere.

I dottorandi, nell’ambito della disponibilità dei posti e della stretta attinenza disciplinare con il corso di studi frequentato, previa accettazione da parte dell’Università straniera, potranno concorrere anche per le Sedi promosse dal Prof. Luzi in cui è prevista la mobilità per le Lauree specialistiche.

9 Le sedi che richiedono una conoscenza linguistica minima sono specificate nell’ elenco degli accordi,

colonna “Conoscenza linguistica minima”. Colui che partecipa al test consegue un punteggio da 0 a 30 in base all’esito dello stesso. Il candidato che decida di sottoporsi ai test di lingua dovrà obbligatoriamente sostenere la prova nella lingua delle sedi scelte. In ogni caso il test di lingua di riferimento è l’inglese per

il Belgio (solo per la sede di Hogeschol Gent, Hogeschol West-Vlaanderen e Leuven), Bulgaria, Danimarca,

Finlandia, Grecia, Lettonia, Malta, Norvegia, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovenia, Svezia, Turchia e Ungheria.

1.

voto di maturità per gli iscritti al primo anno della Laurea Triennale o a ciclo unico e voto di laurea per gli iscritti al primo anno della Laurea Magistrale o del corso di dottorato;

2. anzianità di studio;

3. numero degli esami superati e regolarmente verbalizzati entro il 31 dicembre 2008 (per gli iscritti a corsi di dottorato si terrà conto della valutazione espressa dal collegio dei docenti del Dottorato di appartenenza);

4. media degli esami sostenuti.

La graduatoria, approvata dal Rettore, sarà affissa presso il Centro Rapporti Internazionali e resa pubblica nel sito web www.cri.unimc.it entro un mese dalla scadenza del bando ed ha valore di comunicazione ufficiale agli interessati.

Art. 5 - Importo borsa.

Il sostegno finanziario alla mobilità avverrà tramite:

a. Una borsa di studio il cui importo - stabilito annualmente dall’Agenzia Nazionale LLP Italia -

verrà comunicato presumibilmente entro agosto 2009 10 . Tale borsa non intende coprire l’intero costo del soggiorno di studi all’estero ma è destinata a compensare, almeno in parte,

le

maggiori spese che si presume derivino dal costo medio della vita più elevato che nel paese

di

origine.

b. Un contributo di Ateneo 11 , erogato al rientro in sede dello studente, che abbia conseguito il numero di crediti minimo previsto come specificato sub art. 7), differenziato in base alla fascia di contribuzione in cui il candidato risulta inserito a seguito della richiesta di riduzione delle tasse d’iscrizione all’a.a. 2008/2009 così come indicato nella tabella che segue:

Limite massimo ISEE

Fascia di contribuzione

Contributo mensile

Fino ad !

9.200,00

I

! 200,00

Fino ad ! 11.350,00

II

! 180,00

Fino ad ! 13.500,00

III

! 160,00

Fino ad ! 16.650,00

IV

! 140,00

Fino ad ! 17.800,00

V

! 120,00

Oltre

! 17.080,00

VI

! 100,00

N.B.: Agli studenti che nell’a.a 2009/2010 abbiano beneficiato della borsa erogata dall’Ente

Regionale per il Diritto allo Studio (ERSU) sarà in ogni caso erogato il contributo stabilito per

la VI fascia di contribuzione.

c. Un contributo ministeriale a valere sul finanziamento che il MIUR assegna agli Atenei ai sensi del decreto ministeriale n. 198/2003. Previo accreditamento del predetto fondo, tale importo sarà erogato presumibilmente nel mese di febbraio del 2010. Gli studenti beneficiari saranno informati mediante comunicazione nel sito www.cri.unimc.it.

d. Un contributo per studenti disabili con invalidità pari o superiore al 66%, d’importo differenziato rispetto allo standard fissato a livello nazionale, appositamente erogato dall’Agenzia Nazionale LLP Italia anche con riguardo ad esigenze particolari valutate dall’Agenzia stessa 12 .

e. Un’integrazione della borsa di mobilità, ferma restando la normativa vigente, per un massimo di 10 mesi erogata dalle Regioni (ERSU) per coloro che, in possesso dei requisiti prescritti, abbiano beneficiato della borsa di studio di cui al D.P.C.M. 9 aprile 2001 13 . N. B.: I dottorandi, vincitori della borsa di dottorato, pur mantenendo la borsa comunitaria, dovranno scegliere se usufruire del contributo integrativo di Ateneo o della maggiorazione della borsa di dottorato per un periodo all’estero. In nessun caso potranno beneficiare di entrambi i contributi. Eventuali vincitori in congedo straordinario per motivi di studio con diritto alla conservazione del trattamento economico, sono tenuti a richiedere al proprio datore di lavoro un parere scritto sulla compatibilità tra il predetto trattamento e la borsa di mobilità. Tale parere deve essere trasmesso al CRI dall’interessato prima della sottoscrizione del contratto di mobilità.

