Sei sulla pagina 1di 25

Poste Italiane spa Sped. abb. postale DL 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.

1, DCB Forl Redazione: via del Seminario, 85 47521 Cesena tel. 0547 300258 fax 0547 328812

Gioved 30 maggio 2013


anno XLVI (nuova serie)

numero 22 euro 1,20

22
10 Cesena
Sabato 1 giugno fischio di inizio del Trofeo Benedetto
l torneo promosso dalla Pastorale GiovaI nile, dallassociazione Testaecroce, dal Csi di Cesena e dallAcg

Diocesi
Adorazione eucaristica al Suffragio
ella chiesa in centro citt, a Cesena. La preN senza assicurata, in giorni e orari precisi, da due suore della Visitazione

Chiesa
Don Pino Puglisi beatificato a Palermo
entromila persone alla celebrazione con C la quale stato dichiarato beato il sacerdote ucciso dalla mafia nel 1993

Attualit
Famiglia per tutti, un convegno della papa Giovanni
lla fiera di Rimini, venerd 31 maggio. A Levento a quarantanni dalla prima casa famiglia fondata da don Benzi

14

Editoriale Urgenze di un Paese inquieto


di Francesco Zanotti

erremoto-politica. Ormai un ritornello. A ogni nuova consultazione si manifestano risultati imprevedibili. Lelettorato si sposta non pi di uno zero virgola, come accadeva nella Prima Repubblica, ma con travasi che coinvolgono milioni di elettori, mentre va sempre pi infoltendosi il pi grande partito di questi ultimi tempi, quello degli astensionisti. Che a Roma non vada a votare un elettore su due un dato eloquente e inquietante al tempo stesso. Eloquente perch dice della disaffezione verso la politica che non solo non attira pi, ma ormai ha nauseato una buona porzione di cittadini. Dallaltra parte inquietante perch un Paese come lItalia non pu permettersi di decidere delle proprie sorti e di quelle delle citt e delle metropoli con la partecipazione di una parte di popolazione. Non si pu fare nta di nulla. Rischiamo di ripeterlo no alla nausea, ma non vogliamo rassegnarci al dato sconfortante della fuga dalle urne. Se gi a febbraio scorso i votanti erano stati in deciso calo, in questa tornata amministrativa la diminuzione divenuta assai preoccupante. Un freno prima o poi andr posto e lunica soluzione praticabile rimane la ricucitura tra il Paese vero, quello che opera e soffre ogni giorno, e quello che amministra su mandato del primo. Alla luce di questo dato riguardante il popolo del non-voto, si pu tentare una breve analisi dei risultati elettorali. Esce ridimensionato il popolo dei 5 Stelle. In tre soli mesi il movimento fondato e condotto dallex comico Beppe Grillo ha dilapidato un patrimonio in suffragi e seggi. Laver risposto sempre no a ogni proposta di coinvolgimento non ha giovato ai grillini che sono fuori dai ballottaggi e sono arretrati in maniera pesante rispetto al febbraio scorso. La protesta ne a se stessa non paga. Di certo non possono gioire per una vittoria di una domenica di maggio gli alleati che sostengono il governo delle larghe intese messo insieme da Enrico Letta. Questa una tregua, nulla pi, avendo anche ben presente che il voto amministrativo, vicino alla gente, viene di solito trattato in maniera molto diversa dagli elettori rispetto alla chiamata alle urne per le politiche. Resta sul tappeto lurgenza di una crisi che non demorde. Risposte concrete urgono dallesecutivo e dalle amministrazioni locali, con attenzioni particolari al lavoro, alla famiglia e alleducazione, per ricucire uno strappo ormai irreparabile. Nessuno, per, si chiami fuori. Ciascuno risponda secondo la propria responsabilit.

Barriere da superare insieme

Un diversamente abile mentre sale una rampa (Pippofoto)

Una citt a misura di tutti, non solo di disabili. S, perch ci sono anche le mamme con i passeggini, gli anziani, gli ipovedenti, fra quanti potrebbero usufruire di un abbattimento delle barriere architettoniche. Ne abbiamo parlato con Liviana Siroli che da tanti anni conduce una battaglia instancabile per una citt comoda per tutti e ricorda come il fondatore del Cvs gi ne discuteva oltre 60 anni fa. Chiara De Vecchi, coordinatrice di A ruota libera, racconta di un progetto nato per sensibilizzare la cittadinanza su un problema che non riguarda solo poche persone e trova sostegno soprattutto tra i giovani e gli studenti. Si partir da piazza Giovanni Paolo II sabato prossimo, alle 10, con liniziativa A caccia di barriere, un giro in carrozzina per le strade del centro di Cesena. Primo piano a pag. 5

Mercato S. 17 La scuola ricorda lesploratore Filippo Zappi Sport 21 Fino a domenica il grande tennis a Cesena

Sarsina 17 Elezioni: Luigino Mengaccini il nuovo sindaco Sport Csi 22 Educare attraverso lo sport, convegno al Monte

Opinioni

Gioved 30 maggio 2013

Quale futuro per la nostra Repubblica?


A

A proposito del Referendum di Bologna


Altissimo lastensionismo Vince solo lideologia
l flop del referendum di Bologna che, abrogando gli spiccioli che il Comune eroga alle scuole materne libere, voleva costringere queste stesse scuole a chiudere, aiuta a svelare la vera natura di certi partiti, soprattutto Sel e il M5S di Grillo. I dati: ha votato il 28 per cento degli aventi diritto e labrogazione del finanziamento ha vinto col 59 per cento, cio: poco pi della met di poco pi di un quarto degli aventi diritto ha sostenuto gli abrogatori. Ci significa anche che per il 72 per cento dei bolognesi porre la questione stato inutile, anche perch alla fine limportante che un servizio ai bambini si svolga per cui, con i problemi che abbiamo, questa aria fritta ideologica. Anche economicamente, il referendum era assurdo: togliendo un piccolo finanziamento (un milione di euro) si uccideva un servizio che, passato alla gestione dello Stato (del Comune in questo caso) sarebbe costato probabilmente dieci volte di pi. Dov la ragionevolezza, in questa storia? Ecco perch lunica, davvero lunica motivazione di un referendum che stato lennesimo spreco di fondi pubblici (ricordiamoci che labbiamo pagato noi, col 52 per cento di tasse che versiamo) ideologica: siccome le scuole materne libere sono in gran parte di iniziativa cattolica (ma non confessionali, dato che svolgono i programmi di Stato), i promotori sono semplicemente e furiosamente contrari a che migliaia di famiglie desiderino uneducazione cristiana per i propri figli. Questo dunque svela la vera natura di certi partiti: dellestrema sinistra di Vendola si sapeva, del Movimento 5 Stelle di Grillo si incomincia a sapere. Altri punti del suo programma, daltronde, ne rivelano la natura statalista, che sembra addirittura sfrenata: lo stipendio di Stato, la nazionalizzazione

delle societ e delle banche in crisi (come quella proposta da Grillo per il Monte dei Paschi di Siena), il giustizialismo forcaiolo altrettanto sfrenato, vedi la battaglia per far fuori a colpi di manette non solo Berlusconi, ma tutti i vertici di tutti i partiti, compreso il Pd. Proporre un referendum come quello di Bologna pericoloso e tirannico: che senso ha, infatti, desiderare la distruzione di chi costruisce scuole (e poi verr il turno di associazioni, partiti, aziende, banche), solo perch a farlo non lo Stato? Il pensiero che c sotto che solo lo Stato buono e capace, ma lo Stato chi lo guida, per cui, nella profezia di qualcuno,

La fotograa

Londra, 22 maggio: soldato ucciso in strada


saranno le sue brave persone comuni che prenderanno presto la maggioranza assoluta. E il resto? Va distrutto. Abbiamo gi visto, nella storia, un processo del genere: se non sbaglio, si chiamava Unione Sovietica... Gianfranco Lauretano

Primo piano
Foto Pippo

Gioved 30 maggio 2013

Un Bar al quale segnalare tutti gli impedimenti architettonici


Sportello ai nastri di partenza.Tutti i cittadini possono comunicare tramite posta elettronica
Cittadini in prima la contro le barriere architettoniche. E ai nastri di partenza lo sportello Bar, in collaborazione con il settore Servizi sociali e il Tavolo tecnico dellaccessibilit del Comune di Cesena, che si occupa di raccogliere le segnalazioni sulla presenza di barriere architettoniche

e relazionali che impediscono laccesso e la fruibilit di spazi, edici e servizi pubblici e privati. "Lobiettivo costituire una rete di cittadini che, sotto la supervisione degli enti preposti, si impegni nellabbattimento sico delle barriere, con una notevole riduzione di tempi e costi", spiega la giovane referente del progetto, Chiara De Vecchi. Questo consentir di effettuare nel tempo una mappatura delle barriere architettoniche presenti in citt che andr a integrare quella gi disponibile per il centro storico,

aggiornata al 2008. "La maggior parte delle citt, e Cesena non fa eccezione, costruita avendo come parametro di riferimento la persona in piena salute e non si abituati a confrontarsi con le problematiche della disabilit - afferma -. Eppure si tratta di una condizione che pu riguardare tutti, anche per un periodo limitato: si pensi a una frattura o alle limitazioni motorie delle persone anziane". Si pu inviare la segnalazione allemail sportellobar@gmail.com.

Cesena
San Lorenzino: pi comfort per i degenti
Sono ai blocchi di partenza per la casa di cura San Lorenzino i lavori di ristrutturazione degli ultimi due piani dellala su viale Angeloni. Lintervento prevede, oltre alla realizzazione di un poliambulatorio al terzo piano (occupato attualmente dalla terrazza), il rinnovo completo dei locali di degenza del secondo piano ad opera della collaborazione degli architetti Preger (architettura), Bernabini (struttura) e Batani (internistica). Uniniziativa coraggiosa rispetto ai tagli dei nanziamenti per la sanit privata, che in Emilia Romagna ha fronteggiato "una riduzione importante del 5% per i tetti di attivit - parola del dottor Raffaele Bisulli, direttore sanitario della casa di cura -. Abbiamo comunque scelto di investire in modo signicativo sulle nostre strutture e, dopo un lungo iter burocratico, gioved 23 maggio stata nalmente approvata la delibera ai lavori". La nuova struttura del secondo piano prevede un lieve ampliamento della metratura e una riduzione del numero complessivo di stanze (da 18 a 16), a cui corrisponder un aumento di dimensioni e comfort delle stesse, accanto allacquisto di nuovi letti particolari per lungodegenti e obesi e alla razionalizzazione dei servizi al piano, con linstallazione, fra le altre novit, di una nuova doccia per disabili. Le pareti di entrambi i piani saranno realizzate in lega di zinco e titanio, in modo da garantire rispetto delle norme antisismiche e miglioramento delle prestazioni energetiche. "Accanto agli investimenti in mattone ha precisato il dottor Bisulli - ne faremo altri per dare unulteriore spinta alle nostre eccellenze operative, in particolare alla chirurgia dellobesit che rappresenta il nostro settore migliore". I lavori proseguiranno no a ottobre per poi riprendere lestate successiva, per una spesa complessiva di circa 3 milioni e mezzo di euro. Dal 2014 inizieranno, i lavori di ristrutturazione e riorganizzazione dei due piani inferiori. Francesco Zamagni

Diversamente abili Contro le barriere abbattere lapatia


Il progetto "A ruota libera" mira a sensibilizzare tutta la cittadinanza sul problema degli ostacoli alla vita dei disabili, anziani, mamme con passeggino, ipovedenti

Francesca Siroli
n muro alto 3 centimetri: questa laltezza sufficiente per creare una barriera architettonica, per costruire un recinto in cui segregare la disabilit, per creare una barriera relazionale, un distacco sociale", scrive John, 30enne cesenate affetto da sclerosi multipla, sul blog giovanioltrelasm.it. Ma chi non lha mai vissuto, sa cosa vuol dire davvero affrontare un luogo pubblico su una carrozzina tra pavimentazione sconnessa e negozi inaccessibili? E dedicata a chi vuole guardare il mondo da unaltra prospettiva liniziativa In piazza su due ruote, in programma sabato 1 giugno in piazza Giovanni Paolo II (di fronte al Duomo) promossa da A ruota libera in collaborazione con gli studenti del liceo Monti e il gruppo Young dellAism-Associazione italiana sclerosi multipla. "E il risultato dellultima fase del progetto A scuola su due ruote, che ha coinvolto tre classi del liceo, volto a stimolare una riflessione critica sul tema delle barriere architettoniche e relazionali, incrementando la partecipazione degli studenti coinvolti. I ragazzi, che hanno pensato e proposto tutte le attivit della giornata, diventano infatti promotori attivi di sensibilizzazione", spiega Chiara De Vecchi, 26enne coordinatrice di A ruota libera insieme a Valentina Del Grande. Si parte alle 10 con A caccia di barriere, giro in carrozzina per le strade del centro citt, si riprende alle 15 con un momento

"U

di confronto e dialogo sul tema dellaccessibilit del territorio. Seguiranno poi percorsi a scelta in cui sperimentare le carrozzine, simulare lipovisione e i sintomi della sclerosi multipla, e si chiude con aperitivo e musica. Conoscere il problema un conto, ma viverlo tutta unaltra faccenda. Da questa convinzione partita lavventura di A ruota libera, progetto di sensibilizzazione alle barriere architettoniche messo in piedi due anni fa da un gruppo di studenti della Facolt di Psicologia di Cesena. Il progetto rientra nella rete Abilit diverse di cui fanno parte Aism, Acea, Anffas, Adda, Aveac e Cvs. "Durante una lezione nellambito di un laboratorio condotto dallallora direttore di Assiprov Pietro Berti, siamo usciti dalle aule universitarie e provato, in prima persona, a muoverci su una carrozzina racconta Chiara De Vecchi -. In quelloccasione siamo diventati consapevoli delle difficolt che una persona con disabilit incontra nella vita di tutti i giorni". Una consapevolezza che i giovani studenti hanno deciso di condividere. "Cos nata lidea di creare uniniziativa, svoltasi il 14 maggio del 2011 a Cesena sempre in piazza Giovanni Paolo II, durante la quale proporre alle persone di fare un giro in carrozzina per le vie del centro con lobiettivo di far provare, anche solo per qualche minuto, le barriere architettoniche con cui devono scontrarsi i disabili nella quotidianit, il tutto per in unatmosfera giocosa - ricorda -. E stato un successo oltre le aspettative, cui hanno partecipato tanti giovani, molti dei quali non si erano mai posti il problema". A questa, sono seguite altre iniziative nel segno della partecipazione attiva dei cittadini, invitati a proporre critiche costruttive e a impegnarsi affinch la propria citt diventi accessibile, e cos pi vivibile per tutti. "Vogliamo esorcizzare la paura della disabilit: si pensa che i disabili siano lontani da noi, che non abbiano un potenziale. Sperimentare questa realt unoccasione per conoscerli ed aprirsi: questa la forza di A ruota libera", conclude Chiara De Vecchi, che si sta attivando anche per coinvolgere gli studenti della Facolt di Architettura di Cesena, al fine di sensibilizzare i futuri professionisti a progettare edifici e ambienti urbani per tutti, senza barriere.

"Monsignor Novarese ci pensava gi 60 anni fa"


Liviana Siroli, in carrozzina da decenni, da anni si batte per una citt comoda per tutti. Il fondatore del Cvs stato il primo a pensare ambienti senza barriere architettoniche
"Non si deve pensare che le barriere architettoniche siano solo un problema dei disabili: dove ci muoviamo bene noi, si muovono bene tutti". Liviana Siroli, da decenni sulla sedia a rotelle a causa di una malattia, stata una delle prime nel Cesenate a battersi per rendere pi fruibili le citt. "Il beato Luigi Novarese - continua Liviana Siroli - fondatore del Centro volontari della sofferenza (Cvs), nel 1950 pens alla casa

Foto Pagliarani

per esercizi spirituali a Re. E si raccomand che fosse senza barriere, con ascensori ampi e agevoli. Si pensi che la prima legge nazionale che cerca di prevenire le barriere architettoniche del 1971". Negli ultimi anni si fatto tanto, ma non basta. In genere la situazione peggiore nei centri cittadini piuttosto che in periferia e nei paesi. "Anche le nostre parrocchie - sottolinea la Siroli - possono fare di pi. Le chiese, lentamente, vengono adeguate tramite la realizzazione di rampe. Dispiace che, nel 2013, si vedano anche dei manufatti improvvisati, spesso in legno malconcio. Crediamo che le strutture atte a migliorare lo spostamento dei disabili e degli anziani debbano essere fatte con cura e in maniera stabile. Il bello non guasta neppure in questo campo". Le barriere non sono un ostacolo solo ai disabili, ma anche agli anziani, alle mamme con le carrozzine, alle persone che ci vedono poco, i cosiddetti ipovedenti. "Se ci fate caso - continua - la pista

tracciata in piazza del Popolo a Cesena dove lacciottolato stato sostituito da lastre lisce, percorsa da tutti. Donne col tacco alto, mamme con i passeggini, anziani a piedi o in bicicletta. E questo lo chiamiamo un servizio per i disabili? E una comodit per tutti". Il Gruppo abilit diverse, di cui Liviana fa parte, ha unattenzione anche per gli ospedali e le case di cura. "Un paziente si trova spesso in stato di disabilit, seppur temporanea. E lospedale deve essere un luogo privo di barriere, specialmente se si considera che tanti ricoverati sono anziani. Ben vengano quindi tutti i lavori di ammodernamento delle strutture" (confronta articolo qui sopra a sinistra, ndr). "Continuiamo la nostra attivit a favore di una citt a misura di tutti - conclude Liviana Siroli - e aspettiamo la collaborazione di cittadini, di enti ed istituzioni. Negli anni, la Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena ha finanziato molti progetti per abbattere le barriere". Cristiano Riciputi

Gioved 30 maggio 2013

Vita della Diocesi

NOTIZIARIO DIOCESANO

Celebrazione del Corpus Domini


Gioved 30 maggio alle 20,30 in Cattedrale
Il vescovo Regattieri presieder la celebrazione del Corpus Domini, alla quale sono particolarmente invitati tutti i sacerdoti della diocesi, che si terr gioved 30 maggio alle 20,30 in Cattedrale a Cesena. Seguir la processione con questo percorso: corso Sozzi, viale G. Finali, via Chiaramonti, via Carbonari, piazza Fabbri (gli abitanti delle case prospicienti il percorso sono invitati a ornare gli ingressi e a pavesarne le finestre). A seguire, preghiera e benedizione eucaristica davanti alla chiesa di Boccaquattro e reposizione del Santissimo Sacramento nella chiesa del Suffragio. Al Suffragio: dalle 23 di sabato 1 alle 8 di domenica 2 giugno, adorazione eucaristica notturna, organizzata dalle aggregazioni laicali. Domenica 2 giugno alle 17, ora di adorazione eucaristica, in comunione con tutta la Chiesa in occasione dellAnno della Fede.

IL GIORNO DEL SIGNORE


Tu sei sacerdote per sempre, Cristo Signore
Domenica 2 giugno - Anno C Santissimi Corpo e Sangue di Cristo Gen 14,18-20; Salmo 109; 1Cor 11,23-26; Lc 9,11b-17
campagne dei dintorni, per alloggiare e trovare cibo: qui siamo in una zona deserta. Ges risponderebbe anche a noi: Voi stessi date loro da mangiare. Bastano cinque pani e due pesci. Intanto abbiamo una preghiera da innalzare. Signore Ges, la tua presenza nellEucaristia la pi grande Ma anche la pi nascosta; perfino pi nascosta di quella sulla croce, perch l si nascondeva solo la tua divinit, ma qui si nasconde anche la tua umanit. Invece pi manifesta, anzi a volte perfino trasparente, la tua presenza nei miracoli, nei santi, nellunit e nellamore reciproco tra i credenti. Suscita dunque in ogni comunit famiglie cristiane esemplari, come fuochi accesi che illuminano e riscaldano. Fa che la Chiesa sia pi famiglia E la famiglia pi Chiesa. Allora sar pi facile credere in te, perch gli uomini di oggi, pi che sentire parlare di te, vogliono in qualche modo vederti. Amen Angelo Sceppacerca

La Parola di ogni giorno


luned 3 giugno sani Carlo Lwanga e compagni Tb 1,3; 2,1b-8; Sal 111; Mc 12,1-12 marted 4 san Quirino Tb 2,9-14; Sal 111; Mc 12,13-17 mercoled 5 san Bonifacio Tb 3,1-11a.16-17a; Sal 24; Mc 12,18-27 gioved 6 san Norberto Tb 6,10-11; 7,1.9-17; 8,4-9; Sal 127; Mc 12,28b-34 venerd 7 Sacro Cuore di Ges Ez 34,11-16; Sal 22; Rm 5,5b-11; Lc 15,3-7 sabato 8 Cuore immacolato di Maria Is 61,9-11; 1Sam 2,1.4-8; Lc 2,41-50

Pellegrinaggio alla Madonna del Monte


Venerd 31 maggio a chiusura del mese mariano
Per il tradizionale pellegrinaggio alla Basilica della Madonna del Monte, il raduno sar alle 20,45 di venerd 31 maggio, in via Pascoli a Cesena. Partenza alle 21 e rosario meditato durante il tragitto. In Basilica, la parola e la benedizione del vescovo. La consueta colletta che verr fatta al termine sar devoluta alla Caritas diocesana. Il pellegrinaggio si far anche in caso di pioggia.

Corso estivo in preparazione al matrimonio


LUfficio di Pastorale familiare organizza un corso estivo per fidanzati, in preparazione al matrimonio. Il corso si terr presso il seminario di Cesena, con inizio alle 21, nei giorni 4, 11, 18 e 25 giugno; 2, 9 e 16 luglio. Per informazioni: Anna e Terzo Foschi, 338 5697521, www.noifamiglia.it

orpus Domini, il corpo di Ges, lEucaristia. Dopo la Pasqua, il fuoco dello Spirito e il Mistero di Dio Trinit. LEucaristia la vedi, la mangi, ma non un mistero minore, anzi. Se uscissimo dalla vertigine del mistero che lEucaristia, entreremmo in quella della banalit e dellabitudine. Come si pu essere innamorati banali? LEucaristia, la Messa, il segno della presenza di Cristo che ci raduna ogni settimana e si dona nel segno del pane e del vino. In questo deserto che la vita, la folla ancora chiede pane, felicit, senso della vita. E Ges si consegna, ogni domenica, alle nostre comunit. Pieghiamo il cuore davanti a quel pane che tutto quanto ci occorre: l, memoriale della morte in croce di Cristo, c tutto Dio che si consegna per amore. Madre Teresa disse un giorno: Le nostre citt muoiono di fame, le vostre citt muoiono di fame damore. Quel pane ci necessario. E dura una settimana. Potremmo dire al Signore, come gli apostoli: Congeda la folla perch vada nei villaggi e nelle

A MESSA DOVE
Roversano 8.45 San Giuseppe (corso U. Comandini) 9.00 Santo Stefano, San Bartolo, San Paolo, San Domenico, Diegaro, Pievesestina, Ponte Pietra, chiesa Benedettine, Santa Maria Nuova, Bulgaria, San Vittore, San Carlo, Ruffio, San Tomaso, Diolaguardia, Valleripa 9.15 San Martino in Fiume 9.30 Santuario dellAddolorata, Madonna delle Rose, Osservanza, SantEgidio, Villachiaviche, San Mauro in Valle, Bagnile, Casale, Montereale 9.45 Rio Marano, Bulgarn 10.00 Cattedrale, San Pietro, Case Finali, San Rocco, Cappella del cimitero, Santa Maria della Speranza, Torre del Moro, San Pio X, Cappuccini, Istituto Lugaresi, SantAndrea in Bagnolo, Carpineta 10.30 Santuario del Suffragio, Casalbono 10.45 Ronta, Capannaguzzo 11.00 Basilica del Monte, Santo Stefano, San Paolo, San Bartolo, SantEgidio, San Giovanni Bono, Villachiaviche, Addolorata, San Domenico, Calabrina, Calisese, Gattolino, Madonna del Fuoco, San Giorgio, Martorano, San Demetrio, Bulgaria, San Mauro in Valle, Pievesestina, Pioppa, Ponte Pietra, Santa Maria Nuova, San Martino in Fiume, Borello, San Carlo, San Vittore, Tipano, Macerone 11.10 Torre del Moro 11.15 Diegaro, Madonna delle Rose, Sorrivoli 11.30 Cattedrale, San Pietro, Osservanza, San Pio X, Istit. Lugaresi, San Rocco 17.00 Cappella del Cimitero 17.30 Cappella osp. Bufalini 18.00 Cattedrale, San Rocco, San Domenico, San Pietro 18.30 Cappuccini 19.00 Osservanza 20.00 San Bartolo, Villachiaviche 10,30 Cappuccini, San Giuseppe; 11 Bagnarola, Sala, Villalta; 11.15 San Giacomo, Santa Maria Goretti, Boschetto, Gatteo Mare; 17,30 Cappuccini; 18 San Giacomo Longiano Sabato:18.00 Santuario SS. Crocifisso; 19 Crocetta 20,30 Budrio Festivi: ore 7,30 Santuario SS. Crocifisso; 8 Budrio; 8.45 LongianoParrocchia; 9,30 Budrio, Santuario SS. Crocifisso; 10 Badia, Balignano; 10 Montilgallo; 11 Budrio, Longiano-Parrocchia, San Lorenzo in Scanno; 11.15 Crocetta; 18 Santuario Santissimo Crocifisso Gatteo ore 18,30 (sabato); 9 / 11.15 / 18 SantAngelo: 20 (sabato); 8, 45 Casa di riposo, 9,30 - 11. Istituto don Ghinelli: 18,30 (sabato), 7,30 Gambettola chiesa SantEgidio abate: 8,30 / 10 / 11,15 / 18 Consolata: 19 (sabato); 7,30 / 9,30 Montiano ore 20.30 (sabato); 9 / 11. Montenovo: ore 20 (sabato, chiesina del castello), 10,30. Mercato Saraceno 10.00; San Romano: prefestiva sabato, ore 18,30 (chiesa Mulino di Sotto); Taibo: 10; Pieve di San Damiano 11,30; Montejottone: 8.30; Montecastello: 11; Montepetra: 8.30; Linaro: 18 (sabato), 11; Piavola: 9,30 (chiesa parrocchiale); Ciola: 8.30 Sarsina Casa di Riposo: ore 16 (sabato). Concattedrale: 7,30 / 9 / 11 / 17; Tavolicci: 16 (sabato); Ranchio: 20,30 (sabato), 8 / 11; Sorbano: 9.30; Turrito: 17 (sabato), 10; San Martino: 9,30; Quarto: 10,30; Pieve di Rivoschio: 15,30; Romagnano: 11,15; Pagno: 16 (seconda domenica del mese, salvo variazioni); Corneto: 11; Pereto: 10 Civitella di Romagna Giaggiolo 16 (sabato), 9,30; Civorio 9,30 San Piero in Bagno chiesa parrocchiale ore 17 (sabato); 8,30 / 11 / 17. Chiesa San Francesco: 7 / 10 / 15,30 Bagno di Romagna ore 17 (sabato); 11.15 / 17; Selvapiana: 11,15; Acquapartita: 16 (sabato) Alfero ore 18 (sabato); 11.15 / 17.30; Riofreddo: 10 Verghereto ore 15 (sabato), 9,15 (domenica); Balze: 16 (sabato), 11,30; Montecoronaro: 17 (sab.), 10.30; Ville: 9,30; Trappola: 9,30; Capanne: 11

Messe feriali a Cesena


7.00 Cattedrale, San Rocco, Cappuccine, Cappella dellospedale; 7.30 Basilica del Monte; 7.45 Chiesa Benedettine; 8.00 Cattedrale, San Pietro, San Bartolo, San Paolo, Santuario dellAddolorata; 8.30 Madonna delle Rose, San Domenico, San Rocco, Santo Stefano, Case Finali, Cappella cimitero 9.00 Suffragio, Addolorata 9.30 Osservanza 10.00 Cattedrale 17.00 Cappella del cimitero Cappella dellospedale (no al sabato) 17.30 Istituto Lugaresi 18.00 Cattedrale, Madonna delle Rose, San Domenico, San Paolo, San Rocco, Osservanza 18.30 San Pietro, Santa Maria della Speranza, Cappuccini, San Bartolo, SantEgidio 20.00 San Giovanni Bono (Ponte Abbadesse), San Pio X 20.30 Villachiaviche, Gattolino

Sabato e vigilie
15.30 Macerone (Casa Lieto Soggiorno) 16.00 Formignano 17.00 Cappella del cimitero 17.30 Santuario del Suffragio, Istituto Lugaresi, San Vittore 18.00 Cattedrale, Cappuccini, San Domenico, Santuario dellAddolorata, Santo Stefano, San Mauro in Valle, Diegaro, Madonna delle Rose, San Paolo, Torre del Moro, Borello 18.30 San Pietro, SantEgidio, Santa Maria della Speranza, Case Finali, San Rocco, 19.00 Osservanza, San Giorgio 19.30 Bulgarn 20.00 Villachiaviche, Gattolino, Bulgaria, Tipano, Ruffio, Pioppa, Ponte Pietra 20.30 San Giovanni Bono, San Pio X, Calisese, Pievesestina

DIOCESI DI CESENA|SARSINA - SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1911

7.00 Cattedrale, San Rocco 7.30 Santuario dellAddolorata, Cappuccine, Cappella dellospedale Bufalini, Calabrina, Ponte Pietra, Villachiaviche 8.00 Basilica del Monte, San Pietro, Santa Maria della Speranza, San Mauro in Valle, San Giorgio, Gattolino, San Pio X, San Giovanni Bono, SantEgidio, Calisese, Torre del Moro, Macerone, Capannaguzzo, Ronta, Borello 8.30 Cattedrale, San Rocco, Case Finali, Martorano, Cappella del cimitero, Madonna del Fuoco, Tipano, San Cristoforo,

Messe festive

Comuni del comprensorio


Cesenatico Sabato: ore 16 Villamarina; 17,30 Cappuccini; 18 San Giacomo; 16 San Giuseppe; 20,30 Santa Maria Goretti, Sala, Villalta; Festivi: 8 Santa Maria Goretti, San Giacomo, Gatteo Mare; 8,30 Bagnarola, Sala, Boschetto; 9 Cappuccini; 9,45 Cannucceto, San Pietro; 10 San Giacomo, Villamarina;

Direttore editoriale Piero Altieri Direttore responsabile Francesco Zanotti Vicedirettore Ernesto Diaco
Membro della Federazione Italiana Settimanali Cattolici Associato allUnione Stampa Periodica Italiana

Testata che fruisce di contributi di cui allart. 3 comma 3 della legge n. 250 del 7/8/1990 Giornale locale ROC (Registro degli operatori di comunicazione)

Redazione via del Seminario, 85, 47521 Cesena (Fc) tel. 0547 300258, fax 0547 328812, www.corrierecesenate.it Segreteria e Amministrazione corso Sozzi, 39, Palazzo Ghini, Cesena, tel. e fax 0547 27234. Orario: feriali ore 9-11,30. Conto corrente postale n. 14191472 E-mail: redazione@corrierecesenate.it Abbonamenti annuo ordinario euro 45; sostenitore 70 euro; di amicizia 100 euro; estero (via aerea) 80 euro. Settimanale dinformazione Autorizz. Trib. Forl n. 409, 20/2/68 Iscrizione al Registro nazionale della stampa n. 4.234 Editore e Propriet Diocesi di Cesena-Sarsina Stampa Galeati Industrie Grafiche srl www.galeati.it via Selice, 187/189 - 40026 Imola

Tiratura del numero 21 del 23 maggio 2013: 8.250 copie Questo numero del giornale stato chiuso in tipografia alle 19 di marted 28 maggio 2013

Vita della Diocesi


Cesena Adorazione eucaristica al Santuario del Suffragio
a luned 3 giugno prende avvio ladorazione eucaristica alla chiesa del Suffragio, a Cesena. Grazie allarrivo dallIndia di due suore della Visitazione, sar possibile assicurare la presenza per ladorazione, secondo il seguente orario: dal luned al venerd, dopo la messa delle 9 no alle 12 e dalle 15 alle 16,30, cui seguir la recita dei Vespri. Nella giornata di sabato ladorazione si terr solo al mattino.

Gioved 30 maggio 2013

Caritas diocesana informa

Quaresima di Carit per la mensa dei poveri


l frutto della Quaresima di Carit nelle comunit parrocchiali della diocesi, consegnato al vescovo durante la Messa crismale del mercoled santo, ammonta a 36.012,33 euro. Assegnata alla Caritas diocesana, la somma sar impiegata in parte per la mensa dei poveri e, in misura preponderante, per ricostituire il Fondo di Solidariet per le famiglie in difficolt, in particolare nel pagamento di bollette luce-acqua-gas e affitto di casa.

Unitalsi Pellegrinaggi a Lourdes e ai santuari mariani


a sezione cesenate dellUnitalsi propone pellegrinaggi a Lourdes, in Francia (per ammalati e pellegrini): in agosto dal 20 al 26, e dal 23 al 29 settembre. Per queste due proposte, i pellegrini potranno scegliere come vettore il treno, laereo o il pullman, mentre per il pellegrinaggio di dicembre (dal 6 al 10) lunico vettore sar il pullman. Pellegrinaggi, inoltre: a Barcellona (Bambini in missione di pace), dal 6 al 12 luglio; a Laus (Francia), dal 5 al 7 luglio; a Loreto, dal 14 al 17 giugno (Treno della Grazia); a Nevers, dall8 all11 ottobre; a Fatima, dal 21 al 25 ottobre. In tutti i pellegrinaggi sono assicurati laccompagnamento e lassistenza medica e infermieristica. Per info: Umberto, tel. 0547 610399; Giovanna, 333 2995808.

Appuntamenti
Scuola di Teologia, festa conclusiva
Si terr sabato 8 giugno, presso il Seminario a Case Finali di Cesena, la festa conclusiva dellanno accademico 2012-2013 della Scuola diocesana di Teologia. Alle 19 assemblea per la consegna dei diplomi, degli attestati del Master e dei libretti di iscrizione. Seguir la celebrazione dei vespri e alle 20 cena insieme.

Mercatino Caritas
Grande successo, ancora una volta, per il mercatino organizzato dai Volontari della Caritas diocesana nei giorni 3, 4, 5 maggio in via Uberti a Cesena, di fronte alla chiesa di San Zenone. Con il ricavato sono gi stati acquistati i prodotti preventivati, necessari al Centro di Ascolto e Accoglienza per garantire i suoi servizi a persone e famiglie in difficolt, in particolare quello del guardaroba. I volontari e la Caritas diocesana ringraziano vivamente coloro che con generosa partecipazione hanno contribuito al successo delliniziativa. E rinnovano linvito alla solidariet e alla condivisione con i fratelli in difficolt, sia con offerte in natura o in denaro, sia impegnandosi come volontari.

Giornata sacerdotale al Santuario di Martorano


Tutti i presbiteri, i religiosi e i diaconi permanenti sono invitati, gioved 6 giugno presso il Santuario del Sacro Cuore di Ges a Martorano di Cesena, alla Giornata sacerdotale. Alle 9,30 celebrazione dellOra media, cui seguir la meditazione del vescovo Douglas. Dopo lAdorazione eucaristica, monsignor Walter Amaducci illustrer il calendario pastorale del prossimo anno. Saranno poi ricordati i confratelli che in questo anno celebrano il giubileo e altri anniversari signicativi dellordinazione sacerdotale; a loro sar consegnata una pergamena con la benedizione di papa Francesco. Questanno saranno festeggiati: 70esimo ordinazione sacerdotale: Freo don Alberto. 60esimo ordinazione sacerdotale: Amadori don Gino, Brigliadori don Giuseppe, Giacomoni don Giuseppe, Mongiusti don Corrado, Orlandi monsignor Sergio. Insieme a questi sacerdoti diocesani, festeggia i 60 anni di ordinazione sacerdotale monsignor Giacomo Babini, vescovo emerito di Grosseto e originario di Alfero. 50esimo sacerdozio: don Egidio Zoffoli. La mattinata si concluder con il pranzo insieme, alle 12,30.

ANNUARIO 2013. La pubblicazione fresca di stampa

Diocesi di Cesena-Sarsina tutte le info in un libretto


arrivato il nuovo annuario della Diocesi. il libretto che contiene tutti gli aggiornamenti dei parroci, i numeri di telefono, i riferimenti degli Uffici diocesani, i diaconi, gli istituti religiosi. La Diocesi ha una superficie di 1530 chilometri quadrati, 96 parrocchie, una popolazione di 167.858 persone di cui 158.565 cattolici. I religiosi sono 39, le religiose 69. La Diocesi compresa nel territorio di 14 Comuni, vale a dire Bagno di Romagna, Bertinoro, Cesena, Cesenatico, Civitella di Romagna, Roncofreddo, Verghereto, Montiano, Mercato Saraceno, Sarsina, Sogliano al Rubicone, Gambettola, Gatteo, Longiano. Le maggiori curiosit derivano dalle statistiche riguardanti i sacerdoti e, come da qualche anno a questa parte, non sono confortanti. I preti calano di numero e, proporzionalmente, aumenta la loro et media. In tutto i sacerdoti sono 111. Nel 2005 erano 142. Il decano don Alberto Freo che il 23 novembre compie 95 anni. Il pi giovane don Daniele Bosi di 28 anni. I preti nati dopo il 1963, quindi con 50 anni o meno, sono 23 su 111. I preti con

In tutto i sacerdoti sono 111. Nel 2005 erano 142. Il decano don Alberto Freo che il 23 novembre compie 95 anni. Il pi giovane don Daniele Bosi di 28 anni. I preti nati dopo il 1963, quindi con 50 anni o meno, sono 23 su 111. I preti con pi di 70 anni sono 67
pi di 70 anni sono 67. Nel 2012 sono morti 7 sacerdoti, cos come nel 2011. I diaconi sono 32, mentre 8 anni fa erano 23. Oltre al vescovo Douglas Regattieri, risiede in Diocesi lemerito Lino Garavaglia. Due sono i vescovi originari della Diocesi: monsignor Giorgio Biguzzi (emerito di Makeni in Sierra Leone) e monsignor Giacomo Babini (emerito di Gorsseto). Le parrocchie, come gi riportato, sono 96. Quelle con oltre 6000 abitanti sono due (Gambettola e San Giacomo a Cesenatico). Otto sono le parrocchie che contano da 4000 a 6000 abitanti. Il maggior numero di comunit (22) conta fra i 1000 e i 2000 residenti. Undici sono quelle che hanno meno di 200 abitanti. Molto articolata la descrizione delle zone pastorali. La pi popolosa quella Urbana che conta 39.446 abitanti. Seguono la zona del Mare (31.573); quella delle vie Cesenatico, Cervese e Ravennate (31.369); la VallesavioDismano (24.559); Rubicone-Rigossa (23.779); Chiude la Sarsinate-Alta Valle (17.132). Rispetto allanno scorso, le unit pastorali sono calate di una, passando da 21 a 20: in Alta Valle lunit di Bagno stata unita a quella di Alfero. I patroni della diocesi sono la Madonna del Popolo e San Vicinio. Cristiano Riciputi

sabato 8 giugno Sulle orme di madre Teresa Lega


a speranza L d importanza al futuro: come frecce in mano a un eroe, sono i gli della giovinezza (Salmo 126). Il tradizionale appuntamento del cammino Sulle orme di madre Teresa Lega, promosso dalle suore Francescane della Sacra Famiglia, si terr sabato 8 giugno, con partenza alle 16 dalla casa generalizia delle suore in via Mami, 411. Alle 17,30 ritrovo alla Casa del vento, a Brisighella (Ravenna). Alle 21 conclusione del pellegrinaggio a Modigliana con cena in fraternit. Per informazioni e per comunicare ladesione: suor Ornella, tel. 0546 941033; suor Chiara, tel. 0541 621138.