10 L’Università di Macerata non è tenuta al pagamento della borsa comunitaria fintanto che l’Agenzia Nazionale LLP Italia non abbia provveduto ad accreditare i fondi Erasmus assegnati all’Ateneo. Per l’a.a. 2008/2009, il contributo erogato dalla UE è stato pari ad ! 200,00 mensili. 11 Non usufruiscono del contributo di Ateneo i vincitori di borsa residenti nelle città della UE sedi delle università prescelte per il soggiorno di studio. 12 Poiché al momento l’Agenzia Nazionale LLP Italia non ha ancora reso noto termini e modalità per accedere a tali fondi, che comunque vengono erogati ai beneficiari per il tramite dell’Ateneo, si raccomanda agli interessati di rappresentare tali necessità direttamente al CRI al momento della presentazione della domanda di cui al presente bando. 13 Per informazioni, contattare direttamente l’Ersu di Macerata - A.P.O Diritto allo Studio- Via Piave, 35 – 62100 Macerata – tel. 0733/5620111.

Art. 6 – Adempimenti amministrativi

Accettazione Gli studenti vincitori di borsa, pena l’esclusione dalla graduatoria, dovranno sottoscrivere, su apposito modulo reperibile al CRI, l’accettazione entro e non oltre 15 giorni dalla data di affissione della graduatoria.

N.B.:Gli studenti vincitori di borsa in Paesi di lingua minoritaria sono tenuti a comunicare se intendono partecipare ai corsi intensivi di preparazione linguistica – Erasmus Intensive Language Courses EILC 2009 - finanziati dalla Commissione Europea con borse di studio ad hoc 14 .

Al momento dell’accettazione, i vincitori dovranno consegnare al CRI:

! piano degli studi;

! foto formato tessera.

Appena sottoscritta l’accettazione, lo studente è tenuto ad informarsi autonomamente presso l’Università partner in merito alle scadenze di presentazione di tutta la documentazione richiesta (es. application form), su modalità e tempi di ricerca dell’alloggio nonché sullo svolgimento e sui costi dei corsi di lingua, consultando il sito dell’Università partner (Allegato B) e, laddove disponibile, la documentazione cartacea presso il Centro Rapporti Internazionali.

Rinuncia Il vincitore che dopo l’accettazione intenda rinunciare alla mobilità è tenuto a comunicarlo tempestivamente e per iscritto sia al CRI con apposito modulo reperibile sul sito web www.cri.unimc.it, che provvederà ad assegnare ad altro candidato idoneo in graduatoria il posto resosi vacante, che all’Università partner qualora abbia già inoltrato la documentazione richiesta per fruire del posto scambio nella sede di destinazione. Il vincitore che, salvo gravi e documentati motivi, rinuncerà alla borsa assegnata oltre il termine ultimo del 31 luglio 2009 non potrà ricandidarsi nell’anno successivo. Nel caso in cui lo studente rinunci alla mobilità dopo la partenza è tenuto alla restituzione degli importi già percepiti. Tutte le spese sostenute resteranno a suo carico.

Almeno 15 giorni prima della partenza lo studente deve presentarsi al CRI per:

! consegnare n. 1 certificato di iscrizione all’Università all’a.a. 2009/2010 15 contenente l’indicazione degli esami sostenuti unitamente al piano degli studi (per chi non lo avesse depositato al momento dell’accettazione);

! sottoscrivere il contratto di mobilità;

! comunicare le modalità di riscossione della borsa;

! ritirare 2 esemplari del certificato Erasmus e la cartellina con tutta la modulistica necessaria (scaricabile anche dal sito www.cri.unimc.it) utile nelle fasi antecedenti, contestuali e successive alla mobilità all’estero.

Al momento della partenza lo studente deve essere in possesso dei seguenti documenti:

! documento di identità valido che non sia in scadenza durante il soggiorno di studio;

! n. 2 certificati d’iscrizione all’Università all’a.a. 2009/2010 contenente l’indicazione degli esami sostenuti di cui: uno da consegnare alla sede straniera, uno da portare con se’ in sostituzione del libretto universitario;

! Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM), inviata dalla Agenzia delle Entrate per fruire dell’assistenza sanitaria nei Paesi UE 16 .