IMU

Gioved 30 maggio 2013

Vita della Chiesa

Domenica 26 maggio prima visita del pontefice in una parrocchia

Catholica
di Stefano Salvi

Il vescovo qui con voi


Papa Francesco, di prima mattina, nella parrocchia dei Santi Elisabetta e Zaccaria a Prima Porta (Roma). Lomelia a braccio e le mille sorprese con i bambini dai quali al termine della messa si fatto benedire
n raggio di sole si affacciato nellarea nord di Roma, dopo una notte di pioggia, quando poco dopo le 8,30 di domenica 26 maggio, a sorpresa, nellarea antistante alla parrocchia romana dei Santi Elisabetta e Zaccaria a Prima Porta atterrato lelicottero che ha portato unospite deccezione: papa Francesco. Certo, la sua visita era prevista. Anzi, quella di domenica stata la sua prima visita a una parrocchia romana. Quello che non era previsto era lorario dellarrivo, cos presto. Possiamo immaginare con quanta attesa, non solo i fedeli, ma lo stesso Francesco domenica mattina abbia assaporato lidea di questo incontro tra lui, vescovo di Roma, e i fedeli. Anche a Buenos Aires lallora cardinal Bergoglio amava molto andare nelle parrocchie, dove riusciva a creare un rapporto speciale con le persone. Cos stato anche in questa parrocchia romana, dove il Il giro in jeep piano Pontefice ha subito voluto avere un primo contatto con i fedeli, tra la folla per non che lo hanno accolto con un tralasciare nessuno lungo applauso e sventolando e ancora un saluto, verso il cielo foulard bianchi e prima di salire gialli, i colori pontifici. E al vento sventolavano pure le bandiere sullelicottero italiana, argentina e vaticana, che lo ha riportato mentre le campane suonavano a in Vaticano: festa. La messa stata celebrata allaperto, ma il Santo Padre ha Grazie per avuto tutto il tempo di salutare laccoglienza. Sono anche allinterno della chiesa contento di avere famiglie, ammalati, disabili, una parrocchia cos collaboratori parrocchiali. A ognuno ha dispensato un sorriso, vivace e con tanti una carezza, una stretta di mano, bambini. un bacio. Con la gioia sul volto si una benedizione. DURANTE LA MESSA, IL PAPA HA DIALOGATO CON I 16 BAMBINI A CUI HA AMMINISTRATO anche lasciato abbracciare da IL SACRAMENTO DELLEUCARISTIA (FOTO SIR) un paio di bambini, che si sono Pregate per me stretti a lui, cingendogli la vita. Poi la messa iniziata con il saluto del parroco, di origini bambini, il Papa ha dialogato, al momento benedizione: ciascun cristiano pu romene, Benoni Ambarus, che ha dellomelia, con i 16 piccoli a cui ha benedire, cio dire bene dellaltro. fatto riferimento alla periferia amministrato il sacramento dellEucaristia E poi ancora il bagno di folla con grandi e dove si trova la parrocchia, ma in e con gli altri 26 che di recente hanno fatto piccini che hanno gridato Ges, Ges, senso positivo. E il Papa ha la prima comunione. Facendo domande e come pi volte ha chiesto il Santo Padre convenuto: La realt si capisce incoraggiandoli a rispondere, il Pontefice quando ha sentito invocare il suo nome. Il meglio dalle periferie. ha parlato del mistero della Trinit, di cui giro in jeep piano tra la folla per non Scherzando poi sul fatto che in domenica si celebrata la solennit. E tralasciare nessuno e ancora un saluto, visita ci fosse il vescovo e non il parlando ai pi piccoli arrivato anche al prima di salire sullelicottero che lo ha Papa che in Vaticano, cuore dei grandi. riportato in Vaticano: Grazie per Francesco ha anche voluto Al termine della messa il parroco ha laccoglienza. Sono contento di avere una condividere con i fedeli il annunciato un regalo dei bambini della parrocchia cos vivace e con tanti bambini. 29esimo anniversario di prima comunione per il Papa: cantargli la una benedizione. Pregate per me. Questo ordinazione del suo segretario benedizione di frate Francesco per papa Francesco. Lo raccontano, pi di personale, monsignor Alfred invocare la benedizione di Dio su di lui. Il tante parole, i visi commossi di bambini, Xuareb, invitandoli ad applaudire Santo Padre si subito lasciato circondare adulti e anziani al termine della visita, in e a pregare per lui. Cos con dai bambini, chinando il capo, come la una giornata straordinaria condivisa con il spontaneit, come si fa in sera del 13 marzo, quando, appena eletto Papa in un clima familiare di festa. famiglia. Pontefice, chiese ai fedeli riuniti a piazza Attraverso di lui hanno sentito la carezza di Con la stessa spontaneit e San Pietro di invocare la benedizione di Dio sui loro visi. E la periferia diventata il semplicit, come fa un buon Dio su di lui. Poi il Papa, raggiante, ha centro. parroco nella messa dedicata ai spiegato ai bambini il senso della Gigliola Alfaro

GIORNATA DI PREGHIERA PER LA CHIESA IN CINA


Il 24 maggio stata celebrata la giornata speciale, voluta da papa Benedetto XVI e celebrata questanno da papa Francesco, dedicata alla Chiesa in Cina, in occasione della festa di Nostra Signora di Sheshan. In Cina stata vissuta come una grossa occasione per chiedere il dono dellunit e della comunione con i cattolici di tutto il mondo. Si sono svolti diversi pellegrinaggi e i fedeli hanno partecipato a Messe e adorazioni eucaristiche. AsiaNews del 27 maggio riporta la notizia che a Donglu, dove agli inizi del 1900 ci sono state apparizioni mariane, la polizia ha cercato di impedire il pellegrinaggio, ma almeno 200 persone hanno trasportato per le della citt leffigie della Madonna. A Shanghai il 15 maggio, dopo oltre cinquantanni, stata celebrata la messa nella Cattedrale ortodossa. Questo storico evento potuto accadere grazie alla presenza del Patriarca di Mosca. Su AsiaNews del 27 maggio c il drammatico appello della figlia del pastore evangelico Gong Shengliang, leader della South China Church, che sta morendo in carcere, nel quale detenuto dal 2001 e dove ha subto terribili torture.

VIOLAZIONI DELLA LIBERT DI CULTO IN UZBEKISTAN


Secondo AsiaNews del 25 maggio, in Uzbekistan Sharofat Allamova, una cristiana protestante di Urgench, trovata in possesso di Bibbie e materiale religioso, stata condannata a 18 mesi di lavori correttivi e a versare allo Stato parte dello stipendio per pagare una multa. Pesanti multe sono state assegnate a un gruppo di persone che sono state trovate a pregare allinterno di unabitazione privata. L88 per cento della popolazione uzbeka di fede musulmana; i cristiani sono solo l8 per cento.

IN BANGLADESH MUSULMANI E IND INSIEME PER LA COSTRUZIONE DI UNA CHIESA


In Bangladesh, dove i cattolici sono lo 0,4 per cento dellintera popolazione, a Mathabi nel distretto di Dazipu lunica chiesa, dedicata a santAgostino, e costruita nel 1925 non basta pi a contenere i 3.500 cattolici. Per questo motivo il parroco ha lanciato una sottoscrizione per raccogliere i circa 380mila dollari necessari per cosrtruire un nuovo edificio sacro; hanno dato il proprio contributo in denaro anche ind e musulmani.

IN INDIA PERSEGUITATE DUE FAMIGLIE CONVERTITE AL CRISTIANESIMO


Secondo lagenza Fides del 15 maggio nella regione indiana dellOrissa due famiglie convertitesi liberamente al cristianesimo dallinduismo sono fortemente perseguitate ed espulse dai loro villaggi.

Il nostro impegno per chi si impegna


Il leasing della

via Marinelli, 6 - 47521 CESENA (Fc) tel. +39 0547 29730 - fax +39 0547 21141 e-mail: comce@comce.it Web: www.comce.it

Progettazione e fornitura chiavi in mano Impianti:


FEDERIMPRESE EMILIA-ROMAGNA

e degli Istituti Azionisti: Cassa di Risparmio di Cesena Banca di Romagna Banca CRV Cassa di Risparmio di Vignola Cassa di Risparmio di Cento Cassa di Risparmio di Rimini Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana Emil Banca Socit Gnrale

PETROLCHIMICI AGROALIMENTARI ECOLOGIA DEPURAZIONE ACQUEDOTTI METANODOTTI in ITALIA... nel MONDO

Vita della Chiesa

Gioved 30 maggio 2013

LA BEATIFICAZIONE DI DON PINO PUGLISI AVVENUTA SABATO 25 MAGGIO, A PALERMO. IL SUO PI GRANDE INSEGNAMENTO RESTA LINVITO AFFINCH OGNUNO FACCIA LA PROPRIA PARTE, SENZA ASPETTARE GLI ALTRI (FOTO SIR)

Beatificazione a Palermo In centomila per don Puglisi


Il cardinale Romeo lo ha ricordato cos: A Brancaccio trov bambini e giovani esposti alla paternit falsa e meschina della mafia del quartiere, che rubava dignit e dava morte in cambio di protezione. Ad essa il sacerdote ucciso dalla mafia sottrasse consenso e manovalanza con la sua azione di evangelizzazione e promozione umana
Tra le autorit presenti il presidente del Senato Piero Grasso e il vicepremier Angelino Alfano. Le voci del Foro italico. In mezzo alla folla di fedeli, moltissimi i giovani che hanno voluto testimoniare la propria ammirazione verso questo sacerdote che mise i ragazzi al centro del proprio percorso pastorale. Tra loro un gruppo di scout messinesi: In questi mesi - spiegano - ci siamo confrontanti pi volte sulla figura di padre Puglisi, e oggi ci sembrato giusto essere qui per proseguire un percorso di legalit orgogliosamente intrapreso da siciliani. A un passo da loro gli scout di Penne (Pescara), che definiscono don Puglisi un esempio da seguire, un uomo che ha portato avanti la sua missione senza paura, pur consapevole dei rischi che correva. Massimo Schiera, tra i responsabili del servizio diocesano di Pastorale giovanile di Palermo, sottolinea: Quasi nessuno di noi, per motivi anagrafici, ha conosciuto don Pino, eppure abbiamo sentito molto parlare di lui. Il suo pi grande insegnamento resta linvito affinch ognuno faccia la propria parte, senza aspettare gli altri. La signora Angela Sechi, sposata e madre di cinque figli, ha invece un ricordo personale del martire palermitano, che risale a un incontro vocazionale di trentanni fa. Era un uomo mite - racconta - di una semplicit cos disarmante da far paura. La veglia della vigilia. Alla beatificazione del sabato mattina, la Chiesa di Palermo si preparata per settimane, con una serie di appuntamenti culminati nella serata del venerd con la veglia di preghiera organizzata a Brancaccio, sul terreno dove presto sorger una chiesa intitolata a padre Puglisi. Un incontro animato dalle riflessioni del cardinale Paolo Romeo. Don Puglisi - ha detto - si nutriva della parola di Dio e la testimoniava ogni giorno nei suoi gesti. Il Vangelo stato alla base di tutta la sua opera, e del cammino di giustizia e legalit che ha saputo indicare a chi lo ha seguito. Don Pino ha formato le coscienze, predicato il perdono, testimoniato che non si pu e non si deve scendere a compromessi con chi pratica il male: questa la sua pi grande eredit. Graziella Nicolosi

na folla composta e festosa ha assistito nella mattina di sabato 25 maggio alla cerimonia di beatificazione di padre Pino Puglisi, il sacerdote ucciso dalla mafia nel 1993. Quasi 100mila fedeli hanno accompagnato al Foro italico di Palermo il rito condotto dal cardinale Salvatore De Giorgi, delegato di papa Francesco, che ha dato lettura della lettera apostolica con cui don Puglisi stato iscritto nel novero dei beati. Un boato di gioia ha accompagnato lo svelamento della foto del martire palermitano e lingresso del reliquiario. Un ritratto del beato. stato monsignor Vincenzo Bertolone, arcivescovo di Catanzaro-Squillace e postulatore della causa di beatificazione, a illustrare ai presenti la vita di don Pino. Larcivescovo di Palermo cardinale Paolo Romeo, che ha officiato la celebrazione eucaristica, ne ha tracciato un ritratto nella sua omelia, descrivendolo come un padre discreto e accogliente, che sapeva di umano e di sovrannaturale insieme. Un padre che si lasci interpellare dai bisogni del territorio e della gente affidata alle sue cure, soprattutto i piccoli e i poveri. Fu soprattutto a Brancaccio che il beato Puglisi trov bambini e giovani esposti alla paternit falsa e meschina della mafia del quartiere, che rubava dignit e dava morte in cambio di protezione. Ad essa don Pino sottrasse consenso e manovalanza con la sua azione di evangelizzazione e promozione umana. Le autorit presenti. Tra i vescovi intervenuti alla celebrazione, anche il segretario generale della Cei, monsignor Mariano Crociata. Il segretario di Stato cardinale Tarcisio Bertone ha inviato un messaggio alla Chiesa palermitana augurando che lesempio e lintercessione di don Puglisi continui a suscitare nella comunit ecclesiale e civile risposte generose e coerenti alla chiamata di Cristo. Anche il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha fatto pervenire ai partecipanti la sua personale vicinanza alla figura di un sacerdote il cui martirio costituisce una grande testimonianza di fede cristiana, di profonda generosit e di altissimo coraggio civile.

Vita normale di un prete straordinario


Padre Puglisi nacque nel 1937 da una famiglia modesta, ma ricca di valori. Nel 1960 venne ordinato sacerdote e dal 1970 al 1978 fu parroco a Godrano, un paesino a una quarantina di chilometri da Palermo, interessato da una feroce lotta tra due famiglie mafiose. Dal 1978 al 1990 rivest vari incarichi, tra cui quello di responsabile del Centro regionale vocazionale; insegn anche in diverse scuole come docente di matematica e di religione. Nel 1990 venne nominato parroco della chiesa di san Gaetano a Brancaccio, quartiere in mano alla mafia. Qui il suo apostolato si fece ancora pi forte: padre Puglisi, soprannominato 3P, non aveva paura di rivolgersi direttamente ai mafiosi, anche durante le celebrazioni religiose. Si impegn in tutti i modi per non far cadere i ragazzi nelle spire della criminalit, facendo capire loro che esisteva unalternativa. Nel 1993 inaugur il centro Padre Nostro, che divenne presto un punto di riferimento per le famiglie del quartiere. Il 15 settembre 1993, giorno del suo 56esimo compleanno, venne ucciso davanti al portone di casa in perfetto stile mafioso. Nel settembre 1999 il cardinale di Palermo, Salvatore De Giorgi, ha aperto ufficialmente la sua causa di beatificazione, proclamandolo Servo di Dio. Nel 2012 Benedetto XVI ha autorizzato la Congregazione per le Cause dei Santi a promulgare il decreto relativo al suo martirio (perch ucciso in odio alla fede) e a proclamarlo beato. Nellaprile scorso, dopo la ricognizione canonica, le sue spoglie mortali sono state trasferite dal cimitero monumentale di santOrsola alla cattedrale di Palermo, dove saranno esposte alla venerazione dei fedeli.

10

Gioved 30 maggio 2013

Attualit

VENERD 31 MAGGIO ALLA FIERA DI RIMINI.Approfondimenti sulla casa famiglia da diversi punti di vista, ma anche confronto con altre esperienze e visioni di famiglia e di societ caratterizzano il convegno promosso dallassociazione fondata dal sacerdote riminese don Oreste Benzi

PapaGiovanniXXIII,modellounico
uarantanni. Let della maturit, della consapevolezza. Cos per le case famiglia. Sono passati proprio quarantanni da quando le intuizioni di don Oreste Benzi su come rispondere ai poveri che bussavano alla porta, hanno trovato espressione nella prima casa famiglia avviata a Coriano di Rimini nel luglio del 1973. Possiamo dire che la fase di sperimentazione finita. Non siamo pi adolescenti dellaccoglienza, siamo ormai maturi e vogliamo far conoscere un modello che ha ormai ampiamente dimostrato la propria validit. Si esprime cos Valter Martini, responsabile del Servizio Minori della Comunit Papa Giovanni XXIII, tra gli organizzatori del convegno dal titolo Una famiglia per tutti, che lassociazione ha indetto a Rimini (zona Fiera) per il venerd 31 maggio. Non abbiamo la presunzione di dire che un modello migliore degli altri, ma affermare che si tratta di un modello unico, per il quale chiediamo il pieno riconoscimento, anche da parte delle istituzioni. Un modello che ha i suoi pilastri soprattutto in due caratteristiche: la genitorialit e la multiutenza complementare. Genitorialit vuol dire che le strutture della comunit non funzionano con operatori, ma ci sono un pap e una mamma che - a titolo del tutto gratuito e in modo permanente - accolgono minori e adulti soli e disagiati, nella convinzione che solo una relazione di amore familiare pu curare traumi e ferite e ricostruire le personalit lacerate. Un operatore, per quanto bravo e coscienzioso, per la natura stessa del rapporto (lavorativo) che instaura con laccolto nella struttura non potr mai fare questo. Altra caratteristica la multiutenza complementare: la casa famiglia una realt composita; le persone non sono accolte per categorie di utenza, ma a seconda del bisogno e possono essere diverse per et, sesso, condizioni fisiche, vissuti proprio come in una vera famiglia. Ci che pu dare un nonno, una nonna accolta, non o pu darlo nessunaltro al di fuori di loro. Ci che pu dare una sorella ai fratelli e un fratello alle sorelle nessun altro lo pu dare al di fuori di loro.

Comunit dellArca e le Case della Carit. Storie diverse, ma accomunate dalla volont di dare una risposta di amore e di accoglienza a chi solo e in difficolt. Alla ripresa dei lavori, dopo la pausa pranzo, un nuovo video torner a raccontare la casa famiglia attraverso una storia particolare, mentre sul palco entrer in scena una clip teatrale che sar una vera sorpresa e coinvolger anche alcuni ragazzi delle case famiglia. Perch la casa famiglia fatta di vita e non solo di concetti. La casa famiglia come risposta valida e possibile, ma anche come pungolo e provocazione, affinch tutta la comunit sociale ed ecclesiale diventi accogliente, attenta agli ultimi, agli emarginati. Dobbiamo dare ai poveri le risposte di cui hanno bisogno, non quelle che fanno comodo a noi, una nota affermazione di don Oreste Benzi. Su questo principio sono stati chiamati a confrontarsi - con la regia del giornalista Dino Boffo, direttore di TV2000 - esponenti di istituzioni e mondi culturali diversi: Vasco Errani, presidente della regione Emilia Romagna e rappresentante della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome; monsignor Vincenzo Paglia, presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia; Nichi Vendola, presidente della regione Puglia; Serenella Pesarin, rappresentante del Ministero della Giustizia e Direttore generale per lattuazione dei provvedimenti giudiziari; Ivanhoe Lo Bello, vicepresidente Confindustria per lEducation; Andrea Canevaro, pedagogista; Riccardo Prandini, sociologo; Mara Rossi, medico missionario, rappresentante della Comunit Papa Giovanni XXIII alle Nazioni Unite. Il compito di concludere i lavori e lanciare nuove prospettive di azione torna quindi a Ramonda. Il cuore delle case famiglia, ha sempre detto don Benzi, la cappellina in cui custodito Ges Eucaristia, perch, ha sempre ricordato a chi voleva avventurarsi nella scelta della condivisione, per stare in piedi bisogna stare in ginocchio. Per questo la giornata terminer con la celebrazione eucaristica, presieduta alle 18,30 da monsignor Luciano Monari, vescovo di Brescia. Nuovo sito internet. In occasione del 40esimo compleanno, alla casa famiglia stato dedicato un sito: www.casafamiglia.apg23.org Qui si possono trovare informazioni aggiornate sul convegno, ma anche news e iniziative per chi vuole conoscere le case famiglia fondate da don Oreste Benzi.

UNO SGUARDO SUL PROGRAMMA


Per parlare di tutto questo stato messo a punto un programma ricco di sollecitazioni. Si partir con un approccio multimediale: un video creato appositamente per loccasione racconter la nascita della casa famiglia, il suo sviluppo, le peculiarit che la rendono unesperienza unica. Il compito di evidenziare gli elementi costitutivi della casa famiglia stile apg23 affidato a Giovanni Paolo Ramonda, che oltre a essere responsabile generale della comunit, da trentanni pap di casa famiglia e, in quanto psicopedagogista, ne ha a lungo approfondito i fondamenti educativi. Ma quali sono oggi i bisogni profondi, relazionali, delle persone che chiedono di essere accolte, sia minori che adulti?

Ne parler Tonino Cantelmi, psichiatra, psicoterapeuta, presidente dellAssociazione italiana psicologici e psichiatri cattolici. Alleconomista Stefano Zamagni, invece, il compito di analizzare lesperienza delle case famiglia da un altro punto di vista: quello delle relazioni sociali ed economiche. La scelta della casa famiglia infatti connessa fin dalle origini a un particolare stile di vita sobrio, fraterno, basato sulla condivisione anche sul piano economico: pu nascere da questa esperienza qualche indicazione per uscire dalla crisi attuale e sviluppare un modello socialmente ed economicamente sostenibile? Conclude la mattinata un confronto con alcune esperienze che si sono sviluppate in maniera parallela a quella della Papa Giovanni: la Comunit di Nomadelfia, la

Attualit

Gioved 30 maggio 2013

11

Referendum Record negativo di votanti per il referendum sulle scuole dellinfanzia paritarie: al voto solo il 28,71 per cento dei 299mila aventi diritto Bologna

Rapporto europeo
Salute perinatale, analisi comparativa
stato reso noto nei giorni scorsi il secondo Rapporto sulla salute perinatale in Europa, che riporta lanalisi comparativa, per 29 Paesi europei, di trenta indicatori chiave raggruppati in 4 aree principali: salute feto-neonatale e del bambino; salute materna; caratteristiche delle popolazioni e distribuzione dei fattori di rischio; assistenza sanitaria. In Italia, Euro-Peristat (il progetto stato avviato nel 1999 dallUnione europea) stato coordinato dallU.O. di Epidemiologia dellOspedale pediatrico Bambino Ges di Roma, in collaborazione con il Ministero della Salute e lIstat. I risultati dellindagine, con dati aggiornati al 2010, mostrano che i tassi di mortalit fetale, neonatale e infantile si sono ridotti ovunque, con un decremento pi marcato nei Paesi che nel 2004 avevano i tassi pi alti (tra cui lItalia per la natimortalit, ridottasi dal 3.7 al 2.4 per 1.000). Per, si notata una riduzione anche in alcuni dei Paesi che avevano tassi gi bassi nel 2004 (ad esempio Slovenia, Finlandia e Austria), e questo dimostra che ulteriori miglioramenti sono ancora possibili. Alcuni fattori di rischio perinatale si sono ridotti, mentre altri sono aumentati. La frequenza di parto pretermine rimasta pressoch costante, mentre nella maggior parte dei Paesi sono aumentate le gravidanze plurime. Anche let media delle donne al parto aumentata: il fenomeno stato particolarmente evidente in Italia, dove la percentuale di madri con et maggiore o uguale a 35 anni passata dal 23.9 allattuale 34,7 per cento, la pi elevata in Europa. La frequenza del parto cesareo aumentata quasi ovunque, con leccezione di Finlandia e Svezia dove i tassi si sono invece ridotti. LItalia, che nel 2004 si collocava al primo posto con un 37.8 per cento, ha mantenuto,sostanzialmente un valore stabile. Il nostro Paese occupa una posizione buona e in linea con quelle degli altri Paesi dellEuropa occidentale per la maggior parte degli indicatori di salute analizzati. Rispetto al 2004, ci sono stati miglioramenti non solo per quanto riguarda natimortalit, ma anche mortalit neonatale e infantile (rispettivamente 2.8 e 4 per 1.000 nati vivi nel 2004). Persistono per lItalia problemi relativi alla disponibilit dei dati correnti necessari per il calcolo degli indicatori gi presenti nel 2004: in particolare, dal 1998 lItalia non pi in grado di produrre dati di mortalit neonatale e infantile per classe di peso alla nascita e di et gestazionale, indicatori essenziali di salute perinatale e di qualit delle cure.

N vincitori n vinti La libert di scelta


n referendum che non ha scaldato gli animi dei bolognesi, a dispetto delle dispute ideologiche e delle spaccature partitiche. Cos si presenta, allindomani del voto, la consultazione sul finanziamento concesso dal Comune di Bologna alle scuole dellinfanzia a gestione privata, inserite nel sistema pubblico integrato.

FOTO ARCHIVIO SIR

Rossano Rossi, presidente provinciale della Fism: Il voto ha radicalizzato certe posizioni che alla gente non interessano
La posta in gioco era, circa, di un milione di euro che il Comune spende ogni anno per le paritarie in convenzione, a fronte dei 127 milioni investiti nelle materne comunali e statali. Ma nel frattempo oltre 400mila euro sono andati in fumo per la consultazione, che ha toccato un record negativo nei votanti: solo 85.934, pari al 28,71 per cento dei 299mila aventi diritto, con una percentuale dastensionismo mai raggiunta in precedenza nella storia della citt, neppure nei referendum consultivi. Dalle urne emersa una prevalenza di A (ovvero per togliere il finanziamento alle paritarie in convenzione) con 15 mila voti di scarto: 50.517 cittadini hanno scelto A, 35.160 B. Problemi e difficolt. Eppure al voto aveva invitato tanto il comitato promotore (Articolo 33) quanto coloro che si erano battuti affinch dalle urne uscisse un responso favorevole al mantenimento della situazione attuale. Insomma, nessuno aveva chiesto di andare al mare. Certo, laver scelto seggi diversi dal solito (non nelle scuole) pu aver contribuito allastensionismo, complice la confusione da parte dello stesso ufficio elettorale nellindividuare alcune sezioni elettorali: a titolo esemplificativo, il centro sociale Lunetta Gamberini (che ospitava quattro seggi) era allinterno dellomonimo parco, ma non cerano indicazioni su come arrivarci. Ancora, i promotori hanno lamentato come molti cittadini non abbiano ricevuto la lettera con lindicazione del proprio seggio, mentre in via della Battaglia e vicolo Bolognetti le persone disabili hanno avuto seri impedimenti perch gli ascensori non funzionavano. Tuttavia, lunico dato che certamente emerge che la presunta battaglia per la libert dei promotori non era condivisa dalla popolazione. Il fatto che circa 210mila bolognesi non abbiano votato ci consegna un risultato che non pu essere considerato pesante, commenta al Sir Rossano Rossi, presidente provinciale della Fism, la federazione che riunisce la gran parte delle scuole materne paritarie. Il referendum - osserva - ha radicalizzato certe posizioni che alla gente non interessano e quindi, alla fine, solo il 16 per cento della popolazione adulta ha scelto per la A, ovvero per togliere il finanziamento alle paritarie in convenzione. Una partita complessa. C semmai unaltra battaglia

per la libert da combattere, rimarca leconomista Stefano Zamagni, promotore di un manifesto per la B (ovvero per lasciare il contributo alle paritarie), ed quella per la libert di scelta. Non ha vinto n lopzione A, n la B, dichiara: da una parte non stata raggiunta la soglia critica dei 100mila votanti e se si fosse trattato di un referendum abrogativo su scala nazionale ora non avrebbe alcun effetto; dallaltra pure lattuale convenzione, secondo la quale il finanziamento va alle scuole paritarie e non alle famiglie, non riuscita a scaldare i cuori e le menti. Insomma, rilancia Zamagni, se si vuole la sussidiariet bisogna volerla fino in fondo, dando i finanziamenti ai soggetti di domanda, ossia alle famiglie. E ora? Tralasciando la spaccatura allinterno del partito di governo a Bologna, il Pd, consumatasi ben prima dellapertura dei seggi, la domanda in che misura le istituzioni terranno conto del flebile responso delle urne. La Fism invoca il buon senso per non lasciarsi manovrare da un 16 per cento, tenendo inoltre conto che stata cavalcata la rabbia della scuola pubblica, che vede i fondi tagliati, ma che non centra nulla con il sistema integrato. Zamagni invece si aspetta che il Comune istituisca un gruppo paritetico per la revisione della convenzione, ma in una direzione differente da quella chiesta dai referendari. La partita complessa. Di sicuro c che non vanno mai persi di vista coloro sui quali viene giocata: i bambini, e le loro famiglie. Francesco Rossi

il Periscopio

di Zeta
sbattere la testa in ogni direzione. Lascolto, che si realizza anche con lo sguardo, un atteggiamento interiore che non viene dal nulla, ma nasce da una consapevolezza che viene da un Oltre. Quando qualcuno chiama, a un altro chiesto di rispondere, nella libert individuale di ciascuno. E la libert dei figli di Dio, a cui lasciata la responsabilit di aderire a un disegno superiore. La bellezza dellesperienza cristiana nasce dallo stupore che si rinnova ogni mattina, proprio come domenica scorsa: esserci e ritrovarsi a vivere unaltra giornata, in questa esperienza terrena. Non mai scontato ed bello stupirsi di quel che accade. Come quando uno ammira la luna che si alza nel cielo stellato. il centuplo quaggi, la fortuna di viverlo e di riconoscerlo, ogni giorno, in ogni circostanza. la risposta alla propria vocazione, proprio come mi hanno insegnato i nuovi amici del Movimento Domenicano del Rosario che hanno dato un senso a una domenica vissuta con la corona in mano. (796)

Da Bologna una notizia che non fa rumore Oltre 150 persone a convegno sgranano ogni giorno il Rosario

Una domenica con la corona in mano

ual la vera notizia di oggi? Ho iniziato cos il mio breve intervento di testimonianza portato domenica scorsa a Bologna. A convegno si sono date appuntamento oltre 150 persone provenienti da ogni parte dItalia, chiamate dalla comune appartenenza al Movimento Domenicano del Rosario (www.sulrosario.org). La mia domanda ha spiazzato i presenti che si sono guardati tra loro un po incuriositi. Ho poi insistito con un altro quesito: qual stata la vera notizia di ieri sera? E quella di questa mattina presto? Sempre pi sbalorditi mi hanno guardato quanti affollavano la bella sala del Centro dei Domenicani, nella citt felsinea. Fuori il cielo terso, dopo giorni di freddo e di una stranissima primavera dal punto di vista meteo. Eppure, alle 10, tra le mura amiche di un luogo dentro al mondo, ma fuori dal mondo, si inizia con la recita dei cinque misteri della Luce. Le Ave Maria vanno via una dietro laltra, intervallate da una lettura biblica e da una breve riflessione proposta da padre Mauro Persici, lanima di tutta la giornata. La vera notizia l, davanti a me, davanti a loro stessi, a quelli che sono venuti fin qua per seguire i pensieri di padre Riccardo Barile, il provinciale, e ascoltare tre testimonianze, fra cui la mia. S, la novit

in quella gente che si ritrova per pregare, nonostante la giornata di sole che invita a uscire. una notizia che non fa rumore, ma che in realt una notizia-bomba, tanta la forza di questa gente che si mostra come comunit. Occorre avere occhi per vedere e cuore attento per scrutare la realt che ci circonda. Non basta guardare. Non sufficiente andare in giro,

12

Gioved 30 maggio 2013

Cesena

Villachiaviche | Saluto a don Marino

Ricorrenze | Auguri a nonna Velia

Domenica scorsa si tenuto il saluto a don Marino Budelacci, primo parroco e fondatore della parrocchia di Villachiaviche. Presenti il nuovo parroco don Daniele Bosi, monsignor Giorgio Biguzzi, don Marino e il vicario generale don Piergiulio Diaco. Il nuovo parroco ha fatto predisporre allesterno della chiesa, a fianco della prima pietra della chiesa, una tarda in marmo per ringraziare don Marino, parroco dal 1957 al 2012.

Lo scorso 8 maggio Velia Brighi, della parrocchia di Villachiaviche, ha compiuto 100 anni. I parenti lhanno festeggiata partecipando alla messa presso labitazione. Nata e vissuta sempre a Villachiaviche, dal dopoguerra fino alla pensione ha lavorato come operaia allArrigoni. Si sposata nel 1935 e ha due figli, Diana e Urbano.

Pivesestina, servono autisti

Concorso
Giovani campioni della matematica
Da Cesena alla Bocconi di Milano per partecipare ai Giochi matematici. Tre ragazzini della scuola media di Villarco (succursale della scuola di Viale della Resistenza), difficilmente dimenticheranno lesperienza vissuta nelle scorse settimane. Grazie alla loro propensione per le materie scientiche, in particolare per la matematica, hanno superato tutte le selezioni per andarsi a giocare, insieme ad altre migliaia di coetanei da tutta Italia, le nali a Milano. E poco importa se, nel capoluogo lombardo, le cose non sono andate come speravano: limportante stato essere arrivati no a l. Si tratta di Federico Soldati (2a H), Matteo Belletti (2a F) e Leonardo Pieri (3a H). Spiega Adele Magnani, mamma di Federico: "Per i ragazzi, e mi riferisco in particolare a mio glio, stata unesperienza indimenticabile. Prima hanno partecipato alle selezioni a scuola, poi alle regionali a Rimini. Passato anche questo scoglio, si sono ritrovati alla Bocconi a Milano in un ambiente molto suggestivo anche per noi genitori. I partecipanti erano oltre quattromila e i nostri ragazzi non sono entrati fra i primi 130, ma non importa: stata comunque unesperienza formativa irripetibile". Per la famiglia Soldati questa avventura non una novit: tre anni fa il fratello pi grande, Filippo, aveva compiuto lo stesso percorso arrivando no alle nali a Milano. Ora stata la volta di Federico. "Ringraziamo tutti gli insegnanti - conclude la mamma - perch grazie al loro impegno fanno appassionare allo studio i nostri gli". Cr

"Chi ha tempo libero lo doni al volontariato"


i sono tanti pensionati ancora in gamba che non sanno come utilizzare al meglio il proprio tempo. E, ultimamente, anche molti cassaintegrati hanno, loro malgrado, tempo a disposizione. A entrambe le categorie diamo la possibilit di fare volontariato". E lappello lanciato dai coordinatori dellassociazione "Noi per te" di Pievesestina che invitano tutti coloro che si sentono di fare qualcosa per gli altri ad avvicinarsi al mondo del volontariato. Lassociazione fa capo alla Caritas parrocchiale di Pievesestina e ha in dotazione due pulmini per trasportare chi ha difficolt nei movimenti o non ha parenti che possano aiutarli. I mezzi sono attrezzati anche per il trasporto dei disabili. "Abbiamo due pulmini - spiega la volontaria Gabriella Guiducci - e ci vorrebbero pi volontari per dare il cambio a quelli che gi sono in servizio. Le persone che si servono di questa opportunit sono, in media, quindici al giorno. Si tratta per lo pi di anziani

"C

Lassociazione "Noi per te" si occupa del trasporto di anziani o disabili che non hanno mezzi per spostarsi
che vengono portati ai centri diurni della citt. Non mancano poi alcuni dializzati e il trasporto dei disabili". Il servizio aperto a utenti di tutta Cesena e zone limitrofe, non solo per chi risiede nel territorio di Pievesestina. Per informazioni e per comunicare la propria disponibilit a donare qualche ora del proprio tempio, contattare il numero 345 3244032. Senza autisti volontari il servizio rischia di chiudere. Nelle ultime settimane alcuni volontari hanno dovuto lasciare per incombenze personali e ora vi sono momenti in cui il servizio non riesce ad essere garantito. "Darsi da fare in questo ramo del volontariato - aggiunge Gabriella Guiducci - regala una doppia soddisfazione. Prima di tutto ci si rende utili nei confronti di persone che sono sole e impossibilitate a spostarsi. In secondo luogo si ricevono una riconoscenza e una gratitudine che superano di gran lunga quel che si fatto. Ma, si sa, le persone anziane sono sempre molto riconsocenti dellattenzione che si dedica loro". Nelle scorse settimane si tenuta lassemblea dellassociazione nella quale si discusso del bilancio. Lanno 2012 si chiuso in attivo grazie al sostegno di Romagna Solidale e ai contributi che, volontariamente, gli utenti hanno lasciato. Cristiano Riciputi

Cesena

Gioved 30 maggio 2013

13

E la prospettiva emersa da "Carta bianca"

Nomine
Serinar, Zambianchi nuovo presidente
Nuovo presidente per Serinar, la societ pubblico-privata che sostiene le sedi dellUniversit di Bologna in provincia di Forl-Cesena. La settimana scorsa il consiglio damministrazione ha affidato la presidenza ad Alberto Zambianchi, presidente della Camera di Commercio. Una nomina pro-tempore, in attesa di unassemblea straordinaria dei soci che dopo le polemiche degli ultimi mesi ssi, una buona volta, il futuro dellente di sostegno. Tra le ipotesi sul tavolo c quella di ununica societ romagnola al posto delle diverse realt provinciali esistenti. Nonostante Serinar possa contare su di un buon patrimonio ed abbia chiuso gli ultimi tre bilanci in utile, infatti, la sostenibilit degli interventi futuri passa per una visione che vada al di l degli steccati provinciali. La carica di amministratore delegato tornata nelle mani di Loris Corzani (espressione del Comune di Forl), dimessosi in precedenza e poi rinominato in Cda in seguito alle dimissioni del presidente Giordano Conti. Al posto di Conti il Comune di Cesena aveva gi indicato come nuovo membro del Cda Alessandro Francioni, dirigente dei servizi demograci. Ancora non stata ssata una data, ma spetter allassemblea straordinaria dei soci (Fondazioni Carisp Cesena e Forl, i due Comuni capoluogo, Bertinoro, la Provincia, la Regione e la Camera di Commercio) deliberare la visione strategica dellente di sostegno. I soci di Serinar concordano comunque sul fatto che lassemblea debba essere convocata in tempi ragionevolmente brevi.

Fronte aree edificabili Si fa retromarcia


iani regolatori pieni di grandi idee, poi bellamente ignorate. Edifici da realizzare rimasti sulla carta, mentre altre aree agricole soccombevano alle colate di cemento. A Cesena troppo spesso, in passato, maestose visioni urbanistiche si sono scontrate con la cruda realt. Clamoroso il caso della parte "strutturale" del Prg 2000, con gli scenari prospettati dallIuav di Venezia completamente accantonati, se non rinnegati, al momento di redigere il piano "operativo". Con queste premesse, un certo tasso di scetticismo nei confronti del percorso che porter al nuovo Piano regolatore, il Prg che accompagner Cesena fino al 2030, sembrerebbe pi che giustificato. Specie quando lAmministrazione comunale annuncia non solo un Prg "a consumo di suolo zero", ma addirittura una marcia indietro sulle previsioni edificatorie del Piano esistente. Eppure, complici la crisi economica e il salasso dellImu, limpensabile sta gi accadendo: aree edificabili tornano agricole a suon di varianti approvate dal Consiglio comunale.

Per via della crisi e dellImu, la tendenza quella di rinunciare a possibilit edificatorie gi acquisite
"Bisogner verificare - ha commentato il sindaco Paolo Lucchi - se le scelte del passato effettuate col Prg 2000, e che non hanno trovato attuazione, possono essere confermate o meno, stante che le previsioni di allora si sono rivelate forse abbondanti. La citt del futuro va guardata con occhi nuovi". Ad oggi, solo il 38 per cento della capacit edificatoria complessiva del Piano stata attuata (100 ettari su 261), incluse aree risalenti addirittura al Prg 1985 (ancora 43 gli ettari mancanti allappello). Il primo confronto sui temi urbanistici con i cittadini si tenuto nelliniziativa "Carta bianca" il 24 e 25 maggio scorsi, proseguendo poi allOltresavio il 28 maggio. Liniziativa toccher tutti i quartieri, verificando territorio per territorio lattuazione del Prg e i pareri dei residenti. La Lega nord, per bocca della capogruppo comunale Antonella Celletti ha bollato liniziativa di confronto come "Un clamoroso flop", promettendo per di entrare nel merito delle questioni: "Mediteremo sulle dieci strategie del Piano strutturale comunale e poi ci esprimeremo nel merito". Apprezzamenti invece da Maria Grazia Bartolomei, capogruppo UdC in Provincia: "Rinunciare con oculatezza alla met dellespansione urbanistica consentita dal Prg vigente condivisibile, in linea con una domanda sul mercato immobiliare fortemente limitata al recupero e valorizzazione del costruito". Michelangelo Bucci

Ritrovo | Ricordando don Morigi

Eventi | Sken2012 al Cantiere giovane

Gli amici che hanno vissuto lesperienza del movimento lavoratori guidato dal carissimo e indimenticato don Piero Morigi si sono ritrovati nei giorni scorsi al circolo Acli "Edo" di Santo Stefano. Era unesperienza semplice, fatta di operai, agricoltori e impiegati che si ritrovavano settimanalmente a palazzo Ghini e nelle aziende con don Morigi. Sabato 22 giugno alle 18.30 a SantEgidio sar celebrata la messa nel quinto anniversario della morte del sacerdote.

Grande entusiasmo del pubblico presente sabato 25 maggio al "Cantiere Giovane" del Comune di Cesena per lintensa rappresentazione teatrale della compagnia Sken2012 degli studenti del Liceo Scientifico della Fondazione del Sacro Cuore di Cesena. Hanno portato in scena "Fin che non la trovo", un testo da loro stessi sceneggiato con rimandi ad alcuni testi.Tiziano Mariani stato il professore di riferimento.

ZONA STADIO (Cesena): in condominio servito di ascensore al quinto piano appartamento completamente ristrutturato composto da salotto, cucina abitabile, 2 camere matrimoniali, bagno con doccia e lavanderia, ripostiglio, balcone e cantina. Ottima luminosit e spazi generosi. 178.000 / Rif. 1277 ZONA OSSERVANZA (Cesena): in condominio servito di ascensore al secondo piano appartamento da ristrutturare composto da ingresso, soggiorno, cucina, 2 camere da letto, bagno, ripostiglio, disimpegno, balcone, cantina e garage. 215.000 / Rif. 0905 CASE FINALI - RIO MARANO: in posizione verde e tranquilla nuova costruzione di villette bifamiliari con ampio giardino, ecocompatibili e ad alto risparmio energetico. Possibilit vendita di singoli lotti. Info in ufficio / Rif. 1241 PONTE PIETRA: su un lotto di circa 2.000 mq porzione di villa bifamiliare in costruzione composta al piano terra da ampia zona giorno, bagno, servizi, garage doppio e porticato; al piano primo 3 camere da letto, 2 bagni e balconi. Possibilit di acquistare limmobile grezzo o finito. Info in ufficio / Rif. 1250 SAN MAURO IN VALLE (Cesena): bilocale di recente costruzione al primo e ultimo piano composto da soggiorno con angolo cottura, camera matrimoniale, bagno, 3 balconi, cantina e posto auto riservato. 165.000 / Rif. 1216 CASE FINALI: in zona verde e tranquilla appartamenti di nuova costruzione di varie tipologie con giardino o sottotetto, ottime finiture con riscaldamento a pavimento, aspirazione centralizzata, predisposizione aria condizionata e allarme. PRONTA CONSEGNA. SAN MAURO IN VALLE: in zona esclusiva con affaccio sul parco in complesso residenziale realizzato con materiali ad alto risparmio energetico possibilit di bilocali e quadrilocali a piano terra con tavernetta e giardino o allultimo piano con ampio sottotetto. OTTIME FINITURE. Nessuna spesa di mediazione in quanto mandatari a titolo oneroso AFFITTO, ZONA CENTRALE (Cesena): a pochi passi dal centro e dai principali servizi appartamento al piano terra di recente costruzione composto da ingresso indipendente, soggiorno con angolo cottura, 2 camere da letto, 2 bagni, giardino privato e ampia veranda. Posto auto scoperto di propriet. 800 mensili / Rif. 1290 AFFITTO, ZONA VIGNE (Cesena): in condominio servito di ascensore appartamento in ottimo stato all'ultimo piano composto da ingresso, soggiorno, cucina abitabile, 2 camere da letto, 2 bagni, 2 balconi, cantina e garage. ARREDI MORDERNI. 700 / Rif. 1289

14

Gioved 30 maggio 2013

Cesena
settore. "In Brasile c una grande attenzione e aspettativa per Macfrut parola di Enrico Turoni, Ambasciatore di Macfrut alla era Hortifruti Brasil Show (a Curitiba, Stato del Paran) -. Il Brasile a pieno titolo nei Bricst, la sigla per indicare i Paesi che in questo momento stanno maggiormente sviluppando la propria economia, ovvero Brasile, Russia, India, Cina, Sudafrica e Turchia". Il Brasile sta crescendo e incrementando i consumi interni. Anche quelli ortofrutticoli. "Per questo spiega Turoni che come imprenditore ( titolare del TR Turoni) conosce bene la realt brasiliana- cerca di avere rapporti con chi pu fornire tecnologie e logistica, esperienza e packaging.

Macfrut, continui contatti con operatori brasiliani


La delegazione del Brasile a Macfrut (Cesena 25-27 settembre) sar guidata da un rappresentante del Ministero dellAgricoltura del Paese sudamericano. E un importante risultato per lazione di internazionalizzazione che la rassegna internazionale dellintera liera ortofrutticola sta facendo per mantenere il livello di incontro mondiale del

Cesena

E morto padre Fabio Faggin


Luned morto padre Fabio Faggin, religioso dellistituto dei padri Giuseppini del Murialdo (presso il Lugaresi). Aveva 85 anni ed era originario di Malo, in provincia di Vicenza. Ordinato sacerdote nel 1951, stato missionario in Equador, Cile, Argentina, Spagna. Era nellistituto di Cesena dal 1980 ed era molto conosciuto.