! foto formato tessera per ogni eventuale documento che rilasceranno nel Paese straniero (es. libretto dello studente);

14 Per gli studenti in mobilità in Belgio (Comunità fiamminga), Bulgaria, Danimarca, Finlandia, Grecia, Lettonia, Malta, Norvegia, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovenia, Svezia, Turchia e Ungheria, l’Agenzia Nazionale LLP/Erasmus organizza due sessioni di corsi intensivi di preparazione linguistica. Gli “EILC Intensive Language Courses”, previa selezione, finanziati con borse di studio ad hoc, saranno svolti nel periodo luglio/settembre 2009 (con scadenza 31 maggio 2009 per l’invio delle candidature per la alle Università straniere organizzatrici) e nel periodo gennaio/febbraio 2009 (con scadenza 31 ottobre 2008 per l’invio delle candidature alle Università straniere organizzatrici). Ulteriori informazioni sono reperibili nel sito www.programmallp.erasmus.it sezione “Mobilità studenti (SM)”.

15 Si ricorda che per avere il certificato di iscrizione all’a.a. 2009/10 è necessario aver pagato la 1^ rata delle tasse d’iscrizione prima della partenza per l’estero indipendentemente dalla scadenza prevista dal Regolamento immatricolazioni, iscrizioni, trasferimenti, tasse, esoneri, riduzioni – a.a. 2009/10.

16 Per l’assistenza sanitaria nei Paesi non comunitari occorre informarsi presso la A.S.U.R. del Comune di Residenza ed eventualmente stipulare un’idonea assicurazione privata.

! documentazione utile per ottenere il permesso di soggiorno o il visto, quando l’Università di destinazione si trova in un Paese non comunitario (a tal fine le informazioni necessarie possono essere reperite sul sito dell’Università partner o presso le sedi delle Rappresentanze Diplomatiche straniere in Italia);

! documentazione specifica richiesta dall’Ateneo ospitante.

Art. 7 – Adempimenti didattici

Per non incorrere nel rischio di non poter fruire del periodo di studio all’estero per errata informazione sull’offerta didattica o in caso di inadempienza alle scadenze relative alla preiscrizione (application form), al fine di programmare per tempo l’attività da svolgere, lo studente è tenuto ad informarsi sulle possibilità di studio presso le sedi straniere direttamente con i docenti proponenti gli accordi, i Delegati di Facoltà ai Rapporti Internazionali e/o a consultare i siti Internet delle Università partner. Il Centro Rapporti Internazionali non fornirà alcuna informazione in merito.

Prima della partenza lo studente è tenuto a predisporre un Piano di studi, coerente con il corso di studi frequentato, da sostenere presso la sede ospitante. Il Piano di studi (learning agreement comprendente l’elenco dei corsi da seguire all’estero, corredato dai rispettivi programmi e l’elenco dei corsi italiani equivalenti) deve essere firmato dallo studente, dal Delegato ai Rapporti Internazionali di competenza e da un coordinatore dell’Ateneo straniero. Qualsiasi modifica al Piano di studi necessaria dopo l’arrivo dello studente presso l’Ateneo partner deve essere effettuata e formalizzata entro un mese dall’arrivo nella sede straniera. Ogni ulteriore e necessario cambiamento al Piano di studi dovrà essere formalmente concordato dallo studente, con il Delegato ai Rapporti Internazionali di competenza e con un coordinatore dell’Ateneo straniero.

In ogni caso le attività consentite durante il soggiorno di studio all’estero sono:

1. esami;

2. preparazione della tesi di laurea (sulla base di un piano di lavoro approvato dal

relatore) 3. tirocinio (purché parte integrante del Learning Agreement da svolgersi consecutivamente all’attività di studio sotto la supervisione dell’Ateneo partner). Poiché sia l’offerta didattica italiana che quella straniera sono soggette a continue modifiche, si precisa che i riconoscimenti relativi al precedente a.a non costituiscono precedente vincolante avendo unicamente funzione orientativa per l’individuazione dei corsi di studio maggiormente compatibili.

Appena arrivato presso la sede straniera lo studente deve presentarsi presso l’Ufficio Relazioni Internazionali o all’Ufficio Erasmus dell’Ateneo partner per la registrazione ed inviare al Centro Rapporti Internazionali, anche via fax, un documento attestante la data di inizio del soggiorno di studio presso l’Università partner. Se interessato a prolungare il proprio soggiorno di studio, lo studente dovrà trasmettere al CRI una richiesta di prolungamento secondo tempi e modalità indicate nell’apposito modello disponibile sul sito web www.cri.unimc.it.