I vari tornei iniziano l1 giugno

Panathlon club
Presentato un libro su Marco Pantani
La nuova maglia del Cesena calcio dedicata a Marco Pantani, il memorial Pantani che molto probabilmente non si terr per problemi di budget e il libro sulla rivalit del Pirata con il corridore statunitense Lance Armstrong. Di questo si parlato la scorsa settimana in occasione della conviviale del Panathlon club di Cesena al ristorante Ponte Giorgi. Fra gli ospiti della serata il giornalista-scrittore Leo Turrini, autore del libro Il pirata e il cow boy, editore Imprimatur, e il presidente del Cesena calcio Giorgio Lugaresi . Presenti anche i genitori del Pirata di Cesenatico Paolo e Tonina Pantani e Vittorio Savini, vice sindaco di Cesenatico e presidente del club Magico Pantani che oggi non esiste pi ma, a detta dello stesso Savini, potrebbe riaprire il tesseramento a causa delle continue richieste di tifosi da tutto il mondo. "Marco aveva la capacit di inchiodare tifosi e non alla poltrona - ha esordito Turrini -. E stato il simbolo di unItalia che crede con il sacricio e la buona volont di superare e vincere le situazioni pi avverse". urrini, originario di Sassuolo, ha scritto altre biograe su affermate gure dello sport e della musica: Enzo Ferrari, Gino Bartali, Michael Schumacher e Lucio Battisti. Per lo scrittore, Pantani stato vittima della sua notoriet: "Come disse Ferrari, noi perdoniamo tutto al nostro prossimo tranne il successo. Marco era un talento naturale assoluto e pi di una volta mi sono chiesto cosa gli passasse per la testa quando era in corsa con Armstrong". E un libro schietto quello di Turrini, che tratta di una rivalit, quella appunto fra il Pirata e il Cow Boy che avrebbe potuto cambiare la storia del ciclismo moderno: "Sarebbe stata una sda fra un Ettore e un Achille del nuovo millennio, se si fosse conosciuta tutta la verit su Armstrong che poi ha confessato di essersi dopato. Spero che questo libro venga letto in particolare dai pi giovani perch capiscano come Pantani sia stato calpestato in modo vile da sponsor e giornalisti - ha concluso -. Lo sport, anche quando crudele, d sempre una lezione di vita. C sempre da imparare". Giusy Riciputi

Al Trofeo Benedetto anche il tiro con larco


calda i motori ledizione 2013 del Trofeo Benedetto. E ormai tutto pronto per linizio delle competizioni fissato per sabato 1 giugno. Oltre 500 ragazzi da tutte le parrocchie della diocesi si sfideranno nelle diverse discipline individuate dagli organizzatori. Oltre a quelle ormai storiche della pallavolo mista, del calcio a 7 maschile e del calcio a 5 femminile, ci saranno le novit del calcio a 5 maschile per i ragazzi dai 13 ai 16 anni e il curioso ingresso del tiro con larco, grazie anche alla collaborazione col gruppo arcieri di Cesena con sede a Case Gentili. "Una idea quella del tiro con larco - spiega Fabrizio Ricci, uno degli organizzatori nata al campo scuola Giovanissimi e che abbiamo coltivato. C stata una buona risposta: dieci sino ad ora le persone interessate a questa disciplina". Il gruppo arcieri si reso disponibile per una serie di incontri di training, mentre la giornata di competizione (coppie miste o singoli) fissata per domenica 16 giugno. Gi sorteggiati anche i gironi. Il calcetto femminile prevede un unico girone a 5 squadre: Martorano, San Pio X,

Oltre a pallavolo, calcio a 7 e calcetto, questanno si terr una sfida fra arcieri
SantEgidio, San Paolo, "San Pietrocco" (cos si chiamata la squadra mista di atleti provenienti da San Pietro e San Rocco). La pallavolo mista suddivisa in quattro gironi. Nel girone A si sfideranno: Villachiaviche, SantEgidio, Madonna del Fuoco, Gambettola; il girone B composto da Torre/Diegaro, Martorano, SantAngelo, Santa Maria Nuova; il girone C da San Pio X, Boschetto, San Paolo, San Pietro; il girone D da Pievesestina, Santa Maria Goretti, Osservanza, Case Finali. Il calcio a 7 strutturato a 4 gironi. Girone A: Santa Maria Goretti, Pievesestina, SantAngelo, San Pio X. Girone B: San Paolo, Case Finali, San Vittore, Duomo, Oltresavio. Girone C: Martorano, San Pietro, Santo Stefano, UP Mercatese. Girone D: SantEgidio, Madonna del Fuoco, Gambettola, Santa Maria Nuova. Il calcio a 5 maschile per i pi giovani composto da due gironi con quattro squadre ciascuno. Girone A: Diegaro, Gambettola, San Domenico, San Pio X. Girone B: Martorano, Villachiaviche, SantEgidio, Budrio. Il torneo promosso dal servizio diocesano di Pastorale Giovanile, dallassociazione Testaecroce, dal Csi di Cesena, dallAcg. Le squadre vincitrici devolveranno il premio in denaro ad un progetto di carit scelto al momento delliscrizione. Michela Mosconi

Orogel su Rete4
I prodotti Orogel sono protagonisti del popolare programma di rete 4 Ricette allitaliana condotto da Davide Mengacci e Michela Coppa. Il tour romagnolo del format televisivo, mirato a esaltare le eccellenze territoriali turistiche ed enogastronomiche italiane, ha previsto dopo la tappa di Castrocaro la registrazione di alcune puntate presso la sede del gruppo Orogel a Cesena. Al centro dellattenzione sono stati posti i surgelati e le confetture prodotti dallazienda cesenate, con le dimostrazioni del team chef Sergio Ferrarini e le interviste ai dirigenti del gruppo. Fino a venerd 31 alle 10.50, e domenica 2 giugno alle 13, su Rete4 andranno in onda i video delle puntate e delle ricette realizzate con i prodotti Orogel. Lazienda cesenate un paio di settimane fa ha presentato il bilancio 2012 dal quale risultano vendite in crescita nonostante la crisi.

Eventi | La festa del Romagna Centro


Foto Gigio Gatteo Mare

Eventi | Il Panathlon Giochiamo


Foto Mauro Armuzzi

Grande festa la scorsa settimana, al teatro Verdi di Cesena, per il Romagna Centro. La squadra di Martorano ha festeggiato la promozione in srie D, dopo aver vinto il campiopnato di Eccellenza. Presenti i giocatori e gli allenatori delle scorse stagioni e sono stati ricordati gli esordi della societ nata allombra del campanile. A fare gli onori di casa il presidente Daniele Martini e il Mister Filippo Medri.

Si tenuta nelle scorse settimane, presso il polo sportivo Romagna Centro di Martorano, la manifestazione "Panathlon Giochiamo - Memorial Zuccheri" organizzata dal Panathlon club di Cesena.Tantissimi bambini delle scuole si sono cimentati in diversi sport, fra i quali il calcetto. Lattivit di educazione al movimento si svolta durante i mesi invernali. Per lorganizzazione si speso in primo luogo tutto lo staff del Panathlon guidato dal presidente Dionigio Dionigi.

Cesenatico

Gioved 30 maggio 2013

15

Evento nazionaleAllo stadio e in citt una tre giorni di musica, cultura e sport
ostre, musica, concerti, convegni, la celebrazione di una Messa: Cesenatico si prepara ad accogliere 3 giorni di eventi collegati ai 50 anni dei Nomadi. La storica band emiliana ha scelto la citt rivierasca e dal 14 al 16 giugno proporr non solo tre concerti (allo stadio Moretti dalle 21), ma un insieme di proposte che attirer in Riviera migliaia di fans da tutta Italia. Senza considerare che la tre giorni rappresenta una proposta in pi per i villeggianti abituali di questo periodo dellanno. La scorsa settimana, al museo della marineria di Cesenatico, si svolta la presentazione in compagnia del cofondatore del gruppo Beppe Carletti, del sindaco Roberto Buda, dellassessore Vittorio Savini e del presidente di Gesturist Terzo Martinetti. "Tantissimi fans - ha spiegato alla presentazione Carletti - si sono complimentati per la scelta di Cesenatico e hanno gi prenotato i biglietti. Dopo levento di 10 anni fa a Riccione per il quarantennale, questa volta sar la vostra citt ad accogliere il popolo nomade. Credo che avrete buoni riscontri in termini di arrivi e anche gli operatori turistici saranno soddisfatti". Si parte venerd 14 giugno alle 15 con linaugurazione della mostra "50 anni Nomadi - percorso artistico e umano di 50 anni in immagini e documenti" presso la galleria comunale. Alle 16, al

Nomadi da 50 anni

Da sinistra il sindaco Roberto Buda, Beppe Carletti, Vittorio Savini e Terzo Martinetti
museo della marineria, sar inaugurata la mostra dei dipinti di Augusto Daolio, lamico di una vita, il cantante dei Nomadi dei primi 30 anni, morto nel 1992. Alle 21, allo stadio, si terr il primo dei tre concerti, preceduto dallesibizione delle cover band. In tutto, da venerd a domenica, si alterneranno sul palco una cinquantina di gruppi che ripropongono le canzoni dei Nomadi. Sabato, oltre alle mostre, il programma propone alle 15 il convegno "Nomadi,

Il gruppo emiliano sar a Cesenatico dal 14 al 16 giugno. Oltre ai concerti, in programma convegni, mostre e anche una Messa a ricordo degli amici defunti

50 anni di musica", al museo della Marineria. Allo stadio gi dal pomeriggio ci saranno le cover band oltre a diversi ospiti famosi amici del gruppo emiliano. In serata il secondo concerto. Domenica 16 giugno la giornata si apre con la celebrazione della messa nella chiesa di San Giacomo. La messa sar a suffragio di Augusto Daolio e Dante Pergreffi, bassista dei Nomadi morto in un incidente stradale nel 1992. Alle 11 al museo della Marineria si terr il convegno "i diritti dellinfanzia e, alle 16, al centro sportivo del Peep madonnina, la partita fra la nazionale cantanti e una selezione dei Nomadi in cui giocher anche il sindaco Roberto Buda. Alle 21 il terzo e ultimo concerto. "Questa tre giorni di eventi - ha detto il sindaco Buda - coinvolger tutta la citt grazie a proposte che travalicano la musica. Per la nostra citt rappresenta un indiscutibile richiamo turistico e una vetrina di livello nazionale". "Abbiamo voluto mantenere i prezzi bassi - ha concluso Carletti - e con 28 euro si potr assistere a tutte e tre le serate. Un solo concerto coster 15 euro. I bambini sotto ai 10 anni non pagheranno". Ben lontani, quindi, dai prezzi medi delle star nazionali o estere. I Nomadi si confermano musicisti per tutti, famiglie comprese. Cristiano Riciputi

Turismo, gli operatori della Cna puntano al rinnovo delle strutture


La stagione turistica 2013 ormai avviata, ma regna lincertezza fra gli operatori economici di Cesenatico: si registrano poche prenotazioni da parte dei turisti, e anche a livello meteorologico le cose non vanno al meglio. "Negli incontri con i nostri associati emerge una forte preoccupazione per il futuro afferma il responsabile di Cna Est Romagna, Stefano Rossi - e questa preoccupazione giunge dopo una stagione negativa. Infatti dal Rapporto annuale

sulleconomia della Provincia di Forl-Cesena, elaborato dalla Camera di Commercio, emerge che Cesenatico nellanno 2012 ha perso il 4 per cento di turisti rispetto al 2011 e le giornate di soggiorno sono calate del 7,7 per cento". "Come Cna - conclude Rossi - stiamo sperimentando in alcuni Comuni un Protocollo sulla riqualicazione urbana. Dovremo aprire un confronto anche sulla struttura turistica e, in particolare, alberghiera. Lintento deve essere quello di ottenere una regolamentazione del comparto".

Villalta

La bella e la bestia
La Bella e la Bestia in musical. E quello organizzato dai giovani della parrocchia di Boschetto che ripropongono il celebre classico della Disney, amato da adulti e bambini. Lappuntamento per sabato 8 giugno (ore 20,45) nel teatro della parrocchia di Villalta di Cesenatico (al civico 390). Per prenotazioni (costo 5 euro) contattare Anita (349.7253782), Francesca Pirini (0547.71566), e don Giovanni (349.8429303).

Il vicepresidente Gianluca In Consiglio entra Delvecchio lascia il commercialista per motivi di lavoro Francesco Sasselli

Stanziati per associazioni, parrocchie ed enti 544mila euro

La Bcc di Sala chiude in positivo e guarda al futuro e al territorio


Assemblea e nuovo consigliere. Sabato scorso si svolto presso il teatro parrocchiale "Letizia" di Sala lannuale assemblea della Banca di Credito Cooperativo di Sala di Cesenatico. Allordine del giorno lapprovazione del bilancio 2012 e il rinnovo delle cariche. Importante presenza del vice direttore della Federazione delle Banche di credito cooperativo dellEmilia-Romagna, Valentino Cattani che ha sottolineato la sempre crescente limportanza in Italia del Credito cooperativo. La relazione di bilancio stata illustrata dal presidente Bcc, Patrizio Vincenzi, e dal direttore generale, Diego Merli. Alta la partecipazione dei soci, tra cui numerosi giovani, che sono usciti dalla giornata di lavoro molto soddisfatti del risultato conseguito dalla banca. "La Bcc - si legge in una nota dellistituto bancario - chiude un esercizio con dati molto positivi. Il totale degli impieghi della banca a fine 2012 si attestato a 405 milioni e 535 mila euro (-0,41 per cento), mentre la raccolta totale si attestata a quota 460 milioni e 751 mila euro (+1,10 per cento). Lutile netto stato pari a 1 milione e 255 mila euro". Nellanno 2012 sono state numerose le iniziative che la banca ha rivolto verso la crescita del territorio. Si tratta di risorse per 544mila euro che hanno promosso direttamente e indirettamente la realizzazione di circa 200 iniziative a sostegno di scuole, opere parrocchiali, manifestazioni culturali, sportive, ricreative e culturali. Dal rinnovo delle cariche del Consiglio di amministrazione, dopo la premessa che Delvecchio Gianluca non si ripresentava per sopraggiunti impegni professionali, sono stati riconfermati Patrizio Vincenzi, Enrico Ghiselli, Elmo Maraldi, Gianluca Tappi, Giampaolo Sirri e Barbara Camporeale, mentre new entry Francesco Sasselli, ragioniere commercialista di Cesenatico. Riconfermato in blocco il Collegio sindacale formato da Maurizio Battistini (presidente) Daniele Poni e Gianluca Zavagli. "Nonostante il momento critico che sta attraversando leconomia nazionale - ha detto il presidente Vincenzi - la Bcc Sala ha continuato nella scelta della vicinanza alle famiglie, alle imprese, a tutta la comunit che vive e opera nel suo territorio. Non ha mai fatto mancare il proprio sostegno alle piccole imprese e alle famiglie nelle richieste di credito, con tanti interventi sul fronte di liberalit, beneficenza e pubblicit. Questo conferma che la cooperazione mutualistica una risposta efficace nel lungo e difficile periodo di crisi: la resistenza della nostra banca affonda le sue radici nella capacit di rispondere alle esigenze concrete e in continuo cambiamento della comunit locale. La nostra banca assume un ruolo sociale effettivo e sostanziale sul territorio ove presente, che crea valore aggiunto, ricchezza e forza". A seguire ha avuto luogo la serata di gala per soci e famigliari, con la partecipazione di circa 1700 persone,

IL PRESIDENTE VINCENZI MENTRE CONSEGNA UN RICONOSCIMENTO A GIANLUCA DELVECCHIO

presso il polo fieristico di Cesena. La serata stata allietata da varie attrazioni, tra cui la musica folk di "Mirka e Mario Galbucci" e lallegria pungente del comico Giuseppe Giacobazzi. Per i soci della banca stato un importante momento di aggregazione e sana allegria. Nel corso della serata il presidente Vincenzi ha consegnato alcuni premi, tra cui la "melagrana dargento" allex consigliere di amministrazione Angelo Romagnoli e alluscente vice presidente della Banca, Gianluca Delvecchio.

16

Gioved 30 maggio 2013

Valle del Rubicone


Savignano
Avis di Fiumicino Premiati i donatori
"Perch donare il proprio sangue diventi sempre pi un gesto di comune solidariet e fratellanza", sono le parole di Jessica Neri, vicepresidente della sezione Avis di Fiumicino, intervenuta in occasione del pranzo sociale domenica 19 maggio. "La donazione - ha esordito - la testimonianza di un atto damore incondizionato verso laltro, affinch possa diventare messaggio di cura e di interesse per ogni uomo. Donare dare senza pretese, vero atto di generosit". Il messaggio lanciato dalla vice presidente anche la speranza del giovane gruppo dirigente dellassociazione Avis sezione Francesco Turci di Fiumicino. La giornata del 19 maggio stata organizzata con lo scopo di ritrovare i donatori ed ex donatori della sezione, per conoscersi o semplicemente rivedersi e celebrare limportanza di un gesto semplice e nel contempo grande quale la donazione. Graditi ospiti sono stati il sindaco di Savignano sul Rubicone, Elena Battistini e il presidente della sezione di Cesena Fausto Aguzzoni. Hanno premiato una decina di donatori della sezione, tra cui spiccava leccezionale risultato raggiunto da Ernesto Stacchini, meglio conosciuto come "Dullo", che ha raggiunto le 125 donazioni. Sono stati inoltre premiati: Marco Evangelisti e Lorenzo Fattori per aver raggiunto le 100 donazioni; Giancarlo Bisacchi, Giancarlo Gobbi e Ettore Togni per aver raggiunto le 75 donazioni; Pierdomenico Bisacchi, Giorgio Lucchi, Denis Petrelli, Massimo Zonzini per aver raggiunto le 50 donazioni, Claudio Buda per aver raggiunto le 16 donazioni. Tra i prossimi appuntamenti della sezione va segnalato levento "La mia vita a Garden Spritz", ssato per il 9 giugno a Fiumicino di Savignano sul Rubicone. Si esibiranno artisti in quattro spettacoli di carattere musicale e teatrale a partire dalle 16. Nelle aree degli spettacoli saranno esposti quadri di artisti locali. In centro al paese sara? presente un mercatino dellartigianato alternativo oltre ad animazione ed un laboratorio dedicato ai bambini. Poi musica no a tarda sera.

Tra frutta, teatro, musica e giochi

Sagra della Ciliegia in scena a Longiano


ervono i preparativi a Longiano per la diciassettesima Sagra della ciliegia. La kermesse, affidata dal Comune alla nuova Pro loco, si svolger sabato 1 giugno (dalle 18) e domenica 2 giugno (dalla mattina). "Poco stato il tempo che abbiamo avuto a disposizione per attivarci - fa sapere Sauro Antolini, nuovo presidente dellassociazione culturale -. Grazie allimpegno e allentusiasmo di tutti i membri, siamo riusciti a creare gruppi di lavoro che hanno reso possibile la realizzazione di questa manifestazione in tempi record". Il primo spettacolo in programma sar, sabato 1 giugno alle 20,45 in piazza Tre Martiti, il monologo dellattore Roberto Mercadini sul tema "Come educare alla tempesta. Vita e morte di Giuseppe Mazzini". A seguire (ore 22), il gruppo dei "Marg 80" proporr una selezione di successi della musica disco-pop degli anni Ottanta. In piazza Malatestiana sar allestito un maxischermo per seguire in diretta lesibizione di Greta

Attivi per tutta la manifestazione i mercatini degli hobbisti, dellartigianato artistico e "Langolo delle lovarie"
Manuzzi, 22enne di Budrio di Longiano, alla finale di "Amici", il talent-show di Maria De Filippi. La giornata di domenica 2 giugno si aprir alle 9,30 con la "Camminata della ciliegia". Alle 10, presso la sala "San Girolamo", prevista una mostra pomologica, con la premiazione della migliore ciliegia di Longiano e dintorni. Domenica pomeriggio sar attivo uno spazio bimbi con mercatino del baratto, giochi, e letture nei giardini di fronte a piazza Tre Martiri. Dalle 16 alle 17,30 e dalle 19,30 alle 21 sar la volta del "Coro corridore", band in movimento con megafoni e intrattenimento itinerante. Fra le novit, ci sar il "Palio della ciliegia". Le qualificazioni si svolgeranno alle 17 presso il parco "Madre Teresa di Calcutta" e la finale, con albero della cuccagna, sar alle 19 in piazza Tre Martiri. La festa si chiuder con i dilettanti allo sbaraglio della "Corridas" (ore 21,30). Durante tutta la durata della manifestazione saranno attivi il mercatino delle ciliegie e dei prodotti di stagione, il mercatino degli hobbisti e dellartigianato artistico, lo stand gastronomico della Pro loco (in piazza San Girolamo) e "Langolo delle lovarie" con dolci, torte e confetture a base di ciliegie (in piazza Tre Martiri). Matteo Venturi

Sogliano, concorso fotografico


Associazione culturale Montepetrese, con il sostegno del Municipio di Sogliano al Rubicone, indice il concorso fotograco "Paesaggio. Insediamenti. Indizi di presenze remote", aperto a tutti senza limiti det e liscrizione gratuita. Termine per la consegna delle fotograe il 14 luglio 2013. LAssociazione si propone di acquisire unimportante documentazione per immagini, che verr conservata come testimonianza, proposta per itinerari di lettura del territorio, come sollecitazione a inediti e creativi percorsi e per la tutela del paesaggio, nonch come progetto didattico e formativo da proporre alle scuole del territorio. La premiazione del concorso avverr a Montepetra sabato 24 agosto 2013, alle 21. Il bando e le schede di partecipazione sono disponibili sul sito: www.comune.sogliano.fc.it

Longiano
Torneo di calcetto
Sar organizzato a Longiano un torneo di calcetto in memoria di Filippo Matassoni, il bambino che giocava nella "Polisportiva longianese", morto a 9 anni per una meningite fulminante il 14 giugno di un anno fa. Il torneo si svolger dal 3 al 15 giugno nel campo da calcetto di via Cannella. Vi parteciperanno 12 societ del territorio i cui componenti sono tutti coetanei di Filippo Matassoni. Il "memorial" si chiuder sabato 15 giugno, giorno delle nali, con un momento di festa e con la premiazione, in serata, di tutti i partecipanti.

Lungo i crinali di Romagna, Toscana e Umbria fino ad Assisi

Un percorso fra i sentieri calcati da SantAntonio e San Francesco

Ad ogni tappa la consegna di una preghiera su pergamena

Sulle orme del Santo tra boschi e tracce di lupi


Dopo lesperienza di settembre dello scorso anno, lungo i sentieri del nostro Appennino solcati da santAntonio da Padova, i Cavalieri dei Santuari si sono rimessi in viaggio per un nuovo pellegrinaggio che li porter ad Assisi tra boschi e tracce di lupi, sulle orme di San Francesco. I Cavalieri dei Santuari, Fiorino Fiorini (su Fumo) e Paolo Bernabovi (su Fuerto) di Gambettola, Augusto Brigliadori (su Fixer) di Savignano sul Rubicone e Gino Magnani (su Rapido) di Calisese di Cesena, sono quattro amici dalla stessa passione: le escursioni di trekking a cavallo lungo i crinali della Romagna. Dallo scorso anno alla loro passione comune si affiancano i pellegrinaggi a santuari e monasteri, arricchiti dalla consegna di una preghiera su pergamena, scritta da Augusto Brigliadori a seconda del luogo di consegna. "Sin dallo scorso anno abbiamo sentito lesigenza di aggiungere un nuovo stimolo alle nostre uscite a cavallo a contatto con la natura - ha spiegato Fiorini preparatore dei dettagli cartografici -. Dopo la nostra prima esperienza al santuario della Madonna di Loreto, da cui il nostro nome di Cavalieri dei Santuari, ci siamo poi dotati del vademecum del pellegrino, sul quale fare apporre il "timbro" durante le nostre visite. Dalle documentazioni ci risulta che il percorso effettuato a settembre lungo il cammino di santAntonio da Padova stato fatto anche da San Francesco, perci, partendo da Premilcuore (che era stata la tappa conclusiva) in direzione di Assisi, completeremo anche il cammino di San Francesco". Saranno circa 300 i chilometri da percorrere in una settimana (il rientro previsto dal pomeriggio di domenica 2 giugno), tra Romagna, Toscana e Umbria. "Abbiamo suddiviso il percorso in sei tappe, da Premilcuore a Badia Prataglia (con sosta alleremo di Camaldoli); da Badia Prataglia a Caprese Michelangelo (con sosta al Santuario della Verna e consegna della pergamena); da Caprese Michelangelo a Citt di Castello; da Citt di Castello a Pietralunga; da

Premiazione concorso
Il Rotary club del Rubicone ha dedicato un premio a Ilario Fioravanti, realizzato in collaborazione con la fondazione "Tito Balestra" di Longiano. Liniziativa coinvolge i ragazzi delle scuole medie inferiori del territorio di pertinenza del club (Bellaria-Igea Marina, Borghi, Gambettola, Gatteo, Longiano, Poggio Berni, Roncofreddo, San Mauro Pascoli, Santarcangelo di Romagna, Savignano sul Rubicone, Torriana). I giovani sono stati invitati a realizzare una scultura in terracotta sul tema "il mondo del circo". La premiazione del concorso si terr sabato 1 giugno alle 11 nella sala dellArengo del Castello malatestiano di Longiano. Durante la mattinata sar proiettato il documentario "Ilario Fioravanti. Il circo della vita".

Pietralunga a Gubbio (con sosta nella Chiesa dellAmmansimento e consegna della pergamena) e da Gubbio ad Assisi, dove saremo ricevuti dalle autorit ed insieme andremo in piazza Maggiore per la consegna della pergamena al padre guardiano del santuario". Per maggiori informazioni disponibile la pagina Facebook "I Cavalieri dei Santuari". Piero Spinosi

Valle del Savio

Gioved 30 maggio 2013

17

Vince il centrodestra. Il seggio decisivo Ranchio. Fuori i grillini


figurano Gianluca Suzzi (ricoprir la carica di assessore e vicesindaco), Enrico Cangini di Ranchio (assessore), Michele Mingozzi di Pieve di Rivoschio (consigliere), Valentina Ambrogetti di Sorbano (consigliere), Francesco Balzani di Sarsina (consigliere). Biagio Cerbara, imprenditore, ricoprir la carica di assessore esterno. Per il centrosinistra Michele Buldrini risultato il pi eletto e sieder allopposizione insieme al candidato Giovanni Faggi. Il sindaco neoeletto, nel suo discorso di insediamento, ha parlato della volont di "costruire un modello di Comune a cui tutti possano guardare" e promette "collaborazione e apertura nei confronti della minoranza". Una maggiore coesione tra le forze, politiche e non, necessaria. Le sfide, per il nuovo sindaco, sono ardue ma anche stimolanti. Tra le pi scottanti, oltre a traghettare il paese fuori dalla crisi economica che sembra non voler lasciare la presa, garantendo maggior sostegno alle imprese e soprattutto sostenendo loccupazione giovanile evitando lesodo nelle citt, anche quella della riorganizzazione amministrativa degli enti locali. In un periodo in cui il territorio montano sembra interessare sempre meno, il pericolo di essere fagocitati in un calderone amministrativo lontano dai bisogni della gente concreto ed estremamente pericoloso. Michela Mosconi

Quarto
Appuntamenti paesani
Quarto, una frazione viva. Diversi appuntamenti attendo il piccolo centro vicino Sarsina. Domenica prossima, 2 giugno e festa della Repubblica, in programma la consueta camminata al cippo di Montalto (circa 840 metri slm). La partenza previsto alle 9,30 dal centro abitato del paese e allarrivo (previsto intorno alle 12) il parroco don Fiorenzo Castorri celebrer la messa in ricordo delle sedici vittime della frana che diede origine al lago. A seguire un momento conviviale e di fraternit con un rinfresco organizzato dalla Pro Loco di Quarto. Dalla cima si pu godere, tra laltro, di un panorama mozzaato che da sulla valle, anche per questo la camminata a piedi sempre molto partecipata, e negli anni scorso ha sempre richiamato almeno un centinaio di persone. In caso di maltempo levento rimandato al 9 giugno. Altro appuntamento degno di nota quello in programma per il 16 giugno quando un gruppo del Centro Volontari della Sofferenza di Cesena (Cvs) far visita alla cittadinanza di Quarto, in un fraterno scambio di amicizia e testimonianza. Dopo il pranzo nei locali parrocchiali, al pomeriggio prevista una scampagnata al parco dello Spuntone che si affaccia sul lago con la recita del rosario e altri momenti comunitari. Domenica 23 giugno, il parroco don Fiorenzo Castrorri celebrer la messa domenicale nella frazione di Massa, oggi abitata da undici famiglie per una totale di una ventina di persone. Loccasione la festa di San Giovanni Battista, patrono del piccolissimo borgo a due passi da Quarto. La ricorrenza richiama a Massa ogni anno una novantina di persone, per la maggior parte ex residenti che ritornano nel borgo nato. Con lestate alle porte, inoltre, ormai tutto pronto per il centro estivo parrocchiale. Inizier il 24 giugno e raccoglier i bambini non solo di Quarto, ma anche delle frazioni vicine e anche dal capoluogo sarsinate. La durata del centro estivo di tre settimane, e i bambini saranno seguiti da una serie di educatori che li terranno impegnati in una serie di attivit ludiche ma non solo: giochi, laboratori e anche un po di tempo dedicato ai compiti. Sono previste gite e uscite nel parco acquatico di Atlantica, al Pianaccio (un punto sul lago di Quarto che da sul ume Para), e alla piscina di Pian dAngelo. M.mosc.

Elezioni, Sarsina ha scelto Il sindaco Mengaccini


Luigino Mengaccini, 55 anni artigiano, il nuovo sindaco di Sarsina. Il neo primo cittadino, gi vicesindaco nella precedente amministrazione, guidava la lista di centro destra "Sarsina Nostra" e ha ottenuto 985 voti sui 2113 validi. Non ce lha fatta Giovanni Faggi, della lista "Insieme per Sarsina", coalizione di centrosinistra sostenuta da Pd e Sel. Per lui risultato fatale lesito del voto a Ranchio. Nella frazione

sarsinate una sorta di plebiscito a favore di Mengaccini che ha ottenuto 278 voti contro i 77 di Faggi. Il candidato di centrosinistra non era andato male nel capoluogo plautino, aggiudicandosi due seggi su tre e risultando maggioritario anche a Quarto. La lista Sarsina a 5 Stelle, con Lucilla Satanassi candidata sindaco, ottiene 240 voti. I grillini non avranno nessun rappresentante in consiglio comunale. Tra i pi votati nella lista di Mengaccini

Mercato Saraceno ricorda lesploratore Filippo Zappi


Una cerimonia in memoria dellesploratore di Mercato. Marted 4 giugno alle 10, presso la scuola secondaria di Mercato Saraceno, si terr il riposizionamento del busto che raffigura Filippo Zappi, opera di Ilario Fioravanti. Zappi, originario di Mercato Saraceno, stato ufficiale di Marina, ma deve la sua fama alla partecipazione della spedizione al Polo Nord con il dirigibile Italia. Guidata dal generale Umberto Nobile, la spedizione divenne tragicamente famosa a causa dellincidente occorso al dirigibile che si schiant sulla banchisa artica. Zappi fu uno dei pochi che si salv. La spedizione fu poi ripercorsa dal celebre lm "La tenda rossa": i superstiti resistettero 7 settimane prima di essere tratti in salvo da un rompighiaccio russo. Lesploratore di Mercato era sul dirigibile con il grado di navigatore. Dopo la spedizione pass alla carriera diplomatica e mor improvvisamente nel 1961 a Udine allet di 65 anni. Alla cerimonia saranno presenti la glia Laura Zappi, il nipote Filippo Belloni e la vedova di Fioravanti, Adele Briani. Levento promosso dallIstituto comprensivo di Mercato, dal Comune e dallassociazione Fogli Volanti.

Montepetra, Monteriolo e Sarsina, tre feste differenti: dallapparizione della Madonna al Corpus domini

Nel sarsinate il mese di maggio celebrato nelle comunit


Nel sarsinate, si soliti concludere il mese di maggio presso il luogo dellApparizione di Montepetra, dove sono invitate tutte le parrocchie della zona. Venerd 31 maggio ci si trover, alle 20,30, presso lex bar Camagni, per raggiungere in processione il luogo dellApparizione dove, l8 aprile 1563, Maria apparve alla pastorella Agata. Ricorre questanno il 450esimo dallApparizione. UnApparizione, questa, riconosciuta e documentata dalla Chiesa di allora. Domenica 2 giugno, festa della Repubblica, la parrocchia di Monteriolo e il Comune di Sarsina, in collaborazione con il Gruppo Alpini Alta Valle del Savio e Bertinoro, fanno festa sul Monte Rocchetta, in occasione della Festa della Repubblica. Alle 15.30, sulle cime del Monte Rocchetta che, per laltitudine di 812 metri sul livello del mare il pi alto del Comune di Sarsina, sar celebrata la Messa dal parroco di Sarsina don Renzo Marini. Sulla vetta del Monte, dal quale si gode di un bel panorama fino a vedere Cesena, si trova una croce in cemento e ferro, costruita nel 1958 in ricordo dei caduti della montagna, dal Consorzio Idroelettrico dei comuni di Sarsina e Sorbano. Dopo la messa si terr la deposizione della corona ai piedi della Croce prima di spostarsi alla chiesa di Monteriolo dove la Banda di Sarsina terr un concerto e vi sar la maccheronata per tutti con vino e dolci. La parrocchia di Sarsina e la zona circostante si preparano a vivere, domenica prossima 2 giugno, la festa del Corpus Domini. Al mattino le messe allorario solito 7, 9, 11, al pomeriggio la messa delle 18 dopo la quale si svolger la Solenne Processione con litinerario consueto: Piazza Plauto, via Roma, via Luca Silvani, via Linea Gotica, Via XXVIII Settembre, largo De Gasperi, via Martiri dUngheria, via Barocci, Via Guerrin Cappello, Piazza Plauto dove verr impartir la benedizione col Santissimo Sacramento. Da sottolineare limpegno degli abitanti delle vie, specialmente quelli di via Barocci, per preparare sulla strada i disegni e le iscrizioni coi petali dei fiori, i festoni e le bandierine, per rendere omaggio a Ges Eucarestia che passa tra le loro case. Bosi Daniele

Alto Savio: il 2 giugno la Giornata Verde


"Monte Comero: santi, poeti, fate crescono come i funghi" lo "slogan" di una tre giorni di iniziative in Alto Savio collegate alla "Giornata verde" dellAppennino ssata per domenica 2 giugno. Liniziativa promossa dal Consorzio Natura e Natura e rientra nel programma degli eventi promossi a livello regionale . Si comincia venerd 31 maggio, alle 21,15 presso il Centro Turistico Valbonella, con una serata di presentazione del mondo dei funghi e dei prodotti del bosco. Sabato 1 giugno, con partenza alle 9 dal Centro Turistico Valbonella, si svolger una breve escursione mattutina di osservazione e ricerca nel bosco. Alle 20, presso il Ristorante "Al Ponte", a San Piero, verr proposta la "Cena Dannunziana". Il 2 giugno, "Giornata Verde" dellAppennino, ritrovo alle 9 al Centro Turistico Valbonella per poi trasferirsi al Lago dei Pontini. Si proseguir poi per il Monte Comero con rientro al Lago. Alle 18,30 al Centro Valbonella la giornata si chiude con un concerto musicale. Per informazioni 0543/903266; e-mail: consorzio@naturaenatura.it; cellulare: 342/1332152.

Ranchio

Rappresentazione della Pentecoste


Intenzione e desiderio di don Rafael Rojas, parroco di Ranchio, rappresentare, rendere tangibile e quasi viva, ogni festivit liturgica, per meglio viverla con la sua comunit parrocchiale. Due settimane fa, in occasione della Pentecoste, insieme ai suoi parrocchiani il parroco ha realizzato la scena delleffusione dello Spirito Santo, collocandola davanti allaltare maggiore. (foto)

18

Gioved 30 maggio 2013

Solidariet

Orizzonti onlus, a Cesenatico cena di solidariet


ei giorni scorsi, presso il ristorante Scottadito di N Cesenatico, si tenuta lannuale cena di Orizzonti onlus con la partecipazione di soci, sostenitori e simpatizzanti (circa 140). Durante la cena, iniziata con il saluto del sindaco di Cesenatico Roberto Buda, la presidente Antonella Golinucci e il consigliere Arturo Alberti hanno illustrato ai presenti i progetti sostenuti dallassociazione

nei vari Paesi del Sudamerica e dellAfrica. Si sono poi esibiti in un breve e applauditissimo intervallo di musica classica il violinista Domenico Colaci e il chitarrista Franco Gabellini (nella foto). Ai presenti ha rivolto un video saluto in diretta dal Camerun padre Maurizio Bezzi che dirige a Yaound unopera di assistenza ai ragazzi di strada, a favore della quale stato destinato il ricavato della serata.

Consegnati al presidente della Fondazione Butterfly onlus 52mila euro per la costruzione di nuove opere idriche in Etiopia

GruppoArcaprotagonista delprogettoDonalacqua D
urata poco meno di due settimane - Dona lAcqua: fai un gesto damore - la raccolta fondi a favore della Fondazione Butterfly onlus di Bertinoro di Forl, anche in questa terza edizione ha ottenuto risultati sorprendenti. Gioved 9 maggio, il presidente di Arca spa Giovanni Baldacci ha consegnato lassegno di 52mila euro al presidente della Fondazione Butterfly onlus Claudio Maneri (nella foto). Sono stati superati, infatti, i gi lusinghieri risultati delle due precedenti edizioni, grazie alla consegna di ben 19mila Carte Dono, a fronte di altrettanti contributi di 2 euro offerti dai clienti dei supermercati A&O e Famila della Romagna, della Provincia di Pesaro e Urbino e del Comune di Marina di Montemarciano (An), in occasione della Giornata Mondiale dellAcqua 2013. I 38mila euro cos raccolti, sommati al contributo diretto e incondizionato di 14mila euro di Arcaspa, responsabile dei supermercati delle due insegne, porteranno alla Fondazione Butterfly onlus ben 52mila euro che serviranno per finanziare la costruzione di un pozzo e di un sistema irriguo in alcune sfortunate regioni della lontana Etiopia. Considerando lemergenza idrica di quelle zone, come nelle edizioni precedenti, anche questanno i fondi saranno resi disponibili da Arca, e utilizzati proficuamente dalla Fondazione con grande rapidit, in tempo quasi reale rispetto al termine della loro raccolta. Il Gruppo Arca spa, responsabile dei supermercati delle due insegne A&O e Famila, sottolinea la generosit e la sensibilit sociale dei suoi clienti, per ringraziarli e condividere con loro questo straordinario risultato.

Il Gruppo Arca - responsabile dei supermercati delle due insegne A&O e Famila sottolinea la generosit e la sensibilit sociale dei suoi clienti, li ringrazia e vuole condividere con loro questo straordinario risultato

Testimonial deccezione dellevento, il campione del mondo di nuoto Fabio Scozzoli che ha accettato con entusiasmo questo ruolo, confermando i valori della generosa terra di Romagna. I progetti, che saranno realizzati nel corso del 2013 nelle Regioni del Tigray e di Afar, andranno a integrare i lavori di sfruttamento delle risorse idriche gi compiuti nei due anni precedenti. Il programma prevede la realizzazione di un pozzo grazie al quale il numero complessivo dei beneficiari sar di circa 1.500 persone. Al pozzo si aggiunger la realizzazione di un sistema

dirrigazione per un numero di beneficiari stimato in 550 nuclei familiari, pari a circa 3.850 persone. Il totale complessivo delle persone raggiunte sar quindi di circa 5.350 persone. La Fondazione Butterfly onlus, inoltre, simpegner nella formazione del personale locale necessario per il corretto utilizzo e la manutenzione delle opere realizzate. Tutti coloro che vorranno seguire i lavori e il momento della consegna potranno continuare a seguire le varie fasi attraverso la pagina Facebook allindirizzo Dona LAcqua. Fai un gesto damore.

A Riccione il VII Congresso nazionale Fnp Cisl


Con la nostra storia, insieme ai giovani costruiamo il futuro. questo il titolo del XVII Congresso nazionale della federazione nazionale pensionati Cisl che ha avuto luogo a Riccione dal 27 al 29 maggio. Tema centrale stato limpegno costante della Fnp Cisl nel mettere la propria storia a servizio di chi si accinge ad affrontare le sde del futuro. Le difficili sde del momento storico che stiamo vivendo cimpongono delle riessioni su quella che la nostra storia e su come pensabile che essa possa essere messa al servizio dei giovani, per aiutare la societ tutta a superare la complessit della crisi che stiamo attraversando. Pi di mille1000 partecipanti, 703 delegati, con una percentuale di donne pari al 33 per cento: queste le cifre di un Congresso che ha registrato, tra gli interventi, quello del segretario generale Fnp Cisl, Gigi Bonfanti che ha aperto i lavori, e molte presenze di rilievo, come quella del sottosegretario allEconomia Pierpaolo Baretta e del segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni.