Al termine del soggiorno di studio, come deliberato dal Senato Accademico nella seduta del 27.03.2007, al fine di percepire il finanziamento, lo studente dovrà aver conseguito un numero minimo di crediti, pari ad un 1/3 del numero massimo richiesto (60 crediti annui) rapportato all’effettivo periodo trascorso all’estero e all’organizzazione dell’attività didattica dell’Università ospitante così come indicato nello schema sottoindicato:

! 12 MESI (60 crediti tot.): minimo 20

! 11 MESI: minimo 18 crediti

! 10 MESI: minimo 17 crediti

! 9 MESI: minimo 15 crediti

! 8 MESI: minimo 13 crediti

! 7 MESI: minimo 12 crediti

! 6 MESI: minimo 10 crediti

! 5 MESI: minimo

8 crediti

! 4 MESI: minimo

7 crediti

! 3 MESI: minimo

5 crediti

Al rientro, al fine di percepire il finanziamento, lo studente dovrà consegnare i seguenti documenti:

! un Attestato di inizio e fine soggiorno che confermi sia le date del periodo di studio all’estero che l’effettivo svolgimento del programma convenuto 18 ;

! un certificato con indicazione degli esami sostenuti e dei crediti minimi conseguiti 19 ;

! la relazione individuale sul periodo di studi all’estero.

Tali documenti dovranno essere consegnati al Centro Rapporti Internazionali entro 20 giorni dal termine del periodo di mobilità, e comunque per tutti coloro che terminano il soggiorno di studio il 30.09.2010, entro e non oltre il 04.10.2010. In caso di mancata presentazione dei predetti documenti nei termini indicati non si darà luogo al saldo della borsa e si procederà, altresì, al recupero degli importi già percepiti.

Art. 8- Riapertura termini

In caso di assenza di candidature in alcune sedi, potranno essere riaperti i termini del presente avviso di selezione per l’assegnazione di borse nel secondo semestre. In tal caso gli eventuali vincitori potranno partire previa accettazione dell’Università straniera.

Art. 9 – Norme di salvaguardia.

L’erogazione delle borse europee è subordinata al finanziamento da parte dell’Agenzia Nazionale LLP Italia delle attività di mobilità degli studenti (SM) nei limiti del totale delle mensilità da questa concesse, nonché all’approvazione delle candidature per l’Erasmus University Charter (EUC) presentate dalle istituzioni partner europee ed alla successiva accettazione dei singoli studenti Erasmus da parte di tali istituzioni ospitanti.

Ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. n. 196/2003, “Codice in materia di protezione dei dati personali”, si informa che i dati personali dei partecipanti alla selezione, acquisiti nel rispetto delle norme vigenti, formeranno oggetto di trattamento nel rispetto della normativa dettata dal citato Codice. Tali dati, la cui raccolta è imposta da obblighi di legge, saranno trattati esclusivamente per le finalità connesse e/o conseguenti alla presente selezione, mediante strumenti idonei a garantire la sicurezza e la riservatezza degli stessi, anche automatizzati ed atti a memorizzare, gestire e trasmettere i dati stessi. Incaricata del trattamento è la d.ssa Antonella Tiberi, Direttore Tecnico del Centro Rapporti Internazionali.

Art. 10 Norme finali

Il Centro Rapporti Internazionali non risponderà alla richiesta di informazioni già contenute nel presente avviso che costituisce il vademecum Erasmus in tutte le fasi, antecedenti, contestuali e successive alla mobilità all’estero dello studente. In ogni caso prima di rivolgere quesiti telefonici o per e-mail, lo studente è tenuto a consultare le FAQ che, costantemente aggiornate, sono disponibili sul sito web www.cri.unimc.it.

Il Rettore (Prof. Roberto Sani)

18 L’ammontare totale del finanziamento è definito sulla base dell’effettiva permanenza all’estero come documentata dal periodo compreso tra la data di inizio e quella di fine soggiorno attestate nell’apposito certificato. Nel caso in cui la permanenza all’estero sia stata inferiore a quella stabilita nel contratto di mobilità, lo studente è tenuto alla restituzione degli importi eventualmente già percepiti in misura proporzionale ai mesi di permanenza non effettuati. Si ricorda che per accedere al finanziamento, è necessario aver soggiornato presso la sede partner per il periodo minimo di mesi tre e aver conseguito il numero minimo di crediti stabiliti; gli inadempienti saranno considerati rinunciatari e dovranno restituire l’intero contributo percepito.

19 Lo studente che si sia recato all’estero per ricerca di tesi dovrà produrre un attestazione del relatore che certifichi la conformità dell’attività svolta all’estero al piano di lavoro approvato prima della partenza equivalente al numero minimo di crediti richiesti.