NOTIZIARIO PENSIONATI
Obiettivo: raccogliere oltre un milione di rme in tutta Europa per ottenere una iniziativa della Commissione europea sul tema. La campagna stata presentata dalla stessa Ferpa lo scorso 15 maggio a Bruxelles presso il Parlamento europeo. Vi hanno partecipato oltre 600 delegati in rappresentanza degli oltre 30 sindacati e associazioni aderenti alla Ferpa; i segretari generali e gli esecutivi nazionali di Spi, Fnp e Uilp; il segretario generale della Ferpa Bruno Costantini; il commissario Ue al lavoro, affari sociali e integrazione Laszlo Andor; il vice presidente del Parlamento europeo Miguel Angel Martinez Martinez; numerosi parlamentari europei; esponenti della Ces (la Confederazione europea dei sindacati, alla quale la Ferpa aderisce). Liniziativa stata preceduta da una conferenza stampa con la presenza dei tre segretari generali di Spi, Fnp e Uilp, Carla Cantone, Gigi Bonfanti e Romano Bellissima. In tutti gli Stati europei cresce la durata media di vita e parallelamente il numero delle persone con ridotta autonomia. Le risposte dei diversi Paesi e dei diversi governi sono molto disomogenee. ora quindi che la Commissione europea prenda una iniziativa per assicurare a tutte le persone non autosufficienti e disabili in tutti i Paesi dellUnione leffettivit del diritto alle cure e a unassistenza socio sanitaria di lunga durata di

a cura del Sindacato Pensionati FNP CISL (tel. 0547 644611 - 0547 22803) e per il Patronato INAS CISL (tel. 0547 612332) via R. Serra, 12 - Cesena

2 giugno: Festa degli Alberi con Anteas


Festa degli Alberi: questa la grande iniziativa in programma per domenica 2 giugno dalle 15 alle 22 presso Villa Dionora, a Carpineta di Cesena. Lassociazione Anteas di Cesena e la cooperativa sociale Il Totem di Calisese invitano tutta la cittadinanza a trascorrere una giornata allaria aperta alla riscoperta di una tradizione che sale ai primi del 900, nella quale la natura in tutte le sue forme protagonista. Dalle 17,30 si potr assistere allesibizione musicale live dei Gorghscur, seguiti da Licia&Francesco. Non mancheranno giochi allaperto, animazioni per i bambini, tiro con larco, il misterioso albero che parla, rievocazione storica dellassociazione La corte di giovedia con danze medioevali, animazione, combattimenti, bancarelle informative, stand gastronomici. Sar possibile partecipare a laboratori creativi per i pi piccoli, visita agli alberi con la tecnica di tree climbing, proposte di prodotti bio. Alle 21 in programma la proiezione gratuita del film di animazione Luomo che piantava gli alberi, di Frdric Back. Durante la manifestazione sar possibile anche visionare i progetti realizzati da diverse associazioni nellambito della natura e dello sviluppo di aree verdi. Nello specifico Il Totem e Anteas propongono la creazione di un luogo autentico,nel quale poter sperimentare esperienze di benessere, riabilitazione e cura attraverso il contatto con gli animali e grazie alla pratica dellagricoltura. Le arti agricole infatti affondano le radici in antichi valori di solidariet e di mutuo aiuto, che da sempre caratterizzano il mondo rurale intrecciando varie dimensioni: quella produttiva, quella relazionale con piante e animali, quella familiare e comunitaria.

La Ferpa promuove una grande mobilitazione europea


La Ferpa (Federazione europea dei pensionati e delle persone anziane), che associa oltre 10 milioni di persone in Europa e di cui fanno parte i sindacati dei pensionati di Cgil, Cisl e Uil, promuove una vasta campagna di mobilitazione europea per garantire a tutti i cittadini europei non autosufficienti e disabili, di ogni et, laccesso alle cure e allassistenza.

qualit, socio sanitaria, che comprenda aiuti alla persona e terapie mediche. Per ottenere questo obiettivo, la Ferpa, con il rilevante contributo di Spi, Fnp e Uilp, ha quindi deciso di realizzare uniniziativa dei cittadini europei (Ice), che consentea, tramite la raccolta di un milione di rme in almeno sette Stati membri, di chiedere alla Commissione europea una normativa Ue sul diritto alle cure a lungo termine per le persone non autosufficienti e disabili. LIce un recente strumento (istituito nel 2012) a disposizione dei cittadini dellUnione per incidere sulle politiche europee ed di particolare

rilievo che sia stato scelto dalla Ferpa per affrontare un tema cos importante per milioni di persone e di famiglie in tutta lEuropa.

Al bando piatti e posate di plastica


Piatti, posate e bicchieri di plastica banditi dalle feste di paese. I Comuni che vorranno avere un contributo dalle regione per organizzare una sagra dovranno, tra le altre cose, sostituire le classiche stoviglie usa e getta con piatti, posate e bicchieri riutilizzabili (in ceramica, vetro, acciaio), nonch lavastoviglie industriali per pulirli. la novit del

bando 2013 Ecofeste Emilia Romagna, approvato dalla Giunta Errani. Liniziativa rientra tra le misure del piano dazione ambientale 2011/2013. Lobiettivo delle Ecofeste 2013 appunto quello di far produrre meno riuti alle sagre e feste di paese. Inoltre, come sottolinea lassessore regionale allAmbiente, Sabrina Freda: Abbandonare le stoviglie di plastica valorizza il gusto dei prodotti tipici emiliano romagnoli a chilometro zero e riduce allo stesso tempo la produzione di riuti di feste e sagre, e quindi anche limpatto ambientale. Con la sostenibilit c anche pi gusto.

Cultura&Spettacoli
Nella nuova cartina sono localizzati sedici edifici ecclesiastici. Dei maggiori fornita una scheda storico-artistica una vera e propria piccola guida a disposizione di cittadini, turisti e operatori del settore

Gioved 30 maggio 2013

19

Cinema
di Paolo Sorrentino

di Filippo Cappelli

Uci Romagna (Savignano), Eliseo

LA GRANDE BELLEZZA
tutto sedimentato sotto il chiacchiericcio e il rumore. Il silenzio e il sentimento, lemozione e la paura. Gli sparuti incostanti sprazzi di bellezza. E poi lo squallore disgraziato e luomo miserabile. Ecco il nuovo film di Sorrentino dedicato a Roma: un carnevale di annoiati, depressioni incostanti, volgari ripuliti, intellettuali mediocri, radical chic. Nobili in affitto e celebrit sul viale del tramonto. Corpi plastificati di vanit botuliniche. Feste per il divorzio e funerali che sono una recita. Pettegolezzo e chiacchiericcio. E poi le feste, pacchiane come quelle lurhmanniane e girate con la bravura di Sorrentino, che rappresentano un vero respiro di sublime: la carrellata allindietro su Mueve la colita il raccordo di bello e terribile, che si giustappone allaura solenne e mistica del Dies Irae di Preisner a incorniciare la sacralit di Roma e dei suoi palazzi, degli istituti religiosi, della Grazia, dellarte magnificente. La trama: Jep Gambardella (Toni Servillo in stato di grazia) fuma pi sigarette di Humphrey Bogart ed uno scrittore. Quarantanni prima ha vinto il premio Bancarella col suo romanzo Lapparato umano, poi il vuoto, annacquato di feste esclusive e trenini che non portano da nessuna parte. Lo seguiamo, siamo parte del rumore e del silenzio, della bellezza della citt eterna e della bruttura delle bestie che la popolano, del coacervo babelico di culture che sincrociano e si schivano, di Roma santa e peccatrice. C tutto: il sacro (I lie di David Lang) e il profano (Far lamore di Raffaella Carr nel remix di Bob Sinclair), la beatitudine (Kronos Quartet) e il classico (My Hearts in the Highlands di Arvo Part...) contrapposti e mescolati al caos e al caduco. C anche un Carlo Verdone malinconico e svuotato ad accompagnare Gambardella, animale notturno e festaiolo, osservatore e frequentatore di unumanit vacua e disfatta, nel lento incedere e la falsa speranza di qualcosa che non arriva e fatica a nascere. Tutto si staglia nel vuoto di una Roma calda e sedata, indifferente come una diva morta. La vita, o meglio quello che ne rimane, affoga in gin tonic e in chiacchiere da talk show, soccombe sotto i decibel di terrazze con vista Martini (via Veneto), si nasconde in stripclub o in esclusivi botox party: allalba, poi, nel silenzio di un cammino solitario, affida alle correnti del Tevere loblio di unesistenza che sembra aver perso gli stimoli per una ricerca di senso. Lestetica, letica e il religioso: nellhorror vacui della vita per forte il richiamo ai tre stadi kierkegaardiani dellesistenza, che non a caso culminano (nel film con la venuta della santa) nella solitudine al cospetto di Dio, con luomo chiamato ad abbandonare ogni finzione o illusione. Ma ancora un trucco ad accompagnare Jep nel miraggio di una vita diversa, nella malinconia di un amore giovanile dimenticato su uno scoglio. Di grande, grandissima bellezza.

Cesena Sacra Itinerario nelle nostre chiese


a valorizzazione e la conservazione di ci che definiamo beni storici e artistici passa, e non potrebbe accadere diversamente, attraverso la conoscenza: che pu essere acquisita a un livello epidermico (tipico di chi d unocchiata fugace) o approfondito (caratteristico dei cosiddetti specialisti). Ma vi pure una dimensione intermedia, che fornisce un sufficiente quadro di elementi senza trascurare la fondata sicurezza delle informazioni: corrispondendo in tal modo alle esigenze del turismo casalingo e forestiero, la cui domanda permane vivace e in espansione. Talvolta mancano per strumenti adeguati, di sintesi conoscitiva eppur completa, come nel caso del visitatore del patrimonio religioso della nostra citt: quali chiese vedere, qual il loro merito artistico, dove si trovano, quando si possono visitare? Ebbene, una sinergia fra Diocesi (Ufficio per lArte sacra e i Beni culturali) e Comune (Ufficio Informazioni e Accoglienza turistica) ha prodotto il primo strumento turistico che mette a tema gli storici edifici sacri di Cesena: Cesena Sacra. Itinerario nellarchitettura e nellarte delle chiese urbane. Si tratta di una cartina che localizza sedici edifici ecclesiastici, otto maggiori e otto minori: dei maggiori viene fornita una scheda storico-artistica riepilogativa, ma completa di informazioni; dunque una vera e propria piccola guida a disposizione di cittadini, turisti e operatori del settore. Va poi segnalato che nel periodo giugno-ottobre si potranno visitare (sabato, ore 16,30-18,30, e domenica, ore 9,30-11,30) anche le chiese solitamente chiuse: SantAgostino, Santa Cristina e San Zenone. Le cartine turistiche saranno reperibili allo Iat comunale, presso gli uffici turistici di tutto il Cesenate e nelle chiese coinvolte. Stampate in 7.500 copie dalla Stilgraf di Cesena, le mappe sono il frutto dello studio grafico di Simona Pasini. Presto saranno disponibili anche con la traduzione in inglese e tedesco, tenuto conto che molti dei turisti che visitano Cesena provengono dai Paesi europei. Di seguito pubblichiamo lelenco degli otto luoghi principali di Cesena Sacra per i quali stato predisposta una scheda sintetica, ma esatta, come stato ribadito durante la conferenza stampa di presentazione svoltasi in episcopio marted scorso alla presenza del vescovo monsignor Douglas Regattieri e del sindaco di Cesena Paolo Lucchi. Le schede sintetiche descrivono la Cattedrale, il Museo della Cattedrale, le chiese di San Zenone, Santa Cristina, il santuario del Suffragio, la chiesa di San Domenico e di SantAgostino, la Basilica di Santa Maria del Monte.

Il nuovo strumento turistico stato realizzato dallUfficio diocesano per lArte sacra e i Beni culturali, in collaborazione con lUfficio informazioni e Accoglienza turistica del Comune di Cesena

alla libreria cattolica SAN GIOVANNI via Isei 15, Cesena (tel. 0547 29654)
UN EVENTO REALE NELLA VITA DELLUOMO (1990-1991)
di Luigi Giussani Biblioteca Universale Rizzoli (Bru) 12 euro La Biblioteca Universale Rizzoli (Bur) ha pubblicato il libro di don Luigi Giussani Un evento reale nella vita delluomo. Si tratta delle lezioni e dei dialoghi del sacerdote milanese con i responsabili degli universitari di Comunione e Liberazione negli anni 1990-1991. Il titolo riprende una frase del filosofo austriaco Ludwig Wittgenstein, nato nel 1889 e morto nel 1951, che ha affermato: Il cristianesimo non una dottrina, non una teoria di ci che stato e di ci che sar dellanima umana, bens una descrizione di un evento reale nella vita delluomo. Don Giussani lha cos commentata nel brano conclusivo della lezione 1 tenuta nel 1990: Levento reale nella vita di un uomo il riconoscimento e ladesione a Cristo, laccettare di essere stati scelti: primo, perch Cristo costituisce il motivo per cui vivere; secondo, perch Cristo opera il miracolo impossibile, vale a dire che degli estranei si sentano una cosa sola, siano una cosa sola: il miracolo supremo, il miracolo della Chiesa, il miracolo della compagna; terzo, perch con Cristo il male perdonato. E questo la personalit nuova lo sente con una sorpresa e uno stupore paragonabile allo stupore creaturale di cui parlo nel libro Il senso religioso, lo stupore che luomo originale ha, aprendo gli occhi per la prima volta di fronte alla realt del cosmo. Il male perdonato, cio il male non pi vittorioso, non definisce pi il progetto che luomo ha, perch il progetto che luomo ha Cristo riconosciuto nella compagna. Lo spunto di partenza per i dialoghi e le lezioni contenute nel libro sono i manifesti che venivano appesi in universit e distribuiti alle varie comunit di Cl in tutta Italia in occasione delle festivit pasquali. Il testo del manifesto del 1990 riportava la seguente frase di santAgostino: Questo lorrendo e occulto veleno del vostro errore: che pretendiate di fare consistere la grazia di Cristo nel suo esempio e non nel dono della Sua persona. Nel 1991 cera la seguente frase di Charles Pguy: Questo mondo moderno non solamente un mondo di cattivo cristianesimo, questo non sarebbe nulla, ma un mondo incristiano, scristianizzato. Ci che precisamente il disastro che le nostre stesse miserie non sono pi cristiane. Cera la cattiveria dei tempi anche sotto i Romani. Ma Ges venne. Egli non perse tempo a gemere e interpellare la cattiveria dei tempi. Egli taglia corto. In un modo molto semplice. Facendo il cristianesimo. Egli non si mise a incriminare, ad accusare qualcuno. Egli salv. Non incrimin il mondo. Egli salv il mondo. Come ha scritto concludendo la prefazione su Il vivere che non taglia le gambe il curatore del libro don Julin Carrn: Questa lavventura che abbiamo davanti. Essa riguarda ciascuno di noi personalmente. Ma non siamo soli nellaffrontarla. con questa sfida, infatti, che don Giussani si misurato in tutta la sua vita e ha provocato a fare i conti con essa chiunque ha incrociato lungo tutto il suo cammino, mostrandoci che nella compagna di Cristo il vivere non taglia le gambe, ma un continuo rinnovarsi dellentusiasmo a ogni risveglio.

20

Gioved 30 maggio 2013

Cesena & Comprensorio


Cesena
E morto Sergio Aletti
Lex vicepresidente del Cesena, Sergio Aletti, morto sabato scorso in un hotel a Pievesestina. Soffriva da tempo di cuore ed era stato pi volte ricoverato. Dopo lesperienza bianconera, aveva ricoperto ruoli di dirigente anche alla Triestina e al Ravenna.

Cesena flash
Confcooperative
Si svolger luned 3 giugno dalle 15 nella sala convegni Pio VII allAbbazia del Monte lassemblea annuale di Confcooperative Fc. Dopo i saluti del vescovo Douglas Regattieri, del sindaco Paolo Lucchi e del presidente Confcooperative dellEmilia Romagna, Massimo Coccia, terr la relazione sui risultati economici e sociali del 2012 Stefano Lazzarini, presidente Confcoopertaive Fc. Interverr poi Mauro Magatti dellUniversit Cattolica di Milano sul tema "Il denaro come mezzo, le persone come ne: il ruolo della cooperazione". Trarr le conclusioni il presidente della confederazione delle cooperative italiane, Maurizio Gardini.

Cesena

Pattini sotto le stelle


Si terr sabato 8 giugno presso il cortile dellistituto Lugaresi di Cesena "Pattini sotto le stelle" 10 memorial Nazario Bettini. A partire dalle 21 si esibiranno i ragazzi della scuola di pattinaggio artistico. Levento a cura del Centro sportivo. Vi saranno anche alcuni rappresentanti della nazionale italiana di pattinaggio.

Mercato Saraceno

"Confesso che ho viaggiato"

Si pu confessare di avere viaggiato? La risposta s, almeno a giudicare da quanto emerge dalle 270 pagine del libro "Confesso che ho viaggiato" che lautore Pier Vincenzo Zoli presenter gioved 30 maggio alle 18 presso la scuola primaria "Adolfo Ricchi" di Mercato Saraceno.

Cesena

Lezione allUte
Maurizio Ridol dellUniversit della Tuscia, venerd 31 maggio alle 15,30 nella sala Fantini in via Renato Serra, parler sul tema "Romagna o Romagne? Storia, geograa e geopolitica nellEuropa delle regioni".

Cesena

Musica in citt
Altri appuntamenti della rassegna "Musica tra le antiche mura" promossa dal conservatorio "Bruno Maderna". Venerd 31 maggio alle 17 nella sala lignea della Malatestiana saranno eseguiti brani di Arcangelo Corelli e Carlo Tessarini. Mercoled 5 giugno alle 17 nella chiesa di Boccaquattro composizioni di Prokoev, Debussy e Rachmaninov.

Verghereto
Gara di Mtb

Festa degli alberi


La IV edizione della festa degli alberi avr luogo domenica 2 giugno dalle 15 nel parco di Villa Dionora a Carpineta. E organizzata dalla cooperativa sociale "Il Totem". In programma musica con i Gorghscur e Licia & Francesco, giochi allaperto, animazione per bambini, tiro con larco, bancarelle informative, stand gastronomici. Alle 21 proiezione del lm danimazione "Luomo che piantava gli alberi" di Frdrick Back.

La IV prova di Romagna bike cup si svolger domenica 2 giugno ad Alfero. Il ritrovo ssato allalbergo "Appennino Nord". Le iscrizioni dalle 7,30 e la partenza alle 9,30. Il percorso misura 32 chilometri con un dislivello di 830 metri.

Longiano, defibrillatore al bar Smile

Sarsina
Pranzo benefico degli "Amici di Alice"
Torna lannuale pranzo di benecenza organizzato dal comitato "Gli Amici di Alice" e dal Circolo "Il Boccalino" di Sapigno, in memoria della piccola Alice Baravelli morta prematuramente nel 2006. I genitori e gli amici hanno creato unassociazione che ogni anno porta avanti progetti di scolarizzazione in Etiopia, nel Dauro Konta. Domenica 9 giugno alle 12,30, presso lex scuola di Sapigno, si terr il pranzo con aperitivo e antipasto a buffet, pasta fatta in casa con piselli, lombo di maiale ai funghi, pollo e salsiccia ai ferri, contorni misti, dolce e caff, al costo di euro 20 e gratuito per i bambini sotto il 10 anni. Comunicare ladesione entro il primo giugno contattando il padre di Alice, Ottavio Baravelli 3486549283 e Pasquale Torelli 3404895413. Db

Film al Victor
Al cineteatro di San Vittore, gioved 30 maggio, sabato 1, domenica 2 e marted 4 giugno sar proiettato il lm "Io viaggio da sola" (2013) di Maria Sole Tognazzi. Ingresso 3,50 euro.

Scuole in teatro
Proseguono nella sala Aurora di San Giorgio le rappresentazioni teatrali delle scuole di Cesena e dintorni. Venerd 31 maggio alle 21, studenti del Liceo linguistico statale porteranno in scena "La cucina plurimix". Luned 3 giugno alunni della scuola media di viale della Resistenza presenteranno "Bigbabel". Toccher poi agli allievi del Liceo classico con lo spettacolo "La ballata del pescecane" marted 4 giugno. "I ragazzi di Betta" della scuola media di Gatteo, mercoled 5 giugno, racconteranno la storia della "Balena dispettosa".

n defibrillatore donato nel nome e nel ricordo di Marco Campori, per gli amici solo "Campo", 20 anni compiuti il 19 marzo scorso, figlio unico, morto tragicamente il 7 aprile in via Staggi, fra Gambettola e Sala di Cesenatico in un tremendo incidente stradale, mentre era in auto con altri coetanei. Il defibrillatore lo hanno acquistato i suoi amici con le offerte raccolte presso il bar Smile di Budrio di Longiano e in altri bar della zona. E stato consegnato al bar Smile alla presenza della mamma di Marco, Roberta, del babbo Luigi e di tantissimi amici che continuano a ricordare Campo e a onorarne la memoria. Presenti alla consegna anche il sindaco di Longiano Ermes Battistini e il vice sindaco Massimo Ciappini. Responsabile del funzionamento del defibrillatore Francesco Lo Russo, grande amico di Campo che ha gi fatto il necessario corso per lutilizzo. "Le iniziative per ricordare

In ricordo di "Campo" U

Campo non si fermano al defibrillatore - ha sottolineato durante la consegna al bar Francesco Lo Russo -. Allinizio del mese di giugno, presso il bar Smile, ci saranno altri corsi per il conseguimento del patentino che serve per potere usare il defibrillatore". Cristina Fiuzzi

Progetto di Caima
Lassociazione familiari malati di alzheimer propone attivit motoria e cognitiva allaria aperta per gli over 60. Il progetto realizzato grazie a Rabith Chattat, docente di Psicologia allUniversit di Bologna, sede di Cesena, viene sviluppato ogni mercoled per 6 settimane dal 29 maggio al parco della Casa rossa a Ponte Pietra. Informazioni al 338 9931335.

Cesena

Poesia in casa

Gatteo

Concerto polifonico
Nella chiesa parrocchiale di san Lorenzo, sabato 2 giugno alle 21, il coro Magnicat diretto da Ludovico Buonamano terr un concerto beneco a favore di Nicole Forlivesi. Si tratta del IV appuntamento della rassegna promossa dalla parrocchia, dalle associazioni Var e Diffusione Musica, dalla Bcc di Gatteo, col patrocinio del Comune.

Roncofreddo

Incontro culturale allUpupa


Il secondo incontro culturale alla Casa dellUpupa, Studio di Ilario Fioravanti a Sorrivoli, si terr sabato 1 giugno alle 18.Giovanna Caniatti, Giovanni Leoni, Paolo Rava, Annalisa Trentin e Stefano Vitali interverranno sul tema "Ilario Fioravanti architetto. Ipotesi per la valorizzazione di un archivio tra arte e architettura".

Roberta Bertozzi, Franco Casadei, Gianfranco Lauretano e Stefano Maldini portano la poesia nelle famiglie. Sabato 1 giugno alle 18 il recital si svolge nella casa e laboratorio Guerri a San Vittore e alle 21 presso la famiglia Rossi in via Tobruk a Cesena.

Rimini | LAcred a San Patrignano

Cesena | Studenti premiati

E stata una giornata vissuta intensamente quella di sabato 25 maggio scorso dai soci (anche dal Cesenate) dellAcred, lassociazione ex amministratori e dirigenti del Credito Cooperativo dellEmilia Romagna in visita a San Patrignano. Grazie alla collaborazione con la Banca Malatestiana stato possibile visitare la comunit fondata nel 1978 da Vincenzo Muccioli. Giornata conclusa con il pranzo insieme ai 1.300 ospiti. Presenti anche Letizia e Gian Marco Moratti. (foto Armuzzi).

Alla Banca di Cesena sono stati premiati gli studenti vincitori del concorsoLa memoria del Novecento, promosso dalCampo della Stella. Ecco i nomi dei vincitori: SaraTurci (Agraria), GiorgiaTisselli (Liceo Comunicazione 2^ premio), Maria Pollini (LiceoRighi1^ premio), Ada Roca Ramon (LiceoMonti3^ premio), Simone Pracucci (LiceoSacro Cuore), Giulia Soldati (LiceoM. CurieSavignano). Come classe migliore stata premiata la 3^B del LiceoMonti. (foto Mauro Armuzzi).

Sport

Gioved 30 maggio 2013

21

Cesena: giunto alla decima edizione organizzato dal Circolo Ippodromo


questa settimana il nostro torneo fra i primi al mondo". Tanti gli aspetti significativi della competizione, a cominciare dai suoi concorrenti. Gli atleti, provenienti da 10 Paesi diversi, sono tutti compresi nella fascia del ranking mondiale che va dal 161esimo al 330esimo posto, costituendo quella che, parola di Giovanni Pacchioni, direttore del torneo, " la migliore lista di sempre per noi. I primi 5 erano compresi entro i 200 e hanno tutti appena partecipato alle qualificazioni del Roland Garros insieme ai successivi 7. Ha partecipato inoltre, partendo dalle qualificazioni, Bagnis Facundo, numero 167, mentre nella lista principale sono compresi Nick Kyrgios, campione mondiale Under 18 e 265esimo nel ranking, e Jorge Aguilar, 183esimo e numero uno del Cile, mentre litaliano al gradino pi alto Gianluca Naso, 203esimo". In totale, gli atleti partecipanti al torneo di singolo saranno 32: i 18 della lista principale pi 8 provenienti da tornei di qualificazione, 2 special except per coloro che in concomitanza competono altrove e, infine, 4 wild cards divise fra Fit (Federazione italiana tennis) e direzione del Futures. Il programma giunto ormai oltre la met; venerd 1 e sabato 2 giugno si disputeranno le finali del torneo di doppio e di singolare, rispettivamente alle 17,30 e 21. Francesco Zamagni

Cesena
Tennis, lattivit del circolo Ronconi
Lanno scorso il Circolo Tennis Cesena "Alberto Ronconi", zona stadio, ha celebrato il suo cinquantesimo compleanno. Il gal servito per inaugurare un nuovo campo da tennis in terra battuta, celebrato col taglio del nastro da parte del sindaco Paolo Lucchi, e per ricordare la memoria di Alberto Ronconi, uno dei massimi soci fondatori, nonch abilissimo tennista degli anni Cinquanta-Sessanta, con diversi trofei in bacheca. Il glio, Giovanni Ronconi, ci mostra come, a distanza di tempo, il circolo tennis fondato da suo padre sia molto attivo. I numeri confermano: da 500 a 600 gli iscritti di tutte le et, di cui 300 i giovani tra i cinque e sedici anni; 200 gli adulti, soci esclusi (almeno 150). "E sono previsti degli incrementi di iscrizioni anche per i corsi di beach tennis", conferma Ronconi. Il motivo di tanta affluenza, probabilmente, oltre che nellefficienza e nella grande accoglienza di questa struttura, risiede nella possibilit di imparare a giocare a tennis a buoni livelli e con ottimi istruttori: il maestro che insegna ai settori giovanili gioca attualmente in serie B. Risultati eccellenti insomma, tanto che lanno scorso la serie A sfumata davvero di un soffio durante i playoff: la squadra ha perso la seconda partita ed stata eliminata. Anche per i campionati minori, serie C e seguenti, c grande impegno e passione; molte donne praticano questo sport, pi come relax che come manifestazione agonistica, ma ciononostante con grande impegno e seriet. Ronconi ringrazia poi i soci che da cinquantanni ad oggi hanno sempre contribuito al mantenimento della struttura con gesti veramente signicativi: per "tenere a bada" le spese non sono mancati autonanziamenti e grandi sacrici economici. Oggi possibile rinnovare la tessera dassociazione con 190 euro lanno, mentre per associarsi per la prima volta si pagano 90 euro annuali. Chiaramente, essere soci offre vantaggi non indifferenti: accesso a tutte le strutture del circolo, palestra compresa; esenzione dal pagamento dei campi "sempre stracolmi di gente che gioca a tennis, beach tennis e anche beach volley", dice Ronconi, e tanti altri "privilegi". Giacomo Biondi

Tennis, battute finali al torneo internazionale


eppure con qualche iniziale difficolt, anche questanno, per lundicesima volta, in corso al Tennis Ippodromo di Cesena lItaly F10 Futures, 6 Trofeo Marchi Giorgio, linternazionale torneo di tennis che raccoglie atleti di tutto il mondo. Il torneo, iniziato il 25 maggio e presentato alla stampa due giorni prima, "ha avuto qualche timore di troppo, non riuscendo a trovare sponsor sufficienti a sostenerlo - ha

detto Lino Foschi, presidente onorario del Tennis Ippodromo -. Per fortuna, la passione per questo sport, sempre pi praticato nel cesenate, ha convinto molti di essi a sostenerci ugualmente, cos come i tanti volontari che stanno lavorando". "Questo torneo stato trampolino di lancio per tanti campioni affermati - precisa Andrea Ranzani, dirigente del torneo - basti pensare che Mayer e Lorenzi sono passati di qui. Come importanza, in

Calcetto, buoni risultati per Sarsina

Il Real Circolo detta legge


Bel colpo per la Polisportiva Il Circolo di Sarsina che, nel campionato maschile di calcio a 5 del Csi, piazza tre squadre ai vertici, una delle quali, il Real Circolo, si aggiudica il campionato. E successo tutto nella serata di venerd 10 maggio a Santa Maria Nuova, dove si sono disputate le gare conclusive del campionato. Battendo il Borgorosso per 6-2, il Real Circolo ha vinto il torneo dopo una brillante stagione dalla media gol altissima, che lha visto concludere al vertice anche la regular season e chiudere imbattuti in casa. Sul podio dei vincitori sale anche laltra squadra sarsinate, il Circolo United, che salito sul terzo gradino battendo nella finale per il terzo e quarto posto la Dinamo Rontagnano (sette a cinque il risultato finale). Un podio dal sapore plautino, dunque, al quale si va ad aggiungere il buon piazzamento della terza squadra affiliata al Circolo Tennis di Sarsina. Si tratta dellAtletico Circolo, squadra di giovanissimi composta quasi tutta da under 21 (gioca insieme solo da un paio danni), ma che gi comincia a togliersi belle soddisfazioni. I baby del Circolo hanno battuto la Torre di Cesena per 4-3 nella finale valevole per il terzo posto dei play out. La squadra dellAtletico il prodotto della scuola calcio avviata da qualche anno presso i campi del Circolo. I ragazzi sono seguiti da Alessio Francia, mister con alle spalle esperienze nelle serie pi alte. Le squadre sarsinati del Real Circolo e del Circolo United rischiano ora di ritrovarsi avversarie nella finale di Coppa del Csi che sar disputata il prossimo 31 maggio. La realt del calcio a 5 sempre pi radicata in Valle Savio, con la Polisportiva sarsinate che sta diventando un bacino di campioncini provenienti dai comuni valligiani, in particolare Sarsina, Mercato Saraceno e San Piero in Bagno. Una sintesi che va oltre i campanili e che sta portando buoni risultati nel calcio a 5 maschile. La quadratura del cerchio, per i vertici della Polisportiva guidata dal presidente Massimiliano Comandini, sarebbe quella di creare una squadra femminile e completare, cos, il panorama di calcio a 5 plautino. Michela Mosconi

Longiano

Pallavolo femminile ok
Le ragazze della "Longiano sport pallavolo Endas", primo anno in serie C, hanno terminato il campionato regionale al quarto posto in classica. Cinquanta i punti totalizzati in 26 gare: 16 le vittorie e 10 le scontte. Soddisfatto lallenatore Lino Zavatta: "Non abbiamo avuto alti o bassi. Abbiamo disputato una stagione a ritmo costante". (Mv)

Giovani del Romagna Centro Vittoria a Porto Fuori


La squadra Romagna Centro, categoria Giovanissimi B, ha vinto il 32esimo torneo di calcio "R. Cappelli" disputatosi a Porto Fuori (Ravenna) nel mese di maggio. I ragazzi allenati dallex calciatore del Cesena Gianluca Leoni hanno vinto tutte le partite del torneo: 19 gol fatti, uno subito. I protagonisti di questa "impresa" sono sttai i giovani calciatori Federico Golinucci, Jacopo Elmi, Gianmarco

Stendardo, Gianmaria Battistini, Giulio Battistini, Francesco Tosi, Mattia Delvecchio, Francesco Brigliadori, Mattia Gasperoni, Alberto Frazzoli, Andrea Bonandi, Samuele Gasperoni, Pietro Spinelli, Giacomo Bianchi, Lorenzo Ceredi, Luca Zanotti, Alessandro Rossi, Lorenzo

Dipr, Enrico Tramonti, Luca Gori. Fanno parte dello staff Luca Lancioni (preparatore atletico), Alois Poggiolini (preparatore portieri), mentre gli accompagnatori sono Christian Gasperoni e Armando Brigliadori. Lex calciatore di serie A Claudio Rivalta si occupa di tattica.

22

Gioved 30 maggio 2013

Sport Csi

Pagina a cura del Centro Sportivo Italiano Comitato di Cesena

Educare attraverso lo sport Convegno Csi alla Basilica del Monte


Nella mattina di domenica 2 giugno. Tra gli interventi, don Alessio Albertini, consulente ecclesiastico nazionale del Csi
omenica 2 giugno il comitato cesenate del Csi, in D collaborazione con il Gruppo Arbitri di calcio della stessa associazione, organizza, nel monastero di Santa Maria del Monte, a Cesena, un convegno dal tema "Educare attraverso lo sport, aprire, consolidare, comunicare. Il Csi di Cesena a servizio del territorio". Il programma delliniziativa prevede alle 9 larrivo dei

partecipanti (sono invitati arbitri, dirigenti, allenatori, atleti, parroci e assessori allo sport dei Comuni del nostro comprensorio) e dalle 9,45 alle 11,45 lo svolgimento del convegno. Previsti interventi di don Alessio Albertini, consulente ecclesiastico nazionale del Csi, Eugenio Imperatori, direttore nazionale Csi delle scuole Snad e Snes, Giacomo Abate, direttore dellarea formazione del Csi regionale dellEmilia Romagna. Funger da moderatore Valerio Fabbri, coordinatore del Gruppo Arbitri di calcio del Csi

cesenate. Saranno presenti il vescovo Douglas Regattieri, Paolo Lucchi, sindaco di Cesena, Lamberto Menozzi, presidente regionale del Csi Emilia Romagna, don Giovanni Savini, consulente ecclesiastico del Csi Cesena e Luciano Morosi, presidente Provinciale del comitato cesenate del Csi. Alle 11,45, al termine del convegno il vescovo Douglas presieder la messa concelebrata da don Alessio Albertini e don Giovanni Savini e animata dalla Schola Cantorum della parrocchia di San Pio X di Cesena.

Il Csi di Cesena alla riscoperta della propria citt


Domenica 28 aprile un gruppo di diversi dirigenti, arbitri e vari collaboratori ha partecipato alla messa a San Domenico e ha incontrato il sindaco di Cesena Paolo Lucchi, in Municipio
l Csi di Cesena visita la propria citt. Domenica 28 aprile un folto gruppo di persone composto da dirigenti, arbitri e collaboratori vari del Centro Sportivo Italiano di Cesena, dopo avere partecipato alla messa presso la chiesa di San Domenico, in centro a Cesena, stato ricevuto in Municipio dal sindaco Paolo Lucchi. Questo incontro, avvenuto presso la residenza municipale, nella sala degli specchi, ha rappresentato la prima tappa di un percorso culturale-turistico molto articolato e suggestivo. Dopo avere ascoltato le belle parole pronunciate dal sindaco e avere scambiato con lui qualche dono, gli oltre cinquanta partecipanti si sono recati nel vicino Museo di scienze naturali e, divisi in due gruppi, hanno visitato le varie stanze espositive guidate da guide preparate ed entusiaste. stata poi la volta della Biblioteca Malatestiana, in cui la delegazione, guidata da due esperti, ha fatto visita alle suggestive stanze e ai preziosi volumi esposti allinterno dello storico museo. Fattosi ormai mezzogiorno, la terza tappa stata di tipo conviviale e si svolta al ristorante "La Stalla" situato a pochi passi dalla Rocca Malatestiana. Anche qui momenti di gioiosa aggregazione che hanno permesso ai vari componenti ciessini di stringere ancora di pi i gi ottimi rapporti di amicizia. Nel pomeriggio, dopo il lauto pranzo, tutti attorno alla fontana Masini per ammirarne la bellezza e apprezzarne limportanza. Aiutati anche dalle parole del presidente Luciano Morosi che si improvvisato cicerone, si potuto conoscere di pi questo monumento che rappresenta il fiore allocchiello della citt di Cesena. Si successivamente proceduto alla visita degli storici giardini pubblici situati presso il teatro Verdi con ingresso da corso Ubaldo

SCATTI E FOTO DI GRUPPO DI ALCUNI DEI MOMENTI PI SIGNIFICATIVI DELLA VISITA DEL CENTRO SPORTIVO DI CESENA A PALAZZO ALBORNOZ... E DINTORNI (FOTOSERVIZIO ARMUZZI)

Comandini. Anche qui, un novello cicerone, Mauro Armuzzi, ha illustrato gli interessanti particolari del suggestivo sito cesenate, aiutando i presenti a considerarne maggiormente la bellezza e il significato. Tutto questo stato ideato e organizzato da Mauro Armuzzi e Novella Razzani, linstancabile consigliera del Gruppo Arbitri di Calcio del Csi di Cesena, la quale, oltre a scegliere i luoghi da visitare, ha ulteriormente "condito" liniziativa con un simpatico e divertente gioco a quiz, tenendo sempre alta lattenzione dei partecipanti. Per il presidente del Comitato Csi di Cesena Luciano Morosi, questa iniziativa ricreativoculturale si inserisce perfettamente nello stile di vita dellassociazione che attraverso queste attivit persegue un altro obiettivo (oltre a quello importante di proporre sport per tutti), ossia di organizzare momenti di sano divertimento e vera aggregazione sociale,volti ad accrescere sempre di pi e meglio lo spirito di collaborazione tra i vari membri dellassociazione. Pertanto non resta che ringraziare sentitamente gli artefici di tale bellissima iniziativa e auspicare che essi trovino il tempo e la voglia di organizzarne altre.

PARTECIPAZIONE AL LUTTO
Il C.S.I. (Centro Sportivo Italiano) di Cesena si unisce nella preghiera di suffragio ai tantissimi fratelli nella fede per

padre FABIO FAGGIN


sacerdote zelante, instancabile divulgatore della parola di Dio, confessore umile e disponibile, amico sincero di tutti

Pagina Aperta

Gioved 30 maggio 2013

23

Il direttore risponde
Inutile dire: Signore, Signore... molto pi serio mettere in pratica certe parole

LOcchio indiscreto
Una tranquilla via urbana ha rivelato un cuore insospettato, da borgo daltri tempi, con vicini che socializzano, offrono cibo, dolci e vino, aprono i cortili delle loro case. Si tratta di via Sacchi, a Cesena, tornata domenica scorsa per un giorno Contrada Scipione Sacchi. I palazzi che si affacciano sulla via sono tutti dotati di cortile interno, dai pi piccoli ai pi maestosi, come quello di palazzo Chiaramonti. Altre foto su www.corrierecesenate.it

e il Signore non costruisce la citt, invano noi mettiamo pietra su pietra, recita il Salmo che a volte ci piace anche cantare. Eppure, egregio direttore, mi sembra che oggi se ne tenga assai poco conto. Basta considerare come stata scritta la nostra Costituzione repubblicana. Importantissima certo, ma depauperata da nessun riferimento religioso. Non vi infatti riferimento a Dio. Riferimento presente nel precedente Statuto Albertino. Statuto che, a quanto mi consta, nemmeno il terribile Duce aveva soppresso. Come mai i Padri costituenti, in molta parte usciti dalle fila dellAzione Cattolica, invece lo hanno fatto? Io me lo domando. Non stato un errore? Anzi, un grave errore? Io credo che il degrado imperante oggi sia iniziato da l, da questa grave omissione, quasi una sconfessione. E s che i giovani che si sono succeduti sono durati ben poco (cinquanta circa in cinquantanni?). Questo dovrebbe farci riflettere e farsi decidere di correre ai ripari, anche se non so quanto sia possibile. Per non bisogna desistere mai. La religione importante, laiuto di Dio necessario, senn veramente, come gi lungamente dimostrato dalla storia recente, non si costruisce nulla. Rivolgerei quindi un appello attraverso il suo Corriere Cesenate, caro direttore, ai politici attuali perch vogliamo riparare, aggiungendo il

nome di Dio nella Costituzione. Chiss, forse riusciremo a risorgere e risolvere la china nella quale siamo caduti, ahinoi Se la nostra strada non fosse la sua strada, invano camminiamo insieme. Grazie direttore, cari auguri e saluti. Gabriella Grilli Gentilissima Gabriella, pubblico volentieri la sua lettera che solleva una questione che ogni tanto torna a galla. meglio un riferimento esplicito alle radici cristiane o meglio realizzare carte costituzionali intrise di spirito cristiano? (cfr. anche il pezzo di Piero Altieri a pag. 3). Abbiamo vissuto lo stesso dilemma anche negli ultimi anni, con la cosiddetta costituzione europea. I dubbi assillano molti, cattolici e laici. Personalmente preferisco un richiamo alle radici cristiane pi praticato che predicato, pensando anche al versetto che si trova nel Vangelo di Matteo, capitolo 7,21 Non chiunque mi dice: Signore, Signore, entrer nel regno dei cieli, ma colui che fa la volont del Padre mio che nei cieli. In ogni caso ai credenti chiesto di testimoniare, con la propria vita, ci in cui credono e in ogni ambito in cui operano, politica e amministrazioni comprese. Saluti cordiali. Francesco Zanotti zanotti@corrierecesenate.it

Non resta altro che risalire


Gentilissimo direttore, ho ricevuto ieri il Corriere Cesenate n. 20; ho letto il servizio a pag. 11, dove riporta che McLuhan consigliava di staccare la spina alla voce dei terroristi. Ho anche letto, su altri giornali, della morte di un ex-dittatore del Sud America (Videla, mi sembra) che a suo tempo per zittire gli eversivi li faceva caricare su un aereo e, una volta al largo delloceano, li faceva gettare in mare, a volte ancora vivi. Per fortuna in questo caso si parla del passato, ma... nel frattempo, quanto si investito nel mondo per la cultura? E quanto stato realmente fatto per combattere fame, povert e disagio sociale? Di quanto si ristretta la distanza fra le classi sociali? Qualche nazione si mossa, facendo passi avanti, e non bisogna nemmeno andare troppo lontano oltre i nostri confini per trovare esempi positivi. Bisogna, tuttavia, andare oltre confine. Con stima. Paolo Zacchi Egregio Zacchi, quando si arriva tanto in basso non si pu che risalire. Speriamo bene. Fz

| Emanuele Giaccherini, dalla Juventus ai tornei della Societ dellAllegria

Domenica 26 maggio a Gatteo Terra si sono svolti i tornei di primavera, organizzati dalla Societ dellAllegria. Hanno parteciperato 120 allievi provenienti dalle comunit di Gatteo, San Carlo, Scuola media di Cesenatico e Borello. Al termine delle gare si sono svolte le premiazioni, con la parteciperazione del gioca-

tore della Juventus campione dItalia (ed ex del Cesena Calcio) Emanuele Giaccherini. Con semplicit e grande affetto, il calciatore ha raccontato ai presenti di come quel momento vissuto insieme gli ricordasse la sua comunit parrocchiale di origine, in Toscana.

Ponte Giorgi
ARREDI SACRI DI SEMPRINI
Piatti tipici romagnoli, accompagnati da pizzichi di novit e voglia di scoprire sapori particolari. Pasta fatta in casa e dolci scrupolosamente secondo le ricette delle nostre nonne

Gabriele e Severino
sas

Ristorante Albergo Bar


47020 Cella di Mercato Saraceno (Fc) Tel. 0547 96581-96563 - fax 0547 96636 pontegiorgi2004@libero.it Facebook: Pontegiorgi Risto

via Alberti, 3/a tel. e fax 0541 21424 Rimini

SETTIMANALE DI INFORMAZIONE DELLA DIOCESI DI CESENA-SARSINA

PRIMO PIANO DISABILI INIZIATIVE CONTRO LE BARRIERE


Trofeo Benedetto al via Coinvolte centinaia di giovani sportivi